Archivio della Categoria 'Comunicazioni di servizio'

Famiglia allargata, previsioni di guerra NATO, libero pensare ed uso del pensiero, TTIP, andare oltre il patriarcato e la guerra…

Famiglia allargata

Il Giornaletto di Saul del 29 maggio 2015 – Famiglia allargata, previsioni di guerra NATO, libero pensare ed uso del pensiero, TTIP, andare oltre il patriarcato e la guerra…

Care, cari, grillini un po’ fuori… Riporta il quotidiano Il Giornale che il grillino Sibilia avrebbe proposto (come già avviene in alcuni stati degli USA) di: “Legalizzare i matrimoni di gruppo e tra specie diverse, Purché siano consenzienti..”. – Così siamo già al superamento dei matrimoni fra membri dello stesso genere. Ma secondo me intestardirsi sull’allargamento delle forme di matrimonio non ha senso. Il matrimonio potrebbe essere anche eliminato, ferma restando la garanzia e l’assistenza per la prole. L’unione consenziente è più che sufficiente per tenere unita una famiglia, che poi questa famiglia sia allargata, con più femmine e maschi assieme od in altra combinazione prediletta, è l’unica speranza per risollevare le sorti della solidarietà e cooperazione fra cittadini, giovani e vecchi, che oggi non trovano una dimensione umana e culturale a loro consona. E di matrimoni misti e solidali esistono parecchi esempi storici e non solo di quelli avvenuti fra un solo uomo e molte donne. Nel Mahabarata, ad esempio, gli eroici cinque fratelli Pandava (protagonisti principali dell’epica) condivisero gioie e dolori coniugali con la principessa Draupadhi. Insomma la “famiglia allargata” è un ottimo esempio attuativo di “ecologia sociale”, una sezione dell’ecologia profonda. Per quanto riguarda invece.. – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/05/29/famiglia-allargata-o-sodoma-e-gomorra/

Commento di Luigia Camaioni: “Vedi ad esempio l’opera di Bronfenbrenner che può essere letta come uno stimolo per gli studiosi dello sviluppo umano a progettare e attuare esperimenti di trasformazione finalizzati non tanto alla verifica di ipotesi, quanto piuttosto alla scoperta delle opportunità presenti nell’ambiente e della notevole capacità degli esseri umani di rispondere in modo costruttivo e spesso progressivo alle modificazioni introdotte”

Nato. Prevista guerra a breve – Scrive Lista Disarmo – peacelink.it: “Visti gli ultimi sviluppi geopolitici in Medioriente e nell’Est Europa, con ogni probabilità il mondo sarà in guerra quest’estate, secondo un alto funzionario della Nato. “Probabilmente entreremo in guerra quest’estate, se siamo fortunati non sarà uno scontro nucleare”. Il funzionario l’ha detto la settimana scorsa all’analista esperto di servizi di intelligence Usa John Schindler.” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/05/questestaste-se-siamo-fortunati-non-ci.html

Furbate capitaliste – Scrive F.B.: “Non potendo svalutare la moneta, si svaluta il lavoro. L’Ue del rigore ha imposto di mantenere alta la disoccupazione, perché in questo modo i salari restano bassi: nello stesso Def è scritto a chiare lettere che la percentuale rimarrà del 12%. Renzi esegue gli ordini della Bce e della Germania, con i contratti a fregature crescenti del Jobs Act alimenta la disoccupazione e la svalutazione del lavoro. Così le multinazionali sono libere di sfruttarci e cannibalizzare le Pmi italiane.”

USA e Cina. Disaccordo sull’uso del Mar Cinese – Scrive Sputnik Italia: “Washington pretende da Pechino lo stop alla costruzione di isole artificiali e sta inviando aerei spia nel Mar Cinese Meridionale. La Cina non vuole cedere alle pressioni e deve prepararsi ad un confronto, riporta il giornale “Global Times”, come pubblicato dall’organo principale del Comitato centrale del Partito Comunista Cinese (PCC), il “Quotidiano del Popolo”. Se gli Stati Uniti insistono con convinzione affinché la Cina cessi le sue attività, la guerra sino-americana nel Mar Cinese Meridionale è inevitabile…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/05/cina-ed-usa-si-confrontano-sul-mar.html

L’importanza delle “buone speranze” – Scrive Olivier Turquet: “Sicuramente le elezioni in Grecia ci avevano entusiasmato. “Troppa sinistra classica” obiettò qualcuno. Ora sono arrivate le amministrative in Spagna, un bello schiaffo alla vecchia politica. “Se li compreranno in 5 minuti”, dice il solito scettico blu. Personalmente sono contento quando persone in buona fede vengono elette e cercano di fare del loro meglio per cambiare il mondo nel modo che gli pare più opportuno. Tutte le buone persone hanno il mio appoggio incondizionato. Non per questo credo di essere un ingenuo buonista; sono abbastanza realista per sapere che i poteri in campo credono di poter comprare chiunque e che, quando necessario, metteranno in campo tutti i mezzi leciti ed illeciti per farlo. So anche bene che i processi storici in moto hanno le loro dinamiche e che i passi da fare per cambiarne la pericolosa direzione che stanno prendendo gli avvenimenti sono tanti,urgenti e complessi…”

Libero pensare o uso del pensiero? – Scrive Paola Botta Beltramo: “…La ricerca delle cause del male è da sempre l’argomento più difficile. Si pensi alle pesti bibliche, a quelle del medioevo che hanno decimato l’Europa o all’influenza spagnola di cent’anni fa che ha causato più morti della prima guerra mondiale…. Relativamente alla morte atroce dei fratellini veggenti Marto, preannunciata dalla Madonna di Fatima, è stato detto che tali prove costituiscono “la pedagogia di lassù”. Fiumi di parole sui vari misteri  di Fatima e pochissime sulle vere cause di quella pandemia.” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/05/libero-pensare-o-uso-del-pensiero.html

Impresentabili, ma eletti.. – Scrive Fabrizio Belloni: “Governo ed altare si curan di te… Bazzecole della democrazia: candidati impresentabili, la cui lista i media di regime nascondono per non affossare ulteriormente il distacco ormai endemico dei Cittadini dalla casta. I farabutti, presunti o reali, sono talmente diffusi che ormai non è possibile distinguerli dai -non ancora- colpiti dalla magistratura. Ed i peggiori sono gli “onesti” (o non ancora scoperti), perché con la loro faccia “onesta” avvallano e certificano la presenza dei mafiosi, dei corrotti, dei ladri, dei concussori, ma soprattutto degli incapaci. La repubblica democratica affoga nel guano della storia.”

Obiezioni al TTIP – Scrive Pierre Defraigne: “Le Parlement fédéral quelque incontestable que soit son droit à la non-ratification pourrait hésiter à l’exercer, parce que cela reviendrait à prendre en otage un Traité commercial paraphé par la Commission et par les 28 gouvernements. Il faudrait pour cela de solides raisons. Ces raisons existent. Mais avant de les parcourir, trois réflexions liminaires..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/05/28/pierre-defraigne-trois-objections-au-traite-transatlantique-ttip/

Milano pacifista – Scrive Nadia: “Venerdì 5 giugno 2015, ore 21 – c/o la Casa Rossa, via Monte Lungo 2 – Milano. Manifestazione pacifista e No Nato. Info. nadiaschavecher@yahoo.it”

Roma pacifista – Scrive M.P.: “2 giugno 2015 contro la guerra in Libia e la parata militare. Ore 10.00 all’aeroporto militare di Centocelle (Piazza dei Consoli) sede del Comando Militare Interforze /quartiere generale della missione militare europea. L’UE sta preparando un nuovo intervento militare in Libia ed il governo Renzi nasconde la volontà di rafforzare gli interessi dei poteri forti nel Mediterraneo e l’ipocrisia di una nuova guerra umanitaria. Info. palombo.marco57@gmail.com”

Oltre il patriarcato (e la guerra) – Scrive Stefano Panzarasa: “La più cattiva di tutta la terra è una parola che odio, la guerra! Per cancellarla senza pietà gomma abbastanza si troverà. (Gianni Rodari, da “La Filastrocca delle parole”) – Con queste parole tratte da una famosa poesia di Gianni Rodari, si capisce bene un concetto: cancelliamo la parola guerra dal nostro linguaggio e dalle nostre menti, nessuno così potrà più fare qualcosa che essendo impronunciabile diventerà impossibile anche da immaginare e quindi da fare…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/05/oltre-il-patriarcato-verso-una-civilta.html

Interessante visione matristica, da leggere e ponderare. Ciao Paolo/Saul
………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Anche se la vita è un sogno, fate come se non lo fosse. Siate lievi nel vostro agire” (Deng Ming-Dao)

Commenti disabilitati

In visita a Spilamberto ed a Vignola, lettera da Ca’ Lamari, Cantamaggio, dividi e comanda, TTIP, Viterbo: bare a vista, accelerazione di memoria…

La porta di Spilamberto

Il Giornaletto di Saul del 28 maggio 2015 – In visita a Spilamberto ed a Vignola, lettera da Ca’ Lamari, Cantamaggio, dividi e comanda, TTIP, Viterbo: bare a vista, accelerazione di memoria…

Care, cari, ieri sera, Caterina ed io, abbiamo fatto un po’ i turisti per Spilamberto, accompagnando in visita i nostri amici Daniela e Maurizio, venuti da Jesi. Strano come appena giunge qualcuno da fuori, anche se io stesso sono praticamente un forestiero qui a Spilamberto, improvvisamente ci si inventi la parte di “guida” atteggiandosi a conoscitori del luogo: “Questa è la porta antica del paese, le cui mura sono state smantellate in un tempo non lontano, per un “riordino” urbanistico della città. Qui c’è la Rocca Rangoni, ove dimorava il marchese di queste terre e qui c’è il parco e frutteto, oggi di proprietà comunale, e qui potete anche vedere i pezzi del muro comunista di Berlino, che sono stati importati a memento di un periodo storico di cui l’uomo si è vergognato.” – Quei frammenti di muro in cemento, alti appena tre metri, dipinti con colori vivaci da ignoti abitanti di Berlino Ovest, fanno oggi ridere -in quanto mezzo di separazione fra i popoli- rispetto ai muri odierni delle “democrazie”: l’altissimo muro sionista fra israele ed i territori palestinesi, il recinto elettrificato che divide gli usa dal Messico, etc. Senza parlare degli steccati ideologici che separano ciò che la terra non distingue. Per fortuna in piazza a Spilamberto c’è anche una gelateria artigianale e seduti all’ombra del bastione, mescolati ad una folla di gente di ogni colore e razza, come i gusti del gelato, ci siamo sentiti parte e parcella di un mondo indiviso. Infine, per concludere in belleza la visita, siamo andati al mercatino contadino di Vignola, nel podere di Maria Miani.- Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/05/28/da-jesi-a-spilamberto-a-vignola-al-centro-del-mondo/

Nel frattempo abbiamo ricevuto la lettera di Pietro Rossi, colui che ospiterà il collettivo ecologista del sosltizio estivo, il quale racconta la sua storia ed il suo progetto: “Cari bioregionalisti come state? Io bene e come al solito, pioggia o no, sono sempre molto attivo e mi lascio prendere dai lavori fuori che faccio con passione anche se ho bisogno di direzionare le mie energie in altre parti di me! Sono contento che Paolo D’Arpini e Caterina Regazzi mi abbiano proposto di fare l’incontro collettivo ecologista 2015,  sul bioregionalismo, a casa mia, ovvero a Ca’ Lamari. Dopo aver rubato un po’ di tempo all’orto provo a mettermi alla prova con il computer con cui ho un rapporto un po’ variabile e non sono sicuro del  mio talento telematico. Mi metto di buona a scrivere per spiegare meglio quale vuole essere il mio ”progetto”. – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/05/la-casa-di-ca-lamari-ed-il-mio-progetto.html

Montalto di Montese. Cantamaggio – Scrive Piero Negroni: “Vi ricordo il Cantamaggio di sabato 30 maggio 2015 a Montalto di Montese, con ritrovo alle ore 14 alla chiesa di Montalto, vi informo che sul sito www.millecolline.it è possibile vedere il video del cantamaggio che si è svolto a Rocchetta di Guiglia il 10.5 scorso. Vi aspettiamo! – Info. piero.negroni@teletu.it”

TTIP. Quel che c’è da sapere – Scrive LCI: “Il TTIP è un trattato di liberalizzazione commerciale transatlantico, ossia ha l’obiettivo dichiarato di abbattere dazi e dogane tra Europa e Stati Uniti, in realtà questo trattato, che viene negoziato in segreto tra Commissione UE e Governo USA, vuole costruire un blocco geopolitico offensivo nei confronti di Paesi emergenti come Cina, India e Brasile creando un mercato interno tra noi e gli Stati Uniti le cui regole, caratteristiche e priorità non verranno più determinate dai nostri Governi e sistemi democratici, ma modellate da organismi tecnici sovranazionali sulle esigenze dei grandi gruppi transnazionali. I soliti “tecnici” che “rubano” il potere alla politica. Ma non solo questo…” – Continua:
http://retedellereti.blogspot.it/2015/05/ttip-quel-che-ce-da-sapere-sul-trattato.html

Migrantes (italiani) – Scrive Valentina Pigmei: “Secondo i dati raccolti da Migrantes (sulla base dei dati dell’Anagrafe italiani residenti all’estero, Aire) nel 2014 sono emigrate 90mila persone. Ma il dato è in continua crescita. Nella storia, i paesi con più oriundi italiani sono, nell’ordine, Brasile, Argentina e Stati Uniti. Oggi non è cambiato moltissimo, anche se l’Asia sta emergendo tra le destinazioni dove si riscontrano le variazioni più interessanti per gli anni 2013-2014: l’Italia continua a guardare a oriente e, in particolar modo, alla Cina (+876 persone), a Singapore (+458), alla Thailandia (+391) e al Giappone (+295)…”

Expo 2015. Turibolo profano e consumista – Scrive Franco Libero Manco: “Chi pensava che Expo fosse una piattaforma informativa, scambio di risorse culturali e tecnologiche con lo scopo di trovare soluzioni politico-economiche per assicurare a tutti cibo sano e sufficiente e sconfiggere la fame che attanaglia 800 milioni di esseri umani, dovrà attendere edizioni eticamente più avanzate. Il tentativo non è “Nutrire il pianeta” ma vendere di più i propri prodotti, utilizzando il cibo come strumento strategico per assicurarsi maggiori guadagni e far credere, tra le altre cose, che le grandi industrie non sono responsabili del cambiamento climatico in corso: l’80% delle risorse disponibili è ad appannaggio delle lobby…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/05/expo-2015-luna-park-o-turibolo.html

Ecologia senza paraocchi – Scrive Shanti Di Lieto a commento dlel’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/05/26/ecologia-profonda-e-laicita-di-pensiero/comment-page-1/#comment-59 -: “I Vegani che vanno a raccogliere erbe spontanee mangerecce vengono a loro volta attaccati dai fruttariani! Che sono anche piuttosto veementi. In ogni caso, anche volendo conservare nella nostra dieta uova e latticini, dobbiamo combattere il Sistema degli allevamenti industriali, nel momento in cui si tornerà ad un’economia locale e la Transizione sarà diffusa e avrà preso piede, il problema sarà ridimensionato. Se tu puoi consumare solo i prodotti degli animali che tu stessi hai allevato, sarà difficile trovare gente che mangia carne, e il consumo di latte e uova raccolte autonomamente sarà molto ridotto e si punterà alla qualità e alla freschezza…” – Continua in calce al link segnalato

Viterbo. Bare a vista – Scrivono Grillini viterbesi: “Degrado, sporcizia, manutenzione molto carente, e … bare a vista; si avete capito bene: esposta alle intemperie, c’era una bara semidistrutta fra le macerie di un monumento funebre evidentemente collassato sotto il peso del tempo o magari di qualche albero crollato di recente. Abbiamo interpellato un esperto del settore che, visionate le foto, ha affermato che dentro la bara c’è sicuramente il corpo e questo si evince dal fatto che le saldature sullo zinco interno sono intatte…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/05/viterbo-levati-oh-lazzaro-il-cimitero.html

New York. Diritti per le scimmie – Scrive Animali nel cuore: “Gli avvocati di due scimpanzé andranno in tribunale per sostenere che gli animali in questione hanno dei diritti di “personalità giuridica” e dovrebbero essere liberati dall’università di Long Island, negli Stati Uniti, in cui sono detenuti. L’associazione Nonhuman Rights Project ha presentato la petizione alla Corte Suprema dello Stato a Manhattan a nome di Leo e di Herclues, rivela AP. Gli scimpanzé vengono tenuti alla Stony Brook University, dove sono utilizzati negli studi di locomozione.”

“Dividi e comanda”. Renzie alla sbarra… – Scrive Bruno Barra: “Ha iniziato con il dividere in modo aggressivo e violento il suo partito. Ha dichiarato guerra al cosiddetto consociativismo, spiazzando i sindacati e auspicando un ritorno ad una sorta di corporazione unica che faciliti il dialogo con il governo, creando disorientamento tra le forze sindacali e difficoltà nel ritornare procedure di concertazione condivise. E quel che è grave, ha fomentato conflitti generazionali..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/05/27/renzi-alla-barra-raccontato-da-bruno-barra/

Commento di Giorgio Mauri: “Renzi ha sempre dimostrato di avere le caratteristiche psico-fisiche: viso d’angelo e indole squallida su uno sfondo culturale da Cottolengo. Il capolavoro è stato assistere ai passi con cui la massoneria italiana lo ha promosso, partendo da una Firenze medioevale stufa di Dalema, per transitare poi ai salotti televisivi e infine approdare a delle primarie che avrebbe vinto anche l’orso BUBU, contro due impresentabili mai visti come Civati e Cuperlo. Due psicopatici molto vicini a casi clinici veri e propri. Ma la ciliegina sulla torta è stata far credere agli italiani che avevano scelto democraticamente Renzi, quando a sceglierlo sono stati, essenzialmente, 1 milione di citrulli e di non ben identificati berlusconiani incalliti!”

Faitù, in accelerazione di memoria – Scrive Sebastian: “…ecco come inizia la storia. A volte le parole scivolano senza lasciare traccia sul nostro essere assente come flusso indistinto di un linguaggio continuamente frammentato, mai ricomposto, visionario e televisionario con un sfasamento sincronico unidirezionale, baci allo zolfo. Faitù smanettava continuamente con il suo cellulare mandando e ricevendo messaggi di sorta, dopo un po’ stanco di questa attività si alzò dalla sabbia e inizio a passeggiare distratto nervosamente sulla spiaggia. Allorquando vide quella ragazza che prendeva il sole sul bagnasciuga, con le trecce da Biancaneve, il costume bianco e..” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/05/dialogo-riflesso-tra-sebastian-faitu-ed.html

Una memoria può essere accelerata? Ciao, Paolo/Saul

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il mondo peggiore si divide in tre categorie: i viscidi che tramano e mentono, i pavidi che hanno paura persino di esprimere il loro pensiero e gli opportunisti che, essendo viscidi e pavidi nello stesso tempo, possono saltare sul carro del vincitore o denigrarlo se la situazione lo richiede.” (Sonia Ognibene)

Commenti disabilitati

Ecologia senza paraocchi, il califfo che piace agli USA, la forza della nonviolenza, in attesa del miracolo, interspecismo maturo…

ecologia senza paraocchi

Il Giornaletto di Saul del 27 maggio 2015 – Ecologia senza paraocchi, il califfo che piace agli USA, la forza della nonviolenza, in attesa del miracolo, interspecismo maturo…

Care, cari, ritengo che la laicità ed equanimità che viene richiesta ad un “ecologista profondo” sia indispensabile per poter individuare gli aspetti vitali aldilà delle interpretazioni, e questo senza reticenze. Questa laicità significa anche “naturalezza” e capacità di vivere la vita senza paraocchi. Per tale ragione -ad esempio- pur praticando da anni una dieta vegetariana (secondo me, ed in base ai fatti, una dieta “naturale” dell’animale uomo) mi sono trovato spesso attaccato da “vegani” i quali “interpretano” la dieta umana sulla base di una ideologia, che non corrisponde a fatti biologici ed anatomici. Ed in verità non potranno mai essere ecologisti profondi fintanto che saranno legati ad un sistema etico moralistico…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/05/i-paraocchi-non-aiutano-vedere-bene.html

Molise. Erbe – Scrive Michele Meomartino: “FESTIVAL DELLE ERBE – MOLISE Dal 20 GIUGNO al 1 AGOSTO 2015. CALENDARIO: Agnone: 20 – 21 Giugno, Pizzone: 27 – 28 Giugno, S. Pietro Avellana: 4 – 5 Luglio, Montemitro: 11 – 12 Luglio, Pescopennataro: 18 – 19 Luglio, Capracotta: 24 – 25- 26 Luglio, Montagano: 30 – 31 Luglio e 1 Agosto. Programmi: https://www.facebook.com/events/855925874454952/

Frantumazione degli stati attorno ad israele – Scrive Marco Palombo: “Nella parte finale dell’articolo leggibile di seguito, Alberto Negri sul Sole24ore di ieri si chiede se gli USA sono disposti ad accettare un nuovo stato sunnita tra Iraq e Siria. Uno stato che presto non si chiamerà più Califfato ma avrà un nome più digeribile per l’Occidente. Ma petrolio e religione non spiegano tutto….” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/05/26/parcellizzazione-degli-stati-in-nord-africa-e-medio-oriente-la-frantumazione-benvoluta-da-usa-e-sion/

Integrazione commento di Piotr: “Alberto Negri è uno dei pochissimi giornalisti mainstream senza fette di salame sugli occhi. Non è una sorpresa che sia stato il primo corrispondente dei media blasonati a fare questa ipotesi. Io e Pierluigi Fagan ci eravamo posti questo problema all’inizio dell’anno. Ad esempio questa ipotesi è adombrata..” – Continua in calce al link soprastante

Integrazione di Vincenzo Brandi: “Diffondo un mio articolo sulla presa di Palmyra da parte dell’ISIS e sull’ipocrisia occidentale che ora versa lacrime di coccodrillo sui monumenti in pericolo, ma non sui massacri dell’ISIS, che continua da parte sua ad agire indisturbato nonostante i farseschi annunci di guerra totale da parte della “coalizione” di volenterosi …” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Poetalc: “Non si può andare avanti così con lo Stato dell’Isis (che non esiste), propongo di fare come nel west: per ogni mercenario del califfato, nero, bianco, marrone, giallo, rosso, etc. catturato o ucciso 20.000 euro di taglia…”

Mia rispostina: “Una proposta irrealizzabile, caro Poetalc. Leggevo stamattina su La Stampa che la tv araba Al Jazeera ha fatto un’indagine da cui risulta che l’80% dei musulmani sunniti (la stessa setta di quelli dell’ISIS) sono favorevoli al califfo mozzateste. Non dimentichiamo inoltre che la parcellizzazione degli stati che circondano israele è nei programmi -da sempre- della strategia sionista. Tanti piccoli stati in antagonismo religioso ed etnico fra loro e che non diano fastidio a sion…”

La forza della Nonviolenza – Scrive Alfonso Navarra: “L’alternativa alla cultura “occidentale”, secondo me, è rappresentata dall’esperienza della rivoluzione gandhiana in India che afferma con la forza dei fatti: esiste una forza più potente della forza armata che è la forza della unità popolare quando cerca verità e giustizia. E lo stesso Gandhi ha riconosciuto il meglio del lascito dell’”Occidente”: il concetto di Stato di diritto, che deve estendersi al concetto ed alla realtà di una comunità internazionale fondata sulla forza del diritto e non sul diritto della forza armata. Chi non ha armi potenti ma li subisce attacca con azioni terroristiche e chiama ciò agire civile. Il terrorismo è l’arma di chi è debole militarmente” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/05/la-forza-della-nonviolenza-sconfigge-la.html

Spagna – Podemos ringrazia: “I partiti del potere hanno ottenuto uno dei peggiori risultati della loro storia. A gennaio, in Puerta del Sol annunciammo che questo sarebbe stato l’anno del cambiamento. Oggi possiamo dire che i cittadini hanno messo fine al bipartitismo in Spagna. E’ una primavera che è qui per restare, e punta dritto alle prossime elezioni nazionali, dove batteremo il partito popolare. I nuovi eletti sono gente normale che fa politica, sensibile, che vive come la gente e che metterà la faccia per la gente. Grazie ai tanti volontari che hanno permesso di dimostrare che si può fare una campagna elettorale diversa: voi siete il giocatore numero 12 che ci ha portato fino a qui, siete il tesoro che nessuno ha. Da questa crisi abbiamo imparato che se la democrazia non si impone sull’economia si apre la porta al totalitarismo di mercato e alla corruzione: il nostro popolo ha dato un esempio difendendo i diritti sociali e i servizi pubblici”

Nuova schiavitù – Scrive A.M.: “Su La Stampa di Torino la storia di Balde, un giovane immigrato Nigeriano alloggiato in un centro vicino a Foggia. Balde lavora nei campi a piantare pomodori e ne pianta circa 5600 al giorno. Ma Balde è “assunto” da Hassan, un “caporale” Tunisno che lucra sul suo lavoro e si fa pagare persino per portarlo dal centro ai campi dove si lavora. Alla fine della giornata, la paga di Balde è di € 2,50 all’ora…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/05/la-nuova-schiavitu-che-piace-al-sistema.html

TTIP incombe – Scrive Serena: “Giovedì 28 maggio 2015 – gli europarlamentari membri della Commissione per il Commercio Internazionale dovranno votare l’introduzione, nel famigerato trattato transatlantico, di un arbitrato internazionale (ISDS) chiamato a decidere sulle controversie fra le multinazionali e gli Stati. Si tratta di un arbitrato privato, costituito ogni volta da tre arbitri, secondo un metodo stragiudiziale, cioè fuori dai tribunali ordinari. COSA SIGNIFICA? Se l’ISDS verrà approvato, qualora una multinazionale facesse causa ad uno Stato accusandolo di intralciare il libero commercio con una normativa – ad esempio a tutela dell’ambiente, o della salute, o dei diritti sociali – e la vincesse, a pagare saresti TU!”

Italia. In attesa del miracolo – Scrive Anthony Ceresa: “Il Governo ha sprecato miliardi di soldi Pubblici nell’EXPO 2015, soldi dei lavoratori Italiani prelevati forzosamente nel bel mezzo di una tempestosa Crisi Economica, aggravata da considerevoli debiti pubblici generati da grandi affaristi senza anima, i quali continuano a seminare errate convinzioni di avvio allo sviluppo della ripresa e dell’occupazione, dai risultati positivi esclusivamente per ingrassare la corruzione, con parole ingannatrici in supporto della povertà: Nutrire il Pianeta – Cibo per Tutti. Mentre i nostri agricoltori abbandonano i campi per l’impossibilità di far quadrare i conti…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/05/26/in-attesa-del-miracolo-expo-2015-nutrire-il-pianeta-e-cibo-per-tutti-mentre-gli-agricoltori-italiani-abbandonano-i-campi-per-l%E2%80%99impossibilita-di-far-quadrare-i-conti/

Commento di Susanna Mazzei: “Verissimo! Io ne so qualcosa perché posseggo due ettari di agrumeto e con l’agricoltura oggi si muore di fame! Fino agli anni ‘80 chi aveva delle terre coltivate era un benestante! I miei zii, solo con le terre, hanno costruito casa, vissuto e mantenuto al Nord i figli all’Università. Oggi avere una terra significa solo spese e zero guadagni e molti cercano di venderla e fare altro. Questo non lo dicono all’Expo… Che noi dobbiamo “buttare” i nostri limoni e farli venire dal Cile e comprarli poi a 3€ e 70 al Kg”

Emilia Romagna. Economia verde – Scrive Arpat: “La green economy in Emilia Romagna è ormai una realtà in via di consolidamento, le imprese “green” sono oltre 2.200 ed operano in settori diversi, dall’agroalimentare a settori innovativi come quello delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, ma anche nel settore dell’edilizia sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle bonifiche, della gestione delle aree verdi e del settore idrico. Le aziende si concentrano soprattutto sull’asse della via Emilia, nelle province di Bologna, Modena e Reggio Emilia…” -Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/05/una-fotografia-sullo-stato-della-green.html

Diritto all’acqua. Protocollo – Scrive Amalia Navoni: “È importante sottoscrivere la campagna per il diritto umano all’acqua (Campagna Waterhumanrightrtreaty) , lanciata dal Comitato italiano Contratto Mondiale dell’Acqua, attraverso il sito http://www.waterhumanrighttreaty.org/ sia come singolo sia come associazione. La Campagna  è finalizzata a costituire un Comitato internazionale di supporto e a  raccogliere adesioni di Movimenti, Reti, e di personalità al Comitato di sostegno, attraverso il sito ma soprattutto a sviluppare sui territori azioni di advocacy su alcuni Govermi per identificare un numero minimo di Stati disponibili a sostenere la proposta presso il Consiglio dei Diritti umani di Ginevra all’atto di una presentazione ufficiale che prevediamo di realizzare nel marzo del 2016.”

Milano. In memoria – Scrive Nadia Schavecher: “Il Comandante comunista Aleksey Mozgovoj è stato assassinato nel tardo pomeriggio di sabato 23 maggio, tra Alchevsk e Lugansk. Il capo della Prizrak (Brigata Fantasma) è caduto in una imboscata nella quale è stata uccisa la sua segretaria Anna, due militari ed alcuni civili. L’auto a bordo del quale viaggiavano Mozgovoj e la scorta é stata crivellata di colpi. Attaccate con armi automatiche anche altre tre automobili che facevano parte del convoglio. Il Comitato contro la guerra di Milano e i Compagni della Carovana Antinazista nel Donbass invitano a portare il loro saluto mercoledì 27 maggio alle 8 in Piazzale Loreto, davanti la Stele dei 15. Info. nadiaschavecher@yahoo.it”

Interspecismo maturo – Ritengo personalmente che per andare verso una consapevolezza della comune appartenenza e della pari dignità e complementarietà della vita, insomma delle reciproche relazioni fra specie, sia importante che vengano riconosciute le differenze per poter allo stesso tempo riconoscere l’eticità naturale senza forzare la natura. L’astrazione del pensiero trasformato in “morale” non aiuta la manifestazione di una spontanea “compassione” che si manifesta in un interspecismo maturo. Tutti gli esseri viventi attingono e si originano dalla comune matrice che differenziandosi ha assunto le innumerevoli forme, ognuna complementare e relata alle altre, ognuna con alcuni aspetti evolutivi utili al mantenimento della vita ed alla ulteriore propagazione e fioritura di nuove specie…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/08/interspecismo-maturo-chiedersi-chi.html

Questo è un tempo di grande ripensamento sul nostro stile di vita e sulle credenze, ciao, Paolo/Saul

……………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La potenza del pensiero
muta il destino.
L’uomo semina un pensiero
e raccoglie un’azione;
semina un’azione
e raccoglie un’abitudine;
semina un’abitudine
e raccoglie un carattere;
semina un carattere
e raccoglie un destino.”

(Shivananda)

Commenti disabilitati

Avviso ai lettori, Vallerano: appello per la Biblioteca, la colpa non esiste, biochimica ed effetto Kervran, facebook o fastbook?

gallinelle d'acqua

Il Giornaletto di Saul del 26 maggio 2015 – Avviso ai lettori, Vallerano: appello per la Biblioteca, la colpa non esiste, biochimica ed effetto Kervran, facebook o fastbook?

Care, cari, la mattina è cominciata bene, andando a depositare l’organico nell’apposito contenitore ho scoperto sul fondo del bidone un bel mucchietto di pagnottelle secche, gettate da qualcuno che non rispetta il cibo,ci ho riflettuto un po’ sopra e infine, con l’aiuto di Caterina, ho appoggiato per terra il bidone dell’organico ed ho recuperato le pagnottelle, saranno un buon viatico per le gallinelle d’acque ed i germani reali selvatici che vivono nella pozza vicina al fiume Panaro… Ieri pomeriggio ho accompagnato Caterina a Sassuolo per certe analisi che doveva fare, quindi non ho avuto molto tempo per redigere il Giornaletto. Domani attendiamo la venuta a Spilamberto di una coppia di amici marchigiani che vengono a trovarci da Jesi e si fermeranno un paio di giorni da noi. Vi dico tutto questo per avvisarvi che forse anche nelle prossime edizioni il Giornaletto sarà un po’ “povero”. Ah, in questi giorni stiamo inviando email a tutti gli abbonati ed agli amici del Circolo, agli ecologisti e spiritualisti laici, per invitarli alla Festa del Solstizio estivo, denominata “Incontro Collettivo Ecologista”. Corrisponde anche all’annuale incontro della Rete Bioregionale Italiana. La celebrazione del Solstizio Estivo è per noi molto importante e da moltissimi anni la festeggiamo, sin dai tempi di Calcata. Alcune edizioni si sono tenute anche a Treia e quest’anno saremo in provincia di Modena… Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/05/24/celebrazione-del-solstizio-estivo-incontro-collettivo-ecologista-e-incontro-della-rete-bioregionale-italiana-20-e-21-giugno-2015/

Post Scriptum – Mancano pochi giorni alla scadenza della data utile per l’invio di articoli per il prossimo numero di Quaderni di Vita Bioregionale, affrettatevi….

Fabriano. Stagno – Scrive Alessia Bellucci: “Ho un piccolo appartamento in una casa bifamiliare in città e il mio spazio di 100 metri quadri di giardino lo sto trasformando col metodo della permacultura. Vorrei realizzare un piccolo stagno dove possano stare rane e una-due bisce. Lo spazio disponibile è un rettangolo di due metri quadri. Qualcuno può darmi indicazioni su come realizzarlo senza usare cemento e darmi indicazioni sulla manutenzione, a partire dal ricambio dell’acqua (acqua piovana)? Rispondere a: infringer@libero.it”

Vallerano. Biblioteca comunale – Scrive Joanna Gierszewska: “Non è facile chiedere, diciamoci la verità. … Anche per me, oggi, non lo è… Però chiedo per una GIUSTA CAUSA. Qualche tempo fa ho creato un piccolo gruppo “Ridateci la nostra biblioteca comunale”, perché da noi quella… l’unica, comunale, è chiusa. Da quasi tre anni. Ti chiedo: puoi commentare la mia lettera al sindaco?” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/05/vallerano-quella-biblioteca-comunale-e.html

Mia rispostina: “Sarà perché io stesso sono uno scrittore e lettore di libri, sarà perché sono anch’io un combattente culturale, avendo proposto l’istituzione di una biblioteca comunale sia a Calcata, quando ancora lì risiedevo, ed ora anche a Treia, dove mi sono trasferito. Ritengo -come scrissi in passato- che la biblioteca è la fucina della cultura e la culla per il mantenimento dell’identità locale. La biblioteca è insostituibile se si vuole conservare la capacità di apprendere e condividere. Nessun servizio telematico può sostituire la biblioteca. Credo che questo mio scritto sia sufficiente adesione. Invito pertanto il sindaco di Vallerano a prendere in considerazione la richiesta dei suoi cittadini per il ripristino della Biblioteca Comunale…”

Palmira, nelle mani di 70.000 mercenari e vandali – Scrive Pierangela Zanzottera: “Dopo giorni di appelli accorati alla salvaguardia dell’inestimabile patrimonio archeologico della città sia da parte dell’Unesco che dal direttore dei musei siriano, Mamoun Abdulkarim; dopo giorni di aspri combattimenti tra Daesh e l’esercito siriano, che inizialmente sembrava essere riuscito a respingere i terroristi, ma poi ha dovuto cedere di fronte all’avanzata di ben 70.000 armati; dopo i timori internazionali per il destino delle effigia greco-romane e quelli, purtroppo unicamente siriani, per i loro concittadini; dopo le immagini della bandiera nera di Daesh…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/05/25/palmira-cade-nelle-mani-di-70-000-mercenari-e-vandali-distruttori/

Riconversione delle fabbriche di armi – Scrive Carpenter a commento dell’articolo http://retedellereti.blogspot.it/2014/10/riconvertire-le-fabbriche-di-armi-in.html -: “voglia ce ne sarebbe, caro Vincenzo Zamboni, hai detto tutto ciò che avrei potuto dire io, pertanto posso solo condividere in toto quanto da te affermato! Continua cosiì sei un faro nelle nebbie dell’informazione. GRAZIE!”

La colpa non esiste – Scrive Felix D’Arpini: “Si inizia … Tutti inconsapevolmente ci portiamo dietro un bagaglio di informazioni, convinzioni, comportamenti, modi di pensare e sentire noi stessi e gli altri, appresi a partire da queste prime relazioni significative. A volte si tratta di un bagaglio leggero e funzionale, se le nostre relazioni sono state per la maggior parte gratificanti e di qualità. A volte è un bagaglio davvero pesante..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/05/la-colpa-non-esiste-nessuno-deve.html

Asti. Libraria – Scrive Marinella Correggia: “30 maggio 2015, ore 15,30 alla Bottega altromercato, via Cavour 83, Asti. Incontro per Aleppo e contro la guerra, Marinella Correggia dedica tutti gli incassi del libro El presidente de la paz (Sankara edizioni,), vincitore del premio Trisol del Alba. La presentazione del libro e del progetto sarà un’occasione per riflettere sulle guerre infinite del presente e anche per ricordare – un utile ripasso di storia – i tanti anniversari di guerra che cadono nel 2015…”

Grottaglie. Droni – Scrive Antonio Mazzeo: “Governo nazionale, Regione Puglia, Finmeccanica e forze armate candidano lo scalo aeroportuale “Marcello Arlotta” di Grottaglie, Taranto, a futura base europea per la sperimentazione aerospaziale dei droni. Il 14 maggio si è insediato nell’aeroporto tarantino il tavolo tecnico che dovrà definire le regole per l’integrazione dei velivoli a pilotaggio remoto nello spazio aereo civile.”

Crisi sociale e risposta politica – Scrive Fernando Rossi: “Le condizioni oggettive motiverebbero la rivolta se fossero comprese dalla parte attiva del popolo, diventando quindi anche soggettive. Ma di questo sono ben consapevoli anche i globalizzatori e quanti per loro lavorano nei media, nelle associazioni, nelle logge massoniche, nelle sette religiose, nelle fondazioni, istituzioni, istituti di ricerca e quant’altro. ..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/05/crisi-sociale-e-risposta-politica.html

Polonia. Elezioni – Scrive Gianni Caroli: “IL CANDIDATO SOVRANISTA ANDRZEJ DUDA HA VINTO LE ELEZIONI PRESIDENZIALI POLACCHE, CONTRO IL FANTOCCIO KOMOROVSKIJ – 53% CONTRO 47% DEL BURATTINO USCENTE. IL PROGRAMMA DI DUDA E’ SOVRANISTA ED ANTI-EUROPEISTA, TOTALMENTE CONTRARIO AL CARC/EURO MONETARIO, ED ALLE NOZZE PEDERASTE, ED E’ SOSTENUTO FORTEMENTE DALLA CHIESA CRISTIANA, E POSTULA UNA STRETTA ALLEANZA CON L’UNGHERIA, NEL NOME DELLA COMUNE SOVRANITA’, CONTRO LA RAZZA-PURA/USURA CHE DOMINA DA FRANCOFORTE”

Commento di Mario M.: “L’euro è finito siamo entrati in un futuro incerto ora penso siano cazzi amari. “meri qui ciotti” si diceva un tempo. In Spagna ha vinto Podemos e in Grecia hanno finito i soldi, queste due grandi nazioni sono fuori dall’euro.. se già faceva paura la Grecia, ora sono in tre, ma c’è anche il Portogallo. Le economie deboli se ne vanno. E l’Italia?..”

Biochimica ed effetto Kervran – Scrive Giuseppe Moscatello: “Correntin Louis Kervran (1901-1983), biochimico francese, nel finire degli anni sessanta, ci rivela una delle tante meraviglie che la Natura attua incessantemente, nel mondo minerale, nei vegetali e negli esseri viventi, il cosiddetto effetto Kervran’, ossia la trasmutazione a debole energia degli elementi chimici…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/05/bioregionalismo-e-biochimica.html

Molise. Coabitazione – Scrivono Lidia e Adriana: “CERCHIAMO ECO-VILLAGGISTI PER L’ACQUISTO DI QUOTE CON LA FINALITÀ DI COABITAZIONE E GESTIONE FATTORIA, IN CONDIVISIONE E DIFESA DEL TERRITORIO, IN MOLISE, CON TERRENO DI 11,5 HA, GIÀ AVVIATA ATTIVITÀ AGRICOLA E A FRUTTETO, CON POSSIBILITÀ DI ESPANSIONE AD ALTRE TIPOLOGIE DI IMPRESA. INFO: 345.9888398; 347.7323140″

Sirolo. Ciliege – Scrive Camminiamo nella Natura: “Andiamo a ciliege!!! Sabato 30 maggio alle 15.45 vi aspetto davanti al municipio di Sirolo per poi avviarci alla ricerca delle ciliege selvatiche in un luogo che un tempo fu area di orti e frutteti. Senza la pretesa di farsi una scorpacciata di ciliegioni, si camminerà tranquillamente alla scoperta delle singolarità del posto. Info. mencarelliriccardo2@libero.it”

Facebook o Fastbook? La lunghezza massima di lettura in un colpo solo è di 420 caratteri… perciò quando si vuole che il proprio scritto venga letto (su facebook) occorre centellinare le parole, bisogna sintetizzare al massimo. D’altronde questo rispecchia il modo di dialogare con i nostri simili nella società “dell’avanzata tecnologica e virtuale”. E’ pur vero che ci sono le “note aggiunte”, in cui ci si può esprimere senza limiti, ma tanto chi le legge quelle note? Ormai gli “amici” fanno clic clic con il mouse solo sui “mi piace” ed al massimo si azzardano con commenti di poche righe, giusto per dare la sensazione che hanno capito. In verità quando si posta un link con un articolo composito nessuno va a leggerlo…- Continua:
http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/05/facebook-o-fastbook-lotta-allultimo.html

Sempre mi piacque il raccontare, ma sono un amante della solitudine, allora mi rimase lo scrivere… Ciao, Paolo/Saul

………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Anche tornare indietro serve, infatti se si perde un sandalo, mentre si procede, è necessario tornare indietro a recuperarlo, altrimenti si cammina con un piede nudo ed uno coperto. Come dire “con una scarpa ed una ciavatta”. Il funzionamento evolutivo della nostra società agisce con il sistema locomotiva: due passi avanti ed uno indietro. E ritengo che sia un buon metodo, consente di riesaminare il passato e decidere a ragion veduta sul futuro…” (Saul Arpino)

Commenti disabilitati

Cristiani perseguitati in medio Oriente, la biodiversità se ne va, comiche giudiziarie, in memoria di Falcone e Borsellino, il mare che ci aspetta…

cristiani perseguitati

Il Giornaletto di Saul del 25 maggio 2015 – Cristiani perseguitati in medio Oriente, la biodiversità se ne va, comiche giudiziarie, in memoria di Falcone e Borsellino, il mare che ci aspetta…

Care, cari, in questi giorni colpiscono le notizie relative ai fatti truculenti in Siria ed in altre regioni del medio Oriente colpite dai terroristi sunniti, ma sostenuti da sionisti e da potenze occidentali succubi degli USA Di seguito una serie di testimonianze

Siria. Una testimonianza cristiana: Scrive Samaan: “Questa lettera è una testimonianza cristiana, ma c’è anche tutto lo scoramento di una situazione insostenibile: la guerra ha falcidiato vite, tante vite, e depauperato un popolo prima prospero. E oggi infuria più che mai, con l’Isis a 200 chilometri da Damasco. Oggi che i confini sono chiusi in una morsa di ferro perché le varie bande di tagliagole li hanno occupati tutti: da quello con la Giordania a quello con la Turchia, da quello con Israele a quello con il Libano (senza che tali Paesi li disturbino minimamente, per scelta o impotenza). ..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/05/siria-cristiani-soli-ed-abbandonati-ai.html

Commento di Gregorio III Laham: “Sappiamo che ogni giorno ci sono giovani italiani, inglesi e francesi che partono per la Siria con l’obiettivo di infittire le file dei gruppi fondamentalisti. Formazioni che non definirei islamiche, perché sono gruppi puramente militari. E la guerra non è tra islam e cristianesimo, bensì è una lotta per i valori umani. Chi vuole distruggere le vestigia della civiltà sumera, il sito storico di Palmira e le chiese siriane non va contro questa o quella religione ma contro gli stessi valori umani…. ”

Dichiarazione di Papa Francesco: “Deve continuare da parte di tutti il cammino spirituale di preghiera intensa, di partecipazione concreta e di aiuto tangibile in difesa e protezione dei nostri fratelli e delle nostre sorelle, perseguitati, esiliati, uccisi, decapitati per il solo fatto di essere cristiani.”

Palmira come il Midwest – Scrive Fulvio Grimaldi: “Mentre i sicari del coacervo satanico Usa-Golfo-Turchia-Israele, vengono lanciati contro il sito millenario romano di Palmira, per sradicare, come in Iraq, oltre alle vite, la memoria storica, la coscienza collettiva e, dunque, l’identità e la consapevolezza di sé, dei popoli arabi organizzati in Stati, i cialtroni si muovono ancora una volta, grottesche caricature di pretoriani imperiali, alla riconquista, pro domo eium, della Libia. L’operazione jihadisti trogloditi e mozzateste viene avviata dalla Cia negli anni ’70…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/05/palmira-come-il-midwest-i-califfi-son.html

Giovani ignari, anzi ignavi… – Scrive Bruno Franz a commento dell’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/05/22/il-rischio-di-una-nuova-guerra-non-interessa-ai-giovani/ -: “Sono padre di 2 adolescenti, 14 e 17 anni, che frequentano lo stesso liceo artistico, e vi posso garantire che i giovani sono totalmente ignari della situazione attuale e del rischio di una nuova guerra. I miei escono dalla media perché li teniamo sufficientemente aggiornati, ma se cercano di parlare del rischio di guerra e altri argomenti importanti vengono ignorati, evitati e qualche volta derisi. E di conseguenza lasciano perdere…”

La biodiversità se ne va… – Scrive Teatro Naturale: “Nell’anno di Expo 2015, che ha per tema “nutrire il pianeta”, si poteva certamente fare di più per ricordare l’importanza della biodiversità naturale, ed agraria. Non che manchino i temi di interesse. Ben il 60% specie e il 77% habitat sono minacciati da surriscaldamento globale. L’edizione 2015 era tra l’altro dedicata alle isole e al loro patrimonio naturalistico, messo in pericolo da inquinamento e sfruttamento del suolo..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/05/la-biodiversita-se-ne-va-in-silenzio.html

Comiche giudiziarie – Scrive A.M.: “Sui principali quotidiani (Corriere della sera, Il Giornale, ecc.) è apparsa la cronaca di una indagine della procura dell’Aquila a carico di Rutilio Sermonti di anni 94 che è sospettato di essere l’ideologo di un gruppo eversivo denominato “Avanguardia forzanovista”. Ora, a parte che la vetusta età di Rutilio Sermonti dovrebbe a nostro parere fare capire che non può essere l’ideologo di niente, anche “Avanguardia Forzanovista” appare come una ridicola congrega se, come pare accertato, fa la sua propaganda sovversiva e di arruolamento direttamente su Facebook. Insomma un’”Armata Brancaleone” da operetta..!”

Mio commentino: “Rutilio Semonti l’abbiamo conosciuto, siamo andati a trovarlo quialche anno fa nella sua casetta sperduta in un paesino abruzzese. Di mente pare sereno, anche se completamente (o quasi) sordo e costretto sulla carrozzina a rotelle, qui potete leggere il report: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/08/avanti-ce-posto-oggi-24-agosto-2012.html

Verona. Riflessioni post-tv – Scrive Luigi Crocco: “..Quando ieri sera ho studiato sino a tarda notte con la televisione accesa guardando RenzI che accusa i media i giornalisti ecc. di parlar male dell’Italia mentre mia mamma litigava con mio padre di smetterla di spendere gli 80 euro in sigarette ecc. Credo allora che i tempi sulla politica e la cultura per noi siano cambiati, serviamo fino ad un certo punto oltre al quale non possiamo andare. Mi rassegno al triste.destino su chi vincerà le elezioni Regionali del 31 maggio, avrà in mano il Veneto. Così Renzi caldamente sostiene la sua Moretti per liberare il Veneto dall’invasione barbarica della destra, lega e lista Tosi coi democratici cristiani..”

Ricorrenze nefaste – Scrive Piattaforma comunista: “Un secolo fa lo straccione imperialismo italiano entrava nella I guerra mondiale – generata dagli antagonismi del regime capitalistico – spinto dalla volontà di una minoranza di elementi reazionari, avventurieri, sciovinisti e interventisti asserviti agli interessi delle classi possidenti..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/05/24/a-cento-anni-dalla-i-guerra-mondiale-imperialista-il-nemico-e-sempre-nel-nostro-paese/

Sindacato unico – Scrive Fernando Rossi: “Renzie ha dichiarato che si augura la nascita di un sindacato unico. Lo sa benissimo che con le entrate tra i parlamentari – clientes DS, della UIL /PSDI (Benvenuto), e con quella successiva della CISL/DC-Popolari-Margherita (Marini) nel PD dall’altro, il sindacato unico c’è già; con Cremaschi/Fiom/USB/Cobas, isolata ‘a sinistra’ e UGL, isolata ‘a destra’. Ma mentre Cisl e Uil erano già addomesticati da decenni a servire il sistema, tra i più anziani aderenti GCIL (non certo tra i pasciuti dirigenti) restano sacche di resistenza, che i globalizzatori Camusso e Landini cercano di rabbonire e convincere che nulla è cambiato, inventando così una CGIL che fa opposizione a se stessa. Similmente avviene nel teatrino mediatico della politica, come si conviene alla dittatura instaurata da Kissinger/Napolitano, dove Berlusconi- Renzi- Casini (segnalato anche un certo Alfa-faccia-d’ano), fanno la CGIL (e la miniranza Dalemiana fa la maggioranza FIOM); mentre Salvini fa l’UGL e Ri affondazione/VENDO LA sinistra, ‘mutatis mutandis’, fanno la minoranza della FIOM e i Cobas/USB/CUB .. così la commedia democratica può restare in scena…”

Commento di S.B.: “Insomma: partito unico, sindacato unico, politici non eletti, distruzione della scuola pubblica, privatizzazione dell’acqua, della sanità e dei servizi…”

Bioregionalismo e Collettivo Ecologista 2015 – Scrive Francesco: “Spero davvero di esserci, mi ha colpito tantissimo questo evento… E vorrei capire meglio il movimento Bioregionale. Essendo vicino alla filosofia della Decrescita, ed al concetto di “locale”, ho riscontrato una profonda sinergia tanto tra queste visioni, che con la mia personale visione. Dunque vorrei approfondire il tema Bioregione/Bioregionalismo, e questa sarebbe una importante occasione per poterlo fare…”

Mia rispostina: “Bene, restiamo in attesa della tua visita… Ah, qui c’è la carta degli intenti della Rete Bioregionale:  http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/?r=28856

New age “cristiana” – Scrive Andrea: “2 giugno 2015, giorno di luna piena, ore 10, festeggiamo il Cristo (la discesa dell’energia cristica e dei maestri ascesi) meditazioni e preghiere con gong, campane tibetane e di cristallo, al Cielo di Shambala via Carducci 45 – Torre del lago. Ingresso libero. Info. info@cielodishambala.com”

In memoria di Paolo Borsellino. Preghiera laica – Scriveva Antonino Caponnetto: “Queste sono le parole di un vecchio ex magistrato che è venuto nello spazio di due mesi due volte a Palermo con il cuore a pezzi a portare l’ultimo saluto ai suoi figli, fratelli e amici con i quali ho diviso anni di lavoro di sacrificio di gioia, anche di amarezza. Soltanto poche parole per un ricordo, per un doveroso atto di contrizione che poi vi diro’ e per una preghiera laica ma fervente. Il ricordo è per l’amico Paolo, per la sua generosità, per la sua umanità, per il coraggio con cui ha affrontato la vita e con cui è andato incontro alla morte annunciata ..” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/05/in-memoria-di-paolo-borsellino.html

Commento di Peppe Sini: “Nel ricordo di Giovanni Falcone, di Paolo Borsellino e di tutte le vittime della violenza mafiosa proseguiamo nella lotta contro i poteri criminali, per la legalita’ che salva le vite, per l’eguaglianza di diritti di tutti gli esseri umani. Nel ricordo di Giovanni Falcone, di Paolo Borsellino e di tutte le vittime della violenza mafiosa proseguiamo nell’azione nonviolenta per la pace e i diritti umani; per il disarmo e la smilitarizzazione; contro la guerra e tutte le uccisioni, contro il razzismo e tutte le persecuzioni, contro il maschilismo e tutte le oppressioni…”

Il mare che ci aspetta… – Scrive Roberto Minervini: “Solo da poco tempo stiamo cominciando a percepire che tutti gli oceani del mondo andrebbero considerati quasi come un unico organismo vivente. Le correlazioni fra la fisica, la chimica e la biologia che si compenetrano, nel giusto lasso di tempo, fra questi particolari ecosistemi sono infatti strettissime. Ne sono testimonianza la presenza di inquinanti quali i metalli pesanti (mercurio, cromo, cadmio, piombo, ecc.), il PCB (policlorobifenili), il DDT, e tanto altro ancora anche negli animali che vivono relegati ai poli del pianeta (soprattutto mammiferi marini, pinguini e pesci) e quindi teoricamente lontanissimi dalle fonti d’inquinamento umane….” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/05/ecologia-marina-il-mare-che-ci-aspetta.html

Continuiamo così e nostra madre mare sarà defunta… Così vogliamo? Ciao, Paolo/Saul

…………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’autodisciplina porta a condizioni spirituali superiori solo se praticata con discernimento. Più chiara è la meta maggiore è il risultato” (Deng Ming-Dao)

Commenti disabilitati