Risultato della ricerca:

Libertà dalla schiavitù del denaro – Sì al signoraggio di popolo, no al signoraggio delle banche

Il primo passo da compiere, se si vuole liberare la società dal cappio del ricatto bancario e finanziario che impedisce un normale fluire dell’esistenza, è la rivalutazione del denaro in quanto mezzo di scambio per beni e lavoro e non in quanto “bene in sé”.

Sovranità e libertà. Sì al signoraggio di popolo, no al signoraggio delle banche

Il denaro non è altro che un simbolo della capacità di un popolo, ma anche di un individuo, di poter operare e attraverso la propria opera di poter disporre e scambiare quanto gli è necessario per la sopravvivenza ed il benessere.

Una società libera emette liberamente questo mezzo di scambio, garantito dalla forza lavoro e dalle ricchezze accumulate al suo interno, che esse siano naturali, culturali o di altro genere. Questo diritto all’emissione monetaria viene assicurato dalla “signoria” popolare su quanto posseduto e sulla capacità della comunità stessa di esprimere forza lavoro e creatività. Questa signoria, in termini tecnici e monetari si definisce “signoraggio”.

Attualmente il denaro prodotto dalle banche centrali (private) non è che un “buono” cartaceo, sorto dal nulla e privo di controvalore, e dato in prestito agli stati. Questo denaro produce perciò un “debito”. E tutto ciò avviene in conseguenza del “signoraggio bancario”, ovvero l’alienazione di quel “signoraggio” originale della comunità ceduto alle banche centrali.

MA COSA È IL SIGNORAGGIO BANCARIO?

Rispondo in poche parole. E’ la più grande truffa mai inventata. E’ la rinuncia alla sovranità dello stato di emettere i propri valori di scambio delegando l’operazione ad una banca privata, (come è la Banca d’Italia o la BCE), e pagando a detta banca congrui interessi.

La carta moneta emessa dalla banca centrale – la BCE nella Comunità Europea- e messa in circolazione nei vari stati viene pagata dallo stato che la riceve attraverso l’emissione di buoni del tesoro ed altri titoli, posti in vendita presso le banche commerciali, e per cui lo stato paga un ulteriore interesse.

Questo processo perverso è alla radice della formazione del cosiddetto “debito pubblico” che non è altro che l’indebitarsi da parte dello stato, ovvero del popolo, nei confronti di un privato, che è la banca.

Allora potreste chiedermi: “Perché lo stato si assoggetta a questo salasso, perché non recupera la sua sovranità monetaria?” Ed io vi rispondo: Perché il processo di commistione e di sudditanza è andato troppo avanti in questo sistema, dominato dal controllo finanziario di enti privati internazionali.

Allorché la politica non sarà più dedita alla corruzione e potrà recuperare la sua funzione primaria, che è quella di servire gli interessi del popolo e non dei potentati finanziari, che sono la causa prima della corruzione, avrà riconquistato la sua indipendenza ed autonomia operativa.

Per quel che riguarda la falsità dell’informazione sulla realtà del signoraggio bancario e la volontà di mantenere il popolo in ignoranza totale su questa triste verità, vale la stessa risposta, ovvero chi detiene il potere finanziario, e di conseguenza quello economico ed amministrativo, è in grado di controllare l’informazione in tutte le sue forme ed è quindi capace di far credere al popolo qualsiasi menzogna, pur di mantenere il potere acquisito.

Spiace dirlo ma in Italia e nel mondo non esiste alcuna libertà e verità d’informazione, se non quella “falsata ed ipocrita” ammannitaci dal potere finanziario mondiale.

Però infine la legge karmica universale (causa effetto) prevarrà sulla menzogna e coloro che l’hanno sparsa saranno costretti a “raccogliere la propria immondizia”. E ciò avverrà quando nella società umana trionferà la consapevolezza di un mondo comune a tutti, concreto e collettivo, di cui tutti siamo compartecipi, in cui le forze e le cose manifeste corrispondono all’insieme del vivente e del non vivente, in cui lo star bene della mano non comporta un danneggiamento del piede, che è l’attuale meccanismo causato dall’ignoranza dell’inscindibilità della vita.

Il senso della comune appartenenza deve affermarsi nella società, coincidendo col bene personale, ed a qual punto sarà chiaro che non possono più risaltare (nelle scelte sociali e di governo) interessi rivolti a soddisfare una parte a scapito dell’altra. Questo mondo presente di attrazioni e repulsioni, di scale di valori, di motivi personalistici e di incentivi egoici, insomma il mondo della competizione, lascerà quindi il posto al mondo della collettività, sia dal punto di vista biologico che del pensiero.

Paolo D’Arpini

Presidente del Circolo Vegetariano VV.TT. – Vicolo Sacchette 15/a – Treia (Mc) – circolovegetariano@gmail.com

Articolo di approfondimento:
http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

L’anima gemella, l’albero della vita, il vero Guru, gas inquinanti, pensieri evolutivi, morto in carcere Doddore Meloni, il grande mistero della “presenza”…

Il Giornaletto di Saul del 7 luglio 2017 – L’anima gemella, l’albero della vita, il vero Guru, gas inquinanti, pensieri evolutivi, morto in carcere Doddore Meloni, il grande mistero della “presenza”…

Care, cari, spesso in questi ultimi tempi parlando con Caterina, la mia compagna di vita, le confido la mia indifferenza verso la ripetizione di riti che hanno accompagnato l’esistenza del Circolo in tutti questi anni. Forse son diventato pigro, forse ritengo che il tempo per le celebrazioni è ormai passato, forse è sempre più difficile creare una aggregazione reale, basata sulla presenza. Ma vedo che questa tendenza a rarefare gli incontri e le manifestazioni non è soltanto un “mio” problema, mi sembra che a vari livelli stia avvenendo in diversi strati della società. La società si sta sempre più virtualizzando. Dobbiamo tenerne conto di questo precipitare nell’immaginario, di questa astrazione dal mondo che ci circonda per vivere sempre più in una scatoletta o, come diceva Platone, dentro la grotta dei nostri pensieri e delle immagini proiettate su uno schermo. Perché vi sto raccontando tutto questo? Beh il 6 luglio ricorreva la Festa dell’Anima Gemella, uno degli eventi vissuti al Circolo, nel tentativo di riscoprire un vero rapporto d’amore, fra esseri umani e la natura. Non l’abbiamo festeggiata pubblicamente, solo privatamente…

Simbologia de L’albero della Vita – Scrive Guruji: “L’albero è da sempre considerato simbolo della Vita e più specificamente dell’essere umano, in quanto la sua struttura verticale - terminante in basso con le radici ed in alto con i rami – lo rende una metafora perfetta dell’intermediazione fra Terra e Cielo. Il mito originario dell’Albero della Conoscenza ha fecondato le tradizioni di tutti i popoli..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/07/simbologie-misteriche-de-lalbero-della.html

La donna salverà il mondo? – Scrive Rubes Tagliazucchi a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/04/la-donna-salvera-il-mondo/ -: “AUSPICO UN SANO EQUILIBRIO TRA UOMO E DONNA, SONO IL PRIMO SOSTENITORE DI QUESTO, MA VEDO DUE ACCADIMENTI CONTRARI: IL SOSTEGNO DELLE DONNE ALLE RELIGIONI (LE RELIGIONI DI FATTO NON RICONOSCONO LA DONNA COME APPARTENENTE AI RANGHI UMANI, RIFERIMENTO UOMINI), E LA COMPETITIVITà DISTRUTTIVA TRA DONNE. LE MIE, OVVIAMENTE, SONO CONSIDERAZIONI GENERALISTE, CHE LASCIANO SPAZIO PER L’ECCEZIONI; COMUNQUE SONO OTTIMISTA ED AUSPICO CHE ACCADA, SICURAMENTE VIVERE AVREBBE UN SAPORE DIVERSO…”

Rispostina di Caterina: “La competitività fra le donne esisterà finché esisterà la famiglia patriarcale composta da un marito e una moglie (e i figli). Scomparirà quando le donne riscopriranno un tipo di famiglia “collettiva” composta da diverse donne e gli uomini che ci vorranno stare. Si riscoprirà la bellezza della sorellanza e l’inutilità delle rivalità.”

Modena. Gurupurnima – Si dice che durante la luna piena di luglio la mente sia in grado di connettersi con il Sé, la coscienza libera da identificazione, che è in realtà il Sadguru, ovvero il Maestro interiore. E questo momento di unione spirituale viene celebrato da chi segue il cammino della ricerca interiore. La celebrazione del Guru Purnima del 9 luglio 2017 si tiene presso il Centro Borgo Shanti di Modena… – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/07/9-luglio-2017-luna-piena-e-gurupurnima.html

Prunarolo. Picnic vegano animalista – Scrive Animal Press: “Domenica 9 luglio 2017, ore 12.00, a Prunarolo, Fraz di Vergato (Bologna), via della Chiesa Nuova 15 al rifugio “Movimento per la Tutela dell’Ambiente” picnic con raccolta fondi per gli animali. Info. animalpress@veganok.com”

Emissioni gas inquinanti – Scrive Arpat: “Le emissioni totali di gas inquinanti dell’Unione europea sono aumentate dello 0,5% nel 2015, secondo i dati dell’Agenzia europea per l’ambiente (EEA). Il trasporto ha giocato un ruolo fondamentale in tale aumento: una migliore efficienza del combustibile in questo settore non è stata infatti sufficiente a contrastare gli effetti di una crescente domanda di mobilità…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/07/ue-emissioni-gas-inquinanti-da-traffico.html

Sistema monetario. Schiavi compiacenti – Scrive Giuseppe Turrisi: “Dopo circa quindi anni che studio il fenomeno monetario, non mi sconvolge la sempre più feroce applicazione dell’usura, né il fatto che gli usurai sono stati capaci di fare indebitare tutti gli stati vaticano compreso, e nemmeno che l’unico onore che ci riconoscono è quello di onorare i debiti (con loro) ma l’assoluta incapacità dell’uomo “mediocre men” della bio-massa che piuttosto che studiare e capire il “fenomeno monetario” (signoraggio e dintorni) preferisce essere schiavo tutta la vita…”

Mio commentino: “Repetita iuvant: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse

Abitare e Anziani – Scrive Giusy Colmo di Auser Nazionale: “E’ uscito il nuovo numero della rivista Abitare e Anziani Informa. Il focus è sulla ricerca “Domiciliarità e residenzialità per l’invecchiamento attivo”, curata da Claudio Falasca. E’ possibile sfogliare la rivista direttamente su www.abitareeanziani.it”

Pensieri evolutivi – Scrive Franco Libero Manco: “Vorrei suscitare in te che leggi il senso della visione universale, ciò che consente di percepire interamente il miracolo della Vita, il sentire profondo del palpito sostanziale delle cose; suscitare l’amore per la bellezza di essere liberi e padroni del proprio destino e così valorizzare il prodigio della compassione, della bontà e della saggezza, il valore della virtù, la preziosità delle diversità biologiche, l’amore per la Terra patria di tutti i viventi…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/06/consigli-per-la-crescita-interiore-pensieri-elevati-e-massime-vegetariane/

Pitigliano. Ospedale integrato – Scrive Marco Bracci: “In Toscana, a Pitigliano (GR) è nato il primo ospedale integrato d’Italia, dove alla medicina allopatica viene affiancata la medicina naturale.”

Sardegna in lutto. Morto in carcere il “brigante” Doddore Meloni – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Su tutti i media sardi on line spicca l’irritazione e l’indignazione del popolo sardo per la morte in carcere di uno dei suoi più coraggiosi e coerenti rappresentanti, un gigante sia fisicamente che spiritualmente, che è stato letteralmente messo a tacere con la prigionia, come ai tempi dell’unificazione un secolo e mezzo fa e che la retorica risorgimentale ha distorto a suo piacimento definendoli eversivi, rivoltosi o briganti. Che sia stato imprigionato e che non gli siano stati assegnati almeno gli arresti domiciliari è stato un atto vergognoso di gretta repressione e punizione che solo uno stato autoritario, accentratore e antidemocratico poteva compiere….” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/06/gli-eroi-della-liberta-per-lo-stato-italiano-son-solo-briganti-morto-in-carcere-doddore-meloni-indipendentista-sardo/

Governo o dittatura? – Scrive Paolo Sensini: “In Italia il governo va giù col pugno duro per imporre prima 12 e ora 10 vaccini obbligatori a tutti i bambini, minacciando i genitori riluttanti con multe salatissime e intimidendoli, nel caso non si piegassero ai diktat ministeriali, di arrivare persino a togliergli la patria potestà. In Europa vanno invece col cappello in mano a pietire aiuto sui finti profughi e si prendono, giustamente, dei calci in faccia da tutti gli altri Paesi. Insomma, due facce della stessa medaglia: carogne e cacasotto allo stesso tempo, come si addice a una casta di parassiti abusivi e illegittimi…”

Sostegno alla Palestina – Scrive Stefania Russo a commento dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.it/2017/07/gaza-deve-vivere-per-la-vita-di-tutta.html?showComment=1499367103043#c7523975506631617359 -: “Sul fronte sostegno della causa palestinese a parte i Paesi “fratelli” arabi messi maluccio, per fortuna c’è l’Iran. Potenza di grande influenza e con un grande futuro, malgrado le sanzioni e tutte le politiche aggressive degli Usa applicate dal 1979. L’Iran ha sostenuto militarmente Hamas anche durante l’operazione Margine protettivo, l’ultimo genocidio sionista a Gaza, e malgrado Hamas sia Fratellanza Musulmana e si sia comportato in modo infame durante l’attacco alla Siria. L’Iran è temutissimo dall’entità sionista, è il suo vero incubo, Hezbollah a parte. Non dimentichiamoci i recentissimi attentati a Teheran pochi giorni dopo la visita di Trump in Israele…”

Mio commentino: “Qui di seguito un articolo per capire “la mentalità” sionista, con le parole espresse dai padri d’israele: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/10/la-razza-eletta-di-menachem-begin-ed.html -”

Il grande mistero della “presenza” – Lo stato del Jnani e la Grazia da lui emanata, non è dispensazione o favore dall’Uno ai molti… è il semplice permanere nella propria natura, totalmente ed assolutamente Una e perciò indistinguibile, e che non può essere suddivisa in “gradi”. In tal senso la presenza del Jnani viene paragonata alla Presenza Divina. E chiunque entra consapevolmente in quella Presenza in essa viene assorbito e riconosce se stesso. Questo è il grande mistero della Presenza… –
Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/12/ramana-maharshi-la-domanda-finale-con.html

Siamo presenti, ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Rimanere in silenzio senza pensieri è il Tutto.
Rimanere senza pensieri è Nishta (permanere in ferma meditazione).
Rimanere senza pensieri è Jnana (saggezza).
Rimanere senza pensieri è Moksha (liberazione).
Rimanere senza pensieri è Sahaja (spontaneità).
Perciò, lo stato senza nessuna traccia di pensiero è lo Stato Finale di Completezza!”
(Ramana Maharshi)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Italia: le distrazioni non mancano, grazie alla vita, Milano: yankee go home, Gaza deve vivere, la Mente Totale, vaccini dell’obbligo…

Il Giornaletto di Saul del 4 luglio 2017 – Italia: le distrazioni non mancano, grazie alla vita, Milano: yankee go home, Gaza deve vivere, la Mente Totale, vaccini dell’obbligo…

Care, cari, calcio, politica e gossip-spettacolo (e non menziono la religione perchè ognuno di questi tre elementi di volta in volta la sostituisce) qui da noi rivestono un ruolo molto importante: sostenendo il mondo dell’illusione convogliano un’enorme quantità di energie emotive e mentali nel buco nero che un autore medievale definiva “la nube della non conoscenza”, ai fini di sostenere e perpetuare lo status quo che mantiene il mondo nella condizione di un campo di concentramento globale, in cui si è prigionieri della contingenza, dell’effimero. Ci si sente così costretti ad inscenare di volta in volta euforia, disappunto, rabbia, amarezza, tutti stati d’animo che non ci appartengono in realtà nello specifico, per cose di nessun conto e di nessuna conseguenza ai fini della nostra vera natura e sviluppo interiore; ma che ci svuotano di preziosa energia psichica, che sarebbe meglio impegnata in altre direzioni… (Simon Smeraldo)

In riconoscenza verso la vita – Tempo fa scrissi una recensione sul libro di Fiorenzo Carsi “SOPRAVVISSUTI AL GELO E AL NEMICO. MEMORIE DI REDUCI DI RUSSIA”. Consiglio a tutti, per il mantenimento di una memoria, di leggere queste testimonianze nel contesto della storia militare fascista, targata da volontà imperialista. Ed invito il lettore a valutare la solidarietà dei contadini russi e la violenza dei soldati tedeschi in fuga durante la ritirata. Esempio: tagliavano le mani ai nostri soldati che si aggrappavano ai camion; da ricordare peraltro che erano nostri alleati. Riguardo a Mussolini, se non vi fossero altri delitti tra i quali la limitazione della libertà in Italia, bastano queste testimonianze per dimostrare la sua nullità come statista per averci trascinato nella guerra. Ho anche un motivo personale nel voler ricordare quei momenti tragici. Io sono nato da uno di quei reduci… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/03/in-riconoscenza-verso-la-vita-ed-i-miei-primi-maestri/

Depressione inevitabile – Scrive Michael Snyder: “…la nostra recessione è stata fino ad ora abbastanza graduale e speriamo che si mantenga così il più a lungo possibile. In molti altri posti del mondo, le cose sono già in conclamata modalità panico. In assenza di un grande evento riconoscibile e imprevedibile di qualche sorta, non vedremo ciò che sta succedendo ancora per un po’, ma senza dubbio stiamo correndo a tutto vapore verso una grande depressione economica. Sfortunatamente per tutti noi, non c’è nulla che qualsivoglia nostro politico sia in grado di fare per fermarlo…”

Milano. Yankee go home – Scrive Comitato contro la guerra: “Ogni anno il 4 luglio gli USA celebrano la festa della loro liberazione e dell’indipendenza. Quando il nostro Paese celebrerà la festa dell’indipendenza dagli USA? Gli Usa preparano il golpe in Venezuela, attaccano la Siria, hanno nel loro mirino l’Iran, stipulano un contratto da 110 miliardi di dollari per una fornitura di armi all’Arabia Saudita e al contempo forniscono jet da guerra al Qatar per 12 miliardi; si stanno espandendo a est impensierendo la Russia, sempre meno disposta a sopportare la guerra strisciante da loro mossale. La guerra dello zio Sam per il dominio provoca esodi biblici verso il nostro Paese, proprio dalla Libia, ridotta nelle condizioni attuali dagli USA…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/07/4-luglio-2017-yankee-go-home-presidio.html

Il dalema forzoso – Scrive Paolo Sensini: “E tutti a prendersela con moderati come la Boldrini o Ciccio l’argentino che parlano di appena qualche centinaia di migliaia di finti profughi da accogliere ogni anno. Bruscolini, insomma, più o meno come gli abitanti di Padova o Brescia da sfamare e assistere dalla A alla Z ogni santo giorno. Nulla in confronti al più intelligente di tutti, Massimo D’alema, il quale dall’alto della sua scienza sostiene che “abbiamo bisogno di almeno 30 milioni di immigrati, proprio una necessità!”. Uno come lui mica si accontenta delle mezze misure, e infatti non per nulla si chiama Massimo. Nomen omen”

Mio commentino: “Lo dice pure vasco rossi: https://www.youtube.com/watch?v=t8JIidzAuDk

Stato? O cliente dell’usura? – Scrive Vincenzo Zamboni: “Pretendere di risollevare l’economia tramite le tasse in regime di moneta debito esterno è come voler riempire una vasca con una pompa che immette meno acqua di quella che esce dallo scolo. Uno stato non deve chiedere soldi, deve emetterli e darli ai cittadini. In regime di crisi piuttosto che niente è pur sempre meglio stampare moneta, rinchiuderla in bottiglie sotterrate e lasciare che i cittadini scavino per trovarla, come ebbe a spiegare John Maynard Keynes. Il politico che non affronta questo problema non è neanche degno di essere ascoltato…”

Mio commentino: “A questo proposito ripropongo il mio articolo: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse

Blera. Scultura – Scrive Tempo Creativo: “Mostra personale di scultura di Marina Pellico, Blera, Museo del Cavallo, dall’8 al 9 luglio 2017, ore 19 – 23. Info. info@tempocreativo.it”

Gaza deve vivere – Scrive Wex Gaza: “La vita della popolazione di Gaza è seriamente messa in pericolo e noi, cittadini/e del mondo, associazioni, gruppi, non credenti e credenti di fedi diverse, sentiamo la responsabilità di agire laddove le Risoluzioni hanno fallito, e porre all’attenzione internazionale questo lento genocidio. Prima di tutto il nostro sguardo si appunta sull’assedio, imposto dalle Autorità israeliane. Con un concorso di colpa anche di quei loro alleati che persistono nel privare la popolazione di Gaza  dei diritti umani, dì rifornimenti essenziali, di medicine, di trattamento del sistema fognario, di acqua potabile ed elettricità, di libertà di movimento….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/07/gaza-deve-vivere-per-la-vita-di-tutta.html

Paolo Villaggio. RIP – Scrive F.O.: “Paolo Villaggio l’ho intravisto nel lontano 1974 quando io entravo come impiegata a tempo determinato all’Italimpianti di Genova, mentre lui ne usciva dopo aver creato il suo Fantozzi imitando ed esasperando le scene che quotidianamente osservava in azienda. Stava iniziando il suo grande successo. Ieri ci ha lasciati. Non sono mai stata una sua fan, ma ammetto che a volte mi divertiva e poi ho sempre apprezzato la sua versatilità nei personaggi che ha interpretato. Riposa in Pace caro conterraneo…”

La poesia di Giorgio Caproni. Recensione – Scrive Franca Oberti: “In un momento in cui Giorgio Caproni, saltato agli onori della cronaca per essere diventato materia di esami di maturità, voglio riproporre questo testo che riassume alcune particolarità della sua vita e offre un esempio della sua poetica…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/07/la-poesia-di-giorgio-caproni-recensita.html

Niente figli niente problemi – Scrive Giulio Meotti: “Non avendo figli, i leader europei sembrano non aver motivo di preoccuparsi del futuro del loro continente. Non ci sono mai stati così tanti leader politici europei senza figli come oggi. Sono moderni, di larghe vedute, multiculturali e sanno che “tutto finirà con loro”. A breve, sarà un sollievo non avere figli perché questo significa nessuna spesa per la famiglia, nessun sacrificio e nessuno che si lamenta delle conseguenze future. Come sostiene un rapporto di ricerca finanziato dall’Unione Europea: Niente figli, niente problemi!”

Il messaggio dell’ecologia profonda – …l’ecologia profonda non denota una “ideologia prefissata” con sue regole specifiche di comportamento. La pratica ecologica è basata sulla capacità di intendere la posizione in cui ci si trova, partendo dalla nostra condizione interiore, nell’ambiente e nel contesto sociale, fluendo quindi nel processo vitale, in approfondimento della consapevolezza della comune appartenenza. Non si agisce per convincere gli altri ma perché la nostra azione rappresenta una valenza personale e collettiva e ne rivela il significato attraverso l’esemplificazione…” – Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Praticare-l-ecologia-profonda

Italia senza speranza? – Scrive Emidio Antonino a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/02/italia-senza-speranza-tra-la-sinistra-frantumata-e-la-destra-impresentabile-ed-il-tertium-non-datur/ -: “É il più riuscito processo di addomesticamento che sia stato realizzato nel mondo. L’Italia molte volte nella storia umana è stata prima in molti accadimenti e fenomeni sociali. Anche in questi tempi moderni stiamo primeggiando, nel fenomeno sociale di un popolo caratterizzato da un imprinting domesticatorio così ben riuscito da fare scuola nel mondo…”

Mia rispostina: “Così è dai tempi di Franza o Spagna purché se magna”

Il nuovo paradigma della Mente Totale – Scrive Guido Dalla Casa: “Torniamo alla constatazione che la Mente è ovunque, che i fenomeni mentali sono assai frequenti, o forse che tutti i fenomeni sono anche mentali. I sistemi viventi, gli ecosistemi, gli esseri collettivi sono tutti sistemi altamente complessi. Dal punto di vista filosofico, il nuovo paradigma conduce all’animismo, dato che le entità che costituiscono il mondo sono animate, hanno una propria forma di mente. Ma esiste anche un unico Sistema totale, con la sua Mente, e ne consegue una forma di panteismo…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/07/il-nuovo-paradigma-animismo-panteismo.html

Lombardia. Caccia alla volpe, proteste inutili – Scrive Carlo Consiglio: “Sono state raccolte in queste settimane, attraverso la petizione lanciata dalla LAC (sulla piattaforma di change.org «Fermiamo subito il massacro della volpe in tana»), oltre 78.000 firme di protesta, ma nonostante appelli, interrogazioni regionali, parlamentari e interventi di esperti, la Regione Lombardia continua ad accontentare una minoranza armata in via di estinzione annoiata dal silenzio venatorio, e a far infuriare la maggioranza dei cittadini contrari a queste barbare e ingiustificate uccisioni.”

Vaccini dell’obbligo – Scrive Andrea Bizzocchi: “L’Italia è la cavia in campo vaccinale così come la Grecia lo è stata (e lo è ancora) in campo economico. Chi ha ancora occhi per vedere e orecchie per sentire (e soprattutto un cervello per pensare) ha oramai compreso da tempo che è in pieno svolgimento il piano per la sottomissione totale delle popolazioni mondiali attraverso l’instaurazione di una società verticistica di stampo tecnocratico/fascistoide…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/07/03/vaccini-dellobbligo-litalia-e-una-cavia-della-farmacologia/

Governo direttamente impegnato nella vendita di armi ai Saud – Scrive Marco Palombo: “In risposta all’articolo di Francesco Santoianni la Moby conferma che è stato il Ministero della Difesa a chiedere il trasporto. Quindi il governo italiano è direttamente impegnato nella vendita di armi ai sauditi. Ricordate cosa disse la Pinotti? “Non sono bombe italiane…”…”

Ciao, Paolo/Saul

…………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non permettere alla tua mente di essere distratta dalle cose oggettive e dai pensieri. Ad eccezione del badare al tuo dovere quotidiano nella vita, il resto del tempo dovrebbe essere dedicato nell’Atma-nishta (dimora nel Sé); non sprecare nemmeno un secondo nella disattenzione, nel torpore…” (Ramana Maharshi)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Solstizio estivo, carcere autogestito, il calendario ciclico della vita, a sinistra di “renzie”, cloaca maxima, templari e neo-templari, regolamenti monetari internazionali…

Il Giornaletto di Saul del 21 giugno 2017 – Solstizio estivo, carcere autogestito, il calendario ciclico della vita, a sinistra di “renzie”, cloaca maxima, templari e neo-templari, regolamenti monetari internazionali…

Care, cari, ed ora alcune indicazioni generali per lo svolgimento dell’Incontro che si tiene il 24 e 25 giugno 2017, in celebrazione del Solstizio Estivo. Bisognerebbe che ognuno portasse cibo, preferibilmente vegetariano, da condividere nei due giorni dell’assemblea, ed anche  canovacci personali, asciugamani e sacco a pelo, e che la vesseille e la cucina e la pulizia dei luoghi venisse fatta in modo democratico con la partecipazione di tutti. Altro impegno è quello relativo alle tematiche ed agli interventi. Allora, tanto per iniziare ripetiamo lo scopo di questo Incontro Collettivo Ecologista, che è quello di creare un coordinamento efficace e di comune ausilio sulle iniziative portate avanti dai gruppi e dalle persone che in Italia si riconoscono nell’ecologia profonda, nel bioregionalismo, nella biospiritualità e nel riabitare la terra in modo gentile, armonico e solidale. Potremmo dire che lo scopo evidente è quello di definire i nodi della Rete delle Reti e degli operatori sensibili all’ambiente ed alla vita… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/06/e-tempo-di-bioregionalismo-ecologia.html

Il paese dell’ignoranza – Scrive Vincenzo Zamboni: “Bene, chi vuole un paese ignorante è sulla buona strada. Abbiamo già un ministro dell ‘istruzione che sbaglia le citazioni storiche in pubblico. E nessuno le dice niente, si fa finta. “Far finta di essere sani” (Gaber). “Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza”, diceva Gramsci. Prima lo ha ucciso il carcere fascista, poi lo ha ucciso una seconda volta la società dei consumi e dell’immagine….”

Per un carcere autogestito – L’altro giorno parlavo con Caterina al proposito delle modifiche che sono state apportate al sistema giudiziario riguardo a vari articoli del codice penale che -in trasgressione- vengono tradotti in ammenda, in sostituzione della pena detentiva. Le ragioni non son solo di cassa, in quanto lo stato ha un impellente bisogno di sempre nuove entrate per coprire le sue spese. I conti dello stato sono in rosso cronico ed ormai il debito pubblico risulta insanabile, per cui c’è sempre più bisogno di tasse e gabelle per tamponare gli interessi passivi – visto che non sono previste diminuzioni sugli esosi appannaggi della casta o sull’acquisto di armi e spese NATO ma solo un costante taglio delle spese sociali. Altra ragione per cui lo stato preferisce incassare ammende invece di far scontare pene detentive ai trasgressori delle leggi è che ormai le carceri sono stracolme, rimpinguate ogni giorno da nuovi reclusi stranieri, e non ci si può permettere di mantenere un esercito così numeroso di ospiti e loro custodi. Ma su questo tema già diversi anni fa ero intervenuto con una proposta risolutiva: “il carcere auto-gestito” dai detenuti stessi, in forma comunitaria e solidale. Infatti il dramma dei suicidi, del superaffollamento, del malfunzionamento e costo del sistema penitenziario in Italia sta dimostrando che è necessario un cambiamento radicale nella gestione del delitto/pena… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/06/20/per-un-cambiamento-radicale-nella-gestione-del-delittopena-il-carcere-auto-gestito-dai-detenuti-stessi/

Integrazione all’intervento sulle spese UE per la difesa comunitaria (vedi: http://saul-arpino.blogspot.it/2017/06/il-giornaletto-di-saul-del-18-giugno.html) – Scrive AMC: “La realtà è che l’Europa in quanto tale ha, obiettivamente, bisogno di una difesa comune, non fosse altro che per ragioni di sicurezza. Peraltro, so per certo, che, in Italia, gli USA sono gli occupanti con più di duecento basi militari sul nostro territorio nazionale. Dire che creare una difesa comune europea equivale a sottrarre delle risorse allo sviluppo sostenibile e alla tutela dell’ambiente è un riflesso della non conoscenza dell’UE…”

Replica di Amalia: “Grazie per le considerazioni su cui mediterò”

Aprire le porte? – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo di Franca Oberti http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Spalanchiamo-le-porte -: “La forza del pensiero. Anni fa, avendo iniziato ad usare una nuova applicazione internet, dovetti mettere una password e siccome le psw sono tante e spesso me le dimentico, usai la parola DIMENTICARE. Da quel momento non riuscii mai a ricordarla e ogni volta dovevo leggerla nel libro segreto delle psw. Poi mi dissi: “perché non usare la parola RICORDA?” e così feci. Ne ebbi bisogno di nuovo dopo circa 2 settimane e subito mi venne in mente senza che dovessi andare a leggerla nel libriccino delle psw. E così è anche sempre stato da allora…”

Il calendario ciclico della vita – Nell’antichità remota allorché l’uomo riconosceva la vita come un continuum, senza apparente inizio né fine, il calcolo del passaggio del tempo era immaginato su una scala ellittica/elicoidale che ripeteva cicli e stagioni secondo un ordine stabilito dalla natura. Pertanto il calendario non aveva un vero e proprio inizio bensì manteneva la funzione descrittrice dei cicli naturali ripetentesi – sia pur con variazioni comunque lentissime – (vedasi i tempi delle glaciazioni e delle inter-glaciazioni). Questo calendario “circolare” era assolutamente utile per la conoscenza di quanto andava avvenendo sulla terra e per la regolamentazione delle azioni opportune, i momenti ottimali per compiere determinati atti (semina, viaggi, feste, etc.). In questo sistema quindi si considerava il tempo come una sorte di flusso permanente in cui si riproponevano situazioni derivate dalla natura e -come avviene osservando lo svolgersi ripetitivo della vita animale e vegetale- magari basate su differenti stadi e situazioni di un Essere onnicomprensivo chiamato “Madre Terra”..- Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/06/20/il-calendario-ciclico-della-vita-basato-su-fenomeni-naturali/

Roma. A “sinistra” di renzie – Scrive Marco Palombo: “Con pochi mezzi sto cercando con altri di segnalare l’assenza del tema guerra dal percorso iniziato al Brancaccio dopo l’appello di Anna Falcone e Montanari. Ora apro il Manifesto e vedo che l’unico accenno fatto al tema guerre, che io sappia, fatto dai protagonisti dell’assemblea, Montanari ha citato “.la guerra illegale in Kossovo” ha suscitato subito la reazione di Dalema che intervistato dal Manifesto (sic!) afferma, frase messa in risalto nella grafica: “Dico a Montanari che in Kossovo non c’è stata guerra illegale. L’accusa è decaduta, chi la ripete ingiuria. Se davvero vuole unire eviti battute a caso”. Spero che lo scambio sul Kossovo faccia discutere, e invito tutti a intervenire sul tema. Ed è la dimostrazione della centralità del tema pace guerra armamenti, il problema è rompere il silenzio sul tema, è difficile giustificare guerre e alleanze dell’ Italia con la Nato e gli USA è facilissimo non parlarne. Ma non è impossibile portare il tema guerra al centro dell’ attenzione. Ognuno la pensi come vuole sul percorso iniziato al Brancaccio che comunque non è uguale ai precedenti degli scorsi anni…”

Templari e neotemplari – Scrive Claudio Martinotti Doria: “I Templari appartenevano all’Ordine Cavalleresco più famoso della Storia. Ordine che sarebbe più corretto definire “religioso militare”, ma ormai nell’uso linguistico è prevalso il riferimento all’aspetto cavalleresco, nonostante che dal punto di vista organizzativo e strutturale i cavalieri fossero solo una minoranza, essendo l’ordine composto soprattutto da fratelli laici (che si occupavano di necessità pratiche e della conduzione delle aziende agricole), sergenti (aiutanti di campo e scudieri) e cappellani sacerdoti…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/06/templari-e-neotemplari-i-templari.html

Arezzo. Fuoco sacro per il solstizio – Scrive Beatrice Udai Nath: “mercoledì 21 giugno 2017  accenderò il Dhuni (fuoco perpetuo) presso il Borgo dei Semplici, Santa Sofia, zona Badia Tedalda, Arezzo. Il dhuni è stato costruito da un gruppo di amici e fratelli che da alcuni anni hanno deciso di vivere tra queste montagne, in un borgo antico, che hanno restaurato e reso luogo di elezione per ricercatori spirituali e quanti desiderano unirsi al cammino, alla ricerca di se stessi e della comunione con la natura e lo spirito. Ho l’onore di essere stata chiamata all’accensione e alla cura del Fuoco Sacro. Vi invito a partecipare alla cerimonia del 21 giugno ed a venirci a trovare inseguito. La cerimonia del Hawan si terrà alle ore 12am. È opportuno arrivare con largo anticipo (intorno alle 10.30). Seguirà un rinfresco (bandhara), e pomeriggio e sera intorno al fuoco, con musica, mantra e satsang. Offerta libera.”

Roma. Cloaca Maxima – Scrive Fabrizio Belloni: “Non perdete la capacità di scandalizzarvi: i parassiti del potere contano sull’assuefazione della vita nel guano di tutti noi. Per poter continuare a scippare le risorse pubbliche. Quando vedete pubblicità in tv dovreste cambiare canale. Per principio. Provate, se siete pigri, a togliere almeno l’audio: morirete dal ridere, meglio di Zelig…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/06/cloaca-maxima-il-vero-simbolo-di-roma.html

Roma. CGIL, dopo il 17 giugno – Scrive Susanna Camusso: “Quella di Roma non era una manifestazione facile e scontata. Il poco tempo che abbiamo avuto per prepararla, il periodo estivo con le scuole chiuse ed il caldo terribile che tutti abbiamo sofferto, forse una certa stanchezza che appare ai più come profonda, totale indifferenza e sordità della politica alle ragioni del lavoro. Avremo modo di riflettere su tutto questo e su come proseguire la nostra Sfida X i Diritti a sostegno della Carta, a partire dall’Assemblea generale del 10 e 11 luglio prossimi ”

Strade. Fonte d’inquinamento ambientale ed acustico – Scrive Arpat: “Il briefing dell’Agenzia Europea per l’Ambiente “Gestire l’esposizione al rumore in Europa”, che si basa sugli ultimi dati forniti all’EEA dai suoi paesi membri conformemente alla Direttiva sul rumore ambientale, fornisce una stima aggiornata del numero di persone esposte al rumore in Europa e presenta, inoltre, un aggiornamento sulle misure adottate dagli Stati membri dell’UE per affrontarne i problemi correlati…” – Continua:
http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/06/abitanti-lungo-le-strade-esposti-al.html

Altri soldi delle nostre tasse spesi in armi – Scrive Enrico Piovesana: “La scorsa settimana i rappresentanti di undici Paesi, tra cui l’Italia, hanno firmato a Baltimora, negli Stati Uniti, un memorandum d’intesa per l’acquisto nei prossimi 3 anni (2018-2020) di 440 cacciabombardieri F-35 per un valore di almeno 37 miliardi di dollari (oltre 33 miliardi di euro). La notizia è stata confermata da Jeff Babione, responsabile della Lockheed Martin per il programma JSF F-35. Per l’Italia significa acquistare in un colpo solo altri 20/22 aerei, metà dei quali in versione per portaerei (più costosa), per una spesa complessiva che si aggira – secondo le previsioni di costo sempre troppo ottimistiche fornite della Lockheed Martin – sui 2 milairdi di euro. L’ultimo contratto di acquisto definitivo firmato dall’Italia risale al 2014. Finora l’Italia ha acquistato 8 cacciabombardieri F-35 per una spesa di circa 1,2 miliardi di euro….”

Regolamenti monetari internazionali e signoraggio bancario – Scrive Sebastiano Cosenza: “Mi ricordo vivamente il Nixon shock del 15 agosto 1971 visto che allora stavo preparando la mia tesi proprio su quell’argomento. Bene, l’amministrazione USA aveva preparato nei dettagli l’atto di imperio di rinnegare gli accordi di Bretton Wood del 44, infatti con le petromonarchie del golfo aveva stipulato un accordo di assistenza militare in cambio dell’esclusiva ad ancorare e negoziare esclusivamente in us dollar le forniture petrolifere e suoi derivati. Inoltre tutte le borse mondiali di commodities dovevano trattare esclusivamente in dollari americani i loro prodotti…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/06/20/regolamenti-monetari-internazionali-e-signoraggio-bancario-privato/

Commento di Piotr: “…col Nixon shock gli USA risolsero definitivamente il loro problema (almeno per alcuni decenni): il Dollaro non era più convertibile in oro, come previsto a Bretton Woods, ma c’erano solo due alternative: o lo si teneva come peso morto nelle banche centrali o lo si convertiva in Treasury Bonds per avere per lo meno un interesse. Cioè il nuovo standard internazionale diventava un debito pubblico nazionale, una cosa mai vista prima. Ma con una certa logica. C’è infatti un teorema di economia politica (il Paradosso di Triffin) che spiega che una moneta nazionale non può rimanere a lungo una valuta di scambio internazionale. E allora cosa fa il nostro Nixon boia? Decide che lo standard internazionale non è più il gold-dollar-exchange, ma il debito pubblico USA. Fantastico!…” – Continua in calce al link

Vaccini, Hamer, glifosato, batteri & Co – Scrive Paola Botta Beltramo: “Sono stata ad una conferenza del dr. Dario Miedico, radiato recentemente dall’ordine dei medici per la sua posizione sulla libertà di scelta vaccinale. E’ stata organizzata dal comitato biellese per la libertà di cura ed erano presenti in sala oltre trecento persone. Tutti conosciamo già la sua storia. Il dr. Miedico, come molti altri suoi colleghi, ripete il mantram…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/06/vaccini-hamer-glifosato-batteri-co.html

Polizia del pensiero – Scrive Paolo Sensini: “Se, come usa dire, l’inferno è lastricato di buone intenzioni, una delle mattonelle che rivestono quel pavimento è sicuramente composta dall’Osservatorio Antisemitismo della Fondazione di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano, il quale ogni anno stila un lungo rapporto in cui monitora e mette alla gogna chiunque osi produrre critiche di qualsiasi tipo all’indirizzo degli ebrei, dello Stato d’Israele o di quello che oggi viene rubricato come “cospirazionismo” o fake news. Con spiacevoli e talvolta pesanti conseguenze per chi venga fatto oggetto della loro occhiuta attenzione. Di fatto essi incarnano esemplarmente ciò che George Orwell definiva col nome di psicopolizia (o polizia del pensiero), per di più finanziati ogni anno dal governo italiano (300 mila euro)…”

Ciao, Paolo/Saul

…………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Smettila di sentirti in colpa! Sentirsi in colpa è come vivere all’inferno. Non sentirti colpevole, e avrai la freschezza delle gocce di rugiada al primo sole del mattino, avrai la bellezza dei petali del fiore di loto nel lago, avrai lo splendore delle stelle nella notte. Quando il senso di colpa svanisce, avrai una vita completamente diversa, radiosa e colma di luce. I piedi inizieranno a danzare e il cuore canterà mille canzoni…” (Osho)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Regolamenti monetari internazionali e signoraggio bancario (privato)

“La perdita di importanza del Dollaro nel commercio internazionale è una minaccia esiziale per gli USA, per l’Occidente, ma anche per tutto il cucuzzaro della finanziarizzazione. Ma è una minaccia esiziale perché è effetto e nel contempo causa della propria decadenza imperiale.” Mi ricordo vivamente il Nixon shock del 15 agosto 1971 visto che allora stavo preparando la mia tesi proprio su quell’argomento. Bene, l’amministrazione USA aveva preparato nei dettagli l’atto di imperio di rinnegare gli accordi di Bretton Wood del 44, infatti con le petromonarchie del golfo aveva stipulato un accordo di assistenza militare in cambio dell’esclusiva ad ancorare e negoziare esclusivamente in us dollar le forniture petrolifere e suoi derivati. Inoltre tutte le borse mondiali di commodities dovevano trattare esclusivamente in dollari americani i loro prodotti. E’ stato un autentico colpo di stato mondiale per applicare una tassa sul pianeta e garantire “in eterno” la potestà monetaria yankee. Tutto era nato dall’intenzione del governo francese di allora, ed in particolare del consigliere economico Jaques Rueff (leggasi il suo libro “ l’errore monetario occidentale” ) , di cambiare tonnellate di carta (dollari Usa) con lingotti d’oro , come previsto dagli accordi di Bretton Woods. Da qui il colpo di testa di Nixon e della dinastia Saud. L’economia USA , causa l’endemico deficit della bilancia commerciale e soprattutto il dissanguamento della guerra in Vietnam , non poteva più sostenere la convertibilità aurea della moneta. E’ vero quello che sostiene Piotr che la decadenza dell’impero americano sta lentamente rodendo il dominio della loro moneta ma è un processo estremamente lento e estremamente pericoloso causa possibili colpi di testa . Per accelerare questo processo occorre una vasta intesa di paesi terzi (non supini all’impero) a trattare i loro commerci escludendo il dollaro, non è facile , chi ha tentato in maniera non coordinata ha pagato con la vita. E’ vero che la convertibilità riguarda merci contro moneta, non moneta contro debito espresso nella stessa moneta ( TB). Ho potuto constatare di persona l’arroganza e l’assoluto imperio dell’amministrazione americana quando si utilizza la loro moneta (che è poi la moneta che hanno imposto al pianeta) : la banca francese BNP Paribas , con cui collaboravo, ha dovuto pagare una sanzione di 6,5 miliardi di dollari solo per aver utilizzato il dollaro nelle relazioni con entità finanziarie della Repubblica Iraniana . L’impero non solo ti impone la sua moneta ma decide anche con chi la puoi utilizzare e con chi no.

Mi permetto un ultimo appunto, il Signoraggio. Mi interesso di quello monetario , non di quello politico: quando chi emette moneta a corso forzoso non rappresenta la comunità ma un ente di diritto privato (come le attuali banche centrali) esprime signoraggio a scopo non sociale ma privatistico. Esiste anche il signoraggio delle banche di stato ,di diritto pubblico, ma questo va a beneficio del debito pubblico . E’ un discorso molto lungo e il compianto prof. Auriti ci ha speso una vita.

Sebastiano Cosenza

Articolo collegato: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Economia-ecologica-signoraggio-debito-pubblico-tasse

………………….

Commento di Piotr: “…col Nixon shock gli USA risolsero definitivamente il loro problema (almeno per alcuni decenni): il Dollaro non era più convertibile in oro, come previsto a Bretton Woods, ma c’erano solo due alternative: o lo si teneva come peso morto nelle banche centrali o lo si convertiva in Treasury Bonds per avere per lo meno un interesse.Cioè il nuovo standard internazionale diventava un debito pubblico nazionale, una cosa mai vista prima. Ma con una certa logica. C’è infatti un teorema di economia politica (il Paradosso di Triffin) che spiega che una moneta nazionale non può rimanere a lungo una valuta di scambio internazionale. E allora cosa fa il nostro Nixon boia? Decide che lo standard internazionale non è più il gold-dollar-exchange, ma il debito pubblico USA. Fantastico! Tanto di cappello a lui, e spernacchi a chi non ha mai capito cosa ciò significasse (i vecchi democristiani lo avevano capito benissimo).
La finanza privata ci vide subito il gran momento, ma per almeno 7-8 anni, in pratica fino all’ultimo anno di presidenza Carter, Washington le fece guerra con politiche espansive, perché sapeva che altrimenti doveva gestire un drammatico problema sociale e politico (e infatti così poi successe).
Poi con Reagan, l’Alta Finanza privata si vide spalancare definitivamente le porte alle peggiori speculazioni, previa deregulation, e miliardi di dollari (trainati dai petrodollari e dai depositi a Londra dei Paesi comunisti) iniziarono a dar vita all’enorme bolla finanziaria in cui siamo oggi immersi.
La UE fece a gara con gli USA nella deregolamentazione e l’Euro è frutto di questa rincorsa alla finanziarizzazione da parte delle èlite europee. I socialisti europei la guidavano (Delors). Da noi occorreva arrivare a Mani Pulite e poi ai governi di centrosinistra (quelli di centrodestra erano, per varie ragioni, più cauti, come anche in altri Paesi).
Quando si parla di “Sinistra” bisogna tenere a mente queste cose.”

Commenti disabilitati