Risultato della ricerca:

Bioregionalism deep ecology and lay spirituality a new blog, renzie ha fiducia nel Rosatellum, alimentazione ecologica, solidarietà reato, ecologia cristiana, alleanza bioregionale, reato solidale, ombelico energetico…

https://bioregionalismo.blogspot.it/

Il Giornaletto di Saul del 12 ottobre 2017 – Bioregionalism deep ecology and lay spirituality a new blog, renzie ha fiducia nel Rosatellum, alimentazione ecologica, solidarietà reato, ecologia cristiana, alleanza bioregionale, reato solidale, ombelico energetico…

Care, cari, why a new Blog? We are at the beginning of October 2017 and for some days I wake up very early in the morning. I stay a bit in the brunt to meditate and then I get up just as soon as a faint light appears in the sky. I look out of the kitchen window, while the water for morning barley is bubbling, and watch the moon  which sets. Yes, because the moon sets in the morning and among other things these days we are in full moon and it almost seems to see a rising sun, so much the disk is big, instead it is the moon that falls behind the hill. Faced with this scene that repeats before my eyes I have been inspired to make a blog devoted to my “fading” main interests: “Bioregionalism, Deep Ecology, Lay Spirituality”… – Continua: https://bioregionalismo.blogspot.it/2017/10/bioregionalism-deep-ecology-lay.html

Rosatello andato. Nuova legge elettorale di fiducia in fiducia – Mia integrazione all’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/10/09/leggi-elettorali-usa-e-getta-non-e-vino-pregiato-e-un-rosatellum-andato-a-male/ -: La “fiducia” è stata imposta per l’approvazione del “rosatello”, con il placet del mattarello. Così, fra un brindisi e l’altro, si solidifica la speranza del rottamatore di tornare a governare l’Italia, in tandem con l’inciuciato cavaliere. Renzie potrà tornare a viaggiare per il mondo con il suo Air Italy One ed a giocare con il telefonino nelle sedi internazionali. D’altronde cos’altro saprebbe fare, il saltimbanco di Rignano sull’Arno? Ma non solo questo, di fiducia in fiducia, ubbidendo agli ordini superiori, vista la paura del parlamentari piddini di non essere più ricandidati, renzie pensa di far approvare con “fiducia” anche lo ius soli, nel frattempo è stato già approvato con un’altra “fiducia” un ulteriore inasprimento delle pene e delle sanzioni previste per chi “ha dubbi sui numeri della shoà”, o ne minimizza la gravità… – Continua al link con altri commenti

Alimentazione etica ed ecologica – Scrive Franco Libero Manco: “La specie umana è destinata a superare non solo l’attuale alimentazione convenzionale erroneamente onnivora ma anche quella che fa riferimento all’alimentazione dei nostri cugini primati per passare ad un’alimentazione etica ed ecologica più consona alle nuove esigenze della vera civiltà umana. Un’alimentazione incruenta…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/10/11/nutrizione-etica-ed-ecologica-gli-interessi-alimentari-delluomo-non-sono-quelli-indicati-dalla-natura/

Miraggio. Reddito di cittadinanza – Scrive Claudio Martinotti Doria: “In Italia il reddito di cittadinanza o qualche provvedimento analogo, non sarà mai adottato, perché la casta parassitaria dei nostri politicanti e la pletora di cortigiani alla cui greppia attingono, temerebbero sottragga troppi fondi alla loro avidità e corruzione e al mantenimento dei loro eccessivi privilegi. Inoltre anche coloro che potrebbero essere ben intenzionati ed in buona fede, non possiedono la lungimiranza e perspicacia necessaria per valutare correttamente tale opportunità e le sue ricadute sociali ed economiche positive…”

“Il Giardino degli specchi”. Recensione – Scrive Tullia Turazzi: “Questo non è un libro con una trama apparente, non è un racconto di fantasia, anche se ad alcuni potrebbe sembrare, è una raccolta di alcune mie esperienze spirituali, realmente e pienamente vissute, un libro evocativo, iniziatico  più da sentire dentro che da leggere con i soli  occhi fisici. Ho sempre cercato dentro di me le risposte alle tante domande che gli uomini della terra si pongono da sempre, perché sono qui? Veramente tutto quello che percepiamo con in nostri sensi limitati è tutto ciò che esiste?…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/10/il-giardino-degli-specchi-lincontro-con.html

Trieste. Ebrei contro – Scrive Jure: “Libreria LOVAT, 13 ottobre 2017, ore 18.00, Jeff Halper, attivista ebreo israeliano che da sempre si batte contro il crimine di Tel Aviv della demolizione delle case palestinesi. Nel suo libro, ora tradotto in italiano, rivela come la guerra condotta da Israele contro i Nativi di Palestina, sia ora diventata un formula globale contro ogni popolo che si batte per la libertà. Info: glry@ngi.it”

Sintesi sull’ecologia profonda – Scrive Guido Dalla Casa: “L’uomo è un animale a tutti gli effetti, anche facilmente classificabile: l’uomo occidentalizzato ha iniziato a distruggere il mondo di cui comunque fa parte integrante, come un gruppo di cellule impazzite che invade l’organismo cui appartiene. E’ proprio perché ritiene di non essere un animale la causa dei guai. Il fenomeno non può durare ancora a lungo.” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/10/11/la-visione-dellecologia-profonda-in-sintesi/

Milano. Pacifismo in panetteria – Scrive Lista Disarmo: “VENERDI 13 OTTOBRE 2017, alle ore 21,00, alla Panetteria Occupata, VIA CONTE ROSSO 20 MILANO, potremo discutere e confrontarci con Antonio Mazzeo autore di numerose inchieste-analisi sui conflitti in atto e i processi di militarizzazione della società e dell’economia e le sue ricadute sociali sulla subalternità dell’educazione alle logiche di guerra e agli interessi politico-militari e geostrategici interalleati.”

Ecologia cristiana – Scrive Aurelio Rizzacasa: “L’ecologia cristiana assume nuovi significati, beneficiando della semantica di nuove denominazioni; parliamo, in tale prospettiva, ad esempio di una ecologia della pace e di una ecologia della vita, per sottolineare la crescita dinamica di un mondo che, nella duplice dimensione della vita e della spiritualità, instaura delle dinamiche di sviluppo nelle quali il conflitto non è guerra o distruzione, esprimendo piuttosto le condizioni di una crescita attraverso l’integrazione, la collaborazione e la comunione di tutte le energie di qualsiasi forma e di qualsivoglia natura…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/10/ecologia-cristiana-e-olismo-sistemico.html

5 stelluti. Pentitevi! – Scrive Vincenzo Zamboni: “Specifico che a me dispiace molto dichiarare che m5s ha progressivamente sviluppato una strategia sbagliata, perché inizialmente avevano aperto uno spazio di rinnovamento democratico che avrebbe potuto crescere positivamente per tutti. Davvero un peccato la involuzione successiva che lo ha condotto un passo alla volta in un vicolo cieco. Naturalmente anche i 5s, come chiunque, possono rivedere e cambiare le loro posizioni, abbandonando la insensata linea Di Maio. Dipende da loro cosa vogliono realizzare…”

Treia. Alleanza bioregionale – Maria, una contadina biologica emiliana, viene spesso a trovarci qui a Treia, dove ci ha aiutato anche a ripulire l’orto ed a spiegarci i vantaggi dell’agricoltura naturale durante vari incontri tenuti  in vari contesti e soprattutto durante lo svolgimento della “Fierucola delle Eccellenze Bioregionali”, che si tiene ogni anno l’8 dicembre. Credo che Maria sarà presente anche quest’anno a questa iniziativa tesa a sviluppare ed a riconoscere il valore della produzione locale, sia nel campo agricolo che in quello artigianale e culturale. Questa terza edizione è prevista presso l’Oratorio della contrada di Chiesanuova di Treia… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/10/treia-alleanza-bioregionale-in.html

PD. Programma di lotta e di sgoverno – Scrive Paolo Sensini: “Programma del PD: eliminare ogni tipo di riservatezza e privacy, soprattutto quelle relative a internet e telefonia con schedatura e controllo di ogni comunicazione personale; svuotare le tasche dei cittadini con una fiscalità da rapina e distogliere l’attenzione della gente su un mostro che non c’è. Come? Basta creare un nemico immaginario per riesumare i fantasmi del fascismo, che non esiste più da 72 anni, e farne un oggetto di odio attraverso l’uso ossessivo dei media di regime. Le truppe cammellate già ci sono: gli “utili idioti”. Serve solo sfrucugliarle un po’ e creare il giusto clima di tensione sociale. Ed ecco il programma governativo di gente come Emanuele Fiano e Yoram Gutgeld, i due astri nascenti del firmamento piddino…”

Solidarietà reato e web censurato – Scrive Piotr: “Canali web di controinformazione ormai vengono boicottati o chiusi con accuse ridicole e a volte persino senza nessuna scusa. Chiusi e basta! A questo dobbiamo resistere. Contro questo assalto alla libertà di espressione dobbiamo cercare di creare un fronte con quelli che una volta si chiamavano “sinceri democratici” (anche con alcuni di quelli che firmano petizioni che a noi non piacciono, come quella della Carta di Milano). La controinformazione è l’unico terreno su cui adesso siamo in grado di fare qualcosa. Come si è visto, è uscita per la tangente persino una cosa elementare su cui tutti – penso – siamo d’accordo, cioè la richiesta che gli immigrati siano trattati con dignità umana, una richiesta che si è tramutata in un sostegno ipocrita o idiota non agli schiavi ma ai negrieri…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/10/la-solidarieta-mal-indirizzata-diventa.html

Commento di F.G. sulla Carta di Milano: “Ahimè! Vedo il nome, tra i firmatari, del mio ex compagno di LC ed amico, lo scrittore Erri De Luca, convertitosi al Sionismo e alle guerre “umanitarie” in Jugoslavia e altrove. Vedo l’ex sindacalista della “sinistra” CGIL Agostinelli con cui collaborai anni fa, che cita l’enciclica papale. Vedo la grande virago “pacifista” Antonia Sani, i soliti Zanotelli, Gad Lerner e Noury di Amnesty, oltre a rappresentanti di MSF.”

Le profezie di Rasputin ed il complotto dei gesuiti – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Le-profezie-di-Rasputin-e-la-nostra-epoca -: “Mi scrive un amico che se ne intende: Rasputin fu assassinato dai gesuiti e dai loro emissari perché si opponeva al disegno gesuitico di creare il comunismo senza la famiglia reale. In realtà, la famiglia Romanov non fu sterminata del tutto; 2 figli entrarono nell’Ochrana (divenuto poi KGB, il più grande servizio segreto del mondo, dominato dai gesuiti) e uno di loro ne diventò colonnello. La vera storia, come sempre, si trova negli archivi dei servizi segreti, che presto saranno svelati. Intanto: Putin, allievo dei gesuiti, di origine italiana, viene dal Veneto, precisamente da Costa Bissara, in provincia di Vicenza…”

Mio commentino: “…sembra fantascienza… anche se: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/03/piccoli-putin-crescono-da-ribelle.html -”

L’ombelico energetico del mondo – C’è nell’induismo una bellissima immagine che raffigura il Creatore, Brahma, attaccato con un cordone ombelicale a Vishnu, che in questo caso raffigura l’Uno da cui tutto procede. Anche noi siamo collegati all’ombelico del cosmo, poiché siamo un’espressione vitale dell’interezza della vita, dipendenti dalla Sorgente. In una forma di meditazione zen ci si concentra sull’ombelico, hara in giapponese, che viene considerato il punto d’incontro della energia vitale. Nel Tantra corrisponde al chakra in cui brucia il fuoco eterno, il plesso solare… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/10/lombelico-del-mondo-e-lenergia.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Non sono italiano
non sono omosessuale
non sono fiorenzuolano
non sono laureato
non sono eterosessuale
non sono trans
non sono vegano
non sono carnivoro
sono un raggio d’infinito
che attraversa il tuo sguardo”
(Paolo Mario Buttiglieri)

……………………

“La nostra vita non è separata dalla Vita. La nostra esistenza individuale è parte dell’Esistenza totale, inscindibilmente connesse, inseparabili…” (Saul Arpino)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

La parte di Daniel Tarozzi, Rete di reti per il cambiamento, la natura delle cose, conciliare i due mondi: materiale e spirituale, Lazio: Vittorio Marinelli si candida, Caterina Regazzi in difesa di Paolo D’Arpini…

Il Giornaletto di Saul del 9 ottobre 2017 – La parte di Daniel Tarozzi, Rete di reti per il cambiamento, la natura delle cose, conciliare i due mondi: materiale e spirituale, Lazio: Vittorio Marinelli si candida, Caterina Regazzi in difesa di Paolo D’Arpini…

Care, cari, ieri mattina verso le 5, dato che non riuscivo a dormire, ho scritto questa letterina a Daniel Tarozzi. – Caro Daniel, ho appena letto l’articolo su Piemonte che cambia sul tuo cambiamento di vita. Ricordo che tempo fa giravi per l’Italia intervistando persone che o avevano cambiato vita o che, per il loro stile di vita, potevano essere un buon esempio. Mi pare anche di ricordare che intervistasti Etain Addey e Felice (Rosario Colaci) anche come rappresentanti, in Italia, del Bioregionalismo (ricordo male?). Ecco, a questo proposito ti consiglierei di raccogliere anche la testimonianza di un altro esponente, tra i fondatori della Rete Bioregionale Italiana e che, secondo me, è un ottimo esempio di vita anche perché è molto impegnato, ma purtroppo ha poca visibilità, nel sociale ed anche sulla situazione politica attuale mondiale, che non è certo delle più rosee in questo momento. Ti dico queste cose e ti chiedo questo non perché egli sia il mio compagno, ma perché merita. Se clicchi su Google Paolo D’Arpini troverai le centinaia o forse migliaia di articoli da lui scritti su Bioregionalismo, Ecologia Profonda, Spiritualità laica, ecc ecc. Ha anche un blog su AAM Terranuova e… (Caterina Regazzi) – Continua: https://www.facebook.com/groups/555879381410382/

Mio commentino: “Caterina è troppo buona con me… ma è altrettanto giusta, quindi non ho nulla da obiettare alle sue osservazioni!”

Ed ancora sul discorso bilingue del nuovo gruppo “Paolo D’Arpini” di Facebook (https://www.facebook.com/groups/555879381410382/) scrive A.M.C.: “L’inglese non è un grande mezzo di comunicazione universale ma un pericolosissimo mezzo di colonizzazione e di evangelizzazione mondiale. Utilizzando l’inglese perdiamo i nostri propri punti di riferimento legati ai valori della nostra civiltà, la civiltà greco-latina, condivisa con diversi Paesi europei ma non con tutti. È per questo che l’Europa è in crisi e che nelle attuali condizioni non si farà né ora né mai. E’ per questo che si sono fatti gli inopportuni, nefasti, precipitosi, allargamenti al Nord e all’Est e che, ora, dopo averli portati a compimento, dopo aver distrutto l’Europa e le sue possibilità di un avvenire, la Gran Bretagna toglie il disturbo…”

Mia rispostina: “Gentile A.M.C., certo, la sua posizione è condivisibile, ma le assicuro che, per quanto riguarda l’espressione in formazione, penso e scrivo in Italiano. D’altronde -ed aggiungo purtroppo- l’inglese è il mezzo di comunicazione più diffuso.  Poi quando si cerca  di trasportare un testo italiano in inglese -per chi non conoscesse affatto o poco  la lingua inglese-  usando  un traduttore automatico ne derivano strafalcioni e rovesciamenti di senso. Chi cerca di tradurre con mezzi meccanici un mio testo dall’italiano all’inglese non otterrà un grande risultato nella comprensione dell’enunciato, il significato avrà a patirne. Perciò, nei limiti della mia conoscenza dell’inglese, che non è la mia lingua madre ma in cui ho dialogato  per anni durante i mie viaggi in Africa e soprattutto in India, cerco di mantenere il significato originario traducendo io stesso il testo. La comunicazione -dopo la Torre di Babele- è un compito grave… Cordiali saluti…”

Rete di Reti per il cambiamento – Scrive CIR: “Nasce una Rete il cui scopo è connettere le organizzazioni che in Italia lavorano per ridisegnare una possibile alternativa ecologica dell’economia, della socialità e rapporto col territorio. Il 1 ottobre, presso l’Incontro Nazionale dell’Economia Solidale – INES ‘17 a Mira (Ve), è stata annunciata la nascita della Rete delle Reti, un progetto di convergenza di tutte le realtà che in Italia sperimentano alternative alla crisi ecologica, economica, sociale e culturale del nostro Paese…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/10/mira-e-nata-una-rete-di-reti-per-il.html

Nota aggiunta: Si segnala che il primo incontro ufficiale della Rete di reti, si terrà in data 20-21 Ottobre 2017 a Marcon (VE) a cui sono invitate le reti o realtà di carattere nazionale interessate, che si riconoscono nelle finalità espresse nel comunicato. Per partecipare e saperne di più, scrivere a: retedellereti2017@gmail.com”

Bioregionalismo ed economia sostenibile. Documento storico – Il racconto che segue è stato pubblicato sull’ultimo numero del  Bullettin, l’organo del Circolo Vegetariano VV.TT., che uscì in forma di “brochure” in occasione dell’incontro della Rete Bioregionale Italiana, tenuto a Calcata (nel Tempio della Spiritualità della Natura e nella sala Consiliare del Comune) dal 9 all’11 maggio del 2003. Il tema trattato era: “Bioregionalismo ed Economia Sostenibile”… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/10/bioregionalismo-ed-economia-sostenibile.html

Rosignano (Li). Asilo nel bosco – Scrive Susanna: “Ciao a tutte/i, stiamo partendo con un progetto freschissimo di ludoteca nel bosco in orario mattutino a Rosignano (Li), sono benvenuti tutti i bambini e le bambine dagli 1 ai 6 anni. Info: Susanna Di Napoli 3316175628, Campo al Sole, Castelnuovo della Misericordia (Li)”

Le cose succedono perché è nella loro natura succedere – Scrisse Krishna: “Ogni azione viene compiuta dalla natura, per mezzo dei suoi modi (guna – stimoli, qualità). L’uomo illuso confuso dal suo egoismo afferma: “Sono io che agisco”. Colui che vede nei rispettivi modi della natura comprende che tali pulsioni (causate da tendenze ataviche) agiscono attraverso gli organi interni (i sensi e la mente) verso quelli esterni (i nomi e le forme). Egli però non si identifica con quell’agire, oh Arjuna!” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/02/come-imparai-ad-amare-sai-baba-di.html

Autunno. Tempo di raccolte – Scrive T.M.: “…è autunno. Tempo di raccolte, quest’anno tanti ma tanti fichi e una mente previdente e braccia sapienti, mani agili per le marmellate. E poi, semi, tanti semi da imbustare e serbare per l’anno prossimo e per doni, scambi, per le molte occasioni d’incontro. Autunno, tempo di pensare a come far luce sull’orto e quindi, potature. Autunno tempo di conservare il senso della semina. Ogni stagione ha le sue necessità, suoni, sapori, sentimenti. Vivere in campagna, circondato dai boschi, in questa stagione è certamente magico…”

Lo sciopero della fame di chi ci affama – Scrive Enrico Galoppini: “Fare lo sciopero della fame (per davvero o per finta, a staffetta o in solitaria non importa) perché non si approva la nuova legge sullo “ius soli” è qualcosa di grottesco e demenziale. Quando mai hanno disertato la sontuosa buvette di Montecitorio quando un sacco di italiani, ’sti stronzi dello “ius sanguinis”, aspettavano invano le casette e i soldi dopo il terremoto? Si sono mai privati anche solo dell’antipasto quando hanno saputo di attività che chiudono ed imprenditori si suicidano?…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/10/lo-sciopero-della-fame-di-chi-ci-affama.html

Commento di N.M.: “La stessa ipocrisia di quando dissero “siamo tutti americani” dopo l’11 settembre mentre se ne strafregano per le migliaia di civili palestinesi massacrati deliberatamente dallo Stato sionista di Israele…”

Conciliare il mondo spirituale con quello materiale – Sono nato a Roma, in una casa in cui nella sala da pranzo era appesa la riproduzione di un famoso quadro di Guido Reni (San Michele arcangelo che sconfigge il demone, che è lo stesso Guido Reni ritratto). Da bambino ci passavo davanti ore ed ore a cercare di carpirne i significati…. Lo spirito e la materia debbono far pace se si vuole trovare la pace!… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/10/08/conciliare-il-mondo-materiale-con-quello-spirituale/

Manicomio Italia – Scrive V.Z.: “La politica governativa è da manicomio: vogliono invadere l’Italia con milioni di immigrati a spese degli italiani e continuando a tagliare servizi agli italiani invece di emettere moneta. La politica dell’opposizione pentastellata è da manicomio: vogliono governare senza i numeri (occorre il 50%+1) e risanare l’economina senza avere i soldi per farlo (”Non siamo contro l’euro né contro l’Europa”, Di Maio, Cernobbio 2017). Rimane da capire come mai gli elettori italiani votino partiti da manicomio, e quando si decideranno a smetterla di suicidarsi politicamente…”

Candidatura alla Regione Lazio di Vittorio Marinelli – Conosco Vittorio Marinelli da moltissimi anni, da quando egli ancora giovane studente universitario sbarcava il lunario friggendo crepes il fine settimana in una latteria di Calcata, vi parlo della fine degli anni ‘70 del secolo scorso. Poi spesso se ne scendeva al fiume Treja a fare il bagno e lì si chiacchierava assieme. Il Circolo vegetariano VV.TT: non era ancora nato ma dalla sua fondazione, nel 1984, egli fu un socio attivo. Assieme a Vittorio, che per altro è avvocato, abbiamo potuto portare avanti diverse battaglie sia in campo ecologista che in quello delle libertà personali. Malgrado il Circolo si sia oggi trasferito a Treia, nelle Marche, la nostra frequentazione e collaborazione non si è mai interrotta. Leggendo il suo programma per la Regione Lazio, alla quale si è candidato consigliere per conto del M5S, rilevo che le sue proposte sono in perfetta linea con le nostre. Gli auguriamo pertanto che si trasformino in progetti concreti e che egli possa finalmente assumere quel ruolo amministrativo che gli compete. Invitiamo i nostri sodali e simpatizzanti del Lazio a tenere in conto la mia raccomandazione: “Sostenete Vittorio Marinelli, come fossi io stesso!”… – Continua con programma: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/10/08/vittorio-marinelli-condivide-con-noi-il-suo-programma-ecologista-per-la-regione-lazio/

Commento di Vittorio Marinelli: “ Grande Paolo, faremo del Lazio la prima Regione “free energy” e biospirituale!”

Misticismo ed Universo – Scrisse Roberto Anastagi: “Nel libro Misticismo si legge: Non solo questa nostra terra, ma anche il sistema solare di cui essa fa parte, sono diventati alla luce delle moderne conoscenze astronomiche, completamente insignificanti. L’intero nostro sistema solare è soltanto una minuscola parte della via lattea, una galassia di circa cento miliardi di stelle, per attraversare la quale sarebbero necessari cento mila anni luce. Inoltre la via lattea è solo una delle innumerevoli galassie, separate l’una dalle altre da immense distese di spazio intergalattico e costituite ciascuna da miliardi di stelle. Questo è il quadro astronomico dell’universo. Di fronte allo sgomento che ispira, quale significato può avere questa terra, questo minuscolo e irrilevante granellino nelle immensità dello spazio?..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/10/misticismo-studio-e-antologia-recensione.html

Finzione democratica – Scrive F.B.: “Quello che sarebbe divertente, se non si parlasse di esseri umani, è il teatrino che i “democratici” sono costretti a recitare per giustificare la loro bavosa brama di potere. Sembra un’opera buffa il carosello di facce fra il compunto e il determinato che la televisione – linguetta ci propina. Falsi e bugiardi come la democrazia impone, sono abilissimi a dare per scontato che loro sono belli buoni bravi ed eroici perché amministrano in nome di un bene supremo: Democrazia… Quando i fatti dimostrano come non sia la “democrazia” ma la forza del proprio interesse a muovere le vicende della storia…”

Diventa vegetariano – Scrive F.L.M.: ”Per capire qual’è il cibo adatto alla nostra specie occorre far riferimento alla “macchina” umana, alla sua struttura anatomica e fisiologica e considerare che se gli animali più vicini a noi come le scimmie antropomorfe pur essendo dotate di canini potenti e ben sviluppati sono fondamentalmente fruttariani, e che solo occasionalmente si nutrono anche di insetti o altri prodotti di derivazione animale, tanto più gli esseri umani sprovvisti di qualunque strumento naturale adatto a lacerare la carne dovrebbero convincersi che la natura non aveva previsto che l’uomo si nutrisse di carne…..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/10/08/vivere-bene-e-senza-nuocere-ad-altre-vite-diventa-vegetariano/

Nobel per la pace – Scrive Rete Ambientalista: “Il premio Nobel per la Pace 2017 è stato assegnato alla Campagna Internazionale contro le Armi Nucleari, come riconoscimento per il ruolo nell’approvazione del Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari, con il voto favorevole di 122 Stati. ICAN è una coalizione di organizzazioni non-governative di 100 paesi. Questo premio rende omaggio agli sforzi di milioni di attivisti e cittadini in tutto il mondo che, fin dai primi anni dell’era atomica, hanno alzato la voce contro le armi nucleari…”

In difesa di Paolo D’Arpini. Lettera aperta – Scrive Caterina Regazzi: “Alla redazione di “Vorrei”, info@vorrei.org, buongiorno,  ho avuto modo di leggere il vostro articolo-intervista a Teodoro Margarita sul Bioregionalismo e, quando sono arrivata al seguente paragrafo, sono un po’ saltata sulla sedia…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/10/lettera-aperta-vorreiorg-sul-caso-paolo.html

Mio commentino: “Uno di quei casi in cui la “militanza” ecologista diventa motivo di contendere…”

Commento di V.M.: “Un’altra lancia spezzata in favore dell’amico Paolo. Anch’io ero presente all’incontro e diedi un passaggio in macchina a Riccardo, un ragazzo di Roma, che poi invitò i suoi amici locali, che erano quelli tatuati. La presenza di quei ragazzi fu anche motivo di battute tra di noi perché erano leggermente fuori luogo però poi si comportarono bene ed ebbero modo di esprimere in maniera civile alcune loro idee e passarono una serata assieme tutti quanti accettando la possibilità della diversità. Anche in quell’occasione Paolo si comportò in maniera encomiabile, essendo probabilmente in grado di comprendere la più profonda essenza delle persone senza nessun pregiudizio e preconcetto…”

In memoria del comandante – Scrive Olivier Turquet: “50 anni fa moriva Ernesto Che Guevara: https://www.pressenza.com/it/2017/10/50-anni-veniva-assassinato-ernesto-guevara/ – Un’interessante ricostruzione storica…”

“Non letigate per un tozzo di pane, ce n’è per tutti!” – Scrisse Renato Pontiroli: “ …il bioregionalismo si è diffuso in molti ambiti: Decrescita (persino Latouche ha aderito alla visione bioregionale e profonda… ed è stato lapidato dalla decroissance francese), Permacultura, Transizione, persino da esponenti del movimento dolciniano, poi da Massimo Fini, dai progetti di Comune partecipativo …ecc. La Rete no! Anche perché non esiste come movimento (e non potrebbe esistere) ma solo come insieme di persone che hanno, tra le proprie e differenti radici culturali e spirituali “anche” il Bioregionalismo. Ma non c’è, a mio personale e modesto parere, un modo di vivere bioregionale… esistono degli stili di vita che si ispirano alla semplicità volontaria…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/10/alimentazione-e-vivere-bioregionale-non.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Ho imparato il silenzio dalle persone loquaci, la tolleranza dagli intolleranti e la gentilezza dagli uomini scortesi. Non dovrei provare gratitudine verso questi insegnanti?” (Khalil Gibran)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Il Gotha della carne e la stalla del futuro, il commercio con gli infedeli, l’omosessualità conviene al potere, razzismo anti-italiano, il corano sdoganato, Mosca caput mundi, Io sono Quello…

Il Giornaletto di Saul del 7 ottobre 2017 – Il Gotha della carne e la stalla del futuro, il commercio con gli infedeli, l’omosessualità conviene al potere, razzismo anti-italiano, il corano sdoganato, Mosca caput mundi, Io sono Quello…

Care, cari, Lega Antivivisezionista rende noto che il 5 ottobre 2017 il Gotha italiano dello sfruttamento animale e ambientale si è riunito a Ferrara: Roberto Moncalvo, presidente Coldiretti; Luigi Scordamaglia AD Inalca e vicepresidente Assocarni; Federico Vecchioni di Bonifiche Ferraresi; Paolo De Castro, commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, Maurizio Martina, Ministro delle Politiche agricole e persino Beatrice Lorenzin Ministro della Salute. I due Ministri erano presenti per tenere a battesimo “la stalla del futuro”, che parte da Bonifiche Ferraresi e viene contrabbandata da Assocarni e Coldiretti come: “Nuovo progetto integrato e sostenibile con l’utilizzo delle più moderne tecnologie nel rispetto del benessere animale e dell’ambiente”. Già di per sé il concetto di allevamento e rispetto del benessere animale-ambientale è un ossimoro: un animale può stare bene solo se è libero e non è sottoposto ad alcuna forma di sfruttamento… (Stefania Corradini) – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/10/06/nessun-allevamento-industriale-puo-essere-adatto-alla-vita-animale-leal-dice-no-allesperimento-lager-di-ferrara-denominato-nuovo-progetto-integrato-nel-rispetto-del-benessere-animale-e-dell/

Catalogna. Peccato che la mafia non c’è… – Scrive Roberto Tumbarello: “Peccato che non ci sia la mafia in Catalogna. Non ci sarebbero voglie indipendentiste. O verrebbero subito sedate. La verità è che, seppure biasimata e perseguita, la criminalità organizzata è più moderna e progressista della cosiddetta società civile, conservatrice e involuta. Ad esempio nell’immediato dopoguerra un movimento separatista voleva staccare la Sicilia dall’Italia. Fu la mafia a stroncare l’iniziativa. Che prospettive di sviluppo avrebbe avuto nei ristretti confini dell’isola?…”

Passo di Treia, dedita al “peccato carnale”? Don Gabriele Crucianelli lancia un appello, dalle pagine del Corriere Adriatico, di venerdì 6 ottobre 2017, per “riportare sacralità al vincolo matrimoniale ed ai valori morali della comunità cristiana”. In un articolo/intervista di mezza pagina, con al centro una foto del parroco di Treia e Passo Treia, il sacerdote denuncia “l’abbassamento dei costumi” dopo aver scoperto in siti hot gli annunci di donne passotreiesi che offrono i loro “bassi servizi”, e pare con successo. A Passo Treia si ripete la storia di Bocca di Rosa?.. – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/10/passo-treia-dedita-al-peccato-si-ripete.html

Lo Ius soli non piace agli italiani – Scrive Michele Rallo: “Inchiodati dai sondaggi (quelli pubblici e, soprattutto, quelli “riservati”), gli architetti della società multirazziale si sono ormai rassegnati a battere in ritirata. Figuratevi che Angelino – che come ex ministro degli Interni ha certamente accesso ai sondaggi riservati – si è rifiutato di votare la legge sullo Ius Soli; neanche con la minaccia che il governo possa cadere; e neanche con le pressioni che – a quanto si sussurra in ambienti “solitamente bene informati” – avrebbe ricevuto da parte del Vaticano. Il dato che emerge dai sondaggi è che, sull’immigrazione, gli italiani non la pensano come il Papa. Il quale Papa – lo dico da credente – farebbe bene a studiarsi un buon manuale di storia italiana, con particolare riferimento alla presa di Porta Pia…”

Il commercio con gli infedeli – Scrive James Hansen: “Che l’Italia abbia avuto – ha – delle difficoltà in Europa per la questione dell’immigrazione nordafricana è noto. Ora è stata messa una toppa al problema. Per parlare “come si mangia”, si pagherà un tributo alle tribù libiche che controllano l’accesso dei clandestini ai porti di partenza per l’Italia. Già l’Impero Romano aveva sperimentato i limiti del metodo con i vari goti, visigoti, vandali, alani, svevi et al. Nel tempo, il prezzo sale, e alla fine…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/10/la-teoria-dei-due-forni-applicata-al.html

Commento di G.R.: “… gli avanzi di galera africani lasciano il carcere e vengono imbarcati su navi, destinazione Italia, per distruggere la cultura e il popolo italiano. Tutto il traffico di questa feccia umana viene finanziato da Soros, compagno di merenda di Rothschild e grande affamatore di popoli. I parlamentari italiani, altro non sono che marionette…”

Nobel ai disarmisti nucleari – Scrive Alfonso Navarra: “I Disarmisti esigenti salutano con gioia il premio Nobel per la pace assegnato all’International Campaign to Abolish Nuclear Weapons, la rete pacifista che è stata l’anima e la coordinatrice della mobilitazione della società civile per l’ottenimento dello storico risultato del Trattato di proibizione delle armi nucleari- adottato da una Conferenza ONU lo scorso 7 luglio…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/10/nobel-per-la-pace-allinternational.html

Gello (Pontedera). Diminuisce la puzza – Scrive Andrea Villani: “A seguito delle nuove modalità operative di gestione della discarica, confacenti all’inquadramento IED, si è verificato un notevole contenimento dei cattivi odori derivanti dal fronte dell’impianto di compostaggio della Geofor SpA di Gello (Pontedera), insieme ad un minor consumo di gasolio impiegato per la movimentazione dei mezzi….”

Omosessualità. Ecco perché… – Scrisse Osho: “Probabilmente l’omosessualità andrà crescendo sempre più – perfino stati, governi e religioni inizieranno a raccomandarla. Nei prossimi cinquant’anni lo vedrete accadere. Allo stesso modo in cui i governi ora raccomandano il controllo delle nascite e l’aborto, in futuro lo faranno con l’omosessualità – perché la popolazione raggiungerà livelli tali che l’omosessualità rappresenterà un metodo per impedire la nascita di nuovi esseri umani. Prima o poi, ogni governo autorizzerà i matrimoni tra omosessuali – matrimoni tra due uomini o tra due donne. Già ora ci sono molte più persone che diventano omosessuali…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/03/la-premonizione-di-osho-omosessualita.html?showComment=1507287214616#c7359398730340277320

Commento di Simon Smeraldo: “Beh, certo non c’era bisogno che ce lo dicesse Osho, giacché è un trend iniziato in modo pressante negli anni ‘80 e che è andato via via crescendo. Inoltre sbaglia in maniera piuttosto grossolana sulle motivazioni, che per lui sarebbero il controllo delle nascita. In realtà come sappiamo il tutto è parte fondamentale di un’agenda occulta per il controllo delle menti. Questo, insieme al fatto che l’umanità si è sempre più allontanata dalla percezione del sacro, regredendo a una condizione semi-animalesca…” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Paolo Mario Buttiglieri: “La nostra è l’epoca in cui cani e gatti portano uomini e donne al guinzaglio quando fanno i loro bisogni uomini e donne li raccolgono vitto e alloggio gratis a vita lavoro? no grazie… e a cosa gli servirebbe visto che hanno il necessario si sparse la voce e da tutto il mondo partirono alla volta dell’italia scansafatiche possibilmente islamici”

Dalla PAC all’agricoltura bioregionale – Scrive Cambiamo Agricoltura: “Gli aiuti pubblici che premiano le aziende di maggiori superfici infatti assecondano la concentrazione fondiaria invece di favorire l’ingresso di nuove figure di agricoltori bioregionali, e non supportano in misura sufficiente il presidio degli spazi rurali in aree svantaggiate, che spesso dipendono da aziende attive su piccole superfici…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/10/dalla-pac-allagricoltura-bioregionale.html

Nuovi fronti di guerra. Il Pentagono prepara una nuova guerra in Asia sudorientale… – Scrive Thyerry Meyssan: “Probabilmente siete informati in modo incompleto su ciò che sta accadendo in Myanmar (http://www.voltairenet.org/article198144.html) e probabilmente non avete sentito parlare della coalizione militare che si sta preparando ad attaccare questo paese. Tuttavia gli eventi attuali sono stati organizzati da Riad e da Washington fin dal 2013.”

Razzismo antitaliano – Scrive Vincenzo Zamboni: “Un movimento politico, anzi una associazione privata, che raccoglie circa il 25% dei voti in Italia dichiara e conferma con insistenza che non ha mai fatto, non fa e non farà mai accordi politici con nessuno degli altri partiti italiani. Che quel gruppo si suicidi politicamente è affar suo, poiché in questo modo non arriverà mai al governo benché lo strepiti in continuazione, non disponendo di alcuna maggioranza per ottenere la fiducia. Ma il suo atteggiamento è al limite del razzismo antitaliano: esiste la razza dei giusti (noi) e quella dei sotto-uomini (gli altri) che non sono degni se non di “andare a casa”…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/10/pentastelluti-del-grillo-peggio-dei.html

Mio commentino: ”E’ solo una sceneggiata, si raccoglie la protesta e la speranza del cambiamento e la si incanala in un filone para-religioso di “eletti”… in attesa perpetua del salvatore”

Geopolitica. Anche l’Arabia saudita guarda alla Russia come interlocutore e garante – Scrive Alessandro Lattanzio: “Il 5 ottobre 2017, Putin incontrava il re dell’Arabia Saudita Salman bin Abdulaziz al-Saud, nella prima visita in Russia di un regnante saudita, così accelerando le relazioni tra i due Paesi. Ciò avviene dopo i ripetuti fallimenti della politica saudita al rimorchio di quella del ‘governo invisibile’ degli USA: – la guerra contro la Siria, dove Damasco, con il sostegno di Russia e Iran, ha respinto le formazioni terroristiche finanziate dall’Arabia Saudita e sostenute dalla NATO e dal Qatar, concorrente di Ryad nel mondo wahhabita…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/10/06/anche-larabia-saudita-guarda-alla-russia-come-interlocutore-e-garante-mentre-gli-usa-sprofondano-nellirrilevanza-e-nel-default/

Biella. Corano sdoganato – Scrive Paolo Sensini: “Sdoganato anche l’insegnamento dell’ora di islam in classe. Accade in una scuola elementare di Biella ad alta densità musulmana, dove la maestra di religione ha introdotto lo studio del Corano tra i suoi allievi. Nelle sue lezioni Stefania Laveder punta molto sulle letture ad alta voce, ma anche sui confronti e sui paralleli: «Ogni tanto – racconta entusiasta -, quando affrontiamo il tema della preghiera, cerco un bambino che non sia di religione cattolica, che non abbia timore e che sia disposto a leggerne una della sua fede davanti a tutti». La chiesa di Ciccio l’argentino ne è felicissima e sta già operando per estenderne l’esempio a tutte le scuole statali di ogni ordine e grado…”

Io sono quello! – Vera Conoscenza è quella che conosce la coscienza che conosce, che è il principio base. Secondo l’esperienza di Ramana, non vi è alcuna separazione, e tutto perciò viene ricondotto al Sé. Questa sublime espressione della Coscienza che conosce se stessa è stata susseguentemente spiegata, in modo raffinato e culturalmente accettabile per la nostra mente speculativa, dal saggio Indiano Nisargadatta Maharaj, il quale si limitò ad affermare: “Io sono Quello”… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/10/06/non-dualismo-da-shankaracharya-a-nisargadatta-maharaj/

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La conoscenza che tu sei è Dio. Adora quello e un giorno realizzerai che non sei un individuo. Realizzerai che sei la coscienza universale che non può soffrire; non ci sono dolore o piacere per quella coscienza e non la conoscerai attraverso l’intelletto, ma attraverso l’intensa meditazione. La meditazione verrà fatta da quella coscienza stessa. Meditare su qualcosa è diventare quella cosa.” (Sri Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Il caso della canapa… – Come distruggere la natura per favorire la chimica industriale

La canapa da erba salvifica multiuso a pianta proibita… grazie agli USA

La canapa, “cannabis sativa”, era coltivata anche in Italia, molto diffusa, conosciuta ed utilizzata in tantissimi ambiti fino alla II Guerra Mondiale. Poi sono subentrati i vincitori americani a dettare le loro condizioni al mondo intero per favorire le loro multinazionali, in questo caso particolare la DuPont. E’ stata infatti quest’ultima che, negli anni ‘30, disponendo di brevetti di fibre sintetiche aveva interesse ad eliminare la canapa naturale per sostituirla coi propri prodotti e lo fece tramite i mass media da essa controllati per avviare una massiccia campagna diffamatoria inventandosi il pericolo droga rappresentato dalla canapa, da allora identificata con la “marijuana”.

Tutta una montatura denigratoria a scopo commerciale. In seguito alla manipolazione dell’opinione pubblica la canapa divenne illegale negli USA nel ‘37 ed in seguito in tutto il resto del mondo, senza tener conto dei suoi molteplici usi, tra l’altro economici e vantaggiosi in tantissimi campi del vivere quotidiano, per un solo presunto uso come stupefacente, tutti gli altri vennero negati e relegati nel dimenticatoio.

Provate ad immaginare come sarebbe stato diverso il mondo se la DuPont non avesse deciso di imporre i suoi interessi all’umanità. Solo leggendo il breve articolo ve ne farete un’idea, non esauriente ma prossima alla verità. Avremmo avuto meno inquinamento, meno morti da inquinamento, avremmo avuto numerosi vantaggi dagli utilizzi della canapa in ogni settore, compreso l’edilizia biologica a minor costo, avremmo un’agricoltura meno inquinante e meno consumatrice di acqua, disporremmo di una materia prima versatile e polivalente sul nostro territorio, senza dipendere dalle forniture estere, avremmo fatto maggiori progressi nei suoi impieghi terapeutici, nel settore tessile, nella produzione della carta e delle materie plastiche biodegradabili, combustibili da biomassa, ecc..

Una miriade di opportunità positive ci sono state impedite per favorire gli interessi di una multinazionale americana, cinica ed avida. Con questo non voglio affermare che non sia legittimo favorire i propri interessi, ma in questo caso l’abuso è evidente, entrambe le opportunità potevano convivere, in proporzione e territori diversi, invece è prevalso il “delirio di onnipotenza” della DuPont, cioè la volontà di dominare monopolizzando il mercato ed eliminare l’avversario ricorrendo a qualsiasi mezzo, anche il più riprovevole, senza il minimo senso di responsabilità per le ripercussioni ed i danni che avrebbe subito l’umanità. Non è stato il primo caso e neppure l’ultimo, ma se ci si documentasse maggiormente invece di porsi passivamente davanti ad uno schermo televisivo, sarebbe meglio, saremmo meno facili prede di inganni, manipolazioni e mistificazioni.

Claudio Martinotti Doria – claudio@gc-colibri.com
Rete Bioregionale Italiana

Articolo collegato:

La canapa come soluzione ecosostenibile al problema dei terreni contaminati

Dai primi anni del 2000 i ricercatori di alcune Università italiane, finanziate dal MIUR, stanno mettendo a punto nuove importanti tecniche di fitorisanamento e fitorimediazione per la bonifica dei terreni contaminati da sostanze inquinanti e metalli pesanti.
Questi sistemi di risanamento dei territori potrebbero rappresentare un’alternativa davvero importante per il futuro di alcune zone della nostra penisola particolarmente interessate dall’inquinamento industriale, come ad esempio laTerra dei Fuochi o i suoli che circondano l’Ilva, famigerata acciaieria di Taranto, dove alcuni progetti di bonifica dei terreni sono già iniziati.
Per il risanamento ecosostenibile dei terreni, la canapa è una delle piante che meglio si presta al raggiungimento dell’obiettivo: proprio presso la Masseria del Carmine – terra simbolo tristemente nota per essere stata contaminata da diossina e policlorobifenili provenienti dalle acciaierie pugliesi – lo scorso anno è partito un progetto promosso dall’associazione CanaPuglia che consiste nella bonifica dei terreni inquinati attraverso la coltivazione di canapa su quattro ettari di terreno. L’esperimento proseguirà per tre anni e per tre raccolti e sarà osservato dall’Università di Bari in collaborazione con il CRA (Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura): verranno quindi valutate scientificamente le capacità di assorbimento della canapa delle sostanze inquinanti e il loro successivo rilascio, per poter sviluppare tecniche sempre più collaudate di fitorisanamento ambientale.
Dal punto di vista ecologico, la cannabis si sta rivelando una risorsa naturale dalle mille capacità. La sua riconsiderazione passa anche attraverso le ormai conosciute proprietà terapeutiche, dal momento che essa è stata (ed è) oggetto di studi scientifici che ne stanno dimostrando l’efficacia nella terapia contro il cancro, la SLA o l’epilessia.
Per la sua capacità di assorbire circa 10 tonnellate di anidride carbonica per ettaro, la canapa è anche utilizzata nella bioedilizia, per la produzione di particolari mattoni in grado di migliorare il comfort abitativo delle case. Ma il processo depurativo della canapa non si verifica soltanto attraverso l’aria, dalla quale essa “imprigiona” grandi quantitativi di Co2, ma le sue radici sono anche in grado di assorbire dal suolo metalli come piombo, zinco, ferro (che potrebbero essere successivamente recuperati e riutilizzati) e di catturare dall’acqua ossido di azoto e altre sostanze inquinanti.
Oltre ai benefici strettamente vantaggiosi per l’ambiente, il fitorisanamento con la canapa è una tecnica ecosostenibile particolarmente economica: la coltivazione di questa pianta, infatti, è semplice e veloce. Essa non richiede l’uso di particolari pesticidi, né di troppa acqua. Cresce inoltre molto velocemente ed è una materia prima utilizzabile in tantissimi settori, dal tessile all’alimentare, dal cosmetico all’automobilistico.
L’ultima frontiera nello sviluppo di queste tecniche ecosostenibili che utilizzano la canapa come principale mezzo di bonifica riguarda un recente progetto di Ecofitomed, azienda pugliese che si occupa di tutela dell’ambiente attraverso l’utilizzo di biotecnologie. L’idea è quella di usare la cannabis per la depurazione dei fanghi inquinati provenienti da fognature e scarti industriali, che oggi vengono raccolti, essiccati e gettati nelle discariche oppure bruciati, con impatto ambientale e costi di gestione molto elevati. Attraverso la coltivazione su un terreno misto a fanghi, la canapa sarebbe in grado – nel tempo – di rigenerare la terra trasformandola in suolo bonificato e coltivabile. Attualmente l’azienda sta cercando finanziamenti per sostenere il progetto, che quindi – con molta probabilità – potrebbe vedere i suoi primi sviluppi iniziali soltanto all’estero.

…………………………

Articoli collegati:

http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Ecologia-botanica-e-liberta-di-coltivazione-della-canapa

http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/03/paolo-darpini-liberalizzazione-della.html

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Sant’Antonio da Padova, lavaggio del cervello, Usa: causa del suo mal, il simbolo smarrito, karma e illuminazione, pianeta in distruzione, Kali benefica…

Il Giornaletto di Saul del 28 settembre 2017 – Sant’Antonio da Padova, lavaggio del cervello, Usa: causa del suo mal, il simbolo smarrito, karma e illuminazione, pianeta in distruzione, Kali benefica…

Care, cari, siccome non so che dire, oltre a raccontare qualche avventuretta o parlare di qualche amico incontrato per strada, per ampliare il discorso vi racconterò del santo. Il santo ovviamente è Antonio da Padova, mio protettore di famiglia e grande esempio di “uomo di Dio con le palle”. Sì, Antonio protegge la mia famiglia da tempo immemorabile, quella parte di famiglia materna che è originaria dalla bassa padana, da Bagnoli di Sopra. Il mio secondo nome è Roberto, come mio nonno materno Roberto Tirabosco, e sia lui che mia nonna Santina e mia madre Giustina sono stati devoti del santo. Durante le mie visite infantili a questo ramo della mia ascendenza padovana, venni spesso condotto nella basilica a pregare ed osservare…. Così sono rimasto affezionato a Sant’Antonio… – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/09/santantonio-da-padova-e-dintorni.html

Critiche eccessive sul Giornaletto – Scrive Luigi Caroli: “Caro Paolo, mi piacerebbe sapere se chi critica ferocemente i governanti (papi compresi), non giudicandoli all’altezza, è almeno in grado di amministrare il suo condominio. Perché non prova? Vedrà che non dura molto… – P.S.: cominciamo a fare poco ma facciamolo bene”

Mia rispostina: “Sarà come dici tu, caro Luigi,   mi sa però che tanti critici non abitino  in un condominio, magari vivono in campagna, in una tenda od in una grotta. Il papa? Non lo conosco, ma col tempo ho imparato a conoscere la struttura da lui guidata e sono giunto alla conclusione che chiunque sia al suo vertice è un ipocrita, nel caso peggiore, od un povero illuso, nel caso migliore. Ciò non ostante -dal punto di vista umano- diamo una mano come possiamo (è un invito): https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/03/16/buone-notizie-dal-vaticano-linferno-non-esiste/

La sorgente della vita è consapevolezza – Scrive Rosa Solito a commento dell’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/09/26/osho-la-sorgente-della-vita-e-la-consapevolezza/ -: “Dio ha molteplici nomi e uno di questi potrebbe essere Consapevolezza. In questo momento ogni atomo del nostro corpo sta lavorando in piena Consapevolezza, tu conosci il loro intento? Così pure nell’universo ogni atomo sta lavorando in piena Consapevolezza, tu conosci il loro intento? L’umano quando da la definizione di Dio è in Consapevolezza? se lo fosse Dio non avrebbe nome. Dio è… semplice”

Mia rispostina: “L’intento è un aspetto della mente, la consapevolezza – che è pura coscienza – consente il manifestarsi di tutti i processi che appaiono nella mente. In dio non può esistere intento altrimenti il suo livello risulterebbe “inferiore” rispetto alla pura consapevolezza”

Il lavaggio del cervello passa da qui – Scrive Attard Marco: “IL LAVAGGIO DEL CERVELLO è fare in modo che noi pensiamo ciò che il potere vuole che pensiamo, dettandoci così anche i nostri comportamenti. I “giornalisti” e altre persone nell’ambito dei mezzi di comunicazione di massa sono dei lavatori di cervelli, ma la maggior parte di essi forse neppure lo sa. Riportando una falsa versione degli eventi, costoro portano le persone a pensare in modo tale da assecondare la struttura del potere. Il percorso dal LAVAGGIO DEL CERVELLO al CONTROLLO MENTALE è breve” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/27/il-lavaggio-del-cervello-passa-da-qui-il-mondo-orwelliano-e-gia-realta-anche-se-non-ce-ne-siamo-accorti/

Commento di Patricia Schipor: “Grazie, è ben documentato e chiaro. Comunque non dobbiamo cedere i nostri cervelli e non avere nessuna paura. E’ malsano guardare le tv…”

Siria. Sion colpisce ancora – Scrive Murizio Blondet: “Il generale di corpo d’armata Valeri Asapov, caduto in Siria. Colpito da un tiro unico di mortaio presso Deir Ezzor. Il tiro proveniva da un’area sotto il controllo del cosiddetto Stato Islamico, ma secondo l’armata siriana, sono stati gli americani a fornire le coordinate precise. “…Asapov aveva inoltrato numerosi rapporti a Mosca, documentando in dettaglio il ruolo nefasto degli Stati Uniti e Israele nel sostegno allo Stato Islamico, come ad  una miriade di gruppi terroristici in Siria. In uno di questi rapporti, il  generale Asapov aveva sottolineato che, finché Israele non viene formalmente denunciato come principale belligerante nella guerra di Siria, questa guerra continuerà, nonostante le quasi 94 mila uscite aeree delle forze aerospaziali della federazione russa”

USA. Dollaro dolente… – Scrive Sebastiano: “La follia degli invasati neocons è manifesta anche dagli ultimi accadimenti in materia finanziaria-monetaria: il Venezuela è obbligato a negoziare l’export petrolifero in Us dollar (causa il noto golpe ferragostano 1971 dell’amministrazione Nixon) e contestualmente gli è impedito dalle recenti sanzioni di utilizzare il dollaro. Un controsenso ? No , una politica arrogante e criminale . La tassa imposta al pianeta, con l’obbligo di negoziare il commercio mondiale esclusivamente in US dollar, comincia ad avvertire qualche crepa e la sanzione al Venezuela potrebbe innescare una autentica rivolta degli stati vassalli. Non ci vuole molto a prevedere che i prossimi sovvertimenti planetari saranno legati alla lenta agonia del dollaro e…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/27/usa-dollaro-dolente-ovvero-chi-e-causa-del-suo-mal/

Commento di F.P.: “I meccanismi finanziari che hanno permesso la spesa militare indiscriminata degli USA si basano su un legame intrinseco tra dollaro, petrolio e il ruolo del denaro americano come valuta di riserva mondiale. La transizione dell’ordine mondiale da una realtà unipolare a quella multipolare è profondamente legata alle strategie economiche e diplomatiche della Russia e della Cina…”

Chi la fa l’aspetti – Nicolas Maduro ha annunciato che il Venezuela non accetterà più dollari nei pagamenti petroliferi. Chi la fa l’aspetti.

Leal dice no alla Brambilla (perché di parte) – Scrive Silvia Premoli: “LEAL Lega Antivivisezionista informa di non aderire al neonato Movimento Animalista perché ritenuto di “parte” ed ha inviato formalmente al Movimento fondato da Michela Vittoria Brambilla una lettera di diniego.”

Il simbolo smarrito – Scriveva Roberto Anastagi: “Recentemente ho terminato di leggere il libro di Dan Brown “The lost symbol” e ho trovato che le ultime pagine erano particolarmente interessanti. Vi traduco un po’ dei concetti di quelle pagine. I misteri degli antichi erano concentrati su Dio dentro di noi… l’umano uguale a Dio. Per la bibbia invece è Dio che è al disopra di noi e l’umano è il peccatore senza alcun potere. Buddha disse: voi siete Dio. Gesù insegnò che il regno di Dio è dentro di voi. La sola differenza tra noi e Dio è che noi ci siamo dimenticati di essere divini…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/09/27/dan-brown-the-lost-symbol-recensione/

Ius soli. Per ora non passa ma viene aggirato – Scrive P.S. a commento dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.it/2017/09/pd-e-ius-soli-qualcosa-che-dovremmo.html?showComment=1506511964000#c434960856102285992 -: “Lo ius soli non passa in Parlamento? Nessun problema, ora il governo abusivo a guida PD torna alla carica con i «ricongiungimenti familiari per i migranti». In pratica come far rientrare dalla finestra ciò che è stato buttato fuori dalla porta. E con uno stanziamento che prevede l’aggiunta di quasi un miliardino di euro, oltre ai cinque già previsti nel 2017 per «l’accoglienza dei profughi». Particolare attenzione è dedicata dal Viminale al «dialogo interreligioso e interculturale…” – Continua in calce al link segnalato

Italia. Previsioni fosche – Scrive Piero Parodi: “..tra neri, islamici, sinistri, centri sociali ed antagonisti con un Paese in Pieno Caos ci sarà il Colpo di Stato Militare in Italia per “mettere in sicurezza” le Retrovie Americane di un Paese Strategico nel Mediterraneo. Saranno chiusi i confini e partirà la retata di una Giunta Militare…”

Commento di Giorgio Vitali: “Non mi sembra un’ipotesi realista. Per prevedere il futuro occorre avere idee ben chiare in termini di Geopolitica. Ad esempio, la Brexit è un esempio pratico di applicazione di regole geopolitiche…”

Karma e illuminazione nel senso buddista – Scrisse Alberto Mengoni: “La parola Karma, ormai entrata nel nostro linguaggio comune, viene per lo più associata alla parola “reincarnazione”, ovvero al concetto di viaggio dell’anima attraverso vite diverse. Tuttavia il termine Karma, nelle filosofie orientali e in quella buddhista in particolare, ha un’accezione ben più complessa: esprime l’idea che ciò che siamo in questo momento è una somma esponenziale di tutti i momenti di esistenza del nostro passato, anche antecedenti alla nostra venuta in questo mondo…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/09/karma-e-illuminazione-nel-senso-buddista.html

Italia. La rana bollita – Scrive Paolo Sensini: “Fase 1): fare entrare centinaia di migliaia di stranieri e sparpagliarli d’autorità, tramite i prefetti, su tutto il territorio della penisola italiana, anche nei paesini più piccoli e sperduti; fase 2) favorire con un accorto uso dei media la crescita di un partito di finta opposizione come il M5S che, al momento opportuno, possa prima disinnescare e quindi indirizzare su un binario morto il malcontento cresciuto ovunque; fase 3) varare leggi repressive che equiparino il disagio dei cittadini verso una situazione non più tollerabile come “apologia di fascismo”, un regime che non esiste più da ben 72 anni; fase 4) usare il cavallo di Troia dei “migranti” come arma per intaccare i livelli salariali e le condizioni di vita e sicurezza dei produttori; fase 5) usare ogni mezzo, comprese emergenze sanitarie inesistenti e tarocche, per aumentare la presa autoritaria e criminalizzare i cittadini renitenti alle coercizioni governative; fase 6) lasciare intatto il guscio formale della “proprietà privata” ma svuotarlo interamente della sua sostanza con una tassazione così alta da impoverire tutto il tessuto sociale. La casa, l’auto e tutto il resto sono legalmente tuoi, ci mancherebbe altro, ma i soldi per il loro semplice possesso ce li prendiamo noi (Stato, Regioni, Comuni). In breve sta realizzandosi il principio della rana bollita. Questa esperienza mostra che, quando un cambiamento si effettua in maniera sufficientemente lenta, sfugge alla coscienza e non suscita, per la maggior parte del tempo, nessuna reazione, nessuna opposizione, nessuna rivolta…”

La distruzione del pianeta va avanti ininterrotta – Le fonti di inquinamento e di distruzione dell’habitat non son solo quelle relative all’agricoltura intensiva ed all’allevamento industriale, a cui vanno aggiunte le distruzioni deliberate per scopi di guerra, ma comprendono anche l’uso indiscriminato di risorse naturali (idrocarburi e minerali) e conseguenti sconquassi tellurici, la polluzione atmosferica causata dall’uso massiccio di combustibili fossili, l’eradicazione delle foreste, etc. La piaga umana sta impestando il pianeta sino alle midolla. E come se non bastasse la produzione del cibo sta diventando un affare economico controllato accuratamente da multinazionali, le stesse che compartecipano alla finanza mondiale, e queste multinazionali hanno in mano la produzione e possono quindi creare crisi alimentari pilotate per mantenere un controllo reale sulla popolazione del globo… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/09/la-distruzione-del-pianeta-va-avanti.html

Commento di Michele Meomartino: “Caro Paolo, dopo questo articolo, converrai, che occorre tirare fuori qualche ideuzza bioregionale per uscire fuori da questa deriva mortale che tu, con la consueta onestà intellettuale che ti contraddistingue, hai illustrato. Ma non tanto occorre soffermarsi sull’analisi dei disastri, su cui possiamo convenire, tranne le multinazionali e i loro accoliti, quanto sulle proposte. Sulle tante iniziative di buone pratiche e comportamenti virtuosi e sui nuovi stili di vita che oggi rappresentano la vera alternativa ad un modello di sviluppo iniquo e insostenibile…” – Continua in calce al link soprastante

Kali. La Terribile e la Benefica – L’adorazione di Kali assume tutte le forme del possibile rapporto con il femminile, ella è madre, sorella, figlia, amica ed amante. Solitamente i devoti preferiscono rivolgersi a lei come Madre Universale, ma esistono culti che la venerano con amore filiale, in forma di giovinetta vergine, e vi sono inoltre gli approcci devozionali tantrici che la vedono come amante divina. Kali… la Dea Nera, la danzatrice primordiale che crea il mondo… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/09/kali-la-nera-amante-creatrice.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La mia umanità non consiste nel partecipare ai sentimenti degli uomini, ma nella capacità di sopportare questa partecipazione.” (Friedrich Nietzsche)

Commenti disabilitati