Risultato della ricerca:

Chi controlla l’economia e la finanza del pianeta?, il segreto del lago di stelle, non mangiar carne, il problema dei rifiuti, dall’illusione alla realizzazione, religioni: storia e fantastoria…

Il Giornaletto di Saul del 21 novembre 2019 – Chi controlla l’economia e la finanza del pianeta?, il segreto del lago di stelle, non mangiar carne, il problema dei rifiuti, dall’illusione alla realizzazione, religioni: storia e fantastoria…

Care, cari, chi controlla l’economia e la finanza del pianeta? Scrive Pasquino: “La banca di Israele è piccolina e quella vaticana un po’ traballa, la tesi di D’Arpini è una gran balla e chi si compra il mondo or è… la Cina!”

Mia rispostina: “Vorrei precisare al buon Pasquino che nei miei articoli sulla lotta all’ultimo doblone (tra il vaticano e la lobby sionista) non mi riferivo alla Banca di Israele (in quanto stato) bensì alla corporazione di finanzieri e banchieri sionisti (Rothschild, Goldman Sachs, etc.) che controllano quasi tutte le banche centrali del mondo. Per quanto riguarda la situazione dello IOR e del vaticano se è in crisi dipende sempre dalle pressioni esercitate dalle suddette lobbies sioniste che controllano praticamente l’intera economia mondiale, ciò non toglie che il vaticano, in quanto stato ed in quanto chiesa, detiene uno dei maggiori capitali immobiliari e di beni artistici e in oro e preziosi del mondo.

Allontana da me questo calice… – Insomma oggi debbo occuparmi di denaro, economia e finanza. Il fatto è che finché non viene risolto il problema economico in modo ecologico ed “etico” la società non potrà progredire e resterà preda di tormenti consumistici e schiavitù lavorative.Il denaro che è nato come mezzo di facilitazione per lo scambio di beni necessari, ed in se stesso all’inizio aveva un valore universalmente riconosciuto (la prima moneta furono gli spiedi), è diventato pian piano un mezzo speculativo di asservimento e di sperequazione sociale… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/11/20/allontana-da-me-questo-calice-potentati-finanziari-ed-economici-signoraggio-bancario-debito-pubblico-tasse/

“Il segreto del lago di stelle”. La fiaba di Natale – Scrive Franco Farina: Vi presento il mio nuovo lavoro letterario arricchito dai miei acquarelli. La fiaba parla di un Mago che dal suo mondo è stato sbalzato nel mondo di tutti i giorni. Fortunatamente incontra un Maggiordomo che lo aiuta a gestire questo mondo composto dal presente, dal passato e dal futuro e a capire cosa è successo al proprio mondo. Avendolo compreso cerca di condividere questa conoscenza con le altre persone ma così attira l’attenzione della setta del nuovo ordine universale che vorrebbe trasformare tutti in pecore ubbidienti e viene condannato da questa a diventare smemorato. Ma poi nel racconto riappare il Maggiordomo che lo aiuta a riguadagnare la sua consapevolezza e saggezza. Questa fiaba rappresenta un po’ il mago che è ciascuno di noi che arriva in questo mondo e deve imparare a cavarsela per realizzare le sue magie ed i propri sogni. Per prenotare il volumetto: 339 5093579 oppure artefarina@tiscali.it”

Non mangiar carne è “scientifico”…?– Scrive Franco Libero Manco: “E’ abbastanza scientifica la posizione di Umberto Veronesi quando afferma che il cibo può essere potenzialmente in grado di provocare tumori e dice che le sue affermazioni si basano su ragioni scientifiche più che accertate? O le affermazioni Marilyn Gentry, presidentessa dell’istituto americano per la ricerca sul cancro che dice: “L’adozione di una dieta prevalentemente vegetariana riduce il rischio di cancro”. Sono scientifiche le Linee Guida per la prevenzione dei tumori degli Usa… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/11/20/non-mangiar-carne-e-scientifico/

Commento di Adriano Puliè: “Bisognerebbe chiederlo a Burioni lo scienziato sopra ai toni!”

Ma che c’entrano le sardine con l’antifascismo? – Esprimevo i miei dubbi a Caterina sull’ennesima strumentalizzazione del “contro” , dopo i girotondi ed i digiuni ci mancavano le sardine. Ecco che il vuoto è stato riempito! Ce ne parla il bravo Mauro Gemma su Marx21: http://www.marx21.it/index.php/italia/quadro-politico/30133-ma-che-centrano-le-sardine-con-lantifascismo

Prato. Economia circolare – Scrive Arpat: “Il 29 novembre 2019, dalle ore 9, si tiene il Forum promosso da Legambiente, a Prato, in Viale della Repubblica 277. La conferenza sulla gestione sostenibile dei flussi di materia e sull’economia circolare è l’occasione per fare il punto sulle filiere del riciclo, sulle opportunità che si aprono con l’approvazione della normativa End of Waste: comunicazione@arpat.toscana.it”

Il problema dei “rifiuti” – Scrive Franco Floris: “I rifiuti: un tema che coinvolge tutti, multinazionali, industrie, politici, tecnici, cittadini. Le soluzioni per uscire fuori da questa emergenza ci sono, ad esempio: – produrre meno rifiuti… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/11/come-risolvere-il-problema-dei-rifiuti.html

Commento di Giuseppe Turrisi: “Occorre un cambiamento di paradigma sul rifiuto ossia il miglior rifiuto ecologico e riciclabile è quello che non si produce, produrre solo quello che serve dove serve e quando serve, con imballi razionalizzati…”

Dall’illusione alla realizzazione – Ogni io individuale è una componente, un aspetto, della massa psichica che contiene tutte le tendenze mentali vissute o vivibili durante l’esistenza da tutti gli esseri senzienti. La scintilla singola si definisce incarnazione. Alla morte della persona l’energia individuale si fonde con l’universale. Ma le tendenze innate incompiute si aggregano in un grumo che attira la coscienza verso nuove incarnazioni. Non è la stessa anima individuale che si reincarna ma l’insieme delle pulsioni psichiche che cercano nuove soluzioni evolutive… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2017/11/from-illusion-to-self-realization.html?showComment=1574247881339#c5674828279572409173

Nota: “…si presume (come è nella visione buddista e taoista) che l’anima -meglio definita mente- non abbia esistenza propria ma sia un semplice aggregato di pensieri in cui la coscienza s’identifica, quindi la reincarnazione non appartiene all’anima individuale ma pertiene alle tendenze incompiute (desideri e repulsioni) che attirano la coscienza in nuove incarnazioni. Esistono miriadi di infinite forme autoprodotte ed intersecantesi nella coscienza…” – Continua in calce al link soprastante

Religioni: storia e fantastoria – Scrive Filippo Mariani: “Non intendo minimamente entrare nelle storie vere o false degli UFO, né di extraterrestri che decidono di crearci, tuttavia ho constatato, dopo aver per anni analizzato 68 culti religiosi planetari, dal Medioriente, all’India, dall’Oceania fino al continente americano, che tutti più o meno si rifanno alla presenza o all’arrivo di uno o più esseri evoluti che danno il via alle nostre civiltà e che spesso discendono dalle stelle. Mi chiedo a questo punto se questi miti rappresentino qualcosa di puramente fantasioso oppure…” – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/11/le-religioni-vengono-dalle-stelle.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Chi non cura e coltiva se stesso è destinato a mandare in rovina non solo se stesso, ma anche le relazioni nelle quali è coinvolto. Ammesso che sia mai riuscito a crearne qualcuna….” (Giovanni Lamagna)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Allontana da me questo calice… – Potentati finanziari ed economici, signoraggio bancario, debito pubblico, tasse…

… oggi debbo occuparmi di denaro, economia e finanza. Il fatto è che finché  non viene risolto il problema economico in modo ecologico ed “etico” la società non potrà  progredire e resterà preda di tormenti consumistici e schiavitù lavorative.Il denaro che è nato come mezzo di facilitazione per lo scambio di beni necessari, ed in se stesso all’inizio aveva un valore universalmente riconosciuto (la prima moneta furono gli spiedi che avevano un uso reale), è diventato pian piano un mezzo speculativo di asservimento e di sperequazione sociale.  Sia ben chiaro non è colpa del denaro in quanto tale se ciò è avvenuto ma la “colpa” sta nel modo in cui è stato utilizzato (e qui intendo proprio nel senso “utilitaristico” speculativo). Non voglio però fare una cronistoria del percorso. Fermiamoci al momento presente e cerchiamo di capire chi oggi detiene il potere di emettere denaro ed a quale prezzo per la comunità umana. 

Un piccolo incipit – Scriveva Stefano Trentin: “Vi siete mai chiesti dove finiscano i miliardi di miliardi di imposte e balzelli che continuiamo a versare allo Stato criminale e predatore? Lo stato Italiano per avere denaro deve cedere alle banche private  titoli di stato e pagare gli interessi del 4%. Le banche private ricevono dalla BC€, istituto privato di emissione, il denaro al tasso dello O,5%. Bankesters-usurai legalizzati ! Ecco la causa e l’effetto dei famosi 2100 miliardi del debito pubblico, in vertiginosa crescita!”.Negli anni passati ed anche ai giorni nostri alcuni “mattacchioni” consapevoli della realtà delle cose relative allo strozzinaggio della moneta debito (dicasi signoraggio bancario) hanno denunciato  alla magistratura questi fatti ma nessuno ha mai indagato un banchiere, al contrario fu  incriminato Giacinto Auriti che aveva denunciato i governatori di BankItalia e di BCE.

Gandhi disse che ”il modo migliore per sovvertire un potere vessatorio e dittatoriale è quello di non pagare le tasse”, sembrerebbe facile, ma finché la maggioranza della gente è consapevolmente o inconsapevolmente connivente con il sistema vessatorio, la rivolta fiscale non è pensabile (pena persecuzioni, multe, pignoramenti, galera, etc.).Ma lasciamo per ora da parte il come liberarsi economicamente dal cappio usuraio e vediamo come funziona, nei particolari, il meccanismo della emissione monetaria e dell’indebitamento pubblico.  E non dimentichiamo l’origine del problema.. ovvero la rinuncia da parte dello Stato al suo diritto sovrano di emettere cartamoneta…Sì avete capito bene, non è lo Stato Italiano e nemmeno la Comunità Europea a creare il denaro che circola, lo creano dal nulla la Banca d’Italia (prima) e la BCE (oggi). Queste banche sono enti privati (e non pubblici come erroneamente si crede).  La cartamoneta viene fatta stampare, senza alcun controvalore (ex nihilo) da codeste banche centrali  e viene concessa in “prestito” e lo Stato ripaga  il denaro così ottenuto  con  “obbligazioni” e “titoli” che poi vengono venduti dalle banche stesse  che ne ricavano ulteriori interessi. La moneta circolante è in tal modo un “debito” che lo Stato – e di conseguenza tutti i cittadini – debbono pagare.  Infatti l’emissione del denaro da parte della Banca Centrale, avviene solo in contropartita a Obbligazioni emesse dallo Stato al corrispettivo valore. E questa è la vera fonte del debito pubblico (a causa dei tassi di interesse, spread, etc.).

Ovviamente il problema non è solo europeo, anzi, diciamo che ha salde radici in USA. Infatti anche la Federal Reserve che sommerge di dollari il mondo è una banca privata ed è per questa ragione che, anche gli USA, sono sommersi dal debito pubblico. Tre anni dopo aver approvato il Federal Reserve Act del 23 dicembre del 1913, il presidente Woodrow Wilson affermò: «Sono l’uomo più infelice. Ho inconsapevolmente rovinato il mio Paese. Una grande nazione industriale è controllata dal suo sistema di credito. Ora il nostro sistema di credito è concentrato. Perciò, la crescita della nazione e tutte le nostre attività è nelle mani di pochi uomini. Stiamo per diventare un Paese mal governato, completamente controllato e dominato del mondo civilizzato. Non più un governo in cui c’è libertà di opinione, non più un governo guidato dalla convinzione e dal voto della maggioranza, ma un governo pilotato dall’opinione e dalla prigionia voluta da un piccolo gruppo dominante di uomini». Inoltre – truffa nella truffa – questi pezzi di carta colorata che le banche centrali private fanno stampare sono assolutamente privi di ogni copertura… non c’è alcun deposito aureo, beni, od altro di concreto che li sostenga.. l’unico valore è quello convenzionale per l’accettazione di chi usa la moneta.In verità il denaro che abbiamo in tasca ha valore solo perché noi gli diamo quel valore, non essendo garantito da alcun controvalore  in sé non vale nulla nemmeno il costo dei colori e della carta (praticamente inservibile per qualsiasi uso concreto). Eppure con questa colossale truffa effettuata dai banchieri il mondo sta passivamente diventando preda dei poteri economici “occulti” (nel senso che il popolo non conosce il meccanismo diabolico) che regolano ogni movimento finanziario e monetario.Ohi, ohi, insomma le tasse che noi paghiamo sarebbero il pizzo che lo Stato deve versare come contropartita del signoraggio bancario e anatocismo consentito ai banchieri privati della BCE,  per onorare i trattati.  Ed i politici (tutti i politici) sono solo i sicari, conniventi o ricattati, dei banchieri finanzieri internazionali padroni di Banche, di Multinazionali e dei MEDIA, e  manipolatori delle masse. Insomma bisogna  andare sulla “CIMA della PIRAMIDE” con l’occhio del Big Brother, per trovare i veri artefici dei danni all’Umanità. E l’asservimento politico lo vediamo bene in Italia. 

Come dice Michele Meomartino: ”La politica che un tempo poteva avere margini di indipendenza rispetto agli altri poteri, oggi è completamente funzionale  e condizionata da questi poteri. Negli ultimi 20 anni, l’Italia ha avuto come presidente del Consiglio, prima Ciampi (eletto successivamente addirittura presidente della Repubblica) e poi Dini. Fino ad alcuni mesi fa, c’era Mario Monti che rappresenta gli interessi di alcuni agenzie finanziarie. Per tacere di Prodi…”.Ma infine perché lo Stato non  ripudia la “moneta-debito” ed emette il denaro in forma diretta, tramite il Ministero del Tesoro? Beh, c’è da dire che questo gioco  sarebbe molto rischioso, a causa degli enormi interessi che stanno dietro alla mega-truffa bancaria… Infatti – ad esempio -  si sospetta che Aldo Moro fu eliminato proprio perché stava avviando un processo di affrancamento dal signoraggio bancario (le famose cinquecento lire emesse direttamente dal ministero del tesoro) ed in America  il presidente Kennedy fu verosimilmente eliminato per la stessa ragione, cioè aveva dato ordine al Tesoro di iniziare un processo di emissione monetaria in proprio, garantita dall’argento posseduto dallo Stato.Perciò  non bisogna credere a chi semplicemente propone l’uscita dalla UE o l’azzeramento del debito pubblico lasciando però invariato il meccanismo della “produzione” del denaro. Occorre che lo Stato o l’unione degli Stati (come nel caso dell’Europa) assuma la sua sovranità monetaria rispetto alle banche centrali. 

Secondo l’economista Savino Frigiola: “La ricetta per schivare le manovre di strangolamento sono abbastanza semplici, facili da praticare, collaudate e sicure. Poiché la maggior parte del debito pubblico viene creato dall’emissione monetaria abilmente carpita dai banchieri privati, BCE o Federal Riserve che sia, è sufficiente che lo Stato invece di emettere propri titoli di debito per poi scontarli o venderli al sistema bancario, alle condizioni imposte volta per volta dal creditore, emetta direttamente i propri titoli monetari con i quali monetizzare il proprio mercato mediante il pagamento di opere o attività di pubblico interesse e così non si creano debiti”. Semplice no?

Ma state “tranquilli”  non vi saranno “forze” politiche coraggiose abbastanza da sfidare il golem finanziario e bancario mondiale ormai consolidato. Prova ne siano anche le norme che dal 2014 entrano in vigore con il Patto di Stabilità – come scrive Loretta Napoleoni – tra queste c’è l’impegno del nostro paese a ridurre il rapporto tra debito pubblico e Pil al 60 per cento attraverso una maxi manovra finanziaria all’anno per i prossimi 20 anni, la prima avverrà quest’anno. Dato che al momento questo rapporto supera il 132 per cento (equivalente a 2080 miliardi di euro circa) bisogna ridurlo di almeno 900 miliardi di euro, il che equivale a circa 45 miliardi l’anno per due decadi, in forma di diminuzione dei servizi, aumento di tasse e svendita di beni comuni. Tutto per soddisfare la  cima della piramide del NWO.

Cosa possiamo fare dunque nel “piccolo”? Nel privato per sfuggire minimamente alla catena e magari lanciare un messaggio di cambiamento? La mia soluzione è semplice: diventare vegetariani, ridurre od eliminare i consumi di prodotti industriali, ritirare i fondi dalle banche e operare economicamente in modi ed ambiti ecosolidali. Forse dovremmo anche ripensare il nostro stato sociale, restringere la delega allo Stato e cominciare ad attuare forme di autorganizzazione modello banca del tempo. Perché semplificando i bisogni, cercando l’essenziale e scartando il superfluo, avremo sempre meno bisogno di soldi e di tempo per soddisfarli… insomma sopravvivere in silenzio.

Come dice I Ching: in tempi bui il nobile si ritira nella sua virtù, non accetta cariche pubbliche né emolumenti in modo da non confondersi con il malgoverno.

Paolo D’Arpini

…………………………..

Commento di Valerio Malvezzi uno dei massimi esperti in materia bancaria, su – https://www.youtube.com/watch?v=V4xCvJ9JquI – in cui spiega alcuni concetti di economia: oggi la legge del libero mercato tra le persone non esiste più, perché si è instaurata una nuova forma di scambio dove le regole commerciali sono decise solo dalle multinazionali. È una dittatura economica sotto l’autorità dell’Alta Finanza il cui scopo è quello di portare le ricchezze solo ad una minoranza, e per fare questo è stato cancellato il metodo economico che da secoli tiene in piedi le comunità. La conseguenza che le persone non ammaestrate riescono a vedere è lo smembramento degli Stati Sovrani avvenuto mediante l’uso della moneta debito creata da un gruppo di banche private…”

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Festa a Casavaldisasso, politica ed economia ecologica, neuro-psico-fisiologia, compleanno di Vladimir Putin, contro l’occupazione militare della Sardegna…

Il Giornaletto di Saul del 8 ottobre 2019 – Festa a Casavaldisasso, politica ed economia ecologica, neuro-psico-fisiologia, compleanno di Vladimir Putin, contro l’occupazione militare della Sardegna…

Care, cari, non avevo aspettative riguardo alla festa per il mio compleanno a casa di Maria e Tiziano, nella frazione di Roccamalatina a Casavaldisasso. Mi ero preparata solo facendomi preparare da una delle fornaie di Spilamberto, dove mi ero servita già in alcune occasioni trascorse, una grande crostata di amarene ed alcuni pezzi di pizza; mi ero vestita semplicemente e comoda, poi, all’orario stabilito, io ed alcune amiche tirate su strada facendo (Grazia, Patty e Gianna, mentre Rosalba alla fine ha deciso di venire con la sua macchina) siamo partite ed arrivate puntuali all’incontro, fissato per le 15 di domenica 6 ottobre 2019, a Casavaldisasso… (Caterina Regazzi) – Continua:
https://retedellereti.blogspot.com/2019/10/guiglia-casavaldisasso-dove-la.html

Aldilà delle ideologie – Scrive Jimmie Moglia a commento-integrazione dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/greta-i-gretini-e-la-fatica-di-restare.html -: “Censui et in eam ivi sententiam, che le posizioni del sottoscritto – mutatis mutandis – coincidono con quelle di Paolo D’Arpini. Dico ‘mutatis mutandis’ perché: 1) Vivo in Oregon e in ambiente politico-sociale diverso, ma sostanzialmente parallelo, per quanto riguarda l’ideologia e la sopraffazione dell’ “altro” 2) Condivido con Paolo, che non ho conosciuto personalmente, il vegetarianismo da molti anni, quando il ‘vegetarianismo’ non era ‘cool’. Peraltro, nel caso, il ‘cool’ è eccezione che conferma la regola. Vale a dire, generalmente tutto ciò che è ‘cool’, mi fa venire l’orticaria, e gli anticorpi mentali si attivano automaticamente rigettandolo. Tuttavia se il ‘cool’ aiuta a rendere popolare il vegetarianismo, che ben venga. Anche perchè il vegetarianismo non aiuta solo gli animali, ma anche – coeteris paribus – la salute di chi lo pratica. 3) Parlo degli US of A, ma se una generalizzazione è permessa, oggi la ‘destra’ è più a sinistra della ‘sinistra’ d’antan. Ergo nelle circostanze spero che anche altrove e in Italia ci se ne renda conto. E si lascino da parte pesi e macine storiche che impediscono lo sviluppo di un’ideologia comune, per combattere la peste del pensiero dominante, imposto dall’alto come se fosse quel che vogliono le masse. Vale e saluti alla bellissima e unica Calcata…”

Repetita iuvant. Denaro, economia e finanza – Il fatto è che se non viene risolto il problema economico in modo ecologico ed “etico” la società non potrà  progredire e resterà preda di tormenti consumistici e schiavitù lavorative. Il denaro che è nato come mezzo di facilitazione per lo scambio di beni necessari, ed in se stesso all’inizio aveva un valore universalmente riconosciuto (la prima moneta furono gli spiedi che avevano un uso reale), è diventato pian piano un mezzo speculativo di asservimento e di sperequazione sociale. Sia ben chiaro non è colpa del denaro in quanto tale se ciò è avvenuto ma la “colpa” sta nel modo in cui è stato utilizzato (e qui intendo proprio nel senso “utilitaristico” speculativo). Non voglio però fare una cronistoria del percorso. Fermiamoci al momento presente e cerchiamo di capire chi oggi detiene il potere di emettere denaro ed a quale prezzo per la comunità umana…. – Continua: https://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse

Politica ed economia ecologica – Un partito politico, e di conseguenza un governo, viene apparentemente fondato per il bene del popolo ma in realtà diviene una corporazione che serve solo a se stessa. Una amministrazione tiene le cose sotto il suo controllo e prolifera leggi di una sempre crescente complessità ed incomprensibilità. In effetti ostacola il lavoro produttivo domandando tanti rendiconti sicché il registrare quanto è stato fatto diventa più importante di quel che è stato realmente fatto. In questo modo, incrementando la burocrazia ed i cavilli, si può andare sempre più in là nell’astrazione, tuttavia nella crescente angoscia riguardante la sovrappopolazione, la massificazione culturale, la mistificazione negli interessi economici occulti, l’inquinamento e lo squilibrio ecologico, i disastri potenziali dell’incremento tecnologico militaresco, etc. soltanto di rado siamo in grado di riconoscere che i nostri governi sono diventati auto-distruttori delle istituzioni umanitarie… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/10/politics-economy-ecology-and-lay.html

Siamo gretini o anti-gretini? – Scrive J.E. a commento integrazione dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.com/2019/10/greta-i-gretini-e-la-fatica-di-restare.html?showComment=1570374743016#c3129221963515091606 -: “Ad evitare che il fumo nasconda l’arrosto, voglio ri-segnalare l’ottimo articolo di Piero sull’argomento FFF XR Greta e collegati https://www.sinistrainrete.info/ecologia-e-ambiente/15991-piero-pagliani-due-o-tre-cose-sul-clima-e-i-fridays-for-future.html – che magari nel casino seguente a qualcuno può essere sfuggito. Notevoli pure i contenuti dei commenti al seguito. Buona polemica a tutti…”

Neuro.psico.fisiologia – Scrive ISN: “Lo psicologo Michele Trimarchi, padre della neuro.psico.fisiologia, presenterà a dicembre di quest’anno un corso rivolto a tutti per recuperare dalle memorie dal nostro io bambino quelle condizioni che ci fanno tutti potenzialmente geni. Per spiegare questo metodo Trimarchi in una sua breve nota ha affermato: È stato dimostrato che il cervello del bambino già nel ventre materno inizia a percepire tutto lo stato vibrazionale della madre, formando dentro di sé le fondamenta della sua esistenza…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/10/neuroscienze-come-ritrovare.html?showComment=1570433245584#c7683856820367550767

Mio commentino: “In diverse occasioni ed in diversi incontri ho avuto il piacere di ascoltare le allocuzioni del prof. Michele Trimarchi relative alla sua teoria della “neuropsicofisiologia applicata”. Al proposito ho trovato estremamente interessante il suo discorso sul funzionamento dei due emisferi cerebrali, che in qualche modo configura scientificamente la teoria dello Yin e dello Yang della filosofia taoista…”

7 ottobre 2019 – Compleanno di Vladimir Putin – Scrive Irina Nazarova: “Grazie alle politiche di Vladimir Putin la Russia di oggi è un Paese civile che unisce tutto il suo popolo preservando e valorizzando l’unicità di ogni etnia (195 circa), la storia viene rispettata nel suo complesso senza rinnegarla o riscriverla, questo atteggiamento insegna alle future generazioni il valore di tutte le esperienze e permette di introdurre quelle positive nel contesto attuale, imparando dagli errori passati, riacquistando l’orgoglio nazionale e valorizzando principi etici e morali come i pilastri fondamentali in un Paese-Civiltà. Buon compleanno Presidente!” – Vedi anche: http://paolodarpini.blogspot.com/2017/12/lepopea-di-vladimir-putin-realta-o.html

Salute mentale – Scrive Gigliola Rosciani: “La Giornata Mondiale della Salute Mentale, che si celebra il 10 ottobre, è un’opportunità per aumentare la consapevolezza sui problemi di salute mentale. In questa Giornata l’Heartfulness Institute e l’Istituto di Autocompassione sono felici di proporvi una conversazione tra Kamlesh Patel e Chris Germer. Info: alberochecammina@tiscali.it”

S. Antonio di Santadi. Contro l’occupazione militare della Sardegna – Scrive BDS: “BDS Italia aderisce alla Manifestazione contro l’occupazione militare che si svolgerà il 12 ottobre 2019 presso il poligono di Capo Frasca. Oltre 40 comitati, movimenti, associazioni e sindacati manifesteranno insieme in Sardegna contro le esercitazioni e l’occupazione militare. Le basi militari e i poligoni sfruttano e devastano oltre 35 mila ettari del territorio sardo sotto il vincolo delle servitù militari per attività finalizzate alle sperimentazioni di armamenti e alle esercitazioni militari…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/10/07/s-antonio-di-santadi-manifestada-12-ottobre-2019-contra-a-s%e2%80%99ocupatzione-militare-de-sa-sardigna/

Ciao, Paolo/Saul
…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Chi sa non parla
chi parla non sa.
Chiudi i sensi,
serra le porte,
smussa le punte,
risolvi le complicazioni;
armonizza la luce,
assimila il mondo.
Questa si chiama l’uguagliana misteriosa”
(Lao Tze)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Bassa Padana, THC e l’efficacia drogante, la botanica del desiderio, emissione monetaria, il dogma del ragioniere, melodramma dei mini-bot, riconoscersi in ciò che è…

Il Giornaletto di Saul del 11 giugno 2019 – Bassa Padana, THC e l’efficacia drogante, la botanica del desiderio, emissione monetaria, il dogma del ragioniere, melodramma dei mini-bot, riconoscersi in ciò che è…

Care, cari, l’8 giugno 2019 sono andata nella bassa bolognese, precisamente all’ospedale di Medicina e poi alla chiesa e al cimitero di Fiorentina a dare l’ultimo saluto a mia zia Ebe, praticamente l’umica “vera” zia che abbia mai avuto. (…) La pianura è forse meno “bella” della collina, ma, come diceva la professoressa di italiano che ebbi all’ultimo anno di superiori, “ha il suo fascino” e stupisce per l’intensità della sua produttività. Campi coltivati a perdita d’occhio e … (Caterina Regazzi) – Continua:  https://retedellereti.blogspot.com/2019/06/una-mattina-di-giugno-nella-bassa.html

Pianura Padana – Scrive Franca Oberti: “Caro Paolo, ho letto il tuo articolo su Terra Nuova di giugno 2019 “Ripartiamo dagli alberi della Pianura Padana”. Mi è piaciuto molto e approvo tutto ciò che proponi. Mi hai ricordato il film-docu “Il sale della Terra”, dove si racconta della vita e del lavoro di Salgado, il fotografo famoso. Il luogo desertico che ha trasformato ha del miracoloso. Ed è bellissimo ascoltare nel film il processo che si innesca quando le piante ormai cresciute cominciano a raccogliere l’acqua e la cedono al terreno, generando ancora piccoli ruscelli. Quanto sogno!”

Mia rispostina: “Cara Franca, sì, collaboro sin dal 1984 con quella che allora si chiamava AAM T.N., recentemente per qualche anno ho gestito un blog nel loro portale “Riconoscersi in ciò che è…”, ora partecipo di tanto in tanto alla rubrica “Spunti di vista” sul cartaceo. L’articolo sulla riforestazione della Pianura Padana ha anche una ragione personale, come ben sai trascorro alcuni mesi all’anno da Caterina a Spilamberto, in provincia di Modena, e quella zona merita la mia attenzione personale… (Cicero pro domo sua). Come diceva l’avo: «Piantare più alberi non è solo una scelta altruistica, per lasciare un mondo ricco di biodiversità, è anche una scelta utilitaristica, poiché gli alberi producono grandi quantità di ossigeno e assorbono velocemente l’inquinamento di superficie».)” Qui il sommario del numero di giugno 2019: https://www.terranuova.it/Il-Mensile/Scopri-l-ultimo-numero-di-Terra-Nuova-Giugno-2019

Viterbo. In memoria di Matteotti – Scrive Peppe Sini: “Lunedì 10 giugno 2019 a Viterbo presso il “Centro di ricerca per la pace” si è svolta una commemorazione di Giacomo Matteotti, nell’anniversario del suo martirio. Giacomo Matteotti, nato a Fratta Polesine il 22 maggio 1885 parlamentare, oppositore fierissimo del fascismo, il 10 giugno 1924 a Roma venne sequestrato ed assassinato da sicari fascisti…” 

THC. “L’efficacia drogante” – Scrive Vincenzo Zamboni: “A parte la follia demente del proibizionismo (ai cui fautori auguro di andare all’inferno e rimanerci, in base ad una serie di gravi motivi troppo lunga per essere qui citata), i giudici della Suprema Corte alla fine di maggio hanno prodotto un ulteriore mostro giuridico, peraltro di una tipologia tristemente già nota. Introducendo il concetto imprecisato di “efficacia drogante” non ne hanno specificato i termini, men che meno quantitativi. Sembra di essere tornati ai tempi della vaghissima “modica quantità”. Che cosa significa?…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2019/06/thc-la-modica-quantita-e-lefficacia.html

Mio commentino: “Per restare in tema di “efficacia drogante” consiglio la lettura del “divertente” libro di Michael Pollan: “La Botanica del desiderio” di cui qui una recensione: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/12/giardino-terrestre-le-piante-psicoattive-da-la-botanica-del-desiderio-di-michael-pollan/

P.S. – Il blog “Altra Calcata… altro mondo” piace nell’altra parte del mondo. Tra ieri e l’altro ieri ci sono state 3.432 letture dagli USA; ma pure 362 nel Regno Unito; senza contare le centinaia dai Paesi Bassi, Francia, Germania, Canada, Russia, Corea del Sud, Irlanda e -ovviamente- ben 412 dall’Italia…”

L’emissione monetaria è un diritto del popolo non delle banche – …sì, ho intenzione di cominciare a  parlare  di “signoraggio”,  anche a Treia, ed al più presto, nel frattempo leggete uno stralcio dell’interessante articolo di Marco Saba che segue:   http://treiacomunitaideale.blogspot.com/2018/06/signoraggio-bancario-e-debito-pubblico.html

P.S. Scrive Nino Galloni, ex dirigente del Tesoro Italiano, nel suo libro “Bank – il futuro della banca” a pag. 71: “Storicamente i banchieri (e chi per loro) hanno sempre evitato più della peste che si capisse come funziona una banca, meglio come funzionano le banche…”

Il melodramma dei mini-bot – Scrive ADNKronos: “E’ evidente che le imprese (a cominciare dalle piccole e medie imprese) che vantano crediti con la Pubblica Amministrazione hanno tutto il diritto di essere pagate in fretta. Io, a meno che il ministro Tria, in pochissimi giorni, non trovi una soluzione alternativa reputo molto intelligente la proposta dei minibot”. E’ quanto scrive su Facebook Alessandro Di Battista…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/06/10/teatrino-italia-tria-e-conte-si-preparano-ad-uscire-di-scena/

Commento integrazione di Vincenzo Zamboni: “Il signor Giovanni Tria non merita di rimanere ministro dell’Economia, merita di essere cacciato e sostituito. Il signor Giovanni Tria non si trova al governo per rappresentare se stesso bensì quale incaricato dalla fiducia della maggioranza di un parlamento secondo le norme vincolanti di un programma stabilito contrattualmente e sottoposto al giudizio degli elettori che lo hanno approvato…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Il dogma del ragioniere… – Scrive Lorenzo Merlo: “La prospettiva razionalista non è demoniaca di per sé. È piuttosto semplicemente da impiegare come strumento relativo, non più assoluto, affinché cessi di incarnare il monopolio dell’intelligenza. Da limitare a circostanze amministrative. Se necessario da sottomettere ad altre dimensioni umane, come quella affettiva, empatica, compassionevole, contemplativa, euristica, serendipidica. Tutte utili per liberare l’uomo dalle gabbie in cui si è rinchiuso attraverso reti di suggestioni intellettuali, che tendono a mantenerlo incompiuto nelle sue potenzialità, a privarlo del conoscere attraverso il sentire…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2018/06/considerazioni-sul-limite-del.html

Livorno. La tartaruga Eleonora ci saluta e torna in mare  – Scrive Arpat:: “Si svolge a Livorno l’11 giugno 2019 l’evento di liberazione della tartaruga nonché la consegna delle bandiere ACCOBAMS, del marchio label di Whale Watching ai 4 equipaggi toscani che hanno ottenuto questo riconoscimento”

Ramstein. Via la NATo dalla Germania – Scrive Lista No Nato: “La Conferenza di Ramstein, del 28.06.2019, “No alle basi militari e guerre” si svolge in un paese in cui la situazione giuridica permette l’eliminazione di tutte le strutture militari degli Stati Uniti e della NATO, vale a dire con la risoluzione del Trattato sulla residenza delle forze armate straniere nella Repubblica Federale Tedesca e il ritiro dalla NATO…” Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/06/ramstein-2862019-no-basi-militari-e.html

Guerre, predazione delle risorse e distruzione dell’habitat – Scrive I.G.: “La nostra epoca viene definita ‘antropocene’, con ciò si tenta di rendere naturale l’assassinio del pianeta fingendo che il problema sia ‘l’uomo’ e non un tipo specifico di uomo collegato ad una particolare ‘cultura’…”

Riconoscersi in ciò che è… – La vita nasce dall’inorganico ma se non fosse già presente nella materia in forma germinale come potrebbe sorgere e trasformarsi in intelligenza e coscienza? Da ciò se ne deduce che la coscienza e l’intelligenza sono come una “fragranza” della materia e quindi non vi è reale separazione. La differenza è solo nella fase. La vita perciò è un’espressione manifestativa della materia e la coscienza è la capacità della vita di conoscere se stessa… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/06/la-coscienza-e-la-capacita-della-vita.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Distaccatevi dal dharma (bene) e dall’adharma (male), tralasciate il reale e il non-reale, una volta distaccati da essi, distaccatevi anche da ciò per mezzo del quale vi siete distaccati.” (Dall’introduzione di Adi Shankara all’Upanishad Svetasvatara”

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Minibot e Petecchioni, Siria: costretta alla fame dalla UE, salviamo il lupo, una barzelletta monetaria, per la promozione della economia locale, non-dualismo nel Taoismo…

Il Giornaletto di Saul del 10 giugno 2019 – Minibot e Petecchioni, Siria: costretta alla fame dalla UE, salviamo il lupo, una barzelletta monetaria, per la promozione della economia locale, non-dualismo nel Taoismo…

Care, cari, la balorda idea, temerariamente avanzata da alcuni, che i Tds circolari (minibot) siano passibili di svalutazione rispetto al valore nominale dichiarato è insensata, perché lo stato li accetta in pagamento delle tasse esattamente al loro valore di emissione. Propongo un affare agli scettici, che li considerano incautamente carta straccia: compero a 50 euro l’uno biglietti da 100 euro dei loro minibot. Secondo la loro mentalità è un affare, perché li ritengono di nessun valore. Non si preoccupino per me: io li userò per i pagamenti fiscali, guadagnandoci uno sconto del 50%… (Vincenzo Zamboni)

Mio commentino: “Questa storia dei minibot mi ricorda l’emissione dei famosi “petecchioni” del Circolo Vegetariano VV.TT., un’avventura che risale al 1996 o ‘97: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/07/31/economia-sostenibile-auto-produrre-il-denaro-e-possibile-lesperimento-dei-petecchioni-del-circolo-vegetariano-vv-tt/

Roma. Aiutati che il Ciel ti aiuta – Scrive Gilberto Di Benedetto: “Roma, il 15 giugno 2019, ore 18, all’Empire Sport and Resort (Via Aldobrandeschi 115): “Sdebitalia: Ridare credito a chi non ha credito” – Per info ed accrediti: 331.1055761″

Siria. Costretta alla fame dalla UE – Scrive Karin Leukefeld: “Le forze occidentali opprimono un popolo che avrebbe ancora il potere mentale di alzarsi dalle rovine della guerra, se glielo consentissero. L’Unione Europea sta perseguendo una perfida duplice strategia: da un lato, le recenti sanzioni prorogate contro la Siria ne ostacolano la ricostruzione; dall’altra parte, le persone che sono sul lastrico, bisognose di tutto, devono essere alimentate con elemosine “umanitarie”. Ai siriani viene impedito di ricostruire le case, mentre si continua a rifornirli di tende…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/06/09/le-sanzioni-dellue-contro-la-siria-hanno-esacerbato-una-terribile-situazione-umanitaria/

Lazio. Start up editoria – Scrive Free Lance International Press: “Cari colleghi, per le startup  editoriali la Regione Lazio prevede la possibilità di usufruire di finanziamenti molto vantaggiosi. Per richiedere i riferimenti:  info@flipnews.org”

Salviamo il lupo, simbolo italico… – Scrive James Hansen: “Roma e l’Italia hanno un proprio animale bioregionale simbolico: il “Lupo grigio degli Appennini”. Però quando è nata una controversia politica sul tema del ripristino della caccia al lupo, nemmeno una voce si è alzata per ricordarlo… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/06/il-lupo-come-simbolo-bioregionale.html

Venezia. In attesa del disastro – Scrive Roberto Tumbarello: “Finché non succede un disastro si lasceranno entrare grandi navi in laguna. È stato un colpo di fortuna che la collisione del transatlantico col battello sia finito con soli cinque feriti leggeri. Poteva accadere una strage. Ma se ne autorizza ancora l’ingresso nel cuore di Venezia e l’attracco alla banchina di San Marco. Si sa che prima o poi succederà la tragedia. Nessuna autorità interviene. Un giorno, per una manovra sbagliata, come può facilmente accadere – ricordate i 9 morti alla torre dei piloti nel porto di Genova? – una nave distruggerà Palazzo Ducale uccidendo chi ci sta dentro. “Chi l’avrebbe mai detto” è una sciagurata espressione, complice di tante disgrazie…”

Una barzelletta monetaria – Scrive Silvano Borruso: “La banca: l’istituto che autorizza ad emettere pezzi di carta con una cifra scrittavi su; che malchiama codesta operazione “prestito”; che vi carica interessi indebiti; che non permette di crearli mandando così centinaia di piccoli imprenditori in bancarotta; che deruba i clienti di ricchezza reale fatta servire da “garanzia” per i “debiti”; che dichiara guerra al contante per far deviare l’economia verso il credito così arricchendosi a spese di chi lavora; che nasconde nel contratto clausole dirompenti per farle esplodere al momento giusto così rovinando chi si lascia abbindolare dal credito facile…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/06/09/una-barzelletta-monetaria-da-debito-diffuso-a-debito-nullo-prestidigitazione/

Commento di Michele Rallo: “L’unica scelta possibile – a modesto parere del sottoscritto – è ri-nazionalizzare il nostro sistema di emissione monetaria e stampare il denaro che ci serve, in proprio, senza prenderlo in prestito dalle banche centrali (signoraggio bancario) e senza pagare poi il “pizzo” dei salatissimi interessi sul debito pubblico; con un pizzo aggiuntivo, che è quello di uno spread che gli usurai dei “mercati” utilizzano come un’arma impropria contro di noi.” 

Agevolazioni per la promozione dell’economia locale – Scrivono Gruppi M5S: “Il 14 maggio 2019, è stata approvata alla Camera dei Deputati, la proposta di legge sulle semplificazioni fiscali. Tra le tante novità, è stata anche approvata l’agevolazione fiscale per la promozione dell’economia locale. A decorrere dal 1° gennaio 2020 l’agevolazione promuove l’economia locale incentivando, nei territori dei comuni con popolazione fino a 20 mila abitanti, la riapertura e l’ampliamento di attività commerciali, artigianali e di servizi, ed in particolare attività di artigianato, turismo, fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero, commercio al dettaglio, compresa la somministrazione di…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/06/pdl-semplificazioni-fiscali.html

Plastica soffocante – Scrive A.K.: “Nel Pacifico meridionale, nell’isola di Henderson, di appena 37 kmq, si è scoperta la più grande concentrazione di plastica del pianeta, circa 38 milioni di rifiuti. Sono rifiuti provenienti da tutto il mondo, addirittura dalla Germania. Purtroppo l’isola si trova al centro del vortice (corrente) subtropicale del Nord Pacifico, una sorta di aspirapolvere che trasporta rifiuti soprattutto provenienti dal Sud America, ma anche dalle navi…”

Il sogno della Terra, un antico futuro… e la storia dell’universo – Scrive Stefano Panzarasa: “Quindici miliardi di anni fa iniziò una fantastica storia che noi viviamo ancora oggi. In quel tempo lontano, attraverso un significativo processo di auto-organizzazione, nacquero le galassie, le stelle, la nostra Via Lattea e il sistema solare, la luna, la terra con le sue montagne, i mari e fiumi… Poi i primi organismi unicellulari, la vita!” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2014/12/bioregionalismo-il-sogno-della-terra-un.html

Basta basi nato in Europa – Scrive Fulvio Grimaldi: “I compagni in Svizzera del gruppo Neue Rheinische Zeiotung e Arbeiterphotographie chiedono di sottoscrivere l’appello “No alle Basi Militari e alle guerre” (vedi link: http://www.arbeiterfotografie.com/galerie/kein-krieg/hintergrund/index-2016-02-25-NATO-raus-raus-aus-der-NATO.html) in occasione dell’omonima terza conferenza internazionale che si svolgerà a Ramstein, aeroporto Nato, Germania, il 26 giugno 2019. Tra i sottoscrittori troviamo le più qualificate esperienze anti-Nato tedesche…”

L’amaranto salverà il mondo! – Negli Stati Uniti gli agricoltori hanno dovuto abbandonare cinquemila ettari di soia transgenica e altre cinquantamila son gravemente minacciate a causa dell’amaranto che ha deciso di opporsi alla multinazionale Monsanto, tristemente famosa per la sua produzione commerciale di semi transgenici. L’amaranto considerata per l’agroindustria transgenetica una pianta diabolica è invece una pianta sacra e santa. Appartiene agli alimenti più antichi del mondo. Ogni pianta produce una media di 12.000 chicchi e le foglie, più ricche di proteine della soia, contengono vitamine A e C, e sali minerali… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2019/06/lamaranto-salvera-il-mondo-lerba-che.html

Verbicaro Calabra. Luna piena e lucciole – Scrive Soleji: “Per celebrare assieme la luna piena e la magia delle lucciole… vi aspettiamo domenica 17 giugno 2019 a Verbicaro in contrada Marino. Chiediamo di portare acqua potabile, cibo da condividere possibilmente vegano-vegetariano, piatti, bicchieri e posate non usa e getta. Sono graditi strumenti musicali, rispetto della terra ed allegria. Per chi volesse fermarsi per la notte, suggeriamo di portare tenda e sacco a pelo. Info:  3923241024″

Non-dualismo nel Taoismo, nel Vedanta, nell’I Ching – Un commento nell’I Ching attribuito a Confucio dice: “La ragione del Cielo è abbagliante e si abbassa sino alla terra. La ragione della Terra è umile e si eleva al Cielo. La ragione del Cielo diminuisce ciò che è elevato ed aumenta ciò che è basso. Gli spiriti nuocciono a ciò che è pieno e fanno del bene a ciò che è vuoto. La ragione del Cielo detesta ciò che è pieno di sé ed ama colui che è umile. L’umiltà è onorata e splendente: essa si abbassa e non può essere sormontata, essa é il fine del saggio!” L’esaltazione della semplicità, descritta nel Tao-te-king preesisteva a Lao Tze. Un moderno filosofo cinese, Lang-si-ciao ritiene che il “non agire” taoista corrisponda alla “semplicità” dell’I Ching…” – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2019/06/non-dualism-in-taoism-i-ching-vedanta.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La verità non può essere perseguita, è sempre presente e manifesta, altrimenti non sarebbe verità ma semplice descrizione. E la descrizione non è mai la sostanza” (Saul Arpino)

Commenti disabilitati