Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Treia comunità ideale, no alla violenza sulle donne, lo spread risale, ambarabà ciccì coccò, gesuiti infidi, la magia dell’I Ching

Il Giornaletto di Saul del 10 febbraio 2016 – Treia comunità ideale, no alla violenza sulle donne, lo spread risale, ambarabà ciccì coccò, gesuiti infidi, la magia dell’I Ching

Care, cari, ecco il verbale della riunione sociale del Comitato “Treia Comunità Ideale” tenuta nella sede di Via Mazzini 27, Treia, alle ore 21 dell’8 febbraio 2016 – Ordine del Giorno: Proposte e programmi per  il “Forum del lavoro bioregionale sostenibile – Laboratorio sociale, economico e culturale” da tenersi il 23 aprile 2016 a Treia.  Presenti alla riunione (in ordine sparso): Barbara Rossetti, Lorenzo Luccioni, Antonio Marcucci, Paola Pela, Mario Lancioni, Maria Marcantoni, David Menichelli, Enzo Catani, Chiara Teloni, Valeria Piermarteri, Luciana Montecchiesi, Massimo Girolami, Caterina Regazzi, Paolo D’Arpini. Paolo introduce la riunione facendo un quadro generale dei tre giorni 23, 24 e 25 aprile 2016 per il Forum del Lavoro bioregionale Alternativo e la Festa dei precursori… (Caterina Regazzi) – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/09/comitato-treia-comunita-ideale-verbale-dellincontro-dell8-febbraio-2016/

Macerata. Capodanno cinese in anticipo – Scrive Paola Pagnanelli a commento dell’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/07/capodanno-cinese-a-macerata-consumismo-cosa-non-si-fa-per-te/ -: “Tutto questo non le ricorda tanto la fine dell’Impero Romano, quando si celebrava qualunque divinità, tanto che i giorni festivi nell’arco dell’anno erano di gran lunga di più di quelli lavorativi? Potremmo dire che il capodanno cinese a Macerata rende omaggio al valore di Matteo Ricci, o agli attuali rapporti allacciati attraverso l’istituto Confucio….”

Mia rispostina: “Non posso far altro che concordare con Lei sull’andazzo corrente di “panem et circenses”. Sulla figura di Matteo Ricci ci sarebbe molto da aggiungere.  Mi sono letto tutto il libro che scrisse Matteo Ricci sulla sua vita in Cina nel XVII secolo (nel 1610). Il povero monaco cristiano, fu riconosciuto santo e saggio  in Cina, ma fu scomunicato dal papa in Italia. Come dire “Nemo profeta in patria”. Per fortuna che non tornò in patria e morì serenamente a Pechino e ivi fu sepolto, per concessione imperiale, il primo straniero nella storia dell’impero. E sa perché Matteo Ricci non piacque all’Inquisizione vaticana? Il motivo è semplice egli commise l’errore di pensare che la filosofia cinese, in particolare il confucianesimo, fosse altrettanto valida che il cristianesimo (essendo inoltre ad esso antecedente di 500 anni). Egli pensava che i cinesi potessero continuare ad essere confuciani, mantenendo cioè la loro identità culturale peculiare, e magari diventare anche cristiani…”

No alla violenza sulle donne. L’ufficio della Schiavitù Sessuale – Scrive Eve Ensler: “E’ giunta l’ora in cui secoli eterni di rabbia femminile si fondano in un’ impetuosa forza vulcanica, scatenando la furia globale delle divinità femminili Kali, Oya, Pele, Mama Wati, Hera, Durga, Inanna e Ixchel, lasciando che sia la nostra ira a guidarci. Penso alla cantante folk Yazida Xate Zhangali che dopo aver visto le teste delle sue sorelle penzolare dai pali nella piazza del suo villaggio ha chiesto al governo curdo di armare e addestrare le donne e alle Sun Girls, la milizia femminile da lei creata, che combatte l’ISIS sulle montagne del Sinjar…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/09/lufficio-della-schiavitu-sessuale-a-yanar-e-alle-mie-sorelle-in-iraq-e-in-siria-di-eve-ensler/

Roma. In difesa dell’azione di Marinella e Stefania contro i guerrafondai kerry e gentiloni (vedi: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/03/roma-kerry-e-gentiloni-svergognati-da-due-donne-azione-di-protesta-pacifista-al-finto-incontro-anti-daesh-della-farnesina-del-2-febbraio-2016/): “Caro Paolo e care Marinella (che bel nome!) e Stefania (anche questo un bel nome ma il primo apprezzamento era di parte), rigiro al Collega di studio Avv. Giuseppe Iannotta per avere un suo primo giudizio sulla cosa. Certamente la disparità di trattamento pare essere evidente. Un caro saluto a tutti..”

Commento di Stefania: “Davvero grazie, ragazzi! Spesso e volentieri i “compagni di lotta” ti dicono qualcosina, una pacca sulla spalla e poi però sono cavoli tuoi. Voi invece, bando alle ciance fate sul serio e passate ai fatti. Molto bene. In caso, sarebbe possibile, Marinella ed io, incontrare di persona l’avvocato Iannotta per spiegargli bene la dinamica e tutti i particolari del prima e del dopo l’azione fallita?”

Lo spread risale – Scrive Fabrizio Belloni: “…lo spread risale: la fiducia che all’estero hanno del sistema bancario italiano è pari alla intelligenza politica di Renzi. Cioè vicino allo zero. Mi sembrano tornati i tempi della farfallina di Belen che riempì migliaia di pagine, occultando i problemi seri. Però arriva Sanremo: allegri! – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/politica-renziana-lo-spread-risale-il.html

Commento di Giuseppe Magliacane: “Nel 2011 fu lo spread a condurre l’Italia nelle mani di Mario Monti, con i risultati che ben conosciamo. Ora quello scenario potrebbe ripetersi. L’Unione europea non ama chi la critica apertamente e Matteo Renzi si è avvicinato alla linea rossa, forse l’ha già superata. Ergo, secondo voci sempre più insistenti, potrebbe essere indotto a lasciare il posto. Con i soliti metodi. Ma quale sarà il pretesto questa volta?”

Milano. Che la magia si compia – Scrive Adriano Colafrancesco: “… così, nel linguaggio comico-esoterico delle step association – come le chiama l’altro illustre esempio di parlamentare della repubblica, Domenico Scilipoti – e delle road map per il jobs act, con spending rewiev, si annacqua e disperde la consapevolezza della gravità di quello che ci accade intorno, in un mondo disorientato dal terrorismo dei tagliagole – in vero non meno pericoloso di quello dei taglianotizie – in cui perfino il Papa viene mediaticamente silenziato quanto basta, quando dice, incontrando il Patriarca di Mosca, che ”l’occidente deve fare autocritica sulle primavere arabe”…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/09/milano-ambaraba-cicci-cocco-e-la-magia-e-compiuta/

Commento di Luigi Caroli: “RINGRAZIO LA COMUNITA’ CINESE CHE ALLE PRIMARIE SI E’ DIMOSTRATA COMPATTA…” – Continua in calce al link

Roma. Basta guerre – Scrive Peacelink: “Mentre a Washington Obama esige da Mattarella un “sì” per attaccare la Libia (e ottiene un “nì”), in Italia i pacifisti avvertono il governo di non cercare di ingannarli con un’emergenza costruita ad arte, come nel 2011, per strappare il loro sì alla guerra. Molti di loro hanno, infatti, già aderito all’appello di padre Alex Zanotelli, volto a promuovere un incontro nazionale unitario a Roma contro la guerra, senza se e senza ma. Uno dei primi aderenti, Eurostop, ha anche indetto una riunione preliminare a Roma il 10 febbraio 2016, alle ore 15, in via Giolitti, 231. Info. patrick@boylan.it”

Gesuiti infidi, comunque – Scrive Marco Bracci: Caro Paolo, scrivi sul Giornaletto di Saul del 9 febbraio 2016: “Papa Francesco ha detto ieri mattina che l’occidente deve fare autocritica sulle primavere arabe e che c’è una parziale convergenza di opinione tra Santa Sede e Russia. Non so che risalto avrà questo giudizio espresso dal papa, io l’ho ascoltato su Rainews24 ma al Tg non è stato citato. Insomma se viene nascosto troppo dovremmo aiutarlo a uscire…” – A me risulta che i Gesuiti siano divisi in due fazioni, i falchi e le colombe. I primi gestiscono l’Occidente e sono per la crisi economica, le missioni di pace, ecc. a cui siamo ormai assuefatti oggi. I secondi, le colombe, gestiscono l’Oriente, Russia inclusa….” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/09/nwo-fazione-destra-fazione-sinistra-dei-gesuiti-infidi-comunque/

La via evolutiva dell’I Ching – Scrive Leopoldo Sorrentino a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/02/la-via-evolutiva-delli-ching.html -: “Anche la filosofia dello Zen ha avuto un’influenza sull’arte e la letteratura cinese antica. Soprattutto durante il periodo della dinastia Sung. Una filosofia trascendentale dell’infinitamente piccolo, che afferma che si può vedere un mondo in un granello di sabbia e la nascita di un universo nello sbocciare di un fiore…”

Ed anche questa è fatta (o quasi), ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Concentrandoti sul tuo stato interiore, chiudendo i sensi all’esterno, ritirando vista e udito, puoi giungere a vedere cielo e terra. Questo vuol dire rimanere fermi al centro” (Huizong)

Commenti disabilitati

Treia: One Billion Rising, Cambiale Sociale, mummia pia, palestinesi vittime di sion, il pericolo umano, il Tao dell’I Ching…

Il Giornaletto di Saul del 9 febbraio 2016 – Treia: One Billion Rising, Cambiale Sociale, mummia pia, palestinesi vittime di sion, il pericolo umano, il Tao dell’I Ching…

Care, cari, il 14 febbraio 2016, si svolgerà ancora una volta l’”One Billion Rising”, l’azione contro la violenza sulle donne promossa dalla poetessa, drammaturga e attivista per i diritti umani, Eve Ensler. Ed in innumerevoli città, paesi e villaggi di tutto il mondo il 14 febbraio innumerevoli donne si sono sollevate, sono scese in piazza ed hanno danzato per opporsi alla violenza maschilista, e con loro un numero crescente di uomini di volontà buona determinati a rompere ogni complicità con la violenza di genere. La manifestazione che si tiene a Treia, il 14 febbraio 2016 dalle ore 17 circa, prevede che alcune donne di Treia e dei luoghi vicini si ritrovino in piazza con qualcosa di rosso indosso e con cartelli e/o volantini da distribuire per sensibilizzare l’opinione pubblica sul NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/08/treia-14-febbraio-2016-one-billion-rising/

Pisa. Voci fuori dal coro – Scrive Salvatore Panu: “Pisa, 13 febbraio 2016, Circolo “Alhambra”, via Fermi 27 – Ore 17.00: Laboratorio sul canto sociale in Sardegna, ore 20.00: Aperitivo, ore 21.00: Libere Voci Fuori dal Coro. Info. torepanu@tiscali.it”

Manziana. “Arma Letale … ovvero … Cambiale Sociale” – Scrive Orazio Fergnani: “La “Cambiale Sociale” non è soltanto un freddo ed inerte strumento monetario. Tutti gli strumenti hanno un’ “anima”…. Noi di AlbaMediterranea abbiamo voluto darle intenzionalmente, precisamente e scientemente una sua ben definita identificazione e collocazione, anche in ambito culturale, sociale, storico, politico…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/02/manziana-12-febbraio-2016-arma-letale.html

Pace. Secondo Bergoglio – Scrive M.P.: “Papa Francesco ha detto ieri mattina che l’occidente deve fare autocritica sulle primavere arabe e che c’è una parziale convergenza di opinione tra Santa Sede e Russia. Non so che risalto avrà questo giudizio espresso dal papa, io l’ho ascoltato su Rainews24 ma al Tg non è stato citato. Insomma se viene nascosto troppo dovremmo aiutarlo a uscire…”

Siria. La Russia non consentirà l’invasione di truppe turche o di altri stati del golfo – Scrive Elia J. Magnier: “…pericolosa è la dichiarazione di Mosca, che ha “forti motivi per credere che la Turchia prepari un’incursione terrestre in Siria“. Le osservazioni indicano, “La Russia ha linee rosse che non permetterà a nessuno di attraversare, la Russia prepara una forte unità militare siriana che respingerà eventuali incursioni terrestri turche, Damasco ha il diritto di difendere i propri confini e non resterà più in silenzio su eventuali violazioni aeree a sovranità siriana, e si prepara a qualsiasi offensiva di terra dei turchi con bombardamenti aerei e di artiglieria…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/la-russia-non-consentira-lintrusione.html

Giappone. Crudeltà verso i delfini – Scrive Agire Ora: “Richard O’Barry, 76 anni, Fondatore del Dolphin Project, è stato trattenuto (dal 18 gennaio scorso) per 19 giorni in un centro di detenzione giapponese alla stregua di un criminale. Ric si occupa da molti anni di denunciare e far conoscere al mondo quello che succede nella baia di Taiji, cittadina di pescatori giapponese, come testimone oculare diretto: ogni anno, da settembre a marzo, sono catturati e massacrati migliaia di delfini. Quelli ritenuti più adatti, sono imbarcati su voli che li portano negli acquari e parchi acquatici di tutto il mondo per essere sfruttati dall’industria del divertimento per il resto della loro vita, i restanti anziché essere rimessi in libertà, sono uccisi brutalmente per la carne (per altro tossica, perché ricca di mercurio). Info. genziana.sigi@gmail.com”

Roma. Onori alla mummia pia – Scrive Paolo Bancale: “L’Italia cattolica riscopre il suo paganesimo idolatra in occasione della trasferta a Roma della mummia del frate francescano Pio da Pietralcina. Al corteo di auto trasportante la salma, per la sua esposizione a Roma come curiosità del giubileo papale, sono stati riservati i privilegi del trattamento spettante in Italia ai capi di Stato più importanti…” – Continua:
http://paolodarpini.blogspot.it/2016/02/delirium-credens-il-cadavere-nella-teca.html

Milano. Primarie, una prece – Scrive F.B.: “Primarie PD milanesi: votanti veri 55.000. Di questi 48.000 attribuibili a cinesi, zingari e clandestini di varia estrazione. Voti autoctoni quindi 7.000 circa. Questa l’immagine, se confermata, della visione che il PD ha della società. I “democratici” si stanno adoperando per la creazione del loro nuovo modello di società italiana. Auguri e una prece. Amen.”

Sion. I palestinesi vittime sacrificali per vivificare la progenie del Golem e di Frankenstein – Scrive Giorgio Vitali: “Israele continua ad espiantare organi di giovani palestinesi uccisi. La denuncia viene dall’ambasciatore palestinese alle Nazioni Unite. Questi fatti non ci meravigliano. Chi ritiene di avere in mano il mondo ritiene anche di avere il diritto di vita e di morte sugli altri popoli. Ma non bastano i bombardamenti indiscriminati sulla popolazione palestinese, esposta ai peggiori massacri, all’uso costante di omicidi individuali by drones, diuturnamente messi in atto da apparecchi di morte. Allo sterminio costante della popolazione si aggiungono gli espianti-trapianti di organi da corpi apparentemente morti…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/08/sion-i-palestinesi-vittime-sacrificali-per-vivificare-la-progenie-del-golem-e-di-frankenstein/

Un parere sul “Lenzi” – Scrive A.N.: “…due paroline sul “Lenzi”: È svelto, furbo, agile. Uno con i riflessi prontissimi. Però imbroglia le carte su tutto: un conto sono le promesse elettorali, un altro camuffare la realtà: non è una cosa accettabile da parte di un premier…”

ONU. Il pericolo umano – Scrive Daniele Patitucci: “ONU: L’uomo una minaccia per tutte le specie – Secondo biologi e naturalisti la specie umana potrebbe rappresentare per animali e vegetali ciò che un asteroide fu per i dinosauri 65 milioni di anni fa. L’Ispra mette in guardia sul consumo di suolo nel nostro Paese. E il ministero dell’Ambiente ammette: presentiamo molte carenze…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/02/luomo-e-il-peggior-nemico-della-vita.html

Grottaferrata. Polenta contadina – Scrive Mercatino: “A Grottaferrata, Piazza De Gasperi, 14 febbraio 2016. A grande richiesta, continua il Tour della Polenta! Il Mercato Contadino Castelli Romani invita tutti gli appassionati del buon cibo ad incontrarsi con un bel piatto di polenta fumante, un bicchiere di vino rosso, unitamente al mercatino. Info. associazione.consorziokm0@gmail.com”

La via evolutiva dell’I Ching – Con l’aiuto dei principi fondamentali del Libro dei Mutamenti (I Ching) è possibile realizzare nella maniera più completa le facoltà interiori dell’uomo. Questa possibilità è fondata sul fatto che l’uomo ha in sé facoltà simili al Cielo e alla Terra, in quanto egli è un micro-cosmo. Poiché nel Libro dei Mutamenti sono riprodotte le leggi di Cielo e Terra esso fornisce gli strumenti per coltivare la propria natura intrinseca, cosicché le più intime qualità buone possano dispiegarsi. In particolare due cose vengono prese in considerazione: la saggezza e l’operare, l’intelletto e la volontà. Quando intelletto e volontà sono centrati nel modo giusto anche la vita emotiva giunge alla giusta armonia…- Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/02/la-via-evolutiva-delli-ching.html

Ieri sera abbiamo salutato l’avvento del nuovo anno cinese, Scimmia di Fuoco, e discusso con gli amici del Comitato Treia Comunità Ideale dei programmi delle manifestazioni previste a Treia dal 23 al 25 aprile 2016: “Forum del lavoro bioregionale sostenibile – Laboratorio sociale, economico e culturale” e “Festa dei Precursori”. Domani vi forniremo un resoconto dell’incontro. Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Verrà il giorno in cui l’istinto altruista sarà così potente che gli uomini si disputeranno le occasioni di esercitarlo, le occasioni di sacrificio e di morte…” (Herbert Spencer)

Commenti disabilitati

Anno della Scimmia di Fuoco, Corea del Nord prossimo bersaglio USA, M5S: libertà di voto, cosa nostra Rothschild, un maestro insegna più di un libro…

Il Giornaletto di Saul del 8 febbraio 2016 – Capodanno cinese Scimmia di Fuoco, Corea del Nord prossimo bersaglio USA, M5S: libertà di voto, cosa nostra Rothschild, un maestro insegna più di un libro…

Care, cari, ho appreso dai giornali locali della “meravigliosa” riuscita del Capodanno Cinese, celebrato in pompa magna in piazza a Macerata, con la partecipazione di mascheroni, danzatori, esibizionisti di arti marziali e -soprattutto- di immancabili venditori di prodotti di pronto consumo. Dopo Halloween, che scimmiotta consumisticamente la festa celtica di Samhain, e dopo il Natale che comincia a novembre e la Pasqua che comincia in piena quaresima, la sagra della birra in occasione di San Patrizio, etc, i venditori di immaginette del dio “consumo” non potevano farsi mancare la ghiotta occasione del capodanno cinese. Tanto per cominciare debbo specificare che la data esatta della Festa di Primavera quest’anno cade l’8 febbraio, con la 13a luna nuova che è lunedì, ma evidentemente per fare bisboccia un sabato è preferibile ed infatti a Macerata hanno goliardicamente e carnevalescamente celebrato questo evento importante del calendario agricolo perpetuo cinese il sabato 6 febbraio…. (come se noi festeggiassimo il capodanno al 30 dicembre). Comunque sia il significato della Festa di Primavera non è solo agricolo ma è anche archetipale poiché celebra l’avvento di uno dei dodici segni zodiacali cinesi, quest’anno è la Scimmia collegata all’elemento fuoco… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/07/capodanno-cinese-a-macerata-consumismo-cosa-non-si-fa-per-te/

Pace. Manifestazione congiunta diffusa – Scrive Maria Gabriella Guidetti: “Sono d’accordo anch’io sul fare una manifestazione diffusa. Il problema è, come al solito, chi lo fa: Ho cercato per anni di interessare ad un rapporto con i municipi etc etc. senza nessun riscontro, però se ci mettiamo insieme a decidere chi fa cosa, sono disponibilissima ad impegnarmi in un lavoro capillare che è l’unica cosa che, a mio avviso abbia senso, Penso che i 5 * potrebbero essere interessati a lavorare con noi…”

Mia rispostina: “Ritengo che ognuno di noi nonviolenti pacifisti dovrebbe impegnarsi nei luoghi di residenza. Se possiamo coinvolgere il comune bene altrimenti possiamo coinvolgere qualche consigliere comunale di minoranza od altre associazioni. In ogni caso si può fare una manifestazione di sensibilizzazione attraverso volantinaggio e sit-in od anche attraverso una conferenza, dipende dalle possibilità. L’importante che la data sia la stessa per tutti come si fa per 1 billion rising del 14 febbraio ed altre manifestazioni simili…”

Turchia. Appello contro la cultura della repressione – Scrive G.V. a commento di http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/01/18/turchia-totalitaria-erdogan-e-la-cultura-della-repressione/ -: “Questione interessante e di grande attualità. Possiamo diffondere l’appello. NON credo che al momento ci sia qualcuno, che non sia adeguatamente armato, disposto ad impegnarsi fisicamente contro mammaliturchi. Il palo, in questi casi, è sempre in agguato e chi ha le emorroidi… beh.. preferisce i bagni caldi…”

Agroindustria e privatizzazione del patrimonio sementiero – Scrive Graziano Alderighi: “Monsanto, Dow Chemical e Dupont controllano circa il 47% del commercio internazionale delle sementi e il 24% di quello dei presidi sanitari. La mossa americana assume anche nuovi contorni alla luce della recente acquisizione da parte dell’azienda statale cinese ChemChina della svizzera Syngenta…” – Continua:
http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/02/agrobusiness-e-privatizzazione-del.html

Scambio semi liberi – Scrive Fernando: “Sono Fernando di Macerata. Mi hanno contattato dall’Abruzzo per invitarvi ad una fiera di scambio di semi a Sulmona nel parco della Maiella. Venite anche voi?… Info. f_iraci@yahoo.it”

Egitto. Il caso di Regeni – Scrive M.B.: “E allora non è che ha subito la stessa sorte di Ilaria Alpi, ammazzata perché stava scoprendo troppo sul traffico di armi?”

Corea del Nord. Prossimo bersaglio – Scrive M.B.: “Il piano di distruzione della Creazione da parte delle tenebre avanza a spron battuto. Noi indiciamo e facciamo manifestazioni per la Pace, contro l’invio di soldati in Iraq, e come da noi in tutto il mondo, ma …. intanto tutto va avanti secondo i piani oscuri (ma ormai non più tanto oscuri!). Ecco qui la prossima vittima: http://www.msn.com/it-it/notizie/mondo/corea-del-nord-abbiamo-messo-in-orbita-un-satellite-lanciato-razzo-a-lungo-raggio-verso-okinawa/ar-BBpclRE?ocid=spartanntp – Forse è vero o forse no quanto scritto nell’articolo, ma intanto lo dicono sui giornali e in TV ….. e preparano la gente alla prossima missione di pace…”

M5S controcorrente: “Libertà di voto per le unioni gay e le adozioni” – La mossa di Beppe Grillo, che “concede” libertà di voto ai suoi parlamentari sulle unioni gay e sulle adozioni, spariglia la pariglia dei renziani che spingono forte per l’approvazione della nuova “riforma” suggerita da Lorsignori… – Scrive Gianni Caroli: “…come è possibile nessuno lo ricordi, che a Napoli si praticava già la Stepchild Adoption? Proprio negli anni Cinquanta, insieme a quello dei bambini abbandonati dai loro genitori-maschi/yankees insieme alle loro madri napoletane…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/02/lastuta-mossa-di-beppe-grillo-liberta.html

Commento di Giorgio Vitali: “Eccezionale rievocazione del nostro amico Napolibera, il quale con molta precisione ci ricorda il grande film che molti NON hanno visto. Ricordo invece che mi impressionò non poco..” – Continua in calce al link segnalato

Siria. L’esercito di Assad avanza nella liberazione del territorio in mano ai tagliagole dell’ISIS e gli USA pensano d’inviare truppe di terra in loro ausilio – Scrive Tony Cartalucci: “Mentre le forze siriane ed alleate accerchiano la città più grande della Siria, Aleppo, Stati Uniti e alleati regionali indicano un improvviso interesse per le operazioni di terra in Siria, tra cui le forze aeree degli Stati Uniti a sostegno delle forze di terra turco-saudite. Se è ovvio che Stati Uniti e alleati rispondono direttamente al crollo delle loro forze per procura nel Paese, le ultime minacce di aggravare ulteriormente il conflitto in Siria non si basano sulla “lotta allo SIIL” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/07/aleppo-lesercito-siriano-riconquista-il-territorio-in-mano-allisis-e-gli-usa-e-alleati-sunniti-pensano-di-inviare-truppe-di-terra-in-siria-a-far-che/

Pensar male di Gentiloni e Kerry costa molto caro – Scrive Marinella Correggia ad integrazione dell’articolo http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/roma-kerry-e-gentiloni-svergognati-da.html -: “Ricordo en passant che la sottoscritta e Stefania sono indagate per aver semplicemente tentato di esporre dei cartelli davanti al ministro degli esteri italiano John Kerry durante la sua conferenza stampa il 2 febbraio 2016 a Roma insieme al suo sottosegretario Gentiloni (Nb. Nessun lapsus). Per questo “reato”, ancor prima che si vedesse il contenuto dei cartelli siamo state circondate, portate via e appunto accusate come da verbale di: 1) resistenza a pubblico ufficiale (art 337), 2) concorso in reato (eravamo due), 3) violazione degli art 18 e 20 Testo unico pubblica sicurezza – manifestazione sediziosa…” – Continua in calce al link segnalato

Informazione e folgorazione – Scrive Adriano Colafrancesco: “…da quest’anno l’informazione Rai sarà a dir poco “folgorante”. Le notizie dei telegiornali arriveranno direttamente sulla bolletta elettrica e si pagheranno in comode rate,…anche se non si possiede il televisore! Tutto questo per tenere in piedi un sistema dell’informazione televisiva spesso più tragicomico del TgPorco di Sabina Guzzanti” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/rai-informazione-e-folgorazione.html

Cranno. Piove sulle erbette sparse – Scrive Teodoro Margarita: “Piove a Cranno, e in dicembre avevo dovuto innaffiare tre volte, secco, asciutto e sulle mie montagne, il San Primo, incendi, incendi a ripetizione. Ora basta, piove e martedì riprenderà, intanto tutta la notte questo flusso continuo mi ha fatto sognare di coltivazioni nuove. Il terreno si smolla un poco, troppo duro. Primavera troverà erbetta giovane e nuova. Fiori più narcisi, più fieri e orgogliosi…”

Cosa nostra per eccellenza – Scrive Valdo Vaccaro: “Non si può capire veramente cosa accade nel mondo se non si studia La Famiglia-Per-Eccellenza, ossia i Rothschild, veri comandanti del pianeta Terra. C’entrano anche con l’Italia? Eccome. Non c’è foglia che non si muova nel nostro paese, senza la loro espressa volontà. Nel resto del mondo la musica poi non cambia affatto…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/07/cosa-nostra-per-eccellenza-non-si-muove-foglia-che-dio-rothschild-non-voglia-limpero-del-male-che-domina-il-mondo-dai-tempi-di-giordano-bruno/

Jesi. Ecomercato – Scrive Giovanni: “9 febbraio 2016, Ecomercato Carnevalesco e Circense, allo Spazio Comune TNT Via Gallodoro 68/ter – Jesi. Dalle 17.30 Apertura mercato Genuino Clandestino. Ore 19.00 “Lino in Bolletta” spettacolo di Cirkolistico per bambini 0 -99 anni. Info. ecomercatotnt@gmail.com”

Vignola. Sviluppo agricolo biologico – Scrive Monica Bononcini: “Cari cittadini e contadini siamo riusciti ad organizzare un incontro tra: l’assessore Erio Ricchi, nostro concittadino di Vignola, Agricoltura, Ambiente, invitando anche l’assessore Francesco Rubbiani, Lavori Pubblici, Interventi economici, insieme a noi del SìBiol e del GAS Vignola..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/02/vignola-15-febbraio-2016-programma-di.html

Archetipi psichici ed I Ching – Scrive Bolasco a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/02/archetipi-psichici-da-dove-sorgono-i.html -: “Buddismo. La vita è sofferenza… e tu proponi accettazione. ‘Se in me coagulano le energie e le simmetrie dell’intero universo, è all’ora altrettanto vero che l’universo risuona del mio specchio… della mia interpretazione. Eraclito: panta rei. E’ tutto un continuo cambiamento in cui non bisogna temere, anzi, di cambiare le cose. Accettazione dunque del cambiamento, lasciarsi fluire, esistere’ (Heidegger)!
Con serenità, benevolenza e fiducia…”

“Mia rispostina: “… ‘ama il tuo sogno se pur ti tormenta’, disse il Vate – La via del Nobile è quella dell’accettazione del momento presente con discernimento”

L’azione del maestro e la lettura dei libri sacri – Scrive Luciano De Bei: “Il vero Maestro è anche psicologo e terapeuta e conosce la giusta medicina da somministrare al suo discepolo, che desidera essere guarito dalla malattia nello spirito. Il Maestro, prima di offrire i suoi servigi al discepolo, studia la sua personalità, il suo carattere, le difese che il suo ego escogita per non soccombere, cose che il libro non potrà mai dare….” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/02/libri-sacri-e-insegnamento-diretto.html

Beh, sicuramente il contatto diretto con un maestro vale più di qualsiasi libro, però la lettura di testi spirituali è un buon passatempo, d’altronde la mente cerca storie interessanti a cui dedicare la propria attenzione e sicuramente è meglio leggere storie di santi che polpettoni social. Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Alcuni suoi seguaci domandarono al bandito Che: ”Anche per i ladri esiste una via (Tao)?” – “Eh, certo che sì.. – rispose Che- Santità è intuire dove giace un tesoro nascosto, Eroismo è entrare per primo nella casa, Giustizia è uscirne per ultimo, Saggezza è distinguere il colpo che si può tentare, Umanità significa essere equanimi nel dividere il bottino. Al mondo non è mai esistito un gran ladro che non abbia manifestato queste qualità”. (Chuang Tze)

Commenti disabilitati

Aleppo. L’esercito siriano riconquista il territorio in mano all’ISIS e gli usa e alleati sunniti pensano di inviare truppe di terra in Siria… a far che?

Mentre le forze siriane ed alleate accerchiano la città più grande della Siria, Aleppo, Stati Uniti e alleati regionali indicano un improvviso interesse per le operazioni di terra in Siria, tra cui le forze aeree degli Stati Uniti a sostegno delle forze di terra turco-saudite.

Se è ovvio che Stati Uniti e alleati rispondono direttamente al crollo delle loro forze per procura nel Paese, le ultime minacce di aggravare ulteriormente il conflitto in Siria non si basano sulla “lotta allo SIIL”. The Guardian, nell’articolo, “L’Arabia Saudita offre d’inviare truppe di terra in Siria per combattere lo SIIL“, riferisce: “L’Arabia Saudita s’è offerta per la prima volta d’inviare truppe di terra in Siria per combattere lo Stato islamico, secondo il suo ministero della Difesa. Il regno è pronto a partecipare ad attività di terra che la coalizione (contro lo SIIL) può svolgere in Siria“, ha detto il portavoce militare, generale di brigata Ahmad al-Asiri, a un’intervista ad al-Arabiya. Fonti saudite hanno detto al Guardian che migliaia di forze speciali potrebbero essere utilizzate, probabilmente in coordinamento con la Turchia”. In realtà, Turchia e Arabia Saudita hanno svolto un ruolo centrale nella creazione dello SIIL e nel sostenerne logisticamente e finanziariamente le azioni in Siria e Iraq.

Questo secondo non solo i nemici di Ankara e Riyadh, ma secondo il loro primo alleato, gli Stati Uniti. Già nel 2012, un documento (.pdf) del Dipartimento di Intelligence Agency (DIA) ammise su conflitto siriano e ascesa dello SIIL che: “Se la situazione si dipana vi è la possibilità di stabilire un principato salafita dichiarato o meno nella parte orientale della Siria (Hasaqa e Dayr al-Zur), e questo è esattamente ciò che le potenze che supportano l’opposizione vogliono per isolare il regime siriano, considerato profondità strategica dell’espansione sciita (Iraq e Iran)”. La menzione di questo “principato” (stato) “salafita” (islamico) nel 2012 indica chiaramente quando si decise di trasformare gli agenti di Stati Uniti, Arabia Saudita e Turchia di al-Qaida, allora chiamati “ribelli”, ufficialmente nello SIIL. Per chiarire quali “potenze in aiuto” ne sostengono la creazione, il rapporto della DIA spiega: “Occidente, Paesi del Golfo e Turchia sostengono l’opposizione; mentre Russia, Cina e Iran sostengono il regime”.

E’ chiaro, quindi, che tale improvviso interesse per l’escalation non ha nulla a che fare con lo SIIL ma con il salvataggio dei terroristi fantocci dell’occidente, prima che siano completamente sradicati e/o espulsi dal Paese. La Russia, che ha svolto un ruolo fondamentale reagendo ad al-Qaida e SIIL in Siria, è anche arrivata ad accusare la Turchia di ciò che appare un’incursione militare imminente nella regione settentrionale del Paese. Reuters riferisce nell’articolo, “Russia e Turchia si scambiano accuse sulla Siria”, che: “La Russia sospetta che la Turchia stia preparando un’incursione militare in Siria, secondo una fonte dell’Esercito arabo siriano, mentre presto Aleppo sarà circondata dalle forze governative con il supporto aereo russo”. Lo SIIL, come era destinato ad essere, è solo un pretesto per giustificare le operazioni di USA e alleati regionali, operazione che sarà volta ad affrontare e respingere l’avanzata siriana e russa sul campo di battaglia, o per lo meno dare un santuario inattaccabile in territorio siriano agli ascari dell’occidente sconfitti e in ritirata.

L’idea di ritagliarsi una zona cuscinetto dal territorio siriano risale anche al 2012, quando divenne chiaro che il cambio di regime in stile libico era difficile se non impossibile nell’immediato. L’idea era passare dal ritmo veloce e travolgente della guerra per procura di Stati Uniti ed alleati, sperando nel panico del potere a Damasco, a una guerra per procura ritmata dai “santuari” occupati dalla NATO in Siria. Con la copertura aerea della NATO, i terroristi potevano tranquillamente lanciare operazioni in profondità nel territorio siriano, ampliando lentamente la zona cuscinetto e la no-fly zone de facto della NATO. Alla fine, si previde, che le zone cuscinetto avrebbero portato direttamente al crollo del governo di Damasco. Ancora una volta, lungi dal complottismo, il piano fu discusso apertamente nei circoli politici di Washington. La Brookings Institution, un think-tank politico finanziato da aziende e che aveva stilato le direttive strategiche per avviare i conflitti in Iraq, Afghanistan, Libia e ora Siria, così come i piani per i futuri scontri con l’Iran e oltre, fu esplicita sulla vera natura delle “zone cuscinetto”, in un recente documento intitolato “Distruggere la Siria: una nuova strategia per la guerra senza speranza degli Stati Uniti”, affermando: “…L’idea sarebbe aiutare gli elementi moderati a stabilire zone di sicurezza affidabili in Siria, una volta che potranno. Forze statunitensi, così come saudite, turche, inglesi e giordane, ed altre, agirebbero a sostegno non solo dal cielo, ma infine a terra tramite le forze speciali. Il documento prosegue spiegando: “La fine del gioco in queste zone non sarebbe già decisa. L’obiettivo intermedio sarebbe una Siria confederata, con diverse zone altamente autonome e un modesto (eventuale) governo nazionale. La confederazione probabilmente richiederebbe il sostegno di una forza di pace internazionale, se tale schieramento venisse mai formalizzato da un accordo. Ma nel breve termine, le ambizioni sarebbero minori, rendere queste zone difendibili e governabili, aiutando le popolazioni al loro interno, e addestrando ed equipaggiando altre reclute in modo che le zone possano essere stabilizzate e poi gradualmente ampliate”.

Comunque, questo è stato già tentato, in un modo o nell’altro, nel territorio occupato dai terroristi in Siria. Mentre le forze siriane con la copertura aerea russa avanzano a nord di Aleppo, i media occidentali si lamentano che le infrastrutture finanziate dai governi occidentali sono state distrutte. Queste infrastrutture, tra cui i panifici di al-Qaida riforniti di farina dal governo degli Stati Uniti, facevano parte del piano della Brookings per “rendere queste zone governabili”. La presenza delle forze militari russe in Siria ha evidentemente impedito all’occidente di rendere tali zone “difendibili” con l’intervento militare diretto contro le truppe siriane. Come tale piano si attuerà ora resta da vedere. La cosa più probabile è un’incursione limitata nel nord della Siria, sul corridoio Ifrin-Jarabulus sempre più stretto, prima che le forze siriane, russe e curde colmino completamente il vuoto. Con le forze turche e saudite che controllano anche una piccola percentuale del corridoio, i tentativi di espanderlo, come previsto dalla Brookings, potrebbero effettuarsi nel prossimo futuro.

La Brookings aveva anche immaginato un coordinamento delle operazioni turche a nord con un attacco israeliano a sud, un’altra opzione probabilmente ancora considerata. C’è anche la possibilità che l’occidente tenti di entrare e prendere una parte considerevole del territorio siriano della regione più orientale della Siria, collegandola con il territorio in Iraq che probabilmente sarà staccato dal governo centrale di Baghdad attraverso tattiche simili.
La migliore delle ipotesi è ancora sconfitta e costoso stallo a lungo termine
Il risultato più probabile, tuttavia, sarebbe uno stallo in stile Golan che potrebbe durare anni, se non decenni. La Siria sarebbe ancora in grado di ristabilire pace e ordine sulla stragrande maggioranza del territorio, liquidare i fantocci dell’occidente e forse dirigere dei delegati sul territorio occupato, creando un conflitto costoso politicamente, finanziariamente e militarmente per la Turchia. Per l’Arabia Saudita, l’ulteriore estensione delle forze militari esaurirebbe la propria forza operativa, diminuendone ulteriormente la capacità di condurre la guerra di aggressione contro lo Yemen. C’è anche l’opportunità di evidenziarne le debolezze delle capacità militari, rafforzando ulteriormente il crescente arco dell’opposizione che ne sfida l’influenza sul Medio Oriente.

Il peggior scenario che minaccia l’egemonia degli Stati Uniti
Lo scenario peggiore prevede una incursione della NATO sulla Siria settentrionale, incontrando una travolgente resistenza, utilizzando forze aeree e di terra. Con la maggior parte degli equipaggiamenti militari turchi e sauditi proveniente da Stati Uniti ed Europa, a sua volta s’indebolirebbe ulteriormente l’illusione della superiorità militare occidentale mondiale. Questo potrebbe avere un impatto significativo sull’integrità di Unione Europea e NATO, nonché sui potenziali membri che cercano di unirvisi prossimamente. Con la conclusione che si avvicina velocemente in Siria, Damasco ed alleati possono cercare d’investire pesantemente nel realizzare questa seconda e peggiore ipotesi nel caso di una qualche incursione turco-saudita-statunitense nel nord della Siria. Così si potrà impedire che tale mossa sia neanche attuata, innanzitutto, o anche promettere conseguenze inimmaginabili se l’occidente ci provasse nonostante i rischi evidenti. Dato che la prospettiva di una zona cuscinetto ricavata dal territorio siriano, in caso di fallimento dell’operazione di cambio di regime contro Damasco dopo letteralmente anni di lavoro, sinceramente si spera che le misure significative programmate da Siria ed alleati la contrastino in tempo.

Tony Cartalucci, ricercatore e scrittore geopolitico di Bangkok, per la rivista on-line “New Eastern Outlook” .
Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Commenti disabilitati

Treia: la mimosa è fiorita, gli USA chiedono guerra, mafia periferica, scherzi del karma, agroecologia bioregionale, I Ching e zodiaco cinese…

Il Giornaletto di Saul del 7 febbraio 2016 – Treia: la mimosa è fiorita, gli USA chiedono guerra, mafia periferica, scherzi del karma, agroecologia bioregionale, I Ching e zodiaco cinese…

Care, cari, eccoci qui, ieri siamo arrivati sani e salvi a Treia. La casa è a posto, il riscaldamento funziona, l’acqua, il gas e la luce pure. Abbiamo trovato un parcheggio vicino casa così abbiamo fatto prima a scaricare i bagagli e le suppellettili che sempre ci accompagnano in questi andirivieni. Io mi son fermato a casa ad annaffiare le piante, che sono tutte vive (l’alberello di mimosa è già fiorito), e a dare una rassettata e sistemata generale, mentre Caterina è andata dalla verduraia a rifornirsi d’insalata fresca e di tegoline, ed è passata anche dalla droghiera a prendere il pane e certi dolcetti (frappe, limoncini, creme, etc.). Insomma il pranzo del benvenuto, cominciato con penne al burro e parmigiano, (per far presto) è stato soddisfacente e completo di acqua frizzante della “casa dell’acqua” comunale di Spilamberto (chissà se un giorno faranno un simile stallo anche a Treia? il sindaco una volta l’aveva promesso). Bene la routine è cominciata… e ricordo agli amici di Treia l’appuntamento di lavoro dell’8 febbraio 2016, che si tiene in Via Mazzini 27, al Centro Storico di Treia (vicino la Cattedrale), alle ore 21. All’ordine del giorno: esame di proposte e programmi per il “Forum sul Lavoro bioregionale sostenibile” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/06/treia-6-febbaio-2016-lalberello-di-mimosa-e-gia-fiorito/

Roma. Vegani – Scrive F.L.M.: “AVA, Piazza Asti 5/a Roma, 11 febbraio 2016, ore 17, conferenza di Michela Troiani, biologa: Quando la giusta alimentazione è in grado di determinare la salute ed il benessere della persona. Ingresso libero e gratuito. Info. 3339633050”

Gli USA chiedono all’Italia più impegno per la guerra – Scrive Salvo Ardizzone: “…non molto tempo fa il Segretario alla Difesa Usa, Ashton Carter, ha inviato una lettera riservata al Ministro della Difesa Roberta Pinotti; un appello pressante con una lunga serie di richieste per un maggior impegno dell’Italia al seguito delle iniziative di Washington. Istruttori, consiglieri militari, Forze Speciali, raid aerei, attività di ricognizione e intelligence, armi, supporto logistico: è la lista della spesa intimata dal capo del Pentagono a Roma. Il motivo è che l’Amministrazione Usa vede i suoi progetti franare in Siria ed Iraq, ma non è disposta ad impegnarsi a fondo preferendo un impegno “leggero”, e chiede agli alleati/sudditi di farsene carico…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/02/06/gli-usa-chiedono-allitalia-di-impegnarsi-di-piu-per-la-guerra/

Commento di Marinella Correggia: “Riprendendo quello che hanno già detto altri, a proposito di come muoverci contro lo spettro che si aggira di nuovi bombardamenti occidental-arabi sulla Libia, a meno che non si sia capaci di una manifestazione nazionale con 50.000 persone, forse come messaggio “minaccioso” (…) al governo è più utile una giornata capillare di manifestazioni ovunque, e davanti a luoghi istituzionali, come le sedi dei comuni, chiamando magari sindaci e assessori e consiglieri. CENTO CITTA’ CENTO PAESI CENTO SINDACI CONTRO LA NUOVA GUERRA  (e per la fine delle sanzioni alla Siria, per l’isolamento dei Saud, ecc.). Insomma schierare popolazione e istituzioni locali contro un governo che è la succursale del Pentagono…” – Continua in calce al link soprastante

Mio commentino: “…sono d’accordo con la proposta di Marinella, meglio una cento mille manifestazioni sparse che una manifestazione nazionale fasulla…”

Nord est. Mafia periferica – Scrive Fabrizio Belloni: “…purtroppo Roma mafia non è figlia unica. Ha sorelle ovunque. Abito, per grazia di dio, nel nord est, ove, a ben guardare, affiora ancora un’impronta dell’Imperiale Regio Governo Austro Ungarico. Pensavo di essere un privilegiato, lontano da cloache e simili. Ed invece….. Ed invece, in una importante città del settentrione, abbiamo assistito a qualcosa di curioso…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/02/settentrione-e-mafia-periferica-prima.html

Roma. Commemorazione – Scrive Salviamo il Paesaggio: “Invito alla camminata organizzata dall’Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli: “Sulle orme di Antonio Cederna lungo la via Appia”. Il 13 febbraio 2016, ore 10.00, Villa dei Quintili, Via Appia Nuova, 1092 Roma. Accompagnati da Rita Paris, con Giuseppe Cederna, Vezio De Lucia, Vittorio Emiliani. Info. salviamoilpaesaggio.roma.prov@gmail.com”

Scherzi del karma – Scrive A.N.: “Il Karma (o carma). Il più grande rompicoglioni che possiamo incontrare nella nostra vita è il karma. Dal karma non si scappa. Ogni bivio è un bivio karma. Ogni semaforo, un semaforo karma. Ogni scelta, una scelta karma. Dal caffè karma del mattino al trombokarma della sera…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/02/scherzi-del-carma-volgarmente-detto.html

Agroecologia contadina – Scrive Assorurale: “Per l’Agricoltura Contadina, Agroecologica e Solidale e la Sovranità Alimentare. Vogliamo la legge sull’Agricoltura Contadina bioregionale. Nei giorni di sabato 30 e 31 gennaio 2016 presso l’azienda agricola TERRE DI VASIA a Serrata (RC) si è tenuta l’assemblea nazionale di ARI. L’assemblea si è svolta in Calabria, consolidando così la cooperazione con SOS Rosarno, che da due anni è federata all’Associazione Rurale. L’agricoltura contadina resiste in termini di aziende, addetti e giornate di lavoro…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/02/bioregionalismo-ed-agroecologia.html

Viterbo. Commemorazione – Scrive P.S.: “Il “Centro di ricerca per la pace” di Viterbo ha ricordato sabato 6 febbraio 2016 Giulio Regeni, il giovane studioso italiano impegnato per i diritti umani assassinato giorni fa in Egitto“

Archetipi psichici – La nostra vita è legata ad una serie di circostanze di cui non abbiamo il controllo ma, come diceva Nisargadatta, noi siamo parte integrante della manifestazione totale e del totale funzionamento ed in nessuna maniera possiamo esserne separati. Di conseguenza, essendo coscienza nella coscienza, siamo in grado di riconoscere il flusso energetico nel quale siamo immersi e far sì che il nostro pensiero e la nostra azione siano in sintonia con la qualità dello spazio-tempo vissuto. In questo perenne rimescolamento energetico, noi siamo come navigatori senza meta, o guerrieri – se preferite – liberi di affrontare il contingente senza paure… – Continua:
http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/02/archetipi-psichici-da-dove-sorgono-i.html

Scusate la brevità, ma non ho avuto molto tempo da dedicare al Giornaletto, ciao, Saul/Paolo

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Oggi siamo più abili di ieri, domani saremo più abili di oggi. Per tutta la vita, giorno per giorno, siamo sempre migliori.” (Yamamoto Tsunetomo)

Commenti disabilitati