Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Presenza bioregionale contro presenza virtuale, schiavitù del denaro, dal melodramma allo sfascio, illusioni dure a morire, chiamatemi con i miei veri nomi, incarnazione è altra cosa di reincarnazione…

Il Giornaletto di Saul del 25 ottobre 2020 – Presenza bioregionale contro presenza virtuale, schiavitù del denaro, dal melodramma allo sfascio, illusioni dure a morire, chiamatemi con i miei veri nomi, incarnazione è altra cosa di reincarnazione…

Care, cari, assuefatti come siamo alla società dei consumi e della tecnologia avanzata stiamo trasferendo la nostra soggettività in forme di intelligenza virtuale, che non hanno aspetti spazio-temporali ben definiti. Risultato = cerchiamo l’onnipotenza, l’onniscienza e l’onnipresenza… vogliamo diventare come gli Dei ma poi nel delirio dell’hybris cosa succederà? Si slatentizza la parte egocentrica di noi e si cade nella confusione e nell’incomprensione, come avvenne nella storia della Torre di Babele, resistere a quelle tendenze è una lotta durissima, che inizia rallentando il processo di virtualizzazione…. – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/08/la-presenza-bioregionale-in-antitesi.html

Torna l’ora solare – Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre lancette indietro di 60 minuti. Entro aprile i Paesi Ue dovranno decidere per l’abolizione o meno dell’ora legale…

Schiavitù del denaro, alta finanza, debito pubblico e tasse – Il fatto è che finché non viene risolto il problema economico in modo ecologico ed “etico” la società non potrà progredire e resterà preda di tormenti consumistici e schiavitù lavorative. Il denaro che è nato come mezzo di facilitazione per lo scambio di beni necessari, ed in se stesso all’inizio aveva un valore universalmente riconosciuto, è diventato pian piano un mezzo speculativo di asservimento e di sperequazione sociale… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/schiavitu-del-denaro-alta-finanza.html

Mio commentino: “E’ il principio della “rana bollita” di Noam Chomsky per descrivere la Società e i Popoli che accettano passivamente, il degrado, le vessazioni, la scomparsa dei valori della libertà e dell’etica, accettando di fatto la deriva…”

Dal melodramma allo sfascio – Scrive Michele Rallo: “I nodi stanno per venire al pettine. Non quelli della situazione sanitaria, assai meno preoccupante di quanto i numeri “ufficiali” potrebbero far temere. Ma quelli della situazione economica che, al contrario, é ben piú grave di quanto appaia a prima vista. Le misure con cui si vorrebbe contrastare la “seconda ondata” del Covid potrebbero decretare una crisi irreversibile di interi comparti: ristorazione, spettacolo, tempo libero, turismo e una larga fetta del settore commerciale…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/dal-melodramma-covid-allo-sfascio-finale.html

Commento di A.D.: “Molti si interrogano sul perché di questi lockdown angosciosamente cadenzati. E’ un film già girato e che stiamo vedendo in slow motion. Conoscere la realtà sarà un brutto colpo per tutti, anche per chi sa fin dove sono arrivate queste bestie immonde. E allora stiamo assistendo all’evolversi della storia più orrenda di tutti i tempi, col contagocce…”

Chiamatemi con i miei veri nomi – Scrisse Thich Nhat Hanh: “Non dire che domani me ne andrò, perfino oggi sto arrivando di nuovo. Guarda profondamente: ad ogni secondo arrivo, per essere un getto primaverile; un uccellino, con piccole ali ancora fragili: sto imparando a cantare nel mio nido nuovo; per essere un bruco nel cuore di un fiore; un gioiello che si nasconde nella pietra. Ancora arrivo, per ridere e piangere, per aver paura e per sperare. Il ritmo del mio cuore è la nascita e la morte di tutto ciò che vive…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/04/thich-nhat-hanh-chiamatemi-con-i-miei.html

Covid. Ultime notizie – Il governo potrebbe accelerare su un nuovo Dpcm (forse in arrivo già nelle prossime ore) con misure più incisive. Si pensa a un coprifuoco nazionale e alla chiusura delle attività non essenziali. Rimane aperto il nodo trasporti e degli spostamenti tra Regioni.

Illusioni dure a morire – Scrive Franco Libero Manco: “Come tutte le grandi epidemie del passato anche questa si spegnerà secondo una tendenza naturale, indipendentemente dalla diffusione di un vaccino al quale magari sarà dato il merito della vittoria. Ne usciremo con le ossa rotte sperando che l’umanità abbia imparato la lezione, avrà il coraggio di cambiare sistema di vita e soprattutto se avrà capito che quando si violano le leggi naturali prima o poi si pagano le conseguenze… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2020/10/24/illusioni-dure-a-morire/

Contatori “intelligenti” – Scrive Maria Hebel: “La radiazione emessa da contatori intelligenti (previsti nelle nostre case) è 100 volte maggiore dei cellulari e l’esposizione è costante. Medici informati ci avvertono. Numerose pubblicazioni scientifiche lo confermano. Il contatore sta nel disegno IOT. Controlla tutto quello che hai e fai in casa.”

Incarnazione è altra cosa di reincarnazione… – Secondo un filone buddista o taoista esiste una massa psichica che contiene tutte le tendenze mentali vissute o vivibili durante l’esistenza da tutti gli esseri senzienti. La scintilla singola si definisce incarnazione. Alla morte della persona l’energia individuale si fonde con l’universale. Ma le tendenze innate incompiute si aggregano in un grumo (programma karmico) che attira la coscienza verso nuove incarnazioni… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/11/incarnazione-e-altra-cosa-di.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“È ciò che cambia che muore. L’immutabile non vive né muore; è il testimone senza tempo della vita e della morte. Non puoi chiamarlo morto, perché è consapevole. Né puoi chiamarlo vivo, poiché non cambia…” (Nisargadatta Maharaj)

……….

“Abbiamo tutto e non abbiamo niente
siamo tutto e non siamo niente
abbiamo e non abbiamo
siamo e non siamo”
(Ferdinando Renzetti)

Commenti disabilitati

Agricoltura bioregionale, il giusto valore del cibo, a scuola a piedi, settimana per il disarmo, in memoria di Gianni Rodari, osservare il mondo senza pregiudizio…

Il Giornaletto di Saul del 24 ottobre 2020 – Agricoltura bioregionale, il giusto valore del cibo, a scuola a piedi, settimana per il disarmo, in memoria di Gianni Rodari, osservare il mondo senza pregiudizio…

Care, cari, su una cosa siamo tutti d’accordo: i prodotti genuini e  bioregionali fanno bene sia alla nostra salute che al nostro pianeta. E chi coltiva la nostra terra deve ricevere un compenso degno e adeguato per il suo lavoro. Ora tutto questo è possibile. L’Unione Europea investe ogni anno milioni di euro nella produzione agricola. Prossimamente i membri del Parlamento Europeo voteranno come questi soldi devono essere spesi… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/mangiare-bioregionale-fa-bene.html

Riunirsi in piccole comunità – Scrive D.S.: “Son circa 30 anni che dico che solo piccole comunità autosufficienti potranno cavarsela al collasso del mondo che conosciamo… ora i miei anni sono tanti e vedo con gioia che il discorso sta passando. Gioia, sì, ma anche un pizzico di dispiacere perché i vecchi non li vuol nessuno e forse è necessario così…”

Il giusto valore del cibo – Scrive Caterina Regazzi: “L’agricoltura tradizionale perché è in crisi? Perché i prodotti dell’agricoltura, nei paesi in cui vige il benessere materiale, hanno perso sempre più valore a scapito di altri beni, sempre materiali, che ne hanno acquistato uno sempre maggiore e penso prima di tutto a quelli tecnologici, beni che richiedono un consumo di altri beni (territorio, energia) sempre maggiori…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/27/il-giusto-valore-del-cibo-bioregionale/

Castelfranco Emilia. Conoscere le mele antiche – Scrive Gas c’è: “31 ottobre 2020 dalle ore 17:00 in Piazza Aldo Moro a Castelfranco Emilia: Conosciamo le varietà antiche di mele al Mercato Bio C’È con Piero Negroni, dell’Az. Agricola La Selva Armonica, referente Emilia dell’Associazione Civiltà Contadina per la salvaguardia della biodiversità rurale, e Presidente dell’Ass. di raccoglitori e produttori Prora… per affinare i sensi, per ascoltare racconti di tutela del territorio, di protezione delle varietà antiche di frutti e alberi, di valorizzazione della ricchezza di biodiversità rurale. Laboratorio gratuito a numero chiuso. Info:  info.gasce@gmail.com”

A scuola a piedi, per evitare contagi – Scrive Luca Gianotti: “Non si può più andare a scuola perché i bus non possono più contenere i ragazzi pigiati come sardine? Non ci posso credere. E quando si andava a scuola a piedi? E nei paesi poveri dove per avere un’istruzione ancora oggi si attraversano (con gioia) chilometri a tutte le età? Il segnale che ci manda il Governo è di considerare i ragazzi non più normodotati, ma paralitici: o prendono un bus o non possono andare a scuola…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/scuola-piedi-per-evitare-contagi-e.html

Mio commentino: “…c’è stato un tempo in cui per alcuni anni abitai a Grottaferrata e tutte le mattine andavo alla scuola elementare camminando per un paio di kilometri, passando in mezzo ad un boschetto in cui spesso mi fermavo a mangiare cardi, pinoli ed altre leccornie. I bambini, secondo me, amano la natura se gli si da la possibilità di viverla…”

Commento di J.H.: “Per certi versi, si potrebbe pensare che la nostra società occidentale stia facendo un’inversione a “U” e che stiamo tornando – al galoppo anche – verso il passato. Chissà quali usanze dovremmo riesumare…”

Viterbo. Settimana per il “disarmo” – Scrive Peppe Sini: “Dal 24 al 30 ottobre 2020 si svolge la “Settimana internazionale per il disarmo” promossa dall’Onu. Come ogni anno il “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo aderisce all’iniziativa. Giorno per giorno proporremo alla riflessione alcuni testi di autrici ed autori rappresentativi della cultura della pace…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2020/10/settimana-internazionale-per-il-disarmo.html

Papafrancy e paparatzy – Scrive Adriano Colafrancesco a commento dell’articolo https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/11/storie-degli-ultimi-papi-la-commedia.html?showComment=1603352329268#c9049830065773790502 -: “Interessantissimi gli articoli su Paparatzy e Papafrancy, Paolo. Manca però il vero protagonista: Satana in persona. Presto sarà evidente pure ai ciechi. Un caro saluto e buon lavoro (davvero encomiabile)…”

Mia ripostina: “Caro Adriano, chiamarlo “satana” è solo una oggettivazione di un pensiero… comunque comprensibile!”

In memoria di Gianni Rodari – In Kirghizstan due donne, una russa e una italiana, stanno realizzando un piccolo documentario a Bishkek. La capitale del Kirghizstan, una delle 5 repubbliche asiatiche ex sovietiche. Mentre si trovano vicino all’auto di un tassista, parlano fra di loro. L’ autista chiede gentilmente qualcosa alla ragazza russa. Poi si rivolge alla donna italiana e le dice sorridendo: “Italia? Sì… Gianni Rodari!”… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/10/23/gianni-rodari-ricordato-da-marinella-correggia-e-stefano-panzarasa-a-100-anni-dalla-sua-nascita/

Andamento coronavirus – Riporta ADNkronos: “Il parere di Trump: “La gente è stanca del Covid, io faccio questi rally enormi, la gente vuole essere lasciata in pace, sono stanchi di sentire Fauci e tutti questi idioti”. In una telefonata con il suo team elettorale, Donald Trump si scaglia, di nuovo contro il virologo, accusandolo di essere “un disastro”. “Se c’è un giornalista collegato, può riportarlo come l’ho detto, non mi può importare di meno”, ha detto ancora il presidente durante la chiamata…”

Auser – Antonio Marcucci è il nuovo presidente regionale dell’Auser Marche, l’associazione di volontariato promossa da Cgil e Spi Cgil Marche, 115 circoli in tutta la regione per un totale di circa 13mila iscritti. Subentra a Manuela Carloni. Auser Treia si complimenta vivamente con il nuovo presidente dell’Auser Marche, avendo con lui collaborato attivamente sin dalla fondazione del Circolo e per tutto il tempo in cui egli ha ricoperto la carica di Coordinatore Auser della Provincia di Macerata… – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2020/10/auser-marche-antonio-marcucci-nominato.html

Per una rinascita comunista – Scrive NPCI: “La rinascita del movimento comunista è un aspetto imprescindibile della rivoluzione che farà dell’Italia un nuovo paese socialista. Il partito comunista di tipo nuovo, Stato Maggiore della lotta popolare rivoluzionaria contro l’alta finanza imperialista, è la premessa della rinascita del movimento comunista cosciente e organizzato. Info: nuovopci@riseup.net”

Osservare il mondo senza pregiudizio – Il personaggio del sogno, nel quale noi ci identifichiamo, è una semplice componente inscindibile dalla complessità del sogno, in cui i vari attori, figure, oggetti ed eventi sono un tutt’uno. La “farsa” del sogno mostra un’apparente finalità e significato agli occhi del personaggio di sogno nel quale ci identifichiamo. Vediamo che egli infatti compie gesti deliberati e verosimili sforzi di volontà per raggiungere i suoi fini di sogno, rapportandosi inoltre con gli altri personaggi del sogno come “diversi” da sé. Può ciò corrispondere a verità?… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/osservare-il-mondo-senza-pregiudizio.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Regala la tua assenza a chi non dà valore alla tua presenza…” (Oscar Wilde)

Commenti disabilitati

Attuare il bioregionalismo, storie degli ultimi papi, “Profumo d’Italia”, indifferenza verso la malattia…

Il Giornaletto di Saul del 23 ottobre 2020 – Attuare il bioregionalismo, storie degli ultimi papi, “Profumo d’Italia”, indifferenza verso la malattia…

Care, cari, la continuità della nostra società, in quanto specie umana, richiede una chiave evolutiva, una visione globale, per mezzo della quale aprire la nostra mente alla consapevolezza di condividere con l’intero pianeta l’esperienza vita. Questa è la visione dell’ecologia profonda, la scienza dell’inscindibilità della vita… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/attuare-il-bioregionalismo-per-salvare.html?showComment=1603381232784#c613771547933478237

Commento di Nazim Hikmet: Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti: “arrivederci fratello mare, mi porto un po’ della tua ghiaia, un po’ del tuo sale azzurro, un po’ della tua infinità e un pochino della tua luce e della tua infelicità. Ci hai saputo dir molte cose sul tuo destino mare, eccoci con un po’ più di speranza, eccoci con un po’ più di saggezza e ce ne andiamo come siamo venuti, arrivederci fratello mare…”

Storie degli ultimi papi. Paparatzy e papafrancy… – Siamo a metà febbraio 2012 – Papa Ratzinger non aveva ancora annunciato le sue dimissioni, ma erano nell’aria, c’erano state minacce di attentati accompagnate da una campagna mediatica proveniente dagli USA che lo accusava di varie nefandezze… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/11/storie-degli-ultimi-papi-la-commedia.html?showComment=1603352329268#c9049830065773790502

Mio commentino: “Stando alle previsioni di Nostradamus papafrancy sarà l’ultimo papa, e poi anche l’azienda vaticana chiuderà i battenti. In piedi restano i potentati delle radici vecchio testamentarie, quelli che ormai dominano il mondo con la finanza. L’ora di religione è conclusa, per “ingravescentem aetatem”…”

“Profumo d’Italia”. Recensione/intervista – “Di ambiente e natura se ne parla tanto in questo periodo, ma in molti casi mai con cognizione di causa. Ecco perciò un approfondimento con Fulvio Di Dio, legale ambientale, scrittore e gran conoscitore delle problematiche che stanno lentamente distruggendo il pianeta. Partendo dalla sua ultima opera, “Profumo d’Italia. Il Paese della continua emergenza rifiuti”… “ Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2011/12/profumo-ditalia-il-paese-della-continua.html

Effetti del covid ed effetti di altre influenze – “Ad esempio per l’influenza di Hong Kong tra 1 e 2 milioni di persone ne morirono nel mondo tra il 1968 e 1969. Riprese nel primo 1970, quando era soprannominata “influenza spaziale” in Italia – dove causò circa 20.000 morti nel 1969-70. Non dette origine a lockdown, forti reazioni politiche, né a sconquassi sociali ed economici…”

Indifferenza verso la malattia – Scrive Caterina Regazzi: “…Trascriverei queste frasi di Nisargadatta Maharaj a lettere d’oro e ne farei dei manifesti da affiggere nelle strade, davanti alle scuole, davanti alle sedi di governo, farei dei volantini da distribuire nelle piazze, chissà, magari qualcuno pronto a svegliarsi, troverebbe se stesso…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/04/malattia-e-indifferenza-per-nome-e.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Mandrie di cavalli liberi galoppano nelle pianure verdeggianti, davanti a loro l’unico limite è il cielo in fondo. Il vento, il rumore di mari lontani, l’ombra di gabbiani che attraversano il sole, l’azzurro terso del cielo…” (P.S.W.)

Commenti disabilitati

Bioregionalismo: una memoria, Africa, Bergoglio apre ai gay, una riflessione sulla coscienza di Sé, risveglio spirituale…

Il Giornaletto di Saul del 22 ottobre 2020 – Bioregionalismo: una memoria, Africa, Bergoglio apre ai gay, una riflessione sulla coscienza di Sé, risveglio spirituale…

Care, cari, quando nel 1996 a Monterufeno (Vt), dopo circa tre anni di frequentazioni e amicizie varie, fu fondata la Rete Bioregionale Italiana, nonostante le giuste proteste di Paolo D’Arpini (già allora Presidente del famoso Circolo Vegetariano VV.TT. di Calcata), si decise di comune accordo di non affrontare, o lasciare da parte, alcune tematiche fondamentali, la caccia, l’allevamento, l’alimentazione che poi negli anni seguenti vennero talmente alla ribalta che la loro discussione (o rifiuto di discutere) portò persino alla scissione del gruppo. … (Stefano Panzarasa) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2017/12/bioregionalismo-ecologia-profonda-e.html

Nota – In definitiva basta ricordarsi che le nostre vite sono collegate fra loro e agli altri (piante, animali, umani, il pianeta), nessuna ci appartiene, tutto è connesso… Passato e presente dipendono dai nostri crimini e dalla nostra bontà ed è così che generiamo il nostro futuro…

Africa… – Mi sento come allora, quando stavo in Africa, niente davanti niente dietro, nessun luogo per andare, nessun luogo per tornare, nessun luogo per restare. Vagare trasognato, viaggiare solo perchè lo spostarsi era l’unico modo di sopravvivere a me stesso. Ringraziando la fame, la sete, la fatica, la paura, la meraviglia che mi teneva in piedi, mi dava la forza e lo stimolo di andare… ma dove?… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/10/africa-nella-memoria-di-paolo-darpini.html

Il papa come il prezzemolo – Scrive G.V.: “…il problema resta sempre quello della comprensione della fenomenologia politica. Il Sacro Soglio gioisce della assenza di un contendente credibile, con la fine ed il disvelamento dei ” mentecatti” di Sassoon e la inaffidabilità del PD. Non a caso, come si evince dalle apparizioni televisive, il primo piano è sempre riservato all’Uomo di Villa Nazareth. Cioè al papa…”

Una riflessione sulla coscienza di Sé – La coscienza non può essere spiegata solo in termini di funzionamento fisiologico e sicuramente possiede una sua propria natura e realtà. L’osservato non è mai scisso dall’osservatore, l’immagine non può sostituirsi alla sostanza. L’individuazione mentale delle forme e dei nomi non basta a completare il quadro della vita dandogli un’interezza. Perciò alla ricerca di una matrice comune, mi sono interrogato ed ho indagato sulla natura di colui che si interroga. Ho chiamato questo riflettere sulla riflessione: Spiritualità Laica… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2012/12/la-coscienza-di-paolo-darpini.html

Bergoglio apre ai gay – Scrive Ansa: “Gli omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia”: lo afferma Papa Francesco nel documentario ‘Francesco’, presentato al Festival di Roma, secondo quanto riferito dal Catholic News Agency. “Quello che dobbiamo fare è una legge sulle unioni civili. In questo modo i gay sono coperti legalmente”

Mio commentino: “Ciò significa che i gay, oltre ad essere coperti “legalmente”, potranno anche adottare bambini e ricorrere all’utero in affitto?”

Risveglio spirituale ed esperienza personale – Il così detto “percorso di realizzazione” è un passatempo che la mente richiede. Noi siamo già quello che vorremmo essere quindi come possiamo “diventarlo”?. Però è vero che restare sintonizzati all’interno aiuta. Purtroppo a volte succede che la comprensione intellettuale possa ingannarci, lasciandoci credere di aver “compreso”. Quindi cosa posso consigliare agli amici che mi chiedono consiglio sul metodo di realizzazione? Forse la cosa migliore, come diceva Nisargadatta Maharaj -il fattore chiave-, è l’abbandono ed il seguire il proprio intuito che infallibilmente ci guida verso il risveglio. – Continua con testo blingue: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/spiritual-awakening-and-personal.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il vero abbandono consiste nel capire che non c’è niente da abbandonare, perché niente è tuo. È come quando dormi profondamente. Quando ti addormenti, non abbandoni il tuo letto. Semplicemente, lo dimentichi” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

Popoli nativi e foreste, Italia in svendita, la dichiarazione di Great Barrington, “Recovery Fund” per l’acquisto di armi, verso la realizzazione del Sé…

Il Giornaletto di Saul del 21 ottobre 2020 – Popoli nativi e foreste, Italia in svendita, la dichiarazione di Great Barrington, “Recovery Fund” per l’acquisto di armi, verso la realizzazione del Sé…

Care, cari, con la loro gestione delle foreste e di ambienti incontaminati, i popoli indigeni sono i guardiani di circa un quinto degli stock mondiali di carbonio, in forma di foreste tropicali. Ben 168 miliardi di tonnellate di carbonio sono protetti nei territori indigeni – tre volte le emissioni annuali del pianeta. Un patrimonio che rischia di essere vanificato se le strutture sociali dei popoli che se ne occupano non saranno protette e rafforzate… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2015/12/i-popoli-nativi-contribuiscono.html

Nota – La copertura forestale è essenziale per assorbire e trattenere l’anidride carbonica (CO2), il potente gas serra che minaccia il clima globale. Proteggere e ampliare le foreste aiuta a eliminare la CO2 dall’atmosfera, e ad arginare il riscaldamento globale…

Italia in svendita – Scrive Lorenzo Merlo: “In questi tempi segnati dal virus abbiamo assistito a politiche sulle quali saranno scritti molti libri. In tutti, certamente, non mancherà di essere presente quanto quelle scelte, proclamate in nome della salute pubblica, non vi fosse invece un definitivo segno di sudditanza al mercato, alla svendita dell’Italia. La crisi è una morte e senza di questa non c’è rinascita…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/10/italia-un-tricolore-sfilacciato-in.html

Resistere sempre – Scrive Daniele Bricchi: “Bisogna ricordarsi di quanto disse una grande conoscitrice dei popoli, l’antropologa ed etnologa Margaret Meade: “Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.“

La dichiarazione di Great Barrington – Scrive Fulvio Grimaldi: “Facciamo di nuovo esplodere la bomba, benefica per noi e disastrosa per i regimi, della dichiarazione di Great Barrington. Sui media di massa della bomba non se ne parla, non se ne deve parlare e il Comitato, cosiddetto tecnoscientifico, se ne fa proteggere dalle schegge…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/la-dichiarazione-di-great-barrington-e.html

Siria allo stremo. Scrive Marinella Correggia: “La resilienza dei siriani ha un limite https://oraprosiria.blogspot.com/2020/10/la-resilienza-dei-siriani-ha-un-limite.html - Suggerisco la lettura di questa testimonianza e chiedo se conoscete politici europei a cui farla arrivare, perché l’Ue continua a infierire su quel paese con le sanzioni. Gli incendi sulla costa siriana hanno bruciato molti uliveti e aranceti, prima che con scarsissimi mezzi i pompieri, i soldati e i contadini riuscissero a spegnerli. E intanto in tutto il paese la situazione è allo stremo per la scarsità di viveri e carburante…”

“Recovery Fund” per combaterre il coronavirus? No, per l’acquisto di armi – Scrive Manlio Dinucci: “In base al Recovery Fund l’Italia dovrebbe ricevere nei prossimi sei anni 209 miliardi di euro, di cui circa 81 come sovvenzioni e 128 come prestiti da rimborsare con gli interessi. Nell’attesa, i Ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico hanno presentato un elenco di progetti di carattere militare per l’ammontare di circa 30 miliardi di euro…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/recovery-fund-per-il-coronavirus-no-per.html?showComment=1603205588372#c4495883306114470454

Commento di Marinella Correggia: “…leggo, mi rammarico, non mi stupisco. Infatti l’avevano detto: “Niente sarà più come prima”… Sarà meglio, sarà la guerra!”

Integrazione di C. Castaneda: “La maggior parte dell’umanità è predisposta alla sottomissione. Gente inconsapevole, gestita completamente. Chi ha capito, ha capito, non ha bisogno di consigli. Chi non ha capito, non capirà mai…” – Continua in calce al link soprastante

Verso la realizzazione del Sé – Scrisse Yogananda: “Non prendete la vita troppo seriamente. Finirà prima che ve ne accorgiate. Quando eravamo bambini ci sembrava bellissima. Erano così tante le cose da desiderare, così tante le cose di cui godere senza grandi responsabilità. Ma ora comprendete in che cosa consiste. Tutti quei sogni sono svaniti, e allo stesso modo finirà questo episodio della vita. Ma fino a quando durerà, fate in modo che i vostri pensieri siano rivolti soltanto a Dio…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/07/verso-la-realizzazione-del-se-di.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai, in ogni circostanza e in ogni epoca, si potrà avere la libertà senza lottare.” (Ernesto Che Guevara)

Commenti disabilitati