Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Michele Meomartino scrive, origini cristiane, terroristi ed amici USA, primavere democratiche, musica a Caulonia, Viterbo: Rosa dimenticata….

Michele Meomartino

Il Giornaletto di Saul del 2 settembre 2014 – Michele Meomartino scrive, origini cristiane, terroristi ed amici USA, primavere democratiche, musica a Caulonia, Viterbo: Rosa dimenticata….

Care, cari, scrive Michele Meomartino: “Cari Paolo e Caterina, innanzitutto grazie. Una gratitudine che mi sgorga dal cuore per la vostra disponibilità e attenzione che sempre ci riservate ad ogni nostra visita a Treia. E come sempre, il soggiorno è stato bello, sereno e proficuo. Dalla pizzata di Venerdì sera, in compagnia di Adriano e sua moglie, fino alla visita alla cooperativa La Talea, di Domenica mattina, passando per la presentazione del mio libro a La Scentella e l’incontro al “baretto” con gli amici operatori olistici è stato un susseguirsi di incontri significativi che potrebbero preludere a future e auspicabili collaborazioni. Anche per questa possibilità, grazie Paolo e Caterina! Il tempo e gli impegni imminenti non mi permettono di dilungarmi più di tanto sul Week End nelle Marche. Mi piace sottolineare, però, l’encomiabile lavoro di cronaca quotidiana, di storie cosiddette sui bordi, che, di certo, non hanno l’obbiettivo di catturare il lettore con effetti speciali che, Paolo e Caterina, attraverso il Giornaletto di Saul, sanno narrarci. Un servizio discreto, umile e prezioso….” – Continua: http://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/09/01/michele-meomartino-scrive-a-paolo-e-caterina/

Mia rispostina: “Caro Michele, la tua lettera giunge in un momento propizio… e non sai quanto opportuna risulti, soprattutto per i suoi contenuti pieni di amore e simpatia. Stavamo dicendo ieri sera con Caterina come spesso io mi trovi a dover ripagare i favori ricevuti da amici e conoscenti sino al punto che -spesso- queste restituzioni sfocino nel “dovuto”, ovvero che gli altri continuano a ritenere che sia loro “dovuta” la riconoscenza. Questo non è assolutamente il tuo caso, anzi continuo a considerare che tutto ciò che da te ho ed abbiamo ricevuto non potrà mai essere “ripagato” perché tu continui ad essere in “credito”. La tua dedizione amichevole si manifesta con atti concreti e non con pie buone intenzioni e questo è un caso raro se non unico…”

Semantica e le “prove” sull’origine del cristianesimo – Scrive Giorgio Vitali: “… possiamo ritornare alla questione di fondo sulla quale insisto da tempo: essere il cristianesimo un frutto dell’ecumene greco-romano inquinato, ma solo in un secondo tempo, di giudaismo (ne ho portato molte prove finora, tra cui le TRADUZIONI in GRECO dei testi sacri attribuiti al giudaismo, uniche traduzioni prese in considerazione, tenendo conto anche che allora non era come oggi con TESTI nei quali è presente il testo a fronte e le persone hanno sulle spalle, anche se seguiti male e con trascuratezza qualche decennio di studi, spesso classici…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/09/semantica-linguistica-e-le-prove-della.html

Semantica. Commento integrazione di Joe Fallisi: “Se avessi letto qualcosa di quel che ho scritto (e, soprattutto, riferito del grande studioso Emilio Salsi, vanto dell’Italia senza “G”) ne avresti trovate tante, viceversa, in senso contrario. “Grazie ai mascheramenti mal riusciti dei personaggi evangelici, la Storia ci consente di individuare l’identità dei veri protagonisti, rivoluzionari patrioti yahwisti, celata sotto le vesti dei santi attori, ‘Gesù’ e ‘Apostoli’, nel corso dell’evoluzione di una dottrina, inizialmente diversa, durata secoli.” – Continua in calce al link sopra segnalato

Semantica. Replica di G.V.: “…Ma è molto più logico vedere queste pulsioni (che rappresentano comunque la tendenza di una minoranza) all’interno di un FRAME accettato NON solo da Giuliano Flavio e intellettuali del suo seguito, che si sono scontrati contro i filosofi cristiani sul terreno comune della FILOSOFIA PLATONICA intesa in senso Neoplatonico, ma anche da autori del periodo teosofico come Rudolf Steiner..” – Continua in calce al link soprastante

USA ed amici terroristi – Scrive Vincenzo Zamboni: “Al Quaeda ed Isis, spacciate per feroci bande di fanatici guerrieri islamici, si sono rivelate entrambe, invece, creature statunitensi, per esplicita ammissione della criminale di guerra Hillary Clinton: bande armate costituite allo scopo di destabilizzare zone del mondo da ristabilizzare quindi con l’esercito Usa, secondo la migliore tradizione della strategia della tensione teorizzata dal generale Westmoreland in Vietnam (Isis e i rivoltosi egiziani sono filiazioni dell’istituto governativo di John McCain)….” – Continua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/09/01/usa-ed-amici-terroristi-prima-foraggiati-poi-ostracizzati/

Tutto il bene del rosmarino – Scrive Pimpinella: “…molti di noi stanno riprendendo le attività lavorative e spesso capita di trovare difficoltà nel concentrarsi. In questo caso può essere utile ricorrere al Rosmarino, pianta molto impiegata in cucina, ma di cui spesso ignoriamo le proprietà officinali. Il Rosmarino oltre ad agire sulla digestione stimolando i succhi gastrici e l’attività del fegato rendendo quindi più digeribili i cibi, ha un’attività tonica generale. Un infuso delicato dei rametti (un pugno di foglioline per una tazza d’acqua a circa 90°C, lasciate macerare per circa 10 minuti avendo cura di mettere un coperchio per evitare la dispersione dei principi volatili; poi filtrare con un colino e sorseggiare) può essere un ottimo modo per iniziare la giornata con una sferzata di energia tonificante….”

Ucraina. Fermare la guerra voluta dalla NATO – Scrive Giulietto Chiesa: “Se i leader europei non fossero degli sciocchi vassalli ricattati, prenderebbero le distanze da questa America che punta alla guerra. Direbbero a Obama che la patata rovente ucraina se le deve prendere in mano lui, che l’ha creata. Non occorre dirgli che è un bugiardo, basta lasciarlo al suo destino. Ma è ovvio che stanno facendo i vassalli. E’ il momento che la gente, in Italia, intervenga. L’unico che può farlo è il M5S, cioè Beppe Grillo. Che indica una manifestazione nazionale per chiedere un cambio di linea per il nostro paese. Chiami tutti, non solo i suoi, faccia montare un palco di salvezza nazionale..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/09/un-fronte-di-salvezza-internazionale.html

Commento di V.Z.: “Secondo Michael Persinger, ricercatore in neuroscienze cognitive alla Laurentian University, in Ontario (Canada), il cervello può essere influenzato attraverso controllo mentale tramite campi elettromagnetici deboli ma focalizzati sul target e sincronizzati con le caratteristiche desumibili dall’EEG. Infatti esistono già esperimenti volti alla copiatura di EEG finalizzati a riprodurre e trasmettere le frequenze distintive di stati d’animo specifici”

Caulonia. Viaggio musicale sul Pollino – Scrive Ferdinando Renzetti: “…qualche anno fa a Caulonia ho conosciuto uno strano gruppo musicale chiamato Compagnia del Pacchiocchio. in quel periodo ascoltavo dub e reggamuffin in tutti dialetti dal salentino al sardo. quello che stavo ascoltando quella sera cambiò in un certo senso il mio essere musicale. sul palco del tarantella festival la compagnia si presentò con due zampogne del pollino con grossi otri biancastri di pelle pecora rovesciata un tamburello e la voce di Severino ipnotica e catartica…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/09/viaggio-musicale-sul-pollino.html

L’illuminazione di Jodorowsky – Scrive Franca Oberti: “Ho letto nel mese di agosto ben due libri di Alejandro Jodorowsky e vorrei citare qui una delle “storielle” che racconta in uno dei suoi libri; non farò ulteriori commenti e vediamo cosa ne esce da chi ci legge… “Ai tempi in cui cercava l’illuminazione, Marpa, che più tardi sarebbe stato il maestro del grande Milarepa, vide un giorno lungo un sentiero un vecchio che camminava curvo sotto il peso di un pesante fardello. In quel momento intuì che quel vecchio possedeva la chiave della sua ricerca spirituale. Gli disse da lontano: “Dimmi, maestro, che cos’è l’illuminazione?”. L’uomo si fermò e, senza dire una parola, posò a terra il suo fardello. Marpa, osservandolo intensamente, scosse la testa: “Finalmente ho capito che cos’è l’illuminazione. Grazie. Però, cosa viene dopo?”. Per tutta risposta il vecchio tornò a caricarsi sulle spalle il suo fardello e riprese il cammino.”

Mio commentino: “Spesso lo fa, il buon Jodoroswky, di cambiare i protagonisti di storie antiche. Questa in verità è riferita al saggio Pu-tai (traduzione italiana. ‘Sacco di canapa’), un maestro buddhista cinese di scuola Ch’an, vissuto nel X secolo d.C., il cui vero nome era Ch’i-tz’u e che dimorò itinerante nell’attuale provincia di Chekiang, che andava in giro con un sacco di dolciumi da distribuire ai bambini…”

Altre verità sulle “primavere democratiche” – Scrive Vincenzo Mannello: “Ucraina, notizia recente: Putin continua ad ammonire BombObama, l’UEismo e la Nato che mai permetterà il massacro dei russofoni ucraini e che… ha le bombe atomiche. Chiaramente ho usato Cassandra per rendere l’idea e non perché mi senta tale o per darmi soverchia importanza. Sono certo che le analisi correnti le avrebbe potuto fare qualunque persona minimamente informata e con un poco di buonsenso. Come i direttori delle libere testate telematiche che hanno dato loro spazio e quanti abbiano potuto o voluto esaminarle. Ad altri, quelli che le hanno respinte “per partito preso” e perché “allineati e coperti” suggerisco solo una cosa: un bell’esame di coscienza…..” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/09/altre-verita-sugli-usa-e-sulle.html

Marina di Massa. Vegetariani e pure cattolici – Scrivono i cattolici vegetariani: “Appuntamento il 7 settembre 2014 a Marina di Massa, il titolo della Convocazione è “la creazione attende (Rm 8,19)” con il tema “preghiera e creazione”. Il ritiro inizierà alle ore 10.00 e ci vedrà insieme per tutta la giornata. Ritrovo, condivisione e preghiera comune. Info. cattolici.vegetariani@gmail.com”

Viterbo. Santa Rosa dimenticata – Scrive Giovanni Faperdue: “Dal lontano 1457, anno in cui si celebrò il processo di canonizzazione della Beata Vergine Rosa da Viterbo, voluto da papa Callisto III, sono passati più di cinque secoli, nel frattempo è successo di tutto. I viterbesi hanno costruito la Macchina di S. Rosa, ogni anno più bella, e nella vigilia della festa, l’hanno fatta passare per le strade di Viterbo, per ricordare la straordinaria traslazione. Recentemente l’Unesco ha riconosciuto il trasporto della Macchina in onore di S. Rosa, come Patrimonio morale e immateriale dell’umanità. Tutto bello ma malgrado il riconoscimento Unesco, Rosa è ancora una santa di serie B…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/09/viterbo-4-settembre-2014-santa-rosa-e.html

Funo. Dibattito – Scrive C.Z.: “Debito pubblico e moneta unica. Dibattito il 4 SETTEMBRE 2014. FUNO, PIAZZA DELLA RESISTENZA 1 – ORE 20.45, con Fabio Conditi, Normanno Malaguti, Claudio Zanasi. Info. z_antares48@yahoo.it”

Coca-cola, coloranti e tossine – Scrive T.N.: “Secondo gli studi dell’Istituto Scientifico della Sanità Pubblica belga i danni alla salute si evidenzierebbero quando il caramello contiene il colorante E150a, che si somma all’aggiunta di ammoniaca E150b e solfiti E150c. Il caramello prodotto industrialmente potrebbe rivelarsi tossico e quindi nocivo per la nostra salute…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/09/coloranti-chimici-il-caramello.html

Un ri-ascolto con le “bollicine” potrebbe aiutare la comprensione: https://www.youtube.com/watch?v=0hpz9hGpOHU. Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Voi volete che noi andiamo a vivere in una riserva e volete costruire per noi case, chiese e scuole. Tutto questo non mi serve. Sono nato nella prateria, dove il vento soffia libero senza schermare la luce del sole. Sono nato in una terra dove non esistevano recinti e tutto respirava libertà. Là desidero anche morire e non tra delle pareti. Conosco ogni corso d’acqua e ogni bosco tra il Rio Grande e l’Arkansas, in questa terra ho cacciato e vissuto. Io vivevo come i miei padri prima di me e, come loro, vivevo felice”. (Dieci Orsi)

Commenti disabilitati

Da Treia a Petritoli (con gli occhiali), turbante sik, dollaro debole, mogherini nel vuoto, islam in espansione, Ungheria felix, Natura sovrana

Paolo D'Arpini con gli occhaili 'anni 90 del secolo scorso

Il Giornaletto di Saul del 1 settembre 2014 – Da Treia a Petritoli (con gli occhiali), turbante sik, dollaro debole, mogherini nel vuoto, islam in espansione, Ungheria felix, Natura sovrana

Care, cari – Da Treia a Petritoli e ritorno (con gli occhiali) – Avevo dimenticato di informarvi che tre giorni fa siamo andati tutti assieme, Caterina, Fabiola, Michele ed io, dall’ottico di Treia a ritirare i miei nuovi occhiali. Veramente non indossavo più occhiali da oltre 10 anni (per pigrizia?) ma come vi ho raccontato in un precedente editoriale dopo una visita oculistica a Modena ho ricevuto la prescrizione obbligatoria da parte della dottoressa di munirmi di occhiali, due paia, un paio per guardare da vicino ed un paio da lontano. Così un po’ a disagio per l’impiccio ho deciso di indossarli (quelli per guardare da lontano) per compiere il viaggio in macchina sino a Petritoli. Ovviamente non guidavo io ma potevo fare meglio la parte del “compagno navigatore” e vedere i cartelli stradali e le indicazioni di percorso.
Ma ora leggete quel che scrive Caterina Regazzi sugli eventi vissuti: “La permanenza a Treia mia e di Paolo è stata arricchita e allietata in questi ultimi giorni dalla presenza forte e densa di significati di due cari amici con cui condividiamo idee e intenti e, almeno nel possibile, l’impegno nel campo generico dell’ecologia e non solo: Fabiola Serafini e Michele Meomartino. Sono arrivati venerdì 29 agosto nel pomeriggio. Il giorno successivo, sabato 30 agosto, Michele aveva l’impegno di andare a Petritoli, in provincia di Fermo, alla Scentella di Roberto Ferretti, a presentare uno dei suoi libri, quello sulla vita di Sonia Baldoni: La Sibilla delle Erbe…. – Continua: http://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/08/31/da-treia-a-petritoli-con-la-sibilla-delle-erbe-e-con-gli-occhiali/

Milano. Le stringhe – Scrive Il Sentiero – “Il 5 SETTEMBRE 2014, ore 21,00, alla Libreria il Sentiero di Milano, Conferenza di Valerio Sgalambro “L’Undicesima dimensione e gli universi paralleli: attraversando le Terre dell’Oltre”. Durante la conferenza entreremo nel vivo della “Teoria delle Stringhe” per approdare alla più recente teoria Cosmologica: la Teoria “M” o – Complesso Membrana. Questa teoria è in grado di dare una spiegazione dell’Universo nelle sue infinite gamme. Le sue caratteristiche, affascinanti ed “estreme”, sostengono l’esistenza di uno spazio ad undici dimensioni nonché di veri e propri universi che coesistono parallelamente, come veri e propri “specchi” della nostra realtà. Info. il-sentiero@hotmail.it”

Vecchie avventure di viaggio di Caterina: “Qualche tempo addietro sono stata in un allevamento di vacche per il parmigiano reggiano molto grosso (circa 900 animali), in cui lavora una famiglia indiana, di religione sik. Mentre ero seduta nell’ufficetto a scrivere un certificato per un vitello morto, è arrivato uno dei ragazzi, tutto bello pulito, usciva dalla doccia che hanno a fianco alla sala di mungitura…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/08/avventure-di-viaggio-restando-dove-si-e.html

Dollaro. Moneta debole – Scrive Vincenzo Zamboni: “Adesso l’impero ha una enorme preoccupazione: la fine del monopolio internazionale del dollaro, a causa della costituzione di un fondo monetario internazionale Brics indipendente e alternativo all’Fmi. Questo significa che l’economia monetaria Brics potrebbe anche penetrare le zone occidentali, sottraendo potere al dollaro, ed ecco il motivo delle iniziative isteriche recenti, come il blocco dei commerci con la Russia (al cui interno già da molti mesi le carte di credito occidentali non funzionano più, il che rende obbligatorio convertire in moneta locale nelle banche di stato)…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/08/31/il-dollaro-moneta-debole-le-conseguenze-perniciose-della-nascita-del-brics/

Sblocca Italia. 12 pacchetti – Scrive P.E. A commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/08/29/sblocca-italia-e-pacchetto-12-il-pacco-che-renzie-prepara-per-gli-italiani/ -: “Per quanto riguarda Renzi le mie previsioni sono che in 1.000 giorni finirà di sistemarci per le feste. Il soggetto non è intelligente, ma è molto furbo e credo che saprà avere successo anche dove ha fallito quel fregnone di Berlusconi. Scommettiamo che si farà eleggere come successore di Napolitano al Quirinale?” – Continua in calce al link segnalato

Slocca Italia. 12 pacchetti bis – A commento dello stesso articolo Scrive Maria Rosaria Randaccio: “…ricordiamoci che tutte le porcherie che hanno fatto fino ad oggi le possiamo fare ANNULLARE, perché dentro il Ministero dell’Economia e Finanze a partire dal 1990, ci sono esclusivamente DIRIGENTI FASULLI, ossia dei semplici impiegati che non avevano e tutt’ora non possiedono il POTERE DI SOTTOSCRIVERE GLI ATTI DI SDEMANIALIZZAZIONE, istituto giuridico previsto dalla Costituzione, dal Codice Civile, dalle leggi sulla Contabilità di Stato nonché dalle leggi Comunitarie..” – Continua in calce al link sopra segnalato

Lettera dall’Ungheria – Scrive Andras Kocsis: “…in Europa che ormai sceso sotto il culo della rana (cioè molto basso) economicamente e moralmente parlando, punisce VLADIMIR PUTIN per il male che sta facendo in UCRAINA, ambito prossimo partner della NATO ovvero i paladini dell’onestà, virtù ed altre fini qualità. Risultato? La GERMANIA prima della classe ha un PIL tipo ITALIANO. In buona compagnia della FRANCIA, GRAN BRETAGNA ecc. Nel frattempo c’è un paese considerato “stronzetto” (Anti-Democratico) vale dire UNGHERIA (FASCISTA) che ha il seguenti parametri: 1.) il PIL 3.9 (tre virgola nove) percento 2.) Disoccupazione -8 (meno otto) percento 3.) In 2014 abbassato il prezzo dell’energia con 10% 4.) Gli stipendi hanno aumentato il valore dell’acquisto + 3 % (più tre) 5.) In questo momento ci sono centinaia di processi in atto BANCHE contro lo STATO UNGHERESE nei quali devono dimostrare che non sono stati DISONESTI, altrimenti devono ripagare i loro clienti con pari cifre con quale hanno derubato loro. Decine hanno già perso! Pagano! (Piangendo come coccodrilli)” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/08/31/andras-kocsis-ungheria-contro/

Linguaggio e Logos – Scrive Alex Focus a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/08/linguaggio-e-logos.html -: “Intorno alla figura di Gesù Cristo (”l’Unto”) sono state fatte tante riflessioni ma io credo che la sua vita, la sua origine, il suo messaggio, le sue opere si possano riassumere in alcuni caposaldi (potremmo chiamarli i 5 PILASTRI)…” – Continua in calce al link segnalato

Corpo forestale in liquidazione – Scrive Raffaele: “Come probabilmente sapete Matteo Renzi ha presentato un Disegno di Legge (Atto Senato 1577) che prevede lo scioglimento del Corpo Forestale dello Stato e l’accorpamento presso altra Forza di Polizia. Noi crediamo che tale accorpamento sia deleterio in quanto non saranno garantite le attuali attività che svolge il C F S in materia ambientale, agroalimentare e di tutela degli animali, nonché l’attuale copertura territoriale…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/08/corpo-forestale-dello-stato-in-via-di.html

Teniamoci pronti alla decapitazione – Scrive Filippo Mariani: “Quello che sta accadendo da quando sono comparsi sull’ultimo scenario della storia umana i terroristi – guerriglieri Jihadisti è la dimostrazione inequivocabile della materializzazione di un antico progetto di islamizzazione di tutto il pianeta. Molti di noi ricorderanno le profezie e le previsioni dei vari grandi capi dell’Islam che, semplificando il loro messaggio, in parole povere hanno sempre detto a noi occidentali quanto segue: “Sappia l’occidente infedele che noi musulmani abbiamo molta, ma molta pazienza. Sappiamo attendere, ma alla fine vinciamo. Inizieremo prima con una silenziosa e innocua invasione dentro il regno di Satana, poi lo conquisteremo e lo domineremo e alla fine lo purificheremo..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/08/islamici-alla-conquista-dellitalia.html

Commento di F.P.: “Progetto Boumedienne in pieno atto. Del resto ci hanno sempre provato e il vuoto spirituale che trovano in Europa, agevola il loro compito…”

Commento di Adalberto de’ Bartolomeis: “Ma cosa spinge giovani e giovanissimi a fare parte della comunità di fede ed ideologica, declinata secondo i principi dell’islam radicale per la quale nessun passaporto può metter in discussione l’appartenenza?”

Commento di Enrico Galoppini: “La fase finale della guerra dell’Occidente contro l’Islam è finalmente cominciata. Tanto più che quest’ultimo s’è dotato d’un ‘medievale’ e terrificante “Califfato”. Non bisognava disporre di particolari doti profetiche per prevedere che prima o poi saremmo arrivati a tanto. Basta leggersi una raccolta di articoli pubblicati prima del 2008 che ho intitolato Islamofobia. Attori, tattiche, finalità (Edizioni all’insegna del Veltro, Parma 2008). Il capitolo finale, che riassumeva i termini della questione (Islam come “problema” e strategie geopolitiche atlantiche: un rapporto necessario, rivisto ed aggiornato per i corsi del Master Mattei dell’Università di Teramo col titolo Il “Grande Medio Oriente” e il momento anti-islamico dello “scontro di civiltà”), regge ancora bene alla sfida del tempo, perché, come recita appunto il titolo, la “paura dell’Islam” è da mettere in stretta relazione con le strategie geopolitiche atlantiche nel Mediterraneo e in Eurasia.”

Siria. ISIS ed altri “orrori” – Scrive Vincenzo Mannello: “In pratica, tra tutti, solo Assad tiene testa da solo allo sfondamento dell’Isis. Piaccia o meno come ha gestito il potere è l’esercito siriano l’unico che si batte in modo organizzato. La guerra è sempre una schifezza assoluta, piena di nefandezze. Queste però le battono tutte, almeno in tempi moderni. Anche i carnefici accampano motivi di odio e vendetta contro i propri nemici. Che, si badi bene, ad oggi sono soprattutto altri musulmani. In Europa, ieri l’altro, abbiamo avuto la Bosnia con Sarajevo e Srebrenica, non dimentichiamolo. Oggi l’Ucraina…. e Tripoli, Damasco e Baghdad non sono troppo lontane…. non possiamo sbagliare ancora….”

UE. Un salto nel vuoto con Mogherini agli esteri – Scrive Tommaso Di Francesco: “Politica Estera. Gaza, Libia, Siria, Iraq, Balcani. I silenzi e le reticenze italiane si aggiungeranno alla pratica dell’Ue. La nuova “Mrs. Pesc” non dice nulla. Perché questa Europa non può avere una politica internazionale comune. O meglio, ce l’ha. E la fa la Nato. Come prevedibile, la ministra degli esteri italiana Federica Mogherini è l’Alto rappresentante per la «Politica Estera e di Sicurezza Comune» (del vuoto)..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/08/31/politica-estera-irrompe-mogherini-federica-un-salto-nel-vuoto/

L’Alba del Tramonto. Recensione – Scrive T.G.: “Questa prima opera letteraria di Linda Guerra rappresenta un contributo alla lotta per i diritti degli animali, in forma letteraria, in cui l’autrice ha voluto dare voce ai protagonisti delle varie storie raccontate in prima persona, denunciando realtà drammatiche e talvolta sconosciute al grande pubblico, alternando racconti con conclusioni tristi ad altri a lieto fine, mentre altri ancora rimangono in sospeso, stuzzicando la fantasia dei lettori, ma sempre commuovendo e facendo riflettere. Info. teodolinda.guerra@libero.it”

La Natura supera la scienza – Scrive Giuliana Conforto: “La Natura sta mostrando la Sua Intelligenza, dimostrando che i limiti di energia non esistono, smentendo così il “sapere” alienato e alienante che ha dominato la storia tragica di questo mondo. Tutti gli organismi usano in modo naturale e da sempre l’energia del “vuoto” che le scienze oggi riconoscono e però non sanno ancora utilizzare. Innovazione e creatività, intelligenza collettiva dimostrano che i limiti dell’uomo non esistono; sono stati inventati dalle religioni che, con la pretesa di rappresentare un “dio eterno”, hanno controllato la sessualità dell’umanità, rendendola infelice…” – Continua:
http://retedellereti.blogspot.it/2014/08/il-tempo-della-frammentazione-la-natura.html

La Natura non può essere superata dalle sue creature. Ciao, Saul/Paolo

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Armonizzare il valore degli uomini e renderlo uniforme: questo è il Tao dell’organizzazione. Vincere con il duro e il tenero: questo deriva dalla conoscenza del terreno“ (Sun Tzu )

Commenti disabilitati

Il Giornaletto di Saul del 31 agosto 2014 – Uffah agosto sta finendo, il messaggio degli alberi, tingere con le erbe, i tre bussolotti siriani, ONU e clima, CIR a Montecalvo….

Notte di fine estate

Il Giornaletto di Saul del 31 agosto 2014 – Uffah agosto sta finendo, il messaggio degli alberi, tingere con le erbe, i tre bussolotti siriani, ONU e clima, CIR a Montecalvo….

Care, cari, uffah, uffah ed uffah! Siamo arrivati alla fine di agosto e le vacanze agostane volgono al termine. Ieri mattina al baretto di Treia abbiamo fatto colazione assieme a Michele Meomartino, presidente di Olis, venuto a trovarci con la sua compagna Fabiola, sin dall’altro ieri. Appena fuori del baretto, proprio dinnanzi al vecchio mercato coperto, a fianco del Comune, Michele ha subito cominciato a prendere le misure dei portici e degli spazi con l’idea di organizzarvi una prossima Fiera del Biologico in primavera. Ma prima di questa si terrà l’evento previsto per la vigilia di Ognissanti, il 31 ottobre 2014, con la presentazione del mio libro “Riciclaggio della Memoria” da tenersi nella Sala Consiliare unitamente ad una serie di interventi ecologisti, passeggiata erboristica, proiezione diapositive, musica popolare e mostra di disegni e quadri bucolici. A questo scopo già giovedì 28 agosto abbiamo avuto un incontro con l’assessore all’ambiente, Adriano Spoletini, per mettere a fuoco la bozza di programma. Poi la sera successiva abbiamo ulteriormente affinato il progetto durante una “pizzata di lavoro”, mettendo sul piatto anche altre proposte e idee per futuri programmi. Michele è una fucina di idee e l’assessore pure, assieme sembravano due costruttori di eventi lanciati a ruota libera. Io mi sono limitato a parlare con le signore, Laura, Fabiola e Caterina, di oroscopo cinese ed I Ching, argomenti che sempre interessano le donne… All’uscita dalla pizzeria abbiamo dovuto interrompere ogni discorso poiché in piazza si svolgeva un concerto live con musica a palla… impossibile parlare… il volume degli strumenti e del canto copriva ogni altra voce… Ed io, che non amo la caciara, me ne sono tornato subito a casa con Caterina, mentre Michele ed Adriano, con le rispettive consorti, sono rimasti a “godersi” il concerto.. rimandando comunque il dialogo ad oggi, domenica 31 agosto, in cui nella mattinata visiteremo la sede della cooperativa Talea, a Santa Maria in Selva (frazione di Treia), dove si prevede di tenere la prossima edizione della nostra Festa dei Precursori, il 25 aprile 2015, ed altri importanti appuntamenti organizzati da Olis. – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/08/30/treia-eventi-a-venire-vigilia-dognissanti-del-31-ottobre-2014-e-festa-dei-precursori-del-25-aprile-2015/

Mio commentino: “Nella nota soprastante manca la relazione del nostro viaggio serale a Petritoli di ieri, ne parleremo domani…”

Il messaggio degli alberi – Scriveva Peter: “Mi chiamo Peter Boom e boom, nella mia lingua l’olandese, significa albero. Sono un alberello di media statura, molto più basso della maggior parte degli alberi. La quercia arriva a 40 metri di altezza, ma viene superata dal frassino e dal faggio. Nelle nostre zone climatiche l’abete può raggiungere i sessanta metri, giusto per far notare quanto sono piccolo io. Un grandissimo problema oggi è la sistematica distruzione dei boschi che sono parte integrante e di primaria importanza per il nostro ecosistema. Per questo motivo ho scritto un libro intitolato “2020, il nuovo Messia”, pubblicato nel 1994 che parla proprio della mentalità speculativa che sta distruggendo la Natura, la flora, la fauna, i nostri alberi e … di conseguenza anche noi….” – Continua:
http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/08/la-simbologia-ed-il-messaggio-degli.html

Mio commentino: “Chi fosse interessato al libro di Peter, per il quale ho collaborato alla stesura in italiano, può richiederlo a noi: circolo.vegetariano@libero.it. Si tratta di un testo veramente intrigante che preannuncia quel che sta avvenendo al pianeta ed all’uomo….”

Morrona di Terricciola. Imparare a tingere con le erbe. Scrive Gianna: “Conosceremo le erbe tintorie della flora mediterranea. Si potrà imparare a tingere con alcune delle piante tradizionalmente utilizzate per la tintura della lana, della seta e del lino. Si realizzerà, da portare a casa, una piccola cartella con schede dei campioni di filati tinti con le erbe utilizzate durante il laboratorio…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/08/morrona-di-terricciola-pisa-corso-di.html

“Unisex”. Recensione – Scrive Enrico Galoppini: “Scopo del libro è quello di avvertire il lettore del pericolo che incombe su tutti coloro che sono sottoposti alla propaganda, palese ed occulta, della cosiddetta “ideologia di genere”. Tale ideologia, di cui ci siamo già occupati sul fascicolo 2/2014 di questa stessa rivista dedicato a “La seconda Guerra fredda”, sotto il manto rassicurante del “rispetto” e della “libertà” mira a La creazione dell’uomo “senza identità”, come recita il sottotitolo di Unisex, di Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta (Arianna Edizioni)”

Siria. Gioco dei tre bussolotti – Scrive Marinella Correggia: “Ciao, qui di seguito un dossier che spiega come l’appoggio Nato/golfista al braccio armato della “Coalizione di Doha”, cioè i “moderati” richiamantisi all’Esercito siriano libero – Esl (appoggio logistico, militare, finanziario e diplomatico come è stato finora; e magari appoggio aereo con la scusa di combattere l’Isis) equivale ad appoggio ad al Qaeda in Siria (Nusra) e alla fine allo stesso Isis viste le porte girevoli di cui si parla nel dossier. Si indicano anche i collegamenti, via Turchia e Qatar, fra alleati locali della Nato in Libia e Esl e sedicenti islamici in Siria. LE FONTI DEL DOSSIER (indicate con i relativi link) SONO in gran parte LE AUTODICHIARAZIONI DEGLI STESSI ribelli moderati” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/08/siria-bombobama-ed-il-gioco-dei-tre.html

Magliari, renzie e pacchetto 12 – Scrive Giorgio Vitali a commento e integrazione di http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/08/29/sblocca-italia-e-pacchetto-12-il-pacco-che-renzie-prepara-per-gli-italiani/ -: “BENE HAI FATTO, CARO PAOLO, A PORRE IN PRIMO PIANO QUESTO IMPORTANTISSIMO ARTICOLO. Tra l’altro, l’evidenza del progetto di PRIVATIZZARE BORSIFICANDO, la forma più abietta di privatizzazione, che consiste nella totale DERESPONSABILIZZAZIONE CIVILE E PENALE DEI PADRONI, è il vero e proprio progetto di LORSIGNORI che ha fatto METTERE A CAPO DELL’ESECUTIVO IL RAG. MATTEO RENZI, un re-jetto qualsiasi, sorretto “nell’arte di governare” da un gruppo di ragazze-copertina…” – Continua in calce al link segnalato

ONU. Mutazioni climatiche irreversibili – Scrive Meteo: “Il cambiamento climatico è una realtà, è stato provocato dall’uomo (effetto serra, scie chimiche), già adesso è probabilmente pericoloso e potrebbe essere irreversibile. Sono queste le conclusioni del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (Ipcc) contenute nella bozza finale di un rapporto che sintetizza le tre precedenti relazioni fatte dal foro scientifico delle Nazioni unite…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/08/onu-il-cambiamento-climatico-e-una.html

UE. Senza speranza – Scrive V.Z.: “I governi Nato, mostri di sanguinaria violenza, fonte di ogni menzogna e ingiustizia contro i popoli, organi di trasmissione propulsiva del criminale progetto nwo, autori di guerra e rapina continua contro le genti, vanno condannati e boicottati con decisione, con tenacia, con ogni mezzo possibile e immaginabile. Bisognerà giungere al giorno in cui il vuoto completo sia fatto intorno a loro, isolando i provocatori e distruggendo un potere sociale che non è loro, poiché si fonda solo sulla obbedienza talvolta servile talaltra ingenua che ancora riesce penosamente a sorreggerli. Al governo non si può credere né obbedire, mai…”

Montecalvo Versiggia. CIR autunnale – Scrive Clara: “DAL 1 AL 9 OTTOBRE 2014 A MICHELAZZA finalizzante il Nord RichiAma e noi popolo Sensibile ci AscoltAmiAmo! AccendiAmo la Magia del nostro raduno che porta Possibilità in ogni dove… e riabbracciAmiAmoci questa volta veraSente ci vediAmo lì. PossiAmo fare un MERCARTE di cibo e opere autoprodotte…scegliendo la forma economica che più ci piace..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/08/montecalvo-versiggia-frazione.html

Au revoir, Saul/Paolo

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“That is the beauty of my teaching. It takes you back to the source and does not allow you to leave that source at all. If you want to discuss anything regarding what happened to you after entering the stream, OK, then so many stories abound. All the scriptures of Hindu, as well as other religions, are available to you. Go and read them. They are of no use. But I say you can go back. Go back to that point from where you seem to have come…and see if you have really come.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

12 pacchi di renzie, il pioppo di Pescara, signoraggio privato e debiti pubblici, Ucraina in guerra, linguaggio e logos

i magliari

Il Giornaletto di Saul del 30 agosto 2014 – 12 pacchi di renzie, il pioppo di Pescara, signoraggio privato e debiti pubblici, Ucraina in guerra, linguaggio e logos, azioni anti-OGM

Care, cari, quando abitavo a Verona ed ero ancora un giovinetto di belle speranze conoscevo delle persone che sbarcavano il lunario andando in giro per le campagne, in paesini sperduti sui monti od in case isolate, con un furgone carico di merci semi-avariate e di pessima qualità. Queste merci venivano proposte agli incauti acquirenti come “un vero affare” da aggiudicarsi sotto forma di “pacco”. Un pacco misto di vari articoli il tutto venduto a “prezzi stracciati, causa fallimento della ditta produttrice (o simili fandonie)”. Si vede che anche renzie, oltre al guadagnarsi una fama di saputello con le prime uscite in tv con Mike Buongiorno, aveva appreso l’arte di vendere “pacchi” al volgo credulone. Ed ora mette a frutto l’arte appresa nelle campagne fiorentine.. Renzie fa molto di più di un “pacco”, renzie sblocca l’Italia con 12 pacchetti… – Continua con articolo di Marco Bersani: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/08/29/sblocca-italia-e-pacchetto-12-il-pacco-che-renzie-prepara-per-gli-italiani/

La svolta – Scrive A.M.: “Su Affaritaliani.it il primo sondaggio dopo la pausa estiva. Secondo i dati di Coesis Research, si registra per la prima volta una flessione della fiducia nel presidente del Consiglio. Nel Centrodestra Salvini straccia Berlusconi e Alfano. Tra i partiti arretra il Pd, Forza Italia e M5S stabili, cresce la Lega Nord.”

Guerra in Ucraina. Escalation in corso – Scrive Marco Santopadre: “Sta diventando sempre più concreto il rischio che in Ucraina la guerra civile in corso ormai da mesi nell’est del paese faccia un salto di qualità e veda il coinvolgimento diretto delle potenze occidentali anche sul piano militare dopo che al regime nazionalista sia l’Ue che gli Stati Uniti hanno concesso armi, finanziamenti e sostegno politico.” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/08/guerra-in-ucraina-escalation-in-corso.html

Commento di Yure: “Comincerei intanto a sentire i media russi – stanno in rete, in inglese francese tedesco ecc. -, tanto per porre buoni e far finta che la verità stia in mezzo. Poi affina in tiro, sentendo news e valutazioni da terze parti, fuori orbita NATO e con pochi interessi immediati a Baku, se istituzionali, oppure indipendenti (America latina, Africa). Qualcosa di buono si trova pure sui giornali occidentali, Guardian, NYT, FAZ, ad opera di singoli giornalisti onesti (PIlger, ecc.).” – Continua in calce al link segnalato

UE. Sanzioni a Mosca ed autolesionismo – Scrive M.L.: “Le sanzioni contro la Russia per Washington hanno una valenza soprattutto geopolitica. È il ritorno alla guerra fredda tra le due superpotenze. Per l’Unione europea, invece, esse rischiano di creare dei grandi disastri economici e politici per l’intera area euro-asiatica. La mancanza di «personalità internazionale» dell’Europa è purtroppo nota.”

Pescara – Pioppi, promesse elettorali e cemento – Scrive Adriana Gandolfi: “Da questa primavera, in vista delle elezioni, Pescara è stata interessata da lavori di urbanizzazione e di ristrutturazione stradale e nella foga di tutto ciò, chi ne ha fatto le spese, come spesso accade, è sempre il nostro patrimonio arboreo (che, soprattutto da chi amministra i “pubblici affari” viene percepito come ingombro più che come risorsa). Quindi, alberi a decine abbattuti come “vittime sacrificali” per l’ennesima scorpacciata cementifera..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/08/pescara-la-storia-del-pioppo-anastasio.html

Linguaggio e Logos – Scrive Giorgio Vitali: “…ancora oggi non è possibile affrontare un qualsiasi discorso di religione cercando di far capire quanto sia importante vagliare a fondo in quale lingua sono stati scritti i testi sacri di ogni religione e perché certi concetti basilari non possano che essere percepiti da altri che non siano quelli che dalla nascita parlano quella lingua. Ricordo che negli anni cinquanta, ai tempi del Giubileo, circolavano cartoline con madonne ed altri santi con facce chiaramente orientali (cinesi, indiani e quant’altro). Tutto ciò aveva a che fare con l’ecumene cristiano o, come dicevano loro, col corpo mistico della Chiesa. Ma era un falso. Una falsificazione come quella della Bibbia..” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/08/linguaggio-e-logos.html

Integrazione di R.A.: “Per quanto riguarda la chiesa cattolica sicuramente ha ancora un notevole potere, potere che gli viene dato dal quasi un miliardo di “fedeli” che per affrontare la vita ritengono di aver bisogno dell’intervento della chiesa per poter ottenere la benevolenza del creatore. Le religioni si sfalderanno automaticamente solo quando sempre più persone capiranno che debbono imparare a camminare con le proprie gambe perché ne hanno la capacità…”

Signoraggio. Rifinanziamenti e debiti Scrive A.F.: “…se la famiglia avesse un debito (mettiamo un mutuo) ed il marito proponesse di fare un ALTRO debito per pagare il precedente, quasi sicuramente sulla nuca del marito impudente giungerebbe una zoccolata (detto altrimenti “colpo di pantofola”)… eppure è ciò che accade ormai da molti anni (il cosiddetto RIFINANZIAMENTO con nuove emissioni di titoli di stato da dare al Grasso Banchiere)….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/08/signoraggio-bancario-e-suo.html

Furbizia bancaria – Scrive V.Z.: “L’aspetto sorprendente di una banca è la sua capacità, attraverso la tecnica del denaro frazionario, di costruire formalmente, utilizzando il credito, denaro inesistente che verrà reso reale solo dal debitore, attraverso il suo lavoro, benché costui debba poi restituirlo alla banca; ma l’intera operazione viene avviata dall’istituto sulla base della garanzia di denaro in deposito, ovvero non sua proprietà. La banca è un istituto che riesce a guadagnare utilizzando ciò che non ha e ciò che non è suo: insomma, presta denaro non proprio sulla base di denaro non suo, e si arricchisce semplicemente facendo lavorare qualcun altro.”

Imparate a riconoscere le erbe selvatiche, ultima fonte alimentare…. Ciao, Paolo/Saul

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Words and questions come from the mind and hold you there. To go beyond the mind, you must be silent and quiet. Peace and silence; silence and peace – this is the way beyond. Stop asking questions” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

Guerra in Ucraina, escalation in corso, il regime di Kiev chiede l’intervento armato della NATO

Ucraina in guerra

Sta diventando sempre più concreto il rischio che in Ucraina la guerra civile in corso ormai da mesi nell’est del paese faccia un salto di qualità e veda il coinvolgimento diretto delle potenze occidentali anche sul piano militare dopo che al regime nazionalista sia l’Ue che gli Stati Uniti hanno concesso armi, finanziamenti e sostegno politico.

A scatenare l’escalation potrebbe essere il maggiore impegno militare da parte di Mosca che nel giro di pochi giorni ha deciso di correre in soccorso delle Repubbliche
Popolari di Donetsk e Lugansk prima con l’invio di un convoglio di aiuti umanitari e poi con l’ingresso in territorio ucraino di migliaia di volontari del Donbass – e internazionali – che si sono addestrati e armati in territorio russo. Il maggiore protagonismo di Mosca – che fa seguito a mesi di
sostegno ambiguo agli insorti dell’Ucraina russofona – ha permesso alle milizie popolari di aprire un secondo fronte nei pressi di Mariupol. Il che ha causato un allentamento della morsa e dell’assedio delle due grandi città ribelli da parte dell’esercito ucraino e dei battaglioni punitivi composti dai miliziani dell’estrema destra che affiancano le forze armate regolari.

Al di là delle diverse valutazioni possibili sull’entità del sostegno di Mosca, quella che doveva essere una operazione militare di breve durata si è rivelata assai più
impegnativa per gli oligarchi alla guida del nuovo regime di Kiev. Nonostante i bombardamenti indiscriminati contro città e villaggi anche con missili Grad e armi proibite – ad esempio quelle al fosforo bianco – la resistenza delle popolazioni del Donbass non è stata piegata. Negli ultimi giorni si è combattuto sul confine tra Ucraina e Russia sulla costa del Mare di Azov dove le milizie hanno preso il controllo di alcune importanti località e si apprestano a loro volta ad
assediare Mariupol, importante città costiera a poche decine di chilometri dalla penisola di Crimea. Secondo il regime di Kiev la manovra mirerebbe a creare un ‘corridoio’ da Lugansk fino proprio alla penisola che mesi fa si è resa indipendente e con un referendum ha deciso l’annessione alla Federazione Russa.

Da tempo il regime di Kiev e i suoi sponsor occidentali insistono sul fatto che convogli militari russi abbiano sconfinato in Ucraina a volte partecipando agli scontri militari. Circostanza sempre negata da Mosca e anche da alcuni giornalisti occidentali, fino a quando all’inizio della settimana il governo russo ha ammesso uno sconfinamento di paracadutisti definito però un errore. Mentre ancora oggi i funzionari di Mosca smentivano l’ennesima accusa di Kiev – “un altro convoglio di carri armati russi anche se con le insegne delle Repubbliche Popolari ha sconfinato” – ci ha
pensato il nuovo primo ministro della Repubblica Popolare di Donetsk, Alexander Zakharchenko, a dare in parte ragione al regime ucraino, affermando che circa 3-4 mila volontari russi hanno combattuto tra le fila delle milizie che tengono testa alla cosiddetta ‘operazione antiterrorismo’ di Kiev. “Molti di loro hanno lasciato la Repubblica, ma la maggior parte è rimasta”, ha detto in una intervista del canale russo “Rossiya 24″ Zakharchenko secondo il quale si tratterebbe in buona parte di militari dell’esercito russo intervenuti nella difesa del Donbass a titolo personale. “Oggi mi viene spesso chiesto come sia possibile che l’esercito della Novorossiya, composto da unità
partigiane possa non solo resistere alle forze armate ucraine, ma anche sconfiggerle sul campo di battaglia”, ha detto Zakharchenko, aggiungendo che “Kiev e l’Occidente hanno ripetutamente parlato di una invasione militare russa per giustificare in qualche modo le pesanti sconfitte che esercito ucraino subisce ormai da diversi mesi”. “Non abbiamo mai
nascosto il fatto che molti volontari russi stiano combattendo con noi e senza il cui aiuto saremmo in una situazione molto
difficile”. Oltre a ex militari in pensione Zakharchenko ha affermato che tra i volontari russi ci sono “anche militari di professione che combattono tra le nostre fila. Ma sono qui in congedo e invece che farsi le loro vacanze combattono insieme a noi per la nostra libertà”.

Ma Francia, Stati Uniti e Nato affermano che a partecipare alle operazioni militari in territorio ucraino sono battaglioni di soldati della Federazione Russa, dotati di armi d’avanguardia e agli ordini del governo di Mosca. Oggi un alto esponente dell’Alleanza Atlantica ha parlato di “1000
uomini” mandati dalla Russia a Donetsk, circostanza smentita dal governo russo.

Di fronte al capovolgimento di fronte dettato dalla controffensiva delle milizie popolari a Mariupol e alla loro strenua resistenza a Lugansk e Donetsk – dove l’artiglieria
ucraina ha distrutto una scuola – il regime nazionalista filoccidentale ha chiesto ufficialmente il sostegno militare dei suoi sponsor internazionali ed ha mobilitato alcune istituzioni internazionali sperando che intervengano risolutamente nel conflitto. Accogliendo una richiesta avanzata dal governo della Lituania, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Uniti ha indetto una riunione di emergenza sull’Ucraina il 28 agosto 2014 alle 12 (ora di New York, le 18 in Italia).

L’ambasciatore ucraino presso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce), anch’essa convocata d’urgenza da Kiev, ha parlato non più di sconfinamenti ma di ‘invasione diretta’ ed ha chiesto
l’internazionalizzazione di una crisi che, in realtà, è esattamente il risultato dell’intervento occidentale a fianco dei movimenti nazionalisti e degli oligarchi ucraini che portò al golpe di febbraio.

Ora il presidente Poroshenko, reduce da una stretta di mano con Vladimir Putin a Minsk che non ha risolto proprio nulla, vuole che i blocchi occidentali aumentino le già pesanti sanzioni comminate alla Russia, a partire dal congelamento di tutti i beni russi e il divieto di transazioni finanziarie per le banche di Mosca. Non solo. Kiev insiste con i comandi della Nato – di cui il paese non fa ancora parte ma con cui
ha stabilito forti legami militari – affinché l’Alleanza Atlantica si schieri apertamente e immediatamente contro la Russia, intenzione per altro già dichiarata esplicitamente ieri dal suo
segretario generale che ha già annunciato di voler far maggiormente sentire la sua presenza nell’Est Europa.

Si capirà nel vertice in programma il 4 e 5 settembre in Galles – al quale Mosca non è stata invitata – quanto la Nato è disposta a portare lo scontro con la Russia sul piano
militare diretto. Nel dubbio, il presidente Poroshenko – che oggi ha annullato una visita in Turchia per partecipare a una riunione urgente del Consiglio di Sicurezza Nazionale ha comunque chiesto anche all’Unione Europea una ‘assistenza militare ampia’.

In attesa di capire fino a dove vuole spingersi il vasto fronte dei paesi occidentali che sostengono i golpisti ucraini, ora gli analisti si interrogano sulla strategia di Mosca: la Russia punta a provocare la caduta del regime di Kiev oppure ad annettere alcuni dei territori russofoni del paese oppure ancora a inasprire lo scontro militare estendendo i combattimenti ad altri territori così da poter avere più carte dal giocare in una eventuale trattativa con la controparte che comunque manterrebbe nell’orbita russa il Donbass pur all’interno di un quadro dell’Ucraina sostanzialmente
unitario?

Molto dipenderà da quanto Usa e Ue spingeranno l’acceleratore contro la Russia.

Finora è stata infatti l’aggressiva iniziativa occidentale a determinare una reazione di Mosca che fino ad ora non sembrava affatto scontata.

Marco Santopadre – Contropiano.org

………………

Commento integrativo:

Comincerei intanto a sentire i media russi – stanno in rete, in inglese francese tedesco ecc. – , tanto per porre buoni e far finta che la verità stia in mezzo. Poi affina in tiro, sentendo news e valutazioni da terze parti, fuori orbita NATO e con pochi interessi immediati a Baku, se istituzionali, oppure indipendenti (America latina, Africa). Qualcosa di buono si trova pure sui giornali occidentali, Guardian, NYT, FAZ, ad opera di singoli giornalisti onesti (PIlger, ecc.).
Quel che è certo, Kiev da tempo chiede soldi e armi. Una volta avuti,
magari con la nobile intenzione di difendersi dall”espansionismo russo’
(così definisce oggi Il Piccolo la resistenza del Donbass), sarà libero
di usarli per far fuori chi in Ukrajna non ci sta a entrare in orbita
NATO via UE. Dentro e fuori il Donbass: anche nell’Ukrajna
ìnormalizzata’ c’è che dissente, quindi oltre al Donbass esiste anche il
‘nemico interno’ da distruggere.
Inoltre, i soldi servono a farsi pagare dalla UE – da noi – le spese
energetiche per il prossimo inverno, che da quelle parti arriva tra un
mese o due, e così supplire alla futura mancanza di petrolio e gas che
Kiev non potrà più rubare impunemente alla UE (essenzialmente Germania),
poichè la Russia semplicemente non glie ne fornisce più. Punto di
scontro, tra gli altri, tra i due giganti dell’est erano infatti i
‘prelievi illeciti’ che Kiev rubava facendo la cresta alle forniture
energetiche russe alla UE passanti per i corridoi ukrajni, pagati in
pieno dalla UE ma che per un terzo si fermavano prima…
Direte: sempre soldi UE sono, rubati prima e ora finanziati
ufficialmente. Nn è così: prima a pagare il furto erano le compagnie
energetiche UE, ora sarà direttamente la BCE a pagare, quindi
direttamente tutti noi. Inoltre, in cambio avremo comprato l’Ukajna, al
misero prezzo di coprire suoi furti pregressi e di un paio di milioni
di morti e profughi del Donbass. Inoltre, le compagnie UE specializzate
(ra le italiane la Daneli, ad esempio) fanno già la fila per spartirsi
la ricostruzone industriale del Donbass, polo industrale di (ex)
primaria importanza, sempre finanziata dalla BCE che è già pronta a
stanziare i primi 500 milioni (fonti giornalistiche ufficiali). Di
nuovo, saremo noi cittadini UE a finanziare i privati per la
ricostruzione di un Paese che i nostri politici avranno contribuito a
distruggere. ‘Facciamo un po’ di largo con un’altra guerra’, canta
Battiato. Così il capitalismo gira, macina e distrugge, e si autoriproduce.

Jure – Lista Disarmo Peacelink

Commenti disabilitati