Archivio della Categoria 'Compagni di viaggio'

La valle degli Elfi, il senso del luogo, Fiastra: no tap, Putin il ribelle, per il karma ci vuole pazienza, messaggi dell’altro mondo…

Il Giornaletto di Saul del 15 dicembre 2017 – La valle degli Elfi, il senso del luogo, Fiastra: no tap, Putin il ribelle, per il karma ci vuole pazienza, messaggi dell’altro mondo…

Care, cari, la Valle degli Elfi, come forse già sapete, sta attraversando un periodo di grande messa alla prova, e con forza e unione sta richiarendo la visione della direzione da intraprendere come Popolo Unito, con il suo passato e le sue conquiste. Vuole essere un modello e un ispirazione per tutti, dimostrando che una nuova visione del mondo e delle relazioni è possibile, e che se si cerca bene si può trovare un posto in un mondo che ha dimenticato i valori di libertà, autonomia, creatività, autoproduzione, ecc.. Ricordando che la Terra è un Bene Comune e che non essendo nostra non ha senso venderla, parcellizzarla, farci speculazione di ogni genere.. La Terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla Terra..ogni cosa è correlata come il sangue che ci unisce. Anche la Valle degli Elfi è un Bene Comune e va protetto… (Giulietta Blu)… – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/12/il-popolo-elfico-della-valle-dei.html

NO TAP. Tappa di Fiastra – Scrive Giovanni: “Sarebbe importante  incontrarsi in gennaio con chi può esserci dalle varie reti per discutere delle proposte che stanno venendo fuori per l’organizzazione del prossimo GC nazionale di Firenze. La data del 13 GENNAIO in occasione di una tappa della carovana NO TAP nel centro Italia a Fiastra andrebbe benissimo. Potrebbe essere una occasione per partecipare alla lotta dei compagni e delle compagne in difesa del territorio , il loro ma anche quello di tutti , contro devastazioni e sfruttamento Potremmo riuscire a trovare un paio d’ore per trovarci in quell’occasione? Intanto abbiamo individuato la data dell’incontro fiorentino e cioè il 27-28-29 aprile. Info: giovannipandolfini@gmail.com”

Il senso del luogo – Non è necessario tornare alle “caverne” ma semplicemente ad uno stile di vita consapevole dello spirito del proprio luogo. J. Muir “per vivere la natura selvaggia ed una vera vita” dava molta importanza allo sviluppo del senso del luogo. La bioregione può essere giustamente definita come la migliore organizzazione naturale nel rapporto tra gli individui che cooperano tra di loro e lo spazio intimamente integrato ed unitario che li circonda… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/12/bioregionalismo-essere-nel-luogo-in-cui.html

Niger. Nuova missione militare italiana – Scrive Marco Palombo: “Nuova missione militare italiana in Niger che impiegherà 450 uomini e 150 automezzi. “non solo per addestrare” ma anche per “attività di sorveglianza e controllo del territorio”. Il testo del decreto è stato inviato al Quirinale e nei prossimi giorni sarà sottoposto all’approvazione del Parlamento. 150 militari partiranno entro poche settimane, entro l’estate poi il contingente italiano “probabilmente” sostituirà il reparto francese “che occupa il caposaldo di Madama, un fortino della Legione Straniera”. In Niger ci sono le più importanti miniere di uranio del continente africano…”

Piccoli Putin crescono. Cronistoria del difensore della Grande Madre Russia – Scrive Pietro Golia: “Putin, il ribelle, l’irregolare, il ragazzo indisciplinato che fu espulso dai Pionieri, l’organizzazione dei giovani comunisti. Putin, il futuro ufficiale del Kgb, che fu battezzato in gran segreto dalla nonna. Un uomo che diventerà un attento e colto ufficiale dei servizi segreti, che da ragazzo rifiutava la disciplina, il sistema. Si vanterà all’inizio della sua presidenza di non essere stato un pioniere, ma un ribelle…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/12/lepopea-di-vladimir-putin-realta-o.html

Treia. La Fierucola nell’edizione nazionale di Auser Informa – 40 espositori dell’eccellenza artigianale e artistica del territorio, decine di eventi e un pubblico numeroso e tanto curioso. Chiude con il segno più la Fierucola delle Eccellenze Bioregionali organizzata a Treia per l’8 dicembre dall’Auser e dal Comitato Parrocchiale, con il patrocinio del Comune. “La manifestazione si è svolta a Chiesanuova, frazione di Treia che sembra un po’ un paese a sé stante, molto vivace e animato da giovani e meno giovani, nell’oratorio della Parrocchia che non è stato danneggiato dal terremoto, mentre lo è stata la Chiesa tanto che le funzioni si svolgono in un’ampia e comoda tenda…. ma pur sempre una tenda. Erano stati invitati espositori vecchi e nuovi e la risposta è stata buona”. Come favorire lo sviluppo delle opportunità di lavoro creativo, in sintonia con il bioregionalismo, in chiave ambientale, antropologica e di economia solidale? A questo ha cercato di rispondere la Fierucola che, finita la terza edizione, ora guarda alla quarta nel 2018. Per info: Auser Treia. Via Lanzi, 18/20 – Treia (MC) - auser.treia@gmail.com”

Per sopportare il karma ci vuole pazienza – Scrisse Alberto Mengoni: “…nel nostro mondo di manifestazione esiste la legge del Karma… E tutto quello che (ci) accade dipende da questa legge… Una persona fa (dice, o pensa) una certa cosa e questo fatto mette in moto tutta una serie di eventi e circostanze in linea con quella azione… Se l’azione è buona crea effetti buoni, se invece è meno buona, ovviamente creerà effetti spiacevoli. Il punto è che noi non abbiamo il controllo dei nostri pensieri…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/12/14/per-sopportare-il-karma-ci-vuole-pazienza/comment-page-1/#comment-367

Commento di Rosa Solito: “Concordo sul Karma e la via del Dharma al di là del fatto che si segua o meno un Maestro, a me personalmente piace più usare il termine “guida spirituale” mi da più un senso di non appartenenza, non dipendenza, una guida temporanea per intraprendere il proprio cammino…” – Continua in calce al link

Mia rispostina: “Ognuno vede le cose com’è giusto per se se stesso. Diceva Vivekananda che esistono tante vie spirituali quanti sono gli esseri viventi”

Messaggi dell’altro mondo – Scrive Kryon: “Saluti miei cari, Io Sono Kryon del Servizio Magnetico. L’ho detto (altre volte) prima d’ora: so dove sono. Per coloro che ascoltano, siamo ancora a Lima, in Perù. Vorrei proseguire un tema: il tema riguarda il futuro. Com’è una coscienza avanzata? Qualcosa, nella coscienza avanzata, permetterebbe agli umani di muovere le cose con il pensiero o altri tipi di cose che vedete nei libri di fantascienza: in realtà è meglio di così. Vorrei fare una cosa che ho già fatto: vorrei descrivervi il Nuovo Umano. Vorrei portarvi nel futuro..” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/12/messaggi-dellaltro-mondo-la-speranza-e.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’Amore non è una passione. L’Amore non è una emozione. L’amore è una comprensione profonda del fatto che in qualche modo l’altro ti completa. Qualcuno ti rende un cerchio perfetto; la presenza dell’altro rinforza la tua presenza.” (Osho)

Commenti disabilitati

La legge del Karma che governa tutto il creato… Ma sarà vero?

Ogni causa si trasforma in effetto e ogni effetto si trasforma in causa. Voi dovete innanzi tutto comprendere che cos’è la legge della Compensazione: tutto quello che si fa, si deve pagare, perché non esiste causa senza effetto, né effetto senza causa.

Quando si vive secondo il retto pensare,il retto sentire e il retto agire i risultati, o conseguenze, sono sempre felici. Sfortunatamente il retto pensiero, il retto sentire e la retta azione sono impossibili finché una seconda natura in-umana (l’ego, l’io, il se stesso)agirà dentro di noi,attraverso di noi. E’ indubbio che l’Ego commette molti e numerosi errori, il cui risultato è il dolore.

Se ci è stata data la libertà,il libero arbitrio e possiamo fare quello che vogliamo, è però altrettanto chiaro che noi dobbiamo rispondere davanti a Dio di tutte le nostre azioni.
La Legge dell’Azione e delle Conseguenze (karma) governa il corso delle nostre varie esistenze e ogni vita è il risultato di quella precedente. Comprendere integralmente le basi e il modus operandi della legge del karma è indispensabile per orientare la barca della nostra vita in modo positivo ed edificante attraverso le sue varie scale.

Il Karma è la legge della Compensazione, non della vendetta. Ci sono alcuni che confondono questa Legge Cosmica con il determinismo e il fatalismo e credono che tutto ciò che capita all’uomo sia determinato inesorabilmente da tutto quello che è successo prima.

E’ vero che le azioni dell’essere umano sono determinati dall’ereditarietà, dalla paura e dall’educazione, ma è anche vero che l’uomo ha il libero arbitrio e può modificare le sue azioni, educare il suo carattere, conformare dei comportamenti superiori, combattere le debolezze e fortificare le virtù.

Il karma è una medicina che ci viene somministrata per il nostro bene. Invece, la gente, disgraziatamente, anziché inchinarsi riverente mente dinanzi all’eterno Dio vivente,protesta,bestemmia e si giustifica,  stupidamente discolpandosi e lavandosi le mani come Pilato. Con simili proteste non si può modificare il karma,al contrario sene riceverà di più duro e severo.

Quando si viene in questo mondo ci si porta dietro il proprio destino:alcuni nascono su un materasso di piume ed altri nella disgrazia. Se nella nostra passata esistenza noi abbiamo ucciso, allora verremo uccisi; se abbiamo ferito,verremo feriti; se abbiamo rubato,verremo derubati e con “il metro con cui misuriamo gli altri, noi stessi verremo misurati”.

Pretendiamo la fedeltà del coniuge quando noi stessi siamo stati adulteri in questa vita o in quella precedente. Chiediamo amore quando siamo stai spietati e crudeli. Sollecitiamo comprensione quando non abbiamo mai saputo comprendere nessuno e non abbiamo mai imparato a vedere dal punta di vista degli altri. Aneliamo fortune immense quando siamo stati sempre la causa di molte sfortune. Avremmo voluto nascere in una famiglia molto bella e con molte comodità, quando nelle passate esistenze non siamo stati capaci di dare ai nostri figli una famiglia e la tranquillità di un bel focolare.

Protestiamo contro chi ci insulta quando noi stessi abbiamo sempre insultato tutti quelli che ci stavano accanto. Vogliamo che i nostri figli ci obbediscano quando noi non siamo mai stati capaci di obbedire ai nostri genitori. Ci dà terribilmente fastidio la calunnia quando noi siamo stati dei calunniatori e abbiamo riempito il mondo di dolore.

Ci dà fastidio il pettegolezzo, e però non vogliamo che nessuno mormori di noi, e senza dubbio ci siamo sempre persi in pettegolezzi e chiacchiere parlando male del prossimo e mortificando la vita degli altri. In pratica abbiamo sempre reclamato quello che non abbiamo mai dato. In tutte le vite precedenti noi siamo stati malvagi e per questo meritiamo il peggio; ma pensiamo sempre che a noi ci debba toccare il meglio.

Fortunatamente, cari amici,la Giustizia e la Misericordia sono due colonne portanti della Fraternità Universale Bianca. La giustizia senza misericordia è tirannia, e la misericordia senza giustizia è una forma di tolleranza, compiacenza con il delitto.

Il karma è negoziabile,e questa è una cosa che potrà sorprendere moltissimo i seguaci delle varie scuole ortodosse. Certamente alcuni pseudo esoteristi e pseudo occultisti sono diventati troppo pessimisti nei confronti della Legge di Azione e Conseguenza. Essi suppongono erroneamente che questa attui in modo meccanico,automatico, quasi crudele. Gli eruditi credono che non sia possibile alterare questa legge; molto sinceramente io dissento da questo modo di pensare.

Se la Legge di Azione e Conseguenza,se questa nemesi dell’esistenza non fosse negoziabile,allora dove sarebbe la misericordia divina?Francamente, non si può accettare che vi sia della crudeltà nella divinità. Il Reale,tutto ciò che è perfezione,conosciuto anche con altri nomi – quali il Tao,Aum,Inri,Sein,Allah,Brahma,Dio,o per meglio dire gli Dei,non potrebbe assolutamente essere privo di misericordia, non può essere crudele, tirannico…Per questo ripeto in modo enfatico che il karma è negoziabile.

Quando una legge inferiore è trascesa da una legge superiore, la legge superiore lava via quella inferiore. Modificando la causa si modifica l’effetto. “Il leone della legge si combatte con la bilancia” Fai buone azioni per pagare i tuoi debiti.

Se su un piatto della bilancia cosmica si mettono le nostre buone azioni e sull’altro le cattive, è evidente che il karma dipenderà dal peso nel piatto della bilancia. Se il piatto delle cattive azioni pesa di più,dobbiamo mettere più azioni buone sull’altro piatto allo scopo di far pendere la bilancia a nostro favore,per cui noi potremo ben cancellare del karma negativo facendo delle buone azioni per poter pagare i nostri debiti. Bisogna ricordare che non solo si paga con il dolore,ma anche facendo del bene. Capirete ora,miei buoni amici,quanto sia meraviglioso fare del bene.

Non c’è dubbio che il retto pensare,il retto sentire e il retto agire siano la cosa migliore in qualsiasi negoziazione. Non dobbiamo mai protestare contro il karma; l’importante è saperlo negoziare.

Disgraziatamente l’unica cosa che la gente fa,quando si trova in una situazione di
grande amarezza, è di lavarsi le mani come Pilato e dire che non ha fatto alcunché di male,che non è colpevole, e che è un’anima giusta.

Io dico a quelli che si trovano nella miseria, di rivedere la loro condotta,di giudicare se stessi,di mettersi anche per un attimo sul banco degli accusati e,dopo un esame di coscienza ed una sommaria analisi di se stessi,di cambiare la propria condotta. Se coloro che si trovano senza lavoro diventassero casti,infinitamente caritatevoli,miti e servizievoli al cento per cento,è ovvio che modificherebbero radicalmente la causa delle loro disgrazie, modificando di conseguenza anche gli effetti.

Non è possibile alterare un effetto se prima non vengono modificate radicalmente le cause che lo hanno prodotto, poiché -come abbiamo già detto- non esiste causa senza effetto,né effetto senza causa. Si deve sempre lavorare disinteressatamente con infinito amore per l’umanità;così facendo possiamo alterare le cause negative che hanno determinato gli effetti negativi.

Non c’è dubbio che la miseria abbia le sue cause nell’ubriachezza,nella disgustosa lussuria, nella violenza,nell’adulterio,nello spreco,nell’avarizia,ecc.

Vuoi guarire? Allora prenditi cura degli altri! Alcuni dei vostri parenti sono in galera? Lavorate per la libertà degli altri. Avete fame? Dividete il vostro pane con quelli che stanno peggio di voi.

Molti di coloro che soffrono si ricordano, nell’intento di risolverle, solo delle loro amarezze,però non si ricordano mai delle sofferenze altrui e nemmeno pensano lontanamente di risolvere le necessità del prossimo. Questo stato egoista della loro esistenza non serve a nulla; così facendo,l’unica vera cosa che possono ottenere realmente è quella di aggravare le loro stesse sofferenze.

Se queste persone pensassero agli altri,a servire i loro simili,a dare da mangiare a chi ha fame, da bere a chi ha sete,a vestire chi è nudo, ad insegnare a chi non sa, ecc., è chiaro che metterebbero buone azioni sul piatto della bilancia così da farla pendere a loro favore.In pratica, essi risolverebbero tutti i loro problemi. La gente è però molto egoista ed è per questo che soffre; nessuno si ricorda di Dio, né dei propri simili,se non quando è nella disperazione e questa è una cosa che tutti hanno potuto verificare da soli: così è l’umanità.

Purtroppo, miei cari amici,questo ego che ognuno ha dentro di sé, fa esattamente il contrario di ciò che stiamo dicendo; per questo motivo è urgente ed improrogabile ridurre il ‘me-stesso’ in polvere cosmica.

Pensiamo un attimo alla moltitudine di umanoidi che popola la faccia della terra. Essi, vittime dei loro stessi errori,soffrono l’indicibile. Senza l’Ego non farebbero errori e nemmeno ne subirebbero le conseguenze.L’unica cosa che si richiede per avere diritto alla vera felicità è, prima di tutto, di non avere Ego.

Certamente, quando dentro di noi  non esisteranno più gli aggregati psichici, gli elementi in-umani che ci hanno fatto diventare così terribili e malvagi, allora non c’è karma da pagare, e il risultato sarà la felicità.

E’ bene sapere inoltre che quando avremo eliminato radicalmente l’ego, la possibilità di commettere sbagli è annullata e di conseguenza il karma può essere perdonato.
La Legge del Karma,la legge della bilancia cosmica, non è una legge cieca: si può anche richiedere un credito ai Maestri del karma,e questa è una cosa che molti ignorano. E’ però urgente sapere che ogni credito va pagato con delle buone azioni; e se non verrà pagato la Legge colpirà con supremo dolore.

Dobbiamo renderci coscienti del nostro karma e questo è possibile solo per mezzo di una sorta di “allerta-novità” (cioè aprendoci al nuovo).Ogni fatto della vita, ciascun avvenimento, ha la sua causa in una vita precedente, ma noi abbiamo bisogno di renderci coscienti di questo.

Ogni momento di gioia e di dolore deve essere continuato in meditazione con mente quieta e in profondo silenzio. Il risultato sarà la sperimentazione dello stesso evento accaduto in una vita precedente. Allora noi prendiamo coscienza della causa di quel fatto,sia esso gradevole o sgradevole.

Chi risveglia la Coscienza può viaggiare nei suoi corpi interni, fuori dal corpo fisico, in piena volontà cosciente e studiare il suo proprio Libro del Destino nel tempio di Anubis e dei suoi 42 giudici.

Il capo dei sacerdoti del Tribunale Cosmico del Karma è il Gran Maestro Anubis. Il Tempio di Anubis, il supremo reggente del karma,si trova nel mondo molecolare, chiamato da molti ‘mondo astrale’.In questo tribunale regna la regola dell’amore e della giustizia. In questo tempio esiste il ‘libro’ di ognuno con il proprio dare e avere, il diario su cui vengono minuziosamente  annotate le nostre proprie azioni positive e negative. Le buone azioni vengono rappresentate da strane ‘monete’ che i Maestri accumulano a beneficio degli uomini e delle donne che le hanno compiute.
In questo Tribunale ci sono anche avvocati difensori. Ma tutto si paga. Niente viene regalato. Chi ha buone azioni paga e se la cava bene nelle contrattazioni. I crediti sollecitati si pagano con lavori disinteressati e ispirati dall’amore verso coloro che soffrono.

I ‘Maestri del Karma’ sono Giudici di Coscienza che vivono nello stato di ‘jiina’(cioè, saggezza). Dovremo costantemente compiere buone azioni per poter pagare i debiti della nostra vita presente e di quelle passate. Ogni atto dell’uomo è retto da leggi superiori e inferiori. Tutte le leggi superiori sono riassunte nell’amore. Un atto di amore annulla gli atti passati ispirati da leggi inferiori.

Parlando dell’amore, il Maestro Paolo dice: “L’amore è paziente e tollerante: non invidia, non si esalta, non ingiuria,non fa i propri interessi,non si irrita,non si fa prendere dall’ingiustizia, ma si fa prendere dalla Verità. Crede a tutto,spera in tutto, sopporta tutto”.

Quando i Maestri del Karma officiano come Giudici usano la maschera sacra fatta a forma di testa di sciacallo o lupo piumato; così si presentano agli iniziati nei mondi interiori. Questa è la parte crudele della Legge dell’Amore.Negoziare con i signori della Legge è possibile attraverso la meditazione: pregate, meditate e concentratevi in Anubis, il reggente più acclamato della buona legge.

Per l’indegno, tutte le porte sono chiuse meno una: quella del pentimento.
“Chiedete e vi sarà dato,bussate e vi sarà aperto”.
 Di Samael Aun Weor

Fraternità Universale Bianca

http://www.fuocosacro.com/pagine/appunti/Karmadharma.htm
Trad. di A. M. Centro Nirvana

________________________________

TIPI DI KARMA:

Karma individuale- è quello che dobbiamo pagare per le nostre azioni personali negative; sono come delle cambiali che devono essere pagate e cancellate
Karma familiare- quando all’interno di una famiglia tutte le persone hanno debiti con la legge karmica; in questo modo tutti soffrono e a loro volta fanno soffrire.
Karma collettivo- è il karma che può subire il quartiere di una città, un paese, o una nazione, come ad esempio un’epidemia o un’inondazione.
Karma mondiale-è il castigo e la sofferenza a livello mondiale.
Karma-saya- Sono i marchi astrali dovuti al coito di un uomo con diverse donne o di vari uomini con una donna.
karma-yoga- Con il saggio uso delle nostre correnti sessuali ci uniamo alla divinità (yoga=unione con Dio) e contemporaneamente cancelliamo il karmasaya.
Karma-duro-è un karma in azione. Quando questo karma si trova ad uno stadio avanzato di sviluppo,non si può più fermare, deve arrivare inevitabilmente sino alla fine,e la conclusione è sempre catastrofica.
Katanzia-è il karma superiore,il karma degli Dei; sta al di sopra dei Signori della Legge combatte con la bilancia.

- Chi ha del capitale con cui poter pagare, paga e nelle contrattazioni se la cava bene. Chi non ha da pagare, paga con il dolore. Fate buone azioni così potrete pagare i vostri debiti. (SamaelaunWeor)

————

Commento di Marco Bracci: “A conferma si veda il film Linea Mortale, in cui 5 studenti di medicina fanno un esperimento di ibernazione, per vedere cosa c’è dopo la morte. Tale pratica induce in loro delle “visioni”, che solo l’ateo, libero da qualsiasi pregiudizio religioso, capisce al volo e procede spedito verso la soluzione, il chiedere perdono alla ragazzina nera che, da bambini, aveva sempre preso in giro, causandole molto dolore. E, non ha caso, è lui che non subisce alcuna conseguenza dalla ibernazione e, sempre non a caso, è colui che conquista la bella ragazza, unica del gruppo, cui tutti facevano la corte. Per non parlare della brutta fine del “dongiovanni”, che invece perde l’unica ragazza, fra le innumerevoli che aveva avuto, che veramente ama, non avendo capito il messaggio delle sue visioni. La peggior sorte di tutte capita all’ideatore del progetto, che non vuole a nessun costo rendersi conto dei suoi errori di gioventù e ne subisce drammatiche conseguenze. Ed infine il perdono della ragazza verso se stessa e verso suo padre, che aveva visto suicidarsi, perché scoperto a drogarsi, e per il quale si era colpevolizzata per tutta la vita…”

………………………….

Integrazione di A. Devaraja Mudaliar: «Cosa ne è allora del libero arbitrio e della responsabilità individuale?».
Bhagavan spiegò: «L’unica libertà che si ha, è di lottare per acquisire quella Conoscenza (jñana), che permette di non identificarsi con il corpo. Anche se il corpo è oggetto del prarabdha, l’uomo è libero di identificarsi con il corpo ed aderire ai frutti delle azioni, oppure, di rimanere distaccato ed essere un semplice testimone delle attività».
Questo è un concetto che potrebbe essere di difficile accettazione perché stravolge ragionamenti molto diffusi, ma è esattamente l’essenza di quanto mi disse allora. Per questo aggiungo una sua citazione dal Thayumanavar: «Questo non deve essere insegnato a tutti, perché in molti casi, condurrebbe solo a discussioni infinite».
(Ramana Maharshi, Ricordi Vol. 1)

Commenti disabilitati

Roma, 21 novembre 2017 – Incontro all’aperto su Bankitalia, BCE, Obblighi Vaccinali, Big Pharma e grande finanza

Bankitalia, BCE, Obblighi Vaccinali, Big Pharma e grande finanza – Incontro all’aperto ed aperto a tutti.
21 novembre 2017, dalle ore 9 alle 13, in Piazza Santi Apostoli – Roma

Dettagli
Questo evento è stato reso possibile dell’azione congiunta e fattiva di molte associazioni sia registrate che spontanee, fra cui AlbaMediterranea, Inforquadri-Confederquadri e The Walk of Change che si sono occupate delle autorizzazione e delle preparazioni logistiche… ma poi anche il gruppo GLT (Genitori Liberi da Tutto) tra gli organizzatori attivi nell’aggregazione e nella partecipazione.

Questa è una manifestazione di denuncia contro il comportamento criptico e mistificatorio di Bankitalia in merito al mancato controllo delle banche commerciali… della Borsa e della B.C.E. sotto l’”ombrello” di copertura (simillegale) e protezione del T.U.B. e delle leggi fiscali… e soprattutto le apparentemente incredibili correlazioni con gli oltraggi compiuti dalle risultanze dell’obbligatorietà della vaccinazione e delle sottrazioni di diritti alle famiglie (sia figli, che genitori)… e le ormai chiare connivenze tra le banche italiane, la grande finanza internazionale, Big Farma, i vaccini e le malattie finte ed indotte, la politica collusa… etc., etc., etc…

ELENCO PROVVISORIO DEI RELATORI :

1) Dr. Arc. Massimo Anderlini;
2) Dr. Antonio Caracciolo professone univ. La Sapienza;
3) Umberto Bianchi scrittore, filosofo,politologo;
4) Avv. Leo Maria Galati;
5) Dr. Martina Marino psicologa;
6) “Dieguissimo” portavoce gruppo GLT (Genitori Liberi da Tutto);
7) Dr. Giuseppe Genovesi neuro psico immunologo;
8) Senatore Dr. Vincenzo D’Anna Presidente ordine biologi;
9) Dr. Luca Scantarburlo giornalista;
10) Dr. Ivano Spano sociologo;
11) Andrea Gioia portavoce di The Walk of Change;
12) Dr. Giorgio Vitali chimico farmaceutico;
13) Orazio Fergnani presidente AlbaMediterranea;

Post Scriptum

A disposizione delle mamme e papà coinvolti loro malgrado nella gigantesca infamia vaccinatoria, sarà disponibile una quota parte del tempo totale per poter condividere e coinvolgere tutta la folla dei partecipanti alle loro difficoltà dubbi, incertezze, domande, richieste di aiuto.

Infine… saranno raccolti fondi a favore della campagna per l’acquisto del microscopio per il professor Montanari e Gatti da parte dell’associazione “vita al microscopio”.

Commenti disabilitati

Vittorio Marinelli condivide con noi il suo programma ecologista per la Regione Lazio

Conosco Vittorio Marinelli da moltissimi anni, da quando egli ancora giovane studente universitario sbarcava il lunario friggendo crepes il fine settimana in una latteria di Calcata, vi parlo della fine degli anni ‘70 del secolo scorso. Poi spesso se ne scendeva al fiume Treja a fare il bagno e lì si chiacchierava assieme. Il Circolo vegetariano VV.TT: non era ancora nato ma dalla sua fondazione, nel 1984, egli fu un socio attivo. Assieme a Vittorio, che per altro è avvocato, abbiamo potuto portare avanti diverse battaglie in campo ecologista e delle libertà personali. Malgrado il Circolo si sia oggi trasferito a Treia, nelle Marche, la nostra frequentazione e collaborazione non si è mai interrotta. Leggendo il suo programma per la Regione Lazio, alla quale si è candidato consigliere per conto del M5S, rilevo che le sue proposte sono in perfetta linea con le nostre. Gli auguriamo pertanto che si trasformino in progetti concreti e che egli possa finalmente assumere un ruolo amministrativo che gli compete. Invitiamo i nostri sodali e simpatizzanti del Lazio a tenere in conto la mia raccomandazione: “Sostenete Vittorio Marinelli, come fossi io stesso!

Paolo D’Arpini, presidente del Circolo Vegetariano VV.TT.

……………….

Ed ecco il suo programma:

Vittorio Amedeo Marinelli – Attivista dal 2013 dell’XI Municipio, è stato referente del Tavolo mobilità comunale e dell’Intertavoli, ossia il gruppo di coordinamento tra i gruppi di lavoro formati dagli attivisti e che hanno collaborato fattivamente per la stesura del programma elettorale comunale.

E’ tra gli Avvocati che hanno scritturato la denuncia penale nei confronti di Laura Boldrini allorquando definì i visitatori del blog di Beppe Grillo “potenziali stupratori”. Ha, inoltre, predisposto alcune denunce in favore degli attivisti e portavoce municipali.

Ha svolto il servizio di leva quale Ufficiale di complemento presso l’Arma del Genio.

E’ promotore nonché presidente di EUROPEAN CONSUMERS, associazione, rete e federazione di persone e associazioni aventi interessi riconducibili alla tutela dei consumatori in senso ampio nonché alla salvaguardia di ambiente e di diritti civili.

EUROPEAN CONSUMERS divulga notizie e iniziative relative a: free energy ed ecocombustibili, antiplagio, in particolar modo contro santoni e maghi; lotta al sistema bancario e allo strapotere delle assicurazioni; libertà di pensiero; mobilità ecosostenibile e motociclismo; salute e medicina alternativa, alimentazione vegetariana non trascurando, seppure l’associazione strettamente razionalista, di dare spazio anche a iniziative indicative di un diverso rapporto tra l’uomo e il cosmo in senso olistico.

Particolare importanza riveste poi la rassegna quotidiana relativa ai problemi connessi all’uso di alcool, probabilmente tra le più importanti in Italia, e il monitoraggio sull’attività politica sia in ambito locale che in ambito nazionale.

Si è sempre attivato in tematiche e in associazioni di volontariato, iniziando dagli 11 anni a impegnarsi presso l’ASSTRAI-ASSOCIAZIONE SALVAGUARDIA E SVILUPPO TEVERE, TASIMENO E ALTRE ACQUE INTERNE, Associazione di protezione ambientale, fondata nel 1976 dal Prof. Marinello M. Marinelli per contribuire allo sviluppo del turismo eco-compatibile ed alla salvaguardia delle risorse idriche interne.

Ha svolto, contemporaneamente alla pratica legale, attività presso l’Ufficio Legale dell’Associazione di difesa dei Consumatori CODACONS, patrocinando cause di rilevanza nazionale, ampiamente pubblicizzate, quali la mancata obliterazione dei biglietti FS, le truffe per i telegiochi a premi, la censura per opere cinematografiche, il mancato inserimento dei profilattici, unico mezzo di profilassi valido contro l’AIDS, nel prontuario medico nazionale. E’ divenuto il Responsabile del Dipartimento Assicurazioni del medesimo sodalizio, per essere successivamente nominato Responsabile del Dipartimento Relazioni e Convegni e, da ultimo, all’età di 34 anni, Vicepresidente, nonché legale rappresentante, cariche rivestite fino al dicembre 2001 allorquando è uscito dall’Associazione per fondare European Consumers.

Ha svolto una copiosa attività convegnistica in tutta Italia, rilasciando diverse interviste ad emittenti televisive nazionali e locali, a quotidiani e settimanali, per la maggior parte riconducibile alle tematiche del settore assicurativo e del danno alla persona. Ha collaborato, relativamente al settore specifico, con diverse associazioni tra cui: ISVAP, ANIA, SIMLA, AICAP, ASSOCIAZIONE FAMILIARI VITTIME DELLA STRADA, FONDAZIONE LUIGI GUCCIONE.

E’ stato nominato dal Ministero delle Attività Produttive, con Deliberazione n. 27/01 del 12 settembre 2001, componente del Comitato Ristretto sull’RC Auto, dopo aver fatto parte del gruppo di lavoro che ha portato alla creazione del Protocollo d’intesa con l’ANIA ed aver collaborato alla stesura della Legge 5 marzo 2001, n. 57, proponendo, in tale ambito, tra le varie, lo scarico sistematico su internet dei profili tariffari.

Ha partecipato a diverse riunioni consultive della Commissione X della Camera dei Deputati, fornendo inoltre diversi contributi per la stesura di Progetti di Legge.

E’ stato vice presidente del CM COORDINAMENTO MOTOCICLISTI, associazione per la quale ha patrocinato innanzi alla Corte di Cassazione, il ricorso contro l’equiparazione del costo dei pedaggi delle motociclette al costo dei pedaggi delle moto.

E’ stato componente dell’Osservatorio sulla Giustizia del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma, organo che si occupa anche dei rapporti con le istituzioni parlamentari. E’ membro del comitato scientifico dell’Accademia Forense nonché componente della commissione Responsabilità civile dell’OUA Organismo Unitario dell’Avvocatura. E’ stato tre volte delegato al Congresso Nazionale Forense per conto dell’Avvocatura Romana.

E’ stato per pochi mesi Direttore dell’Osservatorio Europeo sulla Legalità e la questione Morale, Associazione internazionale no-profit che opera per promuovere e difendere la cultura della Legalità e denunciare la corruzione della Pubblica Amministrazione.

Usa in città bicicletta oppure scooter mentre da oltre 20 anni utilizza solo autoveicoli a GPL o a metano.

Ha partecipato a diverse edizioni della discesa internazionale del Tevere in canoa avendo partecipato anche al direttivo della DIT, ossia l’associazione organizzatrice dell’evento amatoriale.

Corre poco più di 10 chilometri al giorno, a volte anche sei volte alla settimana

Idee in aggiunta al programma del MoVimento 5 Stelle al cui rispetto mi impegno formalmente e sempre che lo stesso non sia in contrasto con punti del programma del movimento nel qual caso prevale ovviamente quello del movimento

L’impegno che assumo per la regione è l’elaborazione di un metodo di lavoro che preveda un coinvolgimento effettivo degli attivisti nella gestione della cosa pubblica.
Questo in quanto non servono mappe dove condurre il nostro cammino ma bussole dove orientare lo stesso.
Nell’era storica nella quale viviamo, i cambiamenti avvengono a una velocità tale per la quale serve estrema flessibilità. Per questo abbiamo bisogno di attivisti, come anche noi siamo, che indichino il Nord verso il quale dobbiamo dirigere il nostro agire.

In questa ottica, la tutela dell’ambiente è una priorità assoluta, essendo una di quelle 5 stelle formanti il simbolo del Movimento, e qualsiasi politica del e sul territorio deve avere quale presupposto preminente la valutazione dell’impatto ambientale che la stessa determina.

Valorizzazione delle aree verdi, dei parchi. Creazione di parchi giochi per bambini perché uno dei parametri che valuta la civiltà di un luogo, è il rispetto che si ha in esso nei confronti dei bambini e dei più deboli.
In questa direzione, una politica di sviluppo regionale deve avvenire in funzione della sperimentazione delle energie rinnovabili e dei sistemi ad alta efficienza. E’ sottinteso il richiamo alle Free Energy o come le si voglia chiamare. Roma e il Lazio, anche in questo campo, devono divenire un laboratorio di sperimentazione che travalichi illimitati limiti nazionali per iniziare un discorso sinergico tra le realtà che, in diversi paesi, anche extraeuropei stanno lavorando in contemporanea su gli stessi temi e progetti. Questo al fine di liberare il nostro pianeta dalla dipendenza del petrolio e da altri combustibili fossili. Effettiva raccolta differenziata e stop alle discariche. Applicazione di una sovrattassa regionale sulle produzioni inquinanti e successivo bando al commercio. Etichettatura di rispetto ambientale e recupero dell’Ecolabel.

Bioarchitettura e stop al consumo del suolo. Recupero dei borghi e dell’esistente.
Non solo i cittadini di Roma ma anche quelli del Lazio e di pressoché tutte le regioni italiane sono stati privati della possibilità di una mobilità. Bisogna far sì che quest’ultima ritorni e sia effettivamente tale e sia, soprattutto, sostenibile. Occorre bloccare qualsiasi speculazione e favorire, invece, in tutti i modi, un trasporto pubblico che sia effettivamente degno di tale nome. Il trasporto pubblico deve divenire priorità assoluta in qualsiasi politica dei trasporti con l’adozione di provvedimenti anche innovativi, con un ascolto continuo della popolazione. A esempio, permettere la notte il libero transito sulle corsie riservate ai mezzi pubblici incrementando sia le prime che questi; pensare a un senso unico alternato sulla Via Ostiense e sulla Via del Mare la mattina in direzione Roma e la sera verso Ostia. Rilanciare ancora più il tram come mezzo pubblico ottimale.

Recupero delle ferrovie laziali dismesse ossia ritorno a un passato neanche troppo remoto quando i residenti nelle province laziali potevano giungere a Roma senza intasare le consolari. Potenziamento delle ferrovie esistenti.

Sperimentazione di nuove forme di mobilità tra cui anche le tanto vituperate funivie che, invece, sono realtà in altri paesi anche europei.

Favorire al massimo la condivisione in un’economia di sharing Economy.

In ambito cittadino favorire in tutti i modi possibili la bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico e che trasformi il percorso casa lavoro anche in un momento ludico oltre che ginnico.
In questa ottica, applicare modelli già adottati in altre Città d’Europa e anche d’Italia in relazione al bikesharing in modo da trasformare le strade cittadine in piste ciclabili invase dalle bici e dove l’automobile sia un’intrusa.
Diversificazione del costo del pedaggio in funzione dell’importanza del luogo ove lo stesso è collocato. Creazione di parcheggi per moto e ciclomotori permettendo in siffatta maniera di porre termine al parcheggio selvaggio sui marciapiedi.

Creazione del biglietto dell’autobus al costo di 50 centesimi o anche meno, per favorire i mini spostamenti. Sperimentazione di forme di trasporto gratuito.
Effettiva possibilità di connessione alla rete da parte della cittadinanza con la sperimentazione di mezzi di trasmissione a basso impatto ambientale di ridurre al massimo l’inquinamento da elettrosmog favorendo politiche di roaming nazionale impedendo in tale maniera il bombardamento di onde elettromagnetiche alle quali noi tutti siamo soggetti.

Favorire in tutti i modi possibili il risparmio idrico determinando la riduzione del saccheggio sistematico dei fiumi con rispetto del minimo deflusso ecologico.

Lotta senza confine alla burocrazia, al malaffare e all’illegalità negli uffici pubblici.

Creazione del retake della Pubblica Amministrazione che consenta ai cittadini di poter collaborare negli uffici pubblici nella conduzione degli stessi, sostituendosi agli impiegati fannulloni o disonesti.
Massima trasparenza dei processi decisionali.

Creazione di un ufficio legale della Regione ove possano far pratica legale i neolaureati in giurisprudenza e che permettano ai consumatori di aver assistenza legale in questioni consumeristiche.

Campagne di sensibilizzazione sull’esigenza da parte della popolazione di adozione di stili di vita più sani. Equiparazione tra medicina ufficiale e cosiddetta medicina alternativa. Valorizzazione dieta mediterranea, vegetariana, vegana o comunque a basso consumo di carne e pesce. Valorizzazione delle produzioni biologiche con la creazione di appositi marchi regionali e con obbligo da parte degli uffici pubblici che abbiano la ristorazione quali servizi ai lavoratori, di approvvigionamento alle risorse locali.
Valorizzazione del turismo con la creazione di un portale regionale che sia in competizione con il monopolio di booking e di airbnb e che consenta agli operatori turistici di abbassare i costi e ai turisti di risparmiare.

Potenziamento dei circuiti turistici nel Lazio.

Politica in favore degli animali in genere e d’affezione in particolare, con esplicitazione delle attività nel campo della lotta al randagismo, delle sterilizzazioni, di gestione dei canili comunali o con i comuni convenzionati, della possibilità di detrazione delle spese veterinarie creando una “mutua veterinaria”.

Vittorio Amedeo Marinelli – Cell. 348.1317487

P.S. Questo è il video autoprodotto di presentazione. Il mio programma è chiaramente il programma del Movimento al quale vorrei contribuire, in futuro, anche con le mie idee e proposte: https://www.facebook.com/vittoriomarinelli/videos/vb.1496774482/10214277821248226/?type=2&theater

……………………..

Articoli di e con Vittorio Marinelli: https://www.google.it/search?q=vittorio+marinelli++paolo+d%27arpini&client=gmail&rls=aso&authuser=0&dcr=0&source=lnms&sa=X&sqi=2&pjf=1&ved=0ahUKEwiKsZ3SreHWAhUIC8AKHTSYD_0Q_AUICSgA&biw=1280&bih=629&dpr=1

Commenti disabilitati

Nuovo disegno di Legge PD per “donazione di organi presunta” – Peggio del “silenzio-assenso”…

Il Disegno di legge (DDL) n. 2751 “Modifiche alla disciplina relativa alla donazione di organi e tessuti” (L. 91/99) è stato presentato il 16.03.2017 dai Senatori di Alternativa Popolare (ex NCD) che fa capo ad Alfano, Lorenzin, Costa, Formigoni, Lupi, Cicchito… propone l’abrogazione del comma 2. e parte del comma 4.b) dell’Art. 4 della L. 91/99. Primo firmatario Sen. Marcello Gualdani (funzionario della regione di Sicilia).

Detto comma 2. recita: “I soggetti cui non sia stata notificata la richiesta di manifestazione della propria volontà in ordine alla donazione di organi e di tessuti, secondo le modalità indicate con il Decreto del Ministro della sanità di cui all’art. 5 comma 1., sono considerati NON donatori”.

In altre parole il comma 2. considera non donatore chi non ha ricevuto dall’ASL la notifica di richiesta di manifestazione della propria volontà “secondo modalità da garantire l’effettiva conoscenza della richiesta da parte di ciascun assistito”. E al comma 4.b) considera donatore chi avendola ricevuta non abbia espresso alcuna volontà: il cosiddetto silenzio-assenso non praticato in quanto tale Decreto Ministeriale non fu mai emesso. Quindi a rigori, al presente, siamo tutti NON donatori regolarmente ingannati dalla inattività della pubblica amministrazione.

L’abrogazione del comma 2. e parte del comma 4.b) dell’Art 4) è una furbizia da malviventi perché renderebbe donatori tutti coloro che non hanno espresso alcuna volontà e non sono inseriti nel Sistema Informativo dei Trapianti, salvo che si presenti una dichiarazione autografa di opposizione entro i tempi di accertamento della cosiddetta “morte cerebrale” (6 ore). Inoltre tale DDL introdurrebbe la dichiarazione di volontà con modalità telematiche agganciandosi ancora una volta al Decreto fasullo e temporaneo “8 Aprile 2000” della Bindi, che non ha nulla a che vedere col Decreto attuativo previsto all’art. 5 della legge 91/99. La “donazione presunta” è peggio del “silenzio-assenso” perché introduce un automatismo che è più difficile da contrastare.

Mentre la canea propagandistica delle associazioni interessate ai trapianti su attivazione del Governo è sguinzagliata in ogni comune e lautamente finanziata, le autorità del Parlamento cripticamente agiscono contro i cittadini onesti e ignari che ancora si fidano delle autorità politiche e sanitarie. La Ministra Lorenzin, al pari dei precedenti Ministri della salute inadempienti che si sono succeduti dal 1999 ad oggi, merita l’interdizione perpetua dall’esercizio della professione di ministro per non sapere tenere a bada gli intrallazzi delle lobby trapiantistiche parlamentari.

Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente
http://www.antipredazione.org/

Presidente
Nerina Negrello

Commenti disabilitati