Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Minniti nel mirino, Tuscia e draghi cinesi, Dio è un’ipotesi, la strategia dell’invasione, il clima deciderà per tutti, Barcellona: terrorista morto non parla, il vegetarismo non è una cura…

Il Giornaletto di Saul del 21 agosto 2017 – Minniti nel mirino, Tuscia e draghi cinesi, Dio è un’ipotesi, la strategia dell’invasione, il clima deciderà per tutti, Barcellona: terrorista morto non parla, il vegetarismo non è una cura…

Care, cari, perché la minaccia post-Barcellona di attentati terroristici contro l’Italia, diramata da Rita Katz (per conto dell’Isis) andrebbe dato più rilievo che alle passate smargiassate contro papa e Colosseo? Perché prima non risultava esseri motivo per impartire all’Italia una qualche lezione imperiale via terroristi sedicenti islamisti. Le minacce erano fuffa, fumo che obnubilasse un po’ di cervelli perché chiedessero “Strade sicure”, soldati agli angoli della metro e accettassero le intemerate della Boldrini per l’accoglienza senza se e senza ma e contro le fake news. Poi nell’opinione pubblica è incominciato a muoversi la sensazione che con tutti questi migranti, qualcuno puntava a fregarci. La coperta buonista su certe malefatte in mare veniva lacerata da politici e magistrati. E, a coronamento dell’insubordinazione al piano imperialista, appaltato Soros, un ministro italiano (Minniti), che non ha imparato la lezione Moro, è uscito dallo sgabuzzino delle scope e ha messo la mordacchia a un anello della filiera criminale che svuota paesi per alluvionarne altri. Insomma è spuntato qualcosa e qualcuno che minacciava di far vedere nudo il re. E Rita Katz ha tuonato… e non può sorprendere che Rita Katz, israeliana ex-ufficiale di Tsahal e da allora e sempre agente dei servizi israeliani, abbia costruito il meccanismo per il quale ogni azione e ogni parola del terrorismo jihadista entri nel conscio e nel subconscio del mondi da condizionare… – (Fulvio Grimaldi)… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/08/20/con-lalt-ai-barconi-ed-alle-ong-le-minacce-di-attentati-terroristici-contro-litalia-assumono-forma-concreta-povero-minniti-non-ha-imparato-la-lezione-moro/

Mio commentino – “Al lavoro per il grande israele…. Se si osserva l’espansione della canea islamo-estremista nei paesi mediorientali e del nord Africa si noterà che si pone ai lati dello stato sionista, a destra ed a sinistra, sopra e sotto. Israele resta però intoccato, anzi c’è uno stretto rapporto di collaborazione fra sion e tagliagole. Per non parlare di altre segrete forme di “aiuto” e “santa” alleanza…”

Commento di Riccardo Oliva: “Mentre il SITE della spia israeliana Rita Katz ci dice che l’Italia è il prossimo obiettivo dell Isis (e quindi vista la fonte così “sicura”, quella dove si abbeverano tutti i giornalisti assetati di notizie, bisognerà per forza di cose crederci) interessanti reazioni e cambi importanti di strategia geopolitica stanno avvenendo nel contesto arabo. Si sta creando una tenaglia molto pericolosa contro il fanatismo wahabita di stampo saudita, luogo dove nascono le centrali mediatiche e terroriste più note. Ora sarà interessante capire come si comporteranno gli Usa, che non potranno più fare il doppio giochismo solito se vorranno partecipare ad un tavolo e non lasciare il campo indisturbato alla Russia di Vladimir, artefice della vittoria militare!”

Cinesi turisti in Tuscia – Scrive A.K.: “…una commissione di operatori turistici cinesi ha sondato la possibilità di trasferire parte dei vacanzieri del loro Paese nella Tuscia. La storia che ha particolarmente incuriosito la delegazione è stata quella sul drago di pietra del parco dei mostri di Bomarzo che, avendo le ali di farfalla, rappresenta un drago cinese, essere positivo che scaturisce dalla terra, a differenza del drago europeo con le ali di pipistrello che invece rappresenta il male…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/08/alla-scoperta-della-tuscia-in-cina.html

Bologna. Manifestazione contadina – Scrive CIR: “Bologna per il 9 settembre 2017 (https://labasoccupato.com/2017/08/16/riapriamolabas-grande-manifestazione-9-09-17-bologna/) manifestazione contro gli sgomberi. Appello a tutte le realtà nazionali ad essere presenti per uno spezzone contadino del corteo, considerando che con Labas è stato sgomberato anche un mercato contadino autogestito…”

CampiAperti. Biodiversità agricola e culturale – Scrivono Germana e Carlo: “CampiAperti è una realtà fatta di teste molto diverse l’una dall’altra. Malgrado questa disomogeneità abbiamo trovato il modo e l’equilibrio necessari per procedere compatti insieme e per costruire una comunità importante intorno al tema della autodeterminazione alimentare…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/08/bologna-9-settembre-2017-difendiamo-la.html

Il mondo virtuale diventa reale – Scrive Roberto Tumbarello: “Tutti felici col cellulare in mano. Ha sconfitto la noia e la timidezza. Ma ci ha creato mille problemi, non solo economici. C’è più spazio per pochi tecnici e ingegneri ma non per i manovali. Abbiamo esteso il sistema ai nostri conti in banca e ora stupidamente anche alle elezioni. Credendo di guadagnare tempo e denaro, apriamo le porte agli hacker. Se il progresso non si può fermare, almeno limitiamone i danni. Se no a gestire i nostri risparmi ed eleggere chi ci governi, non sarà il popolo ma la criminalità, che è più all’avanguardia di noi. Tra le truffe e le trappole che ogni mattina troviamo sul computer ci sarà anche il nome del nuovo Presidente…?”

La Natura esiste ed è tangibile… Dio è solo un’ipotesi – Ai primordi della cultura umana la differenza fra Natura e “divinità” era impercettibile, la speculazione filosofica non era arrivata a presupporre un creatore separato, in quanto autore della creazione. Infatti nella antica tradizione matristica e panteistica la Natura coincideva con la Madre Universale, la quale da se stessa ed in se stessa produce tutti i fenomeni, manifestando tutte le forme. In questa visione non vi è alcuna separazione o differenza fra la Matrice e le sue emanazioni, viventi o amorfe che siano. Animali, piante, montagne, corsi d’acqua, mari, cielo stellato, luna, esseri umani… tutto compartecipa ed è espressione dell’atto creativo, parte indivisibile di un Unicum. – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/20/la-natura-esiste-ed-e-tangibile-dio-e-solo-unipotesi/

Commento di Lorenzo Schiavo: “La cultura di cui siamo imbevuti, rispecchia una raccolta di libri antichi rimaneggiati più e più volte da chi li ha tradotti per asservire i credenti ai loro interessi! Il passaggio da Dea madre a Dio padre comincia con le prime civiltà avanzate, con la scrittura è l’organizzazione sociale, in pratica quando l’uomo comincia ad allontanarsi dalla natura per altri interessi (potere e denaro)…” Continua in calce al link con altri commenti…

Il clima deciderà per tutti – Scrive Filippo Mariani: “Il Clima ha sempre condizionato la vita sul nostro pianeta incidendo profondamente sull’evoluzione di tutti gli esseri viventi, uomo compreso… (…)… Il nostro futuro sul pianeta come sarà? Certamente la situazione si evolverà in peggio. Stando alle ultime proiezioni presentate dagli scienziati si prevede una estremizzazione dei fenomeni meteorologici, con conseguente degrado dell’ambiente e, quindi: lunghe siccità, incendi di foreste sempre più estesi, alluvioni catastrofiche, frane e smottamenti, il tutto a danno dell’incolumità delle persone e poi a danno delle economie nazionali…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/08/mutazione-delle-condizioni-climatiche-e.html

Terroristi. Sfuggiti di mano – Scrive Carlos Murgia: “HIllary Clinton ha ammesso: “Ah, Isis è una nostra creazione, purtroppo ci è sfuggita di mano”, così ora, dopo aver armato Isis con i soldi dei contribuenti. Il tutto, per la felicità degli armaioli. Del resto, in passato, la medesima criminale di guerra Hillary Clinton aveva pure ammesso “Ah, Al Quaeda è stata un nostra creazione, ma poi ci è scappata di mano, e abbiamo dovuto combatterla”, come sopra, sempre per la felicità degli armaioli…”

Trump sarà rovesciato – Scrive Maurizio Blondet: “Se Trump sarà rovesciato, come appare sempre più evidente, dal putsch del Deep State  mascherato da rivolta   delle “minoranze razziali”), potremo archiviarlo in quel  triste scaffale della  storia degli insipienti  che non seppero veder arrivare le rivoluzioni, e finirono per questo molto male,  da Luigi XVI allo sfortunato Nicola II di Russia.  Molto  più in basso però nello scaffale, si capisce . Vicino a Berlusconi, forse più sotto ancora.  Forse altri populisti potranno almeno apprendere   questa lezione: che   quando si sfidano davvero i poteri forti,   il dilettantismo uccide. ..”

Mio commentino: “Scrivevo a Marinella Correggia nel novembre del 2016: “Insomma per gli amanti della “democrazia” ci sono buone speranze che il mandato di Trump duri poco. Ma questo non significa che sia a portata di mano “quell’alternativa che escluda proprio le caratteristiche salienti e complementari di quei due figli del privilegio crudele…” da te auspicata. Credo che la specie umana non sia ancora matura per questa opzione, forse sarà necessaria una estinzione di massa ed un nuovo inizio. Quando, come, perché? Non lo sappiamo, sono però fiducioso che l’intelligenza infine trionferà….”

La strategia dell’invasione musulmana – …giornalmente appaiono notizie sul flusso ininterrotto di migranti che parte dalle coste della Libia. Sono migliaia e migliaia questi “profughi”. Ma non so se il termine con cui vengono qualificati è corretto, poiché solo un’infima percentuale di essi è composta da persone che sfuggono alle guerre. La stragrande maggioranza è composta di giovani all’avventura. Molti -per ammissione degli stessi enti di controllo- sono affiliati o simpatizzanti dell’Isis e di altre organizzazioni terroriste. Perlopiù trattasi di giovani musulmani maschi in piena forma fisica. Insomma è un “esercito” che con l’aiuto delle nostre istituzioni sta invadendo l’Italia… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/08/il-meticciato-incombe-linvasione.html?showComment=1503219183287#c6710986639554247090

Commento di V.Z.: “Dopo l’invasione nazista e quella statunitense la storia ci ha riservato quella islamica clandestina sostenuta dai collaborazionisti governativi autorazzisti. Non c’è scampo, bisogna rovesciare il regime eurista antitaliano mai eletto da nessuno. Con ogni lecito mezzo possibile utile allo scopo…”

Barcellona. Tutti uccisi, terrorista morto non parla – Scrive Fulvio Grimaldi: “Passa il furgone, fa il suo bravo macello e il conducente riesce a darsi alla fuga. Tra migliaia di persone e decine di poliziotti tutt’intorno. Vabbè. In compenso, il passaporto del personaggio da incriminare ce l’abbiamo, trovato sul cruscotto. Vabbè. Visto quanto di interessante era successo a 200 km a sud di Barcellona, vediamo un po’ cosa succede a 100 km a nord, Ripoll. Senza il minimo dubbio, la cellula islamista stava qua. Così ne arrestiamo un po’, altri li dichiariamo in fuga e la stampa avrà l’osso da rosicchiare e i congiunti delle vittime di che confortarsi…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/08/barcellona-terrorista-morto-non-parla.html

Commento di T.D.B.: “Temo maledettamente qualcosa di brutto prima delle elezioni. Già ne iniziano a parlare, per farci abituare. Hanno bisogno di incutere paura per dare i voti alla destra. Hanno bisogno di fermare il cambiamento. E’ successo ogni volta prima di elezioni….”

Vegetarismo ed alimentazione biologica – Scrive Franco Libero Manco: “Se il tuo stile di vita induce il tuo organismo a produrre una malattia, sperare di guarire senza mutare il tuo stile di vita è pura illusione. Se si consumano vegetali coltivati su un terreno carente di un certo minerale anche il nostro organismo accuserà la medesima carenza, in tal caso la cosa migliore è far uso dei prodotti naturali biologici…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/08/20/il-vegetarismo-in-se-stesso-non-e-una-cura-miracolosa/

Vi saluto, ciao, Saul/Paolo
………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’umanità progredisce lentamente, simile ad un fiume che segue il proprio corso; e come una goccia d’acqua non può più risalire verso la sorgente, così l’uomo non può opporsi alla corrente che lo trascina. Il fiume corre verso il mare. L’umanità si dirige verso qualcosa più grande di lei.” (Teilhard De Chardin)

Commenti disabilitati

Auser Onlus, il ritorno della Grande Madre, il miracolo di Ginevra Di Marco, Buddha in parole semplici, obsolescenza programmata, numerologia e filosofia…

Il Giornaletto di Saul del 20 agosto 2017 – Auser Onlus, il ritorno della Grande Madre, il miracolo di Ginevra Di Marco, Buddha in parole semplici, obsolescenza programmata, numerologia e filosofia…

Care, cari, Auser Onlus, nata nel 1989 per iniziativa della CGIL e del Sindacato dei pensionati SPI-CGIL, si propone di contrastare ogni forma di esclusione sociale, migliorare la qualità della vita, sostenere le fragilità, diffondere la cultura e la pratica della solidarietà e della partecipazione, valorizzare l’esperienza, le capacità, la creatività e le idee degli anziani, sviluppare i rapporti di solidarietà e scambio con le generazioni più giovani.. – Continua con notizie sulla sezione di Treia: https://auser-treia.blogspot.it/2017/08/auser-nazionale-onlus-storia-e-finalita.html

La strategia di Vladimir Putin – Scrive Michael Rosenblum: “Dopo il crollo dell’Unione Sovietica gli Stati Uniti sono diventati l’unica superpotenza, e né la Russia, né qualsiasi altro paese poteva rivaleggiare con gli USA e la sua incredibile potenza di fuoco. Dunque Putin sapeva che, se egli non avesse agito, gli Stati Uniti avrebbero governato il mondo ancora per un altro secolo. Tuttavia Putin non è solo un’abile spia, ma anche un maestro di judo, uno sport nel quale il combattente più debole usa la forza del suo avversario contro quello stesso. Per il presidente russo, essendo di piccola statura, questo era l’unico metodo per battere i suoi avversari…”

Commento di Roberto Calcini: “Basta leggere il cognome del sedicente giornalista per capire tutto senza nemmeno leggere l’articolo …la redde rationem sta per arrivare per gli “auto – eletti”…”

Il ritorno della Grande Madre: “Il potere della “Grande-Madre” (Signora del Cobra) ha in sé la forza del sapere sciamanico salvifico e divinatorio, espresso anche dalla “Sibille” e da tutte le ancelle-rappresentanti della Dea. Questo potere suscitava reazioni distruttive e disruptive nelle Gerarchie del monoteismo mosaico, paternalista e maschilista, che, proprio per paura di perdere i loro privilegi, diventano estremamente pericolose e una continua minaccia per la stabilità sociale e politica…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/la-grande-madre-ritorna.html

Striscia di Gaza. Contribuire a mantenere aperta la Biblioteca – Scrive Amalia Navoni: “Chi volesse aiutare il ragazzo Mosab Abu Toha a far funzionare e continuare a tenere aperta la biblioteca nella striscia di Gaza, può inviare un contributo. Info: amalia.navoni@fastwebnet.it”

Consumismo ed obsolescenza programmata – Scrive Carlos Murgia: “L’obsolescenza programmata è la pratica industriale in forza della quale un prodotto tecnologico di qualsiasi natura è deliberatamente progettato dal produttore in modo da poter durare solo per un determinato periodo, al fine di imporne la sostituzione. I metodi con cui sarebbe attivato tale processo sono l’utilizzo di materiali di qualità inferiore o componenti facilmente deteriorabili o talvolta l’utilizzo di sistemi elettronici creati ad hoc. I costi di riparazione poi risultano superiori a quelli di acquisto di un nuovo modello…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/08/consumismo-obsolescenza-programmata-e.html

Obama. Bombarolo accurato – Scrive C.M.: “…un amico del M5S ha postato una notizia su Obama: “solo nel 2016 il premio Nobel per la Pace, Obama, ha permesso che fossero sganciate ben 26.172 bombe su ben sette Paesi sovrani (Siria, Iraq, Afghanistan, Libia, Yemen, Somalia e Pakistan)”. Adesso leggendo un articolo del Pacco Quotidiano trovo la notizia che “solo nel 2016 il premio Nobel per la Pace, Obama, ha permesso che fossero sganciate ben 26.172 bombe su ben sette Paesi sovrani (Siria, Iraq, Afghanistan, Libia, Yemen, Somalia e Pakistan).” – SEMBRANO UGUALI? Infatti lo sono! Ma possibile che nessuno si chieda COME MAI LE “BOMBE DI OBAMA” furono proprio 26.172 e non 26.173 o ‘74 o ‘75? Caspita che precisione!”

San Cesario sul Panaro. Il miracolo di Ginevra Di Marco – Scrive Caterina Regazzi: “Ormai quando arriva lo fiuto nell’aria e, complice feisbuk, avevo saputo già da giorni che sarebbe arrivata proprio vicino a casa mia, a San Cesario sul Panaro, nell’ambito del festival “Arcipelaghi Sonori” del 18 agosto 2017. Poi quando lei arriva si instaura una specie di tam-tam: gli amici che ormai come me, la conoscono, cominciano a mandare sms e mail e a scambiarsi la notizia e un “Ci sei?”, come se un dono prezioso fosse lì a disposizione di tutti e…. come non approfittarne? Ma mi rendo conto di non averla ancora nominata, lei è Ginevra Di Marco…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/08/san-cesario-sul-panaro-il-miracolo-del.html

Post Scriptum – Ho scritto al Gruppo della Di Marco per sondare la possibilità di un eventuale concerto a Treia. Ci sono due situazioni là dove vi vedrei bene: o nel bellissimo teatro ottocentesco o nel parco di Villa Quiete detta anche Villa Spada. Sono già un paio di estati che questo ultimo luogo viene utilizzato per concerti di piccoli gruppi che fanno musica “colta”: arpa celtica, blues, ecc. Per quest’anno credo sia ormai tardi, ma non si sa mai…”

Buddha, in parole semplici e chiare – Scrive Rita De Angelis: “Nel mondo attuale conviviamo ormai con molteplici religioni e dottrine di vita, una tra queste il Buddismo ed il suo stile di vita, che accompagna nel cammino dell’esistenza i Monaci ed i loro seguaci. Si narra il che Buddha nacque introno al 465 a. C. da una ricca famiglia della stirpe Shakya che dominava una parte dell’India himalayana.  Fu allevato e crebbe nel lusso principesco, si sposò ed ebbe anche un figlio. Ma anche lui conobbe le miserie umane, un vecchio, un cadavere ed un mendicante…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/19/buddha-e-buddismo-in-parole-semplici-e-chiare/

Petacciato (Cb). Camminate consapevoli – Scrive Emanuela: “Da giovedì 7 a domenica 10 settembre 2017 si camminerà, partendo a piedi dalla Fattoria Di Vaira, e si arriverà a piedi alla spiaggia della pineta di Petacciato. I posti sono limitati (una quindicina in tutto). Il Deep Walking sono tecniche mutuate da diverse tradizioni (zen, orientali, sciamaniche) e rielaborate da Luca Gianotti per usare il camminare come strumento di armonia e consapevolezza. Info: info@fattoriadivaira.it”

Numerologia, religione e filosofia – Scrive Angela Braghin: “Il più illustre filosofo e pensatore che si dedicò all’approfondimento dello studio dei numeri è Pitagora, che di quella “scienza psichica” che comunemente è conosciuta con il nome di “numerologia” ne ha fatto un vero e proprio strumento che è servito da faro a tutti gli studiosi che lo hanno seguito sullo stesso sentiero di indagine, poiché i suoi studi sono serviti da premessa per scienze quali la geometria e l’astronomia. Padre dell’aritmetica, ai suoi studenti, che selezionava in base alla capacità di associare un messaggio ad un simbolo, egli soleva dire: tutto è numero…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/la-simbologia-dei-numeri-numerologia.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Il popolo, la democrazia, sono belle invenzioni: cose inventate a tavolino, da gente che sa mettere una parola in culo all’altra e tutte le parole nel culo dell’umanità.” (Leonardo Sciascia)

…………………….

“Se vuoi cambiare il mondo prima devi cambiare il tuo paese, per cambiare il tuo paese devi cambiare la tua famiglia, per cambiare la tua famiglia devi cambiare te stesso” (Confucio)

Commenti disabilitati

USA: muoia Sansone con tutti i filistei, la “integrazione” in stile musulmano, ambiti bioregionali e identità locale, la pazzia che è saggezza…

Il Giornaletto di Saul del 19 agosto 2017 – USA: muoia Sansone con tutti i filistei, la “integrazione” in stile musulmano, ambiti bioregionali e identità locale, la pazzia che è saggezza…

Care, cari, …le istituzioni statunitensi sono disposte a perseguire politiche indipendentemente dall’assenza di basi evidenti; in contrasto con gli interessi dei supposti amici ed alleati e completamente prive di qualsiasi conoscenza o riferimento alle realtà storiche. Il risultato delle ultime sanzioni è creare una situazione pericolosa che potrebbe facilmente portare a una guerra nucleare. Contrariamente alle credenze bizzarre di certi politici statunitensi, non ci sarebbero vincitori con tale risultato…” (James O’neill)… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/08/17/gli-usa-un-ex-impero-che-cerca-rogna-avendo-appreso-la-lezione-da-sansone/

A proposito delle dichiarazioni del generale Tricarico – Scrive V.B. a commento dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.it/2017/08/affare-migranti-una-manciata-di-sabbia.html?showComment=1503066655912#c3965673030084172516 -: “Tricarico usa esplicitamente il termine “utili idioti” riferendosi ad alcuni sedicenti “sinistri” in piena confusione che fanno il gioco dei “servizi” imperialisti. Penso che sia necessario ridiscutere sull’uso, o piuttosto sull’abuso, del termine “sinistra”, sotto cui si nascondono oggi i peggiori opportunisti, o gente in piena confusione politica. Questo, però, non deve portare a disconoscere i meriti passati di una parte della sinistra storica…” – Continua in calce al link segnalato

Dittatura democratica e “integrazione” in stile musulmano – Qualcuno si chiede “Come mai in Italia gli islamici non fanno attentati?”. La risposta è semplice, l’Italia risponde ai dettami sorosiani dell’invasione quindi i musulmani non hanno bisogno di scuotere il governo, a mano a mano che il loro numero aumenta e con la connivenza dei nostri politici essi saranno in grado di prendere il potere quasi senza colpo ferire.” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.it/2017/08/dittatura-democratica-e-integrazione-in.html?showComment=1503070846054#c851601420573181231

Commento di Oriana Fallaci: “…noi italiani non siamo nelle condizioni degli americani: mosaico di gruppi etnici e religiosi, guazzabuglio di mille culture, nel medesimo tempo aperti ad ogni invasione e capaci di respingerla. Sto dicendoti che, proprio perché è definita da molti secoli e molto precisa, la nostra identità culturale non può sopportare un’ ondata migratoria composta da persone che in un modo o nell’ altro vogliono cambiare il nostro sistema di vita. I nostri valori. Sto dicendoti che da noi non c’ è posto per i muezzin, per i minareti, per i falsi astemi, per il loro fottuto Medioevo, per il loro fottuto chador. E se ci fosse, non glielo darei. Perché equivarrebbe a buttar via Dante Alighieri, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello, il Rinascimento, il Risorgimento, la libertà che ci siamo bene o male conquistati, la nostra Patria. Significherebbe regalargli l’ Italia. E io l’ Italia non gliela regalo.” – Continua in calce al link segnalato

Commento di Paolo Sensini: “Col cavolo che la patrona delle risorse clandestine si azzarderebbe a mettere il naso fuori dal suo sontuoso palazzo romano senza essere pesantemente vigilata da guardie del corpo che non la perdono di vista nemmeno per un istante. Stesso discorso per il Profeta (con attico a Manhattan) Roberto Saviano, costantemente vigilato da una delle scorte più robuste d’Italia. E soprattutto non rischiando nulla, tanto pagano il conto i contribuenti italioti. Della serie: sempre bravi a fare i froci col culo degli altri!” – Continua in calce al link sopra segnalato

Ambiti bioregionali e identità locale – Del riordino amministrativo territoriale, in chiave bioregionale, me ne sto occupando da parecchi anni. Soprattutto da quando è nata la Comunità Europea che si configura come un “superstato” ed in questo contesto è necessario restituire dignità e salvaguardare i diritti delle piccole comunità locali. Il bioregionalismo infatti si riconosce massimamente nelle identità locali e queste possono essere individuate solo nell’ambito municipale e provinciale, che non è altro il territorio in cui una comunità di solito irradia la sua influenza culturale. Tra l’altro in Italia le Regioni, impostate e studiate a tavolino, si pongono come stati antagonisti sia per lo Stato Italiano che per l’Europa stessa, che faticosamente sta cercando di trovare una identità politica condivisa…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/08/bioregionalismo-e-riordino.html

Cercasi casa in Toscana per svernare – Scrive Giulietta: “Cara famiglia variopinta. Siamo Giulietta e Jasvir e stiamo cercando casa in Toscana per svernare. Il desiderio è avere uno spazio dove riposarsi, studiare, stanza con parqet, dove fare yoga, spazio per muoversi e creare, cucina e bagno autonomi. Non troppo imboscato, comodo per muoversi. Fiduciosi dell’abbondanza dell’universo lanciamo questo sassolino nel lago della PiUmanità splendente… Siamo aperti a essere custodi, a scambi, eventualmente un piccolo affitto. L’idea è dare forza alla rete bioregionale toscana. Grazie per la disponibilità! Contatti: Giulietta 3402749345 – giuliettablu@hotmail.com”

La soppressione del Corpo Forestale rinviata alla Consulta – Scrive Carlo Consiglio: “La legittimità della soppressione del Corpo Forestale dello Stato e l’assorbimento del personale nell’Arma dei Carabinieri, riforma voluta nel 2016 dal Governo Renzi in base alla legge delega Madia, sarà valutata dalla Corte Costituzionale. Il provvedimento è risultato del contenzioso apertosi dinanzi ai TAR d’Italia a seguito dei ricorsi presentati da oltre 2000 membri dell’ex Corpo Forestale i quali, con la riforma, avevano visto mutato il loro status giuridico da civile a militare…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/08/la-soppressione-del-corpo-forestale.html

Allattamento al seno. Tutelare le madri ed i bambini – Scrive Raffaella Sottile: “In Italia alle madri non è ancora stato riconosciuto il diritto di allattare tranquillamente e liberamente in luoghi pubblici o dove lo desiderino; non sono esse legalmente protette dalle molestie e discriminazioni. Spesso viene chiesto alle madri di andare ad allattare altrove, poiché considerato indecente agli occhi di alcune persone che potrebbero sostenere l’allattamento in pubblico come un “atto osceno”. Ciò è un insulto alla maternità. Il modo più naturale per un bambino di ricevere nutrizione è attraverso l’allattamento al seno. Chi sceglie questa prassi naturale, come raccomandato anche dall’OMS, deve poterlo fare ovunque, anche in un ristorante, su una panchina o in un ufficio pubblico… – Info. ovunquelodesideri@gmail.com”

Più sei pazzo e più sei saggio – Scrisse Osho: “Prova a pensare in modo leggermente diverso dalla gente e tutti cominceranno a sospettare di te: c’è qualcosa che non va, sei pazzo. Se fai parte della massa, sei considerato sano di mente. Può darsi che la massa sia in preda alla follia, ma tu devi semplicemente far parte della massa e comportarti come si comportano tutti gli altri. Non sono ammesse eccezioni. Non c’è spazio per l’individualità. Gli individui vengono rinchiusi in manicomio…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/18/piu-sei-pazzo-e-piu-sei-saggio/

Un manicomio collettivo ci attende… Ciao, Paolo/Saul

………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Ogni religione
è l’espressione di un disturbo mentale
che porta il maschio
incapace di controllare le proprie pulsioni sessuali
a nascondere il corpo delle donne
a velare il loro volto
a rasare i loro capelli
le religioni temono la donna
dall’ananda marga al buddismo
dall’islam al cattolicesimo
e nelle stesse società dominate dalle religioni
le donne vengono costrette ed educate
alla schiavitù del matrimonio, del marciapiede e del bordello
dei concorsi di bellezza, dei night e degli show televisivi”
(Paolo Mario Buttiglieri)

………………..

“La prima ragione della schiavitù interiore dell’uomo è la sua ignoranza, soprattutto l’ignoranza di se stesso. Senza la conoscenza di sé, senza la comprensione del moto e delle funzioni della sua macchina, l’uomo non può essere libero, non può governarsi e resterà sempre uno schiavo, in balia delle forze che agiscono su di lui.” (G. Gurdjieff)

Commenti disabilitati

La moneta comunale, Venezuela al tempo di Chavez, consigli in caso di guerra nucleare, affare migranti ed affare gas, un mare pieno di fumo, mobilitazione contro la guerra…

Care, cari, l’articolo 112 del T.U.E.L. enuncia che: “Gli enti locali, nell’ambito delle rispettive competenze, provvedono alla gestione dei servizi pubblici che abbiano per oggetto produzione di beni ed attività rivolte a realizzare fini sociali e a promuovere lo sviluppo economico e civile delle comunità locali”. Pertanto i Sindaci possono operare con uno strumento monetario ”diverso” da quello previsto dalla legge nazionale (L’Euro) che può essere sostituito con uno strumento monetario alternativo e straordinario rispetto a quello “forzoso” per prevenire problemi di salute pubblica “mentale” dovuti alla crisi monetaria ed alla angoscia sociale che sono le cause di problemi di sicurezza pubblica quali gesti estremi violenti che potrebbero coinvolgere la comunità (drastici suicidi, esplosioni, messe a fuoco, stragi ) ed evitare l’incremento del crimine dovuto alla affannosa ricerca di soldi… (Gianluca Monaco) – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/08/signoraggio-comunale-ogni-comune-puo.html

Saulo di Tarso, inventore del cristianesimo – Scrive J.J.B. a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/08/chi-e-saulo-di-tarso-linventore-del.html -: “La stessa tesi lessi nel libro di Craveri “La vita di Gesù” , anni’70 , MAI RISTAMPATO nei decenni successivi da Feltrinelli , dopo la morte del Titolare. Una dotta disamina delle menzogne della Chiesa Cattolica. Talmente coperto di silenzio ed oblìo che nemmeno Odifreddi lo cita mai nel Suo “Perché non possiamo essere cristiani e menchemeno cattolici”…”

Venezuela di Hugo Chavez – Scrive B.B.U.S.: “Un film di Kim Bartley e Donnacha Ó Briain. Con Hugo Chavez, Pedro Carmona. Un documento unico, girato in Venezuela nell’aprile del 2002 da una troupe europea che si è trovata ad essere involontaria testimone e cronista del colpo di Stato con cui la cosiddetta opposizione “democratica” provò a rimuovere il governo venezuelano democraticamente eletto…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/08/17/il-venezuela-di-hugo-chavez-1998-2002-dallelezione-popolare-al-colpo-di-stato-risolto-dal-popolo-venezuelano/

Commento di F. G.: “A proposito del golpe, sono arrivato a Caracas nell’immediato dopo golpe del 2002 e sono stato testimone della lunga serrata padronale seguita al tentativo dei golpisti. Due miei documentari “L’asse del bene” e “Americas Reaparecidas” contengono, oltre a un’intervista con Chavez, testimonianze dirette, immagini del golpe, della successiva serrata e della risposta del popolo venezuelano.”

Commento di Vincenzo Zamboni: “Politici europei ed italiani contro la Costituente Venezuelana. In epoche più serie di questa vigeva il principio di non ingerenza negli affari interni altrui. Ma anche accantonando quello, dovrebbe sopravvivere perlomeno il principio di coerenza. L’unione europea è priva di una costituzione, e governata da commissioni di banchieri mai eletti da nessuno: gli europei dovrebbero realizzare la democrazia assente in Europa, prima di criticare quelle altrui. L’Italia ha un parlamento abusivo per incostituzionalità di formazione e un governo per la quarta volta mai eletto da nessuno, il cui predecessore ha tentato di deformare la costituzione contro la volontà del popolo che ha bocciato la deforma. Gli italiani dovrebbero realizzare la democrazia in casa propria, prima di criticare quelle altrui…”

Attacco nucleare. Consigli pratici per la sopravvivenza – Non appena le autorità hanno diramato l’avviso di un imminente attacco, trovate quanto più rapidamente possibile riparo in un edificio chiuso, meglio se in mattoni o cemento armato. Se trovate sul vostro cammino uno scantinato o un locale chiuso e riparato entrateci subito… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/08/consigli-sintetici-sul-cosa-fare-in.html

Human Rights. Zionism and nationalism – Scrive Mazin Qumsiyeh da Gaza: “Questions for all US citizens. Dear US citizen, yours white nationalists and supremacists who are calling for ethnic cleansing and for hate are no different than the Zionists that they adore and fund and who do far more violence and atrocities. What will you do to work for justice, human rights, and equality? How would you justify working against ‘white nationalism’ or ‘pan-Islamic nationalism’ (ISIS) but not against ‘Jewish nationalism’? – Info: mazin@qumsiyeh.org”

Affare migranti ed affare gas egiziano – Scrive Fulvio Grimaldi: “…sale sulla coda alla flotta delle Ong messe in campo dal destabilizzatore umanitario George Soros. Viene buttata una mappata di sabbia negli ingranaggi perfetti della filiera criminale dell’”accoglienza”, che inizia con l’induzione del meglio delle società africane e del Sud del mondo (quelle dei paesi rigurgitanti di risorse) a mollare terra, popolo, Stato, cultura, identità, e che si conclude nei bassifondi sociali di un’Europa meridionale da sprofondare in default vari, economici, sociali, culturali…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/08/affare-migranti-una-manciata-di-sabbia.html

Integrazione dell’autore: “Interessanti dichiarazioni del generale Tricarico, che non sembra essere né il caporale di giornata della Nato e dello Stato Profondo golpista Usa, né l’utile idiota degli umanitaristi al traino dei primi. Ovviamente, per la posizione che ha, si esprime con molta prudenza e trascura il ruolo dei datori di lavoro di Regeni a Londra e Washington, ma per il resto ha le idee chiare…” – Continua al link soprastante

Identità genetica bioregionale – I popoli d’Italia sono in massima parte i discendenti delle popolazioni dell’Italia antica, con una aderenza morfologica e genetica quasi totale a quegli stessi popoli europei ed indoeuropei che abitarono da sempre la nostra terra. “Meticcia” è una persona figlia o discendente di membri di tipologie umane distanti tra loro, le cosiddette “cinque razze continentali” (africana, estremo orientale, caucasoide, nativa americana, australide). E’ abbastanza palese che questo tipo di incrocio di genti non abbia mai riguardato la nostra Penisola… né nessuno dei Paesi europei!” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/identita-genetica-bioregionale-gli.html

Commento di E.P.: “Dagli aplogruppi mitocondriali si evince che l’R1b (etnia ario-indoeuropea) è l’aplo predominante in Italia. Mussolini aveva ragione quando disse, pur non sapendo niente di genetica: “Noi non siamo semiti, non siamo camiti, non siamo mongoli… quindi siamo venuti dalle Alpi, dal Nord.. siamo ariani, di tipo mediterraneo”

Mio commentino: “…la dimostrazione concreta viene dalla lingua… il latino ha una matrice indoeuropea”

Anghiari, Citerna, San Sepolcro. Riprendiamoci il futuro – Scrive Giorgio: “Dal 15 al 24 settembre 2017, ecofestival “Riprendiamoci il Futuro”. Anch’io parteciperò con un incontro di Eucrazia e un laboratorio di teatro comunitario dal titolo “The Barbons” – Info. Eucrazia@lists.contaminati.net”

Un mare di fumo. Concorso fotografico – Scrive Arpat: “L’Associazione Cittadini per l’Aria ha lanciato un concorso fotografico: “Una mare di fumo”, chiedendo a tutti di scattare foto di navi che emettono fumi e di caricarle sulla piattaforma del concorso entro il 30 settembre 2017. Chiedono, in questo modo, di aiutarli a testimoniare la dimensione del problema, per far capire a tutti l’esigenza di norme a tutela dell’aria del nostro mare…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/08/mediterraneo-un-mare-di-fumo-concorso.html

USA. Mal di vivere e overdose di “medicinali” sintetici – Scrive Maurizio Blondet: “E’ ormai la prima causa di morte per gli americani sotto i 50 anni. 91 americani muoiono ogni giorno per overdose da fentanyl, un oppioide sintetico, antidolorifico, che crea forte dipendenza. La chiamano “opioid epidemic”: 52 mila morti nel 2015, 59 mila nel 2016 (più 19%), già oltre 60 mila ad agosto 2017, saranno almeno 65 mila a fine anno. Aumenti spaventosi. Il fentanyl viene prescritto dai medici come antidolorifico -all’inizio- poi i pazienti cominciano a comprarlo illegalmente. Ci sarebbe anzitutto da chiedere se il medico trova normale prescrivere un oppioide sintetico “che è 50 volte più forte dell’eroina e 100 volte più potente della morfina”. Quali dolori richiedono un tale palliativo? Oppure: sono dolori fisici quelli che gli americani maschi bianchi vogliono soffocare con la prescrizione, o dolori spirituali?”

Commento di C.M.D.: “Le vere epidemie di cui preoccuparsi sono quelle che annichiliscono l’anima…”

Mobilitazione contro la guerra e contro le basi militari – Scrive Lista Disarmo: “È tempo di resistere! INSIEME! Attivisti determinati in tutto il mondo hanno resistito per decenni ad occupazione, militarismo e basi militari straniere nelle loro terre. Queste lotte sono state coraggiose e persistenti. Uniamo la nostra resistenza in un’azione globale per la pace e la giustizia. Nella prima settimana di ottobre 2017, invitiamo la vostra organizzazione a pianificare un’azione anti-militarista nella vostra comunità come parte della prima settimana globale di azioni contro le basi militari. Insieme le nostre voci sono più alte, il nostro potere più forte e più pervasivo. Resistiamo insieme per abolire la guerra e fermare la profanazione di Madre Terra…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/17/7-ottobre-2017-mobilitazione-mondiale-contro-la-guerra-e-contro-le-basi-militari/

Mio commentino: “Aderiamo anche noi a questa iniziativa, più in là vi diremo in che modo”

Ciao e “memento mori”, Saul/Paolo

…………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La sola trasformazione possibile, la sola rivoluzione possibile non nasce preoccupandosi del carattere, dei gesti e delle azioni, ma occupandosi dell’essere. L’essere è positivo: quando l’essere è attento, desto, consapevole, l’oscurità scompare.” (Osho)

Commenti disabilitati

Gli USA, un ex impero che cerca rogna (avendo appreso la lezione da Sansone)

Il 26 luglio 2017 il Congresso degli USA approvava in via straordinaria un disegno di legge che prevede nuove sanzioni contro Corea democratica, Russia e Iran. Il passaggio di tale legge e il tipo di sostegno nel Congresso degli Stati Uniti sono istruttivi per vari aspetti. Il primo punto è che le fazioni statunitensi, precisamente le istituzioni statunitensi, sono disposte a perseguire politiche indipendentemente dall’assenza di basi evidenti; in contrasto con gli interessi dei supposti amici ed alleati e completamente prive di qualsiasi conoscenza o riferimento alle realtà storiche. Il risultato delle ultime sanzioni è creare una situazione singolarmente pericolosa che potrebbe facilmente portare a una guerra nucleare.

Contrariamente alle credenze bizzarre di certi politici statunitensi, non ci sarebbero vincitori con tale risultato. Questi punti possono essere illustrati riguardo le sanzioni all’Iran. Per anni la retorica degli Stati Uniti e dell’alleato Israele era che l’Iran era “sul punto di sviluppare una bomba nucleare”. Per più di un decennio, il governo israeliano diceva che l’Iran era “a solo pochi mesi” da tale sviluppo. Che le date siano passate senza incidenti, non impediva la ripetizione di ciò che era una manifesta falsità. Il primo ministro israeliano Netanyahu apparve all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, presentando un disegno che rappresentava la presunta “minaccia imminente”.

I media occidentali omisero di menzionare che Israele è la sola potenza nucleare del Medio Oriente; non ha firmato il Trattato di non proliferazione nucleare, e si rifiuta di consentire l’ispezione dell’AIEA delle proprie strutture nucleari. Non solo non vi era alcuna prova che l’Iran abbia o volesse sviluppare armi nucleari, fu opinione unanime delle 17 agenzie d’intelligence statunitensi in due occasioni che l’Iran non avesse un programma per armi nucleari. Per risolvere la prospettiva della costante propaganda antiiraniana che istiga all’attacco di Stati Uniti e alleati all’Iran, il governo russo fu determinante nel raggiungere l’accordo del 2015 che impediva che l’inesistente programma di armi nucleari giustificasse la guerra.

L’esempio dell’Iraq illustra come demonizzazione costante, minacce di sanzioni e false accuse su armi nucleari e altre armi di distruzione di massa, possano rapidamente portare alla devastazione totale di una nazione in precedenza prospera. Le lezioni da trarre da Iraq, Libia e Siria sono decisamente ignorate dai media occidentali che attualmente rullano i tamburi di guerra contro la Corea democratica, ancora una volta ignorando storia, logica e realtà militari.

Il piano d’azione comune globale (JCPOA) negoziato nel 2015 e concordato dai partecipanti, compresi gli Stati Uniti, forniva lo strumento con cui si rende praticamente impossibile all’Iran divenire una potenza nucleare. I meccanismi per garantirne la conformità comprendevano ispezioni regolari dell’AIEA e relazioni semestrali che attestano la conformità dell’Iran. Queste relazioni sono inviate al Congresso degli Stati Uniti. Per gli statunitensi e i loro alleati, tuttavia, non basta.

Sebbene il JCPOA li privi del casus belli immediato per la guerra, la retorica anti-iraniana continua senza sosta. Un esempio della falsa propaganda è l’affermazione che l’Iran sostenga i gruppi sciiti intenti a promuovere terrorismo e destabilizzazione in Medio Oriente e altrove. Tale affermazione non ha alcuna attinenza coi fatti. La Fondazione Carnegie USA, ad esempio, in un rapporto intitolato “L’aiuto dell’Iran in Yemen” criticava la rappresentazione dell’Iran come sostenitore dei “ribelli sciiti” contro le forze del presidente Hadi. La realtà è che Hadi fu eletto in un’elezione dove era l’unico candidato e che l’opposizione popolare fece fuggire in Arabia Saudita. Gli huthi, la principale opposizione ad Hadi, sono zaiditi, teologicamente del ramo sunnita dell’Islam piuttosto che sciita.

La guerra brutale in corso nello Yemen è guidata dai sunniti sauditi, sostenuta da Regno Unito, Stati Uniti e dalla grave presenza di mercenari, anche australiani, su cui il governo australiano tace. La realtà ha più a che fare con la posizione strategica dello Yemen, che si affaccia sullo stretto tra Mar Rosso e Mar Arabico e gli enormi giacimenti di petrolio ambiti dai sauditi, piuttosto che a un qualsiasi presunto sostegno iraniano. Anche Gibuti, sullo stretto dello Yemen, ha attirato l’interesse strategico statunitense e cinese, senza essere devastato dalla guerra. L’Iran offre sostegno politico e morale a Hamas in Palestina, ai musulmani nel Kashmir e ai rohingya in Myanmar, tutti sunniti. La caratteristica che hanno in comune è che sono repressi e soggetti a politiche genocide di altri gruppi politici e religiosi.

L’amministrazione Trump dimostra la verità dell’osservazione del Presidente Putin sulla precedente amministrazione Obama, secondo cui “non sono capaci di un accordo”. Trump ha detto al Wall Street Journal: “se fosse per me avrei trovato (gli iraniani) non conformi 180 giorni fa” (quando giurò). Secondo un articolo del Journal of Foreign Policy, Trump riprese il mantra all’ufficio ovale accusando i suoi consiglieri in politica estera (Tillerson, Mattis e McMaster) di non aver trovato modo per affermare che l’Iran violi le disposizioni del JCPOA. Il New York Times diffuse una storia simile.

Infatti, gli Stati Uniti violano il JCPOA, sia nella lettera che nello spirito, e anche la risoluzione 2231 (2015) del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che approvò l’accordo. L’articolo 29 del JCPOA impegna gli Stati Uniti ad astenersi da qualsiasi politica intesa a incidere sulla normalizzazione delle relazioni commerciali e economiche con l’Iran. Le ultime sanzioni e la retorica bellicosa che le accompagna sono manifestamente non conformi all’articolo 29. Tra le tante falsità contro l’Iran c’è l’affermazione che i test missilistici dell’Iran violino il JCPOA. Non c’è nulla nell’accordo che impedisca all’Iran di sviluppare l’autodifesa, tra cui l’uso di tecnologie antiaeree e antimissili. Un diritto sancito dalla Carta delle Nazioni Unite. L’Iran ha adottato il sistema antimissile S300 della Russia nel 2016, in virtù del diritto all’autodifesa.

Date le quotidiane minaccia all’Iran; i due ultimi incidenti dei “colpi di avvertimento” sparati a navi iraniane da navi militari statunitensi che operavano presso le acque territoriali dell’Iran; e la storia sulle azioni statunitensi nei Paesi confinanti, le misure di autodifesa sono una prudenza. L’osservanza dell’Iran dei termini del JCPOA ha consentito d’intervenire in un’altra area probabilmente più importante delle misure di autodifesa militare. L’Iran ha compiuto rapidi progressi nel rafforzare i legami economici con Cina, India e Russia. Sono stati firmati memorandum d’intesa per 40 miliardi di dollari con la Russia e società russe. La società Gazprom ha firmato un accordo da miliardi di dollari per sviluppare il giacimento Farzad B. Gazprom sviluppa anche i campi petroliferi Azar e Ghanguleh nella provincia del Luristan dove si stimano 3,5 miliardi di barili di riserve di petrolio.

L’Iran ha anche 7 miliardi di dollari in riserve di gas naturale. I 200 miliardi di dollari necessari per sviluppare tali riserve verranno da Russia, Cina e altre fonti non occidentali. L’Iran annunciava che darà la preferenza ad infrastrutture e ad altre iniziative di sviluppo alle nazioni che l’hanno sostenuto negli anni delle sanzioni e delle altre forme di guerra. La Cina, che attualmente costruisce un collegamento ferroviario ad alta velocità tra Mashad e Teheran (per collegarsi con altre linee dell’Est asiatico), vede l’Iran quale fattore chiave nella grande Belt and Road Initiative (BRI) che trasforma il quadro economico e geopolitico eurasiatico. L’Iran è anche attore chiave nel corridoio dei trasporti Sud – Nord che collega l’India attraverso Iran e Azerbaigian alla Russia, trasportando merci ad una frazione del costo e del tempo delle rotte convenzionali esistenti e vulnerabili alle interferenze della Marina statunitense. Significativamente importante è anche l’associazione all’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, con l’adesione a pieno titolo probabilmente nel 2018.

La SCO è una componente centrale del BRI con legami sempre più stretti con l’Unione economica euroasiatica (EEU). La Russia è il denominatore comune di BRICS, SCO, UEE, SCO e NSTC. I Paesi di questi quattro gruppi, così come altre nazioni (ora più di 60) che hanno aderito al BRI, sempre più negoziano altri accordi non denominati in dollari. I giorni del dominio del dollaro USA sono chiaramente contati.

Questa combinazione di grandi cambiamenti economici e geopolitici nell’equilibrio di potere, allontanandosi dal dominio statunitense degli ultimi sette decenni, è la chiave per capire perché gli statunitensi reagiscono in modo disperato, pericoloso ed irrazionale. È la classica sindrome della fine dell’impero. Si spera che gli adulti costringano gli Stati Uniti ad evitare la via che porterebbe alla fine dell’umanità.

James O’Neill, avvocato australiano, in esclusiva per la rivista online “New Eastern Outlook“.
Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Commenti disabilitati