Archivio della Categoria 'Eventi'

Giornata Mondiale della Terra, 22 aprile 2014, e meditazione per la Festa dei Precursori (Treia 25 – 27 aprile 2014)

Eventi Paolo D'Arpini 21 aprile 2014

Come ogni anno il 22 Aprile si tiene in tutto il mondo la celebrazione della Giornata della Terra. Questa iniziativa è nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra.

Anche noi del Circolo Vegetariano VV.TT. abbiamo utilizzato questa ricorrenza come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

In particolare ci siamo occupati del problema della cattiva alimentazione e della carenza alimentare in molti parti del mondo, con nuove punte di sofferenza e malattia. Scarsi o devastati raccolti, aumento dei prezzi di alimenti primari, sistemi agricoli insostenibili sono tra i fattori che rendono la classe popolare vulnerabile ed a rischio di sopravvivenza.

Non è assolutamente accettabile che, persino in una drammatica situazione che vede morire di stenti almeno sei milioni di bambini all’anno, grosse quantità di cibo disponibile vengono usate per allevare milioni di animali da macello.

In nome dell’intelligenza e della giustizia umana non è più pensabile che dai 7 ai 16 kg. di soya o altri legumi, che oltre 15.500 litri di acqua pulita, e circa 323 mq. di pascolo vengano utilizzati per la semplice produzione di un kilo di carne (sì avete letto bene 1 kg. di carne) che verrà consumato da chi ha i mezzi per concederselo. Mentre le stesse sostanze potrebbero alleggerire notevolmente la fame di chi è nel bisogno.

Malauguratamente, anche se diversi esperti considerano che il sistema corrente di super produzione alimentare sia una minaccia all’ambiente alcuni di questi “esperti” consigliano alternative persino più rischiose -come gli OGM- che promettono di creare ulteriori danni al già devastato ambiente, senza sapere come andrà a finire…

Gli affamati del mondo, molti milioni di vegetariani e la gente che ha preso coscienza di questo stato di cose e cerca un’armonia con la natura, hanno diritto di chiedere ed aspettarsi dai governanti e dai detentori del potere economico e scientifico soluzioni ecologiche, intelligenti e ragionevoli.

Per queste ragioni, noi chiediamo al governo che verrà (quando verrà) di interessarsi maggiormente alla “soluzione” vegetariana, studiandone i suoi diversi aspetti: sociali, anatomici, ecologici. economici, salutistici, etc. In vista di ottenere risultati atti a combattere la fame nel mondo e riportare l’uomo in buona salute psicofisica.

Per analizzare gli aspetti di quanto prospettato ci riuniamo il 22 aprile al Circolo vegetariano VV.TT. di Treia, alle h. 20.00. Dopo il dialogo si terrà una meditazione di buon auspicio. Le risultanze dell’incontro verranno successivamente discusse durante la Festa dei Precursori, che si tiene sempre a Treia nella stessa sede del Circolo, dal 25 al 27 aprile 2014 (vedi programma nella parte sottostante)

Paolo D’Arpini – Presidente Circolo Vegetariano VV.TT.

Trentesima Edizione
Treia: Festa dei Precursori – Circolo Vegetariano VV.TT.

Il Circolo vegetariano VV.TT. nasceva in questo periodo del 1984 e la ricorrenza viene festeggiata il 25 aprile, anniversario della Liberazione. Sarà un’occasione per rinfrescare la nostra libertà di pensiero e di azione. L’esperimento, iniziato a Calcata, continua a Treia, una nuova tappa in un luogo vergine dalle infinite possibilità e di partenza per realizzare un progetto di società ideale. Cercheremo perciò qui di rilanciare quel processo di integrazione fra i vari modi di vita, quello urbano e quello campestre, per andare verso l’attuazione di un società solidale ed ecologica.

Programma – 25 aprile 2014, Vicolo Sacchette 15/a – Treia (MC):

Ore 10.30 – Passeggiata erboristica con Sonia Baldoni alla ricerca di erbe commestibili;

Ore 13.30 – Picnic nel giardino del Circolo, ognuno porta qualcosa di vegetariano;

Ore 15.30 – Tavola Rotonda “Economia alternativa, agricoltura e società solidale”. Saluti istituzionali della Proloco e del Comune. Introduzione di Paolo D’Arpini. Relatori: Alberto Meriggi dell’Università di Macerata, Loris Asoli della Comunità REES Marche, Michele Meomartino di Olis, Antonio D’Andrea di Vivere con Cura, Benito Castorina dell’Università di Cassino. Moderatrice: Caterina Regazzi;

Ore 19.00 – Passeggiata al centro storico e sosta per una pizzata al forno a legna;

Ore 21.00 – Ritorno e canto di mantra e meditazione con Upahar Anand ed Aria di Stelle.

Alle pareti del Circolo saranno esposte foto naturalistiche di Daniela Spurio e opere di riciclaggio creativo di Riccardo Mencarelli.

Il 26 aprile 2014 – Riunione assembleare dei soci e simpatizzanti del Circolo Vegetariano VV.TT.
Il 27 aprile 2014, alle h. 17.30 – Svernissage, performance artistica in chiusura e brindisi finale.

Indicazioni per raggiungere il luogo della Festa dei Precursori: Parcheggiare sotto le mura di Treia in prossimità di Porta Mentana (o Montana), lì nei pressi c’è una fontana antica con due cannelle, salire sino alla Porta, subito a sinistra si vede un vecchio pozzo, salire per 10 metri, quella è Via Sacchette, sulla destra si vedrà un piccolo spiazzo con una porta leggermente sopraelevata su un terrazzino, numero civico 15/a.

Info. circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293

La manifestazione si svolge con il Patrocinio morale del Comune e della Proloco di Treia

Commenti disabilitati

Treia, 21 aprile 2014: “Pasquetta e Natale di Roma”

Eventi Paolo D'Arpini 16 aprile 2014

Vediamo che quest’anno il 21 aprile è particolarmente benedetto, non solo è Pasquetta ma in più ricorre la nascita di Roma.

Ricerche archeologiche recenti hanno messo in luce reperti e ruderi della Roma antica che farebbero anticipare la fondazione dell’Urbe ad almeno un paio di secoli prima della data ufficiale. Questo mi sembra ovvio poiché quando viene fondata una città l’evento non avviene mai in un giorno e nemmeno in un anno ma nell’arco di parecchi anni se non di secoli. La data ufficiale della fondazione implica e comprende la preesistenza della “civitas” in cui l’”urbs” è sorta. Possiamo perciò assumere che la data convenzionale della fondazione di Roma è un momento stabilito a posteriori, soprattutto considerando che il giorno prescelto corrisponde all’ingresso nel segno del Toro, animale sacro per antonomasia. Lo stesso Giove assuse le sembianze di un toro per rapire la giovane Europa.

In questo simbolismo s’intravvede la celebrazione della romanità che si volge alla conquista del mondo.

Ma dal punto di vista della tradizione storica accettata leggiamo che Varrone riporta la nascita di Roma al 21 aprile del 753 a.C. ma siccome nella leggenda la giornata fu macchiata da un fratricidio, Romolo uccise Remo, questo giorno era considerato nell’antico calendario romano “nefasto puro”. Ciò non ostante il 21 aprile da tempo immemorabile era festeggiato con le cerimonie dette “Palilia”, le feste dedicate a Pales antica dea italica protettrice dei pascoli, importanti per l’economia agricola pastorale, in quel giorno la campagna romana veniva benedetta con le ceneri provenienti da un fuoco di paglia per purificare le messi e gli armenti.

Mi sembra che questo rito valga la pena di essere ricordato, anche per riportare l’attenzione ai bisogni primari dell’uomo e sul come soddisfarli in modo naturale. Per questa ragione sarei felice se questo Natale di Roma fosse onorato in modo allargato –diffuso, come si dice oggi- in tutte le campagne d’Italia, senza delineare uno specifico areale ma lasciando alla fantasia di ogni abitante il compito di come e dove svolgere la funzione sacrale commemorativa, ignorando il fratricidio legato al senso del possesso e del potere e ricordando invece la sacralità dei luoghi che contribuirono al sostentamento dei romani.

E le Marche sono una delle regioni in cui i romani maggiormente hanno lasciato il segno. Treia, la città in cui vivo -ad esempio- fu fondata dai romani e dedicata alla Dea Trea o Tria (la trilogia al femminile) ” …madre degli dèi, degli uomini, della natura, madre di tutte le cose…”

Ritorniamo quindi al grande magma della vita in cui ogni luogo è sacro e rappresentativo della Terra. Roma sorse con un messaggio di superamento delle etnie e delle appartenenze, riportiamo l’attenzione al calderone magico dei primordi, che è la Terra stessa – come dice Marina Canino, ricercatrice delle origini della romanità – in cui ritrovarsi vivi nella circolazione delle cose e delle persone, un fluire che porta ricchezza, e non nella distribuzione schematica e programmatica di un sistema politico-economico-religioso mal sopportato da tutti, ma in silenzio….

Alla ricerca di un “nuovo respiro e di un’altra dignità umana” ci incontriamo al Circolo vegetariano VV.TT. il 21 aprile 2014, alle h. 19.00, per una passeggiata lungo le mura di Treia, evocando il passato. E studiando il percorso agreste che dovremo percorrere durante la passeggiata erboristica che si tiene la mattina del 25 aprile, in apertura della Festa dei Precursori (vedi: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/03/treia-dal-25-al-27-aprile-2014.html)

Per partecipare occorre prenotare: bioregionalismo.treia@gmail.com – Tel. 0733/216293

Paolo D’Arpini – Circolo vegetariano VV.TT.

Commenti disabilitati

Treia. 14 maggio 2014 – Celebrazione del Wesak al Circolo Vegetariano VV.TT.

Eventi Paolo D'Arpini 11 aprile 2014

Anche quest’anno il circolo Vegetariano VV.TT. celebra il Wesak, il 14 maggio 2014, che è il 15° giorno del quarto mese del calendario lunare e che corrisponde alla Luna Piena.

Il quarto mese cinese è dedicato all’archetipo del Serpente, che in occidente corrisponde al Toro, questo infatti è il mese che nell’iconografia buddista vede nascere il Buddha. Il Serpente è sinonimo di saggezza.

La nostra celebrazione consiste in una meditazione serale, basata sugli insegnamenti del Maestro Tibetano:

Ecco le parole di saggezza per risvegliare in noi la saggezza:

1. Rilassati e focalizzati nell’anima. Intona l´OM, effondendolo sul mondo degli uomini e dicendo a te stesso mentalmente: “La volontà di Dio muove il mondo”. Questo è il pensiero che immetti nell´OM.

2. Rifletti poi sul significato del tempo quale espressione della volontà, realizzando che esso è un pensiero – istantaneo ed effettivo nella mente del Logos Planetario. Pensa attentamente alle implicazioni di quest´ultima affermazione.

3. Pronuncia quindi lentamente e con intensità: “Il passato è passato.Io sono quel passato. Esso ha fatto di me quello che sono. Il futuro viene. Io sono anche quel destino prossimo, perciò, io sono quello. Il presente fluisce dal passato. Il futuro colora ciò che è. Io foggio il futuro anche secondo la mia attuale conoscenza del passato e la bellezza del presente. E, perciò, sono quello che sono”.

4. Intona l´OM tre volte a bassa voce. Con consapevolezza ripeti questi pensieri seme: Io non penso pensieri, io non sogno sogni che possano danneggiare un mio fratello, e offuscarne la luce. Vedo il mio fratello nella luce e lo accompagno sul Sentiero. Non dico parole che dirigano i pensieri altrui e li danneggino; proteggo il mio fratello dalle parole nocive. Odo la nota del mio fratello e ad essa unisco la mia nota. Dono alla comunità il profitto di tutto il passato, il mio amore e la mia comprensione. La mia saggezza è una forza, un potere che è di tutti.

La cerimonia si svolge nella Sala di Meditazione del Circolo Vegetariano VV.TT. (Treia. Vicolo Sacchette, 15/a) alle h. 21.15. Per partecipare scrivere a: circolo.vegetariano@libero.it o telefonare allo 0733/216293 – La manifestazione è gratuita. Sarà gradito l’apporto di dolcetti vegetariani che verranno infine condivisi in forma di prasad.

Commenti disabilitati

Treia. Dal 25 al 27 aprile 2014 – Programma e intenti per la Festa dei Precursori del Circolo Vegetariano VV.TT.

Eventi Paolo D'Arpini 18 febbraio 2014

Nella splendida e suggestiva cornice di Treia, in provincia di Macerata, il 25 aprile 2014 inizia La Festa dei Precursori che si protrae sino al 27 aprile.

Il Circolo vegetariano VV.TT. nasceva in questo periodo del 1984 e la ricorrenza viene festeggiata il 25 aprile, anniversario della Liberazione. Sarà un’occasione per rinfrescare la nostra libertà di pensiero e di azione. Noi del Circolo abbiamo avuto per tutta la nostra storia la propensione a muoverci in piena libertà e, in occasione dei 30 anni dalla fondazione, intendiamo fare un’analisi sul nostro passato e meditare sul nostro futuro.

L’esperimento, iniziato a Calcata, continua a Treia in provincia di Macerata, una nuova tappa in un luogo vergine dalle infinite possibilità e di partenza per realizzare un progetto di società ideale. Qui fortunatamente non c’è la ressa metropolitana che a Calcata ha diluito il messaggio innovativo di cui noi “precursori” ci siamo fatti promotori e cercheremo perciò qui a Treia di rilanciare quel processo di integrazione fra i vari modi di vita, quello urbano e quello campestre, per andare verso l’attuazione di un società solidale ed ecologica.

In tal senso la presenza del Circolo a Treia ha la funzione alchemica di riscoprire una antica-nuova espressione di cultura, creatività e sopravvivenza, per aiutare la crescita spirituale, cercando nuove possibilità per una esistenza libera e gioiosa.

Tutta questa riflessione si svilupperà durante “La Festa dei precursori” di quest’anno, soprattutto durante la Tavola Rotonda che si terrà il 25 aprile in cui il nostro modello ecologista, vegetariano e spiritualista laico verrà rivisitato, meditato e discusso.

Programma:

25 aprile 2014, Vicolo Sacchette 15/a – Treia (MC):
Ore 10.30 – Passeggiata erboristica con Sonia Baldoni alla ricerca di erbe commestibili;
Ore 13.30 – Picnic nel giardino del Circolo, ognuno porta qualcosa di vegetariano;
Ore 15.30 – Tavola Rotonda “Economia alternativa ed agricola e società solidale”. Fra i relatori il prof. Alberto Meriggi dell’Università di Macerata, Loris Asoli della Comunità REES Marche, Michele Meomartino di Olis, Antonio D’Andrea di Vivere con Cura, Benito Castorina dell’Università di Cassino;
Ore 19.00 – Passeggiata al centro storico e sosta per una pizzata al forno a legna;
Ore 21.00 – Ritorno al Circolo e canto di mantra e meditazione con Upahar Anand.

Alle pareti del Circolo dal mattino del 25 aprile saranno esposte le foto naturalistiche di Daniela Spurio e opere di riciclaggio creativo di Riccardo Mencarelli. Lo svernissage si tiene alle h. 18.00 del 27 aprile unitamente ad una performance artistica in chiusura e brindisi finale.

Il 26 aprile 2014 è dedicato alla riunione assembleare dei soci e dei simpatizzanti del Circolo Vegetariano VV.TT. Verranno studiati programmi e proposte per il futuro.

Per raggiungere il luogo della Festa dei Precursori: Parcheggiare sotto le mura di Treia in prossimità di Porta Mentana (o Montana), lì nei pressi c’è una fontana antica con due cannelle, salire sino alla Porta, subito a sinistra si vede un vecchio pozzo, salire ancora per 10 metri, quella è Via Sacchette, sulla destra si vedrà un piccolo spiazzo con una porta leggermente sopraelevata su un terrazzino, numero civico 15/a.

Info. circolo.vegetariano@libero.it – Tel. 0733/216293

La manifestazione si svolge con il Patrocinio morale del Comune e della Proloco di Treia

Commenti disabilitati

Progetti per l’Incontro Collettivo Ecologista 2014 – Montesilvano 21 e 22 giugno 2014

Eventi Paolo D'Arpini 17 febbraio 2014

“Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa”. (Madre Teresa di Calcutta)

L’idea di dove organizzare l’Incontro Collettivo Ecologista del 2014 ci è venuta, a Caterina ed a me, sin dalla prima vista fatta a Michele Meomartino, a Montesilvano, lo scorso anno. E lì per lì gli proponemmo di festeggiare il Solstizio Estivo 2014, assieme ad OLIS e Vivere con Cura, invitando anche tutte le associazioni che si riconoscono nei principi dell’ecologia profonda e della spiritualità della natura.

L’evento, che integra l’incontro annuale della Rete Bioregionale Italiana, ha il nome di “incontro collettivo ecologista”, da tenersi durante i giorni magici della vigilia di San Giovanni, dal 21 al 22 giugno, forse anche il 23, e si terrà per l’appunto a Montesilvano in provincia di Pescara, la patria di Gabriele D’Annunzio.

Montesilvano si trova in riva al mare e quindi l’incontro sarà caratterizzato dall’elemento Acqua, particolarmente femminile e rappresentante della produzione vitale per antonomasia. Infatti l’argomento principale verterà sulle fonti di approvvigionamento del cibo e sulla alimentazione bioregionale.

Acqua e Terra assieme compiono il miracolo e fanno nascere il Legno. Il Legno è l’elemento dello zodiaco cinese che contraddistingue l’anno in corso. Ed il legno rappresenta anche emozioni, amore, corporeità, linfa, nascita, morte, sessualità. Da qui il concetto di Grande Madre, che dando la “vita” simboleggia il rito della natura che rinasce senza posa e senza fine.

Ed in sintonia con la tradizione anche quest’anno, festeggeremo il massimo fulgore della luce, il solstizio estivo. In questi giorni tutto combacia perfettamente, ed è possibile celebrare adeguatamente la coniugazione dei cinque elementi: etere, aria, fuoco, acqua e terra. L’incontro potrebbe iniziare anche dal venerdì 20 giugno, nel primo pomeriggio, quando il sole è caldo e l’aria dolce, per ritrovarci sulla riva del mare, e lì compiere il tradizionale lavacro sacrale, sinonimo di purificazione mentale e corporale. Poi a partire dalla mattina del 21 giugno iniziano le sessioni di “sharing”, nell’aia di OLIS. Verso sera, dopo la condivisione di cibo e bevanda, in un luogo preposto si svolge un rito propiziatorio davanti al fuoco, con salto della fiamma ed espressione di desideri (le donne sono pregate di vestire gonne larghe). E più tardi ancora ci sarà l’osservazione delle stelle ed una meditazione silenziosa, assieme a esercizi di respirazione. Questo è il senso della cerimonia che riproponiamo a Montesilvano, per ricordare la supremazia della natura su ogni artifizio dell’uomo.

Sull’etimologia di Giugno gli studiosi sono concordi che questo è il mese dedicato a Giunone, la dea dell’abbondanza e delle messi, sposa legittima di Giove, per questa ragione venivano raccomandate le nozze durante il mese di giugno. Questo è anche il mese delle ciliegie, un frutto rosso e turgido e dolce, come il liquido fertilizzante di Giunone (il sangue mestruale)….

Durante le due giornate dedicate all’incontro si terranno vari scambi di esperienze e proposte di carattere sociologico, bioregionale ed ecospirituale. Gli incontri saranno arricchiti da canti e poesie e musiche arcaiche. Il cibo vegetariano verrà convivialmente cucinato e condiviso ed ognuno parteciperà alla conduzione dell’incontro, collaborando alla sua buona riuscita.

Fra gli ospiti di quest’anno segnaliamo la presenza di Annamaria Properzi ed Antonio Onorati. Antonio Onorati è il presidente di Crocevia Internazionale, un’organizzazione che si occupa principalmente di sovranità alimentare, di accesso al cibo, di biodiversità, ecc… una delle persone più informate sui problemi legati alla terra e all’agricoltura. E’ uno strenuo difensore dei piccoli contadini, anche perché, nonostante i suoi numerosi impegni, in giro per l’Italia e per il mondo, quando torna a casa, in campagna, tra Roma e Rieti, coltiva la sua campagna..

Ovviamente saranno presenti anche i referenti storici della Rete Bioregionale nonché ecologisti di altre associazioni, aderenti alla Rete degli Ecovillaggi, del CIR, di comunità spirituali, di comunità agricole, etc.

Insomma è un incontro “caleidoscopico” in cui coniugare i vari elementi che compongono l’esistenza materiale con quelli del pensiero. Natura, erotismo, arte, ecologia, filosofia, canto, danza, cibo…

Un Incontro Collettivo Ecologista.

Paolo D’Arpini – bioregionalismo.treia@gmail.com
Rete Bioregionale Italiana

Per informazioni logistiche e sulla ospitalità:
michelemeomartino@tiscali.it – Tel. 085.4683554

Altre info sull’incontro:
http://www.aamterranuova.it/Movimenti/Collettivo-Ecologista-nel-2014-a-Montesilvano

Commenti disabilitati