Risultato della ricerca:

Salviamo il Paesaggio, Treia: Fierucola delle Eccellenze Bioregionali, Spilamberto: vigilia di Santa Lucia, la luce della Coscienza…

Il Giornaletto di Saul del 4 dicembre 2019 – Salviamo il Paesaggio, Treia: Fierucola delle Eccellenze Bioregionali, Spilamberto: vigilia di Santa Lucia, la luce della Coscienza…

Care, cari, l’Assemblea di Milano di Salviamo il Paesaggio ha promosso un’azione di dialogo da tenere con le Associazioni territoriali del Forum. Ciò avverrà attraverso una rete interna al Forum ed avrà un duplice obiettivo: trasmettere e discutere le proposizioni che arrivano dall’Unione Europea; sollecitare dubbi, domande, analisi sul suolo e sulle istituzioni europee da sottoporre al GSE. A tale scopo è nato il Google Group RETE GSE… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/12/salviamo-il-paesaggio-nasce-il-google.html

Nucleare. Zanotelli, il papa e le sardine – Scrive F.G. a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/11/30/psico-sovranismo-e-sardine-al-delirio-non-ce-mai-fine/ -: “Avete notato l’ennesimo depistaggio dell’antipopulista sardinato, convertitore di negretti infedeli e colonizzatore dell’Africa, Zanotelli? Egli ha scoperto l’apocalisse nucleare su cui gli è sfuggita una annosa campagna all’ONU di numerosi stati, allo stesso modo gli è curiosamente sfuggito che al Parlamento europeo i partiti a lui cari hanno votato a favore dell’energia nucleare, con in testa Ska Keller, la capo dei partiti verdi e di tutti gli eurogretini, euroFFF, euro-Extinction Rebellion? Ma che è stato solo ora il Papa ad annunciare al mondo, da Hiroshima e Nagasaki, che l’atomica è bruttissima cosa. Chi l’avrebbe mai detto?…”

Treia. Fierucola delle Eccellenze Bioregionali – La Fierucola delle Eccellenze Bioregionali, che si tiene a Treia l’8 dicembre 2019, dalle ore 15 alle 19, è una sorta di esposizione campionaria della creatività treiese e del territorio bioregionale circostante. Un appuntamento importante per la promozione della creatività artistica, sociale, culturale, artigianale e agricola. Al Mercato Coperto troverete prodotti bioregionali, a partire da quelli agricoli e trasformati, sino alle produzioni artigianali di vario genere: lavorazione del legno, del cuoio, della stoffa, della ceramica, del ferro, riciclaggio di oggetti usati ancora buoni, esposizione di manufatti realizzati dai bambini  ed anche libri, oggetti d’arte, foto storiche, etc… – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2019/12/presentazione-e-programma-della.html

Roma. Comunisti in assemblea – Scrive PCARC: “Assemblea nazionale unitaria delle sinistre di opposizione. Il 7 dicembre si svolgerà a Roma (Teatro de’ Servi, Via del Mortaro 22 dalle ore 10:00) un’assemblea nazionale convocata da PCI, PCL e Sinistra Anticapitalista a cui aderiscono diversi partiti e organizzazioni che si riconoscono nella definizione di “sinistra di opposizione al governo M5S-PD” e lottano contro i mali del capitalismo. Info: pcarc_news@riseup.net”

Campagna Agricoltura Contadina – Scrive Coordinamento: “Il  3 dicembre 2019 si è tenuta la discussione delle tre proposte di legge che sono state depositate per una legge sull’agricoltura contadina.  Il live della discussione sarà disponibile in streaming sulla pagina di Fb della Campagna: https://bit.ly/37UPyC6 – Scusandoci per avervi comunicato l’iter dei lavori con leggero ritardo, vi terremo aggiornat@ circa le prossime novità con puntualità…”

Spilamberto. Vigilia di Santa Lucia – Abbiamo deciso di anticipare la celebrazione di Santa Lucia al giorno 12 dicembre 2019, che è giovedì e c’è anche la luna piena. La festa si tiene a Spilamberto nella cave di Caterina. Il programma è qui descritto… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/12/01/santa-lucia-le-lampade-sono-diverse-la-luce-e-la-stessa-14-dicembre-2019-a-spilamberto/

L’uomo vitruviano – Commento dell’amico Stefano all’articolo di Ferdinando https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/12/uomo-bioregionale-o-vitruviano.html?showComment=1575396810566#c303181239723872061 -: “Aggiungerei anche il fatto che l’aver sostituito l’Omo vitruviano col Cristo in croce può essere una ulteriore metafora, davvero sincera, di come la condizione umana sia “inchiodata” a delle coordinate terrestri (punti cardinali “eliometrici”, forza di gravità, alchimia a base ossidativa nell’atmosfera, forma sferica della terra generata dalla rotazione gravitazionale generatrice a sua volta di una arbitraria ciclicità…” – Continua al link segnalato

Report e Solvay – Scrive Lino Balza: “Report, nel servizio su Solvay del 2 dicembre 2019 di Adele Grossi, al quale ho collaborato, può aver deluso se lo si considera concluso e non una prima puntata di una più ampia investigazione. Aver concentrato, come prologo, in una unica serata la rappresentazione di tre territori – Alessandria, Livorno e Ferrara – devastati da Solvay, infatti non poteva evitare il rischio di superficialità e inconcludenza soprattutto per Spinetta Marengo…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/12/report-e-solvay-manca-qualcosa.html

New York. Protest – Scrive UNAC: “In 2020 we mobilize against ecocide, white supremacist policy and war in all its forms. February 21, 22, 23, People’s Forum in New York City “Rise Against Militarism, Racism and the Climate Crisis – Building Power Together” To register please write to: UNACpeace@gmail.com”

La luce della Coscienza – Dove sono interno ed esterno per la Coscienza suprema che entrambi li compenetra e li supera? In realtà la sola idea di una tale separazione è impensabile nella sorgente di luce che unicamente è. Ad esempio il sognatore non viene menomato o compromesso dal suo sogno, essendo lui stesso ogni cosa proiettata nel sogno ed allo stesso tempo non essendone alcuna, così la coscienza individuale e la pura Consapevolezza si pongono negli stessi termini di relazione… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/10/la-luce-della-coscienza-si-riflette.html

Ciao, Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Luce e luce riflessa condividono la stessa natura fondamentale, come esistenza e coscienza, spirito e materia, sono un’unica cosa” (Saul Arpino)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Resoconto dell’Equinozio d’autunno a Treia, Biagio Accardi a Fontana Liri Superiore, UE: comunisti scomunicati, acque potabili: vecchie proposte ancora buone, sii ciò che sei…

Il Giornaletto di Saul del 24 settembre 2019 – Resoconto dell’Equinozio d’autunno a Treia, Biagio Accardi a Fontana Liri Superiore, UE: comunisti scomunicati, acque potabili: vecchie proposte ancora buone, sii ciò che sei…

Care, cari, …è trascorso appena un giorno da domenica 22 settembre 2019 in cui abbiamo festeggiato, con Sonia Baldoni e Lorenzo Merlo e diversi altri amici, l’equinozio d’autunno e manca meno di un giorno a martedì 24 settembre 2019, giorno del mio 60esimo compleanno. Cosa rimane di una giornata così bella e intensa che se non è stata vissuta non si può credere e nemmeno immaginare? Bella e intensa, ovviamente per me, spero piacevole almeno per chi vi ha partecipato… (Caterina Regazzi) – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/09/equinozio-dautunno-2019-treia-con-sonia.html

Modena. Uomo e Natura – Scrive Linda Guerra: “La sera del 27 settembre 2019 terrò un incontro pubblico, presso il Filatoio di Modena, sul tema del legame spirituale (in senso laico) fra l’uomo e i regni della Natura. Info: 329 894 0843″

Musica Bioregionale. – Scrive Prem: “Vi invito a Casa dell’Arte di Fontana Liri Superiore il 26 settembre 2019, al concerto del viaggiatore Biagio Accardi. Ho conosciuto Biagio a casa di una coppia di fratelli,che avevano appena comprato un terreno a Verbicaro, nel nord della Calabria. Eravamo intorno al fuoco, a celebrare la festa della luna piena e senza alcuna presentazione abbiamo cominciato a suonare… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/09/musica-bioregionale-fontana-liri.html

Governo Conte 2.0. Dubbi – Scrive V.B.: “Di Battista rompe il silenzio sul nuovo governo: “Sono scettico, speriamo bene” – Apprezzabili e condivisibili alcuni pareri di DiBa, ma sorge un dubbio: DiBa fa ancora politica o si tratta di uno sfogo di chi si è tirato fuori? E dov’era il nostro nei mesi scorsi quando sono state prese una serie di importanti decisioni? Spero non stesse nel Chiapas sulle orme di Bertinotti. Insomma, apprezziamo, ma con lucidità e senza prenderci cotte. La delusione potrebbe essere amara…”

Europa. Comunisti scomunicati – Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo ha approvato la mozione di condanna dell’uso dei simboli del comunismo, chiedendo la rimozione dei monumenti che celebrano la liberazione avvenuta ad opera dell’Armata Rossa ed equiparando il comunismo al nazifascismo. Ritengo doveroso dare conto dell’energico intervento del deputato 5 Stelle PINO CABRAS che ha preso una durissima posizione contro la pilatesca e grottesca astensione del gruppo parlamentare europeo “grillino” sulla famigerata risoluzione anticomunista che ha visto convergere quasi tutti i gruppi presenti nell’aula, compreso il PD… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/09/23/ue-accecata-dalla-finta-democrazia-con-lequiparazione-del-nazismo-al-comunismo-compie-un-ulteriore-passo-verso-la-distruzione-della-memoria-delleuropa/

Commento di E.B. “Ricordo che PD, Verdi, Socialisti, Popolari (e non solo le “destre”) hanno tutti votato a favore. 5Stelle astenuti…”

Campania. Acqua pessima – Scrive European Consumers: “Lo stato chimico di quasi tutte le acque sotterranee della Regione Campania è pessimo! Gravissima la responsabilità penale di tutta la classe politica e amministrativa che ha gestito acqua, agricoltura e reflui urbani negli ultimi 10 anni, in spregio alle stesse normative europee e italiane!”

Sii ciò che sei – Le strofe che seguono sono tratte dal Supplemento ai 40 versi di Ramana Maharshi. Le tre strofe rilevate, a loro volta, fanno parte del Vasishta Saram, che tratta degli insegnamenti sulla realizzazione del Sé. Da notare come non viene indicato il metodo del raggiungimento, in quanto il “raggiungimento” secondo la filosofia Advaita sta solo nell’eliminazione dell’ignoranza che il Sé è onnipresente…” – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/09/to-be-what-you-are-there-is-not-need-of.html

Nota aggiunta: “Spesso ci chiediamo come conciliare il mondo materiale con quello spirituale e come viverli insieme […] Chiaro che viviamo prima di tutto in quello materiale, ma il fatto che quello spirituale, soprattutto all’inizio, abbia una natura così opposta a quello materiale ci porta a cercare di “demolirlo” o rivestirlo di significati materiali che non ha..[….] Una volta raggiunto un certo conseguimento interiore le cose si chiariranno da sole. Anche quando cerchiamo di trasmettere ad altri i contenuti e pure quando si cerca sempre di mettere ogni cosa nel contesto giusto e chiarire quanto ciò di cui si parla sia collegato o meno alla realtà materiale ed alla nostra percezione”

Acque potabili. Vecchie proposte ancora buone– Nel 1999 una mia proposta veniva ripresa dall’agenzia di notizie ADNkronos: “Paolo D’Arpini sostiene che è giunto il momento di istituire il ‘Magistrato delle Acque potabili’ (esistono gli storici Magistrati alle Acque che dovrebbero essere re-istituiti per prevenire le alluvioni) mentre quelli delle acque potabili dovrebbero verificare le nuove concessioni per lo sfruttamento delle acque potabili…” – Continua: http://www.24orenews.it/salute-a-benessere/salute/5993-

Ciao, Paolo/Saul

……………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Dobbiamo produrre un convivere tra adulti e giovani che intrecci educazione e politica (…) in quel gioco combinatorio di emozioni e linguaggio che è il vivere quotidiano” (Humberto Maturana con Ximena Davila)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Celebrazione dell’equinozio d’autunno – Treia: 22 settembre 2019

Il Giornaletto di Saul del 22 settembre 2019 – Celebrazione dell’equinozio d’autunno

Care, cari, oggi celebriamo qui a Treia l’equinozio d’autunno con due importanti eventi ambientali e culturali più uno molto intimo e conviviale. La mattina appuntamento alle ore 9.30 al Circolo VV.TT. (in vicolo Sacchette 15/a) per poi scendere alla Fontanella delle Due Cannelle (in fondo a Porta Montegrappa) da dove ci dirigeremo in macchina alla spianata della Croce della Roccaccia, da lì proseguiremo a piedi per una escursione erboristica accompagnati dalla Sibilla delle Erbe Sonia Baldoni. E’ previsto un picnic in loco (ognuno porta con sé il proprio cibo) durante il pasto si potrà tessere il proprio intento (portare con sé alcuni piccoli gomitoli di lana di diversi colori). In caso di maltempo l’evento si svolge in luogo coperto (telefonare per info: 333.6023090).

Alle ore 17 saremo presso il Centro Adesso Yoga di Via Bellamore 1 (quartiere Borgo) verrà presentato il libro “Sul fondo del Barile” del giornalista e scrittore Lorenzo Merlo di Milano, che sarà presente all’incontro. Data l’importanza di questa presentazione, dal punto di vista sociale ed ambientale, siete particolarmente invitati a partecipare. Qui di seguito una brevissima recensione dei temi trattati nel libro.

Il libro, che offre spunti e a volte chiede attenzione, narra lo sfascio delle ideologie della destra e della sinistra, passa dalla genesi del populismo, scorre i limiti del materialismo e quelli di un’umanità ridotta a economia, non tralascia l’egemonia occulta dei poteri finanziari, critica la scienza meccanicistica, osserva l’avvento del sincretismo tra tradizioni sapienziali e nuova scienza, propone una modalità spirituale per sfruttare la crisi totalizzante: identifica la prospettiva attraverso la quale l’uomo del prossimo paradigma vivrà il mondo. Sul fondo del barile, tra le macerie che tengono in piedi pericolanti facciate del passato, c’è la nuce dell’uomo circolare. Sul fondo del barile ha tre lettori: chi trova conforto alle proprie posizioni. Chi è in cerca del significato di apertura. Chi cerca come svincolarsi dalle proprie chiusure.

Per un maggiore approfondimento qui c’è una recensione più sostanziosa scritta da Guido Dalla Casa, uno dei maggiori esponenti dell’Ecologia Profonda in Italia:  http://retedellereti.blogspot.com/2019/09/sul-fondo-del-barile-crisi-sociale-e.html

Comprenderete da soli che oggi sarò molto impegnato, perché oltre agli accadimenti qui descritti festeggiamo anche il sessantesimo compleanno della mia compagna Caterina Regazzi. La sera verso le 20.30 saremo a casa nostra per una pizzata conviviale seguita da una breve sessione di canti (per partecipazione telefonare allo 0733/216293).

P.S. Apporti culinari vegetariani, bevande e doni sono benvenuti!

Treia. Erbe, alberi e magia con Sonia Baldoni – Il mio primo incontro con Sonia avvenne a Calcata, forse nel 2009, ad una festa di luna piena di luglio. Dopo la consueta passeggiata nella valle del Treja, avevamo predisposto una cerimonia sotto la luna, attorno al fuoco, e lì essa apparve, introdotta dall’amico psicologo Ciro Aurigemma. Dopo aver mangiato le erbe da noi raccolte, e avendo iniziato il giro di condivisione sulle esperienze karmiche con la luna piena, ecco che Sonia propose di fare un’offerta rituale al fuoco e diede ad ognuno di noi una manciatella di erbe e fiori da lei precedentemente mescolati affinché li offrissimo alla fiamma girando intorno al falò. E fu così che iniziai a conoscere anche le virtù magiche delle piante…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/09/21/erbe-alberi-e-magia-con-sonia-baldoni/

Nota. Maria Sonia Baldoni sarà a Treia la mattina del 22 settembre 2019 per partecipare alla Celebrazione dell’equinozio d’autunno. Info: 333.6023090

Ciao, Paolo/Saul

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Elimina la saggezza, abbandona il sapere, e il popolo ne trarrà un beneficio centuplicato” (Tao Te Ching)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Erbe, alberi e magia… con Sonia Baldoni

La parola ecologia deriva dal greco oikos che significa casa, ha cioè la stessa radice di economia, e questa filiazione etimologica mi ha sempre affascinato. Infatti attraverso l’ecologia, soprattutto quella profonda, ho appreso a considerare la natura come la mia vera casa cercando inoltre di trarre da essa il mio sostentamento.

Finché un bel dì conobbi Sonia Baldoni di Jesi ed appresi attraverso le passeggiate fatte assieme a lei, o per mezzo di semplici cerimonie, a collegare l’ecologia e l’economia con la magia. Infatti quello che apprezzai maggiormente, dell’esempio fornito da Sonia, è stata la sua spontanea passione per la riscoperta e per la trasmissione dei misteri naturali, quelli che solo le piante sanno conservare. Le piante indubbiamente sono gli esseri viventi più vicini allo spirito primordiale e sono le depositarie del potere magico della vita.

Ma andiamo per ordine. Il mio primo maestro in erbe fu un pastore conosciuto a Calcata nei primi anni ‘70 del secolo scorso. Si chiamava Irmo, era diventato orbo in seguito ad un incidente di percorso nelle sue continue esplorazioni nei boschi. Irmo era originario di Amelia (in Umbria) e finché gli fu possibile era solito continuare la tradizione della transumanza. Con le sue bestie ogni anno, in primavera inoltrata, se ne partiva lungo la via Amerina sino a raggiungere le colline umbre. Gli ultimi anni, non potendo più percorrere le strade di campagna, si spostava con tutti gli armenti su un camion preso a nolo. Infine, avendo ormai messo su famiglia e non potendo più spostarsi per l’età e gli acciacchi si limitò a pascere le greggi nella valle del Treja.

Quando lo conobbi mi parlava spesso delle piante della valle e mi spiegava di aver appreso a conoscerle osservando le capre e le pecore al pascolo. Dal loro comportamento, dai gusti stagionali, dalla qualità del latte prodotto, etc. aveva imparato quali fossero le loro proprietà.

Ovvio che restai molto intrigato da questi suoi racconti e volli anch’io seguire il suo esempio e comprai qualche pecora e qualche capra per vedere se avessero avuto qualcosa da insegnarmi. Ed in verità molto mi insegnarono… Imparai da loro a riconoscere quasi tutte le erbe commestibili della valle. Tra l’altro scoprii come anche gli ovini ed i caprini fossero dediti allo sballo.. Non so se era l’aria di Calcata, che induceva un po’ tutti ad eccedere con sostanze alteranti, ma scoprii come in primavera anche gli armenti si dilettassero con i germogli freschi di cicuta, una pianta psicotropa famosa sin dall’antichità, persino dedicandosi allo stramonio ed altre pianticelle “psichiche”..

Ricordo addirittura una pecora che era talmente assuefatta allo sballo che addirittura morì di overdose, con gli occhi strabuzzanti e la bava alla bocca. Ma in questo non seguii mai quel cattivo esempio e mi limitai a raccogliere le piante selvatiche buone in cucina, cotte e crude. Non conoscevo nemmeno il loro nome, le chiamavo con nomi di fantasia. In seguito li conobbi attraverso le lezioni ricevute sul campo dal mio secondo maestro, Giuseppe Roveri, che era un erborista diplomato all’Università di Camerino e socio co-fondatore del Circolo vegetariano VV.TT..

Egli accompagnava spesso me ed altri appassionati in giro per la valle e ci raccontava tante storielle popolari sulle varie piante e sul significato dei loro nomi. Infine, trascorsi diversi anni, verso i primi di questo nuovo millennio, cominciai anch’io ad accompagnare neofiti alla ricerca di erbe e scrissi diversi articoli sulle proprietà e sul significato della forma, del colore, dell’odore di erbe e fiori e frutti.

Infine giunse la mia terza istruttrice, Sonia Baldoni e lei mi insegnò i significati magici delle piante e degli alberi, che sino a quel punto avevo trascurato. Ontano, lauro, agrifoglio, quercia… e le costellazioni collegate e gli spiriti benigni incarnati.

Il mio primo incontro con Sonia avvenne a Calcata, forse nel 2009, ad una festa di luna piena di luglio. Dopo la consueta passeggiata nella valle del Treja, avevamo predisposto una cerimonia sotto la luna, attorno al fuoco, e lì essa apparve, introdotta dall’amico psicologo Ciro Aurigemma. Dopo aver mangiato le erbe da noi raccolte, e avendo iniziato il giro di condivisione sulle esperienze karmiche con la luna piena, ecco che Sonia propose di fare un’offerta rituale al fuoco.. e diede ad ognuno di noi una manciatella di erbe e fiori da lei precedentemente mescolati affinché li offrissimo alla fiamma girando intorno al falò. E fu così che iniziai a conoscere anche le virtù magiche delle piante.

Fatalità, dopo qualche anno, mi ritrovai a Treia (in provincia di Macerata) in visita alla casa della mia compagna Caterina, era il 2010, e pensai subito di organizzarvi un primo evento, un’altra festa della luna piena ma stavolta di agosto, e chiamai Sonia a partecipare. Dall’anno seguente mi trasferii stabilmente a Treia e lì iniziò una collaborazione più fitta ed intensa fra lei e me.

Organizzammo la prima cerimonia della vigilia di Ognissanti (Samhain) in occasione dell’incontro annuale della Rete Bioregionale del 2010, che si tenne nel podere di Lucilla Pavoni (a San Severino Marche), la cerimonia fu ripetuta anche nel 2011… Nel frattempo c’era stata anche la Festa dei Precursori del maggio 2011, con riti dedicati al mondo femminile ed alla raccolta di rose e bacche di rosa canina, con preparazione di fiori di Bach, che si ripeterà anche quest’anno (2012).

Insomma sembra che con Sonia si siano ormai stabiliti due importanti appuntamenti marchigiani, uno in primavera ed uno in autunno.. I momenti migliori della natura, quelli in cui la natura prorompe in bellezza di fioriture e frutti.

Paolo D’Arpini

Articoli sulla presenza di Sonia Baldoni agli eventi del Circolo Vegetariano VV.TT.: http://www.circolovegetarianocalcata.it/page/2/?s=sonia+baldoni

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Neo-paganesimo bioregionale, Yemen, mangiar carne è peccato veniale?, zen e la carne “migliore”, USA: news on PFAS contamination, bioregionalismo e soluzione partecipativa, il risveglio spirituale  e la stabile realizzazione del Sé…

Il Giornaletto di Saul del 16 luglio 2019 – Neo-paganesimo bioregionale, Yemen, mangiar carne è peccato veniale?, zen e la carne “migliore”, USA: news on PFAS contamination, bioregionalismo e soluzione partecipativa, il risveglio spirituale  e la stabile realizzazione del Sé…

Care, cari, la rivalutazione del neo-paganesimo, o delle religioni sciamaniche e magiche dei popoli nativi, è una delle caratteristiche portanti del filone bioregionale. Spesso durante le feste da noi organizzate, soprattutto quelle in concomitanza con i solstizi o gli equinozi o per la luna piena e nuova, alcuni adepti “neo-pagani” vengono a condividere il nostro spirito ed oltre alle cerimonie già da noi predisposte aggiungono riti diversi ed offerte alle divinità della natura e fate dei boschi… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2015/12/neo-paganesimo-sciamanesimo-e-animismo.html

Yemen. La strage continua – Il progetto di localizzazione e dati dei conflitti armati, nel suo bilancio sulle vittime della guerra in Yemen, ha riferito che circa 17 100 persone sono morte nel 2015; 15 100 nel 2016; 16 800 nel 2017; 30 800 nel 2018; e 11.900 fino a giugno 2019. “Spero che questi dati saranno utili per la comunità internazionale da utilizzare quando si tratta di comprendere, supervisionare e infine risolvere il conflitto prima che la situazione finisca ancora più fuori controllo”, ha avvertito il direttore esecutivo dell’organizzazione, Clionadh Raleigh…

Mangiar poca carne è peccato veniale? Scrive Franco Libero Manco: “Quando si parla di vegetarismo nella maggior parte dei casi le persone onnivore, come in un intimo poco celato senso di colpa, tendono a giustificarsi dicendo “mangio poca carne” rivendicando poi il diritto ad essere libere di aderire o no alla scelta vegetariana. E anche se si è consapevoli che è quanto mai ingiusto per gli animali e dannoso per la salute si vuole procedere senza pressioni esterne, potrebbe essere un trauma… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/15/mangiare-poca-carne-e-un-peccato-veniale/

Quanta acqua ci vuole per produrre la carne? – Scrive Caterina Regazzi: “… per abbeverare gli animali (50 litri per un bovino da carne, molti di più per una vacca da latte),, per coltivare i foraggi e i mangimi (mais principalmente) per lavare l’allevamento, per lavare il macello dove l’animale è abbattuto, per lavare il sezionamento dove è tagliato, la macelleria dove viene venduto, ecc.”

Contraddizioni zen e la “carne migliore” – Camminando per un mercato, Banzan colse un dialogo tra un macellaio e un suo cliente. “Dammi il miglior pezzo di carne che hai” disse il cliente. “Nella mia bottega tutto è il migliore -ribatté il macellaio- qui non trovi un pezzo di carne che non sia il migliore”. A queste parole Banzan fu illuminato. – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/07/storie-zen-e-contraddizioni-metafisiche.html

Inquinamento Valle del sacco – Scrive Giuseppina Aureli: “A quanto pare non si è mosso nulla, nessuna risposta da parte della Regione e da chi dovrebbe aprire un dialogo con le amministrazioni comunali, associazioni e i cittadini che chiedono di essere ascoltati e tutelati. In questi giorni è tornato nuovamente il problema della puzza nauseabonda del depuratore di Ceccano, che si estende a molti km…”

USA. News piece on PFAS contamination – Scrive Pat Elder: “ews piece on PFAS contamination by the military. This is a breakthrough as far as the mainstream media is concerned. There are several things here that have never reached a mass audience: The Navy admitting high levels of releases but refusing to test wells…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/07/usa-news-piece-on-pfas-contamination-by.html

Lido di Camaiore. Evento – Scrive Mosaica: “Martedì 30 Luglio alle ore 21:00 “Segreto di Famiglia. La Potenza del non detto”. Può qualcosa di segreto, di non elaborato nel nostro albero genealogico condizionare il nostro presente? In Via Corte Anna Magnani, 1 – Lido di Camaiore. Presentazione libro di SIMONA BARBERI e GIAN PAOLO DEL BIANCO con la partecipazione di SONIA LUNARDI e GIUSEPPINA TAZZIOLI. Ingresso libero. Info 058467139”

Bioregionalismo. Soluzione partecipativa – Scrive Mario Cecchi: “Il panorama associativo è costellato da migliaia di associazioni con migliaia di statuti i quali si assomigliano tutti, differenziandosi solo per alcune particolarità, quindi in teoria è possibile ridurle ad un unico denominatore comune: la voglia di aggregarsi, di unirsi in piccole cellule per contare di più, per incidere maggiormente nel tessuto politico sociale italiano…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/07/soluzione-partecipativa-basata-sul.html

Roma. Festa de Noantri: Scrive Venerabile Arciconfraternita del SS.mo Sacramento e Maria SS.ma del Carmine in Trastevere – Festa de Noantri il 20 luglio processione nel rione ed il 28 e 29 luglio 2019, discesa lungo il tevere con processione. Chiesa di S. Agata in Trastevere a Largo San Giovanni de Matha, 9 – Roma Info: 06/5803717”

Il risveglio spirituale e la stabile realizzazione del Sé… – L’esperienza dello stato ultimo, della coscienza libera da identificazione, è esposta in varie scuole spirituali come: Satori, Spirito Santo, Samadhi, Shaktipat, etc. Di solito si intende che questa esperienza di “risveglio” alla propria natura sia conseguente ad una particolare condizione di apertura in cui la “grazia” del Sé (la pura Consapevolezza) può manifestarsi ed impartire la conoscenza di quel che sempre siamo stati e sempre saremo. Purtroppo dovuto all’accumulo di tendenze mentali “vasana” non sempre l’esperienza vissuta si stabilizza in permanente realizzazione… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/07/the-spiritual-experience-and-stable.html

Ciao, Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Quando senti di non essere più dipendente da nessuno, dentro di te nascono una quiete, un silenzio e un abbandono profondi. Questo non vuol dire che smetti di amare. Al contrario, per la prima volta sperimenti una qualità e una dimensione nuove dell’amore; un amore che non è più biologico, ma è più vicino a un rapporto d’amicizia, più di qualsiasi relazione…” (Osho)

Commenti disabilitati