Archivio Autore

Vandana Shiva: “Gates to hell…”

“L’Impero del filantro-capitalista Bill Gates mette a rischio il futuro del nostro pianeta”. E’ il giudizio senza appello che emerge con forte evidenza nel ponderoso “Global Citizens Report” elaborato dall’associazione “Navdanya International” .

L’associazione è stata fondata ed è animata dall’attivista e fisica indiana Vandana Shiva; il Report è titolato, in mondo significativo, “Gates to a Global Empire” ed alla sua elaborazione hanno contribuito non pochi tra i massimi esperti e leader di movimenti della società civile. Eccone i nomi: Vandana Shiva, Farida Akhter, José Esquinas Alcàzar, Nicoletta Dentico, Fernando Cabaleiro, Seth Itzkan, Dru Jay, Satish Kumar, Jonathan Latham, Aidé Jiménez- Martínez, Chito Medina, Zahra Moloo, Silvia Ribeiro, Adelita San Vicente, Ali Tapsoba, Jim Thomas, Timothy A. Wise

“Personalmente sento che questo assalto sta arrivando in un momento in cui, in India e nel mondo, c’è un nuovo aumento della consapevolezza del pianeta e dei suoi sistemi viventi, della nostra salute e dei nostri sistemi viventi, e della connessione tra la nostra salute e la salute del pianeta. A questo punto … c’è bisogno di molta violenza brutale per imporsi. Quindi, nella misura in cui possono mantenere il virus come uno schermo dietro cui nascondersi, essi lo faranno”..

Coltivare la speranza è coltivare la resistenza. Coltivare la speranza è coltivare la strategia

L’unità contro l’1%1
In questa intervista (vedi il video incorporato nell’articolo originale), la sostenitrice della giustizia sociale e attivista contro gli OGM Vandana Shiva, Ph.D.2 , discute il suo libro, Unità contro l’1%, distruggere le illusioni, seminare libertà3 che ha scritto insieme a suo figlio, in cui sostiene che le élite ultra-ricche sono responsabili della maggior parte delle crisi ambientali, finanziarie e sanitarie che attualmente dobbiamo affrontare.

In realtà, è davvero circa lo 0,001% – il piccolo numero di miliardari e centibilionari4 che sono diventati ultra ricchi negli ultimi 30 anni circa. La maggior parte di loro non esisteva prima della globalizzazione. L’1% è solo un’utile metafora per l’élite dominante che l’editore pensava sarebbe stato più facile da comunicare.

Non sorprende il fatto che uno degli attori chiave sia Bill Gates, la cui ricchezza e gli sforzi “filantropici”5 hanno fatto sì che ottenesse un’influenza senza precedenti sull’agricoltura e sulle politiche sanitarie globali, influenza che minaccia la sicurezza alimentare e la salute umana.

“Ero a Parigi per il vertice sul clima, e ho fatto questo vertice delle Nazioni Unite dal vertice della Terra nel ’92. Ho fatto la Convenzione sulla biodiversità, redigendo clausole, incluso l’articolo 19.1, che fondamentalmente richiedeva bio-sicurezza e valutazione degli OGM. Quindi, sono rimasta molto sorpresa che, per la prima volta, i miliardari fossero sul palco con i capi di stato”, afferma.

Il trasferimento in corso di ricchezza
Una delle “soluzioni” al cambiamento climatico offerte da questo club miliardario è stata la geongegneria, che in realtà non è affatto una soluzione. Come notato da Shiva, se il clima sta già cambiando in peggio, modificare artificialmente la temperatura deflettendo la luce solare, scaricando ferro nell’oceano e sostanze chimiche nel cielo e creando vulcani artificiali, stai semplicemente creando ulteriori problemi senza risolvere quello originale.

Alla fine dell’aggiornamento dell’agosto 2020 del libro, parla anche di COVID-19 e di come questa pandemia ingegnerizzata6 abbia catalizzato il trasferimento di ricchezza ai ricchi. Mentre i lockdowns globali7 hanno decimato le piccole imprese e lasciato molte difficoltà finanziarie, i ricchi hanno accumulato profitti fantastici.

“La crisi del 2008 è stata chiaramente dovuta alla deregolamentazione dell’economia finanziaria”, afferma. “Si trattava di garanzie, si trattava di prendere titoli, raggruppare il rischio, e poi il sistema è crollato completamente perché stava davvero commerciando finzioni. Ma ho lavorato sull’economia, perché ho iniziato a lavorare sul seme nel 1987 .

Le aziende volevano possedere e brevettare la vita. È così che è iniziato il mio viaggio sugli OGM. Ma volevano anche cambiare le leggi sul commercio. Volevano possedere il seme come loro creazione. Volevano un trattato sulla proprietà intellettuale all’interno del GATT8 . L’ho sentito per la prima volta in una riunione [delle Nazioni Unite] del 1987.

È allora che ho deciso che: a) avrei conservato i semi, b) avrei tenuto traccia del GATT e dell’Organizzazione mondiale del commercio (WTO)9 . Da lì è nato il movimento antiglobalizzazione e il Forum internazionale sulla globalizzazione. Abbiamo chiuso il WTO a Seattle, il che mostra il potere delle persone. Non permetteremo questa menzogna che i semi possano essere un’invenzione della Monsanto.

Ho lavorato con il nostro parlamento10 , ho lavorato con il nostro governo per scrivere leggi. L’articolo 3G [afferma] che i semi non sono invenzioni. Questo è ciò che ha impedito alla Monsanto di derubare ancor di più i contadini indiani. Ora sono stati portati in tribunale per la riscossione illegale di tributi tecnologici …

Fondamentalmente, ciò che si verifica oggi è questo trasferimento di ricchezza. Il comportamento della Monsanto è anche il comportamento del grande industria tecnologica. Producono qualcosa? No. Raccolgono solo affitti su piattaforme digitali. Sono esattori di affitti …

Ho visto il problema dei semi con la Monsanto. Ho detto: ‘Qui stanno raccogliendo rendite da semi, che non hanno creato. Allora non glieli lasceremo possedere’. In effetti, che si tratti di Amazon o Gates, sono fondamentalmente raccoglitori di affitti. Quello che hanno fatto con questa pandemia è letteralmente creare un’economia chiusa, che dipende da loro e dalla loro riscossione degli affitti”.

Il video di otto minuti qui sotto fornisce un riassunto che fa riflettere sul massiccio trasferimento di ricchezza che si è verificato nel 2020 grazie ai lockdown pandemici, durante i quali le piccole imprese sono state costrette a chiudere mentre le multinazionali giganti sono state autorizzate a rimanere aperte e quindi monopolizzare il mercato. Il risultato finale è il più grande trasferimento di ricchezza nella storia moderna. (n.d.r. nota doc Domenico)

Video https://youtu.be/G_SQ72u60c8 : La ricchezza dei miliardari raggiunge i 10,2 trilioni nel 2020 (The Greatest Transfer of Wealth in History)

La fine della democrazia
Shiva continua ricordando come l’India si sia mobilitata contro l’invasione di Walmart, che minacciava di distruggere le imprese locali. I blocchi dovuti al COVID-19, tuttavia, hanno impedito lo stesso tipo di mobilitazione contro i giganti della tecnologia e del commercio al dettaglio.

Poiché le aziende locali in tutto il mondo hanno dovuto chiudere i battenti per mesi, il potere di Amazon.com è esploso11 . Amazon sta persino invadendo il campo dei fornitori di generi alimentari.

“Poco tempo fa ho letto su un giornale che i super ricchi negli Stati Uniti hanno trasferito 50 trilioni di dollari a sé stessi [negli ultimi 30 anni; il periodo della globalizzazione] … Mentre ti derubano del tuo lavoro, stanno ancora prendendo [denaro] da te per quel programma software forzato sui pagamenti digitali, per i programmi software sulla … educazione digitale.

I bambini indiani poveri, che potevano permettersi un’istruzione universale, ora non possono permettersi l’istruzione perché i loro genitori non hanno uno smartphone. Quindi, stiamo assistendo a un’imposizione ingegneristica di un’economia. Un’economia sana cresce come evoluzione con delle scelte, con giustizia, con equità …

Le vere economie direbbero: ‘Ecco cosa porto. Se la mia [valuta] digitale è migliore dei tuoi soldi, sceglila. La mia vaccinazione forzata è migliore della tua immunità? Fate la vostra scelta’. Le minime scelte vengono rimosse scelta dalla vita delle persone, le democrazie si fermano. Quando la scelta viene rimossa dalla nostra esistenza, dalle nostre condizioni di vita, allora la vita è minacciata …

Cos’è la globalizzazione se non la deregolamentazione del commercio? Sta abbattendo ogni legge che è stata messa in atto dalle società democratiche per la protezione dell’ambiente, la protezione della salute, il diritto all’istruzione, i diritti dei lavoratori. Questo è ciò che viene preso di mira”.

In India, hanno recentemente eliminato tutte le leggi sul lavoro e stanno cercando di rimuovere il Farmers’ Rights Act12 , così come le leggi ambientali. Questo è ciò che consente il trasferimento di ricchezza, dice Shiva.

La fine del gioco
Come spiegato da Shiva, tutte queste società sono essenzialmente collezionisti di affitti. Facebook trasforma le nostre menti in una materia prima che viene poi capitalizzata. “Gates è particolarmente perfido perché, attraverso la Gates Foundation, finge di fare filantropia”, dice.

Ma con ogni sforzo filantropico, egli crea nuove colonie da cui può raccogliere nuovi affitti e fare nuovi investimenti. “Ecco perché, per quanto possa regalare, diventa sempre più ricco”, dice Shiva. “Un genuino donatore diventerebbe più povero”.

Nel suo libro, spiega come, senza Gates, non ci sarebbe l’editing genetico commerciale, ad esempio, che è il nuovo OGM. Ha creato una società chiamata Editas Medicine Inc. per facilitare la brevettazione di queste nuove piante resistenti al clima, con le quali mirano a creare nuovi farmaci. “Farà la bio-fortificazione per risolvere il problema della nutrizione. È particolarmente feroce”, dice. Per quanto riguarda quale potrebbe essere l’obiettivo finale, Shiva dice:

“La prima cosa è, ovviamente, che vogliono usare i loro strumenti per fare soldi per farne ancora di più. Quindi, è una dittatura dell’equilibrio tecnologico. Ecco perché le persone dovrebbero prestare molta più attenzione alla violenta imposizione della digitalizzazione.

Molti miei amici, che non hanno mai studiato le radici di questi sistemi di violenza, che non hanno mai capito che i fitofarmaci provenivano dai campi di concentramento di Hitler e che l’industria agrochimica è il cartello dei veleni responsabile del genocidio, stanno lavorando per la continuazione di quel genocidio.

Le tecnologie come strumenti di dominio e sfruttamento non sono neutrali. Molti progressisti pensano: “Più digitalizzazione, più democrazia”. Come può un’economia di sorveglianza essere un ampliamento della tua libertà? Devi avere i sistemi in atto, le normative in atto, le scelte in atto per essere in grado di rendere queste tecnologie un qualcosa che ti serva invece che essere il tuo padrone”.

La fusione globale
Vogliono anche fondere insieme tutte queste varie industrie: agricoltura, tecnologia e finanza. Shiva racconta come, nel 2016, l’India abbia vietato tutti i contanti e reso obbligatorie le transazioni digitali. In breve, “il 90% dei poveri ha perso i propri risparmi, il proprio reddito”, dice, mentre le piccole economie locali evaporavano. Nel frattempo, le élite ricche controllano anche l’economia mondiale tramite i loro fondi patrimoniali.

“Le corporazioni non possiedono più se stesse. Anche le corporazioni sono di proprietà dei miliardari, gli stessi BlackRocks, le stesse Vanguard controllano ogni grande azienda, dalla Coca-Cola al McDonald’s alla Boeing. Pensa a qualunque cosa nel mondo, [a possederla] sono i soldi dei miliardari e i loro fondi di gestione patrimoniale.

L’anno scorso, BlackRock ha aumentato la sua ricchezza da 1 a 7 trilioni di dollari, il che significa che i miliardari hanno aumentato la loro ricchezza. Durante il blocco, hanno invaso ancora più profondamente l’Amazzonia e sono diventati più ricchi.

Quindi, questi fondi di gestione patrimoniale di investimento sono la ricchezza dei miliardari ed è in aumento. Questo si sta fondendo con l’IT, la tecnologia dell’informazione e i baroni della tecnologia, e si sta fondendo con la biotecnologia e l’industria chimica.

Ecco perché parlano di digitalizzazione dell’agricoltura: agricoltura senza agricoltori e, peggio, cibo senza cibo. Una delle grandi promozioni di Gates e della Silicon Valley è quella del falso cibo13 ”.

Come notato da Shiva, mentre Big Biotech14 afferma che gli OGM salveranno la tua salute e proteggeranno il pianeta, queste piante cariche di pesticidi stanno in realtà facendo l’esatto contrario.

Siamo gli esclusi
C’è anche la questione della giustizia sociale. Cita Gandhi, che ha detto che se sei in dubbio su quale sia la cosa giusta da fare, “porta il volto della persona più vulnerabile alla tua mente e fai ciò che è bene per loro”. Se pensi che li danneggerà di più, non farlo.

“Vogliono deliberatamente sbarazzarsi di gran parte dell’umanità”, dice Shiva. “Prima attraverso la fame, poi attraverso la malattia. Vogliono un’economia digitale, vogliono un’economia malata. Altrimenti, non utilizzerebbero tutto il loro tempo lavorando con Big Pharma; passerebbero il loro tuo tempo assicurandosi che il più piccolo agricoltore più piccolo non venga distrutto …

Su scala planetaria, stiamo vedendo questi uomini irresponsabili, avidi, indifferenti e insensibili portare il mondo e l’umanità sull’orlo del baratro. Ecco perché dobbiamo agire e trovare modi creativi …

Tutti questi baroni della tecnologia che hanno preso il controllo dell’economia, nascondendosi dietro il virus, stanno tutti occupandosi di scienza della vita. Google ha una nuova divisione sulla scienza della vita. Questa sarà la sconfitta finale di Madre Natura, in un momento in cui il mondo si sta svegliando alla consapevolezza delle regole della natura e della salute del corpo e degli ecosistemi sani, alla ricerca di un pianeta sano e in equilibrio, esso stanno ancora portando avanti un franchising coloniale per sconfiggere Madre natura.”

Il grande ripristino economico
Nessuna di queste cose spunta fuori dal nulla. Sono state attentamente pianificate per molti decenni. Ora vediamo chiare prove che è in atto un “grande riassestamento economico” che trasferirà tutto alle valute digitali.

Come notato da Shiva, la rivoluzione industriale ha spostato la nostra mentalità su una in cui pensavamo alla natura morta. Il risultato è stato la distruzione ecologica e la frammentazione della società. Il prossimo ripristino economico è fondamentalmente parte di uno sforzo per manipolare ulteriormente e spostare la nostra struttura mentale verso qualcosa di completamente innaturale. Shiva dice:

“In India, hanno attaccato e stanno ancora attaccando il biologico e hanno creato qualcosa che si chiama Zero-Budget Natural Farming … Quello che stanno facendo fondamentalmente è dare grandi prestiti allo stato, che poi concede grandi prestiti all’agricoltore. Nel frattempo, Gates sta raccogliendo dati dalle fattorie.

Sta convincendo le persone collocate nelle case dei contadini a estrarre dati. Quindi creeranno degli algoritmi per rivendere quei dati. Ma tutto questo ora viene ridotto a carbonio nel suolo. Otterrai lo 0% per ciò che coltivi. Non puoi soddisfare i tuoi bisogni attraverso il cibo e il foraggio, ma ti consentiremo di commerciare nel mercato globale con il carbonio nel tuo suolo, e questo è ciò che ti manterrà in vita. Tutto questo ridurre il nostro rapporto con la natura a questioni di finanziamenti è un aspetto.

Il secondo aspetto del grande reset è quello di riplasmare l’economia per far sembrare che quelli che ora sono persone usa e getta meritino questa fine. Hanno creato il linguaggio della concorrenza.

[Quando stavo scrivendo] il mio epilogo, avevo appena ricevuto il brevetto di Microsoft15 , [che] sostanzialmente riduce gli esseri umani a utenti. La nostra attività cerebrale viene sfruttata in vari modi. Tutti vogliono indossare abiti intelligenti in questi giorni. Dovrei chiamarlo spyware. Quei dati passano attraverso algoritmi. Questi algoritmi decideranno di cosa [siamo degni] e ci verranno ci verranno assegnati i Bitcoin.

Ma ogni bambino che è nato in questo mondo nasce degno. Ogni membro della società ha pari diritti umani. Quindi, stanno annullando tutto ciò che abbiamo realizzato di positivo sull’umanità, sui diritti umani, sulla democrazia. È qui che dobbiamo stare all’erta.

Penso che l’intera questione della pandemia e del blocco sia stata utile per loro per due ragioni. Il primo è che sono riusciti a spaventarci tutti. Il secondo è che potevano distrarre tutti mentre prendevano il controllo dell’economia, prendevano il controllo delle nostre menti. Hanno sostanzialmente trasferito a sé stessi tutta la ricchezza rimanente “.

Maggiori informazioni
Per saperne di più, ascolta l’intera intervista e assicurati di prendere una copia di Oneness Vs. the 1%: Shattering Illusions, Seeding Freedom. Puoi anche avere maggiori informazioni riguardo al lavoro di Shiva consultando il sito https://www.navdanya.org/site/.

“Personalmente sento che questo assalto sta arrivando in un momento in cui, in India e nel mondo, c’è un nuovo aumento della consapevolezza del pianeta e dei suoi sistemi viventi, della nostra salute e dei nostri sistemi viventi, e della connessione tra la nostra salute e la salute del pianeta. A questo punto … c’è bisogno di molta violenza brutale per imporsi. Quindi, nella misura in cui possono mantenere il virus come uno schermo dietro cui nascondersi, essi lo faranno”.

Sono d’accordo con Shiva quando dice che invece di permettere che il COVID-19, fomentatore di paura, prenda il sopravvento sulle nostre vite, dobbiamo guardare alle infrastrutture della vita, dell’umanità, della democrazia, dell’economia e della tassazione “e iniziare a pensare a chi le sta portando via da noi.”

“Devi proteggere ciò a cui tieni”, dice. “La libertà e la vita sono ciò che ci viene portato in questo momento … Dobbiamo resistere alla paura e dobbiamo resistere all’odio. Siamo esseri pensanti; usiamo le menti che ci sono state date e ricostruiamo la comunità.

Di nuovo, non credo che la distanza di sei piedi16 sia casuale. Perché usano le parole “distanziamento sociale” anziché “allontanamento fisico”? Sei piedi è una misura fisica. Vogliono che dimentichiamo che essere umani significa vivere in comunità. Vogliono che siamo utilizzatori di gadget.

Dobbiamo essere comunità. Dobbiamo ricordare che siamo correlati al resto della vita sulla Terra e alla società. Ecco perché dobbiamo parlare [di come] ricostruire le economie rigenerative… Penso che abbiamo perso molto tempo a pensare che l’unico problema fosse l’energia, come l’energia viene prodotta. Abbiamo perso due decenni di [senza pensare a] come viene prodotto il cibo.

Credo davvero che se le persone iniziano a rendersi conto che mangiare del buon cibo è la [strategia per la salute] più importante e coltivare il cibo nel modo giusto è la parte più importante per la rigenerazione del pianeta, questo ricostruirà una comunità …

Penso che dobbiamo iniziare a fare i compiti e chiederci: ‘Dove sta andando la ricchezza? Come dovrebbe apparire il flusso fiscale? Come faranno i nostri soldi a rendere più ricchi i miliardari? Come possono continuare a prendere sempre più soldi da noi?

In che modo il nostro denaro pubblico è la nuova base per creare l’infrastruttura per l’avidità, piuttosto che costituire la risorsa pubblica per creare l’infrastruttura della vita, della cura e della solidarietà? … Cosa nel nostro attuale quadro giuridico può fermare questa emorragia di denaro pubblico a favore dei miliardari?

Questi sono problemi fondamentali. Chi siamo come esseri umani? Come vivremo in futuro? Qual è il futuro che creeremo molto tempo dopo che i baroni ladri se ne saranno andati, perché erano lì negli anni ’30 e abbiamo imparato come sbarazzarcene. Se c’è un progetto che dovremmo avere, sono le strategie per sbarazzarci dei baroni ladri, qualunque cosa serva …

Non credo che ci possiamo concedere il lusso di essere senza speranza. La speranza è qualcosa che devi coltivare quotidianamente. Coltivare la speranza è coltivare la resistenza. Coltivare la speranza è coltivare la strategia”.

Vandana Shiva

1 https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2020/10/18/vandana-shiva-oneness-versus-the-1.aspx?cid_source=dnl&cid_medium=email&cid_content=art1HL&cid=20201018Z2&mid=DM686155&rid=989924597.

2 La studiosa ha conseguito un dottorato di ricerca in filosofia con una tesi di filosofia della scienza intitolata Variabili nascoste e località nella teoria quantistica.

3 Titolo originale Oneness Vs. the 1%: Shattering Illusions, Seeding Freedom, non ancora tradotto in tialiano

4 https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2020/07/07/billionaires-getting-rich-off-coronavirus-pandemic.aspx.

5 https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2012/07/31/bill-gates-corporate-profit-vs-humanity.aspx.

6 https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2020/09/27/chinese-whistleblower-coronavirus.aspx.

7 https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2020/06/25/social-distancing.aspx.

8 General Agreement on Tarifs and Trade, ovvero Accordo generale sulle tariffe e sul commercio, un accordo commerciale tra 23 paesi firmato a Ginevra nell’ottobre del 1947; https://www.treccani.it/enciclopedia/gatt_%28Enciclopedia-Italiana%29/ .

9 Wolrd Trade Organization.

10 Quello indiano, ovviamente.

11 https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2020/05/23/amazon-empire-the-rise-and-reign-of-jeff-bezos.aspx.

12 Protection of Plant Variety and Farmers Right Act, legge indiana del 2001 per garantire la protezione delle varietà vegetali, per garantire i diritti degli agricoltori e dei selezionatori di piante, nonché per incoraggiare lo sviluppo e la coltivazione di nuove varietà di piante (ovviamente no OGM ma tramite incroci).

13 Cibo artificiale.

14 Le grandi aziende che fanno affari con le biotecnologie, come la Monsanto.

15 Vedi il brevetto Cryptocurrency system using body activity data; https://patents.google.com/patent/WO2020060606A1/en.

16 Poco meno di due metri.

TRADUZIONE CORRADO PENNA

……………………..

Commento di Giuseppe Altieri: “L’unica pandemia è il Cancro… nascosto oggi dalla stupida paura del Covid. Molti miei amici, che non hanno mai studiato le radici di questi sistemi di violenza, non hanno mai capito che i fitofarmaci provenivano dai campi di concentramento di Hitler e che l’industria agrochimica è il cartello dei veleni responsabile del genocidio, stanno lavorando per la continuazione di quel genocidio.”

Commenti disabilitati

Presenza bioregionale contro presenza virtuale, schiavitù del denaro, dal melodramma allo sfascio, illusioni dure a morire, chiamatemi con i miei veri nomi, incarnazione è altra cosa di reincarnazione…

Il Giornaletto di Saul del 25 ottobre 2020 – Presenza bioregionale contro presenza virtuale, schiavitù del denaro, dal melodramma allo sfascio, illusioni dure a morire, chiamatemi con i miei veri nomi, incarnazione è altra cosa di reincarnazione…

Care, cari, assuefatti come siamo alla società dei consumi e della tecnologia avanzata stiamo trasferendo la nostra soggettività in forme di intelligenza virtuale, che non hanno aspetti spazio-temporali ben definiti. Risultato = cerchiamo l’onnipotenza, l’onniscienza e l’onnipresenza… vogliamo diventare come gli Dei ma poi nel delirio dell’hybris cosa succederà? Si slatentizza la parte egocentrica di noi e si cade nella confusione e nell’incomprensione, come avvenne nella storia della Torre di Babele, resistere a quelle tendenze è una lotta durissima, che inizia rallentando il processo di virtualizzazione…. – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/08/la-presenza-bioregionale-in-antitesi.html

Torna l’ora solare – Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre lancette indietro di 60 minuti. Entro aprile i Paesi Ue dovranno decidere per l’abolizione o meno dell’ora legale…

Schiavitù del denaro, alta finanza, debito pubblico e tasse – Il fatto è che finché non viene risolto il problema economico in modo ecologico ed “etico” la società non potrà progredire e resterà preda di tormenti consumistici e schiavitù lavorative. Il denaro che è nato come mezzo di facilitazione per lo scambio di beni necessari, ed in se stesso all’inizio aveva un valore universalmente riconosciuto, è diventato pian piano un mezzo speculativo di asservimento e di sperequazione sociale… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/10/schiavitu-del-denaro-alta-finanza.html

Mio commentino: “E’ il principio della “rana bollita” di Noam Chomsky per descrivere la Società e i Popoli che accettano passivamente, il degrado, le vessazioni, la scomparsa dei valori della libertà e dell’etica, accettando di fatto la deriva…”

Dal melodramma allo sfascio – Scrive Michele Rallo: “I nodi stanno per venire al pettine. Non quelli della situazione sanitaria, assai meno preoccupante di quanto i numeri “ufficiali” potrebbero far temere. Ma quelli della situazione economica che, al contrario, é ben piú grave di quanto appaia a prima vista. Le misure con cui si vorrebbe contrastare la “seconda ondata” del Covid potrebbero decretare una crisi irreversibile di interi comparti: ristorazione, spettacolo, tempo libero, turismo e una larga fetta del settore commerciale…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/dal-melodramma-covid-allo-sfascio-finale.html

Commento di A.D.: “Molti si interrogano sul perché di questi lockdown angosciosamente cadenzati. E’ un film già girato e che stiamo vedendo in slow motion. Conoscere la realtà sarà un brutto colpo per tutti, anche per chi sa fin dove sono arrivate queste bestie immonde. E allora stiamo assistendo all’evolversi della storia più orrenda di tutti i tempi, col contagocce…”

Chiamatemi con i miei veri nomi – Scrisse Thich Nhat Hanh: “Non dire che domani me ne andrò, perfino oggi sto arrivando di nuovo. Guarda profondamente: ad ogni secondo arrivo, per essere un getto primaverile; un uccellino, con piccole ali ancora fragili: sto imparando a cantare nel mio nido nuovo; per essere un bruco nel cuore di un fiore; un gioiello che si nasconde nella pietra. Ancora arrivo, per ridere e piangere, per aver paura e per sperare. Il ritmo del mio cuore è la nascita e la morte di tutto ciò che vive…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/04/thich-nhat-hanh-chiamatemi-con-i-miei.html

Covid. Ultime notizie – Il governo potrebbe accelerare su un nuovo Dpcm (forse in arrivo già nelle prossime ore) con misure più incisive. Si pensa a un coprifuoco nazionale e alla chiusura delle attività non essenziali. Rimane aperto il nodo trasporti e degli spostamenti tra Regioni.

Illusioni dure a morire – Scrive Franco Libero Manco: “Come tutte le grandi epidemie del passato anche questa si spegnerà secondo una tendenza naturale, indipendentemente dalla diffusione di un vaccino al quale magari sarà dato il merito della vittoria. Ne usciremo con le ossa rotte sperando che l’umanità abbia imparato la lezione, avrà il coraggio di cambiare sistema di vita e soprattutto se avrà capito che quando si violano le leggi naturali prima o poi si pagano le conseguenze… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2020/10/24/illusioni-dure-a-morire/

Contatori “intelligenti” – Scrive Maria Hebel: “La radiazione emessa da contatori intelligenti (previsti nelle nostre case) è 100 volte maggiore dei cellulari e l’esposizione è costante. Medici informati ci avvertono. Numerose pubblicazioni scientifiche lo confermano. Il contatore sta nel disegno IOT. Controlla tutto quello che hai e fai in casa.”

Incarnazione è altra cosa di reincarnazione… – Secondo un filone buddista o taoista esiste una massa psichica che contiene tutte le tendenze mentali vissute o vivibili durante l’esistenza da tutti gli esseri senzienti. La scintilla singola si definisce incarnazione. Alla morte della persona l’energia individuale si fonde con l’universale. Ma le tendenze innate incompiute si aggregano in un grumo (programma karmico) che attira la coscienza verso nuove incarnazioni… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/11/incarnazione-e-altra-cosa-di.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“È ciò che cambia che muore. L’immutabile non vive né muore; è il testimone senza tempo della vita e della morte. Non puoi chiamarlo morto, perché è consapevole. Né puoi chiamarlo vivo, poiché non cambia…” (Nisargadatta Maharaj)

……….

“Abbiamo tutto e non abbiamo niente
siamo tutto e non siamo niente
abbiamo e non abbiamo
siamo e non siamo”
(Ferdinando Renzetti)

Commenti disabilitati

Agricoltura bioregionale, il giusto valore del cibo, a scuola a piedi, settimana per il disarmo, in memoria di Gianni Rodari, osservare il mondo senza pregiudizio…

Il Giornaletto di Saul del 24 ottobre 2020 – Agricoltura bioregionale, il giusto valore del cibo, a scuola a piedi, settimana per il disarmo, in memoria di Gianni Rodari, osservare il mondo senza pregiudizio…

Care, cari, su una cosa siamo tutti d’accordo: i prodotti genuini e  bioregionali fanno bene sia alla nostra salute che al nostro pianeta. E chi coltiva la nostra terra deve ricevere un compenso degno e adeguato per il suo lavoro. Ora tutto questo è possibile. L’Unione Europea investe ogni anno milioni di euro nella produzione agricola. Prossimamente i membri del Parlamento Europeo voteranno come questi soldi devono essere spesi… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/mangiare-bioregionale-fa-bene.html

Riunirsi in piccole comunità – Scrive D.S.: “Son circa 30 anni che dico che solo piccole comunità autosufficienti potranno cavarsela al collasso del mondo che conosciamo… ora i miei anni sono tanti e vedo con gioia che il discorso sta passando. Gioia, sì, ma anche un pizzico di dispiacere perché i vecchi non li vuol nessuno e forse è necessario così…”

Il giusto valore del cibo – Scrive Caterina Regazzi: “L’agricoltura tradizionale perché è in crisi? Perché i prodotti dell’agricoltura, nei paesi in cui vige il benessere materiale, hanno perso sempre più valore a scapito di altri beni, sempre materiali, che ne hanno acquistato uno sempre maggiore e penso prima di tutto a quelli tecnologici, beni che richiedono un consumo di altri beni (territorio, energia) sempre maggiori…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/08/27/il-giusto-valore-del-cibo-bioregionale/

Castelfranco Emilia. Conoscere le mele antiche – Scrive Gas c’è: “31 ottobre 2020 dalle ore 17:00 in Piazza Aldo Moro a Castelfranco Emilia: Conosciamo le varietà antiche di mele al Mercato Bio C’È con Piero Negroni, dell’Az. Agricola La Selva Armonica, referente Emilia dell’Associazione Civiltà Contadina per la salvaguardia della biodiversità rurale, e Presidente dell’Ass. di raccoglitori e produttori Prora… per affinare i sensi, per ascoltare racconti di tutela del territorio, di protezione delle varietà antiche di frutti e alberi, di valorizzazione della ricchezza di biodiversità rurale. Laboratorio gratuito a numero chiuso. Info:  info.gasce@gmail.com”

A scuola a piedi, per evitare contagi – Scrive Luca Gianotti: “Non si può più andare a scuola perché i bus non possono più contenere i ragazzi pigiati come sardine? Non ci posso credere. E quando si andava a scuola a piedi? E nei paesi poveri dove per avere un’istruzione ancora oggi si attraversano (con gioia) chilometri a tutte le età? Il segnale che ci manda il Governo è di considerare i ragazzi non più normodotati, ma paralitici: o prendono un bus o non possono andare a scuola…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/10/scuola-piedi-per-evitare-contagi-e.html

Mio commentino: “…c’è stato un tempo in cui per alcuni anni abitai a Grottaferrata e tutte le mattine andavo alla scuola elementare camminando per un paio di kilometri, passando in mezzo ad un boschetto in cui spesso mi fermavo a mangiare cardi, pinoli ed altre leccornie. I bambini, secondo me, amano la natura se gli si da la possibilità di viverla…”

Commento di J.H.: “Per certi versi, si potrebbe pensare che la nostra società occidentale stia facendo un’inversione a “U” e che stiamo tornando – al galoppo anche – verso il passato. Chissà quali usanze dovremmo riesumare…”

Viterbo. Settimana per il “disarmo” – Scrive Peppe Sini: “Dal 24 al 30 ottobre 2020 si svolge la “Settimana internazionale per il disarmo” promossa dall’Onu. Come ogni anno il “Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera” di Viterbo aderisce all’iniziativa. Giorno per giorno proporremo alla riflessione alcuni testi di autrici ed autori rappresentativi della cultura della pace…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2020/10/settimana-internazionale-per-il-disarmo.html

Papafrancy e paparatzy – Scrive Adriano Colafrancesco a commento dell’articolo https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/11/storie-degli-ultimi-papi-la-commedia.html?showComment=1603352329268#c9049830065773790502 -: “Interessantissimi gli articoli su Paparatzy e Papafrancy, Paolo. Manca però il vero protagonista: Satana in persona. Presto sarà evidente pure ai ciechi. Un caro saluto e buon lavoro (davvero encomiabile)…”

Mia ripostina: “Caro Adriano, chiamarlo “satana” è solo una oggettivazione di un pensiero… comunque comprensibile!”

In memoria di Gianni Rodari – In Kirghizstan due donne, una russa e una italiana, stanno realizzando un piccolo documentario a Bishkek. La capitale del Kirghizstan, una delle 5 repubbliche asiatiche ex sovietiche. Mentre si trovano vicino all’auto di un tassista, parlano fra di loro. L’ autista chiede gentilmente qualcosa alla ragazza russa. Poi si rivolge alla donna italiana e le dice sorridendo: “Italia? Sì… Gianni Rodari!”… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/10/23/gianni-rodari-ricordato-da-marinella-correggia-e-stefano-panzarasa-a-100-anni-dalla-sua-nascita/

Andamento coronavirus – Riporta ADNkronos: “Il parere di Trump: “La gente è stanca del Covid, io faccio questi rally enormi, la gente vuole essere lasciata in pace, sono stanchi di sentire Fauci e tutti questi idioti”. In una telefonata con il suo team elettorale, Donald Trump si scaglia, di nuovo contro il virologo, accusandolo di essere “un disastro”. “Se c’è un giornalista collegato, può riportarlo come l’ho detto, non mi può importare di meno”, ha detto ancora il presidente durante la chiamata…”

Auser – Antonio Marcucci è il nuovo presidente regionale dell’Auser Marche, l’associazione di volontariato promossa da Cgil e Spi Cgil Marche, 115 circoli in tutta la regione per un totale di circa 13mila iscritti. Subentra a Manuela Carloni. Auser Treia si complimenta vivamente con il nuovo presidente dell’Auser Marche, avendo con lui collaborato attivamente sin dalla fondazione del Circolo e per tutto il tempo in cui egli ha ricoperto la carica di Coordinatore Auser della Provincia di Macerata… – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2020/10/auser-marche-antonio-marcucci-nominato.html

Per una rinascita comunista – Scrive NPCI: “La rinascita del movimento comunista è un aspetto imprescindibile della rivoluzione che farà dell’Italia un nuovo paese socialista. Il partito comunista di tipo nuovo, Stato Maggiore della lotta popolare rivoluzionaria contro l’alta finanza imperialista, è la premessa della rinascita del movimento comunista cosciente e organizzato. Info: nuovopci@riseup.net”

Osservare il mondo senza pregiudizio – Il personaggio del sogno, nel quale noi ci identifichiamo, è una semplice componente inscindibile dalla complessità del sogno, in cui i vari attori, figure, oggetti ed eventi sono un tutt’uno. La “farsa” del sogno mostra un’apparente finalità e significato agli occhi del personaggio di sogno nel quale ci identifichiamo. Vediamo che egli infatti compie gesti deliberati e verosimili sforzi di volontà per raggiungere i suoi fini di sogno, rapportandosi inoltre con gli altri personaggi del sogno come “diversi” da sé. Può ciò corrispondere a verità?… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/osservare-il-mondo-senza-pregiudizio.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Regala la tua assenza a chi non dà valore alla tua presenza…” (Oscar Wilde)

Commenti disabilitati

Gianni Rodari, ricordato da Marinella Correggia e Stefano Panzarasa a 100 anni dalla sua nascita

In Kirghizstan due donne, una russa e una italiana, stanno realizzando un piccolo documentario a Bishkek. La capitale del Kirghizstan, una delle 5 repubbliche asiatiche ex sovietiche.

Mentre si trovano vicino all’auto di un tassista, parlano fra di loro. L’ autista chiede gentilmente qualcosa alla ragazza russa. Poi si rivolge alla donna italiana e le dice sorridendo: “Italia? Sì… Gianni Rodari!”.

Commossa, l’interlocutrice si fa tradurre la sua grata incredulità: “Lei conosce Rodari?”. E lui, a sua volta stupito: “Lei mi offende…”.

L’ italiana, molto dispiaciuta che egli mal inteso, cerca di recuperare: “Sa… in genere all’estero mi dicono.. .Italia? Roberto Baggio, Monica Bellucci..”.

La ragazza russa cerca di spiegare al tassista e poi dice: “Sai, questo signore ha studiato nell’ epoca sovietica. A partire dalle elementari, Rodari era un riferimento”.

Marinella Correggia

GIANNI RODARI – 23 ottobre 1920-2020
Un omaggio speciale al favoloso Gianni.
La mia Canzone di Gelsomino, con l’arrangiamento di Roberto D’Ambrosio (il testo è un collage dei titoli dei paragrafi del romanzo di Rodari), è stata sceneggiata e disegnata da Viola Sozio (8 anni) che ha partecipato al laboratorio “Omaggio a Gianni Rodari” svoltosi a Capracotta (nel Molise) nei mesi di Luglio e Agosto 2020.
La piccola Viola si aggiunge così a tutti gli illustratori e le illustratrici che durante decenni hanno dato vita alle opere di Gianni Rodari.
La filastrocca l’avevo musicata per conto di Anna Conti e l’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, in occasione di una mostra su Mauro Maulini, grande amico di Rodari, artista e illustratore. Oggi sarà presentata in un incontro ZOOM su Gianni Rodari, organizzato sempre da Anna Conti per l’Istituto e a cui parteciperanno autori, esperti e insegnanti di varie nazionalità (Germania, Italia, Spagna).

Stefano Panzarasa

Articoli collegati: https://www.google.com/search?bih=600&biw=1366&hl=it&sxsrf=ALeKk00VFqX3xpFNrJYRHWPGubtbFS1pBg%3A1603444628768&ei=lJ-SX8m_LpHbsAegkLWACQ&q=gianni+rodari+circolo+vegetariano&oq=gianni+rodari+circolo+vegetariano&gs_lcp=CgZwc3ktYWIQDDIECCMQJzoHCCMQsAIQJ1CcPFicPGCuSWgAcAB4AIABVogBpwGSAQEymAEAoAEBqgEHZ3dzLXdpesABAQ&sclient=psy-ab&ved=0ahUKEwjJ2Y7csMrsAhWRLewKHSBIDZAQ4dUDCA0

Una canzone: https://www.youtube.com/watch?v=skS1HtmJkxU&fbclid=IwAR0G97h3smrnGGFSyw1uf_LPwkSfY-qaw-4oWV1N2oWY_JR-RbtQ5SWohT0

Commenti disabilitati

Attuare il bioregionalismo, storie degli ultimi papi, “Profumo d’Italia”, indifferenza verso la malattia…

Il Giornaletto di Saul del 23 ottobre 2020 – Attuare il bioregionalismo, storie degli ultimi papi, “Profumo d’Italia”, indifferenza verso la malattia…

Care, cari, la continuità della nostra società, in quanto specie umana, richiede una chiave evolutiva, una visione globale, per mezzo della quale aprire la nostra mente alla consapevolezza di condividere con l’intero pianeta l’esperienza vita. Questa è la visione dell’ecologia profonda, la scienza dell’inscindibilità della vita… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/10/attuare-il-bioregionalismo-per-salvare.html?showComment=1603381232784#c613771547933478237

Commento di Nazim Hikmet: Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti: “arrivederci fratello mare, mi porto un po’ della tua ghiaia, un po’ del tuo sale azzurro, un po’ della tua infinità e un pochino della tua luce e della tua infelicità. Ci hai saputo dir molte cose sul tuo destino mare, eccoci con un po’ più di speranza, eccoci con un po’ più di saggezza e ce ne andiamo come siamo venuti, arrivederci fratello mare…”

Storie degli ultimi papi. Paparatzy e papafrancy… – Siamo a metà febbraio 2012 – Papa Ratzinger non aveva ancora annunciato le sue dimissioni, ma erano nell’aria, c’erano state minacce di attentati accompagnate da una campagna mediatica proveniente dagli USA che lo accusava di varie nefandezze… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/11/storie-degli-ultimi-papi-la-commedia.html?showComment=1603352329268#c9049830065773790502

Mio commentino: “Stando alle previsioni di Nostradamus papafrancy sarà l’ultimo papa, e poi anche l’azienda vaticana chiuderà i battenti. In piedi restano i potentati delle radici vecchio testamentarie, quelli che ormai dominano il mondo con la finanza. L’ora di religione è conclusa, per “ingravescentem aetatem”…”

“Profumo d’Italia”. Recensione/intervista – “Di ambiente e natura se ne parla tanto in questo periodo, ma in molti casi mai con cognizione di causa. Ecco perciò un approfondimento con Fulvio Di Dio, legale ambientale, scrittore e gran conoscitore delle problematiche che stanno lentamente distruggendo il pianeta. Partendo dalla sua ultima opera, “Profumo d’Italia. Il Paese della continua emergenza rifiuti”… “ Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2011/12/profumo-ditalia-il-paese-della-continua.html

Effetti del covid ed effetti di altre influenze – “Ad esempio per l’influenza di Hong Kong tra 1 e 2 milioni di persone ne morirono nel mondo tra il 1968 e 1969. Riprese nel primo 1970, quando era soprannominata “influenza spaziale” in Italia – dove causò circa 20.000 morti nel 1969-70. Non dette origine a lockdown, forti reazioni politiche, né a sconquassi sociali ed economici…”

Indifferenza verso la malattia – Scrive Caterina Regazzi: “…Trascriverei queste frasi di Nisargadatta Maharaj a lettere d’oro e ne farei dei manifesti da affiggere nelle strade, davanti alle scuole, davanti alle sedi di governo, farei dei volantini da distribuire nelle piazze, chissà, magari qualcuno pronto a svegliarsi, troverebbe se stesso…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/04/malattia-e-indifferenza-per-nome-e.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Mandrie di cavalli liberi galoppano nelle pianure verdeggianti, davanti a loro l’unico limite è il cielo in fondo. Il vento, il rumore di mari lontani, l’ombra di gabbiani che attraversano il sole, l’azzurro terso del cielo…” (P.S.W.)

Commenti disabilitati