Risultato della ricerca:

Siria, Deir-Ezzor – Più l’esercito siriano avanza più la vittoria finale indietreggia (grazie alle trappole dello zio sam)…

L’Esercito Arabo Siriano avrebbe attraversato l’Eufrate a Deir-Ezzor… Dopo continue voci, adesso ci sono le conferme ufficiali e i telegiornali russi le corredano con reportage dal posto. Cose che ovviamente noi non vedremo mai in TV.

Gli effetti di questa (doverosa e legittima) mossa sono molteplici:

a) Gli USA, visto che sarà molto difficile per i loro ascari dell’YPG/SDF raggiungere Deir-Ezzor da Nordest, ha quindi deciso che è meglio negoziare e ha perciò chiesto alla Russia di indire un meeting per discutere del futuro della città. Sembra che la Russia abbia già risposto inviando agli USA una cartina geografica. Non si sa come sia stata disegnata. Un’altra risposta evidente, comunque, è la copertura aerea russa ai militari siriani che stanno attraversando l’Eufrate (con somma irritazione degli USA che hanno accusato l’aviazione russa di aver attaccato anche reparti dell’YPG/SDF e persino statunitensi – chissà! forse per dargli una sveglia visto che negli ultimi giorni hanno lasciato quasi completamente in pace l’ISIS, molto probabilmente nella speranza che esso contrasti l’avanzata dell’Esercito Arabo Siriano e dei suoi alleati).

b) I curdi dell’YPG/SDF stanno perdendo il raziocino. Col risultato che non hanno più nessun pudore a mostrarsi per quelli che sono, ovvero il Califfato 2.0.
Oggi hanno infatti esortato i militanti “ribelli” di Idlib a non onorare gli accordi di de-escalation. Ovvero stanno chiedendo ad al-Qaida e ai suoi satelliti di continuare nella loro opera di terrorismo in quella provincia siriana. D’altra parte nella provincia di al-Raqqa stanno imbarcando direttamente spezzoni di ISIS.
Il motivo della richiesta dell’YPG ai “ribelli” di Idlib è stravagante, anche se nella sua stravaganza rivela molte cose: la Turchia coi colloqui di Astana starebbe “vendendo al regime di Damasco” (sic!) Idlib e altre zone controllate dai “ribelli” dopo essere stata colpevolmente incapace di rovesciare Assad (sic!).
Questo Califfato 2.0, “laico, anticapitalista e femminista” recluta praticamente su base giornaliera sconsiderati provenienti dal mondo gauchista europeo, specialmente anarchici e “Antifa” tedeschi, francesi e spagnoli innanzitutto. Evidentemente questi utili idioti pensano di far parte di brigate internazionali come nella guerra civile spagnola (non era poi quello che voleva la Rossanda quando gli USA e la Nato coadiuvati da Turchia e Arabia Saudita attaccarono la Libia? Eccola accontentata!). La differenza è che questi pseudo-internazionalisti combattono a mo’ di Legione Straniera sotto il comando niente poco di meno del Pentagono e della CIA (Che Guevara – sia sempre onore a lui! – si starà rivoltando nella tomba), a fianco di milizie che si dedicano alla pulizia etnica e devono rendere servigi all’Arabia Saudita e a Israele – i peggiori Stati di tutto il Medio Oriente – loro sponsor finanziari e politici e in the process, rendere ricchi i loro capi mafiosi e senza onore, come è successo nel Kurdistan iracheno.
Il mondo gauchista occidentale attuale si sta rivelando essere uno degli impasti politici, culturali e antropologici più miserabili dai tempi in cui lo stesso mondo applaudiva alla sanguinaria repressione della Comune di Parigi (sia sempre onore ai Comunardi!) e qualche decennio dopo sosteneva gli assassini di Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht che si opponevano all’imperialismo e alle sue guerre (e anche ai due rivoluzionari tedeschi sia sempre tributato onore!).
Questi gauchisti sono l’esatto contrario della parte nobile del movimento operaio e comunista, sono suoi acerrimi nemici. Un gauchismo fascistoide nei modi, filoimperialista negli atti pratici, idiota nelle formulazioni ideologiche, che ha disseminato la politica europea e statunitense di Masanielli opportunisti, arroganti e ambiziosi al di là di ogni pur minimo livello di decenza. Un gauchismo che è andato oltre le più pessimistiche previsioni che Pier Paolo Pasolini aveva fatto su di esso.

Se in linea teorica potrei essere indulgente con questi “idealisti”, nella cruda realtà non posso avere nessuna comprensione per questi imbecilli, perché hanno e continueranno ad avere sulla coscienza migliaia e migliaia di morti e sofferenze senza fine!

Piotr

……………………..

Video collegato, relativo al passaggio dell’Eufrate da parte dell’esercito Siriano: https://youtu.be/XNAV3_X362o

…………………………

Commento di Fulvio: “Dopo l’attraversamento dell’Eufrate delle truppe dell’Esercito Arabo Siriano vedremo la risposta dei curdi-Usa. Se i russi sostengono l ‘avanzata siriana e la riconquista del territorio invaso, a costo di scontrarsi con gli invasori curdi-Usa allora saranno scintille…”

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Trasbordo continuo, codice del lavoro, revisionismo in corso, “Terra Anima Società”, macrobiotica bioregionale, memoria su Treia, riconoscersi in ciò che è…

Il Giornaletto di Saul del 17 settembre 2017 – Trasbordo continuo, codice del lavoro, revisionismo in corso, “Terra Anima Società”, macrobiotica bioregionale, memoria su Treia, riconoscersi in ciò che è…

Care, cari, malgrado i provvedimenti previsti da Minniti il trasbordo di immigrati continua ininterrotto.  Nel frattempo il gobierno Gentiloni cerca di far rientrare in calendario la legge sullo Ius Soli. Però consiglierei prudenza, viste le conseguenze che tale legge potrebbe comportare. Dalle proiezioni di voto conseguenti all’istituzione della nuova legge  risulta che il PD andrebbe verso una perdita in voti dal 2 al 5%, che andrebbe ad aggiungersi alla fuga di elettori disgustati dalle politiche vessatorie e disastrose del rottamatore (vaccini, vitalizi, incompetenza, corruzione, banche, disoccupazione, debito pubblico, etc.),   il che significa che il PDrenzi potrebbe anche precipitare, andando a finire nel novero dei “partitini” sotto il 10%. Eppure alcuni piddini buonisti affermano che l’integrazione, con le centinaia di migliaia di immigrati (ma ormai sono milioni) che attraccano sulle nostre coste, sarà possibile. Anzi che questi “rappresentano il nostro futuro”… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/09/trapianto-di-cultura-litalia-cambia.html

Fiastra. Protesta popolare pro anziana terremotata – Scrive G.D.C. “ Anziana di 94 anni, salva per miracolo dal terremoto, si è rifugiata in una casetta di legno auto-costruita, ora la burocrazia vuole sfrattarla e demolirle casa. Il 18 Settembre 2017 ci si troverà a Fiastra per manifestare solidarietà. Info. prehistoricfuture@hotmail.com”

Il modello tedesco che piace a Macron (ed a renzie) – Scrive Olivier Cyran: “I tedeschi, chiamati alle urne il 24 settembre 2017, non hanno mai avuto un numero così basso di persone in cerca di occupazione. E nemmeno così tanti precari. Lo smantellamento della previdenza sociale avvenuta a metà degli anni 2000 ha trasformato i disoccupati in lavoratori poveri. Queste riforme hanno ispirato la revisione del codice del lavoro che il governo cerca di imporre per decreto…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/16/douce-france-e-douce-allemagne-macron-si-ispira-al-modello-tedesco-se-passera-il/

Commento a latere di CARC: “…questo articolo illustra bene il processo in atto in tutti i paesi imperialisti e aiuta a comprendere quello a cui puntano anche qui da noi il governo Gentiloni-Renzi e i suoi padrini: fare piazza pulita delle conquiste di civiltà e di benessere che le masse popolari avevano strappato…” Continua al link soprastante

Polonia. Revisionismo in corso – Scrive Partito comunista polacco: “Condanniamo i cambiamenti dei nomi delle strade in Polonia voluti dal governo e il numero crescente di devastazioni e abbattimenti di monumenti che celebrano gli eroi della lotta contro il fascismo. Un recente esempio è rappresentato dallo smantellamento del Mausoleo dell’Armata Rossa a Trzcianka. In questa situazione, è necessaria la resistenza contro la falsificazione della storia. Il modo più efficace per opporsi all’ “Atto di Decomunistizzazione” è un’ampia resistenza sociale. In molte città, sono state avviate campagne per preservare i nomi delle strade e i monumenti. Il Partito Comunista della Polonia esprime il suo sostegno alle iniziative dei gruppi locali…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/16/in-polonia-come-in-italia-revisionismo-storico-in-corso/

Mio commentino: “Mentre in Italia procede la cancellazione del passato fascista in Polonia le autorità filo Nato condannano il comunismo. Ma il passato non cambia…!”

L’Italia che non c’è più… – Scrive Adriano Colafrancesco: “Non siamo più uno stato! Peggio: siamo ormai un stato privatizzato, che dipende da interessi sovranazionali che, sempre di più, tendono a escludere forme di controllo popolare. Non siamo più uno stato e, tantomeno, siamo più una repubblica. Ossia una res pubblica che si cura della cosa pubblica anziché di quella privata. Siamo, a tutti gli effetti: un paese messo in mano a marionette manovrate coi fili dall’alto, capitanate da un capocomico fiorentino più impresentabile dell’ormai bollito cainano di Arcore…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/09/francobolli-di-stato-anomalo-litalia.html

Umanità virtualizzata – Scrive P.S.: “Assistiamo alla ripetizione infinita della violenza subita. Il web come stanza della tortura per il sadico piacere di ogni voyeur del mondo. Cosa sta diventando l’umanità, in possesso di (e posseduta da) tecnologie che non sa dominare e gestire, che non può pensare, che stritolano la nostra compassione, che eccedono la nostra responsabilità e la revocano in dubbio…?”

Commento di Simona Santantoni: “Se continui a credere che varrà dall’esterno qualcosa a risolvere i tuoi problemi e a liberarti, dovrai auto-ingannarti in mille modi per poter sostenere questa illusione: http://www.albertojosevarela.com/it/le-peggiore-delle-notizie/ – Ho trovato in questo articolo un ‘leale approfondimento’ di noi stessi…”

“Terra Anima Società”. Recensione – Scrive Matthew Fox: “L’ecologia e la spiritualità sono le due facce della stessa medaglia. La religione deve lasciar andare i dogmi in modo da poter riscoprire la saggezza del mondo. Come dovrebbe essere una religione ecologica? Negli ultimi 300 anni l’umanità è stata coinvolta in una grande desacralizzazione del pianeta, dell’universo e della propria anima, e questo ha dato origine all’oltraggio ecologico. Saremo capaci di recuperare il senso del sacro?..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/09/ecologia-e-spiritualita-terra-anima.html

Cambiamenti climatici ed esodo biblico – Scrive Acqua e Sapone: “Nel 2100 il mondo rischia l’esodo di 2 miliardi di persone, “rifugiati climatici”, pari ad un quarto della popolazione mondiale, a causa dell’innalzamento del livello dei mari e del cambiamento climatico. La stima è di uno studio dell’Università Cornell. Da qui al 2100 in città come Roma e Milano le temperature estive potrebbero aumentare dai 5 ai 7 gradi, facendo assomigliare l’estate italiana a quella dei paesi nordafricani”

La macrobiotica bioregionale esiste – Dall’unione delle parole greche: “makros” e “bios”, ha origine il termine “macrobiotica”, il cui significato è: lunga vita, vita piena. E’ un’antichissima filosofia orientale, di 5000 anni fa… (…) Ma esiste anche una visione macrobiotica bioregionale, ovvero l’alimentazione centrata sul consumo di alimenti prodotti nella propria stagione di maturazione e originari del luogo in cui si vive. Seguendo questa semplice indicazione è possibile equilibrare lo yin e lo yang con le stagioni e praticare una dieta macrobiotica senza sforzo, adatta al momento ed al luogo in cui viviamo…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/09/la-macrobiotica-bioregionale-esiste.html

P.S. “Un ultimo suggerimento prima di entrare in cucina: bandire le pentole in alluminio, meglio utilizzare pentole e tegami in acciaio inossidabile e ancora meglio teglie in terracotta e cucchiai di legno!”

Una memoria su Treia (di tre anni fa) – …ho fatto quattro chiacchiere con un anziano artigiano di Treia, si chiama Luigi Lausdei (Gigetto), mi ha raccontato, oltre che parlarmi della sua famiglia, alcune storie interessanti sugli eventi locali, ad esempio mi ha detto che lui era il muratore “ufficiale” del monastero del SS. Crocifisso, costruito sopra le rovine di un antico tempio dedicato ad Iside, ove in epoca romana insisteva l’antica città di Trea (che poi si spostò sulla collina attuale). Egli afferma di aver assistito a tutti gli scavi effettuati dagli archeologi di Macerata per recuperare le vestigia antiche ed i reperti rinvenuti furono poi suddivisi fra… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/09/16/treia-lartigiano-che-conosce-bene-i-muri-del-ss-crocifisso/

Israele. E guerra sia! – Scrive Alejandro Sanchez: “In un recente articolo intitolato “perché Israele necessita di preparare gli Stati Uniti per la prossima guerra in Siria”, lo scrittore Eric R. Mandel (un americano sionista) per conto del Jerusalem Post, ha proposto che il governo degli USA e la gente devono essere disponibili ad appoggiare Israele nel caso di qualsiasi attacco futuro da parte delle Forze Armate di Israele contro obiettivi militari in Siria, contro gli iraniani e la federazione russa….”

Mio commentino: “….la logica sionista è la guerra permanente sino alla conquista del mondo”

Riconoscersi in ciò che è.. – La ruota che vediamo nelle gabbiette dei criceti si muove perché il criceto che ci sta dentro la fa muovere. In se stessa la ruota è inerte. Perciò sia nel taoismo che nell’advaita si proclama “il non agire”, nel senso di non compiere azioni con la finalità di un raggiungimento. Però, in tutta sincerità con te stesso, agisci, non rifuggire dall’azione per paura. Lo stesso Krishna ad Arjuna disse: “Se rifuggi dall’agire la tua stessa natura ti spingerà a compiere le azioni che sono a te dovute. Perciò agisci conformemente al tuo “Dharma/Karma” e lascia i risultati al Cielo…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/09/sincronia-universale-riconoscersi-in.html

Oggi arriva a Treia la mia amata Caterina, benvenuta! Ciao, Saul/Paolo

……………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’uomo viene al mondo tenero ed arrendevole. Morendo diventa duro e rigido. Le piante verdi sono morbide e piene di succo vitale. Morendo sono asciutte e disseccate. Per questo rigidità e durezza sono discepoli della morte. Morbidezza ed arrendevolezza sono discepoli della vita” (Lao Tzi)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Conserve per l’inverno, il ladro e Nagarjuna, viaggio sulla Transiberiana, USA: un dollaro bucato, trivelle adriatiche, bioregionalismo e comunità locali, Biagi intervista Osho…

Il Giornaletto di Saul del 14 settembre 2017 – Conserve per l’inverno, il ladro e Nagarjuna, viaggio sulla Transiberiana, USA: un dollaro bucato, trivelle adriatiche, bioregionalismo e comunità locali, Biagi intervista Osho…

Care, cari, l’autunno è la stagione in cui io sono nata, per cui dovrei amarla più di altre, invece mi procura sempre un po’ di malinconia. Arriva il freddo, le giornate si accorciano, grazie anche (!) al ritorno dell’ora solare e, si sa, il ritorno del buio porta un po’ all’introversione. Ma un fatto invece mi riporta all’attività, all’azione: ci sono gli ultimi frutti da “accumulare”, cioè di cui far scorta per l’inverno. Noci, nocciole, uva ed altra frutta da seccare o da ridurre in confettura, verdure dell’orto da mettere in conserva o da tenere, come le zucche. Poi, stagione e malattie varie permettendo, arriveranno funghi e castagne. I cereali e i legumi sono stati già da tempo raccolti ed ora si cominciano a trovare sul mercato quelli dell’annata: grano, riso, farro, ceci, lenticchie, fagioli e quant’altro. A breve arriverà poi l’olio nuovo. Un tripudio di colori e di profumi, forse neanche la calda estate ce li propone. Ma ecco alcuni suggerimenti pratici… (Caterina Regazzi) – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/09/bioregionalismo-ed-alimentazione.html

Mio commentino: “Queste ricette raccolte da Caterina verranno presentate in forma di opuscoletto durante la celebrazione dell’Equinozio di Autunno, che si tiene a Treia il 23 ed il 24 settembre 2017, coincidente con il suo compleanno…”

Rimembranze – Un saggio disse che noi non possiamo essere altro che una parte integrante della manifestazione totale e del totale funzionamento ed in nessuna maniera possiamo esserne separati. Eppure l´uomo tende spesso a dare maggiore importanza al contesto urbano in cui egli vive, ma è nella società umana, con le sue esigenze e movimenti, che si fa la storia e si sancisce la caratteristica di un posto… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/09/intenti-spirituali-ed-ecologici-per-una.html

Camera. Legge Fiano contro i cimeli – Scrive Vincenzo Zamboni: “I governanti credono che combattere l’ideologia fascista significhi vietare per legge le immagini dell’epoca. Come se combattere lo schiavismo significhi abbattere il Colosseo e l’arco di Traiano. Con l’aggravante che di leggi contro l’apologia del fascismo ne esistono già tre: Costituzione, Scelba, e Reale. Chi non sa guidare neanche una di tre automobili è inutile che spenda soldi (dei cittadini) per comperarne una quarta. La verità è che i governanti “antifascisti” (impegnati nelle guerre coloniali neofasciste e nel neoschiavismo Kalergi) stanno al governo grazie a una legge truffa incostituzionale, sono incapaci di fornire al popolo lavoro, reddito e pensioni”

Commento di Andrea Mereu: “Chi è Emanuele Fiano il propositore della legge contro i nostalgici del Fascio? Leader della comunità ebraica di Milano, Lele visse un anno in un kibbutz (1989), fondò poi “Sinistra per Israele” correntina pd. Emanuele Fiano era già noto al pubblico come pretoriano di Matteo Renzi. Come molti ebrei radicati nella propria comunità, Fiano intreccia la vita personale con la tragedia collettiva della Shoah. Tutto ciò che dice e fa sono un riflesso delle vicende di 70 anni orsono. Tanto è monomane che chiama fascisti anche gli estremisti di sinistra che ce l’ hanno con lui perché ebreo e sionista filo-israeliano…”

Mio commentino: “…ci sarebbero altri “fascisti” che meriterebbero l’ostracizzazione, vedi ad esempio i compositori di questo bouquet di insegnamenti talmudisti: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/02/talmud-ingiunzioni-religiose-e.html

L’Ucraina fa affari con gli USA (in perdita) – Scrive Sputnik: “Il primo carico di carbone americano è arrivato ad Odessa, ha riferito l’ufficio stampa del porto “Yuzhny”. Il 13 settembre è attraccata la nave Ocean Ambitious al molo per lo scarico di merci. A bordo della nave venivano trasportate 62mila tonnellate di carbone statunitense ordinato dalla società “Centrenergo”. Il carbone è stato pagato 113 dollari a tonnellata. In Russia viene venduto a 80 dollari, mentre nel Donbass costa la metà rispetto agli Stati Uniti. Sicuramente Kiev ha fatto un grande affare (a vantaggio della società americana Xcoal Energy & Resources)”

Il ladro preso in trappola – Questa è l’avventura del “ladro consapevole” che fu iniziato alla conoscenza del Sé da Nagarjuna con un piccolo imbroglio. Mentre mi accingo a riportarla mi sovviene di un’altra storia (di matrice zen) del famoso ladro Hòu (che vi racconterò un’altra volta), il quale rispose a Confucio, che voleva insegnarli la morale, “parlami dell’altro lato della morale, se vuoi che io comprenda..” E ben fece Nagarjuna che insegnò al ladro ad essere consapevole mentre rubava.. Che furbata, solo un vero saggio poteva ragionare come un vero ladro… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/09/la-ciotola-doro-di-nagarjuna-ed-il.html

Siria. Curdi furbetti ma lenti – Scrive Suleiman Kahan a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/10/siria-leufrate-loperazione-al-jazira-e-il-criminale-opportunismo-curdo/ -: “Appena le forze armate siriane si sono fatte avanti a liberare Deir Ezzour IMMEDIATAMENTE i Curdi, rimasti al palo per quattro anni, sono SCATTATI AVANTI, su preciso ordine di Zio Sam SENZA che l’ISIS provasse MINIMAMENTE a fermarli. Se qualcuno crede che queste siano coincidenze può pure credere a Babbo Natale, alla Befana, al Grande Cocomero e ad Amnesty International! Ma è stato tutto inutile: “too late”, come dicono gli yankee.”

Bioregionalismo e comunità locali – Scrive Claudio Martinotti Doria: “La nostra penisola è caratterizzata da centinaia di borghi antichi ancora ben conservati nei loro centri storici medievali, che rendono il nostro paese una potenziale ed esclusiva destinazione per un turismo storico culturale di qualità e di nicchia. Elementi che da soli basterebbero per rendere il turismo nel nostro paese la prima fonte di reddito, mentre siamo ormai relegati al decimo posto mondiale come meta…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/bioregionalismo-e-comunita-locali.html

Provincia di Viterbo – Scrivono Consiglieri M5S “Ma le Province non dovevano essere eliminate?” A giudicare dalle grandi manovre di personaggi politici pare proprio che non sia così! Se a tutto ciò aggiungiamo che al danno del mantenimento in vita di questo costoso Ente, vi sia la beffa dell’impossibilità per i Cittadini di eleggere i propri rappresentati che saranno eletti con elezione di secondo grado tra e da Consiglieri e Sindaci, il verdetto non può che essere negativo sotto tutti i punti di vista! Per coerenza i consiglieri comunali a 5 stelle della provincia di Viterbo non hanno presentato una propria lista né voteranno alle prossime elezioni provinciali…”

Treia, 19 settembre 2017 – L’Auser riprende le attività – con l’avvento dell’autunno riprende il lavoro sociale e di programmazione delle attività per il prossimo trimestre. Perciò viene indetta una Assemblea Generale collegiale alla quale sono invitati sia i soci di Auser Treia che membri di altre associazioni in sintonia, ivi compresi esponenti dell’Amministrazione comunale, per poterci assieme coordinare ed illustrare i programmi  che sono  già in cantiere, nonché esaminare  le proposte che attendono di essere comunicate. L’incontro è fissato per Martedì 19 settembre 2017, alle ore 21, nella sede di Auser Treia, in Via Lanzi 18 – Treia Centro Storico…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.it/2017/09/treia-19-settembre-2017-assemblea.html

Firenze. Altro stupro, altro regalo – Scrive Giulio D’Andrea a commento dell’articolo – https://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/09/altro-stupro-altro-regalo-firenze-luci.html?showComment=1505288267060#c1354920455740795250 -: “Allora, lo stupro di Firenze sarebbe avvenuto sul pianerottolo del III piano del Palazzo, il che significa che le ragazze e i due carabinieri avrebbero fatto ben tre piani di scale assieme pacificamente, dal che si deduce che le ragazze e i carabinieri avevano deciso di entrare in casa, e, considerato che erano le due di notte, non certo per giocare alla play station. Questo dimostra a mio avviso che le ragazze hanno acconsentito a portare in casa i carabinieri…” – Continua in calce al link segnalato

Grande Madre Russia. In viaggio sulla Transiberiana – Scrive Wateki Talyana Tobert: “La Transiberiana è la ferrovia più lunga del mondo. Ha la lunghezza di ben 9288 Km e, attraversando tutta la Siberia, connette Mosca con Vladivostok, la capitale dell’estremo oriente russo. Ho viaggiato con la Transiberiana per ritornare da Omsk a Mosca e ci ho messo più di 2 giorni. Per farla tutta ci vogliono 7 giorni! Lungo il suo tragitto il treno attraversa addirittura 7 fusi orari…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/09/in-viaggio-sulla-transiberiana-alla.html

Ecopsicologia – Commento di Alessandro Caredda all’articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/09/ecopsicologia-la-psicologia-della-natura.html -: “Il termine ilozoismo (composto dal greco antico: ὕλη, hýlē, “materia” e ζωή, zoé, “vita”) riguarda la dottrina che concepisce la materia come una forza dinamica vivente che ha in se stessa animazione, movimento e sensibilità senza alcun intervento di principi animatori esterni…”

Rivoluzione socialista – Scrive CARC: “L’ordinamento sociale, il sistema politico e il sistema giuridico di ogni paese imperialista sono il riflesso dei rapporti economici (che funzionano secondo leggi socialmente oggettive), l’economia dirige il resto della vita sociale e la legge suprema è il profitto del capitalista (che agisca in prima persona o tramite suoi amministratori, che sia industriale, finanziere o banchiere non cambia). In conclusione tutta la società è sottomessa al profitto dei capitalisti e funziona in ragione del loro profitto. La “democrazia borghese” è…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/13/la-rivoluzione-socialista-in-italia-lottare-oggi-per-costruire-il-futuro/

Bombe saudite – Scrive Marco Palombo: “Oggi è in programma alla Camera dei Deputati la votazione delle mozioni sulla guerra in Yemen, con particolare attenzione alle bombe costruite a Domusnovas in Sardegna e vendute all’Arabia saudita. Che dirà il governo Gentiloni?”

Corea. Kim non è pazzo, anzi… – Scrive Gary Leupp: “ Kim Jong-un non è pazzo, al contrario, ha compiuto un’azione totalmente razionale. Producendo armi nucleari e missili balistici in grado di portarle nel territorio degli Stati Uniti, Pyongyang ha ottenuto la certezza che gli Stati Uniti non l’attaccheranno, con l’ennesimo tentativo di cambio di regime. Aspetta, diranno. Aveva già un’assicurazione. Ogni giornalista in TV dice che un attacco statunitense porterebbe inevitabilmente a un attacco su Seul che ucciderebbe decine di migliaia di persone immediatamente…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/13/corea-kim-ha-perfettamente-capito-la-politica-degli-usa-ed-agisce-di-conseguenza/

Trivelle. Rovina adriatica – Scrive Claudio Roncarati: “Ho appreso che i giudici amministrativi regionali del Lazio hanno respinto l’istanza della Provincia di Teramo, di 7 Comuni della costa teramana e di altri 2 Comuni marchigiani contro il decreto di Via rilasciato in favore della Spectrum Geo Limited. Che quindi potrà cercare gas e petrolio in una zona che va dalle coste della Romagna fino al Salento (potrà poi vendersi i diritti alle solite multinazionali come la Shell o la Total) Si tratta di un’area vasta ben 29.910 chilometri quadrati, a cui vanno sommati altri 35 mila chilometri quadrati concessi dalla Croazia alla stessa società. E’ il totale che fa la somma: 64.910 chilometri quadrati vuole dire accaparrarsi tutto il mare Adriatico”

Il dominio USA è basato su un dollaro bucato – Scrive Paolo Sensini: “Noi siamo testimoni della più grande battaglia della nostra epoca (la battaglia per il mantenimento dell’egemonia globale del Dollaro, e con essa il predominio economico, militare e politico statunitense in tutto il pianeta), e questa lotta sta ora venendo al pettine. Nonostante i suoi innegabili grandi successi negli ultimi cento anni, il rapporto degli Stati Uniti col resto del mondo è totalmente parassitario. Questo perché crea moneta e strumenti debitori dal nulla, il che non richiede praticamente alcuno sforzo, i quali poi scambia per beni e servizi con altri Paesi…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/09/la-guerra-degli-usa-contro-il-mondo-per.html

Commento di Vladimir Putin: “Gli Usa preferiscono seguire la legge del più forte e non il diritto internazionale. Sono convinti di essere stati scelti e di essere eccezionali, di avere il permesso di modellare il destino del mondo, di essere gli unici nel giusto. Agiscono come vogliono. Qui e là usano la forza contro Stati sovrani, creano coalizioni in accordo col principio: chi non è con noi è contro di noi”

Enzo Biagi intervista Osho: “Tutti gli argomenti riguardanti Dio, il paradiso, l’inferno, seguono la stessa linea. Il mio lavoro tende a distruggere la falsa struttura della logica, a quel punto le vostre fondamenta iniziano a sgretolarsi, scompaiono le vostre mitologie, lasciandovi uno spazio incontaminato, da cui sorge la vostra individualità. A quel punto non sei più parte di una folla. Il mio lavoro fondamentale è questo: renderti un individuo, non un semplice ingranaggio dei sistema, non una particella della massa. Voglio darti un’integrità, una libertà dell’anima, in modo tale che tu non sia più vittima di alcuna schiavitù, detta cristianesimo, induismo, ebraismo: per la prima volta sarai semplicemente te stesso…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/09/13/osho-la-spiritualita-non-piace-al-potere/

Ciao, Paolo/Saul

……………………

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Quando avviene una chiara comprensione della natura e della funzione della coscienza, quella comprensione non ha più bisogno della coscienza, perché quella comprensione diventa il conoscitore della coscienza.” (Sri Nisargadatta Maharaj)

…………………………………………

“Un Buddha non desidera aiutare la gente. Aiuta la gente, ma senza alcun desiderio. Avviene spontaneamente. Egli non è che la fragranza di un fiore sbocciato. Il fiore non libera il suo profumo desiderando che, trasportato dai venti, raggiunga la gente. Che raggiunga o no qualcuno, al fiore non interessa assolutamente. Un Buddha non aiuta perché desidera aiutare: la compassione è la sua natura.” (Osho)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Corea. Kim ha perfettamente capito la politica degli USA, ed agisce di conseguenza

Kim Jong-un non è pazzo, al contrario, ha compiuto un’azione totalmente razionale. Producendo armi nucleari e missili balistici in grado di portarle nel territorio degli Stati Uniti, Pyongyang ha ottenuto la certezza che gli Stati Uniti non l’attaccheranno, con l’ennesimo tentativo di cambio di regime. Aspetta, diranno. Aveva già un’assicurazione.

Ogni giornalista in TV dice che un attacco statunitense porterebbe inevitabilmente a un attacco su Seul che ucciderebbe decine di migliaia di persone immediatamente. I sudcoreani dovrebbero biasimare l’invasione degli Stati Uniti. Quindi non è semplicemente possibile. Anche se limitata alle forze convenzionali, la minaccia d’invasione era già un’appropriata deterrenza. Non c’è modo che gli USA inneschino l’attacco a una città di 10 milioni di abitanti che considererebbero gli Stati Uniti un loro protettore. Quindi i coreani non avevano bisogno di sconvolgere il mondo acquisendo il nucleare.

Ma si pensi dal punto di vista di Jong-un. Nato nel 1984, Jong-un aveva 7 anni quando gli Stati Uniti bombardarono l’Iraq, presumibilmente per scacciarne le truppe dal Quwayt (anche se Sadam Husayn aveva già accettato di ritirarsi). Poi gli Stati Uniti imposero sanzioni che uccisero mezzo milione di bambini. Aveva 11 anni quando gli Stati Uniti intervennero in Jugoslavia, bombardando i serbi per creare lo Stato fallito cliente della Bosnia-Erzegovina. Aveva 15 anni (probabilmente in una scuola in Svizzera) quando gli Stati Uniti bombardarono la Serbia creando lo Stato fallito cliente del Kosovo. Aveva 17 anni quando gli Stati Uniti bombardarono e cambiarono regime dell’Afghanistan. Diciassette anni dopo, l’Afghanistan rimane preda della guerra civile, ospitando ancora truppe statunitensi per abbattere l’opposizione. Aveva 19 anni quando gli Stati Uniti abbatterono Sadam e distrussero l’Iraq, producendo di conseguenza miseria e caos. Aveva 27 anni quando gli Stati Uniti rovesciarono Gheddafi, distrussero la Libia e cacciarono il presidente dello Yemen causando caos e iniziarono a sostenere l’opposizione armata in Siria. Aveva 30 anni quando il dipartimento di Stato degli USA spese 5 miliardi di dollari per rovesciare il governo ucraino attraverso un colpo di Stato violento.

Conosce la storia del proprio Paese e di come l’invasione statunitense, dal settembre 1950, lo rase al suolo uccidendo un terzo del suo popolo, mentre Douglas MacArthur pensava ad usare le armi nucleari sulla penisola. Sa come il fantoccio degli statunitensi Synghman Rhi, presidente della “Repubblica di Corea” proclamata dagli Stati Uniti, aveva ripetutamente minacciato d’invadere il Nord e giustiziato 100000 sudcoreani dopo lo scoppio della guerra perché simpatizzanti comunisti che avrebbero aiutato il nemico. Ama i film di Elizabeth Taylor ma odia l’imperialismo statunitense. Non c’è niente di pazzo in questo.

Jong-un aveva 10 anni quando Stati Uniti e Corea democratica firmarono un accordo con cui Pyongyang accettava di congelare le proprie centrali nucleari sostituendole con reattori ad acqua leggera (inidonei alla proliferazione nucleare) finanziati da Stati Uniti e Corea del Sud e la graduale normalizzazione delle relazioni Washington-Pyongyang. Ne aveva 16 quando la segretaria di Stato Madeleine Albright visitò Pyongyang e incontrò il padre Kim Jong-il. (In quello stesso anno, il presidente sudcoreano Kim Dae-jung incontrò con Kim Jong-il a Pyongyang durante il periodo della “Diplomazia del sole”, sabotato dall’amministrazione Bush/Cheney). Aveva 20 anni quando l’accordo fu rotto (per mano di Dick Cheney e dei suoi neocon nel 2004). Aveva 17 anni quando il fratellastro Jong-nam fuggì nell’aeroporto di Narita, perché cercava stupidamente di entrare in Giappone con la famiglia con falsi passaporti dominicani, per visitare la Disneyland di Tokyo. Questa idiozia escluse dalla successione Jong-nam (assassinato come sapete in Malaysia nel febbraio 2017), mentre il fratello Jong-chul era considerato “effeminato” (a un concerto di Clapton a Singapore nel 2006 fu visto con i buchi alle orecchie). Jong-un probabilmente non si aspettava di essere il prossimo monarca fin quando non ebbe 25 anni. Aveva 24 anni quando l’Orchestra filarmonica di New York visitò Pyongyang con un caloroso benvenuto. (Washington rifiutò l’offerta nordcoreana per una visita di ricambio).

Scelto come successore, è diventato il nuovo leader assoluto della Corea democratica a 27 anni; giovane, vigoroso e ben istruito (laurea in fisica della Kim Il-sung University) e dal forte senso di responsabilità dinastica. Ciò significa riportare la RPDC alla relativa prosperità economica degli anni ’70 e ’80, quando il consumo medio di energia procapite nel nord superava quella del sud.

Gli analisti suggeriscono che Kim abbia realizzato per primo lno sviluppo economico e che la politica del “Prima i militari” (Songun) da tempo lascia il posto al rafforzamento politico dei leader civili del Partito dei Lavoratori coreani. L’economia della RPDC, secondo The Economist, “probabilmente cresce tra l’1% e il 5% annuo“, facendo emergere una nuova classe di commercianti e imprenditori (donju). Il complesso sistema sociale (Songbun) che divide la società in 51 sottocategorie tra “leali”, “oscillanti” e “ostili” (e privilegi nella distribuzione di conseguenza) viene spezzato dall’ascesa delle forze del mercato. A quattordici mesi dalla sua nomina, Jong-un invitò Dennis Rodman, membro della Hall of Fame di Basket degli Stati Uniti, a Pyongyang per la prima di cinque visite. È un grande fan del basket, un appassionato di cultura popolare statunitense, figlio del rock’n roll. È anche razionalmente consapevole della minaccia che gli Stati Uniti pongono al suo Paese (tra molti Paesi).

Quindi la sua strategia è arrivare al nucleare finché può. Forse pensava che, poiché l’amministrazione Trump fosse (ed è) nel caos, alcuna risposta violenta (come un attacco al complesso nucleare di Yongbyon) sia probabile. Ma rischiava; il presidente degli Stati Uniti è, dopo tutto, instabile ed ignorante. Ha chiesto ripetutamente ai suoi consiglieri, perché non possiamo usare le atomiche dato che le abbiamo? Il fatto è che Mattis, Tillerson e McMaster hanno davanti un fatto compiuto nucleare a cui devono rispondere, mentre cala l’influenza statunitense col relativo declino economico. Non possono sganciare una bomba MOAB (come in Afghanistan in aprile) o lanciare un attacco missilistico su una base (come in Siria nello stesso mese, per mostrare virilità). Jong-un si è assicurato.

Se gioca bene le sue carte, avrà il riconoscimento internazionale della RPDC quale potenza nucleare: lo stesso riconoscimento dato agli altri non firmatari del NPT come India, Pakistan e Israele. Gli Stati Uniti dovranno rivolgersi alla sobrietà cinese e russa e abbandonare la rude reticenza minacciosa. Dovranno ripiegare, come nella guerra di Corea, quando capirono che non potevano conquistare il Nord e riunire la Corea sotto Washington, accettando l’esistenza della RPDC.

In cambio delle misure di riduzione della tensione da parte di Stati Uniti e Sud e dei rapporti diplomatici e commerciali, Pyongyang sospenderà il suo programma per armi nucleari, soddisfatta e orgogliosa di ciò che ha realizzato. È l’unico modo. L’altro è suggerito da John McCain, pazzo guerrafondaio fino alla fine. Il presidente del comitato dei servizi armati del Senato dichiarava alla CNN che se il leader nordcoreano “agisce in modo aggressivo”, qualunque cosa significhi per McCain che non ha mai capito che il suo bombardamento del Vietnam era un’aggressione, “il prezzo sarà l’estinzione”; sul tono del generale Curtis LeMay nelle sue osservazioni sull’assassinio di ogni uomo, donna e bambino a Tokyo durante il bombardamento terroristico della città nel 1945. Lindsey Graham, amico di McCain, ha detto che Trump gli disse: “Se ci sarà una guerra per fermare (Kim Jong-un), sarà laggiù.

Se migliaia muoiono, moriranno là, non qui… E questo può essere provocatorio, ma non proprio. Quando sei presidente degli Stati Uniti, dove credi vada la tua fedeltà? Al popolo degli Stati Uniti“. Sapere che il nemico è capace di contemplare l’estinzione del tuo popolo, sicuramente motiva alcuni leader a cercare l’arma finale. Il caro giovane Marsciallo l’ha ottenuta. Ha replicato ciò che Mao fece in Cina tra il 1964 e il 1967, ottenere la bomba, usata per la prima volta su Hiroshima il 6 agosto 1945, e tre giorni dopo su Nagasaki. E non fu mai utilizzata da nessuno da quando gli Stati Uniti furono raggiunti da URSS, Regno Unito, Francia, Cina, Israele, India e Pakistan. Non c’è alcuna ragione per usarla, a meno che gli Stati Uniti non lo vogliano. I negoziati basati sul rispetto reciproco e la coscienza storica sono l’unica soluzione.

Gary Leupp, Dissident Voice 11 settembre 2017

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

11/9: sono stati gli extraterrestri, Firenze a luci rosse, Senigallia: frammenti della vacanza di Caterina, Siria a pezzi, santoni e miracoli, ecopsicologia…

Il Giornaletto di Saul del 11 settembre 2017 – 11/9: sono stati gli extraterrestri, Firenze a luci rosse, Senigallia: frammenti della vacanza di Caterina, Siria a pezzi, santoni e miracoli, ecopsicologia…

Care, cari, non mi sono dimenticato della grande “beffa” dell’11/9. E sento il dovere di ricordare qualcosa di quanto accadde in quel non lontano 2001. L’11 settembre di quell’anno due grattacieli di New York, costruiti in cemento armato con intelaiature di acciaio durissimo, si sbriciolarono su se stessi in minuta polvere bianca senza toccare altri fabbricati. Il governo degli Stati Uniti disse che a causare il crollo e la morte di migliaia di persone che si trovavano nelle strutture furono due aeroplanini di linea, “dirottati da terroristi”, che si schiantarono sui fabbricati. Lasciati indenni dai caccia statunitensi che pur li avevano intercettati. Uhu, uhh… Quando quel giorno mi telefonò al Circolo Vegetariano (che allora aveva sede a Calcata) il caporedattore del Messaggero (edizione di Viterbo) per chiedermi un parere sull’appena avvenuto “attentato” alle twin towers (torri gemelle) gli risposi: “sono stati gli extraterrestri”… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/09/10/il-circolo-vegetariano-vv-tt-e-la-grande-beffa-dell11-settembre-2001/comment-page-1/#comment-312

P.S. E pensare che Donald Trump impostò la campagna elettorale dicendo che “se fosse stato eletto presidente avrebbe rivelato la verità sull’11/9”, avete sentito niente voi? Eppure le Torri Gemelle gliele vendette lui a Silverstein…”

Scrive Attilio Augusto Angellotti a commento integrazione dell’articolo: “Larry Silverstein, in neo proprietario delle Torri Gemelle, già 6 settimane prima dell’11 settembre, firmò il contratto esattamente il 24 luglio 2001, mentre si trovava in ospedale sotto morfina in seguito a un incidente stradale, e per firmare obbligò i medici a sospendergli la morfina. Aveva evidentemente una fretta terribile uscita fuori all’improvviso visto che le Due Torri erano in vendita da 7-8 anni e lui le aveva lì sotto il naso visto che era il proprietario del WTC7, l’edificio 7, il terzo grattacielo crollato per “solidarietà” nel pomeriggio dell’11 settembre. Inoltre diciamo che Silverstein la mattina degli attentati, che gli fruttarono ben 4.550.000.000 dall’assicurazione da lui stipulata contro gli attentati, aveva una colazione di lavoro al ristorante mi sembra al piano 87-88 della torre nord ma a quella colazione non si presentò perché la moglie Clara quella mattina aveva preso per lui un appuntamento dal dermatologo a sua insaputa e lo costrinse ad andarci. Tutte le persone presenti in quel ristorante quella mattina sono morte…”

Il punto di vista di Paul Craig Roberts: “l’11 settembre 2001, alcuni musulmani, principalmente arabi, avrebbero inferto la più grande umiliazione ad una superpotenza dai tempi di Davide contro Golia. Avrebbero beffato tutte le 17 agenzie di intelligence statunitensi oltre a quelle di NATO e Israele, il Consiglio di Sicurezza Nazionale, l’Amministrazione della Sicurezza dei Trasporti, il Controllo del Traffico Aereo e Dick Cheney, dirottato quattro aerei di linea americani in una mattina, abbattuto tre grattacieli del World Trade Center, distrutto parte del Pentagono dove si stavano facendo ricerche su 2.3 trilioni di dollari mancanti ed indotto gli idioti a Washington ad incolpare l’Afghanistan… È una storia credibile?” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/10/il-punto-di-vista-di-paul-craig-roberts-teoria-della-cospirazione-ed-i-fatti-di-new-york-dell11-settembre-2001/

Commento integrazione di Adriano Colafrancesco: “Dopo anni di rumorosissimo silenzio, spezzato solo, qua e là, nel tempo da sprezzanti battute di denigrazione nei confronti dei cosiddetti “complottisti”, forse è davvero venuto il momento, o almeno lo speriamo, del crollo delle Triad’s Towers della disinformazione…” – Continua in calce al link soprastante

Firenze a luci rosse – “Da parecchio non si sentivano più storielle piccanti in città, dalla dipartita del solito compagno di merende, finalmente il vuoto è stato colmato. Merito di due carabinieri che hanno vissuto una notte infuocata (si fa per dire), fuori ordinanza, con due ragazze americane, su di giri. Ma l’indomani mattina le ragazze, più sobrie, si sono ricordate che,  essendo ubriache, non erano proprio in sentimenti, insomma non avevano consapevolmente desiderato quell’incontro e quel che era successo con i due militari e quindi hanno ritenuto opportuno denunciarli per violenza carnale. I due carabinieri, entrambi nel frattempo sospesi dal servizio, hanno ammesso di aver avuto rapporti sessuali, aggiungendo però che le “ragazze ci stavano”….” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/09/altro-stupro-altro-regalo-firenze-luci.html

Commento di Roberto Tumbarello: “Violentare gli è venuto più facile perché la divisa rassicura le vittime. Esulta la Boldrini. Ormai lo stupro è un must del millennio. Non passa giorno che non se ne commetta uno. L’Arma non vuole essere seconda a nessuno…” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Alma Macuzzi: “Premesso che prima di saperne di più è un po’ difficile commentare ma tutto lascia pensare che i due carabinieri, al di la della volontarietà o meno del rapporto, non siano affidabili neppure come spazzini. Infatti, anche se resta difficile capire il motivo per il quale le due ragazze (magari “spinellate” come ogni frequentatrice di discoteca che si rispetti), pur sapendoli in servizio li abbiano invitati ad entrare (e loro ad accettare) insormontabile, a lume di logica, è il comprendere perché i due abbiano iniziato le loro avances, uno in ascensore e l’altro sulle scale (con l’evidente e probabile rischio di esser scorti da terzi) invece di attendere di esser nell’appartamento delle ragazze…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di U.T.: “L’assicurazione contro lo stupro mi preoccupa un po’ se penso a tutti gli incidenti auto fatti per frodare l’assicurazione…”

Senigallia. Frammenti di una vacanza settembrina – Scrive Caterina Regazzi: “Senigallia, 5 settembre 2017. Stamattina finalmente sono riuscita a stare al mare, con tanto di passeggiata sulla “spiaggia di velluto”. E’ di velluto davvero, niente a che vedere con i sassolini di Porto Recanati o con gli scogli di tanti mari che, nella mia vita, ho visitato. Ho notato con piacere (o forse mi dovrei preoccupare?) la presenza sulla battigia, di numerosissimi gusci di vongole….” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/09/senigallia-frammenti-di-una-vacanza.html

Corea del nord. Per fortuna c’è Razzi – Scrive R.T.: “Troppe bugie. Si mette paura alla povera gente perché non rifletta. Serve qualsiasi spauracchio, dal terremoto alla disoccupazione, dal terrorismo al minuscolo arsenale nucleare di Kim. Persino l’Europa sarebbe nel suo mirino. Ma è una balla. Giornali e notiziari assecondano stoltamente le speculazioni di Borsa e il gioco di potere tra Cina e Stati Uniti. La Corea del Nord è solo uno spaventapasseri. Non c’è rischio di guerra. Meno ancora da noi. Kim non colpirebbe mai dove risiede il suo grande amico. Eppure c’è chi definisce il Senatore Razzi un parlamentare inutile. Invece, è una fortuna che esista. Grazie a Di Pietro per averlo individuato. Che qualcuno ce lo conservi!”

Siria. A pezzi – Scrive Fulvio Grimaldi: “Parlare di vittoria in Siria mi pare prematuro, con un Israele che, impunito, si permette di bombardare la Siria e i rifornimenti iraniani a Hezbollah ogni due per tre, senza che ci sia un fiato di reazione. Con una Siria a macchia di leopardo, lontanissima della ricomposizione unitaria, con larghe zone sotto controllo di suoi nemici mortali che godono della polizza assicurativa di Usa, Israele e Turchia. Qui, a me pare, si va delineando un grande accordo a perdere….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/09/siria-pezzi-e-ancora-presto-per-cantar.html

Cellere. Storie di briganti – Scrive Antonello Ricci: “Dal 15 al 17 settembre il museo del Brigantaggio di Cellere (Vt) spegne la sua decima candelina. Nel programma sono previsti: presentazioni di libri, spettacoli teatrali, passeggiate/racconto e una cena col brigante. Ma soprattutto un inedito corso di scrittura creativa, che prende spunto da storie di briganti e di maremme, a cura di Banda del racconto. Si parte sabato 16. Partecipazione gratuita. Per info e iscrizioni: 320-6872739”

“L’Eufrate è invalicabile?”. Lo zampone di USA-sion nella guerra siriana – Scrive Piotr: “La coalizione USA a sostegno dell’operazione al-Jazira ha dunque diffidato l’Esercito Arabo Siriano a oltrepassare l’Eufrate a deir-Ezzor. Ma da alcuni giorni l’Esercito Arabo Siriano si sta proprio preparando ad attraversare l’Eufrate a deir-Ezzor (perché sapeva cosa avevano in mente i Curdi). Cosa succederà? Il confronto per la valle del fiume Khabur forse chiarirà molto dei rapporti di forza sul campo ed eventualmente che tipo di “accordi” ci sono tra Siria, Russia, USA e Curdi (con Iran, Iraq e Turchia sullo sfondo). Tra le altre cose bisogna vedere fino a che punto gli USA intendono sfidare la Turchia, sostenendo l’YPG. Già col fallito golpe (ispirato dagli USA) l’hanno fatta avvicinare tremendamente a Mosca…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/10/siria-leufrate-loperazione-al-jazira-e-il-criminale-opportunismo-curdo/

Il clima cambia – Scrive Giuseppe Finamore: “Costa toscana sommersa morti a Livorno, nonno muore insieme alla nipotina dopo aver salvato la più grande…. Queste non sono bombe d’acqua sono monsoni… Il clima cambia? Certo che sì, soprattutto dopo le ultime esplosioni nucleari… Terremoti, uragani e catastrofi varie che si abbattono su città e persone, morte e distruzione e intanto la vita vola via senza lasciare tempo di crescere…”

Santoni e miracoli del pensiero – Scrive Simon Smeraldo: “Mi dissero: sai, nel Nepal conosco un santone… Il solo pensiero di quel che sarebbe potuto succedere ai miei sfortunati compagni viaggiatori in aereo mi atterriva; d’altronde a mali estremi, estremi rimedi….. Incredibilmente, tutto andò bene. Però, mentre facevo la fila per scendere dall’aereo a Kathmandu sentii un tonfo e un’esclamazione soffocata provenire dalla carlinga del pilota. Immediatamente corse fuori una hostess con il viso angosciato, chiamando aiuto e chiedendo se c’era un dottore a bordo…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/09/santoni-e-miracoli-del-pensiero-unaltra.html

Perugia. Bioedilizia – Scrive Elena Bussolotti: “L’Associazione Artò vi invita, il 17 settembre 2017, dalle ore 15:30 alle 18:30, nella meravigliosa cornice di Villa Taticchi, a Ponte Pattoli, Perugia, al Bioincontro ANAB Futurando 2017. L’incontro è di carattere divulgativo, gratuito e aperto a chiunque sia interessato ai temi della bioedilizia e degli stili di vita sostenibili. Info: anelondina@gmail.com”

Ecopsicologia. La psicologia della natura – Il termine “Ecopsicologia” viene coniato nel 1989 da un gruppo di accademici di Berkeley che si incontrano per discutere del contributo che la psicologia può dare ad una diversa gestione della crisi ecologica contemporanea. Nata dall’incontro tra Ecologia e Psicologia, l’Ecopsicologia si propone di promuovere la crescita personale e un superiore livello di consapevolezza individuale per permettere ad ogni singolo essere umano di essere, a pieno titolo, cittadino del pianeta terra, libero, creativo e responsabile. … – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/09/ecopsicologia-la-psicologia-della-natura.html

Commento di Caterina: “quando sono andata l’ultima volta da M.B., dopo la condivisione di quel che ognuno aveva portato, M. ha fatto questa domanda: “Siete davanti a un fiume in piena, e lì dentro c’è un grande delinquente che sta per affogare. Avete un salvagente. Glielo gettate? Io le ho detto che avrei risposto di si. Lei e diverse altre persone presenti hanno risposto di no. Io poi le ho detto che lo avrei salvato solo per consegnarlo alla giustizia e fargli scontare la sua pena (ma senza senso di vendetta, solo per senso di giustizia)…”

Mia rispostina: “Tu vuoi bene a tutti gli esseri, perché sei una santa laica, solo i religiosi condannano le anime per l’eternità all’inferno. Ma secondo le leggi di natura tutti possono imparare dai loro errori ed emendarsi e crescere…”

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Mentre tieni per mano la tua donna o il tuo uomo, perché non sedere in silenzio? Perché non chiudere gli occhi e sentire? Senti la presenza dell’altro, entra nella presenza dell’altro, lascia che la presenza dell’altro entri dentro di te, muovetevi lentamente, vibrate insieme, e se improvvisamente una grande energia prende possesso di voi, danzate insieme, e raggiungerete tali vette orgasmiche di gioia come non avete mai conosciuto prima d’ora. Quelle vette orgasmiche non hanno nulla a che fare con il sesso, in realtà hanno molto a che fare con il silenzio. E se riesci a diventare meditativo anche nella tua vita sessuale, se puoi essere silenzioso mentre fai l’amore, in una specie di danza, rimarrai sorpreso. Hai dentro di te un metodo che ti porterà alla riva più lontana.” (Osho)

…………………………..

“Quella sera che ho fatto l’amore
mentale con te
non sono stata prudente
dopo un po’ mi si è gonfiata la mente
sappi che due notti fa
con dolorose doglie
mi è nata una poesia illegittimamente
porterà solo il mio nome
ma ha la tua aria straniera ti somiglia
mentre non sospetti niente di niente
sappi che ti è nata una figlia.”
(Vivian Lamarque)

Commenti disabilitati