Archivio Autore

Il Parlamento italiano non ha alcun potere di controllo sulle forze armate

spese militari

La logica degli acquisti di armamenti non ha nulla a che fare con la “difesa della patria”, e men che meno con l’efficienza della stessa. I vari corpi (esercito, marina, aeronautica, carabinieri) concorrono tra loro per avere l’ultimo modello di certi sistemi d’arma, un po’ come i figli degli industriali di una certa città che devono far vedere di avere l’auto (o la moto, o la droga, ecc) più fica del momento.

Non lo diciamo noi, ma un’indagine della Commissione Difesa: «L’assenza di un organismo di controllo sulla qualità degli investimenti ne circoscrive le valutazioni all’interno di un circuito chiuso rappresentato dai vertici industriali e dai vertici militari. L’autoreferenzialità è accentuata dal fenomeno ricorrente costituito dalla presenza di figure apicali del mondo militare che vanno ad assumere posizioni di rilievo al vertice delle industrie della difesa». Traduzione minima: i generali e gli ammiragli che più hanno deciso di spendere finiscono la loro gloriosa carriera nei consigli d’amministrazione delle aziende da cui hanno costretto lo Stato a comprare sistemi d’arma…

Fulminante l’esempio dei cacciabombardieri (il sistema d’arma più costoso, per un paese come il nostro). L’Italia “deve” comprare gli F35 americani (Napolitano aveva presieduto da par suo un apposito “consiglio superiore della difesa” in cui aveva sentenziato che il Parlamento non ci doveva mettere bocca) e contemporaneamente partecipare al “progetto europeo” degli Eurofighter. Un doppione? Per la logica sì, per il bilancio no. I primi vengono pagati con il budget del ministero della Difesa, i secondi con quelli del ministero dello Sviluppo.

Per ultimo ci sono naturalmente anche le banche, che in queste vicende non possono mai mancare. Nemmeno Sergio Rizzo è riuscito a sapere chi fosse il genio contabile che aveva previsto di spendere 1,6 miliardi per “interessi sul mutuo” acceso per il rinnovo della flotta della Marina Militare. Va da sé che lo Stato, quando decide di spendere in armamenti, non fa mutui con banche private. Vi immaginate che possa essere accesa un’ipoteca su una squadra di cacciatorpediniere? Poi la banca, eventualmente, cosa ci fa? Le mette all’asta? Però è interessante come dimostrazione del genio italico. [...]

Il mutuo per navi da guerra con gli interessi al 30 per cento…

Stralcio da: Spesa militare, furto colossale
http://contropiano.org/politica/item/28746-spesa-militare-furto-colossale

Commenti disabilitati

Archetipo mancante, agricoltura celeste, un altro mondo, stelle di cielo di terra di mare, alimentazione industriale, l’olocausto quotidiano…

tarocco xiii

Il Giornaletto di Saul del 26 gennaio 2015 – Archetipo mancante, agricoltura celeste, un altro mondo, stelle di cielo di terra di mare, alimentazione industriale, l’olocausto quotidiano…

Care, cari, a proposito delle 13 lune e dell’archetipo mancante di cui si parla nell’articolo http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Le-13-lune-e-l-archetipo-mancante ho ricevuto il commento di Ferdinando: “Ciao paulo, ho letto il tuo articolo sulla tredicesima luna, che come dice Lucio Dalla in una sua famosa canzone è quella del luna park. Anche se ho qualche dubbio sulla storia dei tarocchi che mi sembra un po forzata, non ti allarmare il mio è solo un dubbio che  voglio condividere con te, perché tempo fa mi sono appassionato di carte napoletane e ho fatto un po’ di ricerche qua e là niente di più.. Non si parla mai dei tarocchi ma in realtà delle carte napoletane inventate dai cinesi poi passate agli indiani e poi attraverso gli arabi arrivate nel sud italia e in spagna, nota bene si parla di carte con quattro semi ogni seme un simbolo e una metafora tipo asso di coppe fior di loto cornucopia acqua simbolo femminile e via dicendo e fino al re un percorso che porta alla saggezza rappresentata col re di coppe, l’asso di coppe come una specie di vaso di pandora unica coppa con coperchio. Quindi quattro semi i quattro elementi e l’etere? I tarocchi almeno secondo quel che ho letto sono comparsi molto più tardi del periodo che riporti tu, comunque il mio è solo un dubbio ti ripeto, alla fin fine la tua è una bella storia e tutte le storie hanno una loro verità, una delle tante verita possibili”

Mia rispostina: “Le carte napoletane ed i tarocchi hanno la stessa matrice. Il primo riferimento storico certificato sulle carte è quello di Covelluzzo da Viterbo, menzionato nell’articolo. Il 5° elemento è la “spiritualità naturale” (etere) eliminata dal cristianesimo. Il XIII tarocco non ha alcuna denominazione e in verità più che la morte indica trasformazione, il che riporta allo “spirito”. Va da sé che l’antica conoscenza ed il XIII archetipo scomparso non hanno lasciato tracce evidenti in questa cultura patriarcale, solo piccolissimi segnali. Da quei segnali è sorta l’alchimia esoterica. Ovviamente parliamo di “occidente” mentre in “oriente” la tradizione antica è meno celata e meno cancellata. Ma lasciamo da parte queste congetture e consideriamo soltanto che ciò che è non può scomparire al massimo può essere ignorato. Comunque sui tarocchi puoi leggere anche: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/tarocchi-che-tirano-e-trucchi-da-maghi.html

Contro la predazione – Scrive San Juan: “Buongiorno, vi invitiamo a prendere visione dei documenti disponibili: http://www.conchiglia.us/C_DOCUMENTI/MONOS_Trapianto_Organi.htm – Il Movimento d’Amore San Juan Diego è contro la predazione degli organi…”

Agricoltura celeste. Conoscenza e potere dell’alchimia (recensione) – Scrive Simone Sutra – “L’autore, Giorgio Sangiorgio, si muove con consumata abilità tra i meandri e le possibili sabbie mobili di un argomento abbastanza restìo ad essere affrontato alla leggera; argomento che presta il fianco, inoltre, alla faciloneria del giudizio di chi vi vorrebbe riconoscere solo un astruso esercizio mentale, un vano inseguire obsolete chimere del passato. Obiettivo che apparentemente si cela, per di più, dietro criptici aforismi e oscuri sillogismi, affidati a un apparato simbolico piuttosto complesso e di non immediata risonanza per la mente non avvezza a certa terminologia, a tali sottili insinuazioni: un dire e non dire, un coprire per svelare…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/agricoltura-celeste-la-conoscenza-ed-il.html

OGM. Minaccia alla vita – Scrive Anthony Ceresa a commento integrazione dell’articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/gli-organismi-geneticamente-modificati.html -: “Lode allo psicologo Michele Trimarchi. Ieri sera prima di andare a letto mi sono imbarcato nella lunga e grande foresta della vita descritta nella recensione del Trimarchi, il quale per rafforzare le sue ideologie certamente di rispetto, si è allargato in una difficile testimonianza di fatti e soggetti che richiederebbero molto tempo e specifiche informazioni estese ad altre specializzazioni nell’appurare certe verità non del tutto sostenibili in campo scientifico…” – Continua in calce al link segnalato

In memoria – Scrive Sarvamangalam: “La vita è un fenomeno quotidiano molto pratico e concreto, fatto di azioni che derivano da scelte che derivano dal pensiero. Così, penso che cercare di avere un buon pensiero utile a governare al meglio le proprie azioni nel mondo del “prossimo” (che è poi il mondo più reale di cui disponiamo) porti ad un miglioramento della qualità della vita, la cui natura fondamentale, dal mio punto di vista, è quella di essere fonte di felicità, a meno che non la si rovini, beninteso…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/in-memoria-di-chi-mostro-la-via.html

Grecia. Cloni democratici: il renzie greco – Scrive Fernando Rossi: “Avranno modo di accorgersene da oggi in avanti Tsipras è il PASOK ‘obamato’, così come Renzi (con cui Tsipras dichiara di essere in sintonia) è un Berlusca … senza le pastoie Mediaset ”

Siria. Le bugie del bombobama – Scrive Vincenzo Mannello: “Se BombObama ed il suo seguito di servi UEisti ed arabi non avessero deciso di rovesciare il legittimo governo di Assad,oggi non saremmo a questo punto. Per farlo hanno creato l’Isis ed armato terroristi di ogni genere nella speranza di ripetere in Siria quanto operato in Libia con Gheddafi,compreso il suo assassinio. Hanno sbagliato i calcoli…grazie al radicamento popolare di Assad in gran parte del territorio siriano ed alla sostanziale compattezza e professionalità del suo esercito. Nonché, per fortuna differentemente da quanto accaduto in Libia, in quanto la Russia e l’Iran hanno contribuito a respingere l’attacco liberalcapitalista ad un Stato laico e non fondamentalista. Due giorni fa gli Usa hanno inviato 400 soldati, sul campo, per sostenere i “ribelli”… ipocrita maniera di definire i loro alleati. Ed ipocriti sono governo e media italiani che sostengono BombObama pure in questa pericolosissima “crociata” anti Assad…. che, quanti non abbocchiamo alle menzogne, segnaliamo alla pubblica opinione…”

Firenze. Ecologia profonda al cinema – Scrive Gloria Germani: “Al cinema Odeon di Firenze, UN ALTRO MONDO, alla presenza del regista Thomas Torelli. Il 27 gennaio 2015 incontro sull’ecologia profonda. Un Altro Mondo vuole essere un documentario illuminante e rivelatore, che si occupa di grandi questioni legate al nostro futuro possibile. A partire dal presente, l’analisi va indietro nel tempo alla ricerca di civiltà che oggi vengono prese da esempio per insegnarci molto su noi stessi, sul nostro presente e sul futuro che ci stiamo costruendo ..” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/ecologia-profonda-al-cinema-un-altro.html

Cagliari. Cultura – Scrive Fawzi: “Cagliari, 28 gennaio 2015- ore 18,30, Mediateca del Mediterraneo – via Mameli 164 B Cagliari. L’associazione Amicizia Sardegna Palestina presenta la nuova edizione de “La piccola Lanterna” di Ghassan Kanafani con illustrazione dell’autore, intervengono: Giuseppe Pusceddu, Vincenzo Soddu. Lettura del testo a cura di Alessandro Congeddu. Info. fawzi@tiscali.it”

Pescara. Stelle di cielo di terra di mare.. – Scrive Sebastian: “Ho scritto ancora su Pescara, mi sono divertito molto a scriverlo, perché condensato di millenni di storia e natura di un luogo attraverso il gioco la grafica e in un certo senso pure la poesia..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/pescara-stelle-di-sole-di-terra-e-di.html

Energia per il mondo – Scrive R.G.: “Basterebbero 254km quadrati di territorio desertico africano coperto di pannelli solari, per garantire la produzione energetica sufficiente ad alimentare tutto il resto del mondo. Nonostante la società consumistica di merda in cui viviamo, aggiungo, quindi vivendo in una società sana ed ecosostenibile, molti meno”

Commento di V.Z.: “Non c’è niente da aggiungere, visto che tutta l’energia terrestre, salvo quella geotermica, proviene costantemente dal sole. Altrimenti non esisterebbe la vita biologica che c’è sul pianeta”

Conservazione degli alimenti industriali e sostanze tossiche in essi contenute – Scrive Sublimen: “Ogni giorno mangiamo alimenti che contengono ingredienti tossici: gli ingredienti più tossici presenti nel settore alimentare Per la durata e la conservazione dei cibi industriali generalmente vengono utilizzati conservanti e agenti sintetici per ritardare e inibire, appunto, la crescita di funghi e muffe. Queste sostanze però una volta liberate nel corpo privano di ossigeno le cellule rubandone le sostanze nutritive e creando un ambiente favorevole per le malattie…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/01/25/conservazione-degli-alimenti-industriali-e-sostanze-tossiche-in-essi-contenute/

Gli opposti – Scrive Marco Bracci: “In tutto l’Universo degenerato esistono due facce della stessa medaglia. Mi riferisco agli opposti: il bello e il brutto, il bravo e il cattivo, il bianco e il nero e così via all’infinito. Anche nel campo materiale accade così: la terra e l’aria, l’acqua e il fuoco, l’uomo e la donna, ecc. Ecc. Ciò che è negativo non è altro che lo scimmiottamento di ciò che è positivo e mentre il positivo “punta in alto”, verso la perfezione, il negativo “punta in basso” verso l’annullamento. Così accade che esistano un mondo spirituale puro (i Cieli) e uno impuro (le sfere di purificazione). Dai due suddetti mondi,che costituiscono il Macrocosmo, sono in via di nascita sulla Terra altrettanti mondi materiali (il microcosmo), che in più parti vengono chiamati Regno di Dio sulla Terra e Nuovo Ordine Mondiale, rispettivamente il Bene e il Male. Ne consegue che chi opera per il primo, il Regno di Dio sulla Terra, è nel giusto e chi opera per il secondo, Il Nuovo Ordine Mondiale satanico, è nell’errore, in quanto esso è promosso e portato avanti da coloro che sono contro il Bene. E’ arrivato il momento di fare una scelta, essendo questa l’epoca in cui la pula si auto-separa dal chicco. Infatti, con i tempi burrascosi e ventosi che ci aspettano, la pula, leggera, verrà spazzata via, mentre il chicco, più pesante e fermo, sarà stabile e duraturo…”

L’olocausto quotidiano – Il 27 gennaio di ogni anno, a partire dal 1945, si ricordano le vittime dell’olocausto: ebrei, omosessuali, zingari e avversari politici che furono imprigionati nei campi di concentramento nazisti. Parecchi di loro perirono di stenti e di angherie, di esperimenti medici disumani, di fame, etc. Quello non fu il primo olocausto e nemmeno l’ultimo, sembra infatti che l’uomo abbia la tendenza al genocidio e di tanto in tanto questo “vizio” si manifesta, contro i suoi simili scomodi da sopportare. Non voglio qui però enumerare tutti gli stermini compiuti ed in corso contro l’umanità… sarebbe un’azione politica impropria visto che molto spesso sono le stesse cosiddette “democrazie” a metterli in atto. C’è già chi provvede a fare questo lavoro di scoperchiatura dei sepolcri imbiancati e non voglio rubar loro il mestiere. Eppure qualcosa vorrei dire. Poiché sono anch’io un democratico e.. – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/01/25/memoria-del-27-gennaio-e-olocausto-quotidiano/

Commento di Simona Iovino: “Concordo nel modo più assoluto. In una consapevolezza che auspico, prima di tutto in me stessa, si accresca ogni giorno di più, e si esplichi concretamente in atti e pensiero.”

Riflettiamo, senza farci prendere dall’infatioli, sulla comparazione.. Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Allora io ero là, sulla più alta delle montagne, e tutto intorno a me c’era l’intero cerchio del mondo. E mentre ero là, vidi più di ciò che posso dire, e capii più di quanto vidi; perché stavo guardando in maniera sacra la forma spirituale di ogni cosa, e la forma di tutte le cose che, tutte insieme, sono un solo essere. E io dico che il sacro cerchio del mio popolo era uno dei tanti che formarono un unico grande cerchio, largo come la luce del giorno e delle stelle, e nel centro crebbe un albero fiorito a riparo di tutti i figli di un’unica madre e di un unico padre. E io vidi che era sacro… E il centro del mondo è ovunque.” (Alce Nero)

Commenti disabilitati

Conservazione degli alimenti industriali e sostanze tossiche in essi contenute

alimenti industriali

Per la durata e la conservazione dei cibi industriali generalmente vengono utilizzati conservanti e agenti sintetici per ritardare e inibire, appunto, la crescita di funghi e muffe.

Queste sostanze però una volta liberate nel corpo privano di ossigeno le cellule rubandone le sostanze nutritive e creando un ambiente favorevole per le malattie.

Continui sono gli studi che vengono effettuati a riguardo di questi argomenti.

Gli ingredienti più tossici presenti nel settore alimentare sono:

Sodio benzoato (E211)

Questo assassino furtivo si trova in quasi tutti i vasi e bottiglie, come condimento per l’insalata, sottaceti, salse, maionese, quasi tutte le bevande analcoliche e succhi di frutta, e anche in prodotti alimentari etichettati come “naturali”. Secondo uno studio del professor Peter Piper, del dipartimento di biologia molecolare e biotecnologie dell’Università di Sheffield, il sodio benzoato testato su cellule vive di lieviti distrugge aree del DNA nelle stazioni energetiche cellulari, i mitocondri.

Olio di canola

Questo olio è di derivazione vegetale ed è presente in più del 30% di tutti i prodotti. Olio di canola è in realtà una selezione dell’olio di colza e può causare enfisema e insufficienza respiratoria, che alla fine portano al cancro. L’olio di colza è inadatto all’uso alimentare a causa dell’alta concentrazione di acido erucico, che per la sua tossicità è fortemente limitato per legge, con un limite massimo tollerato del 5% nei grassi alimentari (legge comunitaria in vigore dal 1º luglio 1979, Direttiva 76/621/CEE, del 20 luglio 1976). Essendo però un olio estremamente economico, in Italia è attualmente utilizzato dalla ristorazione commerciale.

Glutammato monosodico (MSG)

La FDA permette 20 “pseudo” nomi per esso, tra cui estratto di lievito Ajinomoto autolyzed, Vetsin, MSG, gelatina, caseinato di calcio, proteina vegetale idrolizzata (HVP), proteina testurizzata, glutammato monopotassico, idrolizzato pianta Poteina (PHP) Estratto di lievito, acido glutammico, caseinato di sodio, lievito, proteine vegetali idrolizzate, Senomyx, carragenina, aromi naturali, esaltatore di sapidità, o il numero E620, E621, E622, E623, E624, E625, E627, E631, o E635 per citarne alcuni. Solo perché un prodotto dice “No MSG” non significa che non c’è! Approfondire qui.

Sodio nitrato e nitrito di sodio (nitrosammine)

È usato per fertilizzanti, esplosivi, e come solvente nell’industria della pulizia a secco. Questo ingrediente mantiene le molecole di emoglobina nel sangue di trasportare l’ossigeno ai tessuti del corpo. È considerato un “super-sale” (come glutammato monosodico) aggiunto a cose come hot dog, salsicce e pancetta per aumentare la durata di conservazione, colore e sapore. Il nitrito di sodio è usato principalmente come conservante alimentare e fissativo del colore nei prodotti a base di carne. Spesso usati in combinazione con altri sali noti nella vulcanizzazione: sali di sodio nitrito e nitrato e potassio (E249). Il suo uso impedisce intossicazione batterica, specialmente botulismo. Gli studi da parte delle autorità sanitarie degli Stati Uniti alla fine del 1970 hanno dimostrato che l’uso di nitrito di sodio come additivo alimentare provoca il cancro.

Margarina

Il corpo non può integrare gli acidi grassi trans nelle membrane, causando strutture deformative cellulari. Ricchissima di grassi vegetali idrogenati che accelerano l’invecchiamento e degenerano i tessuti.

(Dimethylpolysiloxane) è una sostanza chimica industriale utilizzata in stucchi e sigillanti. Questo componente è usato soprattutto in fast food bocconcini di pollo e uova. Un derivato del petrolio, viene utilizzato come stabilizzatore in profumi, resine, vernici e prodotti chimici collegato ai tumori gastrici e danni al DNA.

Antischiuma

Dimethylpolysiloxane) è una sostanza chimica industriale utilizzata in stucchi e sigillanti. Questo componente è usato soprattutto in fast food bocconcini di pollo e uova. Un derivato del petrolio, viene utilizzato come stabilizzatore in profumi, resine, vernici e prodotti chimici collegato ai tumori gastrici e danni al DNA.

Antiagglomeranti

I prodotti chimici che assorbono l’umidità. Questi vengono aggiunti al sale da tavola prodotti e alimenti in polvere. Essi sono spesso composti di fosfato, carbonato, silicato e ossido di composti contenenti alluminio. L’alluminio è collegato alla malattia di Alzheimer ed è utilizzato anche nel vaccino contro l’influenza.

Colori artificiali

Petrolchimica olio sintetico, antigelo e ammoniaca. È vietato nei cosmetici, ma ancora consentito negli alimenti. Indebolisce il sistema immunitario. Causa di tumori della vescica e testicoli.

Emulsionanti

Carragenina, polisorbato 80 e oli vegetali bromurati (OLS). Di solito si trova nel latte al cioccolato, formaggio, gelato, latte in polvere e gelatina. La BVO rimane per anni nel corpo. Polisorbato 80 è anche in molti vaccini.

Dolcificanti artificiali

Aspartame, acesulfame K, sucralosio, sorbitolo, Truvia, e, naturalmente, saccarina. A causa del suo gusto dolce, questi dolcificanti chimici ingannano il corpo e producono dipendenza per lunghi periodi di tempo.

Consigliamo di acquistare consapevolmente, di alimentarsi possibilmente in modo naturale e magari di produrre più alimenti con le nostre mani.

Fonte: zapping.altervista.org

Commenti disabilitati

Religione o spiritualità?, NWO, il solito imbroglio, banche popolari, buddismo: scienza esatta, vivisezione, esaustione cattolica….

Paolo Mario Buttiglieri

Il Giornaletto di Saul del 25 gennaio 2015 – Religione o spiritualità?, NWO, il solito imbroglio, banche popolari, buddismo: scienza esatta, vivisezione, esaustione cattolica….

Care, cari, così scrive Paolo Mario Buttiglieri su Uqbar Love: “Le religioni non hanno niente a che fare con il mondo spirituale. Ma sono organizzazioni che si basano sul bisogno psicologico di molte persone di sicurezza, di appartenenza a un gruppo, di avere una figura mitologica a cui affidarsi, un sostitutivo della figura paterna, un super padre e della figura materna una super madre. La religione è una droga psicologica, la spiritualità è lucidità estrema, cioè vedere il mondo materiale con un certo distacco. L’uomo spirituale è più simile al naturalista che all’uomo religioso. L’uomo spirituale vive con gioia e si diverte per lui la vita è “lila” gioco cosmico, l’uomo religioso non si diverte e per lui la vita è “maya” illusione e quindi vivere è un dramma.”

Mio commentino: “Anche il materialista, come pure l’ateo, appartiene alla categoria “religiosa” ed in verità entrambe le posizioni, sia quella del credente che quella dell’ateo sono indimostrabili, dal punto di vista empirico. L’unica dimostrazione possibile è quella della posizione “panteista” (per intenderci la stessa di Socrate, Platone, Taoisti, buddisti, spiritualisti laici, Giordano Bruno, etc) in cui si afferma che la realtà è esattamente quel che è, ovvero sia il manifesto che l’immanifesto. Vedi anche: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/08/03/lapnea-del-credere/

Buchenwald. Uno sguardo obiettivo – Scrive Roberto Anastagi a commento di http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/buchenwald-another-more-objective-look.html -: “Caro Paolo Mi sono letto il lungo articolo in inglese di Mark Weber sul campo di Buchenwald che hai pubblicato sul Giornaletto di ieri. Posso dire che ormai non ho più dubbi sulla “storia manipolata” dei campi di sterminio tedeschi. Non conoscevo il terribile comportamento dei comunisti e peggio ancora il loro comportamento successivo nei campi che si trovavano nel territorio da loro occupato. E’ terribile scoprire certe cose, sinora tenute nascoste, sulle atrocità che l’umanità ha fatto e seguita a fare. Nel mese di marzo ci vengono a trovare i nostri cari amici tedeschi di Monaco presso i quali ho avuto per quasi 20 anni la mia residenza in Germania. Non ho mai avuto il coraggio di sentire il loro parere su quanto è accaduto in Germania durante il periodo nazista ma ora ho un forte desiderio di provarci. Lo farò con molta cautela in modo di non affrontare un argomento di cui non desiderano parlare. Grazie Paolo per le tante cose che scopro attraverso il tuo Giornaletto.”

Banche popolari ed il solito renzie – Scrive Marco Bersani: “Molto si è già detto sul decreto del governo Renzi che impone alle Banche Popolari con asset superiori a 8 miliardi la trasformazione nell’arco di 18 mesi in Società per azioni… – Tra l’altro, e senza nessuna esaltazione a priori delle banche popolari -divenute nel tempo e nei fatti altro dalla loro storica “missione”- restano i dati incontrovertibili forniti dalla CGIA di Mestre. Che sbugiarda il solito Renzi che ha così commentato il provvedimento del governo «Ci sono troppi banchieri e facciamo poco credito» alle imprese…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/marco-bersani-banche-popolari-e-banche.html

La Russia si prepara – Scrive C:C.: “La fuga dei capitali dalla Russia nasconde un’altra verità, taciuta dalla stampa tradizionale. Le voci sulla Russia che starebbe vendendo le sue riserve auree, è ormai chiaro, sono molto esagerate, dal momento che non solo Putin non sta vendendo ma le riserve auree russe hanno toccato il livello più alto degli ultimi sei mesi e vicino al record di aprile 2013: poco più di 46 miliardi dollari. D’altra parte, c’è un altro trend che continua per i russi. Per il 20° mese consecutivo, la Russia ha continuato a sbarazzarsi dei titoli di Stato Usa.”

NWO. I soliti imbrogli – Scrive NPCI: “È del tutto inutile discutere delle dimensioni del piano Draghi perché non è dalla mancanza di soldi che viene la crisi dell’economia reale (cioè della produzione di beni e servizi). La crisi che sconvolge la vita di miliardi di esseri umani non è una crisi monetaria… (.). La borghesia imperialista cerca in mille modi di seminare illusioni, di far credere che la crisi generale del capitalismo sta per finire, che le cose si aggiusteranno, che non c’è alternativa al corso delle cose. Bergoglio e la sua Corte, la CIA e il Mossad, Tsipras con Syriza danno spettacolo e occupano la scena mondiale. La coppia Renzi-Berlusconi recita nel teatrino della Repubblica Pontificia. Mario Draghi a Francoforte e i suoi compari in trasferta a Davos lanciano e progettano manovre finanziarie. I gruppi imperialisti mondiali cercano di distrarre l’attenzione dalla realtà, di far dimenticare la crisi del capitalismo, il disastro sociale e ambientale, l’abrutimento e la miseria, la fame e la guerra che essi stessi impongono all’umanità….” – Continua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/01/24/nwo-bando-alle-illusioni-non-cediamo-agli-imbrogli/

Un presidente dietro le quinte – Scrive A.C.: “Di Veltroni mi posso fidare:
https://www.youtube.com/watch?v=G3dmHUBnnRk – Parola di B. negli abboccamenti con R. per l’elezione del nuovo capo dello stato che prevede, tra l’altro, Gianni Letta come segretario generale del Colle. Il pregiudicato ha già messo in chiaro che spetterà allo spregiudicato fornire l’indicazione del nome e quello di Veltroni è collocato nella primissima fascia! Il tutto a dispetto delle voci degli italiani che vedono Stefano Rodotà al primo posto nei sondaggi della rete….”

One Billion Rising – Scrive Jane Fonda: “Sono Jane Fonda e in questo momento sono in Italia, a Roma. So che anche qui, il 14 febbraio, ci sarà One Billion Rising, per porre fine alla violenza sulle donne. La violenza sulle donne e’ un’epidemia che ha contagiato il mondo intero. In Italia, come in tutti gli altri Paesi, la gente deve sollevarsi e ballare, cantare, gridare e pretendere che la violenza sulle donne non sia più tollerata. Vi chiedo di unirvi a me: sarò negli Stati Uniti e penserò a voi qui in Italia. Aderite a One Billion Rising…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/01/14-febbraio-2015-one-billion-rising.html

Torino. Convegno – Scrive Giuditta Ansante: “Ho il piacere di invitarLa alla nuova edizione del Convegno IL FUTURO E’ QUI che si svolgerà a Torino presso l’Hotel Royal il 22 marzo 2015. Info. ilfuturoequi2@gmail.com”

Buddismo. Scienza esatta – Scrive Joe Fallisi: “A me interessa per gli spunti di liberazione che può dare OGGI, quell’antico sguardo cristallino, chiamato “buddismo”. Anzi, mi sembra che essendo, prima che “religione”, una grandiosa disciplina – atea– di disvelamento degli errori-illusioni della mente, proprio nel regno della menzogna universale e della servitù volontaria compiuta possa rivelarsi particolarmente efficace. Fermandoci per un istante (eterno), almeno con la meditazione, la natura del desiderio e la sua valenza intrinseca in rapporto alla autodeterminazione dell’individuo ci può finalmente apparire sotto una luce diversa. Molte certezze svaniscono ma si è come sgravati da un incubo….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/unica-scienza-esatta-il-buddismo.html

Giornata della memoria. Nuove religioni – Scrive Salvatore: “…senza nulla togliere alla valenza di tale giornata, sarebbe utile che il “non dimenticare” sia esteso anche ad altri genocidi che hanno insanguinato il Novecento, che nonostante non siano conosciuti come la Shoah, non per questo devono essere lasciati nel dimenticatoio”

Vivisezione. Tortura legale – Scrive Doriana Goracci: “Quella che sto per raccontarvi non è una favola a lieto fine ma un Grande Passo in avanti con un processo reale per animalicidio che si è concluso al Tribunale di Brescia  dove è stata riconosciuta la colpevolezza di 3 imputati su 4, la sussistenza dei reati (maltrattamento ed uccisione) e il principio per cui anche se con il massimo sfruttamento economico e per scopi scientifici, gli animali vanno rispettati e tutelati, come prevede la legge. Punto…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/vivisezione-la-tortura-esiste-ancora-ed.html

Roma. Vegani – Scrive AVA: “In Piazza Asti 5/a, Roma, ore 17,30, 29 gennaio 2015, Dr. Giuseppe Cocca, Medico Chirurgo: Gli strumenti più semplici ed efficaci per proteggere l’organismo dalle peggiori patologie moderne. Info. 3339633050″

Religioni in esaurimento. “Il karma è karma” – Infine tutti i nodi vengono al pettine e la congrega vaticana ha sommato migliaia di nodi. Non mi riferisco solo agli scandali recenti, come ad esempio la pedofilia o le speculazioni economiche, ma  alle innumerevoli colpe accumulate nei secoli: le finzioni dottrinali, la vendita delle indulgenze, la sperequazione fra maschi e femmine, la persecuzione di eretici e streghe, la prevaricazione e l’intimidazione delle masse succubi ed impaurite, le falsità storiche su innumerevoli fatti e persone, l’oscurantismo, le guerre sante, ecc. Per la legge del contrappasso sembrerebbe che la religione cattolica, e di conseguenza quella cristiana, non abbia scampo e sia destinata semplicemente a scomparire in una nuvola fumosa di vergogna. Ma non è giusto dare tutte le colpe al cristianesimo. Le devianze sono iniziate ben prima della nascita di questa religione e sono pure continuate dopo di essa. La matrice del monoteismo con un dio “personale” è nell’ebraismo, da esso sono poi sorti sia il cristianesimo che l’islamismo….” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/il-karma-e-karma-e-per-la-chiesa-e.html

E con ciò vi saluto, Paolo/Saul

………………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Perché a decider tutto sono due
se entrambi hanno sol occhio di bue?
Fu pria del nazaren diverso patto,
con la cazzuola eretto il manufatto
(e fu potente l’aretino Licio
se portò a Roma il toscan sul picio).
Non può degli italiani disfar tetto
senza giammai da lor essere eletto
(il vanitoso complice vecchietto
spesso non ebbe comportamento retto).
Chè, mentre sempre più mostra panzone,
magra e sbilenca è sua costituzione.
Quella che abbiamo vien da Resistenza,
da ruota fortunata scende scemenza.
Ricattando otto pavidi e quattro puttanelle
obbrobri sostituiscon cose belle.
Nomina femminile è apparsa lemme
e sostenuta dai soldi di O.G.M.
Le ministre poi ve le raccomando
del visagista s’occupan come e quando.
Saria più saggio metter nella cesta,
almeno una su tre persona onesta
(la parità di genere a ciò non è servita, anzi).
Niente si fa contro la corruzione
perché da questa nasce bieca unione.
Se a metter primi soldi furon mafiosi
agli ultimi donar son gli omertosi
banchieri e industriali senza onore.
E’ colpa loro se viviam l’orrore.
Ah schiava Italia, di briganti ostaggio,
quando ritroverai un uomo saggio?
ITALICUM E’ ANTICOSTITUZIONALE
OPERA E’ DI SPORCO MAIALE.”

(Luigi Caroli)

italicum

Commenti disabilitati

NWO – Bando alle illusioni! Non cediamo agli imbrogli!

i soliti noti

La borghesia imperialista cerca in mille modi di seminare illusioni, di far credere che la crisi generale del capitalismo sta per finire, che le cose si aggiusteranno, che non c’è alternativa al corso delle cose. Bergoglio e la sua Corte, la CIA e il Mossad con i commando di Parigi, Tsipras con Syriza danno spettacolo e occupano la scena mondiale. La coppia Renzi-Berlusconi recita nel teatrino della Repubblica Pontificia. Mario Draghi a Francoforte e i suoi compari in trasferta a Davos lanciano e progettano manovre finanziarie. La Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti cerca di distrarre l’attenzione dalla realtà, di far dimenticare la crisi generale del capitalismo, il disastro sociale e ambientale, l’abbrutimento e la miseria, la fame e la guerra che i gruppi imperialisti impongono all’umanità.

Scongiurano con spettacoli, riti, guerre e promesse la rinascita del movimento comunista e la mobilitazione delle masse popolari a instaurare il socialismo: la dittatura del proletariato organizzato e diretto dai partiti comunisti, la produzione pianificata dei beni e dei servizi necessari in aziende pubbliche, la promozione della partecipazione universale alle attività specificamente umane.

Scongiurano la seconda ondata della rivoluzione proletaria mondiale. Gli opportunisti di tutto il mondo concordano che è sconveniente anche il solo parlarne.

Le decisioni di Mario Draghi e della Banca Centrale Europea annunciate giovedì 22 gennaio 2015 sono distrazioni e palliativi, come il piano Junker. Junker ha promesso 300 miliardi di euro di finanziamenti per crediti selettivi. Draghi invece annuncia un finanziamento indiscriminato: aumenterà la massa di euro in circolazione, darà nuovi soldi alle banche e alle società finanziarie acquistando i loro titoli finanziari. Nuovi euro, 1.100 miliardi di nuovi euro, annunciati nei prossimi 18 mesi per il pasto del mercato finanziario: all’incirca 10 milioni di miliardi di euro in cerca di valorizzazione. Ma in aiuto arriveranno dollari, sterline, franchi svizzeri, yen a valanga, forse anche yuan. I nuovi euro di Francoforte potrebbero diventare molti di più: perché non duemila o cinquemila? I gnomi di Zurigo hanno lasciato liberi i capitali in trasferta nei paradisi fiscali: pagheranno imposte, ma si moltiplicheranno al cambio libero.

Cosa è il 5% di imposte quando di colpo col cambio aumentano del 30%?

È del tutto inutile discutere delle dimensioni del piano Draghi perché non è dalla mancanza di soldi che viene la crisi dell’economia reale (cioè della produzione di beni e servizi) da dove vengono i salari del proletariato e i redditi dei lavoratori autonomi. La crisi che sconvolge la vita di miliardi di esseri umani non è una crisi monetaria. La produzione di beni e di servizi continua ad aumentare: quello che non va in salari, va in aiuti umanitari, ammortizzatori sociali e rifiuti. I salari vanno insieme ai diritti, all’organizzazione dei proletari e al movimento comunista; gli aiuti umanitari viaggiano con la compassione e la beneficenza, con le ONG e il volontariato, con il clero e la borghesia imperialista.

I piccoli capitalisti sono a rimorchio e al servizio dei grandi capitalisti; i grandi capitalisti investono in operazioni finanziarie, in speculazioni e in grandi opere. Il credito commerciale e per investimenti nell’economia reale continuerà a mancare a chi non ce l’ha già. I ricchi diventeranno più ricchi e i lavoratori più poveri e più oppressi. Da circa quaranta anni la massa di capitale finanziario ha preso ad aumentare per compensare il fatto che investendolo tutto nella produzione di beni e servizi, il capitale accumulato non si valorizzava. Le operazioni del capitale finanziario hanno preso a dirigere e sconvolgere l’economia reale. Anche i nuovi soldi creati dalla BCE finiranno ad accrescere la massa del capitale finanziario, come sono finiti quelli creati dalle altre banche centrali dei paesi imperialisti: degli USA, del Giappone, della Gran Bretagna. Le operazioni della BCE non faranno che alimentare il castello del capitale finanziario e delle operazioni connesse. Le manovre finanziarie servono a prolungare la vita del sistema, non cambiano il corso disastroso delle cose che la borghesia imperialista e il suo clero hanno imposto all’umanità: verso la miseria, l’abbrutimento, la distruzione delle conquiste strappate durante la prima ondata della rivoluzione proletaria, la guerra.

Gli opportunisti di tutto il mondo rivolgono lo sguardo a Pechino e a Mosca, ai BRICS. Chi pensa che i gruppi imperialisti USA non sfrutteranno senza ritegno la superiorità militare di cui godono nel mondo, chi non promuove la rivoluzione proletaria e in primo luogo la rivoluzione socialista negli USA e negli altri paesi imperialisti, non tiene conto delle lezioni della storia e resta a rimorchio della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti, resta succube dei loro ricatti e delle loro manovre. La rivoluzione internazionale procede sulle gambe delle rivoluzioni nazionali; le rivoluzioni nazionali si sviluppano nell’ambito della rivoluzione internazionale. L’economia USA è trainata dalla spesa per il riarmo, le operazioni sovversive e la guerra: la spesa direttamente militare del governo federale di Washington è circa il 10% del PIL degli USA. Gli opportunisti non vogliono affrontare i problemi reali: è normale che finiscano per non vederli neanche più. Ma non a caso non hanno buone ragioni da opporre a quello che noi comunisti diciamo: divagano, biascicano e farfugliano parole e narrazioni scomposte, eclettiche e inconsistenti, fanno battute e sceneggiate. La ripresa economica USA è tecnicamente simile alla ripresa della Germania hitleriana dopo il 1933. Serve ai gruppi imperialisti americani e sionisti per perpetuare il loro dominio nel mondo, per continuare a godere dei privilegi che vengono dalla dominazione del mondo. Questi privilegi sono indispensabili ai gruppi imperialisti americani per tenere in pugno la popolazione USA, benché le condizioni di vita e di lavoro di una parte importante delle masse popolari USA, non solo degli immigrati, siano miserrime e circa 1% degli adulti USA sopravvivano in prigioni. Solo lo sviluppo della rivoluzione socialista nel mondo, e in particolare nei paesi imperialisti, può arrestare la corsa verso la guerra e il disastro ambientale.

Quanto a noi comunisti, dobbiamo dedicare tempo e risorse alle denunce, ma solo nei casi ben definiti in cui la denuncia serve ad allargare la mobilitazione anche agli strati più arretrati delle masse popolari colpite. Ma il nostro compito principale non è convincersi e convincere che le cose vanno male, non è piangere e lamentarsi per il corso catastrofico delle cose. Il nostro compito principale è propagandare, promuovere e fare quello che occorre per cambiare il corso delle cose, sviluppare la rivoluzione socialista, rafforzare la rinascita del movimento comunista, costruire forti partiti comunisti, superare i limiti che hanno portato all’esaurimento della prima ondata della rivoluzione proletaria mondiale iniziata dalla Rivoluzione d’Ottobre, rinnovare il percorso che aveva avviato l’intera umanità a trasformarsi e a costruire un futuro di civiltà e progresso.
L’attesa creata attorno alle elezioni politiche di questa domenica in Grecia farà di esse una grande lezione anche per noi comunisti italiani e per i comunisti di tutti i paesi imperialisti: sarà un colpo all’illusione che la sinistra borghese sia davvero in grado di cambiare il corso delle cose imposto dalla borghesia imperialista. Il probabile, auspicato successo elettorale di Syriza contro i partiti della destra metterà in luce l’impotenza della sinistra borghese. Già Tsipras e i suoi hanno messo le mani avanti e hanno detto che nel migliore dei casi avranno in mano il governo, ma non avranno il potere: questo resterà nelle mani dei signori della finanza. Non potranno quindi realizzare il programma in nome del quale chiedono voti. Come tutti i governi di sinistra si rifugiano già dietro la verità che finché non si rompe con la borghesia imperialista non c’è alternativa. Si può tirare la corda, ma in definitiva è impossibile fare diversamente da quello che i signori della finanza mondiale esigono. Nulla risponde Tsipras a chi gli chiede perché dedicare energie e risorse per avere voti e costituire un governo impotente, che accompagnerà con gesticolazioni e lamenti di sinistra il corso disastroso della cose imposto dalla borghesia imperialista, invece di dedicare energie e risorse per mobilitare e organizzare le masse popolari contro i signori della finanza e i loro complici e agenti.
In effetti non è possibile sfuggire alle catene del sistema imperialista mondiale se non le si spezza e solo le masse popolari organizzate e dirette dal Partito comunista hanno la forza di spezzarle: di riorganizzare la vita economica e civile del paese e far fronte con successo alle minacce, alle pressioni, al blocco, al boicottaggio e al sabotaggio della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti e della borghesia imperialista e del clero greci. Il successo elettorale di Syriza non si tradurrà a breve nel suo contrario, in una ondata più grave di reazione e di abbrutimento, di rassegnazione e di corruzione, solo se il Partito comunista greco saprà sfruttare il successo di Syriza per alimentare la rivoluzione socialista.
Alcuni hanno già posto a noi del nuovo PCI la domanda: ma il Governo di Blocco Popolare di cui voi auspicate e fomentate la costituzione, non è quello che Syriza si ripromette di fare? Ce lo chiedono in particolare quelli che lamentano che non esiste ancora (che loro ancora non conoscono e riconoscono) un’analisi del corso delle cose imposto dalla borghesia imperialista e un piano per deviare l’umanità da esso. Per concludere mesti non che quindi occorre darsi a fare un’analisi e un piano e a realizzarlo, ma che quindi non resta che applaudire i BRICS che danzano sul Titanic della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti.
La costituzione del GBP non è frutto del successo elettorale della sinistra borghese. Non è un progetto per carpire i voti delle masse popolari e formare un impotente governo di sinistra che partecipa alle gesticolazioni e ai lamenti contro il corso delle cose imposto dalla borghesia imperialista e dal suo clero. Il nostro è un progetto di mobilitazione e organizzazione dei lavoratori delle aziende capitaliste a formare Organizzazioni Operaie (OO) e dei lavoratori delle aziende pubbliche e dei quartieri e paesi a formare Organizzazioni Popolari (OP). Il Governo di Blocco Popolare è opera delle masse popolari organizzate che rendono il paese ingovernabile ai vertici della Repubblica Pontificia e in questo modo fanno ingoiare ai vertici della RP la costituzione di un governo composto da elementi di fiducia delle OO e OP, da elementi decisi a dare forma e forza di legge ai provvedimenti indicati caso per caso dalle OO e OP e che rientrano nelle Sei Misure Generali che compongono il programma del GBP.
1. Assegnare a ogni azienda compiti produttivi (di beni o servizi) utili e adatti alla sua natura, secondo un piano nazionale (nessuna azienda deve essere chiusa).
2. Distribuire i prodotti alle famiglie e agli individui, alle aziende e ad usi collettivi secondo piani e criteri chiari, universalmente noti e democraticamente decisi.
3. Assegnare ad ogni individuo un lavoro socialmente utile e garantirgli, in cambio della sua scrupolosa esecuzione, le condizioni necessarie per una vita dignitosa e per la partecipazione alla gestione della società (nessun lavoratore deve essere licenziato, ad ogni adulto un lavoro utile e dignitoso, nessun individuo deve essere emarginato).
4. Eliminare attività e produzioni inutili o dannose per l’uomo o per l’ambiente, assegnando alle aziende altri compiti.
5. Avviare la riorganizzazione delle altre relazioni sociali in conformità alla nuova base produttiva e al nuovo sistema di distribuzione.
6. Stabilire relazioni di solidarietà, collaborazione o scambio con gli altri paesi disposti a stabilirle con noi.
Sono le masse popolari organizzate, le OO e OP, che costituiranno e imporranno il GBP. Sono loro il motore principale del Governo di Blocco popolare, non la sinistra borghese. Con il GBP le OO e OP uniranno le loro forze e potenzieranno le loro iniziative, faranno rinascere su grande scala il movimento comunista e cambieranno il mondo instaurando il socialismo. Sarà la seconda ondata della rivoluzione proletaria.

Per cambiare il corso catastrofico delle cose, bisogna porre fine al sistema imperialista mondiale! Il primo paese imperialista che romperà le catene della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti mostrerà la strada e aprirà la via anche alle masse popolari degli altri paesi! L’Italia è un paese imperialista abbastanza grande e per di più sede del Papato, uno dei pilastri del sistema imperialista mondiale: possiamo e dobbiamo assumere questo compito a beneficio nostro e di tutta l’umanità!

Comitato Centrale del (n)PCI http://www.nuovopci.it

Commenti disabilitati