Risultato della ricerca:

La casa bioregionale e le 4 stagioni, invito alla lettura, la scelta antitumore, la Grande Crisi, 2020: il Nuovo Messia, tante le TAP lungo il percorso del degrado, Sabra e Chatila: per non dimenticare…

Il Giornaletto di Saul del 17 settembre 2019 – La casa bioregionale e le 4 stagioni, invito alla lettura, la scelta antitumore, la Grande Crisi, 2020: il Nuovo Messia, tante le TAP lungo il percorso del degrado, Sabra e Chatila: per non dimenticare…

Care, cari, c’è una tesi di scienze della comunicazione che analizza i processi dell auto-costruzione dove committente progettista ed artigiano partecipano assieme alla realizzazione dell’oggetto che appunto si carica di valori emozionali, in senso orizzontale le difficoltà vengono affrontate di volta in volta man mano che si presentano… – (Ferdinando Renzetti) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/09/la-casa-bioregionale-e-le-quattro.html

Invito alla lettura – Scrive Luigi Caroli: “Molti di voi hanno certo assistito davanti al televisore – l’11 settembre 2001 – al crollo delle TRE TORRI (la terza – afflosciata nel pomeriggio – pochi la ricordano). A quanti sono rimasti dubbi su come siano andati veramente i fatti farà – credo – piacere leggere un articolo avvincente cliccando su: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/09/16/11-settembre-2001-verita-traballante-e-bugie-sul-filo-del-rasoio/ – Troverete, all’interno dello stesso, altri interessanti collegamenti. Paolo D’Arpini aggiorna 365 giorni all’anno il suo “Giornaletto di Saul”. Se volete iscrivervi al suo notiziario scrivete a saul.arpino@gmail.com – Buona lettura!

La scelta antitumore – Scrive Paola Botta Beltramo: “sto leggendo il libro “La scelta antitumore” del dr. Giuseppe Di Bella e, tra l’altro, concordo con quanto è scritto a pag. 341, ovvero che il Metodo Di Bella “considera e cura il portatore del tumore, non il tumore come entità estrapolata da un’inscindibile unità biologica e spirituale” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2019/09/giuseppe-di-bella-e-la-scelta-antitumore.html

Roma. Formazione ecopacifista – Scrive Marco Palombo: “Il 17 settembre 2019, ore 17, nella Sala Asia, alla Città dell’Altra Economia di Roma, formazione legale per eco-attivisti. Qual è il confine tra la resistenza attiva, che ha rilevanza penale, e la resistenza passiva attuata dai movimenti non violenti? Quali comportamenti evitare o incoraggiare per una protesta nonviolenta? – Info: palombo.marco57@gmail.com”

2020. La Grande Crisi che ci aspetta – Scrive David Cohen: “A partire dal 2020, si delineerà lo scenario per un nuovo “giro di giostra”: una crisi finanziaria seguita da una recessione globale. Ma, il punto chiave è che, a differenza del 2008, ai governi mancheranno gli strumenti politici per gestirla. L’inflazione è in crescita in diverse importanti economie…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/09/2020-la-grande-crisi-che-ci-aspetta.html?showComment=1568613995627#c9079443238528127130

Commento di Claudio Zanetti: “…i miei studi matematici mi indicano che dal giugno del 2020 e fino al 2022 vivremmo un’altra crisi con ripartenza del nuovo ciclo economico solo nel 2023. Pertanto mi trovo d’accordo con l’inizio del periodo nefasto a partire dal 2020…”

2020. Il Nuovo Messia – Parecchi anni fa aiutai l’amico Peter Boom a rendere in italiano “2020 – Il nuovo Messia” un libricino di fanta-ecologia in cui si immagina la fine del mondo in seguito ad una serie di catastrofi ecologiche causate dall’uomo. A quel tempo, primi anni ‘90 del secolo scorso, già facevo parte del nascente filone bioregionale, e trovai interessanti le tesi di Peter, che immaginava un goffo tentativo da parte dei potenti di salvarsi dalla distruzione planetaria per mezzo di “una nuova arca”che finì miseramente in un boato atomico autodistruttivo…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/03/2020-il-nuovo-messia-e-la-fine-del-mondo.html

Milano. Sicomoro – Dialoghi. Il primo incontro il 27 settembre 2019 allo Spazio K in via Spalato 11 a Milano alle ore 21.00. Info: paolocova.cova@gmail.com”

Tante le TAP lungo il percorso del degrado ambientale – Scrive Giovanni Tomei: “Via libera del nuovo governo al TAP nel Salento… Ecco la ri-conferma che nella politica, originata dai partiti, e nella burocrazia, in tutte le pieghe organizzative della sussidiarietà verticale, che governa l’assetto amministrativo della Repubblica Italiana, le TAP sono tante ed emblematiche. Anche i fondi europei ed i bandi che…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/09/16/le-tap-sono-tante-lungo-il-percorso-della-decadenza-e-dellirreversibilita/

Roma. Yoga – Scrive Yoga Roma: “Evento GRATUITO di Yoga, con Porzia Maria Favale riservato ai soli residenti di Colleverde, Guidonia Montecelio, Fonte Nuova. Domenica 29 settembre dalle ore 10:00 alle ore 12:30 nella Pinetina del Green Club Roma di Prato Lauro, via Fratelli Maristi, 94. Info e prenotazione: 320 3018746″

F35. Bidoni volanti ma buoni per l’Italia – Scrive Alessio Di Florio: “Dagli USA nel 2014 arrivò un rapporto secondo cui i costi annuali per gli F35 sono dell’80% superiori a 4 diversi aerei già in dotazione all’esercito a stelle e strisce. E anche qui tutto è partito da stime della Difesa statunitense. Sono passati 5 anni e diversi altri dossier sulle criticità, economiche e funzionali, degli F35. Ma, nonostante le promesse elettorali, il progetto internazionale è andato avanti per l’Italia a gonfie vele. Altri Stati hanno diminuito o azzerato il proprio impegno, il Bel Paese no…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/09/f35-ed-altre-armi-inutili-soldi-buttati.html

Roma. Hortus Urbis – Scrive Zappata Romana: “L’autunno è già arrivato all’Hortus Urbis con i laboratori per i piccoli giardinieri, che iniziano questa domenica 22 settembre, e con il primo appuntamento per gli adulti, sabato 21, con la scoperta delle erbe culinarie del Parco dell’Appia Antica. Info: hortus.zappataromana@gmail.com”

Sabra e Chatila. Per non dimenticare – Scrive Yousef Salman: “Dal 16 al 18 settembre ricorre il 37° anniversario dei massacri dei campi palestinesi di Beirut di Sabra e Shatila. Quando le forze fasciste libanesi (i falangisti) sotto il controllo e la diretta direzione del ministro della Difesa israeliano, Ariel Sharon, entrarono nei campi e per intere lunghe 40 ore fecero uno dei più atroci e orrendi massacri della storia umana. Più di 3.000 cadaveri mutilati, dilaniati, stuprati, lasciati marcire al sole. Bambini, donne e anziani, vengono barbaramente uccisi e sepolti in fosse comuni o trasportati sui camion autorizzati dal comando diretto di Sharon…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/09/16/37-anni-dopo-sabra-e-shatila-non-abbiamo-dimenticato/

Ciao, Paolo/Saul

………………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Chi ti vuol dominare
ti fa sentire in pericolo
per indurti la paura
che ti fa contrarre il corpo
e perdere il controllo della mente;
chi ti vuol dominare
ti fa sentire in colpa
per indurti la paura
che ti fa contrarre il corpo
e perdere il controllo della mente;
chi ti vuol bene
non ti spaventa e non ti fa sentire in colpa
per indurti il coraggio
che ti fa rilassare il corpo
e divenire padrone della tua mente.”
(Paolo Mario Buttiglieri)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Povera Italia di allora! Povera Italia di oggi!, medicina contro natura, la mia battaglia laica e vegetariana, ebraismo: la sostituzione dei simboli, discorsi sulla non-violenza…

Il Giornaletto di Saul del 8 settembre 2019 – Povera Italia di allora! Povera Italia di oggi!, medicina contro natura, la mia battaglia laica e vegetariana, ebraismo: la sostituzione dei simboli, discorsi sulla non-violenza…

Care, cari, L’8 settembre, l’Italia dei lupercali, l’arte del mugugno e l’arte del fischio… Il dramma dell’Esercito Italiano scoppia alle 19.45 dell’8 settembre 1943, quando la radio divulga il messaggio del Maresciallo Badoglio in cui si annuncia che è stato firmato l’Armistizio a Cassibile… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2019/09/era-l8-settembre-povera-italia-di.html

Commento di Marco Bracci: “…dici che la scarsa fiducia nella politica degli Italiani forse è cominciata con quell’8 settembre 1943. Io dico invece che quello che è accaduto da quel giorno era già nel nostro DNA e quindi i politici di allora, come ben si può vedere anche ai giorni nostri, fecero quello che fecero.

Medicina contro natura… – la buona salute dipende dal rapporto armonico tra corpo fisico, eterico, spirituale ed egocentrico, una realtà concreta e sovrapposta di etere e di aurea, dove le inoculazioni non hanno nessuna funzione se non quella di arrecare disturbo. E ribadiamo con Leonardo che devi imparare a mantenere la salute, e non a curare la tua malattia. Rispettare se stessi e il prossimo, rispettare i virus e i batteri, rispettare il sistema immunitario. Questa è la vera vaccinazione indispensabile, da operarsi esclusivamente con gli strumenti della cultura e dell’etica… (Valdo Vaccaro) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2012/11/medicina-contro-natura-la-paura-del.html

Persone morte e persone addormentate – Scrisse Ouspensky: “I morti sono morti, non possono svegliarsi. Quelli che dormono hanno almeno una possibilità teorica di svegliarsi se le circostanze sono favorevoli. Ma cosa rende deboli le persone che dormono? La mancanza di coscienza ed il falso rispetto umano…”

Bioregionalismo. La mia battaglia laica e vegetariana – Sapete che sono nato in un anno della Scimmia, e tutti dicono che la scimmia è un animale dispettoso. Ma non è vero, ve l’assicuro, solo che la scimmia vuole scoprire le reazioni degli altri, la verità che si nasconde dietro le apparenze, ed è per questo che gioca tiri birboni a tutti quanti e li sfida in mille modi, per capire come reagiscono e come si manifestano… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/09/07/rete-bioregionale-italiana-la-mia-battaglia-istituzionale-laica-e-vegetariana/

Conte 2.0 – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo https://auser-treia.blogspot.com/2019/09/conte-20-secondo-la-cgil.html?showComment=1567850368261#c6938196806699567450 -: “Dice Marina “…. un semplice movimento di buon senso lo potremmo chiamare, com’era il M5S prima del 2012, da quando ha preso il potere si è andato normalizzando tanto da diventare perfettamente aderente al sistema.” Quando nacque l’M5s dissi: il pentacolo è lo stemma dei seguaci del diavolo e l’M5S ne ha ben 5 nel suo stemma, e diavolo, in greco, significa “colui che confonde”. Perciò non c’è da meravigliarsi che oggi l’M5S sia quello che è diventato manifesto essere, anche se, per me, lo era già quando nacque ed è stato creato proprio per questo…” – Continua in calce al link segnalato

Commento di V.M.: “Ti lamenti ma che ti lamenti? https://www.youtube.com/watch?v=NmDcNoGBoEk&feature=youtu.be – Domenico Modugno sempre attualissimo.. Malarazza: a buon intenditore, poche parole…”

Ebraismo. La sostituzione dei simboli – Durante i vari scambi epistolari avuti con persone di diverso credo, ho notato, a parte alcuni casi rari, che si tende a giudicare e ad esprimere pareri sulla base di una “convinzione” prestabilita, non corroborata cioè da una personale ricerca sui fatti avvenuti. Sulla realtà della nascita del “problema ebraico”, a cominciare dal periodo biblico sino alla fondazione di Israele… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2016/09/ebraismo-la-sostituzione-dei-simboli-e.html?showComment=1567843444201#c8225953706166296239

Commento di Roberto Anastagi: “caro Paolo. Ho letto con molto interesse il tuo articolo – Non condivido la tua benevolenza per gli ebrei. Mio nonno era ebreo, quindi io sono 1/4 ebreo e non ho alcuna memoria di uno dei numerosi ebrei che ho conosciuto che mi sia piaciuto. Li ho sempre trovati non amichevoli, freddi, sopratutto solo interessati ai soldi e convinti di appartenere ad una razza superiore…” – Continua in calce al link soprastante

Mia rispostina: “Caro Roberto, anche mio nonno paterno era ebreo e si “convertì” assieme alla famiglia (compreso mio padre) durante il fascismo per evitare persecuzioni razziali. Forse io, al contrario di te, ho avuto una esperienza più positiva con i lontani cugini ebrei. Comunque è vero quanto da te affermato, pur che quei “difetti” da te evidenziati sono comuni a quasi tutti i popoli che per una ragione o per l’altra si sono estraniati dalla comunità umana…”

Discorsi sulla non-violenza – Scrive Angela Braghin: “La non-violenza è un valore che fa parte delle tradizioni etiche di alcune religioni, come si riscontra nel Buddismo, Induismo e nel pacifismo cristiano. Comunque, ha raggiunto una tale statura, da essere considerato un valore cui aspirare, oltre ad essere divenuto un principio da seguire ed adottare contro la violenza della guerra…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/09/discorsi-sulla-non-violenza-in-azione.html

Commento di Clenz Domus Venece: “…coraggio, sempre e solo coraggio, di essere, fare, dire, amare…”

Ciao, Paolo/Saul

……………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Le vicende di un sogno come coincidono con gli eventi dello stato di veglia? Entrambe coincidono con il presente in cui ci si trova! Ogni fotogramma di un film fa parte del film, l’illusione della continuità e della sostanzialità è data dal semplice scorrere della pellicola” (Saul Arpino)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, UE: morire per gli USA, governissimo: all’inciucio, Treia: manca spazio (pubblico), buddismo “bioregionale”, la grande sintesi della tradizione esoterica…

Il Giornaletto di Saul del 23 agosto 2019 – Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, UE: morire per gli USA, governissimo: all’inciucio, Treia: manca spazio (pubblico), buddismo “bioregionale”, la grande sintesi della tradizione esoterica…

Care, cari, il 23 agosto 1927 furono assassinati negli USA Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, proletari, militanti del movimento operaio, portatori dell’ideale della pace, della giustizia e della fraternità fra tutti gli esseri umani, limpidi e generosi avversari di ogni potere sfruttatore e oppressivo, vittime innocenti della violenza del potere. Essi testimoniano ancora e per sempre della dignità umana, della lotta contro ogni menzogna e ingiustizia, dell’ideale anarchico di una società di persone libere… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/08/22/nicola-sacco-e-bartolomeo-vanzetti-e-la-vergogna-americana/

Dantes Coin. Nelle scuole – Scrive Gilbert Diben: “Cari amici nonostante questo sia un paese complicato in mano a potenze straniere, lo spirito italico non demorde e pur senza mezzi lotta e avanza. Se Dio vuole 350 scuole Italiane partiranno con il progetto Dantes coin. Un ringraziamento alle Professoresse Dardanelli e De Santis per avermi sostenuto. Un grazie a Cosimo Pesare e Luca Monti per il supporto. Senza Claudio Illaretti neanche iniziavamo. Abbiamo trovato ostacoli nelle banche ma ce la faremo anche senza gli usurai legalizzati. Info: gilberto.dibenedetto@gmail.com”

Europa. Morire per gli USA – Scrive Manlio Dinucci: “Una volta realizzati nuovi missili nucleari della categoria prima proibita dal Trattato Inf, gli Usa chiederanno agli alleati europei di «ospitarli», e quindi di essere in prima linea nel confronto nucleare con la Russia. Quale sarà la risposta del prossimo governo italiano?…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/08/22/europa-sotto-la-cappella-nato-missili-nucleari-per-morire-in-favore-usa-missili-nucleari-per-morire-in-favore-usa/

Commento di J.L.T.: “Come già detto da altri, uno tra tutti Gramsci, la politica non si esaurisce e non si realizza e verifica con il voto a delega, ma con la partecipazione, la sollecitazione critica degli eletti, e quando è il caso con il supporto esplicito, deciso, organizzato. Elementare, no?”

Governissimo. All’inciucio, all’inciucio… – Scrive Fulvio Grimaldi: “Dal Colle alla Suburra e dal Colle all’Olimpo, dai cripto destri imperiali della “sinistra” ai destri confessi global-papisti, la spinta è una sola: all’inciucio! all’inciucio! Ridotta in briciole dalla Lega l’anomalia 5 Stelle, con le sue fisime sociali e ambientali, si tratta ora di ruminarne i resti nel più storicamente collaudato tritacarne PD…” – Continua:
https://paolodarpini.blogspot.com/2019/08/allinciucio-allinciucio-avanti-con-il.html?showComment=1566487723139#c6307994856251219253

Commento di Raul Lovisoni: “Ascoltate: 1) Se faranno un governo giallorosso, i M5S tratteranno il PD come delle pezze da piedi costruendosi una reputazione e accusando il PD d’ogni nefandezza. 2) Si sarà ricostruita a spese della Sinistra la stessa situazione favorevole che aveva la Lega nel governo precedente. Essere al governo e all’opposizione nello stesso istante. 3) Zingaretti ha forse intuito il trappolone ma la spasmodica paura di Renzi e dei suoi di non essere rieletti, determinerà una catastrofe di portata storica per la Sinistra italiana…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di Alberto: “I governi cadono perché l’interesse nazionale non conta più nulla. Ormai siamo in piena crisi a causa della insignificante strategia politica dei nostri rappresentanti. Non abbiamo personale politico che venga dalla cultura, ma solo portaordini di cupole economico finanziarie extra nazionali. I paesi che resistono sono sotto feroci attacchi mediatici come fossero recalcitranti adolescenti non curanti dell’educazione; invece sono essi che con la loro resistenza mettono in luce la contraddizione tra il fine del benessere diffuso e l’oligarchia che dirige le sorti del mondo globalizzato…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di Ireo: “…ritengo che un accordo con il PD sia un grave errore per il neoliberismo ed il filoatlantismo del PD ma anche per il fatto che, nell’attuale parlamento, i parlamentari del PD sono in maggioranza renziani e quindi in grado di condizionare in qualsiasi momento un eventuale governo. Andare a votare a ottobre é purtroppo, a mio parere, la scelta migliore del M5S, anche se sappiamo che probabilmente vinceranno le elezioni la Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Meglio per il M5S affrontare le elezioni e stare all’opposizione che in un governo con l’attuale PD…” – Continua in calce al link soprastante

Mia rispostina: “Penso anch’io, come Ireo, che per il m5s sia meglio stare all’opposizione piuttosto che al governo. Stare all’opposizione consente il perseguimento di una politica più nitida ed onesta, mentre andare al governo inevitabilmente porta a compromessi e perdita d’identità. Abbiamo visto la stessa cosa succedere al vecchio PCI che una volta entrato nel “criterio” del compromesso storico ha perso la sua forza e la sua identità divenendo quel che oggi è il pd, un partito stampella dei poteri forti. Comunque dubito che il m5s possa ormai recuperare il suo elettorato e la sua credibilità, ha perso troppe volte la faccia… ed anche il cambio di gestione da Di Maio a Dibba servirà a poco, almeno finché continueranno ad esistere dietro le quinte personaggi come Grillo e Casaleggio… (P.D’A.)”

Treia. Manca spazio (pubblico)… Scrive Caterina Regazzi: “Vorrei far notare che il problema della mancanza dei luoghi di ritrovo per i giovani esiste anche a Treia, dove almeno ci vorrebbe una biblioteca, ma anche un luogo per stare assieme, fare musica, socializzare, invece che starsene davanti ai pc e ai telefonini… o no?” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/08/22/treia-manca-uno-spazio-pubblico-per-giovani-e-meno-giovani/

Urupia. Festival delle Terre – Scrive CIR: “Il “Festival delle Terre” si svolge a Urupia dal 23 al 25 agosto 2019. Per poter campeggiare alla Comune durante le giornate del Festival contattateci a: comune.urupia@gmail.com o 3479288540″

Buddismo “bioregionale” – Scrisse Roberto Anastagi: “Le varie scuole del buddismo (Theravada, Tantrismo, Lamaismo tibetano, Chan cinese, Zen giapponese e persino quelle forme di buddismo occidentalizzato, etc.) sono caratterizzate da differenze nel modo di accostarsi alla comune meta in base alle diverse inclinazioni dei loro fondatori e discepoli, dai costumi e dagli usi delle varie popolazioni che nel corso della loro storia adottarono la fede buddista, dalle condizioni climatiche e geografiche, insomma un approccio che potremmo definire “bioregionale”…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/08/buddismo-come-pratica-di-vita.html

Nota: Qualsiasi genere di disquisizione intorno al “dio”e alla creazione è considerata un inutile esercizio dialettico, o peggio, una dannosa presunzione retorica. Tutto ciò che possiamo comprendere con l’intelletto, per il buddismo è puramente accessorio. Occorre applicarsi nella vita di tutti i giorni, con retta parola, retta azione, e retta condotta di vita. Mia piccola conclusione: il buddismo è una filosofia per la vita, mentre le fedi “monoteiste” differenziate (che credono in Jawè, Cristo e Allah) sono religioni per dopo la morte…

La grande sintesi della tradizione esoterica. Recensione – Scrive F.L.M.: “In un processo di unificazione tra scienza e fede, Pietro Ubaldi chiarisce il rapporto tra involuzione ed evoluzione tra le tre dimensioni della materia, dell’energia e dello spirito. Spiega il senso della vita, la funzione del dolore e la presenza del male. Inoltre ritiene che esiste un’unica “Sostanza”, la cui essenza sarebbe il movimento e che si manifesterebbe come “materia” (statica), “energia” (dinamica) e “spirito” (vita)…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/08/la-grande-sintesi-della-tradizione.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Uno spartano domandò a un sacerdote che voleva confessarlo: “A chi devo confessare i miei peccati, a Dio o agli uomini?” – “A Dio”, rispose il prete. “Allora, ritirati, uomo” (Plutarco)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

L’anima gemella, una società al femminile, sopravvivenza non garantita, papa Francesco e le speranze ecologiste, in memoria di Giorgio Nebbia, soffio vitale, Zen: la via per pochi eletti…

Il Giornaletto di Saul del 6 luglio 2019 – L’anima gemella, una società al femminile, sopravvivenza non garantita, papa Francesco e le speranze ecologiste, in memoria di Giorgio Nebbia, soffio vitale, Zen: la via per pochi eletti…

Care, cari, per dimostrare che l’amore non può e non deve essere violenza prendiamo lo spunto della commemorazione della Santa Maria Goretti, che ricorre il 6 luglio, la quale fu uccisa pur di non cedere alla lusinga di un amore venale. In questo momento storico in cui la violenza verso la donna sta raggiungendo un picco di virulenza è importante ristabilire il valore ed il significato dell’amore romantico, basato sulla capacità di produrre fra il maschile ed il femminile dei valori condivisi, come semplicità e bellezza, creatività e simpatia, solidarietà e innocenza. Per questo abbiamo pensato ad una celebrazione che unisse questi ideali senza però rinunciare al rispetto di sé e delle proprie qualità. Infatti spesso si tende ad abbassare il livello della propria dignità solo in funzione di un ottenimento sociale e di un appagamento materiale… Rifletteremo su questi temi durante una passeggiata serale, lungo il fiume Panaro, appuntamento alle ore 19.30, all’ingresso del Sentiero Natura di Via dei Gibellini a Spilamberto. Info: 333.6023090

Una società al femminile. Unica soluzione per la sopravvivenza della specie? – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Stiamo per assistere ad un cambio di paradigma politico e culturale, le donne andranno al potere e probabilmente si coordineranno tra loro. E non saranno epigoni maschili ma porteranno in politica e soprattutto nel governo attivo la loro particolare visione ed interpretazione della realtà e delle prospettive, dobbiamo attenderci maggiore lungimiranza e minore belligeranza…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/07/bioregionalismo-e-matrismo-la-donna.html

Commento di Michele Meomartino: “Si è persuasi che recuperando questa dimensione femminile, a lungo avversata da una cultura maschilista e prepotente, l’umanità possa arricchirsi di una saggezza, di una sensibilità, di una visione del mondo e di valori più attenti alla cura, alla pace e all’armonia, tanto più urgenti e necessari, oggi, in cui si assiste al prevalere di violenze e di ingiustizie.”

Sopravvivenza non garantita – La dura realtà, fatta di cose concrete, spazzerà infine le nebbie dell’immaginario e del sogno ad occhi aperti. Politica, finanza, potere, ricchezza… tutta immondizia più sporca di quella che si accumula nelle strade di Napoli, di Calcutta, del Cairo, di Buenos Aires, di New York… e persino del paesello sui monti. In questo momento si parla molto dell’imminente crollo sociale ed economico mondiale e di come poter risolvere i problemi della produzione alimentare ed energetica, funzionale al mantenimento della struttura tecnologica in cui la nostra civiltà sguazza e sprofonda. Sabbie mobili. Viviamo con la paura di sprofondare e siamo già con l’acqua alla gola, quindi tutto ciò che facciamo peggiora soltanto la situazione…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/ecologia-profonda-e-sopravvivenza-non.html

Proposte per il prossimo Collettivo Bioregionale – Stiamo riflettendo sulla possibile ubicazione del prossimo collettivo bioregionale ecologista del 2020. La Rete Bioregionale Italiana, per l’ecologia profonda, il bioregionalismo e la spiritualità laica, propone un modo di vivere armonico nella società ed in natura. Gli incontri sono pertanto occasioni di condivisione collegiale del sentire e della pratica quotidiana, nello spirito conviviale e semplice dell’avvicinamento fra amici e fratelli. Sin d’ora prendiamo in esame proposte per il luogo dell’incontro del solstizio estivo 2020 – Scrivere a: bioregionalismo.treia@gmail.com”

Papa Francesco e le speranze ecologiste nella chiesa cattolica… – Aveva cominciato ad occuparsene il passionista Thomas Berry, con alterne fortune, ma ora l’ecologia potrebbe entrare più profondamente nella coscienza “religiosa” della chiesa cattolica. Il fatto nuovo è la scelta di Jorge Bergoglio di assumere il nome di Francesco, un santo che conobbe in profondità l’amore per la natura. Leggete l’analisi in tal senso del compianto prof. Giorgio Nebbia… – Continua con vari commenti pro e contro: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2013/03/francesco-un-papa-ecologico-forse-egli.html

Un melo per Giorgio Nebbia – Scrive Marinella Correggia a integrazione dell’articolo - https://retedellereti.blogspot.com/2019/07/giorgio-nebbia-ha-lasciato-questo-piano.html -: “Caro Paolo, torno dal funerale di Giorgio. La bara, semplice e come piccola, senza fronzoli. Una sola corona di fiori. Insomma la semplicità. Ti mando la foto dell’albero (un melo varietà abbondanza rossa) che gli ho dedicato ieri…”

In memoria di Giorgio Nebbia (23 aprile 1926 – 3 luglio 2019). Tra i fondatori dell’ambientalismo italiano, della scienza ecologica. Un riferimento umano e politico quale docente universitario, pioniere di ricerche, divulgatore di un numero incredibile di libri e articoli, poderoso archivista, militante infaticabile, sempre disponibile per ogni impegno sociale e politico volto  all’ambiente e alla pace, affabile e ironico e di una gentilezza innata. Un maestro capace di coniugare l’ecologismo scientifico con la necessità della giustizia sociale, il rigore tecnico con la spinta utopica, il marxismo e la religione con l’ecologia… (Barbara Tartaglione e Lino Balza)… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/07/in-memoria-di-giorgio-nebbia-il.html

Il paraocchi della “non conoscenza” – Scrive Michele Tosetto a commento dell’articolo https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/07/il-paraocchi-della-non-conoscenza.html -: “Ovvio, palese, evidente ma se non esci dal gioco, non spegni la televisione, non prendi la decisione di essere diverso e non seguire quella serie piuttosto che la politica mediatica non te ne puoi accorgere. Il prezzo che paghi è che appari strano perché i tuoi argomenti non solo quelli di tutti e non sai seguire una discussione su quel personaggio o sulla altro episodio: quello che ottieni è una maggior consapevolezza, più tristezza e più solitudine…”

Mio commentino: “…più libertà, soprattutto…”

Carola, la racketara, tiene banco negli USA – Il blog Altra Calcata altro mondo, ove è pubblicato l’articolo su Carola Rackete – http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/capitana-rackete-carola-eroina-del-mare.html - è stato visitato ieri da 2.152 utenti statunitensi. In totale durante la settimana le visite dagli USA ammontano a 12.528, contro appena 455 dall’Italia. Insomma siamo letti più all’estero che in casa…”

Soffio vitale e tranquillità mentale – Con il respiro non si assorbe solo “aria” nell’organismo ma –come viene insegnato in varie discipline esoteriche- anche “energia vitale”. Questa fu anche la ricerca intrapresa da uno psicologo contemporaneo, Wilhelm Reich, che fece molti esperimenti e studi in tal senso. Egli definì il respiro non solo aria ma “energia orgonica” (la stessa cosa in India è chiamata “prana”). Reich afferma che l’aria è solo un contenitore ma in essa è contenuto un potere chiamato “orgone” (o “elan vital”)….” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/04/respiro-meditativo-soffio-vitale-e-tranquillita-mentale/

San Pietro Vara Maissana. Scuola Familiare – Scrive Betta: “Dal 27 luglio al 4 agosto 2019, a San Pietro Vara Maissana (Sp), Cascina San Michele, Via Lungo Borsa 17. Raduno della Rete scuola familiare italiana. Un momento speciale per condividere esperienze, energie, modalità e dubbi di un percorso. Info: 347.2622932”

Gran Bretagna. Figli di un altro padre – Scrive James Hansen: “In Inghilterra il testing genetico, operato dal servizio sanitario nazionale, ha rilevato che una persona su dieci non è figlio o figlia di quell’uomo che ha sempre chiamato “Papà”. L’NHS conduce annualmente lo “screening genomico” su 220mila persone. Ne consegue che l’informazione potrebbe gettare scompiglio in oltre 20mila famiglie inglesi all’anno.” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/07/05/gran-bretagna-e-dintorni-figli-di-un-altro-padre/

Ariccia. Agricoltura e yoga – Scrive Mercato Contadino: “Nel parco di Ariccia fra le querce secolari dello Sporting Club Montegentile (Via delle Cerquette, 65) troverete il Mercato Contadino ogni mercoledì, sabato e domenica, dalle 8 alle 13,30. Tante piccole aziende a conduzione familiare ti aspettano con i loro prodotti di agricoltura naturale, del territorio. Inoltre tutte le domeniche di luglio e agosto, alle ore 10, lezione gratuita di Yoga, per tutti (anche i bambini), sul prato all’ombra delle querce secolari con la maestra Barbara Paladini. Info: info@mercatocontadino.org”

Zen. La via per pochi eletti – “Qui ripropongo un incoraggiamento di Alberto Mengoni rivolto ai cercatori spirituali: “…perfino tra quei pochi che pure si sentono interessati, la cappa negativa degli interessi e dei desideri mondani (oltre alla obiettiva difficoltà di riconoscere validi gli insegnamenti metafisici e ultraterreni del Chan), sono di grande ostacolo alla chiara realizzazione ed alla immediata comprensione della Dottrina Segreta che porta alla Illuminazione Improvvisa. Quindi non disperate voi che sentite interesse per la pratica interiore e per la meditazione…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/02/chan-o-zen-la-via-per-pochi-eletti.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Oggi o fra cento secoli,
non sai quando avverrà la confisca dei beni.
In mano hai solo il momento presente.
Mente, oh mente mia,
affrettati a produrre il raccolto!
Spargi ora il seme che i tuoi maestri ti hanno dato
ed innaffialo con l’acqua dell’amore.”
(Ramprasad)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Nonviolenza e bioregionalismo, wikileaks: la colpa non è dello strumento, sovrappopolazione e alimentazione, Treia: Madonna Nera, il mondo va a Remengo, l’essenza dello Zen…

Il Giornaletto di Saul del 17 giugno 2019 – Nonviolenza e bioregionalismo, wikileaks: la colpa non è dello strumento, sovrappopolazione e alimentazione, Treia: Madonna Nera, il mondo va a Remengo, l’essenza dello Zen…

Care, cari, la posizione  assunta nella società -umana od animale che sia- da noi bioregionalisti della Rete Bioregionale Italiana è basata sulla  nonviolenza. Il che  non vuol dire accettare e subire passivamente il male.  In passato di tanto in tanto si son venute a creare delle differenze d’opinione all’interno della Rete, soprattutto riguardo alla alimentazione nonviolenta od  alla protesta attiva nei confronti della società consumista… (Paolo D’Arpini) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/06/bioregionalismo-la-nonviolenza-ed-il.html

Pace e politica – Scrive PCARC: “quel che serve è un governo di blocco popolare per mettere fine alle spedizioni militari all’estero, abolire le spese militari e i finanziamenti della grandi opere dannose o inutili, chiudere le basi militari e le agenzie spionistiche della NATO e del governo di Washington sul territorio del nostro paese e altre misure di buon senso complementari e ausiliarie, necessarie per sottrarre le masse popolari alle grinfie della comunità internazionale degli speculatori e dei guerrafondai… ”

Wikileaks. La colpa non è dello strumento… – La persecuzione che sta subendo Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, sta arrivando ad un climax. Dopo sette anni di simil-prigionia nell’ambasciata dell’Ecuador di Londra e il suo  arresto dell’11 aprile 2019  da parte della polizia inglese,  ora rischia l’estradizione negli USA. Il governo inglese ha già dato il placet. Poco importa il suo precario stato di salute, anzi meglio, così una volta negli USA se dovesse morire in carcere i suoi  aguzzini avrebbero la scusa pronta. I media non osano trattare il caso come meriterebbe… – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/06/julian-assange-il-morituro-saluta.html

La guerra dell’acqua. No alla privatizzazione – Scrive Flavia Lepre: “Una decina di anni fa Limes usciva con pubblicazione sulle guerre del futuro per l’acqua. Quanto è accaduto poi l’ha in parte confermato, dalla Palestina all’Iran (da anni in grave emergenza idrica), al ruolo delle multinazionali dell’acqua.  L’acqua non può essere privatizzata…”

Sovrappopolazione e alimentazione – Scrive Laura Bonaventura: “Non so se sarà necessario diventare tutti vegetariani, trovo difficile fare una stima di questo genere. Credo però che sia importante cominciare a fare una scelta di salute e di etica quando facciamo la spesa, riscoprire molti sapori andati perduti, come legumi e cereali poco noti, reimparare la stagionalità dei vegetali…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/06/16/sovrappopolazione-e-alimentazione/

Calcio da donne – Scrive Roberto Tumbarello: “La nazionale femminile vince, seppure perdendo la palla ogni due passaggi. Il Calcio delle donne è solo una speranza. Di equità, eleganza, giustizia e soprattutto buonsenso. Si torna allo sport puro, come ai tempi di Gabetto, Maroso e Rigamonti, che oggi avrebbero appena una pensione sociale. Certo, ci deve essere differenza di compenso tra la campionessa e la gregaria ma non di tanti milioni. Per ora, invece, la vittoria dipende dal caso. Il risultato è continuamente in bilico. Fino alla fine può vincere una o l’altra squadra. È una gara divertente tra ragazzine che si comportano come adulte…”

Treia. La Madonna Nera e la Fierucola delle Eccellenze Bioregionali – Da parecchi anni qui a Treia  celebriamo l’8 dicembre con una manifestazione “matristica”. Da quando mi sono trasferito in città, nel 2010,  in cui  iniziai la serie presentando nella Sala Consiliare il bellissimo libro di memorie bucoliche, “La Figlia del Sarto”,  della compianta Lucilla Pavoni, con foto storiche del nostro Nazareno Crispiani.   Da allora  ogni 8 dicembre si è tenuta a Treia una manifestazione per valorizzare la cultura e la produzione artistica, artigianale ed  agricola del luogo…” – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/06/treia-la-madonna-nera-che-si-festeggia.html

P.S. Anche quest’anno speriamo di poter celebrare l’8 dicembre, e stavolta contiamo di riportare La Fierucola delle Eccellenze Bioregionali al Centro Storico, ma per far questo avremo bisogno della collaborazione  del Comune… mi auguro che la nuova amministrazione sia disponibile…

Il mondo va a Remengo ed è tutta colpa di… – Scrive Simon Smeraldo: “Gli avvenimenti sempre più frequenti e più tragici con cui ci confrontiamo oggigiorno vengono di volta in volta ascritti agli islamici, agli omofobi, ai cristiani fondamentalisti, ai sionisti, agli imperialisti e compagnia bella.Tutto sbagliato. Tutti costoro che si macchiano di tanto orribili delitti sono solo ottuse pedine su di una tenebrosa scacchiera retta da mani che non si vedono, gestita da menti molto lontane dal livello umano, la cui identità è smascherata da questo passo tratto da una delle scritture sacre dei popoli: “Poiché il nostro combattimento non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze della malvagità che sono nei luoghi celesti”…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/06/15/il-mondo-va-a-remengo-ed-e-tutta-colpa-degli-islamici-o-forse-degli-arconti-oppure-dei-rettiliani/

Chi ha paura dei mini-bot? – Scrive Luigi Caroli a commento integrazione dell’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/chi-ha-paura-dei-mini-bot.html?showComment=1560683480542#c2226904625477689489 -: “Non avevo mai concordato con Michele Rallo e ho naturalmente dissentito dal suo sproloquio sui minibot (per una volta, non concordando con Paolo). MINIBOT UGUALE PROJECT FINANCING UGUALE VENDITA BENI PUBBLICI UGUALE PIR. Tutte apparenti buone intenzioni, ottime addirittura. Risultati?…” – Continua in calce al link indicato

L’essenza dello Zen – “Maestro ti prego insegnami la vera essenza dello Zen” – Implorò un discepolo rivolto al maestro Josshu.  Ed il maestro rispose: “Hai finito di mangiare?” – “Sì maestro,  ho finito” – “Allora vai a lavare le stoviglie!”… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/12/la-saggezza-estemporanea-dello-zen.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La verità è comprovata dalla maggioranza, questo è il metodo che gli esperti adottano per guidare il mondo intero: la verità deve essere dimostrata dalla maggioranza. In realtà, è vero l’esatto opposto: la maggioranza crede sempre nelle menzogne, perché la maggioranza è costituita dagli sciocchi…” (Osho)

Commenti disabilitati