Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

…è Pasqua? scuola familiare, USA pronti alla guerra, UE semestre italiano “ombra”, Giacinto Auriti, società ecologica sostenibile

Il Giornaletto di Saul del 20 aprile 2014 – …è Pasqua? scuola familiare, USA pronti alla guerra, UE semestre italiano “ombra”, Giacinto Auriti, società ecologica sostenibile

Care, cari,

..è Pasqua? Gli auguri senza un progetto di salvezza scadono a una sorta di scaramanzia! – Scrive Stefano: “Risorgiamo con Gesù superiamo tutti i mali superando mammona ( = denaro ormai virtuale cioè inesistente =$, €, £, Yen, …): debiti pubblici e privati, guerre, terrorismo, droga, aborti, divorzi, rapine, truffe, tangenti, corruzione, fallimenti, suicidi, omicidi, incidenti, … Denarocrazia origine della burocrazia!” – Idee in ordine sparso (aiutateci a riordinarle anche inserendo Vostri concetti) sulle cause del disastro generale programmato dall’anticristo con il vitello monetario (“virtuale” cioè non esiste) in mano ai poteri forti (certe banche e Loro multinazionali).. – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/04/resurrezione-gli-auguri-senza-un.html

renzie il tagliatore – Scrive Il Sole 24 Ore: “Aveva detto che avrebbe messo in busta paga 80 euro in più a una platea di 10 milioni di italiani e lo ha fatto. Questa è la prima considerazione da fare su Matteo Renzi e il suo decreto. Il modo con cui si danno quei soldi, però, fa emergere non pochi dubbi. Innanzitutto perché in extremis sono rimasti fuori gli incapienti, i più poveri, malgrado le promesse fatte. Ma soprattutto perché il bonus vale solo per il 2014. Renzi può anche dire che si tratta di un intervento strutturale, e sicuramente la sua intenzione è di renderlo tale, ma in realtà l’articolo 1 del decreto afferma con chiarezza che dal primo gennaio del 2015 l’effetto del bonus si esaurisce.”

Commento di Sonia: “Niente più detrazioni per il coniuge a carico: è scritto tra le pieghe della più becera ambiguità del cosiddetto Jobs Act, LEGGE DI DELEGA al Governo, attualmente al vaglio del Senato. La lettera c) dell’art. 5 infatti recita così: “introduzione del tax credit, quale incentivo al lavoro femminile, per le donne lavoratrici, anche autonome, con figli minori e che si trovino al di sotto di una determinata soglia di reddito complessivo della donna lavoratrice, e armonizzazione del regime delle detrazioni per il coniuge a carico”

Torre Mileto. Scuola Familiare – Scrive Francesco D’Ingiullo: “Ciao a tutte/i, vi invito ad uno degli eventi più attesi dell’anno in tema di educazione alternativa: il raduno estivo della Rete Scuola Familiare. Di seguito trovate tutte le informazioni riguardo l’evento e le modalità per partecipare ed alcune note che possono essere utili alla buona riuscita del raduno riguardo anche cose che servirebbe portare…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/04/raduno-estivo-rete-scuola-familiare-10.html

Informazione deviata di wikipedia – Scrive Rosso Conero a commento dell’articolo http://retedellereti.blogspot.it/2011/07/la-rete-delle-reti-e-linformazione.html -: “Ha ragione, signor D’Arpini, nelle sue preoccupazioni che emergono dal suo penultimo paragrafo (sui giovani sprovveduti “fìdati: lo dice wikipedia!”). A mio parere si dovrebbe mobilitare la politica: almeno per la versione italiana obbligare i gestori dei motori di ricerca a imporre la casualità dei link che escono dalle ricerche : adesso è anche infestante, questa wikipedia, perché è tre volte su quattro la prima soluzione che esce, pur essendo un’enciclopedia di dilettanti…”

USA dichiara guerra alla Russia. Usando l’economia – Scrive Ambrose Evans Pritchard: “Gli Stati Uniti hanno costruito una bomba al neutrone finanziario. Negli ultimi 12 anni hanno affidato ad un dipartimento di elite del Tesoro Usa il compito di affilare gli strumenti per una guerra economica, progettando come mettere il paese (la Russia) in ginocchio senza sparare un colpo. Questa strategia si basa sul controllo egemonico del sistema bancario globale, sostenuto da una rete di alleati e da una serie di paesi neutrali che, pur se con riluttanza, devono collaborare. È il “Progetto Manhattan” dei primi anni del 21º secolo. È un nuovo tipo di guerra, una specie di insurrezione finanziaria strisciante, con l’intento di incidere sulla linfa vitale finanziaria dei nostri nemici, senza precedenti per portata ed efficacia….” – Continua:
http://paolodarpini.blogspot.it/2014/04/russia-delenda-est-per-instaurare-il.html

Logica usa /e getta – Scrive Obama: “…la Russia non vuole la guerra perché è al corrente della superiorità militare Usa…”

Lecce. Sit-In pro ulivi – Scrive Ambiente e Salute: “Dopo il successo, pur in presenza della pioggia, del primo sit-in organizzato dopo il vergognoso eccidio di ulivi nel nome mistificato della Xylella, la mobilitazione civica si da appuntamento per Domenica 20 aprile dalle ore 18.00 alle ore 22.00 in Piazza Sant’Oronzo a Lecce, sotto il simbolico Ulivo lì presente! Info. forumambientesalute@gmail.com”

Morte e rinascita – Scrive Giorgio Di genova a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/10/29/%E2%80%9Cil-ciclo-della-vita%E2%80%9D-al-palazzo-baronale-di-calcata-31-ottobre-9-novembre-2008-testo-di-simone-sutra-sul-significato-di-questi-giorni-nella-tradizione-esoterica/ -: “Interessante l’excursus preliminare all’incontro dell’8 novembre 2008. Se fossi stato presente alla discussione avrei certo confermato quanto scritto e, magari, se non fossero stati ricordati, il significato dei 3 giorni passati agli inferi da Cristo, figura lunare, prima della resurrezione, del passaggio dal matriarcato al patriarcato e delle conseguenze che resero infere le divinità femminili, scalzate appunto da quelle maschili, nonché della nostra perdita di quel contatto profondo con la natura che ai fachiri permette con la loro volontà di riaccordare le molecole di frutti e addirittura di smeraldi e tante altre cose ancora. La realtà è che noi uomini cosiddetti civili (o civilizzati) ci siamo impoveriti, smarrendo le energie della psiche, che sono state imprigionate nel nostro profondo dall’allontanamento progressivo dalle energie di natura, ancora possedute dagli sciamani e tanti altri da noi considerati primitivi. La nostra natura (e pertanto la nostra mens) è infinitamente più ricca di quanto pensiamo ed utilizziamo. Il sacro è dentro di noi, come ho ribadito nelle mie mostre sull’arte sacra, chiarendo che il sacro non è da confondersi con la religione, e la maggior parte delle persone non riescono a percepirlo. Quanto oggi poco  conosce di sé l’uomo e della propria storia! E tu, come attestano le tue attività, lo sai bene.

Riflessioni sull’opera di Giacinto Auriti – Scrive Nereo Villa: “Propongo la lettura di queste riflessioni su certi ragionamenti del professor Giacinto Auriti, che non ho mai condiviso, come invece ho sempre condiviso la sua onesta e coraggiosa denuncia per truffa dell’8 maggio 1993 presentata contro la banca d’Italia, dimostrando che questa all’atto dell’emissione, presta denaro che invece dovrebbe accreditare, truffando così la collettività, che da proprietaria diventa debitrice del proprio denaro…” – Continua:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/04/nereo-villa-riflessioni-sul-pensiero-ed.html

Commento di Giuseppe Turrisi: “Tutto è perfettibile nella battaglia che è la vita all’interno del contesto spaziotemporale all’interno del dominio dello spirito ed uno studioso come te che conosce Steiner non può tralasciare che il codice giuridico (qualunque esso sia) è strettamente correlato alle condizioni storiche in cui si attua e che è una mediazione tra chi vuole guidare, chi si fa guidare e chi non volendosi fare guidare finisce davanti a quelli che poi esercitano il diritto in ultima istanza, la giustizia che lo rende vivo celebrandolo nelle sue chiese e nei suoi altari i tribunali, con le vittime sacrificali…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di Tucidite: “Sicuramente i più coraggiosi sono coloro che hanno la visione più chiara di ciò che li aspetta, così della Gloria come del Pericolo; tuttavia li affrontano”

Roma. Metro C disastrosa – Scrive Salviamo il paesaggio: “Roma, zona Colosseo: un patrimonio unico al mondo verrà radicalmente trasformato dall’aggiunta di un nuovo collegamento metro. Un patrimonio di tutti dissacrato con sufficienza, con l’alterigia di chi decide senza prestare alcuna attenzione al contesto, mortificando uno dei luoghi simbolo di Roma…”

UE. Semestre Italiano “ombra” – Scrive Nuovo Partito Comunista Italiano: “Il governo Renzi si prepara al semestre italiano nell’Unione Europea con un piano liberista e autoritario che colpisce a fondo la Costituzione. Ce lo chiede l’Europa, dice questo governo come i suoi predecessori. Così abbiamo avuto l’età pensionabile più alta d’Europa e una serie continua di leggi per estendere il precariato, ultima il Jobs Act. L’Italia è il solo paese della Unione Europea che ha messo nella Costituzione la clausola capestro del pareggio di bilancio e ora il governo Renzi si prepara ad una nuova ondata di privatizzazioni e tagli di servizi e di posti di lavoro, coperti dalla concessione di uno sgravio fiscale che verrà pagato con la distruzione di ciò che resta dello stato sociale, anche tramite una “spending review” che, invece di colpire corruzione e privilegi, intende bastonare ulteriormente i più deboli…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/04/19/unione-europea-proposto-un-semestre-italiano-ombra-popolare/

Ravenna, sobria (in eccesso) – Scrive Jalsha “Ieri è stato sorpreso in sella alla sua bici con valori alcolici superiori al limite di legge (3,32 grammi/litro), un pensionato 71enne del Ravennate ed è stato condannato a pagare una sanzione da 24.650 euro. Sta venendo meno il buon senso.. l’umana comprensione. Qualcuno dirà che un vecchietto su di giri in bici è un pericolo per sé e per gli altri. Forse questa logica ferrea e idiota ci porterà un giorno a dover camminare per strada con il casco in testa e obbligati ad essere assicurati, per evitare danni e costi inutili alla comunità. Io spero solo di vedere un giorno per strada tanti ubriachi in bici cantare allegramente inseguendo un uomo in divisa che fugge spaventato..”

Mio commentino: “…non c’è pace sotto gli ulivi….”

Viterbo. Terme dei Papi, emuntrici dell’acqua calda – Scrive Giovanni Faperdue: “Il Tar del Lazio in merito al ricorso presentato dalle Terme dei Papi, contro la richiesta congiunta della Regione Lazio e del Comune di Viterbo, per la limitazione dell’emungimento di acqua termale, da ragione allo stabilimento termale e sembra chiudere (solo per il momento) la diatriba. Infatti, nelle motivazioni della stessa, ad un certo punto afferma: …. in altre parole, la quantità di acqua (termale) che la società che gestisce il complesso termale può emungere, è pari a quella necessaria al corretto funzionamento dell’impianto termale..” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/04/viterbo-le-terme-dei-papi-e-la-guerra.html

Roma. Giuramento Sacro – Scrive Orazio Fergnani: “RICORDO A TUTTI L’EVENTO DEL 21 APRILE 2014: DECLAMAZIONE DEL GIURAMENTO (contro il signoraggio bancario). DAVANTI ALLA STATUA DI SIMON BOLIVAR, APPUNTAMENTO ALLE ORE 11.00, INGRESSO NEL PARCO DEL MONTE SACRO, VIA FALTERONA, ROMA. Info. oraziofergnani@tiscalinet.it”

Discorso sulla società ecologica sostenibile – Scrive Caterina Regazzi: “Per il funzionamento di una società ecologica bioregionale un minimo di “intensivizzazione” dell’agricoltura è necessario, non possiamo coltivarci ognuno il proprio grano e tanto meno il proprio riso e neanche i nostri fagioli. E’ necessario che ci sia una persona di buona volontà (possibilmente) che coltivi un sia pur piccolo appezzamento di terreno con i diversi cereali, legumi, frutta. Non possiamo pensare di fare tutti gli agricoltori, ci vuole anche, per esempio, chi lavori nei trasporti, qualcuno che lavori in edilizia, qualcuno che faccia il medico, magari naturopata, qualcuno che faccia il dentista, il dentista a sua volta ha bisogno di attrezzi che qualche fabbrica li deve pur costruire, i vasi di vetro per conservare la passata di pomodoro, seppur fatta in casa e così pure quelli per le marmellate…” – Continua:
http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/04/societa-ecologica-agricoltura.html

Teniamoci pronti ad una umana sopravvivenza. Ciao, Paolo/Saul

…………………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Quello che veramente ami rimane,
il resto è scorie
Quello che veramente ami non ti sarà strappato
Quello che veramente ami è la tua vera eredità
Il mondo a chi appartiene, a me, a loro
o a nessuno?
Prima venne il visibile, quindi il palpabile
Elisio, sebbene fosse nelle dimore d’inferno,
Quello che veramente ami e’ la tua vera eredita’
La formica e’ un centauro nel suo mondo di draghi.
Strappa da te la vanità, non fu l’uomo
A creare il coraggio, o l’ordine, o la grazia,
Strappa da te la vanità, ti dico strappala
Impara dal mondo verde quale sia il tuo luogo
Nella misura dell’invenzione, o nella vera abilità dell’artefice,
Strappa da te la vanità,
Paquin strappala!
Il casco verde ha vinto la tua eleganza.
“Dominati, e gli altri ti sopporteranno”
Strappa da te la vanità
Sei un cane bastonato sotto la grandine,
Una pica rigonfia in uno spasimo di sole,
Metà nero metà bianco
Né distingui un’ala da una coda
Strappa da te la vanità
Come son meschini i tuoi rancori
Nutriti di falsità.
Strappa da te la vanità,
Avido di distruggere, avaro di carità,
Strappa da te la vanità,
Ti dico strappala.
Ma avere fatto in luogo di non avere fatto
questa non è vanità Avere, con discrezione, bussato
Perché un Blunt aprisse
Aver raccolto dal vento una tradizione viva
o da un bell’occhio antico la fiamma inviolata
Questa non è vanità.
Qui l’errore è in ciò che non si è fatto, nella diffidenza che fece esitare.”
(Ezra Pound)

Commenti disabilitati

L’addio di Marquez, parole di Putin, olivi del Salento, meditazione per il mese del Toro, superamento del concetto morale/immorale

Il Giornaletto di Saul del 19 aprile 2014 – L’addio di Marquez, parole di Putin, olivi del Salento, meditazione per il mese del Toro, superamento del concetto morale/immorale

Care, cari,

Lettera d’addio – Scrive Gabriel G. Marquez: “Se Dio, per un istante, dimenticasse che sono un pupazzetto di stoffa e mi donasse un pezzo di vita, probabilmente non direi tutto quello che penso, ma in fin dei conti, penserei tutto quello che dico. Darei valore alle cose non per quanto valgono, ma per quello che esprimono. Dormirei poco, sognerei di più, capendo che per ogni minuto in cui chiudiamo gli occhi perdiamo sessanta secondi di luce. Andrei quando gli altri si fermano, mi risveglierei quando. …” – Continua con memoria di J. Donoso: “Sentii parlare di Garcìa Marquez per la prima volta nel 1975. Ero imbarcato su un mercantile che si recava in Brasile/ Uruguat/ Argentina a caricare la carne e i gamberoni brasiliani. Avevo un collega che mi parlava spesso di un romanzone dal titolo “Cento anni di solitudine” . Subito non ci pensai molto anche perché entrava in un argomento che non conoscevo…” – Segue: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/04/18/lettera-d%E2%80%99addio-di-gabriel-garcia-marquez/

La Buona Pasqua di Adriano Colafrancesco: “Buona Pasqua…. Mentre abbattono le pene per il voto di scambio e perpetuano, a norma di legge, la precarietà del lavoro. Buona Pasqua…. e non temere, non sei solo!…siamo tutti spettatori di eventi grotteschi che disorientano e spalancano praterie al malcontento e alla rabbia. Condannati latitanti ai quali si consento cincischiamenti e spazi di rinvio perché non rendano conto delle proprie colpe.. il più imponente delinquente della nostra storia politica repubblicana, condannato a 4 ore di volontariato a settimana presso un centro anziani! Buona Pasqua …. mentre assisti a queste cose col beneplacito e l’inazione complice di chi dovrebbe fare argine a questa onda di vergogna incalzante! Buona Pasqua…. e non temere, ci hanno già provato…. senza riuscire! Buona Pasqua…. e non temere, non senti il suono delle campane che sale?! Gioiscono per la loro condanna e la tua resurrezione! Buona Pasqua”

Tassa sulla casa – Scrive V.Z.: “Uno stato che vuole da te una tassa per farti vivere a casa tua è esattamente come la mafia che vuole da te il pizzo per tenere aperto il tuo negozio”

Quel che c’è da sapere sugli eventi mondiali. Parole di Putin – La trasmissione in diretta del 17 aprile 2014 è durata ben 3 ore e 55 minuti, nel corso dei quali Putin ha risposto ad 81 domande, 35 delle quali riguardavano la Crimea e l’Ucraina. Di seguito, in particolar modo, ne citeremo alcuni. Non potevano mancare, come già annunciato in precedenza, le domande sull’adesione della Crimea alla Russia e i vari scontri in Ucraina fra manifestanti filo-russi ed esercito ucraino. A tal proposito Putin ha sottolineato l’importanza dei negoziati per la crisi in corso in Ucraina, che iniziano oggi a Ginevra. Inoltre ha continuato definendo “un crimine da parte delle autorità di Kiev” l’uso di carri armati e aerei in Ucraina orientale. Il presidente ha quindi esortato il governo ucraino a dialogare con la popolazione russofona.” – Continua:
http://paolodarpini.blogspot.it/2014/04/riassunto-dellintervista-vladimir-putin.html

Commento di Abram Noam Chomsky: “O si ripetono le solite dottrine convenzionali che tutti predicano, oppure si può scegliere di dire qualcosa di vero, e suonerà come se fosse proveniente da Nettuno…”

Premorte – Scrive Giorgio Di Genova a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/04/un-interessante-caso-di-nde-esperienza.html -: “Caro Paolo/Saul, ho letto con curiosità l’esperienza post-mortem di Efremov e debbo dirti che, tenendo conto di un algoritmo fondamentale e scientificamente comprovato, lo scienziato non era affatto morto, a meno che non ci sia un errore nel calcolo dei minuti di morte (8 minuti!). Infatti, se per 6 minuti non affluisce più ossigeno al cervello, quest’organo subisce gravi scompensi, il che non sembra sia accaduto a Efremov. La sua esperienza forse appartiene ad una sorta di catalessi o di morte apparente, che non sono equivalenti alla morte. Da laico materialista posso solo in tal modo considerare e prendere per valida la sua esperienza psichica. Cioè come una sorta di descensus ad inferos del proprio Selbst in cui – come insegna Jung – vige l’atemporalità e l’elasticità dello spazio. Il nostro scienziato ci informa che prima di quest’esperienza si considerava ateo, usando un termine che io contrasto ogni volta che mi capita di farlo, precisando che l’esatto termine laicamente corrispondente è non credente. Infatti il termine ateo (= senza dio) è stato inventato dai preti per bollare con disprezzo i non credenti. In realtà l’ateismo non esiste: se dio non esiste tutti saremmo atei, se al contrario dio esistesse nessuno sarebbe senza dio. Ho visionato il tuo sito: complimenti per le numerose attività che hai fatto e hai programmato. Peccato che non ci siamo incontrati quando curavo le mostre al Palazzo Baronale di Calcata…”

Mia rispostina: “Qui c’è un articolo sull’iniziativa fatta nel 2008 sul tema predetto: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/10/29/%E2%80%9Cil-ciclo-della-vita%E2%80%9D-al-palazzo-baronale-di-calcata-31-ottobre-9-novembre-2008-testo-di-simone-sutra-sul-significato-di-questi-giorni-nella-tradizione-esoterica/ – L’argomento del premorte comunque è stato trattato in più occasioni sempre agli incontri organizzati dal Circolo quando ancora risiedeva a Calcata.”

Tristi nuove bancarie. Se la banca fallisce pagano gli azionisti – Scrive M.O.: “Il Parlamento europeo ha adottato a larga maggioranza un pacchetto di norme a favore dell’unione bancaria, con le quali viene spostato sul settore privato, quindi a azionisti e correntisti degli istituti di credito, l’onere di intervenire per risanare e gestire in modo ordinato il fallimento della banca in cui hanno depositato i loro soldi. Quest’ultima “trovata” dell’Unione Europea è passata sotto silenzio in Italia. Da ora, anche da noi quando dovesse fallire una banca i correntisti, gli azionisti, gli obbligazionisti di questa banca fallita parteciperanno al fallimento con i loro soldi.”

Salento. Eccidio di ulivi secolari – Scrive Ambiente e Salute: “I cittadini schierati in difesa dell’agroforesta degli ulivi del Salento si stanno coordinando per la mobilitazione civica per fermare l’eccidio del patrimonio olivicolo. La grave minaccia della sua cancellazione è costituita dall’irresponsabile azione regionale nel nome del patogeno da quarantena Xylella Fastidiosa. La Regione Puglia ha inaugurato, all’indomani della domenica delle Palme, la mattanza dei primi 104 esemplari di olivo secolari, la maggior parte dei quali senza sintomi del malanno…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/04/difendiamo-gli-ulivi-del-salento-contro.html

Timori fondati – Scrive Alfio Krancic: “HANNO PAURA! me ne sono accorto guardando Santoro. Un sottile terrore li sta pervadendo: Marine Le Pen, la Lega, per alcuni versi perfino Grillo. Il loro incubo è il populismo. Cercano di esorcizzarlo con le solite liturgie buoniste di sinistra: poveri immigrati scacciati dalle case occupate, Vauro che da dell’antisemita a Grillo, i nazisti del Front National, Vichy, Petain, Auschwitz… Sfoderano tutto il loro repertorio fatto di luoghi comuni che ormai non incantano più nessuno. Uscire dall’euro? Una FOLLIA ripetono tutti come un mantra. Sentono che il loro potere potrebbe crollare miseramente. Hanno paura!”

La Cina salva le foche – Scrive Cristina Giusti: “La chiave per porre fine all’orribile massacro di cuccioli di foca in Canada è la rimozione del mercato. Le pelli di foca e i prodotti derivati sono vietati negli Stati Uniti dal 1972 e il divieto da parte dell’Europa stabilito alcuni anni fa è stato un duro colpo per la primitiva industria canadese senza cuore. Dal 1985 il Canada ha corteggiato la Cina sperando, senza molto successo, di farne un proprio cliente. Il 16 aprile ha avuto inizio la stagione di caccia alle foche e Pechino ha annunciato di non voler avere niente a che fare con la vergognosa industria delle foche del Canada.”

Meditazione per la stagione del Toro o Serpente – Rifletti sul significato del tempo quale espressione della volontà, realizzando che esso è un pensiero – istantaneo ed effettivo nella mente del Logos Planetario. Pensa attentamente alle implicazioni di quest´ultima affermazione. Pronuncia quindi lentamente e con intensità: “Il passato è passato. Io sono quel passato. Esso ha fatto di me quello che sono. Il futuro viene. Io sono anche quel destino prossimo, perciò, io sono quello.” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/04/parole-di-saggezza-per-risvegliare-in.html

Evitare il tumore – Scrive Katia: “… si può evitarlo non mangiando cibi che aumentano l’acidità del sangue… il tumore è un fungo (semplificando) e i funghi si moltiplicano dove regna l’acidità del ph… ci sono inoltre decine e decine di piante ed erbe adatte alla cura del tumore, ma si continua a perpetuare la chemioterapia perché fa comodo alle CASE FARMACEUTICHE …”

Casal Bordino Abruzzo. Teatro – Scrive Act Theatre Project: “COMMUNITAS e RITO, Workshop di Teatro fisico e improvvisazione condotto da Loredana Piacentino il 15 giugno 2014 a Casal Bordino Abruzzo. Info. acttheatreproject@gmail.com”

Accoppiamenti – Scrive Roberto Anastagi: “Avete mai pensato che nel letto di una coppia non ci sono solo due persone, ma molte di più? Ci sono la donna e l’uomo; i loro due ego. Come l’uomo vede la donna e come la donna vede l’uomo. I due ideali con cui ognuno vorrebbe essere. Forse è per questo che le relazioni di coppia sono così difficili? Ci sono troppe persone in mezzo…”

Mia rispostina: “In ogni caso il destino agisce, indifferentemente dal come le persone si muovono. Alcuni dicono che il sistema indiano o cinese sono ottimi, perché a scegliere sono i genitori che consultano gli astrologi. In occidente si pensa che il sistema migliore sia quello di far scegliere direttamente ai giovani.. Alla fine, la mia opinione, è che “Dio li fa e poi li accoppia” secondo il reciproco destino.”

Superamento del concetto morale/immorale – Sovente ho descritto la Spiritualità Laica come totale assenza di moralità od immoralità, questo potrebbe dar adito a dubbi ed anche a misinterpretazioni. In effetti per come è stata descritta e giudicata, soprattutto nelle religioni di matrice cristiana, l’amoralità viene spesso equiparata alla mancanza di coscienza religiosa. Ma questo pensiero è dovuto solo al fatto che si è sovrimposta una norma di comportamento, basata sull’etica e sulla morale religiosa, sullo stato naturale dell’uomo e sulla genuina espressione spirituale. La spiritualità laica non può essere un “atteggiamento” od il risultato di un conformarsi alle norme scritte da qualcuno, spiritualità laica è semplicemente essere consapevolmente quello che si è, senza vergogna e senza modelli di sorta. Perciò la capacità di apprendere.. – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/04/superamento-del-concetto-di-moralita-ed.html

Commento ricevuto da Marco Guerrini: “Buongiorno, ciò che ho occasione di leggere in questa pagina è di grande interesse, mi offre spunti di riflessione, mi aiuta a pormi delle domande, tutto questo attiva il mio processo di disintossicazione! Definisco veleni: i dogmi comportamentali, le leggi morali, i codici preconfezionati che le religioni impongono con il ricatto! Non voglio sembrare un presuntuoso, ma credo che ognuno di noi sia il solo vero dio e che dovremmo essere i guru di noi stessi!…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Eccomi qui, per come sono, ciao, Paolo/Saul

………………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Se a volte senti che qualcosa si trasforma in un peso, e ti ostacola il cammino, è meglio cambiare strada. E dovrai cambiarla parecchie volte. E un po’ alla volta arriverai al punto da cui non è più necessario alcun cambiamento. Allora qualcosa ti si adatterà a perfezione: non solo alla tua mente e al corpo, ma anche alla tua anima.” (Osho)

Commenti disabilitati

Riassunto dell’intervista a Vladimir Putin in diretta nazionale del 17 aprile 2014

La trasmissione in diretta del 17 aprile 2014 è durata ben 3 ore e 55 minuti, nel corso dei quali Putin ha risposto ad 81 domande, 35 delle quali riguardavano la Crimea e l’Ucraina.

Di seguito, in particolar modo, ne citeremo alcune.
Non potevano mancare, come già annunciato in precedenza, le domande sull’adesione della Crimea alla Russia e i vari scontri in Ucraina fra manifestanti filo-russi ed esercito ucraino. A tal proposito Putin ha sottolineato l’importanza dei negoziati per la crisi in corso in Ucraina, che iniziano oggi a Ginevra. Inoltre ha continuato definendo “un crimine da parte delle autorità di Kiev” l’uso di carri armati e aerei in Ucraina orientale. Il presidente ha quindi esortato il governo ucraino a dialogare con la popolazione russofona.

Successivamente si è rivolto al popolo ucraino: “Il referendum in Crimea non era stato organizzato in precedenza, non c’è stato alcun preparativo, tutto è stato fatto per garantire la libera volontà del popolo. Il popolo ucraino deve avere rispetto della scelta della Crimea.

Egli ha inoltre speso alcune parole sul precedente Presidente dell’Ucraina Yanukovych: “Viktor Yanukovych ha più volte pensato di usare la forza durante le proteste a Kiev, ma, secondo le sue stesse parole, “non ha avuto la forza per firmare tale disposizione contro i suoi cittadini”.

Continuando a parlare di Viktor Yanukovych, Putin ha affermato che egli ha esercitato le sue funzioni secondo le sue possibilità e come riteneva necessario. [...] Per me è molto difficile parlare del destino di Yanukovych. Penso che non abbia più futuro politico.
Sempre circa la crisi Ucraina, Putin ha quindi incentrato la discussione anche per quanto riguarda i pericoli di un eventuale sabotaggio dei gasdotti che dalla Russia, passando per l’Ucraina, portano il gas naturale russo verso l’Europa. Egli ha così dichiarato: “C’è solo un problema: il transito è l’elemento più pericoloso, il trasporto attraverso il territorio dell’Ucraina. Mi auguro che tutti noi arriveremo alle condizioni desiderate, con un contratto firmato e valido.”

Circa la situazione con i partner esterni, Putin si è soffermato brevemente circa le relazioni Russia-Cina, dichiarando che esse sono costantemente in crescita e che saranno un fattore significativo nella politica mondiale e influenzeranno significativamente l’architettura moderna delle relazioni internazionali.

Durante la trasmissione al Presidente sono state fatte anche domande circa la richiesta della Transnistria ad essere annessa alla Federazione Russia, avendo l’indipendenza dalla Moldavia, come chiesto con referendum nel 2006 dove il 97% della popolazione ha votato a favore dell’adesione alla Russia. Putin ha quindi risposto: “In definitiva la gente deve poter decidere il proprio destino. Lavoreremo proprio su questo punto, insieme con tutti i partner nei negoziati, tenendo a mente soprattutto quelle persone che vivono in Transnistria. Questo non è altro che una manifestazione di democrazia.”

Successivamente Putin ha anche risposto ad un video-messaggio mandato dall’ex Agente Cia Edward Snowden, il quale chiedeva se la Russia (a differenza degli USA) cerca di limitare la diffusione delle informazioni personali dei cittadini e se ritiene giustificato il totale controllo dei servizi segreti; il Presidente ha quindi detto che
in Russia i servizi segreti sono sotto lo stretto controllo dello Stato e della società. I servizi segreti russi sfruttano le intercettazioni e si occupano di sorveglianza solo se autorizzati dal tribunale, tutto è rigorosamente a norma di legge, non è una pratica sistematica e di massa (come invece fanno negli USA).

Per quanto riguarda altre probabili minacce esterne, si è discusso anche dell’espansione della Nato nelle immediate vicinanze dei confini della Federazione Russa. Il direttore generale della nuova agenzia di stampa russa “Rossiya Segodnya” Dmitry Kiselev, ha detto che la situazione dell’espansione della Nato sta diventando opprimente, ed ha chiesto a Putin parere in merito. Il Presidente ha risposto: “Dobbiamo valutare la situazione con razionalità. Quando la struttura di un blocco militare si avvicina verso i nostri confini, solleva interrogativi e necessita di reazioni.”

Il Presidente ha anche spiegato il perché si è rivolto ai “popoli europei” e non ai governi, prima di firmare il documento sull’annessione della Crimea alla Russia. Egli ha così dichiarato: “La nostra posizione è chiara e trasparente. E’ più facile portare questa posizione ai comuni cittadini dei Paesi rispetto alle leadership.” Ed ha continuato suggerendo che “il governo di qualsiasi Paese, qualunque esso sia, deve confrontarsi con la gente”. Ha aggiunto che “per la paura di essere intercettata dai servizi segreti di alcuni Paesi, la gente ha paura di parlare a voce alta.”
Nel corso del programma, Putin ha anche fatto un’osservazione alquanto ambigua per quanto riguarda l’Europa: “Un’ Europa frammentata non può avere alcuna influenza sullo sviluppo mondiale e non sarà giocatore interessante. [...] Le peculiarità della Russia non si differenziano in modo così profondo rispetto ai valori europei. Siamo tutti popoli della stessa civiltà. In fondo siamo diversi, ma i valori fondamentali sono gli stessi. E penso che dovremmo certamente aspirare a creare un’Europa da Lisbona a Vladivostok”, ha testualmente dichiarato Putin.

Poco dopo però, sempre rimanendo in ambito globale, ha dichiarato che la Russia non insisterà per essere membro di diverse organizzazioni internazionali, compresa l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, ma che non ha intenzione di isolarsi: “Il mondo si sta evolvendo rapidamente, se qualcuno vuole renderlo unipolare e costruire tutte le organizzazioni alle proprie dipendenze, è poco probabile che abbia successo”, ha detto Putin. La Russia si imbatte spesso nella mancanza di comprensione nelle organizzazioni internazionali, ma non è orientata all’autoisolamento, ha continuato.

Durante la trasmissione vi sono stati anche collegamenti esterni, fra i quali l’Estremo-Oriente
-Russo, dove i residenti hanno fatto domande al Presidente e da egli ricevuto risposte.

La trasmissione in diretta è iniziata alle 12 ora di Mosca (10 ora italiana) ed è finita quasi alle 16 (14 in Italia).

La speciale “Linea Diretta” annuale con il Presidente Vladimir Putin è stata trasmessa in diretta dai canali televisivi russi “Pervyy kanal”, “Rossiya-1″, “Rossiya-24″ e “Mayak”, e i canali radio “Vesti FM” e “Radio Rossii”.

Nel corso della sua carriera politica come Presidente della Federazione Russa, durante le sue “Linee Dirette” dal 2001 ad oggi, Putin ha risposto in diretta complessivamente ad oltre 800 domande dei propri
concittadini.

…………………………….

Commenti:

“… l’ho ascoltato in diretta , ho avuto davvero un ottima impressione , più che altro non è da tutti farsi ascoltare per 3 ore e 50 e non abbassare neanche di un punto lo share , domande molto interessanti e mai banali . Da non sottovalutare le sue parole velate sull’EURASIA!” (Fabiano Montanari)

“Ho seguito l’evento. Putin si sta muovendo molto bene..” (G.Q.)

Commenti disabilitati

Venerdì “santo”, debito karmico, Krabat a Praga, preparativi per il Wesak, acque sante del Bullicame, merci inquinanti, memoria dall’aldilà

Il Giornaletto di Saul del 18 aprile 2014 – Venerdì “santo”, debito karmico, Krabat a Praga, preparativi per il Wesak, acque sante del Bullicame, merci inquinanti, memoria dall’aldilà

Care, cari,

Venerdì “santo”. Oggi in giro per l’Italia, per non parlare del mondo intero, si commemora la crocifissione di Gesù, attraverso la Via Crucis. Da bambino anch’io quando facevo talvolta il chierichetto accompagnavo il prete che recitava litanie davanti ad ogni immagine ritraente il supplizio del salvatore. Sembrava una recita ed in effetti lo era. Noi bambini siamo innocenti e compiamo i gesti che ci vengono comandati con la massima serietà esteriore, allo stesso tempo tempo con il cuore libero da emozioni. Mi ha scritto Franco Farina dicendo che il nome della Pasqua deriva dall’ebraico Pasah, che significa “passaggio” però non ha spiegato cosa ricordava, e soprattutto non ha detto il significato della identificazione di Gesù con l’agnello pasquale. Mosè, come è scritto nel dodicesimo capitolo dell’Esodo, programmò la fuga del suo popolo. Tutti gli ebrei uccisero un agnello di un anno, consumarono il pasto in piedi con il bastone, pronti per la partenza, e segnarono con il sangue dell’animale le porte delle abitazioni. Così facendo tutti i primogeniti ebrei si sarebbero salvati dall’angelo inviato da Dio.Ed in memoria di quella “fuga” ogni anno compiono lo stesso rito. Questo il motivo per cui nella tradizione cristiana Gesù viene identificato con l’agnello. Il suo sacrificio serve a riscattare tutte le genti e soprattutto sancisce che non è più necessario uccidere un agnello per santificare la Pasah. Ricordiamocelo….. E qui vi invito pure a leggere il nostro consueto appello: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Pasqua-e-Pasquetta-in-Pace-Perfetta

Roma. Parchi in vendita – Scrive Matteo Marini: “Immaginate se un giorno un imprenditore decidesse di recintare un parco pubblico per aprire un’attività commerciale. Questo è più o meno ciò che è accaduto. Siamo a Roma sud, quartiere Eur. Di fronte alla struttura conosciuta come “il Fungo” (serbatoio idrico con in vetta, un ristorante panoramico), c’è il Parco Carlo Ciocci di proprietà di Eur Spa (al 90% dal Ministero dell’Economia e al 10% dal Comune di Roma, proprietaria di diversi immobili e parchi nel quartiere). Nel dicembre dell’anno scorso, con l’intento di bonificare il parco (meta di prostitute), Eur Spa autorizza Francesco Russello – titolare della Point Service Srl – a recintare l’area e ad aprire l’Eur Park Adventure.”

Religioni e debito karmico – Scrive Franco Libero Manco: “La convinzione diffusa nel mondo occidentale (prevalentemente intriso di cultura antropocentrica di matrice non solo cristiana) è che l’essere umano nell’altra vita darà conto a Dio del male commesso nei confronti dell’uomo, non degli animali. Credenza ingiustificabile sia sotto il profilo dell’etica e della logica sia nei riguardi di un Dio per definizione buono e giusto. Di tutt’altra visione sono altre religioni come l’Induismo, il Buddismo, il Jainismo, lo Zoroastrismo ed altre, secondo cui dopo la morte fisica l’uomo paga non solo per le colpe commesse nei confronti dei suoi simili umani ma di tutti gli animali considerati fratelli e figli dello stesso padre….” – Continua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/04/17/vegetarismo-religioni-inferno-paradiso-e-debito-karmico/

Siria. Ve la ricordate? Scrive il Faro: “Il quotidiano “Daily Telegraph” ha pubblicato un articolo in cui si evidenzia la crescente popolarità del presidente siriano, Bashar Al-Assad, nonostante gli oltre tre anni di conflitto. L’analista politico del quotidiano, Peter Aburn, ha riferito che nel corso di una sua visita a Damasco ha evidenziato una città viva e con alti livelli di sicurezza…”

Siria e Ucraina a confronto – Scrive Enrico Galoppini: “Ascoltando le ultime (contraffatte) notizie provenienti dall’Ucraina riferite dai media occidentali, non si può non fare mente locale a quanto accade in Siria da tre anni. Nello specifico, a come essi hanno presentato le parti in gioco nel paese arabo mediorientale, valutando il livello di patente contraddizione nel quale sono caduti adesso che, in Ucraina, il governo nuovo di zecca emerso dal recente “golpe” fronteggia l’azione dei filo-russi e degli altri ucraini che non hanno accettato il colpo di mano.”

Viterbo. Le acque sante del Bullicame – Scrive Giovanni Faperdue: “Chi non conosce le nostre terapeutiche acque del Bullicame si domanda spesso: “A cosa fanno bene queste acque?”. Ritengo utile fare conoscere a tutti, le qualità di queste nostre acque terapeutiche. La prima qualità riconosciuta universalmente, è che esse sono il rimedio elettivo per l’igiene dell’apparato genitale femminile. Non per niente quando Dante passò dal Bullicame nel 1300, trovò le peccatrici presso la fonte del Bullicame…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/04/viterbo-il-bullicame-e-lacqua-santa-che.html

Tabù infranto – Scrive M. Murelli: “E’ caduto un tabù. Un politico (Grillo) si rifiuta di chiedere scusa alla comunità ebraica. Prima assoluta nella storia della Repubblica. Potete girarla come volete e parlare secondo antipatia o simpatia, ortodossia ideologica o che altro. Ma è certificato ed è rottura di un tabù. Nessun personaggio noto, famoso e di alto impatto mediatico ha fino ad ora dichiarato di rifiutarsi di scusarsi con la comunità ebraica. Anzi, oggi ha rilanciato riproponendo la foto incriminata (quella del campo di concentramento con sopra la scritta P2)”

Preparativi per la celebrazione della nascita del Buddha – Anche quest’anno il circolo Vegetariano VV.TT. celebra il Wesak, il 14 maggio 2014, che è il 15° giorno del quarto mese del calendario lunare e che corrisponde alla Luna Piena. Il quarto mese cinese è dedicato all’archetipo del Serpente, che in occidente corrisponde al Toro, questo infatti è il mese che nell’iconografia buddista vede nascere il Buddha. Il Serpente è sinonimo di saggezza. Perciò la nostra celebrazione consiste in…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/04/14-maggio-2014-celebrazione-del-wesak.html

Bolzano-Bozen. Fiori – Scrive Teodoro: “Domenica 27 aprile, saremo in piazza con i nostri semi, con le nostre piantine, grazie al collettivo Contorti che ci ha invitato. Un evento importante con partecipanti di rilievo nell’ambito della cultura e dell’arte. Noi saremo la biodiversità rurale che resiste. Semi che si diffondono, semi di resistenza, segnali di un aprile di liberazione, e la liberazione comincia dai vasi di pomodori antichi sul balcone. Info. thermidore@yahoo.com”

Trasporto merci ed inquinamento – Scrive ISPRA: “E’ il settore trasporti una delle principali fonti di inquinamento atmosferico in Europa ma nell’ultimo decennio ha registrato importanti riduzioni delle emissioni di alcuni inquinanti atmosferici come monossido di carbonio, ossidi di zolfo e composti organici volatili. Trattandosi di inquinanti primari, cioè emessi tal quale dalla sorgente, la diminuzione delle concentrazioni in aria può essere perseguita attraverso una riduzione delle emissioni alla fonte…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/04/ispra-ammuina-delle-merci-ed.html

Commento sull’inquinamento di Marco Bracci: “Come ho già avuto modo di dire, il riscaldamento attuale è dovuto a reazioni che avvengono all’interno della Terra, ormai stufa di subire le angherie dell’uomo, esattamente come la febbre del nostro corpo quando ci ammaliamo, che arriva dall’apparato digerente. I ghiacci si scioglieranno, i mari aumenteranno di altezza, il ghiaccio che tiene insieme le montagne si scioglierà e, sotto l’azione delle mareggiate/uragani continui che ci saranno, verranno spianate come dune di sabbia e non esisteranno più le Alpi, l’Himalaya, le Montagne Rocciose e così via, ma rimarranno tante colline dolci e tondeggianti. Certo noi con l’attuale corpo fisico almeno, non le vedremo in questa vita. Quindi qualunque cosa facciano i “soloni” della Scienza, sarà destinato a fallire, economico o costoso che sia. E non sarà con le scie chimiche che risolveranno il problema, ammesso che il loro scopo sia quello di bloccare i raggi solari e non altri”

Praga. Krabat, apprendista stregone, recensione – Scrive Sara Di Giuseppe: “Oggi leggiamo la favola di Krabat soprattutto come una storia di formazione e di conquistata consapevolezza, metafora del potere dell’amore e della forza dell’anima umana: opponendosi al potere oscuro che ucciderà il suo unico amico e la dolce compagna di lui, Krabat vincerà il destino che lo sovrasta e sarà padrone e responsabile della propria vita. Sotto questa luce la storia, dopo aver ispirato il romanzo per ragazzi di Otfried Preussler e un paio di film di successo approda alla trasposizione in danza…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/04/praga-krabat-carodejuv-ucen-apprendista.html

Roma. Concerto di maggio – Scrive Giovanna: “Nell’augurare Buona Pasqua a tutti voi e alle vostre famiglie, resto in attesa delle conferme per il concerto pomeridiano del 24 maggio al Museo di piazza Venezia a Roma. Info. ultimenotizie@eudonna.it”

Moneta debito. La banca è il ladro e il politico è il palo – Scrive Vincenzo Zamboni: “Chi fa le leggi ? Le leggi le fa e le approva il parlamento, depositario del potere legislativo. Dunque sono colpevoli di truffa e furto ai danni del popolo italiano i parlamentari che hanno approvato le leggi che consentono alle banche di emettere denaro a prestito creandolo senza registrarlo a bilancio in attivo all’atto di emissione, come doveroso quali proprietari del valore dato in prestito, che costituisce dal momento della creazione un valore aggiunto, soggetto dunque ad Iva, il che sanerebbe pienamente il bilancio dello stato, trasformando il debito mendace in credito…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/04/emissione-monetaria-debito-le-banche.html

Nota integrativa: “Caio finge di avere contratto un debito con Sempronio, e che questo debito debba essere pagato da Mario. Solo che il debito non c’è: è una bugia. Dunque Caio sta rapinando Mario per conto di Sempronio. I fatti ci mostrano che: Caio = Parlamento (che approva le leggi di bilancio), Sempronio = banche emittenti, Mario = popolazione…”

Commento di V.M.: “Basta pagare le Tasse che vanno solo a pagare un Debito inesistente motivato dall’EUROcrime o truffa; basta andare nei centri commerciali che Emettono Scontrino Non Fiscale! La moneta debito ci sta derubando di tutto!

Una memoria dall’aldilà – Scrive Fisica Quantistica: “Capo ingegnere-progettista della Sezione Progetti per “Impuls”, Vladimir Efremov morì improvvisamente, soffocandosi in casa a causa di una forte tosse. I parenti all’inizio non capirono che cosa fosse successo. Pensarono che si fosse messo un attimo a riposare. Fu la sorella Natalia, la prima ad accorgersi dell’accaduto. Natalia essendo medico e sentendo che il cuore non batteva incominciò allora a praticargli la respirazione artificiale, ma il fratello non respirava. Fece quindi un tentativo di “mettere in moto” il cuore massaggiandogli il petto. Erano trascorsi già otto minuti quando le sue mani sentirono una spinta di risposta molto debole. Il cuore riprese a battere e Vladimir Efremov ricominciò a respirare da solo. Appena si riprese disse: “La morte non esiste, anche lì c’è vita. Diversa però. Migliore…“. Vladimir descrisse poi ciò che aveva vissuto in quei minuti di morte clinica in modo molto dettagliato…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/04/un-interessante-caso-di-nde-esperienza.html

E ci ricordiamo chi siamo prima ancora di nascere? Ciao, Paolo/Saul

……………………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La saggezza non si riceve, bisogna scoprirla da sé dopo un percorso che nessuno può fare per noi, né può risparmiarci, perché è un modo di vedere le cose.” (Marcel Proust)

Commenti disabilitati

Emissione monetaria a debito – Le banche centrali sono i ladri.. i politici sono il palo

Chi fa le leggi ? Le leggi le fa e le approva il parlamento, depositario del potere legislativo. Dunque sono colpevoli di truffa e furto ai danni del popolo italiano i parlamentari che hanno approvato le leggi che consentono alle banche di emettere denaro a prestito creandolo senza registrarlo a bilancio in attivo all’atto di emissione, come doveroso quali proprietari del valore dato in prestito, che costituisce dal momento della creazione un valore aggiunto, soggetto dunque ad Iva, il che sanerebbe pienamente il bilancio dello stato, trasformando il debito mendace in credito.

Ma sono parimenti colpevoli i parlamentari che non reagiscono a questa condizione di truffa e rapina, imponendo alle banche la corretta registrazione dei loro utili.
Il falso debito trasforma una situazione di prosperità sociale in miseria indotta a vantaggio dei banchieri e sulle spalle del popolo derubato, con la complicità della classe politica.

E’ inutile e fuorviante, allora, distrarre l’attenzione sulle fortune e sfortune giudiziarie individuali di un figurante qualsiasi, sia esso Dell’Utri o Berlusconi , quando vi è invece reato generale di truffa e furto ai danni della popolazione tramite la complicità generale di un parlamento colpevole di permettere ai banchieri di rubare a tutto il popolo: non vi è dunque mafia più grande di quella bancaria, rapinatrice di tutto il valore emesso, che corrisponde al 99% del valore monetario in circolazione.
I parlamentari devono sanare questa situazione, imponendo per legge alle banche la registrazione in attivo (con tutte le conseguenze, anche fiscali, del caso) dei valori emessi, oppure, se non lo facciano, incriminati per complicità mafiosa con la truffa bancaria e concorso in associazione a delinquere.

Come osservato, a conti fatti, non vi è mafia più grande, devastante e peggiore di quella bancaria, con la sua rapina pari al valore di tutta la moneta emessa (salvo la microscopica frazione emessa in monete metalliche dallo stato).
Non è lecito mantenere in eterno silenzio e ambiguità su un simile stato di cose, rovesciandone sul popolo le nefaste conseguenze in termini di truffa e furto: il 45% del bilancio dello stato, ovvero quasi la metà, viene divorato dal falso debito, cui bisogna aggiungere la continua svendita del patrimonio pubblico, motivato dall’esigenza di far cassa per pagare i grandi usurai dell’emissione a debito.
Non esiste oggettivamente il debito: esiste il credito negato da una classe politica complice.

E “si è sempre fatto così” non è una giustificazione: la recidivia di reato è una aggravante, non una esimente.

Vincenzo Zamboni

Commenti disabilitati