Risultato della ricerca:

Spiagge di plastica, Contrade, l’usura è antireligosa, la coscienza è una musica, tantrismo e sesso, Mondeggi bene comune, PD: la rottamazione della sinistra, contadini bioregionalisti, la cultura del tramando…

Il Giornaletto di Saul del 21 febbraio 2018 – Spiagge di plastica, Contrade, l’usura è antireligosa, la coscienza è una musica, tantrismo e sesso, Mondeggi bene comune, PD: la rottamazione della sinistra, contadini bioregionalisti, la cultura del tramando…

Care, cari, ogni volta che c’è una spiaggia, e c’è una mareggiata, io ci vado; mi piace il suono metallico dei ciottoli che strisciano sui ciottoli; mi piace quell’odore intrepido di mareggiata; mi piace cercare; non so cosa cerco, tutta la bellezza del cercare è qui; cercare qualcosa, che non si sa. Ora sulle spiagge dopo la mareggiata qualcosa è cambiato; c’è una cosa che prima non c’era; è una cosa che non è giovane, non vecchia; non viva, non morta; non animale, non vegetale, non minerale; non digiuna, non sazia; non ricca, non povera; non allegra, non malinconica; non fredda, non calda; non buona, non cattiva; non legnosa, non terrosa, non vitrea; senza memoria, senza rimpianti; senza odore, senza sapore; già conclusa definitivamente; senza ore, senza giorni, senza anni, senza secoli, perché la vita non è esserci, ma portarne il segno. E’ quella cosa che è la plastica… (Vittorio G. Rossi) – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/02/20/sensibilizzazione-ambientale-e-racconto-sulla-plastica-da-%E2%80%9Ccalme-di-luglio%E2%80%9D-di-vittorio-g-rossi/

Integrazione di Franca Oberti: “Caro Paolo, magari lo conosci già, a me questo racconto piace molto e voglio tentare di leggerlo in una scuola elementare dove mi hanno arruolata per passare un’ora coi bambini e spiegare loro qualcosa del mondo contadino. E’ una classetta di campagna composta da tutte le classi dalla prima alla quinta e in tutto sono 18 bambini. Sono spettacolari, niente a che vedere con le scuole di città…”

Contrade. Recensione – Scrivono Dajè e Matteo: “Ciao a tutti, è finalmente pronta la traduzione in italiano del libro CONTRADE: storie di ZAD e NOTAV,  scritto dal Collettivo “Mauvaise troupe”. Questo libro non è solo un asettico memoriale di due delle più importanti esperienze di lotte di questi ultimi anni (una delle quali sembra ad oggi avere definitivamente sconfitto il “mostro”), ma è una potente “vista dall’interno”, un racconto plurale e collettivo come le lotte stesse di cui si parla. E’ un racconto delle emozioni e delle vite di chi queste terre in lotta le coltiva, le lavora, le passeggia, le occupa, le ama, le attraversa e respira, in una parola di chi le abita…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/02/bioregionalismo-attivo-contrade-storie.html

Sterminio di allogeni – Scrive Maurizio Sapora a commento dell’articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/02/allogeni-autorizzato-lo-sterminio.html -: “Senza pretesa di proporre ricette, dato che del tema ne so’ meno di zero, però mi chiedo: l’importazione di conigli in Australia, dove non esistevano predatori naturali per loro, ha causato problemi enormi, che ha costretto a misure drastiche e a spese ingenti per proteggere le colture che venivano devastate da ondate incontenibili di conigli.  La storia commovente della sula Nigel, morta dopo 5 anni di vita solitaria su un’isola, è conseguenza di un abbandono dell’isola dalle sule a causa di una invasione di ratti, portati sull’isola dove non erano presenti in natura e che divoravano uova e pulcini delle sulle. I cinghiali importati dall’est Europa stanno prevalendo, a causa della maggior resistenza e stazza, sulla specie autoctona e stanno creando problemi seri agli agricoltori… Tutto regolare? Tutto secondo natura?”

Mia rispostina: “…infatti… l’uomo è intervenuto indebitamente ed altrettanto sta facendo con i suoi nuovi interventi “tampone”, ma le cose si muovono su questa terra indipendentemente dall’uomo e comunque se il clima cambia anche le forme viventi si adeguano…”

La coscienza è una musica nel cervello? – Scrive Elsevier: “La revisione e l’aggiornamento di una teoria controversa sulla coscienza, vecchia di 20 anni, pubblicata in Physics of Life Reviews, sostiene che la consapevolezza deriva dall’attività di livello più profondo, di scala più fine, all’interno dei neuroni cerebrali. La recente scoperta di vibrazioni quantiche nei “microtubuli” all’interno dei neuroni cerebrali conferma questa teoria… ” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/02/la-coscienza-e-una-musica-nel-cervello.html

Intervista – Scrive Lorenzo Merlo: “Ciao Paolo, Ti avevo annunciato il desiderio di farti un’intervista. Nonostante le mie previsioni di chiudere certi lavori e trovare dunque il tempo per venire a trovarti, non sta andando così. Resta vero che al momento giusto mi farò vivo. Quindi, ci credo ancora… Un saluto a Caterina”

Mia rispostina: “Quest’anno, caro Lorenzo, abbiamo due occasioni d’incontro qui a Treia: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/02/12/treia-in-primavera-organizzazione-dei-prossimi-eventi-al-circolo-vegetariano-vv-tt-festa-dei-precursori-ed-incontro-collettivo-ecologista/ – La Festa dei Precursori dal 27 al 29 aprile e il Collettivo Ecologista dal 23 al 24 giugno, scriviti le date…”

Tantrismo. Se il sesso aiuta la causa (spirituale) – Scriveva Alberto Mengoni: “Nei testi che trattano di tantrismo abbiamo spesso letto che individui speciali, dotati di un’autentica potenzialità spirituale, riuscivano sovente a convertire altri esseri umani (ovviamente di sesso opposto) proprio grazie ad un’abile utilizzo delle loro potenti capacità sessuali. Queste persone speciali erano in grado di ottenere risultati davvero strabilianti, tramite le pratiche tantriche di cui erano perfettamente padroni, risultando così vincenti nel rapporto sessuale e affettivo, tanto che…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/02/20/tantrismo-se-il-sesso-aiuta-la-causa-spirituale/

L’usura è antireligiosa – Scrive Movimento Madonna dei Debitori a commento dell’articolo http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/07/la-pratica-usuraia-va-contro-la_6.html -: “La pratica usuraia va contro la religione – Cronistoria e fondamenti ideologici del movimento Madonna dei debitori. Il 21 marzo 2018 alle ore 20, in Roma, via Sallustiana 27, messa di preghiera in devozione alla Madonna.”

Mondeggi Bene Comune. Passi avanti nel coordinamento – Scrivono i Presidianti del Collettivo: “Quanto segue è la sintesi dei lavori condotti in assemblea aperta sabato 27 gennaio 2018 a Mondeggi e delle proposte che ne sono emerse, le quali, andrebbero accolte e ridiscusse in libertà all’interno dei momenti che ogni rete locale Genuino Clandestino ritiene più opportuni. Senz’altro, considerata la partecipazione ed il contesto, quelle che seguono sono da ritenersi le proposte più attuali che sono fin qui state elaborate in merito alla difesa di Mondeggi bene comune…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/02/mondeggi-bene-comune-resoconto.html

Patriarcato agli sgoccioli? – Scrive Raul Zibechi: “Nel mondo di oggi dominano le semplificazioni e forse si corre più che in passato il rischio di pensare che sia sufficiente usare parole adeguate, assumere posizioni e atteggiamenti “politicamente corretti”, per non essere dalla parte di chi opprime. Non è affatto così, in modo particolare per quel che riguarda gli uomini e l’eredità del patriarcato. Se non possiamo sentire la sofferenza della violenza e del disprezzo sulla nostra pelle, di quale cambiamento possiamo parlare nell’oppressione maschile? E allora? Dobbiamo rassegnarci e accettare con l’opportunismo del caso, oppure con amara e comoda serenità, il destino che ci ha fatto nascere dalla parte di un privilegio per il quale proviamo vergogna? Naturalmente no, sebbene non ci siano linee da seguire né percorsi liberatori segnati. Possiamo cominciare, tuttavia, dalla consapevolezza di dover attraversare una crisi molto profonda…”

Contadini bioregionalisti… avanti tutta – Scrive Aldo Nardini: “Breve sintesi dell’incontro tenuto a Modena, il 17 febbraio 2018, per il progetto di un sindacato contadino, presso la sede nazionale dei compagni del sindacato Usi-Ait… – La discussione è stata interessante spaziando dall’autogestione alla gestione collettiva,  dal sindacato spagnolo alla Confédération Paysanne, dall’ecologia profonda al bioregionalismo…. Discussione inframmezzata con degustazione di alcune dame da 5litri di derivati dell’uva, patatine fritte e un poco di attività sportiva ed è emersa una condivisa e consensuale intenzione per portare avanti il discorso sul possibile sindacato contadino e dei lavoratori agricoli dipendenti…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/02/bioregionalismo-e-campagna-per.html

Treia. Cultura sociale – Scrive L.L.: “Il professor Flavio Corradini, rettore benemerito dell’Università di Camerino, presenta il suo libro “Condividiamo il futuro”, il 24 febbraio 2018, dalle ore 17.30 sino alle ore 19.30, C/O Sala Ex Ipsia di Treia”

La rottamazione della sinistra e la dura scelta di campo – Scrive Fernando Rossi: “Dov’erano gli attuali scissionisti o sedicenti tali? Per lenta emorragia era già scomparsa ogni analisi autonoma su: - globalizzazione e taglio welfare, diritti e salari; - moneta creata dalle banche della grande finanza; - Europa delle banche e delle multinazionali; - guerre, golpe, terrorismo per il nuovo colonialismo globalizzatore; - non applicazione dei principi costituzionali; - incremento corruzione; - immigrazione fuori controllo… La sintesi più fulminante della parabola piddina è di Cacciari: Il PD è nato morto…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/02/20/pd-rottamazione-a-sinistra-scegliere-fra-la-padella-e-la-brace-e-dura%E2%80%A6/

Commento di Paolo Mario Buttiglieri: “Nessuna delle organizzazioni politiche che si accalcano alle prossime elezioni rappresenta il mondo alternativo…”

O di riffe o di raffe… Il mondo non sarà più quello di prima – Scrive Filippo Mariani: “Per il prof. Ian Hall dell’Università di Cardiff “l’atmosfera si sta riscaldando molto più velocemente del previsto e ciò sta determinando la variabilità degli oceani in maniera estremamente preoccupante”. Tutt’altra l’interpretazione sul cambiamento climatico in corso presentata tempo fa da John Bates, funzionario all’interno del prestigioso NOAA, che contesta decisamente l’aumento della temperatura sulla Terra, asserendo che, per far contenti i “green”, i reali fatti sono stati censurati o nascosti…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/02/il-mondo-come-noi-lo-conosciamo-ha-i.html

La burocrazia e le tasse uccidono i vegetariani (e non solo) – Scrive AVA: “AVVISO IMPORTANTE. PER SOPRAGGIUNTE NUOVE E PIÙ FARRAGINOSE INCOMBENZE BUROCRATICHE ED ECONOMICAMENTE PIÙ PESANTI NORMATIVE SIAMO COSTRETTI A RINUNCIARE ALLA ORMAI STORICA FESTA DEI VEGANI CHE PER 15 ANNI ABBIAMO CELEBRATO NEL MESE DI MAGGIO IN PIAZZA RE DI ROMA”

Mio commentino: “Anche noi abbiamo molte difficoltà ad organizzare manifestazioni pubbliche. La nostra “Festa dei Precursori” che quest’anno si svolge dal 27 al 29 aprile 2018, si terrà al chiuso, nella sede e nel giardinetto del Circolo…”

Capacità tecniche e manuali. Il tramando necessario… – Scrive Caterina Regazzi: “La condivisione delle conoscenze bioregionali sarebbe una gran bella cosa, ma io, finora, non ho incontrato tante persone che tramandano le proprie conoscenza senza chiedere niente in cambio oppure, al contrario, non trovano nemmeno chi voglia fare l’apprendista… Che dire? Fino a circa 70 anni fa tutto si imparava in famiglia o nella propria comunità, le conoscenze si tramandavano.. sul lavoro (nei campi o nell’artigianato) le conoscenze si trasmettevano da padre al figlio. Ma poi certi lavori hanno cominciato ad essere disprezzati perché troppo faticosi o poco remunerativi…” – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2018/02/torniamo-al-tramando-di-arti-e-mestieri.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’ignorante non può scegliere perché sospinto da una forza misteriosa in lui riposta, che lo muove secondo le predisposizioni e qualità incarnate, una sorta di agire automatico che ha però la parvenza dell’agire volontario, derivante dalla sensazione definita “libera scelta”. Ma pur essendo apparentemente risultato del nostro “arbitrio” il compimento dell’azione e le sue conseguenze, sono in verità una semplice proiezione della forza energetica dell’Uno” (Saul Arpino)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Riportare l’agricoltura alla natura

Quando una nave perde la sua rotta è possibile che qualunque brezza di
vento e corrente venga accolta come ancora di salvezza. Ma non vale a
nulla sperare in venti, brezze o correnti se qualcuno non ti indica le
coordinate che ti eri prefisse.

Oggi possiamo paragonare questa nave all’intera umanità, soprattutto
quella dei Paesi più industrializzati, e le correnti, le brezze ed i
venti come le opinioni, le idee ed i modi di pensare.

Nel panorama di queste idee, opinioni, ecc. oggi si sta combattendo
una guerra nuova, non convenzionale e non molto chiara e leggibile da
parte dell’Uomo.

Questa guerra si combatte (oltre che nei fronti reali e sanguinosi)
sui campi della diffusione di modelli di sviluppo e sociali che, se
non arginati e sconfitti, potrebbero portare l’intera umanità ad un
sistema di degrado e di caos senza precedenti.

Questi modelli di uno pseudo sviluppo economico e sociale non hanno,
per la prima volta nella storia dell’Uomo, le Religioni o la
Filosofia, ma grandi imperi economici detenuti da società
multinazionali.

Tra queste emergono soprattutto due configurazioni: quelle bancarie e
quelle per la detenzione delle risorse agroalimentari ed energetiche.

In questo articolo mi soffermerò sulle Multinazionali che detengono
oggi il controllo quasi incontrastato (soprattutto dalla Politica) dei
fattori delle produzioni agroalimentari.

Il loro interesse è quello di sostituire ai modelli “produttivi” della
natura una nuova “filosofia” redditizia.
Questa nuova filosofia è fatta da:

• Brevetti e commercializzazione del DNA, delle specie vegetali ed
animali, OGM, sistemi di qualità, procedure standardizzate, ecc.;

• Brevetti e commercializzazione dei Pesticidi (o fitofarmaci),
fertilizzanti e regolatori chimici dei processi agricoli;

• Detenzione dei sistemi di Informazione convenzionali sempre più
soggiogati ed al servizio di questi.

La filosofia schietta di questi potentati è: Incremento dei Ritmi
produttivi per un nuovo ordine ambientale e mondiale.
Come scritto in altri articoli e pubblicazioni la questione è molto
più grave e pericolosa di quanto si possa supporre; si vuole
sostituire il modello (o se preferite la macchina, il motore, il
meccanismo, ecc.) naturale con quello di una cultura riduzionista che
tende a semplificare, in maniera scriteriata, l’ordine, le regole e i
modelli di funzionamento del nostro Pianeta, in cui noi siamo parte
integrante materiale e spirituale.

Nella mia pubblicazione “Dalla materia al Padre” edita da Mario Grispo
Editore – Palermo nel 2003, ho sottolineato come l’inquinamento
materiale e spirituale non siano altro che cose collegate e
relazionate e che tale inquinamento nasce dal cattivo funzionamento di
questa macchina naturale sempre più manomessa da “Progettisti
ignoranti e/o interessati”.

Quando osserviamo un’auto che emette eccessivi fumi di scarico diciamo
che il motore di quell’auto funziona male. Allo stesso modo un
Ecosistema (in cui l’uomo è parte integrante) che viene manomesso
perde la sua originaria funzionalità, rendendo di meno ed emettendo
più “fumi di scarico”.

Nel settore agricolo le cosiddette Buone Pratiche Agricole (figlie di millenaria storia e tradizione), possono mitigare notevolmente le manomissioni rendendo l’ecosistema agricolo molto simile all’Ecosistema Naturale da cui è stato ricavato e sottratto.

Ecosistema che è la risultante e la sommatoria di milioni di processi
chimici, biochimici, fisici, relazioni, funzioni, scambi,
interrelazioni, ecc. ed in cui il raggiungimento dell’equilibrio si ha
con un particolare ritmo (Bioritmi) e ad un particolare livello
energetico, che è, per quella determinata cellula territoriale,
l’optimum (quel Climax che in ecologia è lo stadio finale del processo
evolutivo di un ecosistema che denota il massimo grado di equilibrio).

In tale contesto il soccorso a modelli alternativi, forzature, aumenti
indiscriminati della produttività, specie non presenti o non idonee,
regolatori di crescita, fertilizzanti e pesticidi vari è quanto di più
scorretto ed erroneo, scientificamente e tecnicamente, nei riguardi di
un Sistema che ha le sue regole ed i suoi ritmi.

Per chi si intende di motori a combustione interna, avrà sentito
parlare della coppia**, nella quale, oltre un determinato regime (o
numero di giri), il rendimento decresce a discapito anche della buona
funzionalità del motore; come nel motore a scoppio l’aumento dei
“giri” dei sistemi agricoli genera perdite di potenza,
malfunzionamenti, inquinamenti e cattive qualità.

Tali caratteristiche, generano nell’Uomo che si alimenta dei nuovi
alimenti, così “caratterizzati”, aritmie biologiche e spirituali,
conducendolo verso modelli sociali inquinati (il famoso detto: Noi
siamo ciò che mangiamo, ha più valore biologico e spirituale di quello
che possiamo credere) e conducendo pertanto l’umanità ad una
pericolosa deriva.

Non mi pare nemmeno opportuno sottolineare oltre, in questo
contributo, l’effetto dei pesticidi e di questi metodi “alternativi”
sulla salute umana ed ecologica.

Il tema di questo articolo: L’Industria della Morte – Fuori dai
Ritmi della Natura, ci fa comprendere come l’unico brevetto che oggi
possiamo amare e sostenere, quello della natura, ed in cui l’uomo è
veramente libero, si vuole sostituire con brevetti artati,
controllati, dominanti e nemici dell’Uomo e del Pianeta che abita.
Chiunque vuole creare e detenere diritti che appartengono all’Umanità
(come l’aria o l’acqua) arrogandosi modelli alternativi va catalogato
come atto di reato e le azioni derivanti da questi quali crimini
contro l’Umanità.

Se non aggiorniamo il Diritto Umano rischiamo di far passare come
benefattori proprio coloro che stanno uccidendo l’Uomo, attraverso una
guerra così raffinata da non farsi riconoscere.
E per aggiornare il Diritto Umano dobbiamo librarci verso livelli
superiori della Coscienza, gli unici che ci permettano di vincere
questa guerra.

Guido Bissanti

………………….

P.S. Di questi e simili argomenti se ne parlerà il 3 febbraio 2018, a Vignola, alle ore 18.30, presso l’azienda agricola La Bifolca, in via dei Gelsi. Il tema è: “Sviluppo dell’agricoltura contadina bioregionale in Emilia. Cosa ci manca?”

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Verso One Billion Rising, inquinamento acustico e musicale, medito lavoro incontro suono, il pedone deve morire, distruzione degli ecosistemi, to believe is an hindrance, gita a Montalbano

Il Giornaletto di Saul del 15 gennaio 2018 – Verso One Billion Rising, inquinamento acustico e musicale, medito lavoro incontro suono, il pedone deve morire, distruzione degli ecosistemi, to believe is an hindrance, gita a Montalbano

Care, cari, in attesa dell’evento del 14 febbraio in cui tutti insieme nel mondo diremo il nostro no alla violenza, si mette in moto l’organizzazione vera e propria degli eventi che porteranno alla chiamata globale del 14 febbraio 2018. Per questo chiediamo alle associazioni e a tutti coloro che vogliono organizzare un evento di seguire alcune semplici indicazioni, per uniformarci tutti e far sì che l’iniziativa One Billion Rising del 14 febbraio sia veramente un “evento comune”… (Nicoletta)… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/01/11/treia-14-febbraio-2018-deambulazione-in-piazza-in-supporto-di-one-billion-rising-e-contro-la-violenza-di-genere/comment-page-1/#comment-376

Hawaii. Attacco nucleare “per errore” – Scrive Jure: “Strategia della tensione: ho trovato questo: Hawaii, messaggio scatena allarme missile dalla Corea. Le autorità: “Inviato per errore”: Inviato sui telefonini della popolazione. La polizia di Honululu rettifica dopo 38 minuti di panico http://www.repubblica.it/esteri/2018/01/13/news/hawaii_messaggio_scatena_allarme_missile_dalla_corea_le_autorita_inviato_per_errore_-186446025/ – Già, ‘la polizia di Honolulu’ rettifica, scrive Repubblica. Come se fosse credibile che un allarme di attacco nucleare su uno Stato degli USA possa essere gestito dalla … polizia locale. Meno male che scrivono (riportano) che non è un fake autoprodotto, ma un ‘banale errore’. Immagina soltanto di pensare di essere sotto attacco nucleare per 38 eterni enormi minuti, quel che ti può passare per la testa avendo certezza che sia giunta la fine del mondo. Vorrei conoscere, vedere cosa sia successo per le strade delle isole in quei 38 minuti di limbo e attesa della fine. Materiale per una ricerca sociologica e psichiatrica. Magari il vero scopo del falso allarme, un test immaginato al Pentagono o a Langley…”

L’inquinamento acustico e musicale abbassa l’intelligenza e la libido – Quali sono le conseguenze sulla mente e sul corpo umano delle cadenze sonore emesse senza sosta in questa nostra “civiltà” del rumore? L’elettroencefalogramma evidenzia rallentamento dei ritmi, alterazioni dell’attività elettrica delle cellule nervose, riduzione dei riflessi e della memoria, eccitabilità e mancanza di risposte adeguate alle situazioni contingenti, anche alcune forme di cefalea possono essere collegate a traumi acustici… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/10/ecologia-del-suono-linquinamento.html

Svezia che cambia – Scrive Pilar Castel: “Cambiate le regole della Sauna, non più promiscua ma sessi separati dovuto a molestie subite dalle donne e denunce; ora è impensabile che siano gli svedesi, come diceva la radio rai facendo delle battute, ma è ovvio che è dovuto agli immigrati che non hanno avuto un percorso di rispetto della donna e disinvoltura verso corpi nudi. Ma in una sauna si tratta appunto di corpi nudi dove i testosteronici musulmani fanno fatica a controllarsi…”

Mio commentino: “Niente paura, nulla è perduto, se le donne non sono più accessibili i “testosteronici” daranno fastidio ai biondi maschietti…”

Medito lavoro incontro suono – Scrive Ferdinando Renzetti: “…la sera rovescio tutto quel che raccolgo durante il giorno nel mio cesto, lettere parole frasi dialoghi paradossi e metafore in un groviglio chiassoso e ridente poi rileggo tutto prima di addormentarmi la pura essenza della forma senza sfumature solo infinito subconscio ho avuto un’idea ad occhi aperti i pensieri volano liberi si respira bellezza!..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/01/medito-lavoro-incontro-suono.html

Salvare la Terra e gli umani – Scrive Giuseppe Altieri a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/01/13/non-mangiare-la-carne-conviene/ -: “non basta non mangiare animali, come conseguenza bisogna chiudere tutti gli allevamenti industriali e lasciare al pascolo solo gli animali selvatici gli altri, purtroppo, vanno abbattuti… o gli esseri umani… o le vacche e i maiali, quelli attualmente viventi nelle fabbriche di animali coperte o a cielo aperto… solo una volta eliminati tutti questi animali eccedenti, che oggi mangiano come almeno 20 miliardi di persone… la madre terra tornerà a respirare e noi con lei altrimenti è già la fine cerchiamo di salvar più esseri umani possibile…”

Mia rispostina: “Forse non serve abbatterli, sarà sufficiente non farli più riprodurre… Anche perché lo smaltimento di milioni di cadaveri comporterebbe ulteriore inquinamento! Nel frattempo occorre pian piano diminuire i consumi di prodotti di origine animale, d’altronde il consumo di carne in Italia è negli ultimi anni già diminuito, mentre nei paesi emergenti continua ad aumentare… Buona parte delle carni di animali allevati in Italia viene esportata in paesi come Cina, Giappone, Turchia, etc. e chi potrà convincerli a smetter di mangiar carne?”

Il parere di renzie: “Il segretario PD, matteo renzie, ha pubblicamente dichiarato: “A Pasqua mangerò l’agnello, è una tradizione familiare. Se uno è vegetariano o vegano merita rispetto ma non bisognerebbe strumentalizzare una scelta personale. Io non farò mai una campagna su questo. In politica ci sono già tanti animali, non mettiamoci anche quelli veri. Comunque sono di Firenze e se mi toccano la ‘fiorentina’ mi arrabbio….”

L’allevamento industriale conduce alla morte del pianeta – Scrive F.L.M.: “Ogni anno gli animali consumano 5.000 tonnellate di soli antibiotici che finiscono nelle falde acquifere. L’aria, la terra, i fiumi ed i mari sono contaminati dalle deiezioni degli animali che producono escrementi 130 volte l’intero genere umano. Le coltivazioni a foraggio, per gli animali dall’allevamento, sono trattate con pesticidi, diserbanti, fungicidi, insetticidi, erbicidi, fitofarmaci, che dall’animale passano nel metabolismo di chi consuma prodotti animali e derivati. Secondo le proiezioni pubblicate dalla Fao, lo stile di vita occidentale porterà la produzione di carne a più che raddoppiare entro il 2050, arrivando dagli attuali 230 milioni di tonnellate a 470 milioni…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/01/allevamenti-industriali-e-impatto.html

Allevamento di animali da pelliccia – Scrive Walter Caporale: “Ad oggi, in Europa, diversi Paesi stanno vietando l’allevamento di animali per la produzione di pelliccia o, comunque, spingono per forti restrizioni che, a lungo andare, portano alla cessazione di questa attività. L’Olanda, ad esempio, che è la terza nazione al mondo per produzione di pellicce di visone, nonostante gli interessi economici, ha deciso di fermare la produzione, facendo da apripista a Austria, Danimarca (che però ha detto basta solo per le volpi), Inghilterra, Irlanda del Nord, Scozia, Slovenia, Croazia e Bosnia. In Italia gli allevamenti da pelliccia sono ormai solo una ventina (erano 80 negli anni ‘90), distribuiti tra Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Abruzzo…”

Roma. Il pedone deve morire… – Scrive Vito De Russis: “La persona dignitosa romana RIFIUTA anche la “marciabici” e la “marciaciclopedonale” (ovvero le nuove piste ciclabili Mod. Roma, quelle ricavate sui marciapiedi sottratti alla “mobilità pedonale”; già realizzata al Tunnel Santa Bibiana; prossima è quella sulla Nomentana) perché incrementa le disuguaglianze (che− come è arcinoto – generano violenza) e le paure nonché  la perdita dei diritti e della dignità dei pedoni…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/01/roma-il-pedone-deve-morire-iacona-e-le.html

Dentro la Comunicazione Globale – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Glauco Benigni, presidente di Web Activists Community ed esperto di comunicazione, ha concesso un’intervista ad un altro amico, Claudio Messora, uno dei maggiori blogger italiani d’informazione e demistificazione – https://www.youtube.com/watch?v=xmzLJOJEzXo – durante la quale svela la trappola in cui la diffusione capillare della tecnologia a livello sociale ci ha fatto cadere rendendoci schiavi, che lavorano gratis e danno il loro assenso per divenire schiavi. Il video è imperdibile…”

Distruzione degli ecosistemi – Scrive WWF: “La distruzione degli ecosistemi rappresenta una rischio non solo per le piante e la fauna selvatica ma anche per gli esseri umani dal momento che gli ecosistemi ci forniscono acqua (e se è inquinata ci ammaliamo), aria pulita, cibo, energia, rimedi naturali. Questo patrimonio si sta riducendo ad un ritmo più veloce di quello necessario al reintegro a causa della pressione umana. Nel giro di pochi decenni sono stati distrutti 2 miliardi di ettari di foresta. Dal 1970 al 2012 le popolazioni di elefanti si è ridotta del 38%. Senza specie animali, gli ecosistemi crolleranno e con loro i servizi che la natura ci fornisce…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/01/14/pianeta-terra-morte-certificata-lestinzione-degli-animali-e-la-distruzione-degli-ecosistemi-poco-importa-al-sistema/

La fine di un ciclo – Scrive Vincenzo Zamboni: “L’Eurasia avanza rispetto al lento declino euramericano, nel vecchio continente alla continua esplosione dei conflitti di interesse generati dalla follìa di una unione monetaria tra economie diverse (ne sono fallite quattro nel XX secolo, progressivamente si disgrega anche questa, per i guati prociclici prodotti) si aggiunge la inevitabile fuga della Gran Bretagna dall’unione politica, mentre il nuovo corso statunitense è inevitabilmente protezionista e non più filogermanico (era inevitabile che accadesse). Dunque la grande fase propulsiva neocapoitalista lanciata con la fine della guerra fredda sta esaurendo le realizzazioni delle sue potenzialità, e le contraddizioni secondarie tra fazioni si sommano a quella principale di classe. Ogni ciclo è destinato a finire, incluso questo…”

Believing is an hindrance… – The only incontrovertible truth is the one corroborated by one’s own personal experience but unless one has a direct inner revelation we may say that believing in a religion is a mental exercise and is devoid of any substantiality. Things are different in the case of direct experience or “realization”. But since “realization” is of the Self, we can safely say that “intrinsic truth” is the only real truth all the rest being simple mental projection… – Continue (con testo italiano): https://bioregionalismo.blogspot.it/2018/01/believing-is-static-experimenting-is.html

Integrazione di Ramana Maharshi: “Non permettere alla tua mente di essere distratta dalle cose oggettive e dai pensieri. Ad eccezione del badare al tuo dovere quotidiano nella vita, il resto del tempo dovrebbe essere dedicato nell’Atma-nishta (dimora nel Sé); non sprecare nemmeno un secondo nella disattenzione, nel torpore.”

Gita a Montalbano, il borghetto dei presepi – Scrive Caterina Regazzi: “Domenica, 14 gennaio 2018, ci siamo trovati alle 10 da noi e siam partiti alla volta di Montalbano, passando da Ponte Samone e Missano, fermandoci a dissetarci ad una fonte di acqua fresca e, almeno apparentemente, pura. Poi, arrivati a Montalbano, l’abbiamo girato in lungo e in largo per ammirare i numerosissimi presepi dalle fattezze e sistemazioni le più fantasiose e strampalate, davvero simpatici e originali! Non finivo più di scattare foto. La giornata era soleggiata e perfetta per la nostra gita…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/01/14/14-gennaio-2018-gita-a-montalbano-il-borghetto-dei-presepi/

Ciao, Paolo/Saul

………………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non sono italiano
non sono omosessuale
non sono fiorenzuolano
non sono laureato
non sono eterosessuale
non sono trans
non sono vegano
non sono carnivoro
sono un raggio d’infinito
che attraversa il tuo sguardo”
(Paolo Mario Buttiglieri)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Ebraismo e laicità, san Paolo e l’altra storia, ecologia sociale e libero amore, neutralità dell’Auser, PD: Presto Disoccupati, “contro l’architettura”, 4 marzo 2018: ha stato Putin, crescita a tempo debito…

Il Giornaletto di Saul del 12 gennaio 2018 – Ebraismo e laicità, san Paolo e l’altra storia, ecologia sociale e libero amore, neutralità dell’Auser, PD: Presto Disoccupati, “contro l’architettura”, 4 marzo 2018: ha stato Putin, crescita a tempo debito…

Care, cari, in alcuni numeri della rivista “Non Credo”, alla quale collaboro, erano stati pubblicati alcuni miei articoli sul problema ebraico, esaminato con un approccio laico. Dico “laico” in senso totale, poiché spesso ho notato che molti critici del cristianesimo o dell’islamismo si definiscono “laici”, mentre alla fine si scopre -per loro stessa ammissione- che  appartengono alla comunità ebraica. Quindi la loro critica delle altre religioni è un po’ pelosa. D’altro canto  ho conosciuto diversi ebrei, con i quali ho stretto amicizia, che dimostrano una grande apertura mentale e spesso non esitano a definirsi “atei” o perlomeno “agnostici”, quindi dal punto di vista intellettuale si potrebbero definire “laici”. Il fatto è che la religione degli ebrei, cioè l’ebraismo, non è una religione filosofico-elettiva, nel senso del pensiero,  e quindi aperta a tutti. L’ebraismo è sostanzialmente una religione etnica… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/01/giudei-fra-ebraismo-ed-etnia-non-ce.html

Cattolici al cinema – Scrive Adriano Colafrancesco: “Jim Caviezel, star de La passione di Cristo, che ha al proprio attivo numerosi altri film e produzioni televisive, è comparso a sorpresa, il 3 gennaio 2018, al convegno SLS18, lo Student Leadership Summit 2018. L’attore ha iniziato l’intervento con un riferimento al film, di prossima uscita, “Paul, Apostle of Christ”, spiegando come le sue esperienze sui set cinematografici gli abbiano insegnato che per essere grandi agli occhi di Dio si deve anzitutto farsi piccoli e accettarLo integralmente, consentendoGli di guidarci…”

Saulo Paolo – L’altra storia mai raccontata – Scrive Emilio Salsi: “La domanda da porsi è se san Saulo Paolo sia esistito veramente, oppure, come per gli altri Apostoli, verificare se questi personaggi non siano piuttosto rappresentanti ideologici di una dottrina che, obbligatoriamente, doveva essere “incarnata” in uomini prescelti e ispirati da Dio. Un non credente, che si accinge a leggere di questo san Saulo Paolo, senza essere condizionato da prediche confessionali, percepisce subito che la trovata “geniale”, di san Luca, intesa a far creare un altro Apostolo dallo stesso Gesù Cristo “post mortem”, è un contro senso assurdo, sia storicamente, come intendiamo dimostrare, sia teologicamente…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/01/laltra-storia-mai-raccontata-come-saulo.html

Mio commentino: “Pensavo di aver avuto una pensata originale inventandomi l’esistenza di un ipotetico Saulo Paolo… così non è, ci avevano pensato già i padri della chiesa…”

Principium individuationis – Scrive Marco Bracci a commento dell’articolo https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/01/sincretismo-necessario-e-principium.html?showComment=1515668630067#c6154202455453460618 -: “Sono d’accordo con l’affermazione “nelle religioni bisogna distinguere ciò che è di origine divina da ciò che è di origine umana”. Il fatto è che le affermazioni di origine divina sono inserite e usate nei testi sacri per poi far passare per valide quelle di origine umana, e questa è ipocrisia, il più grande peccato. Anzi, quelle inserite vengono messe in risalto e applicate più di quelle divine. Basti pensare alle profetesse donna, che la chiesa cattolica ha addirittura fatto sante, quando poi la stessa chiesa è tutt’altro che rispettosa delle donne…” – Continua in calce al link segnalato

Ecologia sociale e libero amore – Il matrimonio è una forma di contratto che uccide l’amore, averlo allargato alle coppie omosessuali (dopo che ha rovinato le coppie eterosessuali) dimostra una caparbia volontà di nuocere alla specie umana. Se proprio si vuole affrontare il problema della parità fra i sessi e della libertà espressiva in campo sessuale, in primis, evitiamo il vincolo matrimoniale che è la causa principale della perdita di spontaneità e dignità nei rapporti fra esseri umani. Togliendo l’obbligo istituzionale (e religioso) del “patto matrimoniale”, sottoscritto da coniugi di sessi diversi, o dello stesso sesso, e recuperando una morale interpersonale di spiritualità laica, si possono facilmente ricreare soluzione fantasiose, unioni di fatto e famiglie aperte che… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/01/ecologia-sociale-e-libero-amore.html

Commento di Maddalena Taroni: “E’ una utopia Paolo. Non siamo ancora pronti. Io non sono pronta. Esistono le unioni serene per tutta la vita nella coppia costituita. Non ho visto il film, L’albero di Antonia, ma andrò a leggere la trama almeno. La coppia istituita e’ nata anche per la salvaguardia della donna e dei figli. Ti saprò dire dopo essermi documentata sul film.”

Mia rispostina: “Non è la coppia in se stessa la causa del degrado morale e sociale, si può vivere in una comunità aperta per continuando ad avere un rapporto sessuale monogamo”

Il costo delle promesse elettorali – Scrive Luigi Crocco a commento all’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/01/09/il-costo-delle-promesse-elettorali-e-la-costituzione/ -: “IL 4 MARZO NON BISOGNA DIMENTICARE CHE prima della caduta dell’ultima legislatura ci hanno aumentato le bollette, l’autostrada e obbligati ai sacchetti biodegradabili usa getta nel supermercati. Prima abbiamo provato LE TASSE con D’Alema nel 1999 poi Berlusconi nel 2001 poi Prodi nel 2005 abbiamo provato nuovamente con Berlusconi nel 2008 poi col governo tecnico di Monti più 10 saggi nominati dal Presidente della repubblica Napolitano abbiamo provato col Papa Bergoglio a sostenere l’ ACCOGLIENZA della sinistra di Renzi e Gentiloni e il jobsact italiota-americano più il…” – Continua in calce al link segnalato

Neutralità politica dell’Auser – Scrive Auser Nazionale: “Coerentemente con gli indirizzi statutari ribaditi nell’ultimo Congresso, si specifica che né nome, marchio, sedi o altri beni Auser possono essere utilizzati per campagne elettorali. Stanti le incompatibilità sancite dall’Art.35 dello Statuto, l’unica forma in cui si può aderire ad appelli elettorali è in termini esclusivamente individuali…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.it/2018/01/nota-di-auser-nazionale-sui-divieti-da.html

Disoccupazione e lavoro – Scrive Fernando Rossi a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/01/10/tempo-di-elezioni-e-sistema-di-governo-cosa-non-si-fa-per-te-il-lavoro-aumenta-assieme-alla-disoccupazione/ -: “ “Occupazione. Battuto ogni record” strombazzano su tutti i media Renzi e Gentiloni, “ Il livello di occupati più alto da 40 anni”, “il jobs act funziona”. Sugli ultimi dati ISTAT va in onda l’ormai abituale e ripetutamente sputtanato spettacolino in cui Renzi e ora il suo erede Gentiloni fingono di meravigliarsi della moltiplicazione dei posti di lavoro. Sanno benissimo che tale ‘moltiplicazione’ è frutto del fatto che hanno deciso di calcolare ‘occupato’ chiunque abbia svolto nella settimana in cui è intervistato, almeno “un’ora di lavoro in una qualsiasi attività che preveda un corrispettivo monetario o in natura” – Continua in calce al link segnalato

Crescita a tempo debito – Scrive Giuseppe Turrisi: “Mettere dei punti fermi in un mondo cangiante è una illusione che ci conforta e rassicura. La tecnologia, sovrastruttura necessaria all’evoluzione umana, passa sempre per immagini, archetipi e linguaggio anche questi in continua evoluzione. La battaglia dei “conservatori” nel tentativo di bloccare il tempo e mettere rocce nel fiume che scorre sempre più impetuoso è una lotta impari, allo stesso modo i “progressisti” si affannano di precorrere il tempo. Fermare il mondo al conosciuto, o proiettarlo nel futuro?..” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/01/crescita-intellettuale-materiale-e.html

4 marzo 2018: “…ha stato Putin…” – Certo e lo scrivono tutti i giornaloni del sistema “4 marzo 2018: pericolo elezioni truccate da parte degli haker russi…” – Ecco  il report dagli Stati Uniti: “La Russia di Vladimir Putin influirà sul voto in Italia”. Poteva mancare lo spauracchio russo sulle prossime elezioni politiche? Certo che no, ed il suo fantasma aleggia sul Belpaese, come già per Brexit, elezioni presidenziali negli Stati Uniti e Francia, referendum in Italia e Catalunya. Ora siamo alla teoria del complotto preventivo, ultima tendenza demenziale Made in USA… ” Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/01/elezioni-truccate-del-4-marzo-2018-ha.html

Commento di Giuseppe Moscatello: “Secondo il mio parere, perché votare? per evitare che si riproponga la solita minestra in padella (PD e centro destra) o addirittura la brace dei 5 stelle. Il senso sta nei numeri del merdarellum e nel fatto che con una bassa percentuale di voti la coalizione o partito vincente possa vedersi assegnato la maggioranza dei seggi e il governo. Visto che il popolo italiano voterà quelli succitati, l’unica è rivolgere il voto ai partiti e movimenti sovranisti.”

Commento di Maddalena Taroni: “Ci si può presentare alle urne presentando il documento e il certificato elettorale. Aspettare che venga vidimata la scheda, ma non toccarla, non ritirarla e chiedere che venga messo a verbale il mancato ritiro della scheda. Firmare il verbale e volendo, motivare il perché del non voto, per esempio che nessuno dei politici inseriti nelle liste non mi rappresenta. In questo modo la nostra scheda non verrà addizionata al partito di maggioranza relativa..”

Contro l’architettura. Recensione – Scrive Ferdinando Renzetti: “Mai come adesso l’architettura è di moda. Nelle riviste, nei quotidiani, in televisione le opere delle superstar dell’architettura sono oggetto della curiosità di lettori che prima erano completamente digiuni in materia. Eppure mai come adesso l’architettura è lontana dall’interesse pubblico: incide poco e male sul miglioramento della vita della gente. A volte ne peggiora le condizioni dell’abitare. Questo accade perché l’architettura è diventata un gioco autoreferenziale, tutta incentrata sulla «firma», sulla genialità del singolo architetto, genialità che è quotata nella borsa della moda al pari di un qualunque brand…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/01/contro-larchitettura-di-franco-la-cecla.html

Comunità Nuovo Mondo. Due eventi – Scrive Loris Asoli: “1. LA CARTA della CNM – Lettura, commenti, miglioramenti, 20 gennaio 2018, Arcevia, un documento di alto valore culturale che introduce ad una nuova visione della vita sociale e che vale la pena di conoscere e approfondire in una giornata dedicata. – 2. VERSO L’AGIRE COMUNE – 2° incontro di Scuola evolutiva, 27-28 gennaio 2018, Passignano sul Trasimeno, si approfondisce, il percorso verso l’evoluzione positiva individuale e di gruppo e verso il progettare comune. Info. lorisasoli@alice.it”

Ciao, Paolo/Saul

……………………………

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Oggi il nome «democrazia» è rimasto alle usurocrazie, o alle daneistocrazie, se preferite una parola accademicamente corretta, ma forse meno comprensibile, che significa: dominio dei prestatori di denaro.” (Ezra Pound)

……………………….

“L’indigestione spirituale si manifesta quando si inghiotte indiscriminatamente un mucchio di patentate “medicine” mentali (in forma di lezioni pseudospirituali), inventate da ciarlatani spirituali. Tale malattia uccide non solo l’autentica fame di Verità ma distrugge anche la facoltà di discriminare tra insegnamenti buoni e cattivi. Chi mangia continuamente idee teologiche, e mangia tutto ciò che trova, non solo farà indigestione, ma assumerà idee velenose insieme a quelle buone, invitando prima l’indigestione spirituale e, infine, la morte spirituale.” (Paramahansa Yogananda)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Pluralità politica, magia e “realtà”, Faust e Mefistofele, programmi bioregionali del 2018, inglese invadente, ecologia sociale e famiglia allargata, awaken to yourself…

Il Giornaletto di Saul del 9 gennaio 2018 – Pluralità politica, magia e “realtà”, Faust e Mefistofele, programmi bioregionali del 2018, inglese invadente, ecologia sociale e famiglia allargata, awaken to yourself…

Care, cari, …è la pluralità, la naturale diversità (biodiversità) che è la forza rigenerante in natura e tra gli uomini, nei primi governi italiani il pluralismo portava nei dibattiti le varie opinioni e problematiche, e poi (almeno all’apparenza) prevaleva il buon senso e si legiferava in modo da considerare tutte le istanze emerse. Questo sistema era abbastanza democratico perché accoglieva il concorso di tutte le idee… ovviamente a certi poteri occulti non stava bene (permetteva al popolo e ai suoi rappresentanti di esprimere le proprie idee di popolo/nazione),e così la propaganda ha preteso far vedere nel pluralismo la non governabilità (da parte dei poteri occulti ovvio!), e quindi si è passati al bipolarismo, due blocchi amorfi contrapposti spesso solo due facce della stessa medaglia, tipo centro-destra e centro-sinistra italiani. Anzi oltre alla padella e la brace oggi abbiamo anche la terza opzione: il tritacarne a cinque stelle… (Giuseppe Moscatello)…

Magia. Il potere di modificare la “realtà” – Scrive Paolo Franceschetti: “Come si ottiene la modificazione della realtà? Con la recitazione di formule, con la forza di volontà, con procedimenti e riti particolari. In realtà il mago non fa né più né meno che quello che fanno quasi tutte le persone, ad eccezione degli atei e dei materialisti convinti: il cattolico si recherà a Lourdes o invocherà Padre Pio, l’induista praticherà forme di meditazione, il buddhista reciterà dei mantra, altri ritengono di avere un contatto coi propri defunti, ecc. La differenza è che il mago chiama la sua arte ‘magia’ ….” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/magia-la-mente-ha-il-potere-di.html

Spilamberto. Ipnosi regressiva e vite passate – Scrive TING: “Mercoledì 24 gennaio dalle ore 20:30 alle ore 22:30. Ipnosi Regressiva di vite passate, secondo Weiss. Centro Studi Discontinuo – TING Spilamberto, Via Sant’Adriano”

Lingua inglese e poteri anglofoni – Scrive A.M.: “ …ora è richiesto agli insegnanti delle scuole pubbliche italiane, di qualsiasi materia e di qualsiasi livello, di avere una buona conoscenza dell’inglese… La realtà è che l’Italia è un Paese occupato. Gli Stati Uniti, alla fine della seconda Guerra Mondiale, non ci hanno liberati ma ci hanno occupati, sono anni che lo penso e lo affermo ma tutti mi hanno sempre presa in giro. Finché abbiamo avuto politici e uomini di Stato preparati, efficienti e con un minimo di palle, la cosa era meno evidente ma ormai siamo totalmente nelle mani di interessi estranei e contrari a quelli del nostro Paese, abbiamo politici fantocci, impreparati e inefficienti che vengono scelti e imposti da poteri sovrastanti dai quali prendono le istruzioni per governare l’Italia, i pochi ancora validi sono stati emarginati perché disubbidienti…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/01/lingua-inglese-e-poteri-anglofoni.html

Pubblicità fuorviante – Scrive Adriano Colafrancesco: “SEATanico non trovi?! Ormai ci abbiamo fatto l’abitudine e non ci facciamo neanche più caso. Cosa c’entrino gli anticoncezionali e i preservativi nella pubblicità di un’automobile è impossibile comprenderlo. Il libertinaggio e la banalizzazione del sesso, sono cavalli di battaglia di un malinteso progressismo bigotto che sta imponendo volutamente comportamenti di massa che, in quanto tali, non possono che venire valutati per quel che sono: segni evidenti di una crisi di civiltà…”

Il pane benedetto – Scrive Michele Meomartino: “Le società occidentali sono diventate opulente, completamente asservite al dogma dello sviluppo illimitato, e producono una montagna di rifiuti e di cibo spazzatura. Ma la cosa che mi rattrista di più sono le tonnellate di cibo che finiscono nell’immondizia, compreso, hai noi, il tanto amato pane. Un autentico schiaffo alla povertà sempre più dilagante! Quanto tempo è passato da quando lo baciavamo dopo averlo raccolto per terra!” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/01/08/pane-il-cibo-benedetto/

L’azzardo della società – Scrive Alex Focus: “… malgrado il dramma della “ludopatia” sorgono come funghi e prosperano le sale giochi di ogni tipo. E la stessa cultura della competizione sfrenata (invece di quella della collaborazione e cooperazione) che spinge in quel senso perché chi, come spesso capita nella vita lavorativa, viene rigettato in una deprimente mediocrità, può credere di trovare nel gioco un riscatto, un ascensore sociale che non gli è stato consentito nella sua attività. È lo stesso contesto della in-cultura anglosassone che esalta come fosse una moda la lotta nel lavoro (diventato anche insicuro in una società “liquida”), anzi la lotta tout-court, per vincere la quale dobbiamo incessantemente inseguire le “competenze” del momento, quelle che ci fanno da aureola ipotetica agli occhi del capo-padrone…”

Ecologia sociale – Cosa non si fa per la pecunia, soprattutto quando “non olet” ma profuma di donna. A turni alterni personaggi politici di destra, sinistra o centro rispolverano la proposta di riaprire le “case chiuse” per togliere il degrado del sesso consumato per strada, garantire l’igiene dei rapporti, evitare la piaga dello sfruttamento ma -soprattutto- incrementare le entrate dello stato con nuove tasse sul sesso a pagamento. Ed appare strano che il vaticano che solitamente mette bocca su tutto non si sia mai pronunciato sulla regolamentazione della prostituzione… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2018/01/ecologia-sociale-matrimonio-e.html

Sacchetti po “bio” – Scrive S.S.: “Scusate se insisto ancora con la discussione dell’opportunità di usare o meno i bio-sacchetti obbligatori contenenti il 60 % di plastica non biodegradabile Oltre che a essere a pagamento si è appurato che non sono biodegradabil. L’alternativa c’è , è la retina riutilizzabile e lavabile e bisogna insistere che venga approvata…”

Grottammare. Faust e Mefistofele – Scrive Sara Di Giuseppe: “..Il patto demoniaco è allora a due passi, salvezza terrifica e abisso spalancato sul Nulla: Mefistofele ha scommesso con Dio sull’uomo, “microcosmo di pazzia”, a Faust può promettere quello che nessuno / ha mai veduto ancora, e Faust può siglare col sangue il patto col quale accoglierà nella sua mente la sommità e gli abissi, il bene e il male…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/01/grottammare-faust-e-mefistofele-di-e.html

Massa. Formazione al lavoro – Scrive CSA: “Con l’8 gennaio in avvio i corsi promossi da Csa/Cna Formazione a Massa, pochissimi i posti disponibili. I corsi collocano i partecipanti nella condizione di ottenere una qualifica valida ai sensi di legge e di effettuare uno stage finalizzato all’inserimento aziendale. Gli interessati aventi diritto possono richiedere voucher di finanziamento regionale fino a tremila euro per coprire in tutto o in parte il costo della formazione. Prossima scadenza 10 gennaio per attività in avvio a giugno 2018. – Info: 329.2377681”

Programmi bioregionali per il 2018 – Caterina ed io abbiamo cominciato a pensare all’organizzazione delle manifestazioni importanti che contraddistinguono le nostre attività ecologiste. Tanto per cominciare abbiamo pensato all’impostazione da dare alla Festa dei Precursori che si tiene a Treia ogni anno. Per l’edizione del 2018, prevista dal 27 al 29 aprile, pensavamo di dedicare una maggiore attenzione all’aspetto spirituale, soprattutto ai canti ed alla meditazione, ed abbiamo già ottenuto l’adesione del nostro Upahar Anand e del gruppo di bajan Luce di Stelle di Mara Lenzi. Prevediamo anche una collaborazione con l’Auser Treia per organizzare assieme una giornata con Ferdinando Renzetti e la lavorazione della terra cruda..” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/01/bioregionalismo-e-spiritualita-della.html

Commento di Rosario Borrelli: “Grati a Paolo per condividere in rete questa esperienza molto ‘territoriale’. Per un attimo prescindendo dai contenuti, citerò Ignazia, una mia amica ‘militante’, che pure aveva posizioni piuttosto diverse dalle mie, per una sua frase in …merito alla politica: sosteneva che “ci vuole continuità”. E difatti pur avendo fatto e disfatto gruppi e associazioni, il risultato si stabilizza solo grazie a una struttura che resiste nel tempo…” – Continua in calce al link soprastante

Distruzione del pianeta Terra – Commento di Giacomo Miceli sull’articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/01/la-responsabilita-politica-ed-economica.html -: “SCOMODE VERITA’….Gli esseri umani sono i soli animali che non difendono né proteggono il loro habitat. Sono otto anni che parliamo di questi problemi nel nostro movimento, il pericolo è reale e a pagarne il prezzo sono le prossime generazioni, grazie Saul per questa condivisione…”

To awaken to yourself from any point or identity you recognize as yourself in the dream, accept that, stop at that and from there observe and discover the observer. Do not wait to be deceived that you can wake up if you’re dreaming of being someone else, a more prepared or nicer character … Whatever the character you find yourself in, accept it… – Continua: https://bioregionalismo.blogspot.it/2018/01/master-is-he-who-leads-you-to-be-your.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Colui che vede tutti gli esseri in sé e se stesso in tutti gli esseri non prova più odio.”
(Isha Upanishad)

Commenti disabilitati