Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Onnivori truculenti, terremoto rimborsi e magnitudo, USA: terra d’oligarchia, espianto di organi dal vivo, l’indescrivibile leggerezza della spiritualità laica…

Il Giornaletto di Saul del 28 agosto 2016 – Onnivori truculenti, terremoto rimborsi e magnitudo, USA: terra d’oligarchia, espianto di organi dal vivo, l’indescrivibile leggerezza della spiritualità laica…

Care, cari, fuorvianti e tendenziose le immagini che mostrano gli uomini primitivi consumare sanguinolenti pezzi di carne di animali abbattuti, come se i nostri progenitori si fossero nutriti solo di carne: in questo caso non sarebbero sopravvissuti un solo mese. Gli animali carnivori mangiano l’animale intero (cosa che l’uomo non può fare), cioè ossa, cartilagini, muscoli e le interiora con il cibo ingerito della preda Nei periodi più duri della guerra gli uomini mangiavano pane fatto segatura di legno e gramigna essiccata. Continuare a farlo quando è passato il periodo di penuria porterebbe inevitabilmente a varie malattie. Il leone affamato mangia anche le mele ma se l’eccezione diventa norma ne paga le conseguenze. Oggi l’umanità continua ad adottare un’alimentazione di guerra in tempo di pace… (Franco Libero Manco) – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/27/lonnivorismo-in-passato-ha-consentito-alluomo-di-superare-tempi-di-penuria-oggi-e-causa-di-rovina-per-il-pianeta-e-per-la-nostra-condizione-fisica-e-morale/

Commento dell’autore: “C’è qualcosa di più doloroso dei morsi della fame, della miseria di un popolo, di un terrificante terremoto? C’è qualcosa di peggio di una foresta che brucia, di una guerra nucleare? Certo l’avere un animo insensibile all’altrui sofferenza è la causa di ogni ingiustizia, di ogni dolore e di ogni sventura universale…”

Treia. Le ferite si scoprono dopo – Il primo giorno dopo il terremoto aveva prevalso l’ottimismo per essere scampati al pericolo. Qui a Treia non ci sono state vittime e questo già sembrava un risultato incoraggiante. Poi, anche in seguito a successive scosse ed a una indagine più accurata, sono state scoperte numerose crepe in diverse abitazioni, in alcune talmente gravi da essere dichiarate inabitabili, tant’è che il Comune ha dovuto allestire un campo tenda in contrada San Lorenzo per ospitare gli sfollati. Le chiese ed altri luoghi pubblici sono stati chiusi per controlli sulla stabilità, dopo la caduta di calcinacci e pezzi di cornicioni, tant’è che un matrimonio che doveva svolgersi ieri l’altro al santuario del SS. Crocifisso è stato celebrato all’aperto. – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/08/treia-27-agosto-2016-le-ferite-del.html

Terremoto. I rimborsi in base alla magnitudo – In questi giorni circolano notizie relative ad una presunta “truffa” sui dati della magnitudo registrata per il terremoto del 24 agosto (da 6.2 sui giornali esteri a 6.0 su quelli italiani), il che avrebbe comportato il mancato rimborso dei danni da parte dello stato. Trattasi di una notizia superata (vedi: http://www.lastampa.it/2016/08/25/societa/la-bufala-della-magnitudo-falsata-per-non-pagare-i-danni-ai-cittadini-SigbcN5TBubknQSzVW1DaL/pagina.html -” che si riferisce al decreto legge n.59 del 15 maggio 2012, con cui il governo Monti ha riorganizzato la Protezione Civile. L’articolo 2 del decreto, «al fine di consentire l’avvio di un regime assicurativo per la copertura dei rischi derivanti da calamità naturali» esclude «l’intervento statale, anche parziale, per i danni subiti da fabbricati». Ai tempi i giornali di tutto il Paese avevano riassunto così: lo Stato non pagherà più per i danni dei terremoti. Il punto è che il temuto articolo 2 è stato soppresso con la legge n.100 del 12 luglio 2012 (quella che convertiva in norma a tutti gli effetti il decreto legge)…”

USA. Terra d’oligarchia – Scrive Fernando Rossi: “Negli USA per votare bisogna iscriversi e ciò ha un costo monetario, burocratico e di assenza dal lavoro. Obama fu eletto con il 50,53 % dei votanti , quindi con il consenso del 27% degli americani aventi diritto al voto. Il dramma è che per assecondare i programmi delle famiglie della grande finanza, proprietarie del denaro e delle multinazionali, gli USA fanno guerra, colpi di Stato e sostegno al terrorismo contro Stati la cui Banca Centrale non è in mano alla grande finanza … in nome di una Democrazia che è loro totalmente estranea. Ma gli americani sono definiti un popolo libero e ricco!..” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/08/usa-democrazia-od-oligarchia.html

Terremoto. Amatrice – L ‘Aquila – Scrive Movimento d’Amore Don Juan: “Terremoto avvenuto 24 agosto 2016 nella zona dell’Appennino centrale, Gran Sasso, avvenuto alle ore 3:36, come a L’Aquila stessa zona dell’Appennino centrale – Gran Sasso avvenuto alle 03:32. Coincidenza? La Basilica di Collemaggio e il segreto nascosto da Papa Celestino V. I Neutrini e le pietre antiche. (Rivelazione data a Conchiglia )”

Le canalizzazioni esistono? – Scrive Paola Botta Beltramo: “A proposito di “canalizzazioni” del pensiero disse l’antropologo-teosofo Bernardino del Boca: Dall’invisibile realtà del Continuo Infinito Presente da millenni vengono canalizzati quei messaggi che hanno lo scopo di far evolvere la coscienza umana così che Dio, il Tutto, possa penetrare sempre più profondamente nella materia. Oggi l’umanità che brancola nel buio creato dalla confusione ignora ancora che ogni individuo può accendere la luce della propria Anima per illuminare la Vita attorno a sé…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/08/realta-delle-canalizzazioni-alcune.html

Ospitalità per piccoli animali da compagnia – Scrive Linda: “Mi rendo disponibile per ospitare gratuitamente animali di piccola taglia (conigli, roditori, uccellini ecc.), abito a Trento ma vado spesso a Modena, se necessario posso andare a prenderli sul posto o a metà via. Info. teodolinda.guerra@libero.it”

Prevenzione anti-terremoto no, Tav sì – Scrive Fulvio Grimaldi: “Scrivo da un’Italia che, dopo aver esaurito le sue lacrime e i calcinacci da spostare, farebbe bene a urlare in faccia ai nostri mafio-reggenti, tanto da travolgerli, le loro colpe per ogni singola tragedia che ci colpisce, dal terrorismo, alla mancata prevenzione, alle Grandi Opere, alle grandi guerre. Tragedie sulle quali poi reclamano e sciaguratamente ottengono – vecchio trucco di tutti i farabutti – la “grande unità nazionale”. Un miliardo in 10 anni per la ricostruzione dell’Aquila, 44 milioni per il 2016, briciole scandalose per non sforare a Bruxelles. Invece arriviamo ai 50 miliardi per le Grandi Opere, tutte devastanti, tutte inutili, tutte mafiose: Tav Torino Lione, Tav Terzo Valico, altri TAV, trivelle dappertutto in terre e mare, Orte-Mestre, Ponte sullo Stretto, Expo… per citarne solo alcune, Grandi Opere di uno Stato killer…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/realpolitik-o-politica-povera-papaveri.html

Amatrice. Scrive Gianluca Lalli: “Consiglio alle persone che vogliono dare un contributo in denaro di aspettare e non versare sui mille conti correnti spuntati come funghi ma di esser sicuri o temporeggiare un po’. E a chi vuole contribuire con cibo coperte ecc. consiglio di fare magazzino e aspettare gli sviluppi. L’inverno è lungo e dopo l’onda mediatica ci abbandoneranno e allora forse non sarà reato portare un pezzo dei pane ai terremotati. Tutto questo dolore ha un responsabile. Si chiama STATO e continua con la sua prepotenza a dettar legge su modalità e tempistica persino sui funerali. Spero che la gente rimasta viva e chi guarda dal di fuori questa vicenda si renda conto di ciò che fanno e che spenga la tv…”

Basta con le guerre di dominio USA – Scrive UNAC: “UNAC, a peace and justice coalition, seeks to counter the corporate media propaganda and politicians’ justifications for expanding US militarism. These wars collectively are for US economic and geopolitical domination. None of these wars have resulted in increased security or stability for the countries targeted or for the people of the US…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/08/unac-in-past-15-years-us-military.html

Commento di Jure: “Faccio notare questo dato inserito nell’articolo: the US have (…) to bring the troops home from Syria and all of the more than 130 countries where there are US troops. 130 paesi occupati. Democraticamente…”

Le religioni monolatriche si uniscono (per interesse) – Scrive M.L. a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/11/il-nuovo-vecchio-tempio-di-gerusalemme.html -: “…una società basata su alcune culture ed etnie è destinata a marcire. Quando capiranno questo si tornerà alla spiritualità libera di una volta! E li sarà una bella rivincita. Tempo al tempo… cari sacerdoti del nuovo tempio sincretico!”

Prodotti bioregionali. Espressione della terra in cui si vive – Scrive Sebastiano Di Maria: “I prodotti tipici bioregionali, che qualcuno vorrebbe sminuire come ad una semplice aurea di sacralità che li circonda, sono soprattutto frutto di un concorrere di tanti fattori che ne allargano la dimensione e che si traducono in “unicità”, che ne è l’espressione finale. Questi prodotti, essendo quindi intimamente legati ad un territorio, devono la loro unicità ad una complessità di fattori, fisici e antropici, irriproducibili al di fuori del particolare contesto economico, ambientale, sociale e culturale in cui il prodotto è stato realizzato….” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/i-prodotti-bioregionali-sono.html

Casistiche sismiche – Scrive Roberta Maria Simonetti a commento dell’articolo http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/08/casistiche-sismiche-1-naturale-2.html -: “Sono d’accordo con lei, la relazione sismica petrolifera è stata certamente provata e ne abbiamo visto i tristi risultati. Gli sciacalli digitali, per me, sono coloro che spostano l’attenzione su altro e creano disinformazione nutrendosi della paura della gente. Per tutto il resto credo che ci sia spazio per le teorie di chiunque, purché ci sia un fondamento scientifico che rifugga dal sensazionalismo.”

Altro commento – Scrive Stefano Panzarasa: “Appena saputo del terremoto e delle tante case e palazzi crollati (da geologo e conoscitore delle storie tutte italiane del cemento armato spesso solo sabbia e senza tondini di ferro) mi è ritornato in mente il testo di Gianni Rodari: Ladri di erre…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Espianto di organi dal vivo. La morte cerebrale è un’invenzione – Scrive Massimo Mazzucco: “Nell’aprile del 2012 fece scalpore la notizia di un ragazzino cinese che ha venduto un rene perché voleva comperarsi l’I-Phone. Naturalmente, i pennaroli di mezzo mondo si buttano a pesce nella facile retorica e puntano il dito contro il consumismo, che ha reso un oggetto assolutamente superfluo così importante per qualcuno da voler rinunciare ad un rene. Ma il vero problema, in questo caso, non sta nel consumismo esasperato, bensì nella situazione mondiale del traffico d’organi….” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/27/la-morte-cerebrale-e-uninvenzione-funzionale-allespianto-di-organi-da-persone-vive/

Ascoli Piceno. Spostamento data della conferenza su I Ching – La manifestazione che avrebbe dovuto svolgersi il 2 settembre 2016 (http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/ascoli-piceno-2-settembre-2016.html) in seguito al sisma che ha gravemente colpito anche Ascoli Piceno è stata spostata al 9 settembre 2016 con le stesse modalità.

L’indescrivibile “leggerezza” dell’ecologia profonda e della spiritualità laica – La capacità, sia pur nella limitazione del linguaggio, di poter descrivere la realtà, quella percettibile e quella del pensiero, in modo consequenziale e logico, è un grande vantaggio allorché si voglia estrinsecare un percorso “lineare” e consequenziale nello spazio tempo. Il suo uso invece è di poca utilità dovendo affrontare un discorso “olistico” – come è appunto quello dell’ecologia profonda e della spiritualità naturale – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/lindescrivibile-leggerezza-dellecologia.html

E con ciò vi lascio, ciao, Paolo/Saul
……………………

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Quando una disgrazia è accaduta e non si può più mutare, non ci si dovrebbe permettere neanche il pensiero che le cose potevano andare diversamente o addirittura essere evitate: esso infatti aumenta il dolore fino a renderlo intollerabile.” (Arthur Schopenhauer)

………….

“L’insegnamento giunge solo ad indicare la via e il viaggio; ma la visione sarà di colui che avrà voluto vedere” (Plotino)

Commenti disabilitati

Il giusto valore del cibo, la dittatura strisciante, non esiste un islam moderato, i turchi sono in Siria, non lacrime ma lotta, il sogno di Einstein…

Il Giornaletto di Saul del 27 agosto 2016 – Il giusto valore del cibo, la dittatura strisciante, non esiste un islam moderato, i turchi sono in Siria, non lacrime ma lotta, il sogno di Einstein…

Care, cari, presto il cibo tornerà ad essere un bene primario, al quale dare il giusto valore, anche in funzione di un recupero di uno stato di benessere inteso proprio come salute del genere umano che per troppo tempo si è “accontentato” di cibarsi di prodotti ottenuti da terreni impoveriti e contaminati da prodotti tossici, da liquami, con un’aria e piogge piene di gas di scarico, di fumi di fabbriche e di riscaldamenti domestici, da animali allevati in condizioni stressanti, al limite della sopravvivenza, che non sopravvivono se non riempiti di antibiotici.Se torniamo ad un’alimentazione naturale, basata principalmente sui prodotti della terra, avremmo tutti da mangiare e senza bisogno di ricorrere a tante sostanze di sintesi… (Caterina Regazzi)… – Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/L-alternativa-dell-agricoltura-contadina-come-garanzia-di-sopravvivenza-ecologica

Sambuca Pistoiese. Eremita arrestato sui monti – Scrive Il Tirreno di Pistoia: “Marco è stato arrestato il 23 agosto con l’accusa di coltivazione abusiva di canapa sui monti di Sambuca Pistoiese. E’ lì che da quasi quindici anni ha scelto di vivere come eremita questo quarantaduenne originario della provincia di Varese. E’ un laureato alla Bocconi di Milano dove ha discusso la tesi “Metodologie di valutazione ambientale e sviluppo sostenibile”. Una mente brillante e una famiglia benestante alle spalle che lo hanno portato a diventare un product manager dell’Italaudio, storico distributore nazionale del gruppo Yamaha fino al 2001 quando, come lui stesso ha raccontato, mentre si trovava all’Holiday Inn di Manhattan – era gennaio – ha maturato la sua decisione di staccare la spina e a giugno dello stesso anno era in mezzo ai boschi delle montagne Pistoiesi, senza carta di credito in tasca, senza auto ma soprattutto senza il ritmo frenetico che imponeva il lavoro e l’azienda. Un ritmo e un lavoro che, racconta l’ex manager, servivano solo per soddisfare bisogni secondari, indotti dal sistema. Marco invece ha scoperto di voler vivere in mezzo alla natura seguendo i suoi tempi, quelli delle stagioni, e diventando un vegano…”

Mio commentino: “Ripropongo il nostro appello per la libertà di coltivazione della canapa: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/05/27/lasciate-che-la-canapa-cresca-liberamente-nei-nostri-campi-e-giardini/

La truffa Parmalat – Scrive Andra Cogo: “Ha ancora senso che l’Italia rimanga unita? Se 4 Tribunali (Trento-Parma-Roma-Napoli) danno ragione a piccoli risparmiatori-azionisti parmalat e torto alle banche. Mentre a Treviso il Tribunale (stesso articolo di legge “risparmiatore non informato”) da ragione alla banca e torto al risparmiatore. Trattasi di una grande “svista” od un vergognoso furto-truffa messo in essere sui risparmi defraudati dalla Parmalat? Tutto ciò pone le basi per aprire un grande Tavolo di Riscossa per attuare l’attuale classe politica. A SETTEMBRE SCENDIAMO IN MASSA SUL PO A FERRARA. Info. 347 3076527”

La dittatura strisciante delle riforme renziane – Scrive A.C.: “…quello che sta accadendo nel torpore inconsapevole di troppi “drogati” dalla fatuità e dalla menzogna dei media, è estremamente grave e il documento che segue, pur nella sua ineccepibile analisi, solo in parte evidenzia la pericolosità di una deriva di controllo mondialistico – a cura di poteri economici sovranazionali che hanno superato ormai largamente quelli politici – BEN RAPPRESENTATO DALL’AZIONE INTRAPRESA E PERSEGUITA DALL’ATTUALE GOVERNO DELLE OSCURE INTESE, presieduto da Matteo Renzi…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/03/in-difesa-della-democrazia.html

Commento di P.T.: “Comunicazione di servizio per il signor Renzi: non sarai tu a decidere se andartene, saranno gli italiani a licenziarti votando NO alla riforma. Poi ti potrai barricare nel tuo Parlamento di nominati cambia casacca, potrai cercare di rimandare le elezioni come stai facendo con la data del referendum, ma sarà inutile. Già oggi alle tue promesse non ci crede nessuno: più tempo resterete incatenati alle poltrone, più clamorosa sarà la vostra sconfitta…”

Commento di Franco Trinca: “Mentre solidarizziamo con gli sfortunati nuovi terremotati e pretendiamo che questo governo che ha occupato illegittimamente lo Stato (secondo la sentenza della Corte costituzionale sulle elezioni fatte col “porcellum”), faccia il suo DOVERE verso gli ITALIANI, non dimentichiamoci che i politici TRADITORI che hanno già svenduto buona parte delle ricchezze che l’Italia aveva costruito nei decenni post guerra… tramite la manomissione della Costituzione italiana, STANNO PER SVENDERE ALLE POTENZE STRANIERE E AI “MERCATI” le ultime proprietà pubbliche rimaste a Comuni e Regioni. APPENA CI SARA’ IL REFERENDUM VOTA E FAI VOTARE NO!”

Agricoltura contadina bioregionale – Scrive Bracciantato e agricoltura contadina: “In preparazione del secondo Forum Europeo per la Sovranità Alimentare – Nyeleni Europa che si svolgerà in Romania dal 26 al 30 ottobre 2016, l’Associazione Rurale Italiana in collaborazione con altre associazioni contadine, ricercatori, parlamentari e sindacati hanno dato il via ad una serie di discussioni e confronti per favorire la crescita di una piattaforma che in Italia evidenzi dal punto di vista organizzativo, politico, comunicativo e del confronto tra i vari soggetti interessati le giuste rivendicazioni del movimento dei piccoli agricoltori e del movimento di…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/agricoltura-contadina-bioregionale.html

Ascoli Piceno. I Ching – Scrive Carlo Poma a commento dell’articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/ascoli-piceno-2-settembre-2016.html -: “Magari potessi venire! Non riesci a fare uno streaming o un video? Sai cosa mi è successo anni fa? Sono andato in libreria per comprare I Ching. Ce n’era solo uno a cui erano state asportate le monete. L’ho aperto e mi ha spiegato che il successo del libro era legato all’onestà di chi lo leggeva e per questo sarebbe sempre stato osteggiato. Sono andato alla cassa e me lo hanno regalato. Ce l’ho ancora…”

Mio commentino: “Bene, leggilo attentamente senza cercare di interpretarlo razionalmente ma come un libro che trasmette immagini di conoscenza…”

L’islam moderato non esiste – Scrisse Oriana Fallaci: “Cari miei, l’Islam moderato è un’invenzione. Un’illusione fabbricata dall’ipocrisia, dalla furberia, dalla quislingheria o dalla Realpolitik di chi mente sapendo di mentire. L’Islam Moderato non esiste. Esiste l’Islam e basta. E l’Islam è il Corano. E il Corano è il Mein Kampf di una religione che ha sempre mirato a eliminare gli altri….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/08/oriana-fallaci-sveglia-occidente.html

Commento/integrazione di Vincenzo Zamboni: “Oriana la fattucchiera che sbrana, disgraziatamente ancora letta, declamava strepitando: “L’islam ci rompe i coglioni”. E’ vero l’ esatto opposto, in due modi paralleli. 1) Sono le nazioni occidentali ad avere attuato in guerra nazioni a componente islamica più o meno nutrita (Irak, Somalia, Afghanistan, Libia, Siria, eccetera), non viceversa. 2) I corpi armati del cosiddetto “terrorismo islamico” Talebani, Al Quaeda, I$I$) sono stati tutti creazioni U$A. Senza U$A, Francia e complici non avremmo il casino che abbiamo adesso…” – Continua in calce al link soprastante

Mia rispostina: “Concordo sulla la complicità di alcuni governi occidentali, e qui mettiamoci anche lo zompone sionista che ha sempre predicato la frantumazione dei paesi islamici, non toglie che sia stato trovato terreno fertile in una religione-ideologia che predica la conquista del mondo… La “colpa” va suddivisa a pari merito tra sionisti ed usisti e mullah pervertiti. L’islam era in quiescenza, in seguito allo scioglimento dell’Impero Ottomano, ha cominciato a risvegliarsi allorché ci sono state le grandi alleanze contro israele, tutte finite male… Dopo israele è iniziato il problema e non potendo estirparlo, come accadde alla Gerusalemme “liberata” dei crociati, si è creato fertile terreno nelle periferie per sostenere e far nascere la jahad, strumentale agli interessi sion-usa-occidente…” – Continua in calce al link soprastante

Siria. Le forze turche stazionano in territorio siriano – Scrive Alessandro Lattanzio: “Il Ministero degli Esteri russo, in merito all’invasione turca in Siria, dichiarava “Mosca è seriamente preoccupata per gli sviluppi sul confine siriano-turco, ed è particolarmente allarmata dalla prospettiva che la situazione nella zona del conflitto continui a deteriorarsi, con conseguente maggiori perdite civili e accresciute tensioni etniche tra arabi e curdi. Crediamo fermamente che la crisi siriana può essere risolta esclusivamente sulla solida base del diritto internazionale attraverso il dialogo intra-siriano tra tutti i gruppi etnici e religiosi, tra cui i curdi, sulla base del Comunicato di Ginevra e delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/26/siria-dopo-lintromissione-armata-turca-e-ora-possibile-uno-scontro-diretto-con-la-russia/

Avigliana. Autoproduzioni – Scrive Pat: “28 agosto, ad Avigliana, presso lo Spazio Sociale Visrabbia in via Galiniè 40, Fiera delle Autoproduzioni, dalle ore 11 mostra mercato dei prodotti del territorio, alle ore 14 Laboratorio di autoproduzione del Dado Vegetale a cura de “La Rivoluzione vien mangiando”. Info. 3394175618”

Terni. Genuino Clandestino e immondizie – Scrive Mercatanti: “Due righe sulla organizzazione di questo appuntamento di Genuino Clandestino nella conca di Terni, dal 23 al 25 settembre 2016,  che ci sta tenendo impegnate tutti. Terni è un esempio di quanto le nostre terre, tutte, siano inquinate: monnezza mossa da interessi economici e riversata ora in un camino, ora in una discarica, ora sottoterra lontana da occhi e cuori…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/08/terni-dal-23-al-25-settembre-2017.html

Ultimo messaggio di San Francesco – Scrive David Asker a commento dell’articolo http://retedellereti.blogspot.it/2016/08/il-testamento-di-san-francesco-dassisi.html -: “Secondo me non l’ha scritta san Francesco, magari la pensava così, ma dubito che l’abbia scritta lui.Anche se è stata redatta in punto di morte e non aveva più nulla da perdere e poteva pienamente esprimere il suo pensiero.. mi sembra troppo in contrasto con tutto il percorso di Francesco. lui è sempre stato fedele alla chiesa, non ha mai predicato il suo scioglimento, è per questo che è stato usato dalla chiesa stessa per combattere le visioni eretiche del tempo, offrendo al popolo un modello di spiritualità che mettesse al primo posto la povertà senza mettere in discussione il potere della chiesa. poi ci sono altri passaggi anche sul fatto che il padre non ha bisogno di incarnarsi per salvare l’uomo… no via anche se le avesse pensate non credo le avrebbe scritte queste cose. Resta comunque una bella lettera.“

Mia rispostina: “…ho avuto anch’io lo stesso dubbio… è una lettera troppo eretica”

Non lacrime… ma lotta dura senza paura! – Scrive NPCI: “I morti e i feriti del terremoto di Amatrice non sono vittime di un disastro naturale. Sono vittime della criminalità della classe che domina, sfrutta e devasta il nostro paese. Con le opere antisismiche che da tempo un governo civile, responsabile del benessere della popolazione poteva e doveva fare, oggi nonostante le scosse sismiche non avremmo nessun morto da piangere, nessun ferito da curare, nessuna rovina a cui porre rimedio. Non prevenire è stato né casuale né frutto d’ignoranza….” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/26/onorare-le-vittime-del-terremoto-di-amatrice-partecipando-alla-rivoluzione-socialista-i-morti-non-chiedono-lacrime-chiedono-giustizia/

Commento di V.Z.: “La “sionistra” cadaverica denaturata italiana che è al potere ha tradito ignobilmente e squallidamente il popolo, preferendogli padroni, Nato e banchieri. Popolo e lavoratori ne hanno pesantemente sopportato le spese, ma è probabile che il conto in arrivo per i politici sia pure salatissimo…”

Viterbo. Raccolta pro-terremotati – Scrive Isabella: “Sono stati istituiti a Viterbo dei punti di raccolta di beni utili da devolvere agli sfollati terremotati della Sabina. Tutti i prodotti raccolti verranno consegnati direttamente da noi nei gazebo appositamente installati a Rieti in P.zza Mazzini di fronte la Prefettura. Info. 3455819794”

Tempo, spazio e il sogno di Einstein – Nella descrizione convenzionale del tempo abbiamo la triade passato, presente, futuro. Ma analizzando meglio scopriamo che queste divisioni sono in realtà prive di significato. La parte di tempo di cui siamo immediatamente consapevoli è il presente, ma tale presente non è un “punto” bensì uno scorrere continuo. In esso si sciolgono sia il passato che il futuro e non è possibile stabilire ove termini l’uno ed inizi l’altro. Evidentemente passato, presente e futuro sono distinzioni temporali ma di fatto esse non possono venir distinte nell’esperienza. Poiché l’esperienza o consapevolezza è sempre nel presente, laddove il passato ed il futuro sono solo concetti sovrimposti… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/spiritualita-laica-passato-futuro-e.html

Ci siamo? Ciao, Paolo/Saul

………………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La vita stessa è ricerca, non se ne può fare a meno. Quando ogni ricerca cessa, è lo Stato Supremo.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

Sismi e magnitudo aggiustabile, profezie catastrofiste, messaggio di San Francesco, deterioramento del pensiero religioso, I Ching ed archetipi psichici ad Ascoli Piceno…

Il Giornaletto di Saul del 26 agosto 2016 – Sismi e magnitudo aggiustabile, profezie catastrofiste, messaggio di San Francesco, deterioramento del pensiero religioso, I Ching ed archetipi psichici ad Ascoli Piceno…

Care, cari, è dai tempi della seconda guerra mondiale che sono allo studio metodi per la generazione sismica, ed ora è tecnologicamente possibile. Haarp lo permette. Non basta guardare la potenza, conta l’energia assorbita convertita in calore per surriscaldamento locale dell’obiettivo… (Vincenzo Zamboni) – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/08/casistiche-sismiche-1-naturale-2.html

Commento di Fernando Rossi: “Cominciamo con il mettere in chiaro che da molti anni, prima per ignoranza dei nostri governanti, poi con la scusa della austerità e del pareggio di bilancio voluti dalla Europa delle banche e delle multinazionali, l’Italia non ha messo in atto nessuna politica di difesa ambientale, intervenendo sempre, poco, male e con contorno di pesanti ruberie di denaro pubblico, solo dopo gli eventi calamitosi…” – Continua in calce al link soprastante

Religioni d’accatto e profezie catastrofiste – Scriveva Rasputin: “.. Nella notte dell’uomo bruciato, il sangue scorrerà a fiumi nella Roma dei papi e dei lestofanti. Il popolo uscirà sulle piazze accecato da un odio covato da tanto tempo e sulle picche lorde di sangue vedrete le teste dei politici, dei nobili e del clero. Il corpo di un uomo venerando sarà trascinato per le strade di Roma da un cavallo bianco e sulle strade rimarrà l’impronta del suo sangue e i lembi della sua pelle. Solo allora si scoprirà che l’uomo venerando era un serpente. E morirà come muoiono i serpenti…” – Continua con altre profezie: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/08/cristianesimo-daccatto-e-profezie.html

Inferenze di una remota guerra nucleare – Scrive Edoardo Nicola a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/24/cicli-ricorrenti-e-inferenze-di-una-remota-guerra-nucleare/ -: “ Infatti non si può essere certi che il nucleare sia una scoperta recente, in Gabon esiste un reattore nucleare ormai spento che ha funzionato per circa 500.000 anni, ed è molto discussa la sua origine naturale, la bibbia parla della distruzione di Sodoma e Gomorra, i Sumeri raccontano che gli dei si sono fatti la guerra con armi nucleari, 7 esplosioni per la precisione, diventa sempre più vera l’affermazione di Einstein , il quale disse: non so come si combatterà la terza guerra mondiale, ma so come si combatterà la quarta, con arco e frecce!”

Altro commento di M.B.: “Pare proprio di si e tale guerra comportò l’improvvisa scomparsa dei Sumeri, dovuta a quello che nei testi antichi fu chiamato “il vento del male”. Se ne parla anche nel libro sulle avventure di Gilgamesh. L’anno esatto dovrebbe essere il 2164 AC…”

Messaggio finale di San Francesco a Santa Chiara – Quando Francesco morì, Frate Rufino consegnò a Chiara, che restò con il Santo fino all’ultimo, la sua bisaccia. Quando Chiara l’aprì, all’interno c’era la sua ciotola di legno, il suo cucchiaio, alcuni semi, una penna, un piccolo vaso d’inchiostro, e poi una pergamena più volte ripiegata, tutta accartocciata. Con le mani che le tremavano Chiara dispiegò la pergamena e decifrò le goffe lettere che Francesco aveva faticosamente vergato negli ultimi istanti della sua vita e non poté mai più dimenticarne il contenuto!.. – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/08/il-testamento-di-san-francesco-dassisi.html

Assistenza animali terremotati – Scrive Enpa: “Volontari dell’Ente Nazionale Protezione Animali sono già al lavoro nei luoghi colpiti dal terribile terremoto di questi giorni, mentre è in arrivo a Accumoli una colonna di mezzi della Protezione Animali (una autoambulanza veterinaria, una auto-medica, un mezzo per il trasporto) con veterinari e volontari, attrezzati con tenda da campo, medicinali e strumenti di recupero e primo soccorso di animali. Info.  enpa@enpa.org”

Donald Trump. Sotto sotto qualcosa si muove – Scrive Pepe Escobar: “Hillary Clinton, la Regina del Caos, Regina della Guerra, Donna di Goldman Sachs, in tutti i sensi è il candidato bipartisan dei neocon e dei neoliberalcon statunitensi. È garantito che tra i suoi sostenitori ci siano Wall Street, i maggiori hedge fund, i tifosi del TPP, gli interventisti del Council on Foregin Relations, i tycoon. Ciò lascia Donald J. Trump nella posizione di egocentrico outsider miliardario che in qualche modo sogna di poter gabbare l’intero sistema, con la sola spinta della propria sfrontatezza. È per questa dinamica che Trump viene demonizzato con fervore medievale…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/25/donald-trump-sotto-sotto-qualcosa-silenziosamente-si-muove/

Alegher, alegher… – Scrive Uberto Tommasi a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/23/ultime-notizie-dal-baretto-di-treia-alegher%C2%A0alegher%C2%A0che%C2%A0el%C2%A0bus%C2%A0del-cu%C2%A0le-negher/ -: “Gli ucraini stanno ammassando alla frontiera con il Donbass, 150.000 soldati, carri armati, artiglieria e altre armi. La Germania esorta i cittadini a fare scorte per 10 giorni di acqua e cibo. Gli Usa hanno bisogno di distrarre i russi dal teatro di guerra siriano. 1+1+1 fa ancora 3 ? Se si, credo che presto assisteremo a una guerra furiosa…”

Eruzioni vulcaniche e terremoti prevedibili (ma ignorati) – Scrive Claudio Martinotti Doria: “La natura va rispettata, non fosse altro perché è pericolosa, ma gli italiani questo concetto non lo hanno mai compreso e tanto meno assimilato, sono incapaci di assumersi responsabilità in prima persona per le loro scelte, la colpa è sempre di altri, del destino, del fato, delle circostanze, della sfiga, del malocchio, ecc.. I politici ed i media a loro asserviti in queste circostanze tirano sempre fuori la virtù della solidarietà italica, ma essa non è sufficiente e soprattutto è sempre successiva agli eventi e mai preventiva, e rischia di divenire un alibi per…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/25/eruzioni-vulcaniche-e-terremoti-prevedibili-ma-ignorati-per-ignavia/

Caccamo. Pellegrinaggio religioso – Scrive Alleanza Cattolica in Sicilia: “Domenica 18 settembre 2016, pellegrinaggio al Santuario di San Giorgio Martire, Caccamo (Palermo). Programma: Ore 10.00 – Arrivo, sistemazione auto all’ingresso del paese (ai piedi del Castello) e recita del S. Rosario guidato da don Giuseppe Zanghì. Ore 11.00 – S. Messa nella Cattedrale di San Giorgio Martire. Ore 12.00 – Intervento di Diego Torre, su San Massimiliano Maria Kolbe e l’Immacolata, segue pranzo. Ore 15.30 – Visita al Castello di Caccamo. Info. alleanzacattolicasicilia@gmail.com”

Terremoti. Siamo impreparati perché disinteressati – Scrive Vincenzo Mannello: “L’Italia è ad estremo rischio sismico (e geologico, altro problema) ma “siamo totalmente impreparati” ad affrontare gli eventi che man mano si presentano e quelli (ancor più gravi) che si presenteranno in un futuro più o meno prossimo! Commuoviamoci quanto è giusto per la triste sorte dei nostri fratelli deceduti, ma cerchiamo di comprendere e far capire al potere politico che ci amministra e governa la realtà: visto che la tecnologia costruttiva lo permette, non vogliamo più veder morire nessuno sotto le macerie per colpa e disinteresse di chi potrebbe evitarlo!…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/25/terremoti-in-italia-a-piangere-dopo-son-tutti-buoni/

Nel nome della spiritualità laica – Scrive Joe Jo Bass a commento dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/nel-nome-della-spiritualita-laica-pura.html -: “Razionalità: molti non sanno che negli anni 30 un tal Godel stabilì, con un teorema di logica, che ogni ragionamento e complesso di ragionamenti, perfettamente razionali quindi rispondenti al principio di “non contraddizione” arriva ad un certo punto ad essere in contraddizione con se stesso, O incompleto. Nemmeno il ragionamento più “razionale” potrà mai essere “giusto” al 100%…” – Continua in calce al link segnalato

Deterioramento del pensiero religioso – Scrive Giorgio Vitali: “Ab initio… c’è una religiosità che si tramanda da millenni e passa dall’India, alla Mesopotamia (vedere l’incidenza dei miti mesopotamici nella Bibbia), poi passa al cosiddetto POPOLO ebraico, detto anche Popolo del Libro (ma quale libro e cosa c’è realmente scritto? Ce lo spiega benissimo Biglino). A questo punto si apre una parentesi formidabile. INIZIA la STORIA come noi la intendiamo. ..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/deterioramento-del-pensiero-religioso.html

Regione Toscana. Bando territoriale – Scrive CNA: “CNA informa le Aziende che la Regione Toscana Direzione “Istruzione e Formazione” nell’ambito del POR FSE 2014/2020” ha emanato un avviso pubblico per la concessione di finanziamenti di progetti di formazione per l’inserimento lavorativo di manodopera con contratti a tempo indeterminato, determinato di almeno 6 mesi, o anche attraverso contratti di apprendistato. Le aziende interessate possono contattare il dott. Roberto Valle Vallomini al 340.2789 382 oppure al 340.794 9598 entro il 12 settembre 2016”

Ascoli Piceno. Archetipi psichici e zodiaco cinese – Ad Ascoli Piceno, il 2 settembre 2016, nell’ambito della manifestazione, Benessere sotto le stelle, alle ore 17.40, si tiene la conferenza di Paolo D’Arpini sul tema “Archetipi psichici, I Ching e Zodiaco cinese” – Abstract della relazione: Integrati dal sistema elementale, fondamentalmente due sono gli indirizzi culturali della Cina, il Confucianesimo ed il Taoismo, la via della correttezza e la via della spontaneità. Ricettacolo di questi due aspetti sociali è il Libro dei Mutamenti, cioè l’I-Ching, uno dei saggi testi più antichi dell’umanità. In esso sono integrati diversi commenti di Confucio e di Lao Tze… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/ascoli-piceno-2-settembre-2016.html

La mia amata Caterina è partita ieri per tornare a Spilamberto. Anche Michele e Alessandra che sono stati qui con noi per due giorni sono andati a Palazzo Simonelli di Cessapalombo. Eccomi qui solo soletto a Treia a continuare il mio lavoro…
Ciao, Paolo/Saul

……………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il non-essere, il senza-nome, indica la consapevolezza priva di passioni, di sforzi e di forma. L’essere, ciò che ha nome, indica l’attività intellettuale discorsiva” (Frammenti di Tao)

Commenti disabilitati

La mattina del 24 agosto 2016 la Turchia invadeva la Siria… con la scusa di combattere l’ISIS

La mattina del 24 agosto 2016 la Turchia invadeva la Siria. Un contingente di 1500 “ribelli siriani”, alias islamisti da tutto il mondo, sponsorizzati dai turchi, venivano accompagnate da forze speciali e una ventina di carri armati turchi ad occupare la città di Jarablus, al confine turco-siriano, dopo una notte di bombardamenti dell’artiglieria. Poco dopo mezzogiorno la bandiera della “rivoluzione siriana” e quella turca (!) sventolavano sulla città. Non c’era stata alcuna resistenza. Lo Stato islamico, informato dell’attacco, aveva evacuato tutti i terroristi e le loro famiglie. (Le famiglie sono andate a Raqqa, ma i terroristi dove?) alcun colpo era stato sparato. Come un commentatore osservava: Non ci hanno lasciato neanche le zecche sui cuscini. La tolleranza turca dello SIIL, che comprende aiuti non proprio segreti, probabilmente continuerà. Lo scopo dichiarato della mossa turca è chiudere il confine con la Turchia allo SIIL. Tale affermazione è ovviamente una sciocchezza. Il confine può essere chiuso sul lato turco. Spostare il valico pochi chilometri a sud non cambia nulla. Il secondo più plausibile scopo dichiarato è impedire alle forze curde delle YPG, sotto l’etichetta statunitense SDF, di avanzare nella Siria occidentale. Tale mossa creerebbe uno staterello curdo al confine con la Turchia mettendola in pericolo, mentre combatte una rivolta curda interna. I curdi avevano annunciato l’avanzata dopo aver occupato Manbij, tolta allo Stato islamico con l’aiuto dei pesanti bombardamenti degli Stati Uniti. Nell’ambito dei futuri piani, il nuovo consiglio militare delle SDF di Jarablus veniva proclamato il giorno prima. Ma il capo di tale entità veniva assassinato appena tre ore dopo la conferenza stampa di presentazione. I curdi accusavano i turchi dell’assassinio. Oggi il governo turco annunciava che non vuole solo Jarablus ma anche Manbij e respingere i curdi ad est dell’Eufrate. Gli Stati Uniti avevano finora sostenuto l’avanzata curda verso l’ovest della Siria con forze speciali e supporto aereo. Ma reagivano alla mossa turca contro l’alleanza coi curdi come sempre negli ultimi 30 anni, tradendo immediatamente i curdi per interessi superiori. La Turchia è un alleato della NATO che passerebbe a un’alleanza con Russia e Iran. Gli Stati Uniti non possono tollerarlo e i curdi ancora una volta subiranno le conseguenze delle loro ingenuità ed ambizioni.
Il vicepresidente degli Stati Uniti Biden arrivava ad Ankara oggi, per un pellegrinaggio di penitenza. Il governo turco accusa gli Stati Uniti di essere coinvolto nel tentato colpo di Stato contro di esso. Ci sarebbe del vero. Con un affronto pubblico Biden è stato ricevuto all’aeroporto della capitale turca dal vicesindaco della città. Per ora il presidente turco Erdogan continuerà ad andare avanti, non importa cosa dicano o facciano gli Stati Uniti. Il vero piano dell’invasione turca va oltre SIIL o questione curda. Come giornali turchi erano ansiosi di sottolineare, l’invasione avviene nel 500.mo anniversario della battaglia di Marj Dabiq a nord di Aleppo: “una battaglia della guerra ottomano-mamelucca (1516-1517) tra l’impero ottomano e il sultanato mamelucco, che si concluse con la vittoria ottomana e la conquista di gran parte del Medio Oriente…” La scelta di tale data indica la vera ambizione di Erdogan: ricreare l’impero ottomano includendovi almeno il nord della Siria e dell’Iraq. Ci sono state poche proteste da parte del governo siriano, lamentando la mancanza di coordinamento nella lotta al terrorismo. Non che si potesse fare molto altro. Dopo cinque anni di guerra non vi è alcuna capacità di opporsi al grande vicino settentrionale. Alcun segno di protesta dagli alleati della Siria Russia e Iran. Parole blande erano riservate al comportamento degli Stati Uniti sulla questione siriana e al loro sostegno ad al-Qaida. C’è chiaramente un qualche accordo tra Russia, Iran, Siria e Turchia verso l’invasione turca.
Qualsiasi simpatia per i curdi, che avrebbe portato a qualche contromossa, è scomparsa quando i combattenti delle YPG curde hanno attaccato le forze governative siriane nella città nord-orientale di Hasaqah. L’attacco, del tutto inutile nel quadro generale, gli è costato, come previsto, il sogno dello Stato-nazione. I giocatori d’azzardo curdi, come tendono sempre a fare, erano divenuti troppo ambiziosi ed ora hanno perso tutto quello che avevano guadagnato. Dovranno ritirarsi verso est, circondati da nemici e senza amici nel mondo. Cosa possono fare gli anarco-marxisti delle YPG? Allearsi e morire per i wahhabiti dell’Arabia Saudita? Per quanto? I “ribelli siriani” utilizzati dalla Turchia per marciare verso Jarablus sono stati distratti dal continuo attacco sul fronte di Aleppo. Le forze governative siriane saranno un po’ sollevate avendo meno nemici da uccidere difendendo la loro città di 1500000 persone. Ma sarà solo di breve periodo, come l’enfasi sulla battaglia di Marj Dabiq mostra; l’ambizione di Erdogan è molto più grande di qualche striscia di terra al confine turco-siriano, vuole regnare su Aleppo in Siria, così come su Mosul in Iraq. La guerra nell’ovest della Siria, gestita da Turchia, Stati Uniti e diversi Stati del Golfo, continuerà. In tale contesto la mossa turca a Jarablus è una semplice schermaglia marginale.

Moon of Alabama

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Commenti disabilitati

Donald Trump – “Sotto sotto qualcosa silenziosamente si muove..”

“Sotto tutto questo fracasso c’è qualcosa che (silenziosamente) si muove. Potenti interessi economici che supportano con discrezione Trump – lontano dal circo mediatico – sono convinti che questi sia in possesso della mappa per giungere alla vittoria.”.

Hillary Clinton, la Regina del Caos, Regina della Guerra, Donna di Goldman Sachs, in tutti i sensi è il candidato bipartisan dei neocon e dei neoliberalcon statunitensi.

È garantito che tra i suoi sostenitori ci siano Wall Street, i maggiori hedge fund, i tifosi del TPP, gli interventisti del CFR (Council on Foregin Relations), i tycoon.
Ciò lascia Donald J. Trump nella posizione di egocentrico outsider miliardario che in qualche modo sogna di poter gabbare l’intero sistema, con la sola spinta della propria sfrontatezza.

È per questa dinamica che Trump viene demonizzato con fervore medievale dai media statunitensi. Il suo continuo parlare – e tweettare – di sicuro non aiuta, dando l’impressione che questi sia contro tutti 24 ore su 24. Per l’establishment, i suoi miliardi non contano nulla, viene trattato come un reietto. Potrà essere indifferente all’empatia, ma d’altro canto i suoi modi lo portano nelle grazie di vaste schiere di popolazione bianca, infuriata, sulla soglia della povertà e dalla scarsa educazione.

Un rinascimento industriale statunitense?

Sotto tutto questo rumore e questa rabbia, qualcosa (lentamente) si muove. Potenti interessi economici che supportano con discrezione Trump – lontano dal circo mediatico – sono convinti che questi sia in possesso della mappa per giungere alla vittoria. La domanda è se questi riuscirà a controllare il suo comportamento bizzarro fino a raggiungere l’obiettivo.

Il suo messaggio principale, secondo questi sostenitori, dovrebbe girare attorno alla distruzione del comparto industriale statunitense dalle valute manipolate e sulla “distruzione dei salari della popolazione statunitense dovuti all’importazione di lavoro illegalmente economico da nazioni dove gli stipendi valgono una manciata di dollari”.

Il tutto sostenuto da un importante punto di vista bellico. Come sottolineano i sostenitori di Trump “l’Oceano Pacifico non può essere utilizzato per trasportare i componenti fondamentali della nostra industria bellica, nell’eventualità di una guerra contro la Russia o contro la Cina i loro sottomarini silenziosi equipaggiati con siluri anti-nave bloccherebbero i nostri trasporti transoceanici, facendo collassare la nostra industria bellica con conseguenze catastrofiche. Queste industrie e quelle di intel vanno rimpatriate immediatamente, sfruttando i dazi o correttivi al valore della valuta”.

Quindi Trump dovrebbe sfruttare il messaggio che il credito bancario va legato alla ricostruzione della moribonda industria statunitense “che sia alzando i dazi o sfruttando i cambi di valuta”. I sostenitori di Trump opinano che il credito bancario “non dovrebbe essere utilizzato per facilitare la manipolazione dei valori delle borse. Non dovrebbe esserci credito per la speculazione e assolutamente per gli hedge fund. Bisogna sbarazzarsi di questi mezzi speculativi alzando le tasse sugli introiti a breve termine dati dal trading, interrompendo i vantaggi fiscali sui prestiti e bloccando il credito a favore della speculazione. Fare in modo che quella gente si trovi un vero lavoro”.

Tutto ciò, in breve, spiega l’avversione viscerale di Wall Street nei confronti di Trump – da Bloomberg a Lloyd Blankfeins. Chiunque conosca Wall Street sa bene che ogni mercato, ogni bene ed ogni indice viene manipolato da grossi movimenti di fondi. Per come la mettono i sostenitori di Trump di base a New York “Ciò non basta come unica ragione per sostenere Donald J. Trump. Dovremmo fare in modo che i Carl Icahan e i George Soros si trovino un vero lavoro ultratassando i loro profitti derivanti da speculazione. In questa nazione ci servono Henry Ford che creino industrie, non di saccheggiatori di Wall Street, che si arricchiscono come hanno fatto nel 2008, per poi ritrovarsi ad utilizzare il loro peso per far coprire i buchi alla politica, mentre milioni di cittadini venivano buttati fuori dalle loro case”.

Secondo questa tabella di marcia, già bene in vista sulla scrivania di Trump – anche se nessuno sa se lui l’abbia letta tutta, o lo stia facendo un po’ alla volta – la lotta all’immigrazione illegale e alle speculazioni finanziarie in combinazione creerebbe un rinascimento industriale negli USA, per ricostruire tutte le Detroit che stanno andando allo sfascio. Di base la strategia è sostituire milioni di lavoratori immigrati con milioni di disoccupati statunitensi: i sostenitori di Trump credono che il vero tasso di disoccupazione attuale dovrebbe essere un terribile 23%, secondo la Metodologia del Bureau of Labor Statistical del 1955 “a differenza di quanto dicono i falsi metodi moderni”.

Di base è necessario che Trump, se venisse eletto, creasse un partito trasversale, una sorta di coalizione – come già successo al Senato quando Jesse Helms da un lato e John Conyers e Chuck Schumer dall’altra hanno fatto accordi tra loro.

Trump dovrebbe diventare familiare alle idee di economia nazionale di Friedrich List – la cui Lega Zollverein di commercio senza dazi aveva permesso alla Prussia di dare vita alla nazione tedesca.

Alcune delle idee menzionate sono già entrate nel programma economico annunciato da Trump. Ora la parte difficile è che un uomo con un deficit di attenzione, che si muove a colpi di tweet e di frasi ad impatto, deve riuscire a vendere il piano all’elettorato senza distrarsi a litigare con qualcuno mentre lo fa.

In ogni caso Vlad ha già vinto

I sondaggi puntano alla Clinton, ma i sostenitori di Trump “non si fidano dei sondaggi, sono manipolati”.

D’altro canto c’è l’ “isteria russa” in continua evoluzione. Hillary ha paragonato il Presidente Putin ad Hitler. Trump continua a sostenere di essere disposto a fare affari con Mosca – cominciando con un’azione congiunta per sbarazzarsi di ISIS/ISIL/Daesh una volta per tutte.

Perché preoccuparsi? Lo stupidometro che monitora i media negli USA è già schizzato alle stelle, dato che il vincitore delle presidenziali è già stato individuato, e chi potrebbe mai essere se non l’onnisciente Vladimir Putin?

Una fonte vicina ai piani dei Veri Padroni dell’Universo va dritta al punto “per quanto riguarda la Russia, la decisione viene dall’alto, dove è in corso la battaglia. La decisione viene presa sopra le teste di Hillary e Donald, se Hillary verrà eletta le verrà imposto di riprendere i contatti, in caso così venga deciso. Se vincerà Trump è semplice, in caso non venisse eletto allora la mancata elezione verrà utilizzata come catalizzatore per un cambio di politica nei confronti della Russia. La vera guerra è dietro le quinte”.

Così come per le manipolazioni sulle valute “verranno impedite, così come è stato visto Jack Lew dare l’ordine a Germania e Giappone”, la nuova mappa geo-economica – possibilmente sotto Trump punterebbe anche verso la fine della guerra ai prezzi per quanto riguarda il petrolio. Come dicono i sostenitori di Trump “è un obiettivo nazionale degli USA, perché un valore di mercato più alto renderebbe gli Stati Uniti stessi indipendenti dal punto di vista energetico. Ciò è parte significativa della rivoluzione di Trump”.

Secondo fonti vicine alla Casa di Saud, Sauditi e Russi sono già coinvolti in pre-negoziazioni complicatissime sulla possibilità di veicolare il prezzo del greggio fino ai 100 dollari al barile “ci dovrebbero essere abbastanza interessi reciproci tra i Sauditi traditi dagli USA governati dai neocon, e che da questi potrebbero essere distrutti, e i Russi che vogliono prevenire questa eventualità”.

Una fine della guerra sul prezzo del petrolio è qualcosa su cui il Pentagono non si potrebbe pronunciare. Come fa notare un sostenitore di Trump “è negli interessi del complesso militare/industriale raggiungere l’obiettivo di una totale indipendenza energetica e rimpatriare tutte le industrie belliche sul territorio nazionale”.

Se si paragona questa eventualità al match di wrestling 24 ore su 24 che viviamo sembra di essere Alice nel Paese delle Meraviglie. Non ci sono prove che questo programma tanto ambizioso – e controverso – possa essere venduto agli strateghi di JP Morgan o ai fratelli Koch. Trump che crea un partito trasversale o addirittura un movimento che trascenda i partiti potrà funzionare solo se membri di peso delle elite di potere lo sosterranno, altrimenti è impossibile che ciò accada.

Ciò che continua senza sosta è una campagna di disinformazione di massa – un bel remix delle valanghe antisovietiche della prima guerra fredda. La Macchina dei Media della Clinton sta addirittura attaccando Michael Flynn, ex capo della DIA, che supporta Trump. Di fondo Trump aveva ragione quando aveva sostenuto che Obama e la Clinton erano fondatore e co-fondatore dell’ISIS/ISIL/Daesh. Esattamente ciò che Flynn ha ammesso in quella famosa intervista in cui affermava che l’espansione del finto Califfato era stata una “decisione volontaria” presa a Washington.

Il succo, per come stanno le cose, è che Trump non sta raccogliendo abbastanza denaro per controbilanciare l’incredibile macchina dei soldi della Clinton. Ora arriva davvero il momento in cui questi non deve fare prigionieri per avere il massimo della visibilità – mentre spiega la tabella di marcia economica sopracitata, un tweet alla volta.

Ovviamente ci sarà una sorpresa – ad ottobre o anche in un altro momento. Nulla è stato deciso – per ora. Coningsby di Disraeli non avrebbe potuto essere più appropriato “Vedete, mio caro Coningsby, il mondo è governato da personaggi molto differenti da quelli che si immaginano quelli che non sono dietro le quinte”.

Pepe Escobar,

autore di Globalistan: How the Globalized World is Dissolving into Liquid War (Nimble Books, 2007), Red Zone Blues: a snapshot of Baghdad during the surge (Nimble Books, 2007), e Obama does Globalistan (Nimble Books, 2009). Può essere contattato apepeasia@yahoo.com.

Fonte: http://russia-insider.com/

Link: http://russia-insider.com/en/politics/could-trump-pull-post-party-coalition/ri16057
Fonte italiana: comedonchisciotte.org – autore della traduzione FA RANCO.

Commenti disabilitati