Archivio Autore

Agricoltura bioregionale, canapa libera tutti, Covid-19: il caso italiano, Calcata: “…di quella volta in cui Silvio Berlusconi ci regalò un milione di denari…”, c’è karma e karma…

Il Giornaletto di Saul del 24 gennaio 2021 – Agricoltura bioregionale, canapa libera tutti, Covid-19: il caso italiano, Calcata: “…di quella volta in cui Silvio Berlusconi ci regalò un milione di denari…”, c’è karma e karma…

Care, cari, secondo numerosi Esperti del settore, sarebbe necessario il rafforzamento delle Politiche Agroambientali Europee avviate nel 1992, le quali sostengono i redditi degli agricoltori attraverso il pagamento dei servizi effettivamente forniti alla collettività (Misure per l’Agricoltura Biologica Bioregionale e per il Benessere Animale, la Formazione e l’Assistenza Tecnica per le Innovazioni e gli investimenti Green, il monitoraggio climatico-ambientale, ecc)… (Giuseppe Altieri) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2021/01/recovery-plan-e-agricoltura.html

Corrispondenza – Scrive Caterina Regazzi: “Caro Lorenzo Merlo, sto leggendo, a rate, la tua bella intervista a Paolo Lissoni: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/01/20/paracelso-e-ippocrate-sono-stati-uccisi-e-i-suoi-killer-sono-i-medici-intervista-di-lorenzo-merlo-con-paolo-lissoni/ – bravissimo, gli hai fatto tante domande che gli avrei fatto anch’io. Lui non lo  conoscevo e mi ha incuriosito molto, mi piace questa sua missione di rendere scientifica la “scienza dello spirito” e mi sembra che abbia, pur non essendo nè un virologo, nè un infettivologo, una buona visione del fenomeno covid, che se ascoltata, potrebbe portare giovamento nell’affrontare la malattia da parte del sistema medico. Mi è piaciuta anche la sua onestà nell’affrontare il discorso “sistema immunitario” che è un’idea per ora. Io stessa non so come sia messo il mio, nonostante l’alimentazione “pulita”, la meditazione, ma manca un po’ di attività fisica e respirare un’aria pulita. Anche la genetica poi ha la sua parte…”

Canapa libera tutti – Negli ultimi giorni ho notato che da varie fonti si torna a parlare di “legalizzazione della cannabis”. La cosa non mi meraviglia datosi che lo stato ha sempre più necessità di denaro per i suoi sperperi e legalizzare le droghe leggere significa entrate milionarie per l’erario. Insomma si farebbe come per l’alcol e le sigarette con il bollino dello stato sopra. Ma – secondo me – non dovremmo parlare di legalizzazione bensì di liberalizzazione e non chiamarla cannabis, marijuana ecc, dandogli l’accezione di “droga”, ma chiamarla con il suo nome comune: canapa… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2021/01/la-legalizzazione-della-cannabis-sposta.html

Streaming vegano – Scrive AVA: “Giovedì 28 gennaio 2021, ore 18,00, conferenza della Dr.ssa Michela Troiani, Biologa, sul tema: “Come impostare una dieta vegan”: https://us02web.zoom.us/j/83118625350?pwd=eEl0QWpTb3BxU280Z3Yxd0VEdGhEZz09 – La conferenza viene trasmessa in diretta dalle ore 18,00 in streaming. E’ opportuno collegarsi un quarto d’ora prima”

Covid-19. Il caso italiano… – Scrive Marco Mamone Capria: “In questo articolo mi occuperò quasi soltanto del caso italiano. A sentire questa definizione dello scopo una reazione comune è: ma il covid-19 non è una pandemia? Qualsiasi ipotesi sia fatta per spiegare il caso italiano deve essere verificata su almeno qualche centinaio di altri Paesi in tutto il mondo, prima di poter essere accettata! O no?…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/01/23/i-dati-del-covid-19-numeri-e-fatti-ad-un-anno-dalla-dichiarazione-dellemergenza/

No alla guerra allo Yemen – Scrive Marco Palombo: “Circa 300 associazioni pacifiste di tutto il mondo hanno aderito alla giornata mondiale contro la guerra allo Yemen che si svolgerà il prossimo 25 gennaio. In Italia per ora gli appuntamenti previsti sono due: A Roma a Piazza Montecitorio, ore 15- 17,30, lanciato dalla Rete No War Roma e dalla Wilpf. A Genova presidio dalle 16,30 proposto dal Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali a Ponte Etiopia… – Info: palombo.marco57@gmail.com”

Calcata. “…di quella volta in cui Silvio Berlusconi ci regalò un milione di denari…” – …e stavolta vi parlerò di una offerta che ci fece parecchi anni fa Silvio Berlusconi, quando venne a trovarci a Calcata. Un giorno che stavo io di guardia al Circolo vegetariano, vedo giungere una carovana di auto blu con accompagnamento di motociclisti corazzati, ed ecco che mi si avvicina una figura conosciuta… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2021/01/storie-dal-circolo-vegetariano-di.html

Roma. Passeggiata archelogica – Scrive Amici del Tevere: “Sabato 13 febbraio 2021, ripetizione della visita a numero-chiuso alla Basilica dei Santi Silvestro e Martino ai Monti con annessi sotterranei, ovviamente in accordo con tutte le disposizioni di sicurezza applicabili. Info: amicideltevere@unpontesultevere.com”

C’è karma e karma – Scriveva Alberto Mengoni: “Nel mondo di manifestazione esiste la Legge del Karma. E tutto quello che (ci) accade dipende da questa legge. Una persona fa (dice, o pensa) una certa cosa e questo fatto mette in moto tutta una serie di eventi e circostanze in linea con quella azione. Se l’azione è buona crea effetti buoni, se invece è meno buona, ovviamente creerà effetti spiacevoli. Il punto è che noi non abbiamo il controllo dei nostri pensieri (e neanche delle parole e delle azioni)…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/12/karma-azione-e-legge-di-causa-ed-effetto.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non accade nulla, nessuno arriva, nessuno parte, è terribile!” (Samuel Beckett)

Commenti disabilitati

I DATI DEL COVID-19. NUMERI E FATTI AD UN ANNO DALLA DICHIARAZIONE DELL’EMERGENZA

Interventi documentati da relativa bibliografia e links sul “fenomeno Covid-19″ in Italia e nel mondo. Autore: Marco Mamone Capria

L’uno aggiornato ai primi di dicembre 2020 (3,5 Mb).
Coronavirus, disinformazione e democrazia
http://www.dmi.unipg.it/mamone/sci-dem/nuocontri_3/covid_mamone.pdf

L’altro, più snello, del 20 dicembre 2020 (1,1 Mb).
I dati del covid-19
http://www.dmi.unipg.it/mamone/sci-dem/nuocontri_3/mamone_covid-dic20.pdf

A cura di R2020 – https://r2020.info/
“COVID: COSA DICONO I NUMERI DOPO UN ANNO DI “EMERGENZA”?
https://r2020.info/2021/01/11/covid-cosa-dicono-i-numeri-dopo-un-anno-di-emergenza

Un assaggio:

Ci sono buone ragioni per ritenere che la versione ufficiale del covid-19 ha fatto, sta facendo e farà più vittime di quante ne potrebbe mai fare l’equivocazione da parte di lettori disattenti o malintenzionati delle critiche a tale versione. Da parte degli intellettuali e soprattutto della comunità accademica esiste un dovere di fare chiarezza, piuttosto che selezionare quale posizione assumere sulla base delle aspettative di finanziamento e successo dei propri progetti editoriali o di ricerca.

Il caso italiano
In questo articolo mi occuperò quasi soltanto del caso italiano.
A sentire questa definizione dello scopo una reazione comune è: ma il covid-19 non è una pandemia? Qualsiasi ipotesi sia fatta per spiegare il caso italiano deve essere verificata su almeno qualche centinaio di altri Paesi in tutto il mondo, prima di poter essere accettata! O no?
No.
L’idea che il covid-19 sia lo stesso problema sanitario per tutto il mondo, e che si possa facilmente generalizzare da un Paese, o addirittura da un continente, all’altro è radicalmente sbagliata. Non che siano mancati gli “esperti” disposti a sostenere questo e altro, beninteso.

Ecco un controesempio particolarmente chiaro.
Tra i problemi cronici dell’Africa c’è la carenza numerica e qualitativa delle sue strutture igieniche e sanitarie. In particolare ha pochi medici e poco personale sanitario. Nel seguito scriverò “Africa” con le virgolette per intendere la Regione Africana secondo l’OMS (che non include l’Egitto né la maggior parte dei paesi di lingua araba dell’Africa settentrionale).

In “Africa” nel 2016 si registravano 416.000 morti per tubercolosi (una tragedia sanitaria di cui i telegiornali nazionali non hanno fatto altro che parlare in questi ultimi anni, non ve ne eravate accorti?…).
Nella prima metà del 2020 gli “esperti” prevedevano che, tra tutti i continenti, sarebbe stata quello più martoriato dalla pandemia, e la stima che un modello matematico predittivo per l’”Africa” forniva era 150.078 (82.735-189.579) decessi “covid-19”nel solo primo anno della pandemia. Questa predizione è stata pubblicata il 25 maggio.
Bene, al 20 dicembre 2020, la percentuale dei casi di covid-19 e la percentuale dei decessi attribuiti al covid-19 sono state, in entrambi i casi, il 2% rispetto ai valori mondiali di entrambi. E con il covid-19 in “Africa” ci sono stati 37.741 decessi “covid-19”cioè meno della metà del valore minimo previsto.

C’è invece un Paese industriale, con standard sanitari incomparabili a quelli medi africani e con circa 1/18 della popolazione dell’“Africa”. È l’Italia.
Nella sola Italia ci sono stati, secondo la stima ufficiale aggiornata al 28 dicembre dell’ISS, 70.085 morti “covid-19”
Cioè ha avuto quasi il doppio dei morti attribuiti al covid-19 in “Africa”, in numero assoluto, che va rapportato all’1/18 di popolazione. 36 volte tanto.

Una divergenza così clamorosa dimostra oltre ogni ragionevole dubbio il carattere altamente specifico da un punto di vista geopolitico della “pandemia virale”.
Inoltre l’Italia ha avuto il 13% dei morti in tutta Europa e la mortalità massima tra i paesi europei, nonostante i severissimi provvedimenti restrittivi («lockdown») che è stata tra i primi Paesi ad adottare, e nonostante una popolazione altamente obbediente. (Sì, lo so che, di fronte al fallimento delle misure restrittive, i giornalisti governativi sono stati sguinzagliati per fare riprese digruppi di persone che, con tanto di mascherina, osavano fare passeggiate sul lungo mare di qualche città. So anche che il ministero degli Interni ha attuato sistemi di sorveglianza contro i “disobbedienti”, o presunti tali, che avrebbero fatto scovare il boss mafioso Bernardo Provenzano in 4 settimane invece che in 43 anni).

Infine la disparità regionale (e addirittura provinciale) dell’impatto della mortalità “covid-19” è un fenomeno così palese e coerente nel tempo, e l’intera popolazione italiana è così interconnessa in termini di circolazione di merci, lavoratori e turisti, che tale disparità semplicemente non si può spiegare in termini dell’azione di un singolo agente contagioso.
Si guardi questa tabella, dalrapporto ISS aggiornato al 16 dicembre:

(TABELLA)

Come si vede, la Lombardia, che ha il 16% della popolazione italiana, ha visto da sola il 37,9% dei decessi; e Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, che formano il 31% della popolazione italiana, hanno visto insieme il 57,2% dei decessi.
Invece Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, che formano il 28,5% della popolazione italiana, hanno visto insieme l’11,3% dei decessi!

Diamo un altro controesempio.
La Tanzania è un paese africano molto povero e con 45 milioni di abitanti (vedi qui). Il suo presidente si è rifiutato di bloccare l’economia in funzione di contrasto al covid-19 e per questa ragione è stato trattato come un pazzo criminale dalle autorità sanitarie, dai principali media e dagli “esperti”. Eppure secondo l’OMS al 20 dicembre i morti tanzanesi con covid-19 erano stati… 21. Sì, non ci sono errori di stampa: ventuno.

Queste semplici considerazioni basate su dati ufficiali confermano la tesi che solo una spiegazione tagliata su misura sul caso italiano può sperare di spiegare che cosa è successo in Italia. Chiudersi in un laboratorio di virologia non potrà mai dare la chiave di questo problema.
Una conseguenza complementare è che la soluzione globale invocata e avallata da alcuni (vacciniamoci tutti!) per una problematica dalla fisionomia così fortemente geografica è un errore già solo per questo

—–

Buona lettura, scaricate, diffondete e mettete in archivio. (Jure Eler)

Commenti disabilitati

La differenza tra religione e spiritualità, trattato contro le armi nucleari, sii ciò che sei, Neumünster: struttura per obiettori della quarantena, Platone sulla democrazia, Donald Trump ha deluso gli amanti della verità…

Il Giornaletto di Saul del 23 gennaio 2021 – La differenza tra religione e spiritualità, trattato contro le armi nucleari, sii ciò che sei, Neumünster: struttura per obiettori della quarantena, Platone sulla democrazia, Donald Trump ha deluso gli amanti della verità…

Care, cari, c’è una sostanziale differenza fra religione e spiritualità. La religione è l’aderenza alle norme e ai dogmi di un sistema di credenze, quindi rappresenta un “atto di fede”, cioè un “voler credere” e mettere in atto quei dogmi e quelle norme nella propria vita. Perciò essa appartiene al dominio della mente ed è opinabile. All’inverso la Spiritualità è la scintilla cosciente che qualifica ogni essere vivente e che nell’uomo si manifesta in forma di “consapevolezza di sé”. Quindi la Spiritualità è la vera natura dell’essere e non è condizionata da alcuna precondizione o adesione ad una etica, morale o dir si voglia… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2017/09/spiritualita-naturale-ecologia-e.html

Con Biden nuova spinta alle rivoluzioni colorate – Scrive R.Z.: “USA. La banda guerrafondaia è di nuovo al comando. Con l’insediamento di Biden aumentano i rischi di “rivoluzioni colorate” ed “esportazioni democratiche”, in America Latina ed in altre parti del mondo. Qualche milione di morti da mettere in conto…”

Trattato contro le armi nucleari – Scrive Movimento Nonviolento: “L’entrata in vigore del Trattato per la messa al bando delle armi nucleari è un punto di partenza. L’obiettivo finale è liberare l’umanità dall’incubo atomico, smantellare tutte le testate, rendere immorale e illegale il loro possesso. Ci sono 15000 ordigni negli arsenali nucleari, ognuno almeno 10 volte più potente delle bombe sganciate su Hiroshima e Nagasaki. Un pericolo costante che minaccia la vita del pianeta…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2021/01/trattato-di-proibizione-delle-armi.html

Dittatura via coronavirus – Scrivono L.S e F.G.: “Segnaliamo questo articolo https://comedonchisciotte.org/covid-19-due-nessi-due-misure/ …raccomandandone la lettura, dato che getta luce su uno dei più grossi imbrogli che ci comminano per portare avanti, contro ogni scienza e logica, il discorso cretino e sadico della dittatura globalista via Coronavirus…”

Sii ciò che sei… – Gli insegnamenti indiretti, appresi di seconda mano, possono anche essere distrazioni. Le esperienze raccontate dai vari maestri sono le loro esperienze non possono essere riprodotte. Qualsiasi sia la tua pratica -e per pratica intendo il peculiare approccio in cui la tua mente fissa l’attenzione su se stessa- prosegui con costanza e determinazione in quella. Non è importante quale sia la pratica ma la sincerità, costanza e volontà nel perseguimento che conta… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/12/sii-cio-che-sei.html

USA. Altro regalo di Biden – Scrive G.C.: “Joe Biden ha espresso la volontà di nominare come prossimo segretario del dipartimento dell’agricoltura, Tom Vilsack, conosciuto con l’appellativo di Mr Monsanto, dal nome della multinazionale leader mondiale nella produzione di ogm e pesticidi, tra cui il glifosato…”

Neumünster: struttura per obiettori della quarantena – Scrive Schleswig-Holstein Magazin: “Coloro che si rifiutano costantemente di mettersi in quarantena potrebbero in futuro essere ospitati in una struttura speciale a Neumünster. Il 1° febbraio 2021, la struttura sul terreno del centro di detenzione giovanile di Moltsfelde a Neumünster dovrebbe essere pronta…” – Continua con commento: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2021/01/neumunster-struttura-per-obiettori.html?showComment=1611335530383#c5258829277100518757

USA. Hands off Iran – Unac write: “The US has been trying to instigate a war with Iran. Within the past year, the US has been believed to be behind the assassinations of a leading Iranian scientist, Mohsen Fakhrizadeh, and a military official, General Qassem Soleimani. The US has surrounded Iran with military bases and naval ships. It has also imposed harsh sanctions on Iran. Info: unacpeace@gmail.com”

Platone sulla “democrazia” – Platone aveva riconosciuto che con la democrazia si solleva sempre un problema di guida oltremodo difficile. Più democratico è lo Stato, più le masse premono nelle loro città; tanto più numerosi sono sofisti, oratori e uomini politici, tanto minori diventano la capacità di poche parole e il controllo dei settori lavorativi, tanto più minaccioso il pericolo che proprio i nobili si ritirino dalla vita e dall’attività pubblica, così come egli stesso aveva dovuto ritirarsi… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2010/12/platone-e-considerazioni-sullomogeneita.html

Commento di Giovannino De Minimis: “E per fare una espressione genetica raffinata ci vogliono geni affinati attraverso una attenta selezione (la materia plastica prima) ed una cultura elevata delle singole coscienze che possa permettere un inconscio collettivo omogeneo nelle visioni fondamentali e raffinato attraverso il pratico, quotidiano, esperimentare, questa cultura…” – Continua in calce al link soprastante

Donald Trump ha deluso gli amanti della verità – Nei suoi ultimi giorni in carica, Trump ha graziato o commutato le condanne di oltre 230 persone, 143 delle quali hanno ricevuto clemenza il 20 gennaio. L ‘ex presidente Trump ha deluso innumerevoli uomini e donne in tutto il pianeta, non perdonando né l’editore di WikiLeaks, Julian Assange né il delatore dell’NSA Edward Snowden…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/01/22/deludente-ultimo-atto-di-donald-trump-ha-graziato-i-suoi-amici-ma-non-i-portabandiera-della-verita/

Ciao, Paolo/Saul

………………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Solo se riusciremo a guardare l’Universo come un tutt’uno in cui ogni parte riflette la totalità e in cui la grande bellezza sta nella diversità cominceremo a capire chi siamo e dove stiamo.” (Tiziano Terzani)

Commenti disabilitati

Deludente ultimo atto di Donald Trump… ha graziato i suoi amici ma non i portabandiera della verità

′′Nonostante abbia offerto clemenza a 143 individui nel suo ultimo giorno in carica, l’ex presidente degli Stati Uniti non è riuscito a perdonare né l’editore di WikiLeaks né l’informatore dell’NSA in esilio, dimostrando che Trump è una ′′persona transazionale ′′ che sostiene solo coloro che sostengono coloro che lo sostengono, cioè chi può offrirgli qualcosa, dice a Sputnik il giornalista Kevin Gosztola.

L ‘ex presidente Donald Trump ha deluso innumerevoli uomini e donne in tutto il pianeta, non perdonando né l’editore di WikiLeaks, Julian Assange, né il delatore dell’NSA Edward Snowden nel suo ultimo giorno come presidente, il 20 gennaio 2021, anche l’informatore della CIA John Kirakou si è perso l’ottenimento della clemenza, dopo aver rifiutato di pagare 2 milioni di sterline in cambio del perdono.

Nei suoi ultimi giorni in carica, Trump ha graziato o commutato le condanne di oltre 230 persone, 143 delle quali hanno ricevuto clemenza il 20 gennaio. Coloro che hanno avuto la fortuna di ottenere la clemenza dall’ex presidente includono 2016 sostenitori della campagna elettorale e principale stratega alla Casa Bianca Steve Bannon, ex presidente della campagna Trump Paul Manafort, e quattro mercenari dell’Acqua Nera condannati per il loro ruolo nel Nisour del 2007 Strage quadrata.

Kevin Gosztola è l’editore manager di Shadowproof.com e cura The Dissenter, una newsletter che copre storie di delatori e che fornisce aggiornamenti su WikiLeaks. Gosztola ha coperto la corte marziale del delatore dell’esercito americano Chelsea Manning e ha riportato il caso di estradizione di Assange fin dall’inizio. Ha detto a Sputnik che mentre Trump sosteneva di opporsi all’establishment dello stato di sicurezza nazionale, alla fine le sue azioni e le sue politiche hanno dimostrato il contrario.”

Continua in inglese alla fonte originale: https://sputniknews.com/amp/uk/202101211081828310-trump-didnt-pardon-assange-or-snowden-because-there-was-nothing-in-it-for-him-journalist-argues/?

Commenti disabilitati

Alla scoperta della genitorialità, pace in Yemen, segnali di Nuovo Ordine Mondiale, la filosofia di Costanzo Preve, abolizione della riproduzione sessuata, scorrere nel Grande Flusso dell’Esistenza…

Il Giornaletto di Saul del 22 gennaio 2021 – Alla scoperta della genitorialità, pace in Yemen, segnali di Nuovo Ordine Mondiale, la filosofia di Costanzo Preve, abolizione della riproduzione sessuata, scorrere nel Grande Flusso dell’Esistenza…

Care, cari, questo viaggio alla scoperta della genitorialità è ispirato alla mia esperienza di 9 anni sulla pedagogia viva. Un percorso di pratica consapevole, di presenza e connessione con la nostra infanzia, con il nostro bambino interiore e con i nostri figli. Una via di risveglio consapevole per la nostra vita adulta…(Talita Moser) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2021/01/alla-scoperta-della-genitorialita-con.html

Genova. Impatto ambientale e utilità per la nuova diga foranea del porto di Genova – Scrive Rete Ambientalista: “ Il governo la vuole finanziare con il Recovery Fund come mastodontica opera strategica (1 miliardo di euro). Però il dibattito pubblico, pur strozzato dai tempi concessi, sta mettendo in rilievo seri interrogativi sulle proiezioni di crescita, nonché sull’impatto sociale e ambientale per i quartieri e l’ecosistema marino. Info: movimentodilottaperlasalute@reteambientalista.it”

Pace in Yemen – Scrive M.C.: “Il 25 gennaio è un occasione per dire basta, chiedendo ai vari governi: di porre fine al sostegno militare ad Arabia saudita ed Emirati arabi; di adoperarsi per la fine del blocco e la riapertura degli accessi terrestri e marittimi; di incrementare l’aiuto umanitario al paese. A Roma, Rete No War e Wilpf invitano al presidio davanti a Montecitorio, dalle ore 15 alle 17,30 del 25 gennaio 2021…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/01/21/pace-in-yemen-25-gennaio-2021-giornata-mondiale-di-azione-presidio-anche-a-roma/

Consumo del suolo – Scrive S.V.: “Parlare del Consumo di Suolo dovrebbe essere un argomento sempre più all’Ordine del Giorno, malgrado la Pandemia e l’attuale crisi di Governo distolgano la nostra attenzione. Pertanto mi sembra un’eccellente idea ribadire ulteriormente la dimensione Europea del problema, diventata sempre più un’Emergenza…”

Segnali di Nuovo Ordine Mondiale – Scrive Fulvio Grimaldi: “Credo che nella storia non si sia mai visto quanto di malvagità, mendacità e inganno un ridottissimo pugno di malfattori abbia potuto infliggere al resto dell’umanità e quale gigantesca e capillare condizione di collusione e subalternità abbia saputo ottenere dal volontariato dei suoi caporali di giornata. Una specie di matrix nella quale, con la promessa del vaccino-messia, ci hanno incatenati in un sotterraneo senza aria e senza luce…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2021/01/segnali-di-nuovo-ordine-mondiale-e.html

Post Scriptum – …vediamo i micidiali buffoni del circo degli orrori sbranare la vita nostra, dei nostri figli e anziani, dei nostri studenti, bottegai, contadini, artigiani, operai, imprenditori, mentre vediamo i loro padroni e padrini tornare a occuparsi del resto del mondo… e sentiamo lezzo di carneficine

La filosofia di Costanzo Preve – Scrive Salvatore Bravo: “La parola “negazionista” è utilizzata, in generale, per tacitare le idee dissenzienti e coloro che sfuggono dalle maglie della gabbia d’acciaio e che si sottraggono alla ghigliottina del pensiero unico. Non è garanzia di verità sottrarsi al conformismo generale, e la ragione non è detto che stia dalla parte dei dissenzienti, ma in una democrazia ci si confronta sulle idee e sulle argomentazioni come Platone ci ha insegnato nei suoi dialoghi. L’accusa di “negazionismo” a Costanzo Preve non ha ragion d’essere alcuna…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2021/01/la-filosofia-di-costanzo-preve.html

Mercati contadini aperti – Scrive Mercato Contadino: “Vi informiamo che gli ultimi provvedimenti in tema di lotta al Covid 19 non cambiano il consueto calendario di apertura dei nostri mercati contadini del Lazio. Info: info@mercatocontadino.org

Abolizione della riproduzione sessuata – Scrive Guido Dalla Casa: “Un miliardo di anni per inventare i due sessi, con uno scopo evidente: una grande varietà di viventi e tutte le relazioni che li collegano, molte possibilità in più. Molto recentemente, in una cultura di una sola specie, ultima venuta, salta fuori qualcuno/a che vuole abolirli: non vuole che ci siano più mamma e papà…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2021/01/abolizione-del-padre-e-della-madre-la.html

Commento di Dario Ruggiero: “Vero… Condivido pienamente, mi inchino al sapere della Natura che in miliardi di anni ha creato i due sessi come fondamento della vita e adesso noi essere umani, presuntuosi come siamo, ci vogliamo dissociare da questa scelta naturale… (?)”

Scorrere nel Grande Flusso dell’Esistenza – Secondo Ramana Maharshi, tutto ciò che noi viviamo è stabilito dal momento della nascita, la nostra libertà sta solo nel sentirci coinvolti, o meno, reagendo con desideri o repulsioni nei confronti della esperienza vissuta. Desideri e repulsioni producono forme pensiero che vengono successivamente proiettate in altre “incarnazioni” (non intendendo particolarmente  incarnazioni dello stesso ente). Queste forme pensiero insomma producono nuovi nomi e nuove forme che cercano un completamento. E’ un meccanismo spontaneo dell’evolversi della coscienza nello spazio tempo… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2017/12/flowing-in-great-existences-flow.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

′′Quando dico: ′′Io sono” non intendo un’entità separata con un corpo come nucleo. Voglio dire la totalità dell’essere, l’oceano della coscienza, l’intero universo di tutto ciò che è e sarà.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati