Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Visita bioregionale a Montecorone, abbracciare gli alberi, esposizione a veleni agricoli, difendere i giovani dalla “cultura” gender, la pazzia di Osho….

Montecorone

Il Giornaletto di Saul del 22 novembre 2014 – Visita bioregionale a Montecorone, abbracciare gli alberi, esposizione a veleni agricoli, difendere i giovani dalla “cultura” gender, la pazzia di Osho….

Care, cari – ….(omissis)… La mattinata non era per noi terminata. Ripresi i tornanti in salita siamo arrivati fino al borgo di Montecorone. E qui abbiamo goduto di una bella vista sulle colline circostanti del parco regionale dei Sassi di Roccamalatina. In cima al paesello c’era una chiesetta linda, chiusa, tutt’attorno aiuole fiorite con rose bianche rosse e gialle. Le piante erano state da poco potate e per terra ancora c’erano parecchi rametti con i fiori attaccati, così ne abbiamo approfittato per raccoglierne alcuni: rose bianche profumate. Il sole scaldava la piazzetta. Abbiamo poi scrutato con un cannocchiale pubblico, di quelli montati su un paletto, i famosi sassi. Ben visibile il masso di Sant’Andrea ed un altro sasso che sembrava la testa di un uccello col becco proteso. Gironzolando abbiamo scorto solo due vecchietti e qualche gallina. Una casetta aveva gli infissi socchiusi e sulla porta c’erano le chiavi attaccate alla serratura. La mia compagna mi ha chiesto: “Verresti a viverci qui? E poi scriveresti tutte quelle notizie catastrofiste sul Giornaletto?” Ed io ho risposto che se fossi stato lì a vivere avrei cambiato genere ed avrei scritto solo poesie sulla bellezza del luogo. Al ritorno ci siamo fermati a Rocca Malatina per acquistare qualche nido di pasta all’uovo ed un pacchetto di biscotti caserecci, poi pian piano siamo scesi verso il fumoso e confuso mondo della vecchia/nuova Emilia, quella che tutti conosciamo… – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/gita-bioregionale-e-visita-al-paesello.html

Roma. Abbracciare gli alberi – Scrive Comitato del Labaro: “Il Comitato Colli D’oro vi aspetta oggi, 22 novembre alle 11.45, nel Parco di Labaro Colli D’oro. Un abbraccio agli alberi per ricordare quelli abbattuti inutilmente e per riaprire la ferita dell’eco-mostro del palazzetto Volley Lazio che è un monumento della vergogna.”

Giornaletto ed alberi – Scrive Ettore a commento dell’editoriale di ieri: “Ciao Paolo, spesso passando in una pineta lungo mare, guardo quegli alberi alti e maestosi e immagino mia madre col suo grembiulino da scolaretta mentre mette a dimora quelle piccole piante. Quando passavamo di li me lo ricordava sempre, segno che la festa dell’albero all’epoca (fine degli anni 40) era praticata, e a vedere dai risultati direi anche bene. Un paio di mesi fa camminavo nella macchia mentre stava albeggiando. Un grande leccio m’impose di fermarmi davanti a lui. Lo guardai a lungo e pensai alla sua apparente immobilità. Mi avvicinai, lo abbracciai, e mi misi a piangere. Sentivo la sua vitalità e in realtà era lui che mi stava abbracciando. Non so se quel pianto/abbraccio nasceva da una sorta di senso di colpa verso tutta la natura, o dall’esigenza di essere confortati vicendevolmente, so solo che in quel momento ci stavamo scambiando qualcosa, io e quell’albero Madre/Padre. E dopo l’albero abbraccio te e Caterina…”

Commento di G.Q.: “Gli alberi sono parte di noi del nostro tempo, della nostra memoria, gli alberi ci parlano, ci fanno meditare, ci fanno vivere. Per questo dobbiamo dedicare un pò del nostro tempo alla loro cura, alla loro difesa ..”

Jobs Act. Renzie ha toppato – Scrive Per un’economia solidale: “…anche ammesso per assurdo che il Jobs act generi occupazione, accadrebbe che la produttività continuerebbe a scendere ugualmente, dal momento che la produttività globale e la produzione continuano a ristagnare. (tradotto in parole semplici: con un PIL invariato ed un aumento degli occupati il risultato sarebbe una minore produttività). Perciò il governo Renzi è fuori strada nel risolvere i problemi…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/11/jobs-act-la-flessibilita-del-lavoro-e.html

Bugie certificate – Scrive Valeria Sonda: Possiamo avere fiducia sulle denunce diramate da Amnesty riguardo l’Iraq e la Siria? Basti sapere che Susanne Nossel, da ex segretaria di Hilary Clinton è ora segretaria di Amnesty International … Per il bene dei diritti umani in Siria, non appoggiate la campagna di Amnesty International”

Femen pagate – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo sulle “femen pagate” http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/20/chi-paga-le-femen-indagine-sui-rimborsi-spese-e-stipendio-delle-protestanti-a-seno-nudo/ -: “Che qualcuno finanzi non ho dubbi, visto che oggi nulla si è mai potuto fare senza soldi per comprare anche il più piccolo spillo necessario all’azione da svolgere. Il problema, secondo me, è “con quale intento lo sponsor finanzia” – Continua in calce al link segnalato

Supervisione esposizione ai veleni agricoli – Scrive EFSA: “Nuove linee guida dell’EFSA stabiliscono per la prima volta una metodologia armonizzata per la valutazione dell’esposizione ai pesticidi per quattro principali gruppi di popolazione: operatori, lavoratori, residenti e astanti. La metodologia è concepita per…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/supervisione-esposizione-ai-veleni.html

Orte. Concerto – Scrive Incontri Mediterranei: “Concerto di Santa Cecilia nella Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta. Orte, 22 Novembre 2014, ore 18.30. Banda Musicale Città di Orte, direttore Armando Fiabane Coro della Cattedrale, direttore Antonio Trippetti. Info. incontrimediterranei@cittadiorte.it”

Difendere i giovani dal lavaggio del cervello “gender” – Scrive M.D.L.: “La difesa delle giovani generazioni, perché crescano e siano educate secondo natura, è una possibilità per tutti, un dovere, se la parola non suonasse troppo dura per la desuetudine con cui è percepita ed utilizzata: qualcosa d’altri tempi, fuori moda. La loro tutela è un compito che si può assumere dalla politica all’associazionismo, dai genitori all’autodifesa degli studenti:  su piani diversi si possono respingere i sistematici attacchi diretti nelle menti e nelle coscienze dei più giovani, con lo scopo della confusione delle identità, dai bambini della scuola dell’infanzia fino ai ragazzi dei licei…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/11/difendere-la-gioventu-dalla-confusione.html

Kennedy profetico – Scrive Fabrizio Belloni: “Non ho mai avuto simpatia per il Kennedy presidente. Disse però una frase profetica, oppure dedotta dalla Storia. Che in fondo è la stessa cosa: “Chi impedisce una rivoluzione pacifica, rende inevitabile una rivolta violenta”. Ci siamo?

Osho. La sua pazzia… – Un paio di anni dopo la dipartita di Osho (precedentemente conosciuto come Rajneesh), ricevetti una lettera da Majid Valcarenghi (un suo seguace) che mi inviava le bozze del libro Operazione Socrate, in cui si analizzano gli ultimi momenti di vita di Osho, nel testo si dava evidenza al fatto che il maestro potesse essere stato avvelenato dalla CIA, durante la sua permanenza in carcere negli USA. Majid mi chiedeva di scrivere un mio pensiero su Osho, per la pubblicazione sulla sua rivista, cosa che feci volentieri, il testo si intitolava “Ad Memoriam” ed in esso parlavo dei retroscena, osservati da uno “spiritualista laico” quale io ero… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/osho-la-sua-pazzia-la-sua-saggezza.html

Siamo tutti un po’ pazzi ed un po’ saggi, ma alcuni lo sono di più! Ciao, Paolo/Saul

………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il rumore non ha bisogno
di un appuntamento
e il momento può durare
eternità di sogni
senza fine.
Tuttavia Internet
oggi non discrimina
né età, né colore, né razza,
né partito politico, né religione
neppure la cittadinanza e
ha invaso la tua casa e la tua anima,
non è ancora adatto ad ampliare
o quantomeno a sviluppare
l’intelligenza umana.”

(Teresinka Pereira)

Commenti disabilitati

Festa dell’albero, saponificazione a Spilamberto, femen pagate, questione urbanistica, Lista Civica Italiana, energia pulita, storie dal magazzino degli attrezzi usati…

paolo con albero

Il Giornaletto di Saul del 21 novembre 2014 – Festa dell’albero, saponificazione a Spilamberto, femen pagate, questione urbanistica, Lista Civica Italiana, energia pulita, storie dal magazzino degli attrezzi usati…

Care, cari – Fra le proposte fatte dal Circolo vegetariano VV.TT. andate a buon fine ci fu quella di dichiarare “monumenti naturali” gli alberi centenari che ancora crescono nella nostra penisola. Questa proposta, avanzata verso la fine degli anni ‘80 del secolo scorso, fu poi ripresa dai Verdi e tramutata in Legge. La comunione con gli alberi per noi ecologisti è sempre stata una necessità inderogabile. Proprio stanotte ho fatto un sogno sulla sofferenza degli alberi, che sono a tutti gli effetti esseri viventi, bistrattati, sfruttati e mal considerati dall’uomo… Anche gli alberi soffrono… come gli animali, e come noi umani, a causa del sistema finanziario consumista che cancella ogni comunione con la natura e trasforma l’uomo in un demone divoratore, simile a quel mago Saruman che distruggeva gli alberi bruciandoli per trasformarli in demoni (Il Signore dgli Anelli, libro II). Ed è vero che gli alberi hanno un’anima. E’ stato dimostrato che persino una qualunque cellula è autonoma e possiede un sistema che ne regola l’equilibrio e la difesa, in potenza un principio di vita psichica. Esperimenti sui vegetali hanno dimostrato che le piante reagiscono a certi input e che possono sentire benessere, paura, dolore e inoltre che sono capaci di memorizzare. L’albero, col quale l’uomo in passato viveva in grande simbiosi, è stato preso a simbolo religioso dell’origine dell’universo (l’Albero della Vita). Il primo cibo dell’uomo venne dagli alberi e questi esseri gentili, gli alberi, ancora donano diversi frutti, quelli freschi da mangiare a maturazione o da seccare e quelli indeiscenti nella loro buccia dura, come le noci e le nocchie, che essendo a lunga conservazione vengono consumate soprattutto durante l’inverno. Perciò anche noi celebriamo la giornata dell’albero, e lo faremo nel modo più semplice e modesto, cercando il loro contatto e percependo le loro vibrazioni, nel nostro giardinetto di Spilamberto….

Maccarese. Alberi festeggiati: Scrive Memento Naturae: “21 Novembre 2014, in occasione della Festa Nazionale dell’Albero, Memento Naturae parteciperà all’iniziativa promossa da Sol Invictus: “Adotta un Albero – un piccolo gesto che ha il sapore dell’eternità” voluto anche per ricordare l’attivista peruviano Edwin Chota, scomparso da non molto perché voleva difendere la madre foresta. Obiettivo sarà il far piantare alberi seguendo il principio Km.0, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul nostro patrimonio boschivo e per ricreare più spazi verdi possibili…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/20/adotta-un-albero-in-memoria-di-edwin-chota-scomparso-per-difendere-la-madre-foresta/

Spilamberto. Saponificazione – Scrive Caterina Regazzi: “Care, cari, vi invito ad apprendere come autoprodurre ottimi saponi di vario genere, per l’igiene personale e per la detergenza domestica. Il primo appuntamento, del corso tenuto dalla esperta saponificatrice Edy Garagnani, si terrà all’Overseas di Spilamberto domenica 30 novembre 2014, con inizio alle h. 9.30. Scopriremo una tecnica semplice e pratica per produrre il sapone di Marsiglia e altri tipi di sapone. La giornata è aperta a tutti. Info. 3336023090 – 3331712172″

Femen. Stipendio e rimborsi spese garantiti – Scrive Erald Coyle: “Una giornalista di un canale televisivo ucraino è riuscita ad infiltrarsi nel movimento “femminista” Femen, e ha fatto delle scoperte che, se confermate, getterebbero nello scandalo il gruppo “rivoluzionario del gentil sesso”. Per settimane la giornalista ucraina è stata addestrata su come avere un comportamento aggressivo e attrarre l’attenzione dei giornalisti. L’inviata sotto copertura è poi entrata a far parte dell’organizzazione nei panni di una convinta sostenitrice delle idee Femen, partecipando personalmente alle azioni di protesta in topless, registrando tutto con una telecamera nascosta. ..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/20/chi-paga-le-femen-indagine-sui-rimborsi-spese-e-stipendio-delle-protestanti-a-seno-nudo/

Commento di Club Santa Chiara: “L’ultimo episodio riprovevole delle Femen riguarda la comparsata nella puntata dello scorso 12 novembre di Announo (La 7). Le attiviste di Femen, per protestare contro la visita di papa Francesco al parlamento Europeo della prossima settimana, dapprima hanno inscenato una grottesca preghiera “per un mondo senza religione”. Poi, tra i timidi applausi del pubblico, hanno affermato che tale visita rappresenterebbe una minaccia ai diritti umani…”

Roma. La questione urbanistica – Scrive il Manifesto: “La questione urbana delle grandi città, la questione delle periferie – balzata agli “onori” della cronaca nazionale con gli episodi di Tor Sapienza – rischiano di diventare i nuovi incubi dei governi degli anni a venire sovrapponendosi tragicamente alla crisi economica in corso e producendo una miscela esplosiva dalle conseguenze imprevedibili. Quando le questioni si fanno complesse da analizzare per ritardi storici, per deficit di analisi, incapacità o altro e quando le soluzioni non sono a portata di mano, c’è un meccanismo efficace che mette quiete le coscienze: la ricerca del capro espiatorio….” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/bioregionalismo-urbano-e-la-questione.html

Decrescita – Scrive Gloria Germani: “Sono felice di farvi sapere che è uscito il mio libro “Terzani. Verso la rivoluzione della coscienza” (nella collana diretta da Serge Latouche: “I Precursori della Decrescita”) uscirà in Italia e Francia e vuol rendere più amplio, profondo e autorevole – sia nel tempo che negli argomenti – il dibattito contemporaneo che prende il nome di DECRESCITA. Info. gloria.germani@alice.it”

Lista Civica Italiana – Scrive LCI: “Ecco i risultati dell’incontro del 15 e 16 novembre 2014 di Lista civica italiana che ha visto la partecipazione di Ferdinando Imposimato e Felice Besostri. Creare una rete per connettere i comitati locali e per informare i/le cittadini/e; il voto con il portafoglio e il volantinaggio sincronizzato come metodi di azione nonviolenta per dare efficacia alla politica. L’organizzazione di incontri pubblici formativi e informativi per ricostruire il senso di cittadinanza degli italiani…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/11/lista-civica-italiana-si-organizza.html

Post Scriptum: “A Trento è partito un nuovo gruppo di LCI. Chi fosse interessato a collaborare scriva a info@listacivicaitaliana.org”

Bioregionalismo e produzione energetica – Scrive Massimiliano Bernini del M5S (Commissione Agricoltura) a commento di http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/bioregionalismo-e-produzione-energetica.html -: “…concordo con le tue osservazioni! Io ricordo qui a Vetralla un piccolo sbarramento su torrente Grignano per la produzione di corrente elettrica di una società privata che poi negli anni ‘50 venne assorbita dall’ENEL. Sulla canapa abbiamo depositato una proposta di legge e l’altro ieri si sono concluse le audizioni alla Camera. Rimaniamo in contatto. Buon lavoro”

Nepi. Azienda agricola segnalata per un “Bosco per Kyoto” – Scrive Filippo Mariani: “C’è voluto un anno per trovare in Italia aziende agroalimentari e zootecniche capaci di meritare la “nomination“ al premio internazionale Un Bosco per Kyoto 2015. E’ questo un riconoscimento che ogni anno si celebra al Campidoglio di Roma dedicato ad enti e persone che si sono distinti durante gli ultimi anni più degli altri nella mitigazione climatica, nel risparmio energetico e nella tutela dell’ambiente…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/11/nepi-azienda-prodotti-agro-alimentari.html

Silenziosi compagni di viaggio? – Commento di Lorenzo Merlo alla lettera virtuale http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/lettera-virtuale-ai-silenziosi-compagni.html -: “Caro Paolo, c’è un’onda in quello che hai scritto, soprattutto per come lo hai fatto. È un suono di forza, di bellezza, di pace. Contempla tutto, lascia altrove i motivi per dedicarsi alle parti. È un cerchio, e come dici, l’alchimia di qualcuno lo vedrà. Magnifico…”

Mia rispostina: “Non solo ascoltatori silenziosi, anche Lorenzo Merlo!”

Campagna per l’energia solare – Scrive Arrigo Colombo: “Deve partire al più presto una grande campagna nazionale per l’energia solare, che liberi il paese dall’attuale servitù del petrolio, del gas, del carbone; con tutti gli enormi costi che comportano; e tutto l’inquinamento. Restando solo una dipendenza marginale, in parte temporanea. Che si dotino di pannelli solari tutti gli stabilimenti, magazzini, capannoni industriali e commerciali; tutti gli edifici pubblici; tutti i grandi immobili abitativi, come in genere le abitazioni…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/campagna-per-lenergia-solare.html

Macerata. Due pesi e due misure – Scrive Maria Giovanna Varagona: “I pesi da telaio fra storia, funzioni, metafore e modi di dire, Tavola Rotonda 8 Dicembre 2014, Ore 16,30, Museo della Tessitura – Laboratorio la Tela,Vicolo Vecchio, 6 (fuori Porta San Giuliano) Macerata. Info. 3284651371″

Pescara. Cultura – Scrive Olis: “Primo Vere: Via San Donato, 1 – Pescara, Venerdì 21 Novembre, ore 18.00: Il Didjeridoo nella cultura Aborigena con Marco Ferrante. – Sabato 22 Novembre, ore 18.00: Gesù Alchimista. Lettura evolutiva di alcuni insegnamenti del Cristo con Rodolfo Palermo. Ingresso Libero Info. 085.4311217″

Messaggio dal magazzino degli attrezzi usati – Una volta in una società futuribile in cui tutto era informatizzato e meccanico, un funzionario che si era stufato del solito tran tran inutile e del vuoto migliorismo funzionale di una società quadrata, chiese di essere trasferito dal suo livello relativamente alto di attività ad un livello più basso, quello dei lavori manuali. Così fu mandato come operaio addetto alla manutenzione delle strade e lì iniziò per lui una nuova vita, un contatto diretto con le cose che prima non conosceva. La fatica era tanta e non c’erano soddisfazioni o riconoscimenti e spesso i suoi colleghi di lavoro erano persone che non vedevano più in là del loro naso… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/il-cambiamento-inizia-dal-magazzino.html

Metafora interessante, ciao, Paolo/Saul
………………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Domanda: Per quanto tempo si dovrebbe praticare?
Risposta: Fintanto che la mente non abbia ottenuto facilmente il suo naturale stato di libertà dai concetti, che è quando il senso di “io” e “mio” non esistono più.” (Ramana Maharshi)

…………………..

“Withdrawal, aloofness, letting go is a death. To live fully, death is essential; every ending makes a new beginning.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

Ai silenziosi compagni di viaggio, la salute e l’ambiente, bioregionalismo e produzione energetica, corrida a spese UE: favorevoli e contrari, storie da sud

Paolo D'Arpini al computer

Il Giornaletto di Saul del 20 novembre 2014 – Ai silenziosi compagni di viaggio, la salute e l’ambiente, bioregionalismo e produzione energetica, corrida a spese UE: favorevoli e contrari, storie da sud…

Care, cari – Qualsiasi sia il luogo in cui viviamo, in mezzo alla natura ed al selvatico o dentro una città della società consumista. Con la presenza di tutti gli elementi della finzione e della verità, come in ogni esperimento alchemico che si rispetti. Anche se non è il nostro compito quello “di salvare il mondo” sento che è giusto lavorare a questo scopo. Siamo sul filo del rasoio e solo la vita potrà indicarci la direzione, al momento opportuno. L’idealismo non serve a nulla! Non siamo membri di una nuova religione, siamo semplici esseri umani che hanno capito di far parte del tutto… Siamo gli ultimi dei moicani ed i primi precursori, senza regole o comandamenti da rispettare, le nostre decisioni sono semplici aggiustamenti di una navigazione a vista, nel tentativo di individuare vie di uscita dall’enpasse in cui ci troviamo. Infatti a che servono i “principi” nella vita quotidiana, nella sopravvivenza quotidiana del giorno per giorno, salvando il salvabile senza rinunciare alla propria natura?…. Mentre l’umanità virtuale è subissata da annotazioni, direttive, informative di ogni genere e tendenze da riempimento del vuoto (come fossimo circondati da tanti animali da compagnia) il silenzio di alcuni compagni di viaggio mi consola, mi fa supporre che forse anch’essi stanno meditando sul da farsi e riflettendo senza pronunciarsi. Ed anch’io spesso son costretto ad una cernita “censurante”, anche se non amo usare questa parola…. talmente tante sono le informazioni fasulle che ricevo nel continuo bisbiglio telematico. In effetti il problema di internet è proprio l’eccesso informativo che diventa futilità, per questo mi piace l’idea della lettera non lettera, dell’esserci e non esserci, di trasmettere pensieri e sentimenti in cui non vi sono “assunzioni”… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/lettera-virtuale-ai-silenziosi-compagni.html

Viterbo. Tamponare il buco – Scrivono i Giovani del M5S: “La crisi economica è sempre più presente nelle nostre conversazioni, nei telegiornali, nei nostri pensieri; eppure il più delle volte la sensazione è che oltre a discuterne poco sia quello che è in nostro potere fare per contrastarla. Noi però non siamo nel Movimento 5 Stelle solo per “parlare” dei problemi e nemmeno per provare a risolverli alla “vecchia maniera” (vedi la sola assistenza sociale) ma per risolvere i nostri problemi di cittadini con proposte diverse e per alcuni aspetti, lo crediamo, innovative. Attendere l’intervento dell’ente amministrativo di turno non basta più, purtroppo..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/19/viterbo-tamponare-il-buco-con-le-ricette-a-5-stelle/

Tuscia. Acqua cara all’arsenico – Scrive Michele Bonatesta: “Alcuni Comuni della Tuscia sono stati condannati da vari Giudici di Pace al risarcimento del danno in favore di quei cittadini ricorrenti che avevano preteso il rispetto del diritto all’acqua potabile. L’ultimo Comune condannato in ordine di tempo, relativamente al problema dell’acqua ‘all’arsenico‘, è stato il Comune di Ronciglione con una sentenza depositata nei primi giorni del mese di novembre. Nel frattempo la Talete, ente gestore dell’acqua potabile della Tuscia decide di aumentare le bollette dell’acqua (ancora all’arsenico in molte zone) addirittura con effetto retroattivo…”

La salute e l’ambiente – Scrive Patrizia Gentilini: “Una delle obiezioni che viene mossa a noi medici “allarmisti” è che, in barba ai rischi ambientali, la speranza di vita – almeno nei paesi occidentali – non solo è cresciuta, ma sta ulteriormente aumentando. Sembrerebbe quindi che i veleni ( metalli pesanti, agenti cancerogeni, diossine, particolato ultrafine, pesticidi, radiazioni, etc….) per i quali tanto ci agitiamo, non fossero poi così pericolosi né in grado di danneggiarci più di tanto. Forse, ancora una volta, purtroppo, i dati ci danno ragione: anche i più recenti dati dell’Eurostat confermano ciò che da alcuni anni era noto, ossia che nel nostro paese aumenta sì l’aspettativa di vita alla nascita, ma è purtroppo in drastica diminuzione la speranza di vita in salute, ovvero viviamo di più ma sempre più da ammalati! …” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/19/la-salute-prima-di-tutto/

Controllo mediatico – Scrive Come Don Chisciotte: “Secondo la Attkisson, le decisioni su cosa pubblicare e cosa no, vengono prese da una ristretta cerchia di dirigenti di New York, legati all’establishment che ragiona e decide secondo criteri imperscrutabili e prevaricatori. E’ quel che è successo alla Attkisson non appena ha toccato temi sgraditi alla Casa Bianca. Messa subito all’indice con il sistematico e impunito hackeraggio del suo computer da parte dei servizi segreti…”

Corrida a spese della UE. Favorevoli e contrari – Scrive Marcello Giansanti: “GUARDATE COME HANNO VOTATO I PARTITI L’EMENDAMENTO PER L’ELIMINAZIONE DEL FINANZIAMENTO ALLA CORRIDA NEL PARLAMENTO EUROPEO, LA VERGOGNA DEL PD, L’ORRORE DEL PDL DELLA BRAMBILLA (CONTRARIO AL 100% ALL’ELIMINAZIONE DEL FINANZIAMENTO). LO SCHIFO DELLA LEGA, etc. LEGGETE I NOMI, DIFFONDETE, NON DIMENTICATE….” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/11/corrida-spese-della-ue-favorevoli-e.html

Giornaletto. Bon ton – Franca risponde a Norina http://saul-arpino.blogspot.it/2014/11/il-giornaletto-di-saul-del-19-novembre.html -: “Come succede per il sorriso e per lo sbadiglio, anche il “bon ton” è contagioso, ma ormai la gente lo crede un dolcetto da supermercato… Un tempo i Santi venivano definiti “esempi”, ora vengono solo sfruttati per..” – Continua in calce al link segnalato

Bioregionalismo e produzione energetica sostenibile – L’autonomia dello Stivale non è mai piaciuta alle grandi potenze ed ai potentati finanziari ed economici, l’Italia poteva anche sviluppare una sua economia industriale purché restasse succube e ricattabile. Vedi ad esempio, una cosa che può sembrare banale, la proibizione della coltivazione della canapa, dai numerosi usi industriali ed alimentari (in seguito alle pressioni degli USA), e di cui l’Italia era uno dei massimi produttori mondiali. Ma andiamo per ordine. Il nostro Paese sino alla fine degli agli anni ‘50 ed in parte ‘60 del secolo scorso ricavava la massima parte di energia elettrica attraverso centraline idroelettriche poste lungo i fiumi che scorrono nel mezzo di tutte le città italiane. Ricordo ad esempio che negli anni in cui abitavo a Verona andavo spesso a passeggiare in periferia e sulla diga che sbarrava l’Adige e da cui si ricavava l’energia per la città. – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/bioregionalismo-e-produzione-energetica.html

Luce e Rai – Scrive Il Giornale: “Il canone Rai finirà all’interno della bolletta della luce. E si pagherà sin dal prossimo gennaio. Ogni famiglia che ha un contratto per la fornitura di energia dovrà pagare il canone ed il requisito non sarà più il possesso del televisore ma di qualsiasi device che può collegarsi ai canali del servizio pubblico”

NWO. Sordida lotta contro Dilma – Scrive William Engdah: “La neorieletta presidentessa del Brasile Dilma Rousseff è sopravvissuta alla massiccia campagna di disinformazione del dipartimento di Stato USA per il ballottaggio. Tuttavia, è già chiaro che Washington ha avviato un nuovo assalto a una dei principali leader del BRICS, gruppo non allineato delle economie emergenti di Brasile, Russia, India, Cina, Sud Africa. Con la vera e propria guerra finanziaria degli Stati Uniti per indebolire la Russia di Putin e una serie di destabilizzazioni contro la Cina, fra cui la recente “rivoluzione degli ombrelli” a Hong Kong finanziata dagli USA, sbarazzarsi della presidentessa socialista del Brasile è una priorità assoluta per fermare l’emergente polo contrario al Nuovo Ordine Mondiale di Washington…” – Continua:
http://paolodarpini.blogspot.it/2014/11/dilma-rousseff-i-brics-ed-il-council-on.html

Arance marocchine vendesi, in Sicilia – Scrive Vincenzo Mannello: “L’UEismo a Bruxelles ha dato via libera, una decina di giorni fa, all’accordo bilaterale con il Marocco che abbatte i dazi doganali permettendo agli agrumi ed ai prodotti agricoli marocchini di invadere il mercato comunitario e,per prima,proprio la Sicilia. Certo,la Germania ed i ricchi paesi del Nord Europa mica producono arance, pomodorini, limoni ed affini. Hanno scambiato il tutto con le agevolazioni concesse alle loro esportazioni di produzione industriale. Fatto sta che,a sostenere l’accordo,hanno massicciamente contribuito gli europarlamentari del Pd e numerosi “ascari” di altri partiti. Vergogna, vergogna…. principalmente per il governo che avrebbe dovuto fare la voce grossa per tutelare le “eccellenze” agricole italiane e meridionali..”

Storie da sud e strade bianche – Scrive Ferdinando Renzetti: ” Storie da sud, parlano di mari onde isole cicale colori sole farfalle felici svolazzano sui fiori di strade bianche giardino isolato metafora poetica rifugio possibile..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/storie-da-sud-e-strade-bianche-di.html

Bellissime queste immagini poetiche… Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non sapendo quanto sia vicina la Verità, gli uomini la cercano lontano. Sono come colui che in mezzo all’acqua, chiede implorante da bere.” (Hakuin)

Commenti disabilitati

La salute prima di tutto

la salute e l'ambiente

Una delle più frequenti obiezioni che viene mossa a noi medici “allarmisti” è che, in barba ai rischi ambientali, la speranza di vita – almeno nei paesi occidentali – non solo è cresciuta, ma sta ulteriormente aumentando. Sembrerebbe quindi che i veleni ( metalli pesanti, agenti cancerogeni, diossine, particolato ultrafine, pesticidi, radiazioni e chi più ne ha più ne metta….) per i quali tanto ci agitiamo, non fossero poi così pericolosi né in grado di danneggiarci più di tanto.

Forse, ancora una volta, purtroppo, i dati ci danno ragione: anche i più recenti dati dell’Eurostat confermano ciò che da alcuni anni era noto, ossia che nel nostro paese aumenta sì l’aspettativa di vita alla nascita, ma è purtroppo in drastica diminuzione la speranza di vita in salute, ovvero viviamo di più ma sempre più da ammalati!

Cosa ci dice questo grafico?

Nel 2004 l’Italia era, come si può vedere dal grafico linea verde, fra i migliori paesi in Europa e per chi nasceva nel 2004 le femmine , all’età di 65 anni, avevano mediamente altri 11 anni da vivere in salute ed i maschi oltre 12. Per i nati nel 2012 invece la speranza di vivere in salute dopo i 65 anni è di 7 anni per le femmine e di quasi 8 anni per i maschi e siamo addirittura al di sotto del valore medio che si registra in Europa! Come è stato possibile “perdere” in soli 8 anni oltre 4 anni di vita in buona salute per i nuovi nati?

Cosa sta succedendo?

E’ sotto gli occhi di tutti che la nostra salute sta rapidamente deteriorandosi per l’aumentare di patologie cronico-degenerative, in particolare malattie metaboliche, diabete, ipertensione, patologie endocrine, neurodegenerative (in particolare malattia di Alzheimer e morbo di Parkinson) e disturbi neurocomportamentali: per le patologie dello spettro autistico vi è nei bambini un incremento di prevalenza da 1:1200 a 1: 88 in tre decenni!

Anche il cancro, in particolare alcuni tipi di tumore quali prostata, pancreas, mammella, tiroide, linfomi, è in aumento e ciò che più sconcerta è che ormai ad essere affetti non sono solo gli anziani, ma sempre più spesso giovani e bambini. Purtroppo anche qui, ancora una volta, il nostro paese ha un ben triste primato: come si evince dalla sottostante Tabella nei paesi del Nord Europa (NORDCAN) si registrano annualmente, per ogni milione di bambini maschi da 0 a 14 anni 169 nuovi casi di cancro e nelle femmine 150 . Negli Stati Uniti se ne registrano nei maschi 179 e nelle femmine 159 mentre in Italia rispettivamente 191 nei maschi e 163 nelle femmine.

Cosa dobbiamo pensare?

Certamente anche la crisi che coinvolge il nostro paese ( ma che certo non risparmia anche gli altri paesi europei) ha un ruolo non secondario, ma dobbiamo chiederci se altri fattori possono entrare in gioco, fattori non solo legati allo “stile di vita” (costantemente invocato tanto da farci spesso sentire in colpa per le disgrazie che ci capitano) ma anche a fattori non dipendenti dalle nostre scelte quali i fattori ambientali, ovvero dove viviamo, quali inquinanti ci sono nell’aria che respiriamo o nel cibo che mangiamo e che sono tanto più pericolosi quanto più precocemente avviene l’esposizione.

E’ ormai assodato che la vita fetale è il momento più cruciale per la nostra salute non solo nell’infanzia ma anche nell’età adulta e che molte patologie possono avere la loro origine in una sorta di “sprogrammazione” di tessuti ed organi che avviene già nella vita intrauterina.

Numerosi studi condotti in Europa e USA hanno rilevato la presenza di centinaia di molecole chimiche di sintesi, molte delle quali estremamente pericolose, tossiche e cancerogene (mercurio e metalli pesanti in genere, ritardanti di fiamma, pesticidi, PCBs e altri perturbatori endocrini) in placenta, nel sangue cordonale e nel latte materno e lavori pubblicati su prestigiose riviste come Lancet hanno messo in relazione l’insorgenza di tumori e disturbi cognitivi nell’infanzia con esposizioni ambientali.

In particolare nel novembre del 2006 un articolo pubblicato su The Lancet a firma di un pediatra (Landrigan) e di un epidemiologo (Grandjean), della Harvard School of Pubblic Health aveva posto con forza il problema di una possibile “pandemia silenziosa” circa i danni neuro-psichici che si starebbe diffondendo, nell’indifferenza generale, interessando il 10% dei bambini del cosiddetto mondo occidentale. A distanza di sette anni gli stessi Autori (Grandjean e Landrigan) hanno aggiornato, ancora sulle pagine di Lancet, i dati della letteratura scientifica sulla “pandemia silenziosa”, sottolineando come alcuni recenti studi prospettici, in cui sono state misurate le esposizioni materno-fetali, abbiano hanno documentato effetti neurotossici a livelli di esposizione molto più bassi di quelli prima ritenuti sicuri.

Come è possibile che queste problematiche siano così gravemente trascurate non solo dai politici che compiono costantemente scelte dalle indubbie conseguenze sulla nostra salute (si pensi al riutilizzo delle ceneri degli inceneritori nel cemento o al via libera alle trivellazioni per la ricerca del petrolio del recente decreto “sblocca Italia”), ma spesso dalla stessa classe medica, volta più a cercare di porre rimedio che a preoccuparsi adeguatamente di indagare ed operare per rimuovere i rischi ambientali?

Concludendo

Risulta difficile non pensare che i tristi primati sopra ricordati non siano correlati all’altro triste primato che deteniamo nel campo della corruzione: l’ultima graduatoria di Transparency International segna infatti un grave arretramento del nostro Paese per cui, rispetto al 2011, su 174 nazioni prese in considerazione, l’Italia scivola dal 69esimo al 72esimo posto, superata da Ghana, Romania e Brasile. Va ricordato che un paese corrotto non paga solo un prezzo sul piano economico, ma anche sul piano ambientale e sanitario perché, ad esempio, i controlli sono assenti o inadeguati ed un paese più inquinato è anche un paese più ammalato. Le “mappe” di corruzione, inquinamento e malattie si sovrappongono e ciò che la Terra dei fuochi ci ha insegnato non è un esempio isolato, ma il paradigma di ciò che avviene in tutto il paese, a cominciare proprio dal profondo e “civile” Nord! Crediamo che sia davvero inutile continuare a chiedere soldi per la ricerca o l’assistenza se non si sposta con fermezza l’attenzione anche sul versante della riduzione dell’esposizione agli inquinanti ambientali, ovvero sulla Prevenzione Primaria.

Patrizia Gentilini

Bibliografia
Grandjean P, Landrigan PJ. Developmental neurotoxicity of industrial chemicals. Lancet 2006;368:2167–2178
Grandjean P, Landrigan PJ. Neurobehavioural effects of developmental toxicity. Lancet Neurol 2014;13:330-38.

Fonte: gruppodistudioambientesalute

Commenti disabilitati

Cani e persone, veleni in deroga, Expo e fuffa, yen sgonfio, PD Dolly secondo Matteo, radicali ecologisti, essere e non essere

cane

Il Giornaletto di Saul del 19 novembre 2014 – Cani e persone, veleni in deroga, Expo e fuffa, yen sgonfio, PD Dolly secondo Matteo, radicali ecologisti, essere e non essere

Care, cari – Cani e persone – Sul solito FB una certa signora Roberta ha postato una immagine in cui è scritto: “Non mi fido delle persone che non amano i cani ma mi fido dei cani che non amano le persone”

Mia rispostina: “….mi permetto di obiettare.. i cani son pur sempre animali e come tali non ragionano. A volte prendono delle antipatie inconsulte e non sono più in grado di correggere il comportamento. Tanti anni fa ricordo che camminavo per Roma, andando al lavoro, davanti a me un passante urtò per errore un doberman che stazionava davanti alla porta di un ristorante (appartenente al proprietario del locale), il cane non vide chi l’aveva urtato ma vide me che seguivo e da allora prese a ringhiarmi tutte le volte che mi vedeva, alla fine dovetti cambiar strada. Altro esempio, a Treia dove abito, delle volte sono andato a passeggio con la cagnetta della mia compagna incrociando altre cagnette, queste ultime cercavano di attaccar briga ma io semplicemente passavo oltre. Ma in seguito anche quando camminavo da solo quelle cagnette antagoniste mi ringhiavano e mostravano di volermi mordere, tant’è che i proprietari dovevano trattenerle e sgridarle.. ovviamente più questo succedeva e più le cagnette si incaponivano. Adesso ogni volta che mi vedono dimostrano grande aggressività ed inimicizia….”

Veleni agricoli consentiti (in deroga) – Scrive Gilberto Carlotto: “L’Italia è uno strano paese, dove, regioni e governi promulgano leggi per la tutela dell’ambiente, poi si concentrano solo sulle deroghe e quando non esistono, le creano ex novo o le riscoprono nei meandri delle leggi. Ha cominciato la Regione Veneto con….” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/11/veleni-agricoli-consentiti-in-deroga.html

Milano. TTIP – Scrive Elicriso: “Milano, Casa Gorizia, Via Vigevano, 2/a, h. 21, Assemblea informativa sul TTIP l’accordo commerciale in corso di negoziazione tra l’Unione europea e gli USA ovvero una deregolamentazione che prevede l’abolizione dei dazi doganali e l’uniformità di regolamenti tra Europa e America. Relatore: Teodoro Margarita di Civiltà Contadina. Info. elicriso.milano@gmail.com”

Milano. Expo e fuffa – Scrive Alberto Olivucci: “Basta parole: abbiamo il dovere di dare agli agricoltori del mondo varietà resilienti e metodi di coltivazione efficaci che gli permettano di produrre senza usare nessun tipo di sostanza dannosa per l’ambiente e per la salute umana. Tutto il resto è fuffa, come le parole di Vandana, che ha speso per doversi discolpare la coscienza della sua funzione di ambasciatrice di un Expo intriso di corruzione e progetti agroindustriali. Se è una persona virtuosa rinunci ai ricchi ingaggi e ne stia lontana come dalla peste! Venga a stare con noi contadini che ne stiamo fuori a cercare soluzioni accettabili per produrre cibi di qualità a buon prezzo per tutti, non solo per chi se lo può permettere. Cibi semplici come quelli dei nostri nonni, cibi conditi con la gioia e la fraternità, cresciuti con la speranza, coltivati con l’amore. ..” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/2015-milano-expo-e-fuffa.html

Vittoria – Esperimenti Monsanto – Scrive CIR: “…in una terra ricca di semi e grani di qualità antiche a Vittoria (provincia di Ragusa) nella Contrada Dorilli la Monsanto ha iniziato delle sperimentazioni sul grano in serra. Notizia avuta da un contadino inconsapevole, come se fosse una buona notizia, posti di lavoro in più e così via. Mi affido a voi per informare e divulgare. Info. cir.informa@altersoftware.it”

Verona. Orinale – Scrive Norina: “Ieri, come tutti i martedì, sono allo stesso posto di Verona e il panorama che mi circonda è uguale se pur umido. Oltre a tanti visi colorati che sembra camminino senza saper dove andare – stamattina sono stata testimone del nostro italiano autoctono il quale – avvicinandosi con circospezione ai cassonetti – si è messo ad orinare. L’ho sgridato, gli ho fatto notare che ci sono 4 bar nel circondario ma lui si è scrollato le spalle andandosene. Allora è pur vero che dobbiamo cambiare anche noi – tirar fuori il nostro senso civico sepolto da strati di menefreghismo. Chissà se tutti ci comportassimo perfettamente (traendone tanta soddisfazione) gli “altri” potrebbero esserne intimoriti e tentarne l’imitazione…?”

Roma. Radicali Ecologisti – Scrive coordinamento: “Sabato 29 e domenica 30 novembre 2014 si terrà a Roma il Meeting annuale dei Radicali Ecologisti presso il Consiglio metropolitano partecipato, Via Giolitti 231. Ti chiediamo la cortesia di voler preannunciare la tua partecipazione per permetterci di organizzare al meglio il materiale e gli spazi, garantendo a tutti i partecipanti la migliore accoglienza…..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/11/18/roma-29-e-30-novembre-2014-i-radicali-ecologisti-sincontrano/

Governo. Svendite – Scrive Pietro Girotto: “Governo privo di politiche industriali svende Terna e Snam a banche e cinesi. Tramite la Cassa depositi e prestiti, il Governo ha dato un altro duro colpo alla svendita del patrimonio pubblico, annunciando la cessione di quote di minoranza di Snam e Terna, detenute da Cdp Reti Spa, a 33 fondazioni di origine bancaria e alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense”

Viterbo. PD Dolly, secondo Matteo – Scrive Michele Bonatesta: “Eggià, il… Pd secondo Matteo. Epproprio: il Pd secondo… don Matteo. Eccerto: il Pd secondo il bullo-bello della politica di Pontassieve, Matteo Renzi. Evvero: il Pd secondo un personaggio – Matteo Renzi – che a nostro avviso, ovviamente, di politica capisce poco ma che capisce tutto dei… c**zi suoi. Chissà se il bullo… pardon, il bello.. pardon, il bullo-bello…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/11/viterbo-il-pd-dolly-secondo-matteo.html

Pirri. Musica palestinese – Scrive Fawzi: “23 novembre, ore 19, presso il teatro la vetreria di Pirri (Cagliari), “Note di Resistenza. Musiche e voci dei palestinesi di ieri e di oggi”. L’evento prevede musiche, danze e letture, dalla Sardegna e dalla Palestina. Ospite principale della serata sarà il cantante e suonatore di Oud (liuto arabo) Palestinese Faisal Taher. Info. 3386166944″

Giappone, yen sgonfio e dollaro acchiappa tutto (ed il fu settembre nero della Lira) – Scrive Gianni Caroli: “…veniamo al punto: IN USA LA LIQUEFAZIONE DELL’ECONOMIA E’ STATA POSSIBILE SOLO PERCHE’ IL DOLLARO E’ MONETA DI RISERVA MONDIALE, ED HA UN PUNTELLO STABILE, L’EURO, ALZATO A GRADIMENTO DI WALL-STREET. DUNQUE LA SUA DIFFUSIONE DI MONETA GONFIATA VIENE SCARICATA, COI RELATIVI COSTI DI INFLAZIONE, E DI STRETTA ECONOMICA SUSSEGUENTE, ATTRAVERSO LA SUA AUTOMATICA ESPORTAZIONE: SU NAZIONI, POPOLI E STATI JUGULATI AL SISTEMA EX-BRETTON WOODS. IN PARTICOLARE QUELLI ATLANTICI, COSTRETTI A PORTARE IL BASTO DELL’ EURO-ALTISSIMO – DALL’ AGOSTO 2007, PER SALVARE LE BANCHE ANGLO-SAXON…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/11/giappone-yen-sgonfio-e-dollaro.html

Villa Ruggeri. Settimana Eusofica – Scrive Mario: “Sabato 22 Novembre 2014 presso Villa Ruggeri, via del Vecchio Mattatoio, 5 (TE) dalle h 18 incontro per organizzare la Settimana Eusofica dal 15 al 21 Dicembre per TerrAmo. Info. 348 78 01 959″

Essere e non essere – Nello spirito, nella coscienza, non c’è percorso e quindi anche parlare di spiritualità laica sottintendendo che questo sia un modo di impostare la ricerca interiore, attenendosi a delle norme o respingendone altre, è pura vanità, è finzione. Tutto avviene per conto suo, sulla base di una spinta evolutiva interiore, credere in una via e pensare di essere nel giusto è la prerogativa di ogni percorso. Ma non serve nemmeno indicare le incongruenze di questa o quella religione, di questo o quel credo. Finché c’è qualcuno che crede in una religione non si può far a meno di riconoscere che per lui la verità del sè è un miraggio. Credere in questo o credere in quello è solo credere. Ma possiamo affermare di “credere” nell’esistenza, di “credere” nella nostra coscienza? Noi esistiamo e siamo coscienti, non crediamo di esserlo… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/nellinfinito-e-nelleterno-non-esistono.html

Par condicio per tutti… Ciao, Paolo/Saul

………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Che cosa sarebbe la vita se non avessimo il coraggio di fare tentativi?” (Vincent Van Gogh)

Commenti disabilitati