Risultato della ricerca:

Resoconto della Notte senza Tempo 2017/2018 – “Siamo ancora vivi!”

category Lunario Paolo D'Arpini 1 gennaio 2018

La mattina del 1 gennaio 2018, verso le ore 9.30, dopo due caffè e un cappuccino veloci assieme all’amica Adriana, che se ne tornava a Bologna, Paolo mi ha detto: “Beh, ieri notte è andato tutto benissimo, non sono neanche morto!”. Si parlava così perché il tempo oggi è gelido e grigio e piovoso, secondo me minaccia neve, mentre ieri sera era persino tiepido…. si questa era la sensazione, anche perché la cara Maria B. ci aveva condotto a fare una passeggiata notturna bellissima ma che, almeno all’andata, era quasi tutta in salita, e Paolo, un po’ per l’età, un po’ perché ormai disabituato, un po’ forse per la pancia piena, faceva alquanto fatica e procedeva lentamente arrancando col fiatone…

Comunque direi che la Notte senza Tempo di quest’anno è stata una serata veramente magica…. Eravamo in 11: oltre a me e Paolo, i padroni di casa Maria e Tiziano (eravamo nella loro bella casa di Rocca Malatina) Giuseppe dalla Toscana, Giuseppe da Vignola, Maria M., Monica e Roberto, Margherita e una cara vecchia amica di Bologna che non vedevo da anni, ma alla quale voglio molto bene, Adriana.

Paolo subito dopo l’inizio del pasto, ha cominciato a dare le dritte sulle “cose” da fare: bigliettini di un tipo, bigliettini di un altro con chiarimenti e fraintendimenti vari.

Il pasto è stato abbondante e completo, variegato composto da tutte le pietanze vegetariane da ognuno portate: polenta con le lenticchie, frittatona con le uova di galline felici con verdura, purè, foglie di senape bollite, insalata di finocchi, arance, olive e pepe, noci, panone e crostata alla marmellata di arancia, acqua frizzante (idrolitina), vini vari, succo di mela, tisana…
I pensierini di buon auspicio sono stati anche questi vari e tutti densi di significato (segue trascrizione).

Subito dopo cena, siamo partiti per la passeggiata: da casa di Maria, su per Casa Rastelli e poi su su ancora fino alla chiesa che sta proprio di fronte ai Sassi di Rocca Malatina, dopo il Ristorante il Faro, che strideva per la sua immagine rumorosa di festa “tradizionale” con cenone, musica, balli, luci e glamour, a confronto col silenzio dell’ambiente naturale che ci ospitava durante la nostra escursione nel bosco, disturbata solo da qualche nostra voce, dal rumore dei passi sulle foglie e dal ronzio della torcia a dinamo di Maria B.

C’era la luna quasi piena ed anche se era un po’ velata, illuminava quasi a sufficienza il nostro cammino. Speriamo che quella luce guidi i nostri passi anche nella vita, nei giorni a venire!

Al ritorno Maria B. ci ha fatto una sorpresa (che era stata preannunciata). Durante la passeggiata mi ha chiesto se mi aspettavo qualcosa, le ho risposto che no, non ci avevo neanche pensato ma, visto che me lo chiedeva, potevo immaginare che volesse fare una delle sue condivisioni ad esempio chiedendo la prima cosa che avremmo voluto fare nell’anno nuovo. Lei ha sorriso. A casa ci ha detto che aveva bisogno di 10 minuti ed è scomparsa…. dopo 10 minuti circa abbiamo sentito bussare alla porta ed è entrata una Befana in piena regola, col nasone e un sacco di iuta pieno di suoi oggetti personali e un sacco più piccolo contenente dei regalini per ciascuno di noi, che ci ha consegnato uno ad uno, sottolineando le nostre “caratteristiche migliori”: chi cura gli animali, chi scrive per informare gli altri, chi cura i bambini, chi disegna donne un po’ discinte, chi coltiva gli ulivi, chi alleva galline felici, ecc. Sotto i panni della Befana, la nostra cara Maria, inimitabile!

Ma era già circa l’una, ci aspettava il viaggio di ritorno, baci abbracci e ancora auguri e giù siamo tornati alle nostre case, pieni di belle emozioni, arricchiti per cominciare l’anno nuovo in gioia e amore.

Caterina Regazzi

Pensierini di buon augurio scritti dai presenti.

“Auguro di stare sempre in armonia con sè stessi, con gli altri, con l’ambiente e che questa armonia si propaghi come un’onda nel mare dell’infinito”

“Per me è sufficiente che il 2018 si diverso dal 2017”

“Buoni pensieri per tutti noi. Vi e mi auguro di riuscire nei vostri intendimenti. Viaggi pieni di scoperte e paesaggi fatati. Persone allegre e piene di voglia di vivere. Tranquillità. Salute e tanto amore”

“Buoni auspici per tutti noi. Che si mantenga il desiderio di passare insieme tante esperienze costruendo con creatività la vita della nostra comunità. Avanti o popolo…..”

“Un pensiero un sentimento, un lavoro un cambiamento, un sorriso un impegno, della vita mi sento degno”

“Buoni pensieri. Auspico che tutte le persone che incontreremo siano in armonia con sè stesse e con l’ambiente naturale”

“Brutto e bello si uniscono. Attenzione ai pensieri”

“Pensiero positivo. Posalo e pesalo e lascialo decantare finchè sia depurato da ogni egoismo. Ciò che è buono per ognuno è positivo”

“Auguro a tutti e a me stesso le migliori occasioni sia materiali che spirituali.”

“Titolo: “Buoni auspici e propositi per tutti. Libertà e partecipazione. Libertà e partecipazione. Stringere amicizie profonde e spirituali. Incontrare il proprio nemico.”

“31.12.2017. Dall’inizio dell’anno fino ad oggi ho ricevuto immensi doni dalla vita. Ve ne elenco alcuni. Sono grata al mio corpo per avermi permesso di fare lunghe passeggiate nei boschi, quando non tutti possono farlo. Grazie per essere stata attiva dentro e fuori casa, gestendo il tempo secondo il mio ritmo di vita, mentre in tanti corrono sempre avendo orari rigidi da rispettare. Lavorando sulle mie relazioni sono stata premiata sentendomi arricchita nello spirito e avendo compreso che tutti possono raggiungere questo stato di benessere se lo scelgono. La lista sarebbe molto lunga. Il mio intento per l’anno a venire è quello di mantenere questa consapevolezza apprezzando tutto quello che ho, augurando al mio prossimo di riuscire a fare la stessa cosa. Anima in cammino”

Album fotografico:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10214132728582683&set=a.10214132808864690&type=3&theater

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Adda passà ‘a nuttata, la nuova missione bioregionale, per un nuovo anno senza sprechi, epifania per gli animali, nanoplastiche ovunque, telefonia e controllo delle masse, vedere verde…

Il Giornaletto di Saul del 1 gennaio 2018 – Adda passà ‘a nuttata, la nuova missione bioregionale, per un nuovo anno senza sprechi, epifania per gli animali, nanoplastiche ovunque, telefonia e controllo delle masse, vedere verde…

Care, cari, ha da passà ‘a nuttata, diceva il grande Edoardo De Filippo, ed anche questa Notte senza Tempo è passata… Domani è Luna Piena e vi racconteremo le avventure che abbiamo vissuto, ricordando tutti voi che ci avete seguito con il pensiero e coloro che erano presenti: Tiziano, Maria B., Maria M., Caterina, Paolo, Margherita, Adriana, Giuseppe, Peppino, Roberto, Monica…

La nuova missione bioregionale – Scrve Leonardo Boff: “…il compito-base del bioregionalismo e di far sì che gli abitanti capiscano l’importanza di valorizzare il luogo in cui vivono. Occorre far loro conoscere i tipi di suoli, di foreste, di animali, di sorgenti d’acqua, la direzione dei venti, climi e microclimi, i cicli delle stagioni, quello che la natura può offrirci in fatto di paesaggi, alimentazione, beni e servizi per noi e per tutta la comunità di vita. È necessario inserire le persone nella cultura locale, nelle strutture sociali, urbane e rurali, imparando dalle figure esemplari della storia locale. Insomma, sentirsi figlio e figlia della Terra. È nella bioregione che la sostenibilità si fa reale…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/12/leonardo-boff-bioregionalismo-un-seme.html

Sopravvivenza estrema e preparedness – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2017/12/preparedness-consigli-per-sopravvivere.html -: ”Non vorrei deludere chi ha proposto la soluzione del preparare la sopravvivenza, ma sicuramente non saranno i bunker e le provviste di cibo a salvare chi se li procurerà. La Terra sta subendo e subirà sempre più un innalzamento di energia, che farà sì che solo chi è in grado di sopportarla spiritualmente potrà continuare a vivere su di essa. E nemmeno tutti quelli che si sono elevati lo potranno fare, dato che c’è sempre il karma a fare da guardiano e a indirizzare la vita di ogni essere umano…”

Per un nuovo anno senza sprechi – Scrive Aldo Nardini: “Siamo nel periodo delle principali festività dell’anno, quelle connesse al solstizio invernale, all’arrivo del nuovo anno ed all’epifania, promettono opulenza e una parvenza di felicità. Sono ricche di luci dagli sfolgoranti colori, di tavole imbandite, di molti regali, di fuochi d’artificio. Promesse che ci arrivano dalle copertine patinate delle riviste, dalle vetrine dei negozi e dagli schermi dei nostri televisori. Queste feste così variegate, con una felicità tanto ostentata, sovente sembrano un invito mascherato agli acquisti che nasconde tuttavia qualche insidia e pericolo che potrebbero trasformare i desideri in incubi. Dai rischi dei fuochi d’artificio e dei pranzi abbondanti, ai giocattoli pericolosi e al pericolo del gioco d’azzardo, allo stress legato alle festività…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/12/31/per-un-nuovo-anno-senza-sprechi-consigli-per-una-decrescita-ragionata/

Auguri ricevuti per email – Scrive Adriano Colafrancesco: “Ciao Paolo, auguri sinceri e vivi a te, Caterina e a tutti gli amici del “circolo vegetariano”. Auguri ma anche, e di più, grazie, per il tuo quotidiano nobilissimo impegno. Al prossimo anno e un caloroso abbraccio” – Scrive Michele Rallo: “Con i migliori auguri per un Nuovo Anno che possa segnare la riscossa dei Popoli e delle Nazioni contro la tirannia della globalizzazione” – Scrive Claudio M. Doria: “Un augurio vigoroso ed inusuale, quasi “bestiale” – https://mail.google.com/mail/u/0/#inbox/160ae00e9151e810?projector=1” – Scrive Marco Bracci: “Buon 2018, Giornaletto! AUGURI te e a tutti i tuoi lettori e a chi ti gestisce lunga vita (in compagnia ovviamente)..”

Spilamberto. Befana degli Animali del Circolo Vegetariano VV.TT. – Anche quest’anno, il 6 gennaio 2018, chiediamo a tutti i nostri amici e conoscenti che amano gli animali di portare gli avanzi alimentari delle feste natalizie in modo da utilizzarli come doni per le bestiole selvatiche. Alle ore 17 precise scendiamo al fiume Panaro, muniti di saccocce piene di pan secco ed altre vettovaglie, e depositiamo questi alimenti in vari angoli del bosco ed anche nel fiume per nutrire i pesci. Compiuto questo semplice rito ritorniamo a casa di Caterina (intorno alle 18) dove staremo in allegria con canto di mantra e condivisione di prasad… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/12/31/spilamberto-6-gennaio-2018-befana-degli-animali-del-circolo-vegetariano-vv-tt/

Nota: Nutrire i deboli e vestire gli ignudi è anche parte della morale cristiana. Tra l’altro la tradizione dell’Epifania è nata proprio con lo scopo di alleviare le difficoltà dei bambini nel periodo più freddo dell’anno, facendo loro doni ricchi e calorici, in forma di frutta secca, dolci, frutta, etc. quindi ritengo che questa tradizione della Befana, dedicata sia agli animali che ai bambini, vada continuata…

Nanoplastiche. Ricerca sulle microfibre – Scrive Giorgio Giannini: “Le microfibre di plastica mostrano il loro lato più preoccupante: la degradazione meccanica produce delle microfibre ancora più piccole. Noi possiamo apprezzarle fino ad una frazione di micron, poi entriamo nel campo nanometrico ed il nostro strumento non è più capace di rilevarle! Non sappiamo vederle e contarle e non possiamo fare più scienza…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/12/nanoplastiche-la-ricerca-di-giorgio.html

Fregatura consumista – Scrive Serenella Sortino: “Al supermercato prima fregatura per il nuovo anno: bioshopper per frutta e verdura a pagamento dal 1° gennaio 2018. Vietato portare da casa i sacchetti. In una nota di chiarimento inviata alla Gdo il ministero dell’Ambiente ha infatti chiarito che l’obbligo di pagare i sacchetti sarà accompagnato dal divieto di riutilizzo delle buste biodegradabili per ragioni igieniche. Un divieto che sembra (e non solo sembra) un po’ in contrasto con la finalità del contenimento dell’uso di sacchetti in plastica.”

Telefonia mobile e controllo delle masse – Scrive Steven J. Smith: “Sin dagli albori della civiltà, i governi hanno cercato mezzi per manipolare i pensieri e le percezioni dei loro cittadini. Anche i governi democratici utilizzano le tecniche di pubbliche relazioni, spin doctor, e conferenze stampa, per modellare le percezioni e le opinioni dell’opinione pubblica. La ragione di questa enfasi sul pensiero umano e la gestione percettiva è piuttosto semplice. Poiché la cittadinanza è un numero sempre maggiore di chi esercita l’autorità è fondamentale che le persone siano soddisfatte della loro leadership, o almeno credano che nessuna alternativa migliore sia disponibile…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2010/12/steven-j-smith-la-telefonia-mobile-e-la.html

Commento di Aramires Araras: “Il problema è che anche gli intellettuali vengono tenuti in piedi dal sistema, che li utilizza sapientemente (anche come valvola di sfogo) perché fanno discorsi evidenti a tutti e che molti non sanno esprimere con la stessa lucidità. A questi problemi però tali signori non hanno nulla da contrapporre: la loro è una critica sterile e astratta, quindi innocua e per di più funzionale al sistema che in tal modo cerca di frenare l’emorragia della sua credibilità…”

Vedere Verde – Scrive Felix D’Arpini: “Verde… vedere… Verde vedere. Praterie in Irlanda mosse dal vento, foreste in Brasile. Il verde dei più bei occhi nella memoria. Acque verdi di mari senza un nome. Verdura fresca, salata e inasprita da un limone anche lui verde. Inverdito di muschio il muro che pochi anni fa è stato eretto.  Il verde di un daltonico che nel rosso vede il verde e nel sangue linfa, che osserva aurore in ogni tramonto o alba. Il verde immaginato da un bambino eschimese che non lo ha mai veduto…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/12/vedere-verde-il-discorso-di-fine-anno.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Tra vent’anni sarai più dispiaciuto per le cose che non hai fatto che per quelle che hai fatto. Quindi sciogli gli ormeggi, naviga lontano dal porto sicuro. Cattura i venti dell’opportunità nelle tue vele. Esplora. Sogna. Scopri.” (Mark Twain)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Protocollo d’Intesa di Lorenzin e FNS, previsioni poco rassicuranti, basta coi botti, neopaganesimo, spiritualità senza dogmi, migranti: soluzione finale, in attesa del nuovo governo “tandem”…

Il Giornaletto di Saul del 29 dicembre 2017 – Protocollo d’Intesa di Lorenzin e FNS, previsioni poco rassicuranti, basta coi botti, neopaganesimo, spiritualità senza dogmi, migranti: soluzione finale, in attesa del nuovo governo “tandem”…

Care, cari, il Ministro Beatrice Lorenzin, per il Ministero della Salute, e il dr. Raffaele Lorusso, della Federazione Nazionale della Stampa, il 18 dicembre 2017 hanno firmato un “Protocollo d’Intesa”. All’art. 2 del medesimo è scritto: Atteso che la veicolazione di corrette informazioni in un ambito così delicato come la salute riveste una grande importanza, l’obbiettivo dei corsi formativi è, di comune intesa, quello di fornire ai giornalisti conoscenze in ambito sanitario provenienti da fonte istituzionale autorevole e indipendente, al fine di fornire ai cittadini un’informazione corretta e scientificamente validata, contrastando il fenomeno della disinformazione e delle fake news circolanti… (Paola Botta Beltramo)… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/12/28/sul-protocollo-dintesa-del-ministero-della-salute-e-federazione-nazionale-della-stampa/

Commento di Adriano Colafrancesco: “… il Regime va avanti con il suo ruolino di marcia. Quante anime dovranno ancora essere sacrificate sopra l’altare di una scienza medica (non democratica e gestita dalle industrie chimiche), prima che si comprendano i crimini che si stanno perpetrando?”

Previsioni poco rassicuranti (se si va avanti così…) – In base alle statistiche degli ultimi 50 anni il prof. Reiss fa delle previsioni per coloro che nascono dopo l’anno 2000: – il 40% delle persone saranno affette da diabete; – nel 2050, a tutti gli uomini sarà diagnosticato un tumore alla prostata; – una donna su 4 avrà il tumore al seno; - nel 2020 la concentrazione di spermatozoi sarà diminuita; – nel 2085 sarà azzerata la fertilità maschile. La soluzione? Cibo biologico bioregionale…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/12/malattie-in-aumento-la-soluzione-cibo.html

Integrazione di Caterina Regazzi: “Sono veterinaria e mi occupo principalmente di allevamenti di animali tenuti per la produzione di alimenti di origine animale. L’alimentazione, nell’ambito della RBI è sempre stato un argomento molto dibattuto e con opinioni diverse, come è giusto che sia: su questa Terra è impensabile che tutti abbiamo lo stesso sentire nei riguardi delle diverse componenti…” – Continua in calce al link soprastante

Basta con i botti – Sono sempre di più i sindaci delle città che cercano di contrastare i botti di capodanno, con apposite ordinanze che bandiscono questa pericolosa usanza, per privilegiare la sicurezza della città e dare un chiaro segnale di attenzione verso la salute collettiva degli uomini e degli animali. Nelle Marche il buon esempio viene dal sindaco di Macerata, Romano Carancini, che ha dato un segno di civiltà con la delibera che proibisce i botti di fine d’anno. Indipendentemente da quel che stabiliscono le amministrazioni locali cominciamo da noi stessi a prendere coscienza di questo “male”. Rinunciamo a questo inutile e rumoroso e dannoso spettacolo… – Continua: https://auser-treia.blogspot.it/2017/12/basta-botti-venefici-di-fine-danno.html

Commento di Franca Oberti: “Se vogliamo che qualcosa cambi in questo mondo, possiamo cominciare ad evitare quelle finte, consumistiche e dispendiose guerre di fine anno. Uno spreco incredibile, migliaia di euro in fumo per il gusto di sentir sparare i botti malefici…. gli animali, che sono più furbi degli uomini, l’hanno capito da un pezzo…”

Treia. Consiglio comunale di fine d’anno – Scrive Comune di Treia: “Si rende noto che è convocato il CONSIGLIO COMUNALE per il giorno venerdì 29 dicembre 2017, alle ore 16:30, in SEDUTA pubblica, presso l’Aula Multimediale in via Cavour, n. 29, Treia, per la trattazione del seguente ORDINE DEL GIORNO…” – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/12/treia-consiglio-comunale-del-29.html

Mio commentino: “Purtroppo stavolta non potrò essere presente, mi auguro che qualche cittadino voglia assistere al Consiglio e riportare notizie in merito…”

Neopaganesimo – La rivalutazione del neopaganesimo, o delle religioni sciamaniche dei popoli nativi, è una delle caratteristiche portanti del filone bioregionale. Spesso, durante le feste da noi organizzate, soprattutto quelle in concomitanza con i solstizi o gli equinozi o per la luna piena e nuova, alcuni adepti “neo-pagani” vengono a condividere il nostro spirito ed oltre alle cerimonie già da noi predisposte aggiungono riti diversi ed offerte alle divinità della natura e fate dei boschi. Io li lascio fare perché in fondo il riconoscere la sacralità della natura in tutte le sue forme è uno degli aspetti della spiritualità laica e dell’ecologia profonda… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/12/neo-paganesimo-sciamanesimo-e-animismo.html

Torino. Noi siamo con la Vita – Scrive Interdipendence: “Due anni e mezzo fa si formò a Torino un movimento spontaneo per testimoniare la solidarietà con le vittime della violenza in atto in varie parti del mondo, soprattutto di quella che si ammanta di motivazioni religiose. Così anche per il primo gennaio del 2018 il movimento Interdipendece ha convocato a Torino una giornata per la pace. La parola d’ordine per quest’anno è: Noi siamo con la vita. Info: ctorrero@interdependence.eu”

Spiritualità senza dogmi – La spiritualità laica non può essere un “atteggiamento” od il risultato di un conformarsi alle norme scritte da qualcuno, spiritualità laica è semplicemente essere consapevolmente quello che si è, senza vergogna e senza modelli di sorta. Perciò il Guru, ovvero la capacità di apprendere ed insegnare attraverso la vita quotidiana, in termini spirituali laici, è la capacità intrinseca di riconoscere quella “verità” in tutto ciò che noi manifestiamo o che a noi si manifesta. Il Guru non è una persona, quindi, o perlomeno non soltanto una persona visto che comunque può manifestarsi in ogni forma, bensì l’intelligenza illuminate che ci libera dalle sovrastrutture mentali e dalle finzioni religiose o morali. A questo proposito vorrei raccontare una mia personale esperienza esemplificativa… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/12/27/la-via-di-mezzo-della-spiritualita-laica-appresa-camminando-verso-il-tempio-di-bagawan-nityananda-di-ganeshpuri/

Viterbo. C’era una volta – Scrive Antonello Ricci: “Natale con Galiana e Frisigello! Spettacolo di piazza per grandi e piccini, animazione con giochi, in Piazza del Comune di Viterbo, il 29 dicembre dalle ore 17.00 (In caso di maltempo l’iniziativa si terrà sotto i portici di palazzo dei Priori). Info: antonello.ricci.viterbo@gmail.com”

Migranti. Una soluzione – Scrive Olivier Turquet: “… per far cessare i profughi basta applicare le Convenzioni dell’ONU sulla libera circolazione delle persone. Un diritto umano è un diritto umano, non sono previste deroghe. L’umanità è una, si manifesta in tanti modi apparentemente diversi ma nel fondo chiunque sa benissimo che le divisioni sono illusioni. Per favore non andiamo dietro alla moda del “tutti contro tutti”! Mettiamo l’accento su quello che unisce e sicuramente vivremo meglio…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/12/28/migranti-una-soluzione-universale/

Mia rispostina: “…una soluzione universale richiederebbe una attuazione universale. Puoi segnalarmi una solo nazione al mondo che non ponga limiti alla libera circolazione, non richiedendo passaporti, visti e permessi di soggiorno? Persino la nazione più spirituale del pianeta, l’India, non ammette questa possibilità. Un conto è l’idealismo teorico un altro la realtà dei fatti. Non siamo “tutti contro tutti” siamo “paritetici”, questo è il mondo in cui viviamo…” – Continua in calce al link segnalato

Commento di Vincenzo Zamboni: “È la prima volta nella storia moderna che vediamo un esercito impiegato per agevolare una invasione straniera. Nella storia antica già accadde con l’imperatore Valente Flavio, che fece entrare i Goti. La vicenda si concluse con il massacro di Adrianopoli, due terzi dell’esercito romano sterminato, imperatore incluso…” – Continua in calce al link sopra segnalato

2018. In attesa del nuovo governo “tandem” – Scrive Mauro Bertamè: “Via che si entra in piena campagna elettorale. Però i risultati già a ottobre erano noti: si formerà un governo tandem che avrà il compito sostanziale di evitare la svendita totale dell’Italia, di proteggerla da una Troika devastante, un tandem che potrebbe permettere “attraverso un potere bi-polare” una minore svendita. Le elezioni ormai sono state pianificate, si sono accontenti pensionati e statali = voto assicurato. La stessa legge elettorale indicava che il potere sarebbe stato bi-polare. L’ennesimo calcio al barattolo: di quello ormai si campa. Però il contentino statali-pensionati è stato un filo eccessivo, quindi è possibile che per evitare l’iva al 25% dovremo prenderci carico di nuove tasse. Cosa possono colpire?…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/12/2018-buon-anno-nuovo-in-attesa-del.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

Musica bioregionale.
Se ci sono dodici mele quante sono le mele rosse?
Sono andato cosi avanti che sono rimasto indietro ora poco posso
fermarmi ad aspettare
o a farmi aspettare difficile spiegare!
mi sento come un’edera
senza un albero a cui aggrapparsi
cosi rimango un po sospeso nel vuoto
un po’ fermo al suolo in cerca di un sostegno potrei mettere annuncio:
cercasi quercia disperatamente!
Se fossi una vite basterebbe
una canna come sostegno
infatti modo di dire è
canna mantieni la vite
vite mantieni la canna
due strutture deboli
che assieme formano
una struttura forte”
(Ferdinando Renzetti”

……………………………

“Quando Cerchi l’Amore, con Tutto il Tuo Cuore. Troverai i suoi Echi nell’Universo.” (Rumi)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Yule, Luce di Stelle a Vignola, ritorno alla famiglia allargata, la pratica spirituale è “personale”, il digiuno di Luigi Manconi, vangeli apocrifi, human intervention in nature…

Il Giornaletto di Saul del 20 dicembre 2017 – Yule, Luce di Stelle a Vignola, ritorno alla famiglia allargata, la pratica spirituale è “personale”, il digiuno di Luigi Manconi, vangeli apocrifi, human intervention in nature…

Care, cari, ci sono tanti modi per celebrare a livello spirituale la festa di Yule: alzarci all’alba e salutare il nuovo sole e meditiamo sulla rinascita della luce e sulla nostra rinascita interiore. Accogliamo le nostre speranze, i nostri sogni per il futuro e salutiamo questa luce dicendo: Benvenuta, luce del nuovo sole!… – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/12/yule-la-festa-del-sole.html

Lista popolare di belle speranze – Scrive Paola Slaviero a commento dell’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/12/lista-popolare-potere-al-popolo-abbiamo.html?showComment=1513682101796#c3342803143155090636 -: “Io sono andata ad alcune assemblee di Pot al pop e, pur concordando con domande tipo Pilar “ quale popolo” o di Marinella sulla pochezza del tema guerra e assenza di analisi sul contesto internazionale, penso che bisognerebbe partecipare e contribuire ad inserire nel dibattito questi temi. La mia impressione è che dentro questa aggregazione ci sia di tutto ma tanti giovani attivi e impegnati sia nelle lotte che in tentativi di analisi della realtà…” – Continua in calce al link segnalato

Luce di Stelle non indica solo il luccichio del cielo notturno ma anche l’amore che si può condividere in una comunità. La sera di luna nuova, del 18 dicembre 2017, questo abbiamo sperimentato all’incontro che si è tenuto a Vignola nel Centro di canto e meditazione condotto da Mataji Mara Lenzi. Ormai da alcuni anni è consuetudine che Caterina ed io partecipiamo a questo appuntamento solstiziale condividendo con gli altri membri del gruppo pensieri, sensazioni, poesie e dolci note… Quest’anno l’incontro è stato particolarmente sentito… – Continua con video: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/12/19/vignola-solstizio-invernale-2017-luce-di-stelle-ed-il-ciambellone/

Commento di Paola Turrini: “Felicità è la parola giusta della serata… armonia la sensazione che ho provato… gratitudine il pensiero che mi accompagna…. Grazie Paolo… grazie Caterina… Grazie Mara grazie a tutte le anime speciali che hanno cantato e suonato…”

Ritorno alla famiglia allargata – Il ripristino della “famiglia allargata”, già in auge nel periodo matristico, è una delle soluzioni possibili al deterioramento sociale e della unione matrimoniale corrente (gay o etero che sia) che tanti danni sta procurando alla società. I primi danni sono avvenuti attraverso lo scollamento familiare che, con il deteriorarsi del sistema patriarcale, sta trascinando la società umana in un imbarbarimento di rapporti inter-familiari. In questa società consumista i due genitori perlopiù lavorano entrambi all’esterno della casa, per motivi economici o di “emancipazione” femminile, come si dice oggi…. Il risultato è che la prole -se non è completamente assente perché da fastidio al menage- viene abbandonata a se stessa, in istituti od in mano a baby sitters o davanti al televisore a rimbambirsi… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/12/ecologia-sociale-e-sistema-familiare.html

Moneta propria – Scrive Vincenzo Zamboni: “La Cassa Depositi e Prestiti è ancora pubblica, ed ha accesso ai fondi BCE a tasso zero, quindi lo stato potrebbe usarla come banca nazionale per emettere moneta a costo zero tramite debito fittizio con sé stesso (una banale partita di giro) e finanziare il lavoro fino a piena occupazione, conformemente ai propri doveri costituzionali (art 1, 4, 38). Non facendolo dimostra che i politici sono chi delinquente (contro il popolo) e chi ignorante. Dio li fulmini.”

La pratica spirituale è “personale” – Qualsiasi sia la tua pratica spirituale -e per pratica intendo il peculiare approccio in cui la tua mente fissa l’attenzione su se stessa- prosegui con costanza e determinazione in quella. Non è importante quale sia la pratica ma la sincerità, costanza e volontà nel perseguimento che conta. E’ come quando si è innamorati non può esserci un modo codificato per dimostrare il proprio amore verso la persona amata, l’amore si mostra nei modi che gli sono congeniali… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/12/sii-cio-che-sei.html

Il pesce al mercurio non fa bene – Scrive Marco: “1,8 milioni – tale è il numero dei bambini che in Europa, anno per anno, vengono partoriti con una presenza di mercurio superiore alla norma e che può portare a danni neurologici. Ne conseguono disturbi delle capacità cognitive di diverso grado. I danni economici conseguenti vengono calcolati tra gli 8 e i 9 miliardi di Euro all’anno. La causa principale dell’intossicazione da mercurio va ricondotta al consumo di pesce della madre, prima e durante la gravidanza.”

Vangeli apocrifi. Un altro Gesù – Scrive Franco Libero Manco: “In un primo tempo i Vangeli apocrifi non erano affatto considerati tali, e alcuni Padri della Chiesa si fecero garanti di quei testi poi condannati. La maggior parte degli antichi teologi di derivazione apostolica li ritennero assolutamente veri e alcuni talvolta preferiti a quelli neotestamentari. E talune parti vennero anche interpolate nei testi canonici, come il Protovangelo di Giacomo per ciò che concerne la madre di Gesù…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/12/19/un-altro-gesu-nei-vangeli-apocrifi/

La politica è confronto – Scrive Vincenzo Zamboni: “Luigino Di Maio evita un confronto televisivo con Renzi, poi un altro con Salvini. La democrazia è confronto dialettico tra le parti. Chi non lo affronta e vi si sottrae è meglio che torni a fare lo stewart allo stadio, senza pretendere di essere un leader politico. Perché la democrazia è una cosa seria, non una attività da agenzia pubblicitaria di se stessi, come è ridotto m5s. Le false opposizioni non servono a nulla…. Anzi, sono un danno. Perché impediscono ai fedeli della setta di concentrasi sui problemi veri e di testarli nel confronto con gli avversari. Così si uccidono la dialettica, l’intelligenza, la democrazia, la civiltà. La democrazia ha bisogno di vivere, non di venire soffocata dall’arroganza dei presuntuosi (e ce ne sono tanti, purtroppo)…”

Manconi digiuna per lo “ius soli” – Scrive Marco Palombo: “Luigi Manconi annuncia un digiuno a oltranza per approvare lo Ius Soli prima dello scioglimento delle Camere. La decisione dovrebbe però arrivare forse tra poche ore, dall’ incontro dei capogruppo del Senato. Segnalo l’ iniziativa e spero che…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/12/luigi-manconi-digiuna-per-lo-ius-soli.html

Mia considerazione: “Conobbi personalmente Luigi Manconi allorché avendo scalato le cime “verdi” ed essendo inopinatamente divenutone il “capo”, dal 1996 al 1999,  (cosa ben strana per uno che dell’ambiente se n’era sempre fregato, anzi)… venne a presentare i suoi progetti a Viterbo.  Purtroppo  i verdi  furono appositamente infiltrati proprio per evitare intralci alla “politica di rapina” del sistema finanziario filosionista. Allora anch’io facevo parte del Movimento Verde e durante la riunione, Manconi presente, prospettai i vantaggi del bioregionalismo e dell’ecologia profonda, lui statua di ghiaccio ascoltò in silenzio, mi aspettavo un dibattito, avendo già all’interno del movimento diversi simpatizzanti bioregionalisti, ma il Manconi  mi chiese “hai finito l’intervento?” alla mia risposta affermativa disse “allora passiamo ad altro” ed il capitolo fu chiuso (per sempre)… Ora digiuna per lo Ius Soli? Buon pro gli faccia!… – Continua in calce al link soprastante

Bioregionalism, deep ecology and relationship between man, nature and animal – Human intervention in an attempt to “adjust” the presence of life in nature has become so heavy as to endanger human existence itself. In fact, control over other species also involves humans, who are not separated from the animal world. The rules of life are very simple, each species both plant and animal has a mutual interrelation with its habitat and with all the species that share it. Plants need animals for their reproduction and propagation, herbivores are controlled by carnivores and so a balance is maintained between environment and its inhabitants… – Continue (con testo italiano): https://bioregionalismo.blogspot.it/2017/12/bioregionalism-deep-ecology-and.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………………

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Guarda agli alberi, guarda agli uccelli, guarda alle nuvole, guarda alle stelle… e se hai occhi sarai in grado di vedere che l’intera esistenza è gioiosa. Tutto è semplicemente felice. Gli alberi sono felici senza nessuna ragione; non sono destinati a diventare primi ministri o presidenti e non diventeranno ricchi e non avranno mai un conto in banca. Guarda ai fiori – senza motivo. È semplicemente incredibile quanto siano felici i fiori.” (Osho)

……………………..

“Possiamo viaggiare a lungo e fare tante cose diverse ma la nostra felicità più profonda non nasce dall’accumulare nuove esperienze. Nasce dal lasciar andare il superfluo e sapere che possiamo sempre essere a casa.” (Sharon Salzberg)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Paolo è malatino, la realtà è apparente, liberi dalla civiltà, Italia islamizzata, 5 versi sul Sé, Gentiloni: mors tua vita mea, for a kind of sympathy…

Il Giornaletto di Saul del 4 novembre 2017 – Paolo è malatino, la realtà è apparente, liberi dalla civiltà, Italia islamizzata, 5 versi sul Sé, Gentiloni: mors tua vita mea, for a kind of sympathy…

Care, cari, venerdì 3 novembre, come tutte le mattine verso le 8 ho fatto il numero di Treia per salutare il mio caro Paolo. Nessuna risposta. Ho pensato che forse si era svegliato presto e quindi era uscito per andare al baretto prima del solito. Ma, aperta la posta, ho visto che il Giornaletto non era stato ancora spedito. Quindi non poteva essere già uscito. Dopo 10 minuti riprovo e ancora niente. Ormai si erano fatte le 8 e non era mai o quasi mai capitato che il redattore capo non fosse ancora al suo posto di lavoro. Riprovo un altro paio di volte…. niente… comincio ad essere un po’ preoccupata. La sera prima mi aveva detto che non si sentiva bene e che sarebbe andato a letto presto…. stavo già pensando se telefonare a mia cugina per dirle di andare a vedere, quando ho sentito squillare il cellulare ed era lui! Un po’ malaticcio si, tanto che era rimasto a letto fino a quel momento! (Caterina Regazzi)

Mio commentino: “Beh, meglio che i lettori del Giornaletto siano consapevoli del fatto che tutto può succedere. Non possiamo dare nulla per scontato. Anche se questo Giornaletto è uscito ininterrottamente dal 2009 ad oggi, ci sarà un giorno in cui il flusso si fermerà. Anche una semplice influenza aiuta a riflettere sul corso del destino! Ah, oggi è luna piena in Toro…”

La realtà apparente – Scrive Salvatore Brizzi: “Credere che il mondo sia qualcosa di separato da noi e non esclusivamente una nostra proiezione, è la causa prima di tutte le paure che ci affliggono. Le nostre paure originano infatti dalla superstiziosa credenza che possa esistere un mondo esterno a noi, separato da noi, il quale può agire su di noi indipendentemente dal nostro volere. Questo criterio fasullo di rapportarsi alla realtà è stato inventato, divulgato e viene tuttora alimentato da una élite che governa il mondo nell’ombra. Ognuno di noi crea le situazioni e le persone che gli sono più utili per compiere il passo successivo sul suo cammino evolutivo… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/11/03/la-realta-empirica-e-un-inganno-dei-sensi/

Molestie o strumentalizzazioni? Si sente puzza di gender – Scrive Piotr a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/11/02/molestie-o-strumentalizzazioni-profumo-di-donna-o-profumo-gender/ -: “Anche negli Usa chi non è decerebrato ha capito che questi “outing” non sono né spontanei né casuali. Ha tutte le caratteristiche di una campagna orchestrata. Sembra che per ora ne faccia direttamente le spese il circolo magico della Clinton. Poi ci marciano di sicuro anche i “genderomani” che, al contrario, portano acqua al mulino dei neo-liberal-cons…” – Continua in calce al link segnalato

Commento di Marco Bracci: “”Il potere è diabolico. Questa è la ragione per cui, nel mondo, al potere sono associate tutte le perversità, gli abusi e le sopraffazioni esercitate dall’uomo di potere. Non a caso il potere viene usato per sottomettere, con il ricatto economico e/o con le armi…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Liberi dalla Civiltà – Scrive Enrico Manicardi: “Inventata dai Sumeri circa 5000 anni fa, la scrittura compare così tardi nella storia del genere umano proprio perché le finalità utilitaristiche che essa esalta servono soltanto un mondo già perfettamente trasformato in macchina di occupazione: un mondo cioè già costituito da popoli socialmente stratificati, dotati di istituzioni di governo complesse e centralizzate. Di società gerarchizzate, di società di padroni e di schiavi, di società che utilizzano una certa parte della loro popolazione per lavorare a profitto dell’altra parte…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/11/liberi-dalla-civilta-di-enrico.html

Roma. Mercatino Capannelle – Scrive Mercato Contadino: “Il Mercato Contadino Capannelle non soltanto di domenica ma anche di sabato, dalle 8 alle 14 per offrire un servizio a tutti i cittadini del quartiere. Ti aspettiamo il 4 Novembre 2017 all’Ippodromo Capannelle per l’inaugurazione e per donarti una piantina, simbolo e testimonianza di un nuovo seme che germoglierà! Saranno presenti anche aziende agricole provenienti dalle zone terremotate. Info: info@mercatocontadino.org”

Gentiloni: “Mors tua vita mea” – Scrive Claudio Martinotti Doria: “L’attuale Governo italico, quello che doveva solo traghettare verso nuove elezioni, continua a prendersi il lusso di imporre decisioni epocali al nostro sventurato popolo. Ora si è attribuito una vera e propria licenza che consente di scippare i cittadini: lo confermano due fatti recentissimi che costringono a tornare sul tema delle pensioni…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/11/gentiloni-mors-tua-vita-mea-il-governo.html

Commento di Luigi Pirandello: «Ma la causa vera di tutti i nostri mali, di questa tristezza nostra, sai qual è? La democrazia, mio caro, la democrazia, cioè il governo della maggioranza. Perché, quando il potere è in mano d’uno solo, quest’uno sa d’esser uno e di dover contentare molti; ma quando i molti governano, pensano soltanto a contentar se stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa: la tirannia mascherata da libertà.»

Italia. Islamizzata per forza – Scrive Filippo Mariani: ”Noi pensiamo che una politica economica a beneficio delle famiglie che oggi debbono lavorare in due per giungere a stento alla fine del mese e quindi impossibilitate a mettere al mondo figli, possa essere una chiave per rallentare il declino demografico. Poi necessita un controllo rigido sugli ingressi dei migranti sul nostro Paese. Ma per fare questo serve un Governo deciso, innovatore, fuori dai diktat dei poteri finanziari apolidi e, soprattutto, un Governo proteso a fare veramente gli interessi degli italiani” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/11/03/cera-una-volta-litalia-con-lislamizzazione-forzata-or-non-ce-piu-con-tante-grazie-ai-nostri-governi-democratici-ed-al-papato-bergogliano/

Sud Africa. I bianchi debbono morire, tutti! – Scrive S.B. a commento dell’articolo – http://paolodarpini.blogspot.it/2012/05/il-karma-e-karma-e-tutti-i-boeri.html -: “Notizie che non vengono diffuse in Italia, ma all’estero si, chiediti il perché..”

Roma. Convegno ferroviario – Scrive Raimondo Chiricozzi: “Convegno indetto dal SI a Roma martedì 7 novembre 2017, ore 17, Via Galilei 55 Roma. Anche in questa riunione cercheremo di coinvolgere tutte le forze politiche a favore della riapertura della linea ferroviaria Civitavecchia Capranica Sutri Orte e dell’anello ferroviario Circumcimina. Info: comitato.civitavecchia.orte@gmail.com”

Viterbo. Verso la biennale del 2018 – Scrive Laura Lucibello: “Caro Paolo, spero che tu stia bene e comunque te lo auguro. Come sempre ti tengo aggiornato sugli sviluppi della Biennale di Viterbo che nel 2018 verterà su “Segni, Simboli e Spiritualità degli Etruschi”. Ti invio testo progetto ed un’intervista che mi è stata recentemente fatta…” – Continua: https://retedellereti.blogspot.it/2017/11/viterbo-dal-20-aprile-al-3-giugno-2018.html?showComment=1509730590330#c2125422512904575752

Mio commentino: “La I Biennale delle Arti creative, tenuta a Viterbo nella primavera 2010 – http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/print/2439923.html - fu l’ultima manifestazione da me organizzata prima di lasciare la Tuscia. Son contento che Laura Lucibello abbia dato continuità a questa iniziativa, che era partita in collaborazione fra noi e l’Apai, l’associazione da lei diretta. Nel corso degli anni mi aveva invitato a partecipare alle successive edizioni ma per me arrivare a Viterbo non è cosa facile”

Cinque versi sul Sé – Scrisse Ramana Maharshi: “Questi sono gli ultimi versi composti da Sri Ramana Maharshi. Furono scritti su richiesta di una devota, Suri Nagamma, autore del libro “Lettere dal Ramanasram”. Bhagavan li scrisse in Telegu, usando però una forma metrica Tamil, chiamata venba, e quindi li tradusse in Tamil. Poiché già esisteva una composizione di Shankara chiamata ‘Atma Panchakam’, Bhagavan decise di chiamare la sua composizione ‘Ekatma Panchakam’…“ – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/11/ramanashramam-cinque-versi-sul-se-five.html

Mio commentino: “Il Sé è aldilà di ogni descrizione, se l’esperienza viene ragionata e discussa significa che si sta ancora nei meccanismi della mente duale. Si dice che il Sé è inconoscibile in quanto si può solo esserLo ed in quello Stato la consapevolezza non è più consapevole di essere consapevole. Ma anche queste son solo “parole”….”

For a kind of sympathy I perceive to all the people with whom I share emotions and feelings, I thought that it might be useful for me and for them to clarify some aspects of self-knowledge that are still addressed to the person. Since (however) we must start from the person as the depositary of the first spark of consciousness from which everything derives. Therefore, I do not want to diminish the value of this person, and as “this” also all the others who patiently follow and precede… – Continue (con testo italiano): https://bioregionalismo.blogspot.it/2017/11/knowing-ourselves-starting-with-person.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Come i colori di questo tappeto sono visibili mediante la luce ma la luce non è il colore, così il mondo è causato da voi ma voi non siete il mondo. Ciò che crea e sostiene il mondo, potete chiamarlo Dio o provvidenza, ma fondamentalmente voi siete la prova che Dio esiste, non viceversa. Perciò, prima di porre qualsiasi domanda su Dio, dovete essere lì per porla.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati