Archivio Autore

MARATONA STOP 5G – Dal 5 al 7 marzo 2021

Segnalo la notizia di questa importantissima maratona di tre giorni contro il 5G, organizzata dall’Alleanza Italiana Stop 5G. Ho avuto l’invito a partecipare e l’appuntamento con il mio intervento è domenica dalle 10.00. Il mio è il sesto intervento e riguarda scontri e incontri geopolitici sul 5G e sull’uso che se ne farà in campo militare. Tutti gli altri interventi andrebbero seguiti con attenzione. Si tratta di esperti che trattano un tema decisivo per il benessere, o il malessere, dell’intera umanità. Non permettiamo che la complicità e in nascondimenti di media e politici ci facciano trovare passivi e indifesi.
Fulvio Grimaldi

PROGRAMMA AGGIORNATO

VENERDì 5 MARZO 2021 – inizio ore 20.30

1. Maurizio Martucci – giornalista, scrittore Risoluzione di Vicovaro, due anni dopo

2. Andrea Grieco – fisico, matematico Rete 5G e antenne, cosa cambia

3. Massimo Fioranelli – medico Gli effetti sulla salute umana

4. Annalisa Buccieri – insegnante Scuola digitale e robotica, anno zero

5. Sara Cunial – Parlamentare della Repubblica L’impasse della politica, Governo Draghi-Colao

6. Luca Saltalamacchia – avvocato Elementi di tutela legale

7. Costantino Ragusa – attivista Transumanesimo e Gigabit Society

Inizio ore 20.30 (consigliato collegarsi 15 minuti prima) – 7 interventi – https://zoom.us/j/96976473463

SABATO 6 MARZO 2021 – inizio ore 17.00

1. Maurizio Martucci – giornalista, scrittore I lati oscuri del 5G

2. Azul Fernandez Indulsky – ingegnere elettronico Elettrosmog, il pericolo invisibile

3. Devra Lee Davis – scienziata Environmental Health Trust (USA) Prove schiaccianti: la scienza sul danno

4. Claudia Zuncheddu – medico La medicina tra principio di precauzione e prevenzione del danno

5. Silvia Guerini – attivista Transumanesimo e Gigabit Society

6. Manlio Dinucci – giornalista L’uso militare del 5G

7. Tiziana Alterio – giornalista, scrittrice La digitalizzazione come morte spirituale

8. Piernicola Pedicini – Deputato al Parlamento Europeo Cosa sta facendo Bruxelles?

Inizio ore 17.00 (consigliato collegarsi 15 minuti prima) – 8 interventi – https://zoom.us/j/95526809186

DOMENICA 7 MARZO 2021 – inizio ore 10.00

1. Maurizio Martucci – giornalista, scrittore Autodeterminazione digitale

2. Debora Cuini – medico Gli effetti non termici delle radiofrequenze

3. Theodora Scarato – direttrice Environmental Health Trust (USA) Processo al 5G, la tecnorivolta nel mondo

4. Domenica Spinelli – Rete dei Sindaci, ANPCI I Sindaci tra precauzione e prevenzione

5. Sonia Savioli – scrittrice Il Grande Reset nell’Internet delle cose

6. Fulvio Grimaldi – giornalista Geopolitica 5G tra USA, Cina e Italia

7. Giuliana Conforto – astrofisica, scrittrice Magnetosfera, pianeta Terra e 5G

Inizio ore 11.00 (consigliato collegarsi 15 minuti prima) – 7 interventi – https://zoom.us/j/96204416388

Sig.ra Roberta Borghese


www.alleanzaitalianastop5g.it

Commenti disabilitati

Guida alla Sopravvivenza, il pentimento talvolta aiuta, la madre di ogni schiavismo, farfalle e uragani…

Il Giornaletto di Saul del 4 marzo 2021 – Guida alla Sopravvivenza, il pentimento talvolta aiuta, la madre di ogni schiavismo, farfalle e uragani…

Care, cari, “Guida alla Sopravvivenza” di Guido Dalla Casa è un testo breve ed essenziale che offre i rudimenti per la sopravvivenza fisica in un mondo senza la tecnologia e, al contempo, getta le basi per una rinascita spirituale verso forme di pensiero diverse da quelle che hanno caratterizzato gli ultimi decenni della nostra civiltà…. (Recensione) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2021/03/guida-alla-sopravvivenza-imparare.html

Risarcimenti per tutti gli ammalati di linfoma – Scrive Giuseppe Altieri: “Lo scandalo glifosato costa caro. La Bayer chiude il 2020 in rosso di 10,5 miliardi… 100.000 cause a 200 milioni di dollari l’una… significa che alla fine la Bayer dovrà pagare 20.000 miliardi di risarcimenti agli ammalati di Linfoma Non Hodgkin. A tutti gli ammalati: aggregatevi alla class action e fatevi risarcire dalla Bayer Monsanto.”

Il pentimento talvolta aiuta – Scrive Franco Libero Manco: “Sottrarsi alla capacità di emendarsi per i nostri errori, che spesso causano danni a se stessi e agli altri, è a mio avviso il principale impedimento allo sviluppo della propria maturità e del superamento dei limiti personali. E’ impossibile vivere senza commettere errori più o meno gravi ma questi, a mio avviso, devono servire a migliorarci al fine di essere più responsabili e lungimiranti, senza doverne pagare le conseguenze…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2021/03/03/il-pentimento-talvolta-aiuta/

Corrispondenza sulla Società di Mutuo Soccorso – Scrive Antonio D’Andrea: “Care Amiche/i, tre giorni fa mi ha telefonato l’amico Francesco che vive a Arese, in provincia di Milano, e vi trascrivo una parte del lungo dialogo che c’è stato tra di noi. Chiaramente non ricordo con precisione tutte le parole. Alla fine della bella e ricca chiacchierata l’ho invitato a scrivere una lettera/mail a tutte/i e lui, bofonchiando, mi ha detto di iniziare in modo da approfondire gli argomenti anche se ama più parlare in presenza o a voce…” – Per ulteriore notizie scrivere a: barchettaebbra@gmail.com”

La madre di ogni schiavismo… – Scrive Gianantonio Valli: “Come tutti sanno, all’interno della società americana, esiste una ostilità piuttosto radicata tra le comunità ebraiche e quelle “afro-americane”. Questa opposizione contrasta con l’impegno delle prime a favore del movimento dei diritti civili sino agli anni sessanta e che, al contrario di quanto oggi accade in Israele, le comunità ebraiche europee continuano a manifestare. Alcuni approfondimenti sul fenomeno dello schiavismo possono contribuire ad illuminare alcuni aspetti di questa complessa dialettica…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2016/06/la-mdre-di-ogni-schiavismo-e-giudea-dai.html

Draghi, lo conosciamo già… – Il parere del comunista Marco Rizzo sul nuovo presidente del consiglio: “Draghi? Noi lo conosciamo bene, è l’emblema dell’inganno https://youtu.be/PLMw6m-2_UI – Ed anche noi lo andiamo dicendo, già da parecchi anni: http://www.circolovegetarianocalcata.it/?s=Mario+Draghi+paolo+d%27arpini

Farfalle e uragani – “Può il batter d’ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?”. A conti fatti una singola azione può determinare imprevedibilmente il futuro. Nella metafora della farfalla si immagina che un semplice movimento di molecole d’aria generato dal battito d’ali di una farfalla possa causare una catena di movimenti di altre molecole fino all’uragano menzionato. Così un semplice ritardo di due secondi può incidere sulla vita personale di un individuo… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/11/puo-il-batter-dali-di-una-farfalla-in.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Athinai/ splendida e meravigliosa

nel tuo pudico candore / attendi

attendi la mano / che ti accarezzi

che ti sfiori/ senza sciupare la tua bellezza.

Athinai/ la dea morbida e sonnolenta

Athinai/ il fiore/ il fiore tenero

d’un tenero autunno.

Atene/ che risplendi nel tuo bianco

quel bianco che ti circonda.

Quel bianco che abbaglia/ più del bronzo

dei lucenti Elmi d’Alceo.

Atene/ piena di bianco e turchese

Mi uccidi con la tua bellezza/ piena di avorio e di gloria.”

(Iva Polcina)

Commenti disabilitati

Naturalismo o bioregionalismo?, vaccini manu militari, Draghi servitore di due padroni, aldilà del bene e del male, restare ebrei “per scelta”…

Il Giornaletto di Saul del 3 marzo 2021 – Naturalismo o bioregionalismo?, vaccini manu militari, Draghi servitore di due padroni, aldilà del bene e del male, restare ebrei “per scelta”…

Care, cari, il pensiero bioregionale, in verità, è presente nella comunità umana dai tempi più remoti, si chiama “Naturalismo” ed è stato il sottofondo di tutte le culture matristiche, del taoismo, delle religioni antiche, etc. Mi piace concludere con una riposta di Ramana Maharshi, molto prima che venisse coniato negli USA il termine “bioregionalismo“, alla domanda “come dovrebbe comportarsi l’uomo in una società ideale?”… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/12/bioregionalismo-e-rete-bioregionale.html

Commento di Mu Soeng: “Le mie attività quotidiane sono del tutto ordinarie, però sono in totale armonia con esse. Non trattengo nulla, non respingo nulla; in ogni circostanza nessun ostacolo, nessun conflitto. Che importa di ricchezze e onori? Persino la cosa più umile risplende. I miei poteri miracolosi e le mie attività spirituali: attingere acqua e trasportare legna da ardere…”

Draghi servitore di due padroni – Scrive Vincenzo Brandi: “Il nuovo Presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, l’uomo delle banche, si è immediatamente allineato (ai dettami USA e UE). Draghi, che ha sostituito Conte, grazie anche all’azione del “rottamatore” Renzi, fantoccio mosso dai poteri forti, nelle sue dichiarazioni al Senato ha ribadito con forza la fedeltà dell’Italia alla NATO. Ha anche parlato della sua preoccupazione per “le violazioni dei diritti umani” in Russia e per la politica della Cina, schierandosi chiaramente con i falchi di Washington. Draghi ha inoltre ribadito la fedeltà dell’Italia alle politiche rigoriste europee della UE, che ci hanno imposto in passato una serie di riforme che hanno limitato i diritti dei lavoratori…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/03/02/draghi-servitore-di-due-padroni-usa-e-ue/

Con Draghi vaccinazioni “manu militari” – Scrive J.E.: “… ”Vi vaccineremo manu militari”, dichiarava l’altro ieri un esagitato a Rai1 (https://youtu.be/8zHi6yjk3qQ?t=289) – Qualcuno l’ha ascoltato e agito di conseguenza: Il Generale di Corpo d’armata Figliuolo è stato nominato da Draghi nuovo Commissario per ”Emergenza Covid”. Nel 2000, faceva la guardia ai Serbi a Peč, Kosovo. Poi si fa un giro in Afghanistan, quindi torna in Kosovo da Comandante NATO. Ora Draghi lo chiama per vaccinare l’umanità tutta, con sul petto la “Nato Meritorious Service Medal”. E poi dicono che l’ ”emergenza” è sanitaria. Ed il popolo ci crede, terrorizzato, supplicando il vaccino. E se qualcuno fiata che non ci crede, ecco l’Esercito. Nato.”

Aldilà del bene e del male… – Dissero vari “eletti“: «Questo paese (Israele) esiste come il compimento della promessa fatta da Dio stesso. Sarebbe ridicolo chiedere conto della sua legittimità.» (Golda Meir, Le Monde, 15 ottobre 1971) – «Israele ha il diritto di processare altri, ma nessuno ha il diritto di mettere sotto processo il popolo ebraico e lo Stato di Israele» (Sharon, 25 marzo 2001, BBC Online)…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2015/10/la-razza-eletta-di-menachem-begin-ed.html

Roma. Visita al ghetto – Scrive Amici del Tevere: “7 marzo 2021, passeggiata guidata in Roma, al Ghetto e all’Isola Tiberina. Ovviamente con tutte le attuali necessarie misure sanitarie per attività culturali all’aperto, pur nel distanziamento fisico. Info: amicideltevere@unpontesultevere.com”

Restare ebrei (o bramini) “per scelta” – Di tanto in tanto ho una scambio di vedute con Paolo Bancale, direttore della rivista “Non Credo”, con cui collaboro da anni su vari temi riguardanti la spiritualità laica. In alcuni numeri del passato sono stati pubblicati vari miei articoli sul “problema” ebraico, esaminato con un approccio laico. Dico “laico” in senso totale, poiché spesso ho notato che molti critici del cristianesimo o dell’islamismo si definiscono “laici”, mentre alla fine si scopre -per loro stessa ammissione- che appartengono alla comunità ebraica… – Continua: https://bioregionalismo.blogspot.com/2021/03/restare-ebrei-o-bramini-per-scelta.html

Ciao, Paolo/Saul
……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Sedendo quietamente senza fare nulla. Giunge la primavera e l’erba cresce da sé.” (Zenrin Kushu)

Commenti disabilitati

Draghi servitore di due padroni: USA e UE

La nomina del presidente “democratico” Biden negli Stati Uniti fa prevedere un prossimo periodo di gravi tensioni internazionali con l’intensificarsi della pressione e delle minacce verso Russia e Cina ed i loro alleati, magari sotto la solita ipocrita copertura della “difesa dei diritti umani”. Nella recente Conferenza per la Sicurezza di Monaco – che ha visto radunati a congresso i rappresentanti dei paesi dell’Alleanza Atlantica – Biden ha usato parole chiare. Ha detto che ci dobbiamo preparare ad “una competizione di lungo periodo” con la Russia, “e sarà una competizione dura”. La NATO deve fronteggiare la “minaccia russa” e “deve essere una nostra priorità salvaguardare l’integrità territoriale dell’Ucraina” (il cui attuale governo – ricordiamo – è nato da un colpo di stato contro il governo legittimo, con la partecipazione di movimenti armati apertamente nazisti sostenuti dagli USA). Bisognerebbe poi “respingere gli abusi economici della Cina” (che è sul punto di diventare, con uno sviluppo spettacoloso, la massima potenza economica mondiale). Inutilmente la più prudente Merkel (che tiene conto della necessità della Germania di importare il gas russo attraverso il gasdotto North-Stream) ha fatto notare che bisognerebbe creare “agende condivise” con Russia e Cina per diminuire le tensioni.

Destano preoccupazione anche le nomine di ministri e responsabili da parte di Biden. Il nuovo Segretario di Stato, Anthony Blinken, responsabile della politica estera USA, è un falco, nemico giurato della Russia, ed in passato è stato favorevole alla guerra contro la Libia del 2011 e ad altre azioni militari quando era vice-responsabile della “sicurezza” con Obama. La nuova mbasciatrice all’ONU, Linda Thomas Greenfield, è un altro falco, già collaboratrice di Madeleine Albright, quella che diceva che era valsa la pena far morire mezzo milione di bambini irakeni. Anche Victoria Nuland, organizzatrice del colpo di stato in Ucraina, è tornata in auge, mentre per la nomina alla Difesa è candidata Michelle Fournay, già favorevole alle aggressioni alla Libia e alla Siria. In quest’ultimo paese sono state rafforzate le guarnigioni illegali statunitensi che hanno occupato i pozzi petroliferi siriani con l’aiuto delle milizie curde, ormai ridotte al rango di mercenari dell’imperialismo.. Biden dice anche che vuole riaprire un dialogo con l’Iran, ma intanto non toglie le durissime sanzioni verso quel paese.

Il nuovo Presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, l’uomo delle banche, si è immediatamente allineato (ai dettami USA e UE). Draghi, che ha sostituito Conte, grazie anche all’azione decisiva del guastatore Renzi, fantoccio mosso dalle mani dei poteri forti, nelle sue dichiarazioni al Senato ha ribadito con forza la fedeltà dell’Italia all’Atlantismo (cioè alla NATO). Ha anche parlato della sua preoccupazione per “le violazioni dei diritti umani” in Russia e per la politica della Cina, schierandosi chiaramente con i falchi di Washington. Ha sottolineato l’interesse dell’Italia per l’area mediterranea, forse pensando a qualche altro intervento militare in Libia come nel 2011. Si preannunciano infatti aumenti delle spese militari e tra i nuovi ministri “tecnici” compare Roberto Cingolani, esperto di robotica e nanotecnologie, ma anche già responsabile del gruppo Leonardo legato all’industria militare in collaborazione con gli USA (ad esempio nella produzione dei famosi e costosi aerei da combattimento F-35).

La politica interna ed economica del nuovo governo sarà coerente con quella estera. Infatti Draghi ha contemporaneamente anche ribadito la fedeltà dell’Italia alle politiche rigoriste europee della UE, che ci hanno imposto in passato una serie di riforme che hanno limitato i diritti dei lavoratori. D’altra parte non si può dimenticare che Draghi, per quanto certamente persona intelligente e competente, è stato Direttore Esecutivo della World Bank, Governatore della Banca d’Italia, Presidente della Banca Centrale Europea e membro dell’influente Gruppo dei Trenta che fa capo alla Fondazione Rockfeller. Fu lui che nel 2015 impose, anche in seguito alle pressioni della Germania ed altri paesi del Nord-Europa, il rifiuto della BCE di acquistare i titoli greci, fatto che fece mancare il danaro liquido alle banche greche che furono costrette a bloccare i bancomat ai comuni cittadini in difficoltà economiche. Fu ancora lui a condurre per conto dell’Italia le trattative sul panfilo della regina Elisabetta Britannia che portarono alla decisione di privatizzare e svendere tutto il patrimonio produttivo pubblico dell’Italia, fatto di cui paghiamo ancora le conseguenze.Bisogna quindi prevedere che sarà imposta una cura di ferro all’Italia attraverso il fedele gruppetto ristretto dei ministri “tecnici”: oltre a Cingolani, Daniele Franco, Direttore Generale della Banca d’Italia, ed inoltre Colao, ministro per l’innovazione tecnologica, già legato alle banche G.T. Morgan e Mc Kinsey; ed ancora Giorgetti della Lega all’economia. Si preannunciano la chiusura delle imprese in difficoltà ed un tentativo di rilancio del capitalismo introducendo nuove tecnologie sotto la copertura ideologica della “green economy”, e dell’ecologia (piccolo contentino per il voltafaccia Grillo).

Di fronte a questo tutti i partiti – tranne la furba Meloni che spera di raccogliere tutti i voti di protesta, i dissidenti del Movimento 5Stelle ormai spaccato e allo sbando, e i piccoli sparuti gruppi di sinistra che hanno organizzato una manifestazione di protesta anche giovedì 18 a Roma – si sono prostrati ai piedi di Draghi. Tra questi anche la Lega “sovranista” diventata improvvisamente europeista nel giro di una notte; ma questo si spiega perché le nomine di Draghi sembrano orientate essenzialmente verso un rilancio di alcune industrie del Nord legate alla Germania, lasciando ancora una volta il Sud al suo destino.Di fatto si può dire che l’Italia è commissariata e che il nuovo governo sarà fedele a due padroni: in politica estera gli USA e la NATO; in politica economica la UE, ed i grandi gruppi capitalistici e finanziari. Si preannunciano tempi difficili. Cercheremo di reagire e di fare la nostra parte.

Vincenzo Brandi

Integrazione-parere di Marco Rizzo sul nuovo presidente del consiglio: “Draghi? Noi lo conosciamo bene… è l’emblema dell’inganno… https://mail.google.com/mail/u/0/#inbox/FMfcgxwLsmdtMzqLkDgSWKkJpgdKpbzg?projector=1

Commenti disabilitati

Argilla e cromatografia, Italia: i “vantaggi del governissimo”, tre notizie in una, Draghi combatte il Covid con la NATO, anche di maio prono ai saud, il clima cambia, Treia: un orto urbano bioregionale…

Il Giornaletto di Saul del 2 marzo 2021 – Argilla e cromatografia, Italia: i “vantaggi del governissimo”, tre notizie in una, Draghi combatte il Covid con la NATO, anche di maio prono ai saud, il clima cambia, Treia: un orto urbano bioregionale…

Care, cari, l’argilla è il materiale da costruzione più antico al mondo. da migliaia di anni l’uomo si affida alle qualità  igroscopiche di questo prezioso forte e resistente materiale naturale. non ha bisogno di additivi chimici per aderire, fa da polmone all ambiente assorbendo l’umidità in eccesso restituendola quando la percentuale diminuisce, l’argilla  è in grado di assorbire rapidamente l’umidità  presente nell’aria rilasciandola gradualmente all’occorrenza. In un clima abitativo con muri di argilla le mucose non si seccano e la produzione di polveri fini è ridotta al minimo, assorbe naturalmente odori e sostanze tossiche, l’argilla con la sua funzione depurativa migliora la qualità dell’aria possiede ottima qualità isolante… (Ferdinando Renzetti) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2021/03/argilla-cromatografia-bioregionale-e.html

Nota – Rudolf Steiner aveva già usato nel testo base dell’agricoltura biodinamica “impulsi scientifico spirituali per il progresso dell’agricoltura” ovvero siliciosità, calcareità ed argillosità arrivando a farci scorgere che oltre all’elemento ed al processo occorre definire e scoprire anche la sua funzione.

Tre notizie in una – 1. Italia comandata “Forza di occupazione per conto terzi”. Iraq: Biden affida il comando anti Isis all’Italia…? – 2. Saremo vaccinati “manu militari”? Affermazione del 25 febbraio 2021: in diretta su Rai1 – 3. Il monito che viene dalla Russia: non provateci oltre! Mosca è dolorosamente consapevole che la “strategia” USA / NATO di contenimento della Russia sta già raggiungendo il culmine… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2021/03/ultime-notizie-sui-vantaggi-per-litalia.html?showComment=1614587685510#c5336933481448084391

Commento di V.M. al punto 2: “…la vaccinazione risolverà tutto!”, il relatore ne è davvero convinto? Io senza che mi si terrorizzi per impormi obblighi incostituzionali, no! Basti vedere che ad oggi (con almeno mezzo globo che non attua misure dittatoriali) dopo almeno 14 mesi di “pandemia”, si registrano 2,5 MILIONI di decessi “con covid” (e pure qui ci sarebbe da discutere) su 7,6 MILIARDI di terrestri. Ovvero una percentuale di mortalità reale inferiore allo 0,0…%. Con stati come Svezia e Bielorussia (per non andare lontano) che, senza lockdown e mascherine, hanno avuto (percentualmente) minor numero di morti dell’Italia…”

Draghi combatte il Covid con la NATO – Scrive Marco Palombo: “Tra i vari titoli presenti nel ricco curriculum del generale Francesco Paolo Figliuolo, nuovo commissario all’emergenza Covid che sostituisce Arcuri, c’è anche il Nato Meritorious Service Medal la massima onorificenza riservata ai militari dell’Alleanza Atlantica. Però l’emergenza Covid è un problema che riguarda la salute pubblica e non la difesa nazionale, e dovrebbe essere il SSN e non l’ Esercito ad occuparsene…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/03/01/draghi-sostituisce-arcuri-e-combatte-il-covid-con-il-generale-figliuolo-della-nato/

“Premio Attila” assegnato a Matteo – Scrive Rete Ambientalista: “Contro Matteo Renzi non c’è stata partita “che di fiumi, laguna e di quanto ci vive intorno non  gliene interessa nulla a meno che ci sia da far soldi con nuove devastazioni.”. Dunque Matteo Renzi vince a man bassa un Premio Attila onnicomprensivo…”

Non solo renzie, anche di maio… – Scrive Marinella Correggia al Fatto Quotidiano: “Di Maio era prono ai Sauditi il 10 gennaio 2021 (ma la vostra memoria è corta)… Stigmatizzate Renzi – una persona certo priva di scrupoli – ma tacete pietosamente su Di Maio che come ministro del governo Conte il 10 gennaio è andato dai Saud non certo a rimproverare bensì a consolidare i rapporti (anche militari)!” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2021/03/letterina-aperta-al-fatto-quotidiano.html

Corrispondenza – Scrive Ferdinando Renzetti: “Ciao Paolo interessanti gli spunti che offre Vincenzo Flora con la sua ricerca sul “colore”, anche se per fare quel tipo di ricerca di cui ci parla, occorre almeno un anno, da trascorrere in Valle D’Itria. in verità è un tipo di ricerca che mi sarebbe piaciuto fare già da tempo, anche e soprattutto con adeguati fondi. La mia ricerca è stata sempre relativa, spontanea e autonoma e arriva sempre solo dove mi porta la curiosità di sapere scoperta e conoscenza, spesso non legata a nessuna struttura istituzionale. Tutto quel che riporto e scrivo è solo quello che vedo e sento! Avendolo appreso sulla strada, dalla strada stessa, durante i viaggi e i laboratori sulla terra cruda. In questo periodo sono attratto da un’altra natura di ricerca che riguarda i materiali, delle strutture architettoniche di luoghi legati all’archeoastronomia, in rapporto alle energie della luce, delle acque e a quelle telluriche del sottosuolo soprattutto a livello di bioenergetica e geo biologia. ricerca che in realtà non mi posso permettere senza un adeguato finanziamento, anche perché non saprei che farmene poi dei risultati senza una organizzazione o istituzione che permetta di metter a sistema i risultati della ricerca stessa…”

Il clima cambia – Scriveva Giorgio Nebbia: “C’è o non c’è? Mi riferisco all’”effetto serra” sulla cui esistenza si scontrano due vivaci gruppi. I due gruppi, a cui partecipano con uguale vigore chimici e giornalisti, fisici e storici, meteorologi e geografi, difendono le rispettive inconciliabili posizioni con ricche citazioni in stizzosi dibattiti fino a reciproche accuse su chi è pagato da chi per sostenere le sue tesi…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/12/effetto-serra-o-nuova-glaciazione-i.html

Mio commentino – Per creare nuovo scompiglio, si è aggiunta recentemente la constatazione (vedi articolo di Max Strata https://www.maxstrataweb.com/post/la-situazione-precipita?) che la Corrente del Golfo sta rallentando il suo movimento e non arriva più fino al Mare del Nord, con conseguente raffreddamento dell’Europa

Treia: un orto urbano bioregionale… – “Poi una mattina ci si sveglia, e si scopre che le risposte sono sempre state lì, sulla vecchia zappa arrugginita del nonno. C’è speranza per questa strana creatura che è l’uomo. C’è speranza…” (Stefano Andreoli) Il 23 dicembre del 2020 ho ricevuto la visita di due studentesse universitarie che stanno facendo un’indagine sugli orti urbani a Treia e siccome ho la fortuna di averne uno a disposizione, un piccolissimo terreno entro le mura che appartiene alla mia compagna Caterina, ho mostrato loro il nostro piccolo orto urbano bioregionale… – Continua: https://bioregionalismo.blogspot.com/2020/12/urban-bioregional-survival-lets-start.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Per conoscere te stesso, sii te stesso. Per essere te stesso, smetti di immaginare te stesso di essere questo o quello. Sii e basta. Lascia che emerga la tua vera natura.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati