Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Ucraina al redde rationem: “Muoia Poroshenko con tutti gli ucraini di origine russa…”

Secondo il sito web, generalmente affidabile Iarex.ru, Poroshenko sembra sapere che non vincerà le prossime elezioni ucraine. I sondaggi prevedono che un passaggio di potere a favore della “vecchia guardia” degli oligarchi ucraini, guidati da Julija Tymoshenko, attualmente in testa nei sondaggi. Secondo Iarex.ru, Poroshenko ha già avviato la vendita dei beni, così che dopo le elezioni lascerà immediatamente il Paese squattrinato e fatiscente. Petro Poroshenko negozia la vendita dei propri beni in Ucraina. L’obiettivo è chiudere l’affare prima del 1 marzo 2019. Due revisori indipendenti dei Big Five hanno consegnato rapporti a due potenziali acquirenti. Il primo è un consorzio di oligarchi ostracizzati di Federazione Russa, Ucraina e Lituania. Il secondo un gruppo guidato da Dmitrij Firtash e due capi del Partito Democratico degli Stati Uniti, Joe Biden e Michael Pence. Secondo il TG “Neljagar”, i negoziati sono nella fase finale: sono negoziati accordo, forma di pagamento ed estremi del prelievo di capitale. Secondo le informazioni, l’85% dei pagamenti non in contanti andrà in conti speciali nel Tesoro federale degli Stati Uniti e della Chase-Manhattan Bank.

Ciò accade nel peggiore declino economico-sociale dell’Ucraina nella storia. I salari medi sono diminuiti, per chi ancora lavora, da una media di circa 340 dollari al mese a circa 120. Il costo medio del riscaldamento per un appartamento di 45 mq sono raddoppiati, da circa 70 a 140 dollari. Inoltre, il gas è inaccessibile per diverse centinaia di migliaia di ucraini, che dovranno fuggire dall’Ucraina o congelare.

Poroshenko è stato installato dagli Stati Uniti col colpo di Stato provocato dello Stato profondo nordamericano, con un’elezione da cui i partiti di opposizione di sinistra e l’ex-partito di governo furono esclusi. L’esercito ucraino iniziò la pulizia etnica nell’est del Paese dove la maggioranza della popolazione si identifica di etnia russa, e le milizie popolari sorsero in difesa di questa comunità. L’unica carta rimata a Poroshenko è riprendere le ostilità contro le repubbliche dell’est ucraine, la Repubblica popolare di Donetsk e la Repubblica popolare di Lugansk. Le milizie sorsero in loro difesa comprendendo un miscuglio ideologicamente eterogeneo di milizie, alcune comuniste, ed altre nazionaliste od ortodosse. Riaccendendo i combattimenti. potrebbe dichiarare lo stato di emergenza e rinviare le elezioni secondo una disposizione della costituzione.

Ciò significherebbe, tuttavia, un accordo per la condivisione del potere con le milizie neonaziste e scioviniste che gli Stati Uniti finanziano da decenni, e che armano apertamente dal 2014. Nelle udienze al Congresso degli Stati Uniti, FRN ricorda ai lettori che Victoria Nuland testimoniò pubblicamente che il dipartimento di Stato degli USA aveva speso almeno 5 miliardi di dollari per inscenare ‘Maidan’, usando una miscela di strategia della tensione ripresa da Gladio, e tattica da rivoluzione colorata impiegata in vari Paesi, dalla Jugoslavia ad Egitto, Siria e altrove.
Che Poroshenko sia indigesto all’est del Paese non sorprende. Ciò che è in discussione è che negli ultimi quattro anni anche il resto dell’Ucraina subisce un enorme impoverimento. La popolazione si dimezzerà entro un decennio, per via dei rifugiati economici che fuggono principalmente verso Russia, Polonia e Germania. Poroshenko è dopo Tymoshenko in vari sondaggi con percentuali a due cifre. Questo è un margine che, in circostanze normali, non può essere superato.

Joaquin Flores, FRN

Fonte: https://www.fort-russ.com/2018/11/poroshenko-prepares-to-flee-ukraine-liquidates-assets/

Traduzione di Alessandro Lattanzio – Sito Aurora

Commenti disabilitati

Scie chimiche e bufale, la madonna dei debitori e l’IMU, le campane di Treia, extraterrestri: tutta un’altra storia, l’Italia come santuario della Biodiversità, la stampa mainstream chiede libertà di sciacallaggio e meretricio, scuola evolutiva ad Arcevia…

Il Giornaletto di Saul del 16 novembre 2018 – Scie chimiche e bufale, la madonna dei debitori e l’IMU, le campane di Treia, extraterrestri: tutta un’altra storia, l’Italia come santuario della Biodiversità, la stampa mainstream chiede libertà di sciacallaggio e meretricio, scuola evolutiva ad Arcevia…

Care, cari, qualche volta ho pensato che chi si è “risvegliato” per un motivo e per un altro, questo risveglio gli abbia fornito come una chiave per essere aperto su tutti gli argomenti, ma presto mi sono accorto che non è proprio così. Ho avuto maestri, persone che stimo da cui ho imparato molto su certi argomenti, ma ho poi constatato che, se erano illuminati su un dato argomento, non lo erano affatto se ci si spostava su altri temi. Il salto logico, non è scontato come credevo e la “visione d’insieme” non è un fatto automatico, ma una precisa scelta metodologica che deriva da una consapevolezza. Si può essere acuti, controcorrente, profondi su un aspetto e essere decisamente impreparati, superficiali e incapaci di intuito su altri aspetti… (Daniele Bricchi) – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/11/15/daniele-bricchi-le-scie-chimiche-non-sono-bufale-volanti-ma-dati-di-fatto/

Liberi di sbagliare – Scrive Nicolai Lilin: “E lo sai perché Dio ha dato all’uomo una vita più lunga di quella degli animali? – No, non ci ho mai pensato. – Perché gli animali vivono seguendo il loro istinto e non fanno sbagli. L’uomo vive seguendo la ragione, quindi ha bisogno di una parte della vita per fare sbagli, un’altra per poterli capire, e una terza per cercare di vivere senza sbagliare…”

La Madonna dei Debitori da un buon consiglio agli alti prelati del vaticano – Scrive Saulo Coin: “Cari fratelli, la chiesa, (la sposa di mio figlio), ho troppo lungo è stata esitante e indecisa tra il suo Divino sposo e mammona, tra la chiamata Celeste e la tentazione delle ricchezze terrene, sì che il padre, che a tutto provvede, Le ha mandato questa tribolazione, questa nuova prova delle tasse IMU, per indurla finalmente a decidersi, a proclamare quella verità che rende liberi, libera essa chiesa di amare e servire il suo sposo unico, libera la stessa chiesa dal peso dei tributi a Cesare…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/11/la-madonna-dei-debitori-consiglia-la.html

A proposito di campane (editoriale del Giornaletto di ieri) – Scrive Ferdinando Renzetti: “…sono molto affascinato dalla cultura cristiana soprattutto dal canto gregoriano… (…) Quell’articolo di M.T. sulle campane che hai pubblicato ieri non mi trova per niente d’accordo, le campane hanno rappresentato ben altro nella storia di noi uomini donne occidentali magari è anche quello, solo che non è solo quello e adesso non ho voglia di parlane se vuoi parlane tu, ciao…”

Mia rispostina: “…avevo scritto una lunga risposta, dicendo che esistono tante religioni quanti sono gli esseri umani sul pianeta, perché ogni via spirituale punta alla realizzazione di Sé, ma mentre cambiavo pagina lo scritto è scomparso. Le solite fregature di internet. Comunque un mio articolo sulle campane, c’è…: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/06/06/treia-la-sede-del-circolo-vegetariano-vv-tt-con-suono-di-campane-al-vento/

Precisazione poetica di Ferdinando Renzetti: “…studio la situazione, ascolto i venti, scruto tutti i giorni l’orizzonte marittimo, l’Adriatico verde e selvaggio, prima di avventurarmi in mare, a volte se mi piace, mi lascio pure trasportare dal canto delle sirene, e poi la mia è una piccola nave, una navicella, basta poco per riparare in una piccola baia, almeno per ora feluche nere e scimitarre non se ne vedono all’orizzonte, alla fin fine trovo sempre il mio piccolo giardino dove perdermi nella contemplazione di un filo d’erba un insetto una foglia secca che si muove al vento una formica che trasporta un chicco di grano un ragno che tesse la tela un’ape che ronza su un fiore, raccolgo due pomodorini un peperoncino un po di basilico il rosmarino la cedrina un limone i corbezzoli e intanto il tempo passa e se ne va e non torna ai voglia ad aspettare, non torna mai chi sa perché, te lo sei chiesto qualche volta?

Mio commentino: “questo mi piace… infatti “il tempo passa e non aspetta!” e la vita è meglio viverla senza rimpianti”

Dublino. No alle basi NATO in Europa – Scrive Campagna anti Nato: “Cari amici, abbiamo suddiviso gli interventi dei tre giorni della conferenza di Dublino, https://retedellereti.blogspot.com/2018/11/dublino-interventi-contro-le-basi-nato.html dal 16 al 18 novembre, in tre separati video che potete ascoltare e vedere al link”

Extraterrestri, è tutta un’altra storia… – Scrive Syusy Blady: “In “Un’altra storia”, a partire dagli studi di Zecharia Sitchin, si teorizza l’ipotesi che il nostro pianeta sia stato visitato in periodi lontanissimi da antichi astronauti che non solo hanno dato all’uomo la civiltà ma lo hanno anche creato come lavoratore primitivo al loro servizio. Una storia fra la fantascienza e la mitologia, che offre una spiegazione a tanti fatti storici ed archeologici che non riusciamo a spiegare diversamente…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/gli-extraterrestri-ci-sono-in-unaltra.html

Elezioni in Donbass – Scrive Sputnik: “Secondo Putin, Kiev non ha ancora manifestato il desiderio di rispettare gli accordi di Minsk. “Non stanno facendo niente. Neppure la legge sullo statuto speciale del Donbass, che è stata adottata dal parlamento ucraino, non è ancora entrata in vigore. Tutti chiedono alla Russia di rispettare gli accordi di Minsk, mentre le autorità di Kiev non stanno facendo niente e nessuno sembra accorgersene”, ha sottolineato il presidente. Le elezioni nel Donbass si sono svolte lo scorso 11 novembre. Nella repubblica popolare di Donetsk la presidenza è andata a Denis Pushilin, già capo ad interim dello stato dopo l’assassinio di Aleksandr Zakharchenko; mentre alla presidenza della repubblica popolare di Lugansk è stato eletto Leonid Pasechnik.”

Perché l’Islam attira…? – E’ una mia lettera pubblicata da “Il Giornale”, in cui si dice che l’Islàm “attrae” perché valorizza, molto di più di ogni altra religione o ideologia, l’importanza della solidarietà e della coesione sociale. Ed è una ulteriore dimostrazione che quando una realtà è evidente, è visibile indipendentemente dalla religione che si professa. Basta essere intellettualmente onesti…” – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/11/lislam-avanza-in-italia-perche-da-un.html

Piano delle Cinque Miglia (AQ). Cancellato il viale alberato paesaggio culturale – Scrive Salviamo il Paesaggio: “Un verdeggiante viale alberato che accompagnava gli automobilisti nella traversata di quella che è stata battezzata “La Siberia italiana“ è stato cancellato: sono 70 i pini abbattuti dall’ANAS, senza alcuna analisi approfondita, senza un progetto di valorizzazione e sostituzione, solo perché hanno sempre dato fastidio agli automobilisti patiti della velocità …

L’Italia come Santuario Naturale della Biodiversità… – L’Italia può ancora fare qualcosa di buono per la natura, magari avvalendosi delle peculiarità del suo ambiente mediterraneo e montano, proponendosi come un paese conservatore di antiche sementi e della biodiversità bioregionale. Prendo ad esempio la Regione Marche, ancora abbastanza incontaminata, abitata diffusamente in piccoli centri urbani, bagnata dal mare e degradante dalla pianura alla collina sino alla montagna, che potrebbe essere il primo santuario italiano della biodiversità…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/11/la-fine-del-mondo-inizia-con-la-fine.html

Ischia. No al condono edilizio – Scrive WWF: “La sanatoria alla case abusive a seguito del terremoto del 2017 a Ischia oltre a consentire di bypassare i vincoli paesaggistici rischia anche, con una regolarizzazione affrettata degli abusi edilizi, di legittimare e perpetuare il danno erariale per il mancato pagamento delle imposte locali e delle sanzioni per l’omessa demolizione delle case abusive…”

Libertà di sciacallaggio e meretricio a mezzo stampa – Scrive Fulvio Grimaldi: “A cosa avevano fatto riferimento, Di Maio e Di Battista, quando meditando sui nostri giornalisti, hanno parlato di sciacalli e meretrici? Stabilito che nei mainstream media, quasi tutti editi da imprenditori che li utilizzano come insegne dei propri diversi negozi, non si muove foglia che l’editore non voglia, i dioscuri pentastellati avevano tratto il loro giudizio da un semplice raffronto. Quello tra l’assoluzione della Raggi e la sobria obiettività con cui le sue vicende giudiziarie erano state trattate da chi nella presunzione d’innocenza crede come alle lacrime della madonnina di Civitavecchia.” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2018/11/invocata-dai-media-mainstream-liberta.html?showComment=1542295091997#c3282798210741023434

Commento – integrazione di Adriano Colafrancesco: “Finché non riusciremo ad affrancarci dall’ancien regime che ancora imperversa, dopo aver appestato la gestione della cosa pubblica nel nostro paese negli ultimi decenni, non saremo mai liberi. Il solo fatto che siano ancora sulla scena, a pontificare, personaggi come il satrapo di Arcore, malgrado il suo corredo di crimini prescritti e condanne inflitte e non, quali referenze, l’arrogante bulletto di Rignano, Consip-ieno di sé da non vergognarsi di aver letteralmente distrutto, in pochi anni, una tradizione politica illustre, come quella della “sinistra”, che…” – Continua in calce al link soprastante

Piticchio di Arcevia. Scuola evolutiva – Scrive Loris Asoli: “… il 18 novembre, alla Comunità Nuovo Mondo di Arcevia, riprendiamo gli incontri della Scuola evolutiva comunitaria, con l’aiuto di Giorgio Degasperi, che ci condurrà a far emergere le diverse visioni individuali per farle convivere e convergere in una visione sociale partecipata e condivisa, che contenga i sogni e bisogni espressi dai partecipanti…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/11/scuola-evolutiva-bioregionale-della.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Molti di noi sono rimasti a loro volta feriti, altri sono morti: ma siamo restati fedeli alla nonviolenza, senza cedere all’odio. Non avendo preso partito, eravamo perseguitati da entrambe le fazioni [...]. Chi lavora per la pace non può vedere nessuno come nemico né fare distinzioni.” (Thich Nhat Hanh)

Commenti disabilitati

Salviamo gli Afrikaners dallo sterminio, il livellamento al ribasso, giornaloni e puttane, temi nuovi per un nuovo PD, Sheik Nasruddin saggio populista, osmosi ambientale e sistemi complessi, la società ideale, l’inseparabilità della vita, la posizione turca sulla Libia…

Il Giornaletto di Saul del 15 novembre 2018 – Salviamo gli Afrikaners dallo sterminio, il livellamento al ribasso, giornaloni e puttane, temi nuovi per un nuovo PD, Sheik Nasruddin saggio populista, osmosi ambientale e sistemi complessi, la società ideale, l’inseparabilità della vita, la posizione turca sulla Libia…

Care, cari, …i boeri erano Olandesi emigrati in sud Africa per continuare a fare quel che avevano sempre fatto: i contadini. Lì avevano trovato tanta terra da lavorare e pure risorse minerarie e pian piano, sulla loro scia, il sud Africa, che era disabitato, fu occupato da torme di emigranti africani -prima- e poi dagli eserciti inglesi che si appropriarono di tutto creando una società a sandwich alla quale chiamarono a partecipare anche gli indiani (storia ben descritta da Gandhi)… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2012/05/il-karma-e-karma-e-tutti-i-boeri.html

Confronto politico scaduto… – Scrive Morena Oro: “…ogni tentativo di dibattito o confronto oramai è reso impossibile perché si trancia sul nascere sfoderando queste due parole, razzista – antirazzista, come se fossero il Verbo sceso dall’alto, usate grandemente in maniera faziosa e presuntuosa per neutralizzare qualsiasi cosa l’altro voglia dire. Vengono sbandierate da una tale massa di gente che oramai la frattura insanabile è fra sapienti e ignoranti, fra antirazzisti e razzisti. Solo che leggendoli non è per niente lampante chi sia il sapiente, l’ignorante, l’antirazzista e il razzista. Perché si esprimono nello stesso identico modo…”

Giornaloni e libertà di stampa. Dopo il “giornalisti puttane”, ecco il pensiero di Alessandro Di Battista sull’alzata di scudi corporativista: “Come volevasi dimostrare è partita la difesa corporativista, puerile, patetica, ipocrita, conformista e oltretutto controproducente di una parte del sistema mediatico. Quando per orgoglio e malafede non sanno chiedere scusa per le menzogne scritte sulla Raggi, per la difesa a spada tratta di un sistema morente, per aver avallato il neoliberismo e tutte le sue nefandezze, partono con la solita litania: “giù le mani dall’informazione”, oppure “nessuno tocchi la libertà di stampa”… – Continua con commento di Fulvio Grimaldi e altri: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/11/13/allillustrissimo-presidente-mattarella-lettera-aperta-sulla-liberta-di-espressione-e-di-informazione/

Roma. Francesco Pazienza si racconta – Scrive Silvia Pollina: “Venerdi 16 novembre 2018, Francesco Pazienza parlerà del suo libro “Il disubbidiente” nella galleria Sallustiana. Alcuni brani del libro verranno letti dall’attore Marco Di Stefano. Segue brindisi offerto dalla casa vinicola Malena. Info: pressofficeman@gmail.com”

Sheik Nasruddin è considerato un filosofo populista e un uomo saggio, appartenente alla congrega dei sufi, egli è ricordato per le sue storie  e aneddoti  a volte spiritose, a volte sagge, ma spesso anche un po’ pazze o  prese per il  culo. Comunque ogni storia di Nasruddin  cela  un sottile umorismo ed ha una funzione pedagogica nascosta. Ma parlare dell’esistenza fisica e delle avventure  del Mullah  Nasruddin,  personaggio mitico, è un po’ come ipotizzare la permanenza  di Gesù in India… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/sheik-nasruddin-erede-musulmano-dello.html

Riace. Lucano l’affabulatore – Scrive Arcoiris: “E sì… Domenico Lucano è proprio un bell’esempio! Ma non avete ascoltato le intercettazioni telefoniche di pubblico dominio fin dall’inizio di questo caso? Questo individuo ha fatto le peggiori cose. Prima di seguire in modo acefalo il gregge, da tempo strumentale ai peggiori poteri che in questo momento stanno prendendo di mira le nostre vite, forse sarebbe meglio documentarsi un minimo su cosa faceva realmente Domenico Lucano. Coraggio ci sono comunque possibilità per un mondo migliore ma prima di avere i brividi e mitizzare chiunque dovremmo essere un po’ più accorti. Info: arcoiris@inwind.it”

Osmosi ambientale e sistemi complessi – …dal continuo scambio interno/esterno consegue che la definizione stessa dei confini del sistema non può essere “chiusa” una volta per tutte. Se è vero che i sistemi complessi hanno una propria forma di “chiusura organizzativa” , è anche vero che tali confini identitari sono in continuo movimento e ridefinizione, sia per movimenti di carattere incrementale all’interno di un complesso riconoscibile di vincoli stabili, sia per catastrofi, in cui vengono ridefiniti i vincoli..” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/ambito-bioregionale-osmosi-ambientale-e.html

UE. Liberi di obbedire (agli USA) – Scrive A.M.C. a commento dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.com/2017/11/stati-europei-liberi-solo-di-ubbidire.html -: “Questo articolo riporta quello che io penso da sempre, mi fa piacere che si cominci a parlarne e che, forse, potremmo prenderne coscienza e agire di conseguenza. Al tempo stesso mi fa molto male perché siamo totalmente schiacciati con infiltrati ovunque e sarà molto duro venirne fuori, se mai dovessimo riuscirci. L’occupazione dell’Italia e, in seguito, dell’Europa da parte degli Americani è cominciata nella mia infanzia…”

La società ideale. Nella visione spirituale di Ramana Maharshi: “Una società è l’organismo; i suoi membri costituenti sono gli arti che svolgono le sue funzioni. Un membro prospera quando è leale nel servizio alla società come un organo ben coordinato funziona nell’organismo. Mentre sta fedelmente servendo la comunità, in pensieri, parole ed opere, un membro di essa dovrebbe promuoverne la causa presso gli altri membri della comunità, rendendoli coscienti e inducendoli ad essere fedeli alla società, come forma di progresso per quest’ultima…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/11/13/societa-ideale-nella-visione-spirituale-di-ramana-maharshi/

Roma. Vegani in sala da tè – Scrive AVA: “23 novembre ore 18,30 in via Tuscolana 30 Roma, presso Sala da Tè, conferenza del Dr. Franco Libero Manco, studioso di antropologia morale, sul tema: “Perché Vegan? – Mille domande mille risposte”. Ingresso libero e gratuito. Info tel. 06.88653263

L’inseparabilità della vita – Scrive F.L.M.: “La materia di cui è fatto il nostro organismo è parte della materia di cui è fatto l’intero universo. I nostri singoli corpi sono parti dell’umanità e l’umanità è una. Se una sola parte di un organismo è sofferente l’intero organismo ne risente. Come esiste il corpo singolo, il corpo collettivo e il corpo cosmico così esiste il pensiero singolo, collettivo e cosmico. Ogni organismo vivente è la sintesi formale ed energetica di tutto il contesto planetario…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/11/14/come-il-piccolo-cosi-il-grande-la-vita-e-inseparabile-dalle-sue-espressioni/

Toscana. Trombare a spese della Regione – Scrive Enrico Galoppini: “Sarò “retrogrado” quanto volete, ma a casa mia se uno vuole farsi una “trombata” i preservativi se li compra. Invece no, per evitare le “malattie sessualmente trasmissibili” e le “gravidanze indesiderate”, questi geni della Regione Toscana (gli stessi dell’ipervaccinismo) hanno pensato bene di far pagare a tutti i contribuenti l’allegra spensieratezza dei giovani, che intendono continuare a “divertirsi” e di figli non ne vogliono proprio sapere. Non ci siamo proprio. Che messaggio è mai questo?”

Roma. Rete “Disarmo” incontra Trenta – Scrive Peacelink: “Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha incontrato, il 12 novembre 2018,  i rappresentanti di Rete Disarmo: “Ho voluto incontrare gli esponenti della società civile perché ritengo sia doveroso ascoltare tutte le voci, anche quelle che sembrano più lontane dal mondo della Difesa”, ha dichiarato la responsabile del dicastero a margine dell’incontro…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2018/11/difesa-il-ministro-trenta-incontra-rete.html

Tornare bambini (nell’animo) – Commento al pensiero poetico del Giornaletto di ieri https://saul-arpino.blogspot.com/2018/11/il-giornaletto-di-saul-del-14-novembre.html?showComment=1542190892755#c4651518913128038960 – Scrive Paola Botta Beltramo: “All’età di sei anni, poco dopo l’inizio della scuola, sognai che un ladro mi rubava un diamante. Al risveglio non compresi il sogno perché i miei familiari non possedevano diamanti…” – Continua in calce al link segnalato

La posizione turca sulla Libia – Scrive Marco Palombo: “La Turchia ha abbandonato in anticipo e in modo plateale la Conferenza sulla Libia di Palermo.  Era presente con il vicepresidente Oktay, una presenza quindi ad alto livello. Ankara insieme al Qatar è il grande sponsor in tutto il Medio oriente dei Fratelli Musulmani e di tutte le milizie libiche legate alla Fratellanza che in Libia attualmente si muovono in modo autonomo e sostengono Serraj, alleate contro l’attacco di Haftar…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/11/palermo-alla-turchia-non-piace-il.html

Ciao, Paolo/Saul
…………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Sono a favore della liberazione delle donne, ma non nella maniera in cui lo è il movimento di liberazione delle donne: esso non esprime una autentica rivoluzione e sta prendendo un verso molto reazionario, sta provando a imitare gli uomini, ma ricorda che imitare non ti renderà mai pari, al massimo farà di te una copia, l’originalità sarà perduta…” (Osho)

Commenti disabilitati

Non è più tempo di campane, lettera aperta al presidente Mattarella, l’approccio ecologista di Serge Latouche, Palermo e Libia, Donald Trump e Federal Reserve, guerre di spopolamento, lo zero metafisico, olfatto e sessualità, proto-indoeuropean culture…

Il Giornaletto di Saul del 14 novembre 2018 – Non è più tempo di campane, lettera aperta al presidente Mattarella, l’approccio ecologista di Serge Latouche, Palermo e Libia, Donald Trump e Federal Reserve, guerre di spopolamento, lo zero metafisico, olfatto e sessualità, proto-indoeuropean culture…

Care, cari, nel VI secolo dopo Cristo viene introdotta dal Papa la suonata delle campane. Il suono delle campane viene introdotto agli albori di un periodo che segnerà un inasprimento generale delle condizioni di vita: di lì a poco, il potere temporale della Chiesa diverrà assoluto. Le campane suoneranno tutte le volte che qualcuno sarà processato e condannato, tutte le volte che un eretico verrà sottoposto all’Auto da Fè, alla gogna. Succederà ogni volta che la persona torturata verrà messa su un carro e trascinata per la città, coperta di sacchi e abiti penitenziali. Tutti potranno udire il suono delle campane. Hai preso la banana? Finisci nell’acqua fredda. Hai rifiutato la Chiesa? Bruci sul rogo, al suono delle campane. Le campane suonavano sempre, ogni volta che si affacciava sul pubblico un Papa, o un vescovo, presentandosi all’altare per dettare le sue condizioni. Da 1200 anni a questa parte, la campana ha suonato ininterrottamente. Trasmettendoci un messaggio ben preciso: stai attento, perché a comandare sono “loro”. Quindi obbedisci, perché chi non l’ha fatto è finito male… (Maddalena Taroni)

Lettera aperta al presidente Mattarella sulla libertà d’informazione – Scrive Adriano Colafrancesco: “Illustrissimo Presidente Sergio Mattarella, ha perfettamente ragione quando afferma che “la libertà di stampa ha un grande valore, perché, anche leggendo cose che non si condividono, anche se si ritengono sbagliate, consente e aiuta a riflettere”. Mi domando, però, questo vale anche per la malversazione giornalistica a fini di denigrazione ad opera di prestigiose testate giornalistiche?…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/11/13/allillustrissimo-presidente-mattarella-lettera-aperta-sulla-liberta-di-espressione-e-di-informazione/

Sepoltura ecologica – Scrive Marinella Correggia a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/03/18/sepoltura-nella-nuda-terra-e-liberta-di-cremazione-ecologica-proposta-di-legge-popolare-disattesa/ -: “Carissimo Paolo, l’idea della sepoltura ecologica è bellissima, non sapevo ti fossi occupato anche di questo (ma conoscendoti, avrei dovuto sospettarlo!). Anni fa scrissi qualcosa sul Manifesto a proposito della possibilità di essere sepolti nei prati. A me la cremazione non pare soluzione migliore ma forse gli specchi ustori la migliorano. Paolo, senti, noi che colleghiamo ecologia e guerre (visto che non siamo tanti) dobbiamo farlo in modo più perentorio. Un abbraccio a Caterina, prima o poi dobbiamo occuparci dei lavori nella zootecnia..”

Mia rispostina: “Cara Marinella, l’occasione migliore per parlare di tutti i nostri progetti potrebbe essere  durante la Festa dei Precursori che si tiene qui a Treia attorno al 25 aprile … comincia a metterla in agenda, un abbraccio”

L’approccio ecologista di Serge Latouche – …Come sappiamo il professor Serge Latouche è tra gli avversari più noti della globalizzazione del pianeta e un sostenitore della decrescita conviviale e del localismo. Conosciuto per i suoi lavori di antropologia economica mira a proporre nelle sue opere il concetto dell’economico, rifacendosi alla definizione di economia sostanziale, intesa come attività in grado di fornire i mezzi materiali per il soddisfacimento dei bisogni delle persone. Egli critica, attraverso argomentazioni teoriche solide e con un approccio empirico il concetto di sviluppo e le nozioni di razionalità ed efficacia economica… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/lapproccio-bioregionale-di-serge.html

Rimini. Senza glutine – Scrive AVI: “L’Associazione Vegetariana Italiana sarà al Gluten Free Expo a Rimini dal 17 al 20 novembre. Gluten Free Expo nasce come il primo evento internazionale dedicato ai prodotti senza glutine e lattosio. Vieni a trovarci, padiglione C7 stand M07. Info: aurigemma.dr.ciro@gmail.com”

Palermo. I distruttori della Libia ora si camuffano da salvatori – Scrive Manlio Dinucci: “La Conferenza internazionale “pro-Libia” si è svolta il 12-13 novembre a Palermo, in quella Sicilia che sette anni fa è stata la principale base di lancio della guerra con cui la Nato sotto comando Usa ha demolito lo Stato libico. Essa veniva iniziata finanziando e armando in Libia gruppi islamici ostili al governo di Tripoli e infiltrando nel paese migliaia di commandos qatariani camuffati da «ribelli libici». Veniva quindi lanciato, nel marzo 2011, l’attacco Usa/Nato durato 7 mesi. L’aviazione effettuava 30 mila missioni con impiego di oltre 40 mila bombe e missili…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/11/13/palermo-i-distruttori-si-travestono-da-salvatori-della-libia/

Integrazione di Marco Palombo: “Cristiana Mangani sul Messaggero di martedì 13 novembre scrive che la principale questione al centro della Conferenza di Palermo sulla Libia è il piano ONU per avere una sola Banca Centrale Libica che gestisca tutte le entrate petrolifere. Quelle che arrivano dai territori amministrati da Tripoli e quelle che arrivano dai territori amministrati da Tobrouk…” – Continua al link soprastante

Donald Trump e Federal Reserve. Un rapporto complicato – Scrive Brandon Smith: “…avevo già previsto una possibile guerra fra Trump e la FED e avevo descritto la strategia utilizzata dai globalisti per ridurre l’economia americana [e utilizzarne il calo] come mezzo per favorire il sostegno popolare ad un sistema monetario globale, controllato dal FMI e anche dalla Banca dei Regolamenti Internazionali. Questa è una strategia che hanno apertamente discusso nelle loro pubblicazioni. Tanto per esseri chiari, la FED ha veramente agito da forza distruttiva all’interno dell’economia degli Stati Uniti…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/11/il-rapporto-complicato-tra-donald-trump.html

Appignano. Clima – Scrive Alberto Meriggi: “Il Convegno “Andamento del clima nelle Marche centro meridionali” si svolgerà nella Sala Eventi del Comune di Appignano (Piazza Umberto I) il 24 e 25 novembre 2018. Il pranzo di Sabato 24 sarà offerto ai relatori e ai soci presenti dal Comune di Appignano, in collaborazione con la sezione Auser locale. Info: studistoricimaceratesi@gmail.com”

Sovrappopolazione e guerre di spopolamento dalla più remota antichità – Scrive Rosa Ronzitti: “Il motivo della “guerra di spopolamento” rappresenta un caso di concordanza greco-indiana da tempo noto agli studiosi: tanto le saghe di Troia e di Tebe quanto il grande scontro fra Pāṇḍava e Kaurava erano infatti motivati, sub specie divina, come interventi volti a riequilibrare il rapporto fra popolazione e ambiente…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/11/guerre-di-spopolamento-il-problema.html

Piombino: Sogni e altiforni. Recensione – Scrive Gianni Donaudi: “Di Gordiano Lupi & Cristina de Vita: “Sogni e altiforni – Piombino Trani senza ritorno”. Sfogliando questo libro sembra quasi di sentirlo il profumo del tempo passato, l’odore della nostalgia, di quella sana, dolce nostalgia che fa bene al cuore. Quella che libera le menti verso i tempi andati e costruisce un gigantesco dribbling fra tanti amori perduti che in fondo non lo sono mai del tutto. Sono l’amore per una donna e quello per il calcio… – Info: lupi@infol.it”

Quello zero metafisico che non piaceva alla chiesa – Tutta la conoscenza filosofica e scientifica nasce in India, un paese considerato dai cristiani retrogrado e dedito all’idolatria. Il primo ad aver descritto lo zero è stato un grande matematico indiano, Brahmagupta, vissuto tra il 598 e il 668 dopo Cristo e autore di un libro, il Brahmasphuta Siddhānta, dove, secondo lo storico Carl Boyer, propone «il primo esempio di aritmetica sistematica comprendente i numeri negativi e lo zero…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2018/11/quello-zero-ateo-e-metafisico-che-non.html

Migranti e globalizzazione. Quel che possiamo fare… – Scrive G.Z.: “…Non nego certo il problema dei migranti che è del tutto evidente e andrebbe affrontato nella sua complessità senza scorciatoie ideologiche. Fin dai primi anni 80 abbiamo assistito a ondate successive di cinesi poi slavi, albanesi, nordafricani, romeni e africani… quasi ogni famiglia ha avuto in casa una badante dell’Est o dell’estremo oriente, l’economia e la vita sociale di città come Prato è stata completamente stravolta dalla presenza massiccia di cinesi. Non mi dilungo oltre, c’è così tanta letteratura, film, studi e ricerche sull’argomento che qualunque esperienza e punto di vista personale appare riduttivo; essendo un problema globale che investe tutti i paesi del mondo, noi, in questa Italietta da avanspettacolo possiamo solo fare le nostre scelte….”

Olfatto, estetica e sessualità – L’olfatto, si sa, è il primo senso che si è sviluppato negli esseri viventi. Attraverso l’olfatto, più che per mezzo degli altri sensi, gli animali sono in grado di riconoscere il mondo che li circonda, la loro vita è tutta una mappa di odori. Ovviamente è stato così anche per l’uomo, soprattutto fino all’avvento della società industriale che con i suoi forti olezzi ha tarpato ed ottenebrato la capacità olfattive dell’uomo… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/11/lalimentazione-bioregionale-aiuta.html

Treia. Performance e libraria – Scrive Barbara Rossetti: “Onorata di avere come “artista” la Nostra Amica Morena Oro al centro Adesso Yoga (Via Bellamore 1) di Treia, domenica 18 novembre 2018, alle ore 17:30. Presenterà la sua nuova Creatura, il suo nuovo libro, la sua nuova performance: “IL SOSPIRO DI MEDUSA.” Prepariamoci ad immergerci nelle nostre profondità per poi risalire in uno squarcio di luce… personalmente questo è quello che provo ad ogni performance della Oro”

Proto-indoeuropean culture – The following genetic analysis shows the origins of the indo-European patriarchal pastoral culture called Kurgan (from the tumuli used to bury the dead). This is very intriguing since the birthplace of Arian civilization is halfway between Europe and the Indus Valley. This culture, also mentioned by Archaeologist M. Ginbutas in his book on the disappearance of matriarchy in ancient Europe (attributed to the Kurgan invasion), was deeply rooted in the North of India, passing through Iran to all Europe, Italy and Greece included. Indeed, all European languages are of Indo-European matrix as Sanskrit… – Continue (con testo italiano): https://bioregionalismo.blogspot.com/2017/10/proto-indo-european-culture-and-aryan.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Osserva un bambino che raccoglie conchiglie sulla spiaggia: è più felice dell’uomo più ricco del mondo. Qual è il suo segreto? Quel segreto è anche il mio. Il bambino vive nel momento presente, si gode il sole, l’aria salmastra della spiaggia, la meravigliosa distesa di sabbia. È qui e ora. Non pensa al passato, non pensa al futuro. E qualsiasi cosa fa, la fa con totalità, intensamente; ne è così assorbito da scordare ogni altra cosa. Il segreto della felicità è tutto qui: qualsiasi cosa fai non permettere al passato di distrarre la mente e non permettere al futuro di disturbarti.” (Osho)

Commenti disabilitati

Sepoltura ecologica, firma per fermare la crescita, Platone e la caverna dell’illusione, liberi di obbedire (agli USA), processo all’etologia, reincarnazione e processo evolutivo

Il Giornaletto di Saul del 13 novembre 2018 – Sepoltura ecologica, firma per fermare la crescita, Platone e la caverna dell’illusione, liberi di obbedire (agli USA), processo all’etologia, reincarnazione e processo evolutivo

Care, cari, mi scrive Gianfranco Blek Mancini a commento dell’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/11/12/lascero-il-corpo-a-treia/ -: “Giusto porsi per tempo le risoluzioni / io preferirei essere cremato e, come dicevo da “adolescente”, se si potrà (considerando il continuo cambio di leggi in materia) che le mie ceneri siano sparse al vento (già in vita terrena trovo le restrizioni multiple ,che almeno al termine non vi siano circoscrizioni materiali di sorta….”

Mia rispostina: “Beh, in un primo tempo avevo chiesto che il cadavere venisse interrato nel mio terreno, poi visto che non si poteva fare, ho chiesto che venisse cremato e le ceneri date alla mia compagna e distribuite a chi ne facesse richiesta” – Ed a proposito della sepoltura ecologica questa era la nostra proposta presentata alla Camera: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/03/18/sepoltura-nella-nuda-terra-e-liberta-di-cremazione-ecologica-proposta-di-legge-popolare-disattesa/

Palermo. Buoni risultati per la CAC – Scrive Roberto: “L’11 novembre si è conclusa la fiera FàLaCosaGiusta a Palermo, alla quale la CAC era stata invitata. L’incontro è andato bene, gli organizzatori ci hanno dato spazio e hanno riconosciuto l’importanza della Campagna per l’Agricoltura Contadina. Info: roberto@ifruttidellaterra.it”

Firenze. Segreti di Pulcinella – Scrive Massimo Acciai: “Presentazioni dell’antologia per i 15 anni della rivista Segreti di Pulcinella. Le presentazioni si terranno a Firenze: – sabato 17 al ristorante “I tarocchi” (Via dei Renai, 12) alle 16 – domenica 18 al bar Nabucco (Via XXVII aprile, 28R) alle 17 – Info: massimoacciai@alice.it”

Firma per fermare la crescita – Scrive WeMove.EU: “L’economia può crescere all’infinito? 238 scienziati hanno un’idea migliore e ci stiamo unendo a loro. Ecco 4 cose che l’Ue può fare per il benessere di molti, smettendo di inseguire ciecamente una crescita folle, che alimenta i ricchi e distrugge il pianeta….” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/11/firma-anche-tu-per-fermare-la-crescita.html

Commento di Gloria Germani: “…sono parecchi anni che cerchiamo di mettere in luce lo sbaglio gigantesco che sta alla base dell’idea recente di Crescita economica! Un’idea che – insieme alle altre parole tossiche: sviluppo, progresso – sta distruggendo la terra e noi tutti!”

Platone e la caverna dell’illusione – Scrive Simon Smeraldo: “Tutto, attorno a noi, ci comunica lo stesso messaggio: non si può essere liberi, non siamo immortali, la realtà è tutta quello che vedi, e così via. La realtà è quella che vogliono farci sembrare che sia. Gioco di prestigio, illusione… ombre proiettate sulla parete davanti ai nostri occhi…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/11/platone-e-la-caverna-dellillusione.html

Scie chimiche. Denuncia pubblica – Scrive Stefania Marchesini: “Chi fosse interessato a compilare una denuncia pubblica su come lo Stato Italiano abbia SECRETATO, come Top Secret, qualcosa che avviene NEI NOSTRI CIELI DA QUASI 20 ANNI, chiami al: 393476344215”

UE. Liberi di obbedire (agli USA) – Scrive Global Research: “ Clausole segrete della NATO stabiliscono che gli USA possono deporre i governi europei su ordine della Casa Bianca, e gli USA lo fanno. Hans Otto svelò la lista di politici europei da eliminare. I documenti stabilivano gli assassinii da attuare “nel caso X”, caso che potrebbe riferirsi a proteste di massa contro i governi appoggiati dagli USA, o a una vittoria elettorale di un partito genuinamente alternativo…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2017/11/stati-europei-liberi-solo-di-ubbidire.html

Valle del Sacco. Bonifica col vetiver – Scrive Benito Castorina: “Il vetiver è ricco di cellulosa! Bonifichiamo la Valle del Sacco   e produciamo carta col vetiver così creiamo posti di lavoro, eliminiamo la plastica e bonifichiamo aria e mare! Questo è il mio progetto basato su una ricerca e sperimentazione fatta col mio vetiver in collaborazione con ENEA Casaccia, CREA e Università di Roma1 a Colleferro…”

Firenze. “Processo all’etologia” – Scrive Restiamo Animali: “Perché le scienze del comportamento minacciano l’animalità? Ce lo spiegherà Francesco De Giorgio, biologo, etologo, attivista antispecista, che molto scrive e ragiona intorno al rischio di una etologia asservita allo sfruttamento e alla coercizione animale. Incontro a Firenze, il 30 novembre 2018, presso Oratorio Salesiano di Via Gioberti…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2018/11/firenze-30-novembre-2018-processo.html

Roma. L’Atac resti pubblica – Scrive A.C.: “Flop del referendum radical-chic che chiedeva la privatizzazione dell’ATAC di Roma. La gente infatti, consapevole della truffa che si cela dietro le “miracolose” privatizzazioni, le ha percepite per quello che realmente sono: rapine e ruberie a danno della collettività e a vantaggio di oligarchie finanziarie e simili che imbrogliano, controllando e pilotando truffaldinamente i mezzi di distrazione di massa. A quando il referendum sulla fine Rai?…”

Reincarnazione e processo evolutivo – L’agglomerato psichico che manifesta una nuova forma chiaramente parte da una “memoria”, l’appropriazione da parte dell’io individuale di quella memoria fa parte del meccanismo identificativo… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/reincarnazione-e-processo-evolutivo_12.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Amato Dio, ricarica il mio corpo con la Tua vitalità. Ricarica la mia mente con il Tuo potere spirituale. Ricarica la mia anima con la Tua gioia, con la Tua immortalità. Realizzando il Sé nel profondo del mio essere, troverò l’emancipazione che conduce a Te.” (Paramhansa Yogananda)

Commenti disabilitati