Risultato della ricerca:

Per un 2 giugno “ecologico”, la profezia della fine, predazione di organi, sion ha un piano, terrorismo amico, il male del glifosato, interspecismo e biodiversità…

Il Giornaletto di Saul del 27 maggio 2017 – Per un 2 giugno “ecologico”, la profezia della fine, predazione di organi, sion ha un piano, terrorismo amico, il male del glifosato, interspecismo e biodiversità…

Care, cari, il 2 giugno ricorre la fondazione della Repubblica Italiana, qualche maligno aggiunge sarcasticamente “delle banane”. Per i treiesi la data corrisponde all’inizio della Sagra del Calcione, e qui una precisazione è necessaria non si stratta del “calcione” ai politicanti corrotti che hanno rovinato la nostra Repubblica bensì di una specialità culinaria locale, una specie di raviolone biscottato farcito di ricotta e pecorino. Tra l’altro quest’anno il 2 giugno mi è particolarmente caro, la mia amata Caterina sarà qui con me a Treia ed abbiamo pensato di festeggiare in modo “ecologico”, invitando gli amici a trascorrere un paio d’ore nel verde… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/26/treia-per-un-2-giugno-veramente-ecologico-e-repubblicano-pic-nic-nel-giardino-del-circolo-vegetariano/

P.S. Sarà anche un’occasione per scambiarci un “arrivederci” visto che l’indomani, dopo aver degustato qualche Calcione, alziamo le vele in direzione di Spilamberto, fino a data da destinarsi….

Predazione di organi. Alla ministra Lorenzin e compagni di partito non bastavano i 12 vaccini obbligatori ora hanno presentato un disegno di Legge per la “donazione di organi presunta” – Scrive Nerina Negrello: “Modifiche alla disciplina relativa alla donazione di organi e tessuti”. Mentre la canea propagandistica delle associazioni interessate ai trapianti su attivazione del Governo è sguinzagliata in ogni comune e lautamente finanziata, le autorità del Parlamento cripticamente agiscono contro i cittadini onesti e ignari che ancora si fidano delle autorità politiche e sanitarie. La Ministra Lorenzin merita l’interdizione perpetua dall’esercizio…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/26/nuovo-disegno-di-legge-pd-per-%E2%80%9Cdonazione-di-organi-presunta%E2%80%9D-peggio-del-%E2%80%9Csilenzio-assenso%E2%80%9D/

No Bretella Roma-Latina. “Ad aiuvandum” – Scrive Comitato: “L’udienza per la cautelare al Tar del Lazio su ricorso di AdL SpA contro parere negativo della Commissione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano è stata calendarizzata per il 7/6/2017. Nell’incontro con i nostri avvocati, tenuto Lunedi 19/5/17, si è deciso l’intervento “ad adiuvandum” con la procura dell’Associazione ambientalista “VAS onlus”. Info. nocorridoio@tiscali.it”

La profezia della fine di un’epoca – Scrisse Peter Deunov: “La vostra vita attuale è una schiavitù, una dura prigione. Dispiace veramente vedere così tanta confusione, così tanta sofferenza, così tanta incapacità di comprendere dove stia la vera felicità. Ogni cosa che vi circonda presto crollerà e scomparirà. Nulla resterà di questa civiltà, non la sua perversione; tutta la Terra sarà scossa e non verrà lasciata traccia di questa erronea cultura che mantiene gli uomini sotto il gioco dell’ignoranza….” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/05/la-profezia-di-peter-deunov-sulla-fine.html

Roma. Agrifesta a Borghetto San Carlo – Scrive Coop. Coraggio: “Il 28 maggio 2017, dalle ore 12,00, Roma, Via Cassia, 1420/1450. Visita guidata, cucina estemporanea, prodotti biologici e locali, musica live, laboratori e animazione per i bambini e tanti altri eventi. Per festeggiare il secondo anno della Coop Agricola Co.r.ag.gio a Borghetto San Carlo, un parco multifunzionale in uno spazio pubblico che per decenni è stato abbandonato. Info. agricoltura.coraggio@gmail.com”

Medio oriente. Non dimentichiamo che c’è un “piano” – Non dimentichiamo che la parcellizzazione degli stati che circondano israele è nei programmi -da sempre- della strategia sionista. Tanti piccoli stati in antagonismo religioso ed etnico fra loro e che non diano fastidio a sion… – Continua con scambio di pareri in un articolo del 2015: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/05/26/parcellizzazione-degli-stati-in-nord-africa-e-medio-oriente-la-frantumazione-benvoluta-da-usa-e-sion/

Donne poco sanguinarie? – Scrive James: “La nomina a Ministro della Difesa (des Armées) della Francia di Sylvie Goulard (una lettrice di Nota Diplomatica tra l’altro) dopo quelle di Ursula von der Leyen in Germania, Roberta Pinotti in Italia ed altre, è un’ulteriore dimostrazione della convinzione che il tema della guerra sia troppo importante per essere lasciato al sesso presumibilmente “forte”. Pur non avendo necessariamente molta familiarità con la materia, si suppone che le femmine siano almeno d’indole più pacifica dei maschi – o no?”

Terrorismo amico (dei soliti noti) – Scrive Fulvio Grimaldi: “… la cosa da dire, a essere originali quanto il signor de Lapalisse, tanto che nessuno la dice per non sembrare banalotto, è una domanda. Ma visto che queste orrende forze del male, come le stampigliano Bush, Obama e ora Trump, proclamano incessantemente ai quattro venti che ci faranno fare la fine in quanto sacrilegio, perverso e infedele Occidente, com’è che se la prendono sempre e solo con coloro che dell’Occidente sono meramente le comparse, i figuranti, le plebi, la massa inerte, più spesso che no le vittime?…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/morire-di-terrorismo-amico-dei-soliti.html

C’era una volta Calcata – Scrisse Circolo Vegetariano VV.TT.: “…. La necessità di inventarsi Calcata, da parte di chi la “utilizza” come valvola di sfogo all’alienazione del mondo moderno o come mezzo di sussistenza alternativa, avviene a causa della frantumazione sociale che contraddistingue la nostra società. Viviamo in un contesto sociale suddiviso, apparentemente unito da una sembianza di comune appartenenza. Le persone che abitano o visitano Calcata comunicano attraverso l’immaginato, sono abitanti di un mondo alla Matrix per intenderci, fantasmi nell’antro Platonico. Ma questo “luogo” non può essere vero, mancando la condivisione reale, il senso di necessità e fatica comune, l’incontro fisico, il contatto… è un mondo in cui tutto si riduce ad una rappresentazione, uno spettacolo mediato, filtrato, manomesso….. un teatrino o castello degli specchi. A Calcata viviamo come dentro al “Facebook” nel quale l’interagire è demandato al pulsante di un terminal. Allo stesso tempo siccome capiamo che questo “sogno” -che definiamo “concreta realtà”- è fallace, per sfuggirgli siamo pronti ad inventarci e dare per genuino un luogo ideale in cui rifugiarci, un paese folkloristico del weekend, con suoi propri valori (basati sul vuoto)…. Calcata, la bella, la fulgida, per trascorrervi vacanze da artisti, per compiervi ritiri spirituali ed estetici o notti di follia rave – per godere almeno l’illusione di un incontro con noi stessi e con i nostri simili….”

ISDE. Tutto il male del glifosato – Scrive Patrizia Gentilini: “Il 24 maggio 2017 ho partecipato come rappresentante ISDE alla conferenza stampa a Roma in cui sono stati presentati i risultati della ricerca del glifosate in 14 donne gravide romane, nessuna professionalmente esposta. I campioni erano stati tutti inviati ad un laboratorio tedesco ed i costi sostenuti dalla rivista Il Salvagente…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/05/isde-tutto-il-male-del-glifosato.html

Mio commentino: “L’uomo moderno uccide se stesso… è risaputo che l’intelligenza media degli umani moderni è di molto inferiore agli uomini di Neanderthal…. Purtroppo la nostra specie è destinata ad estinguersi… al primo scossone che mette a repentaglio la “civiltà” tecnologica, o forse anche prima, per auto-avvelenamento”

Interspecismo e biodiversità – …le abitudini alimentari vanno modificate in funzione di un ritornò alla naturalità.. ed è anche vero che non si può separare l’uomo dagli altri animali. Il muto aiuto è necessario per la reciproca sopravvivenza e per la comune crescita karmica. Gli spazi naturali vanno recuperati senza forzature e la specie umana non deve necessariamente saltare da “dominante” a “in estinzione”. Riscoprire il significato della fatica, del reciproco aiuto, della simbiosi mutualistica… insomma vivere in una Pace Interspecista è la chiave della nostra sopravvivenza…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/interspecismo-ed-ecologia-profonda.html

Adieu, addio, mie affezionate lettrici e lettori! Paolo/Saul

……………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Dubita di tutto. Trova la tua propria luce.” (Buddha)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Roma: protesta contro le guerre di Trump, moneta emessa a debito, Italia bombarola, il mare che ci aspetta, il mese della Madonna e del Wesak, morire di pesticidi…

Il Giornaletto di Saul del 25 maggio 2017 – Roma: protesta contro le guerre di Trump, moneta emessa a debito, Italia bombarola, il mare che ci aspetta, il mese della Madonna e del Wesak, morire di pesticidi…

Care, cari, Il nostro Giornaletto di Saul sempre si interessa delle cose del mondo, non solo di quel che succede a Treia od a Spilamberto. E -come dissi spesso al proposito degli pseudopodi positivi e negativi del corpo massa della nostra società- non contano i numeri o l’altezza gerarchica, poiché come è detto nell’ermetismo “tanto in alto quanto in basso”. Perciò ho seguito con attenzione i risvolti del viaggio d’amore e d’affari del presidente Usa, Donald, accompagnato dalla bella moglie, Melania. E la piccola protesta di tre santi pacifisti che li hanno accolti sulla via del quirinale… – Continua: http://saul-arpino.blogspot.it/2017/05/24-maggio-2017-donald-e-melania.html

Qui il resoconto di Marinella Correggia di quanto avvento a Roma il 24 maggio 2017: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/24/roma-24-maggio-2017-nellanniversario-del-giorno-fatidico-dellentrata-dellitalia-nella-i-guerra-mondiale-visita-di-trump-a-roma-tre-pacifisti-con-un-cartello-scritto-a-mano-sono-stati-p/

Mio commentino: “Forza Marinella, non scoraggiarti! Stai facendo il tuo dovere per la giustizia e per la libertà e ciò basta! La vostra è un’azione che passerà alla storia, vedrai!”

Denaro: sterco di satana – Scrive Francesco Miglino: “…la tecnica con cui gli usurai prendono possesso delle nazioni si distingue per l’efficacia in confronto con le vecchie conquiste ed occupazioni militari. Mentre con queste ultime si infliggevano danni corporali sia ai componenti delle forze belligeranti che alla società civile, con la tecnica di occupazione utilizzata dall’usura coloro che dovrebbero opporsi per difendere il loro Paese vengono avvicinati uno ad uno e gratificati con copiose elargizioni di quel denaro che agli usurai non costa nulla, perché da loro stampato all’infinito e creato allo scoperto…. – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/la-guerra-per-il-dominio-del-mondo-non.html

Integrazione di Claudio Quaranta: “La comprensione delle cause e la conseguente dinamica degli eventi ai quali assistiamo e che quotidianamente viviamo deve indurci ad una sola conclusione. Tutti gli uomini consapevoli ed intellettualmente onesti d’Italia devono allearsi dando vita ad una grande Federazione…” – Continua in calce

Italia bombarola – Scrive Arrigo Colombo: “…lo scorso anno, in sede Onu, nella Prima commissione è stata approvata la risoluzione – presentata dal Messico con altri cinque Paesi – che istituisce dal Marzo 2017 una Conferenza Onu per il bando delle armi nucleari; con il compito preciso di negoziare uno “strumento giuridicamente vincolante per vietare le armi nucleari, che porti verso la loro eliminazione totale”. Approvata con 123 si, 90 no, 16 astenuti. Tra i no, quello dell’Italia…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/24/il-vergognoso-no-dellitalia-al-bando-delle-armi-nucleari/

Giuristi per attuare la Costituzione – Scrive Luigi de Giacomo: “Con la presente convochiamo il gruppo giuridico “Giuristi per l’azione popolare”, guidati da Paolo Maddalena, presidente emerito della Corte Costituzionale, per il giorno venerdì 26 maggio 2017, alle ore 14,00, presso lo Studio Diotallevi, in Roma alla Via Sabotino, 17 (scala G, interno 17). Info. 333.4905495”

Il mare che ci aspetta… – Scrive Roberto Minervini: “Solo da poco tempo stiamo cominciando a percepire che tutti gli oceani del mondo andrebbero considerati quasi come un unico organismo vivente. Le correlazioni fra la fisica, la chimica e la biologia che si compenetrano, nel giusto lasso di tempo, fra questi particolari ecosistemi sono infatti strettissime. Ne sono testimonianza la presenza di inquinanti quali i metalli pesanti (mercurio, cromo, cadmio, piombo, ecc.), il PCB (policlorobifenili), il DDT, e tanto altro ancora anche negli animali che vivono relegati ai poli del pianeta (soprattutto mammiferi marini, pinguini e pesci) e quindi teoricamente lontanissimi dalle fonti d’inquinamento umane….” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/24/ecologia-marina-il-mare-che-ci-aspetta/

Mio commentino: “Nella società del “benessere” 8 milioni di tonnellate di plastica si riversano ogni anno nel mare”

No all’imbroglio della guerra “umanitaria” – Scrive Piattaforma Comunista: “Il 24 maggio 1915 l’Italia entrava nella I guerra mondiale – generata dagli antagonismi del regime capitalistico – spinto dalla volontà di una minoranza di elementi reazionari, avventurieri, sciovinisti e interventisti asserviti agli interessi delle classi possidenti. Oggi il primo dovere del movimento operaio e comunista è opporsi e sabotare in tutti i modi possibili i nuovi piani di guerra denunciando e smascherando senza pietà le menzogne e gli inganni sulla “difesa della libertà” e gli obiettivi “umanitari” diffusi dall’imperialismo a guida USA …”

Dopo Giovanni Falcone… Paolo Borsellino – Preghiera laica di Antonino Caponnetto: “Queste sono le parole di un vecchio ex magistrato che è venuto nello spazio di due mesi due volte a Palermo con il cuore a pezzi a portare l’ultimo saluto ai suoi figli, fratelli e amici con i quali ho diviso anni di lavoro di sacrificio di gioia, anche di amarezza. Soltanto poche parole per un ricordo, per un doveroso atto di contrizione che poi vi dirò e per una preghiera laica ma fervente. Il ricordo è per l’amico Paolo, per la sua generosità, per la sua umanità, per il coraggio con cui ha affrontato la vita e con cui è andato incontro alla morte annunciata ..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/24/dopo-giovanni-falcone-paolo-borsellino-preghiera-laica/

Commento di Federico Cerulla: “Onore ai compagni Giovanni Falcone e Paolo Borsellino uccisi dalla mafia stato… e ai poveri ragazzi e non solo che muoiono di guerre attentati e follie dettate dalla smania di possesso e di danaro dei regimi capitalisti …”

Maggio. Il mese della Madonna e del Wesak – Maggio è il mese dedicato tradizionalmente alla Madonna (Grande Madre), ai matrimoni, alla fioritura ed alla bellezza della natura. Inoltre tra maggio e giugno si celebra il Wesak, ovvero la nascita del Buddha. Il Wesak buddista, ricorre quest’anno il 9 giugno, plenilunio in Gemelli, e per l’occasione saremo a Spilamberto dove abbiamo organizzato una passeggiata al fiume Panaro con canti sotto la luna piena (appuntamento all’ingresso del Sentiero Natura di Via Gibellini, alle ore 19). Con questi riti celebriamo vari aspetti della conoscenza della natura e della vita e della spiritualità della natura. – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/24/da-treia-a-spilamberto-per-festeggiare-la-madonna-ed-il-wesak/

Marche. Il TAR da via libera all’uccisione della Moretta – Scrive LAC: “TAR MARCHE NON ANNULLA CALENDARIO VENATORIO. Con delibera della Giunta regionale n. 1138 del 27 settembre 2016 la Regione Marche ha reinserito la Moretta (http://www.uccellidaproteggere.it/Le-specie/Gli-uccelli-in-Italia/Le-specie-protette/MORETTA) tra le specie cacciabili ed ha posto alcuni limiti al prelievo dello storno….”

Dietro le quinte – Scrive L’Aura: “Prego signori entrate in questo “deposito”, osservate con occhio curioso e giocoso il retroscena della rappresentazione che andremo a presentare. Passione, inganno, amore, odio, grandi tragedie, timore del futuro, consapevolezza delle contraddizioni, vizi umani, disperazione, solitudine degli eroi, affetti e valori costituiti e sovvertiti, sconvolgimento della natura, dove il più saggio è il folle, l’assurdità della vita umana percepita senza schermi.” – Continua:
http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/05/la-saggia-follia-del-mondo.html

Grulli… ma vaccinati – Scrive Gianni Lannes: “Il 19 maggio Renzi ha bacchettato i pentastelluti. E così il 20 maggio il comico, padrone – come da atto notarile – del partito 5 stelle ha innestato la retromarcia sui vaccini. In un post infatti si legge il seguente titolo: Il MoVimento 5 Stelle è per la massima copertura vaccinale”

Mio commentino: “Parole reiterate dal delfino Di Maio: sì alle vaccinazioni compulsive ma con informazione aggiunta…”

Amarcord. Oriana Fallaci l’aveva predetto – “Sveglia, Occidente, sveglia! Soprattutto non credo alla frode dell’Islam Moderato. Quale Islam Moderato?!? Quello dei mendaci imam che ogni tanto condannano un eccidio ma subito dopo aggiungono una litania di «ma», «però», «nondimeno»? È sufficiente cianciare sulla pace e sulla misericordia per essere considerati Mussulmani Moderati? È un Mussulmano Moderato quello che bastona la propria moglie o le proprie mogli e uccide la figlia se questa si innamora di un cristiano? Cari miei, l’Islam moderato è un’altra invenzione…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/08/oriana-fallaci-sveglia-occidente.html

Mio commentino: “..e qui mettiamoci anche lo zampone sionista, che ha sempre predicato la frantumazione dei paesi islamici… la “colpa” va suddivisa a pari merito tra sionisti ed usisti e mullah pervertiti. L’islam era  in quiescenza, in seguito  allo scioglimento dell’Impero Ottomano, e… dopo israele è iniziato il problema e non potendo estirparlo, come accadde alla Gerusalemme “liberata” dei crociati, si è creato fertile terreno nelle periferie per sostenere e far nascere la jahad, strumentale agli interessi sion-usa-occidente….” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Roberto Lorenzetti, dopo l’attentato Manchester, del 22 maggio 2017, durante un concerto musicale: “Per l’islam la musica è peccato. Secondo quanto stabilito dal Corano e dalla sharia, è infatti proibito l’ascolto della musica e dei canti che non siano religiosi (in particolare se provenienti da apparecchi elettronici, come radio o stereo)…” – Continua in calce al link soprastante

Associazioni farlocche colluse col sistema – Scrive Giuseppe Altieri: “La maggioranza delle associazioni “ambientaliste” nazionali riconosciute in Italia sono farlocche… e finanziate, spesso, da capitali stranieri… e dagli ingenui che gli danno il 5 per mille e donazioni varie. Esse sono corresponsabili del disastro ambientale per diversi motivi. La gente comune delega a loro la lotta politico giuridica e istituzionale (gestita per fare soldi con progetti, oasi, educazione, ecc). Siedono nei tavoli dove si attua la concertazione obbligatoria per legge in materia ambientale e sanitaria, per le decisioni politiche e amministrative, senza costrutto…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/giuseppe-altieri-attenti-alle.html

Commento di F.L.M.: “Il nostro obiettivo è quello di una nuova coscienza umana in difesa di ogni essere vivente. Qualunque sia il nostro credo, la nostra estrazione sociale, politica o religiosa, affretteremo i tempi della liberazione dei nostri fratelli animali solo se metteremo in sintonia le nostre singole energie al servizio del bene comune e GRIDEREMO LA VERITA’ QUAND’ANCHE CROLLASSERO I CIELI….”

Morire di pesticidi – Scrive Agernova: “Siamo in un paese che usa il 50% di tutti i pesticidi europei, semplicemente per mancanza di assistenza agli agricoltori, finanziata anche essa da fondi europei, ma mai attivata dalle regioni, che la lasciano ai sindacati, proprietari dei consorzi agrari e cooperative che vendono pesticidi. Quando ci decidiamo a risolvere politicamente o a portare in tribunale queste cose?” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/05/italia-morire-di-pesticidi-si-puo.html

Mio commentino: ”…la natura aiuta se stessa, con i rospi… Ed in verità i rospi sono fra i migliori amici dell’uomo. Altro che pesticidi chimici ed OGM, i veri protettori dell’agricoltura sono i rospi che si nutrono di larve ed insetti nocivi. Ricordo quando da bambino i miei nonni materni, di Bagnoli di Sopra,  mi portavano a spasso nella campagna della Bassa Padana, e mi mostravano un corpulento rospo all’opera fra le foglie verdi, essi mi dicevano “Guarda fratel Rospo che ci aiuta a lavorare i campi… mi raccomando non infastidirlo mai…” Ed anche quest’anno è partita la campagna LAV per il salvataggio dei rospi in amore che passeggiano nelle nostre strade…”

La politica di Trump, che piace a sionisti e sauditi, getta l’Iran tra le braccia di Cina e Russia – Scrive : “La visita del presidente degli Stati Uniti nell’Arabia Saudita, il suo accordo a fornirle 300 miliardi di dollari in armi, la retorica ostile verso l’Iran e le intenzioni aperte espresse del principe Muhamad bin Salman sulla guerra all’Iran, chiariscono le opzioni politiche della leadership e del popolo dell’Iran….” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/24/il-placet-di-trump-ad-un-attacco-contro-liran-da-parte-di-sauditi-e-sionisti-accelera-lalleanza-cino-russo-iraniana/

E con ciò vi saluto, ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Ricordati che hai passato anni a criticarti e non ha funzionato. Prova ad approvarti e vediamo cosa succede.” (Louise Hay)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Celebrazione della vita, Minimal Music, Renzi Squallor, origine degli italiani, natura e Dio, DNA e contemporaneità, canapa bioregionale libera, Santa Ildegarda a Fonte Avellana…

Il Giornaletto di Saul del 18 maggio 2017 – Celebrazione della vita, Minimal Music, Renzi Squallor, origine degli italiani, natura e Dio, DNA e contemporaneità, canapa bioregionale libera, Santa Ildegarda a Fonte Avellana…

Care, cari, tutto il pensiero mediterraneo è orbitato per millenni attorno alla concezione unitaria dell’Universo con la Vita. La realtà sensibile, concreta, stabile, è impersonificata in oggetti solidi (i primi simboli della religiosità sono sassi, pietre, luoghi di passaggio, etc.) fino alle statue ed ai simboli naturali, la religiosità della natura è strettamente interconnessa con la vita nelle sue manifestazioni essenziali: corporeità, sangue, linfa, nascita, morte, sessualità. E la celebrazione della vita avviene da tempo immemorabile in corrispondenza del Solstizio estivo…. – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/17/montecorone-di-zocca-solstizio-estivo-nel-parco-di-roccamalatina-il-24-e-25-giugno-2017-con-la-rete-bioregionale-italiana/

P.S. Quest’anno celebreremo il Solstizio, il 24 e 25 giugno, a Ca’ Lamari di Zocca, nel Parco di Roccamalatina. Vedere il programma all’interno dell’articolo soprastante

Commento di Giulietta Blu – “Caro Paolo, purtroppo quest’anno non potrò essere presente alla celebrazione solstiziale, sono impegnata in Puglia, dove terrò un corso sulla Comunicazione ecologica. Dopo anni di studio ininterrotto, da un po’ sto tenendo seminari a prezzi modici, portando per mano le persone attraverso il viaggio della “Comunicazione Profonda” insegnando la base, unendo tecniche differenti, dando strumenti semplici da usare ogni giorno e in qualsiasi relazione, dalla Comunicazione Empatica di Marshall Rosemberg , alla via del Cerchio di Manitonquat, la Comunicazione Ecologica di Jerome Liss e l’Arte del Processo di Democrazia Profonda di Arnold Mindell (esplorazione dei conflitti, integrazione di parti marginalizzate)…” – Continua in calce al link soprastante

Ascoli Piceno. Minimal Music – Scrive Sara Di Giuseppe: “Hanno 162 anni in due, e Philip Glass e Arvo Pärt potrebbero far proprie le parole di Erik Satie: “Sono venuto al mondo molto giovane in un tempo molto vecchio”. Giovanissima e sorprendente è la musica che s’innalza oggi qui, fra gli archi e i travertini della Chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio, gioiello romanico fra gli innumerevoli che Ascoli non merita, dall’incredibile facciata a riquadri che illumina la piazzetta un tempo incastonata nel verde, poi “riqualificata” e desertificata degli “inutili” alberi…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/05/ascoli-piceno-minimal-music-recensione.html

Sacrificati sull’altare del “buonismo” – Scrive Rino Tripodi: “Un tempo si moriva perché c’era chi credeva in comunismo, fascismo, nazismo. Oggi… per il politicamente corretto”

Renzi Squallor. Da bandiera gialla a maglietta gialla – Scrive Alessandro Robecchi: “La chiamata alle armi viene direttamente dal Capo Renzi, su Facebook, appello accorato e ordine di mobilitazione. L’adunata è per tutti i militanti, dai deputati in giù, che andranno (cito il sacro testo) “Ognuno in un Comune diverso di quelli colpiti dal sisma”. A fare che? “Ad ascoltare, a fare il punto, a portare la testimonianza di un impegno concreto”. Insomma, niente ramazze, stavolta dovrebbero bastare le orecchie. Il Pd vuole “ascoltare” i bisogni delle popolazioni terremotate del Centro Italia. ..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/17/renzi-squallor-da-bandiera-gialla-a-maglietta-gialla-le-disgrazie-come-opportunita-di-marketing/

Commento di Anna Lombroso: “Sparaballe in magliette gialle… è semplicemente il loro solito modo di prenderci per i fondelli, nella convinzione che loro sono furbi e noi grulli, che la menzogna sia una virtù del politico e la dabbenaggine un dovere della plebe, e che la nostra condizione di assoggettati, ricattati, intimoriti ci obblighi a credere alle loro pretese di innocenza, alla loro malinconia di perseguitati dalla macchina del fango che oltraggia perfino i loro affetti filiali”

L’origine degli italiani – Scrive Azione Identitaria: “L’Italia, oltre ad una base paleolitica europea occidentale, è in massima parte stata colonizzata durante il neolitico, da popolazioni europidi mediterranee. In tempi storici i loro discendenti si chiameranno Falisci, Etruschi, Reti, Sardi… a queste si aggiungono genti indo-europee, provenienti dal Centro Europa: in massima parte sono Italici come gli Umbro-Liguri, gli Umbro-Sabini, i Sanniti, i Latini, i Siculi, i Veneti. Un’altra famiglia indoeuropea, strettamente imparentata a quella italica, quella dei Celti..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/identita-genetica-bioregionale-gli.html

Isola d’Elba. Sì ai mufloni – Scrive Serena Ruffilli: “Vogliono eradicare (leggi: ammazzare!) tutti i mufloni dell’isola d’Elba, la mia amata Elba! https://www.change.org/p/caart-coordinamento-associazioni-animaliste-regione-toscana-no-all-eradicazione-del-muflone-elbano-siamo-tutti-alloctoni – Abbiamo aperto una petizione per fermare il massacro di questo splendido e placido animale, che non dà noia a nessuno anzi, riveste un ruolo fondamentale per la pulizia dei terreni boschivi, limitando il rischio di incendi ed è da sempre un valore aggiunto per i turisti che non disdegnano di farsi foto panoramiche con i mufloni nello sfondo…”

Alla Natura nulla importa che un dio esista o non esista – Scrive Guido Dalla Casa: “Le istituzioni che rappresentano Cristianesimo, Ebraismo, Islam sono sempre state in lotta, con fasi alterne e qualche pausa. Queste istituzioni hanno come caratteristiche: – Credono fermamente in un Dio personale ed esterno al mondo, creando un dualismo fortissimo nel pensiero umano (Creatore–creatura o Dio-mondo); – Considerano semplicemente come “ambiente dell’uomo” un complesso di venti-trenta milioni di specie di esseri senzienti, con tutte le relazioni che li legano. Non hanno alcuna considerazione per il mondo naturale, visto come al servizio dell’uomo, essere del tutto privilegiato e “metafisicamente” diverso; – Non si sono ancora accorte che ci troviamo sul terzo pianeta di una stella di media grandezza, lanciata nel braccio esterno di una galassia qualunque, fra miliardi di altre galassie… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/05/che-un-dio-esista-o-non-esista-nulla.html

L’intelligenza del DNA è “contemporanea” – Scrive Deepak Chopra: “L’intelligenza del nostro DNA funziona contemporaneamente nel passato, nel presente e nel futuro. Dal passato prende il progetto originale della vita, dal presente solo piccolissime frazioni di informazioni necessarie al funzionamento delle cellule e riserva al futuro le informazioni che saranno importanti per il nostro futuro. La doppia elicoidale è il magazzino quantum per il nostro futuro; qui il tempo è compresso e riposto fintanto che non diventerà necessario. Al momento che siamo stati concepiti i nostri geni hanno preso il controllo degli eventi della nostra intera vita che avverranno con precisa sequenza. Per esempio le mani sono emerse nell’utero prima in una amorfa massa di cellule, poi in mozziconi che sono poi diventati come delle pinne di pesce, piedi di anfibi, zampe di animali e alla fine mani umane. Queste evoluzioni sono ancora oggi presenti come memorie nei nostri geni, come le mani della nostra infanzia, adolescenza, età adulta, e vecchiaia. A livello quantum noi viviamo tutte queste età nello stesso tempo…”

Puzza di cadavere in tavola – Scrive Franco Libero Manco: “Per capire tutto l’orrore ed il disgusto del mortifero prodotto che è la carne, è necessario partire dall’inferno degli allevamenti intensivi in cui animali, nati per essere liberi e godere dei benefici raggi solari e brucare l’erba verde dei prati, sono stipati fin dalla nascita in gabbie metalliche senza possibilità di movimento, immersi nei loro stessi escrementi, privati di qualunque diritto naturale, come quello di giocare da cuccioli…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/05/17/il-viaggio-della-carne-in-tavola-e-la-puzza-di-cadavere/

Bologna. Canapa Island – Scrive Vegan OK: “Il Vegan Festival si terrà al Sana di Bologna dall’8 all’11 settembre 2017, nel contesto del Canapa Island: nell’isola della sostenibilità. I visitatori di VeganFest si potranno addentrare nel mondo della canapa, pianta che rappresenta una risorsa naturale preziosissima per i suoi numerosi impieghi che non impattano sull’ambiente. Info. info@veganok.com”

La canapa bioregionale deve tornare libera nei nostri campi – Pianta disinquinante, fonte alimentare e tessile e per la produzione di biomassa, etc.. insomma un toccasana per la natura e per l’uomo! Ma alla fine della seconda guerra mondiale, l’Italia fu obbligata ad interrompere la produzione di canapa (le sementi furono cedute alla Francia o distrutte), con la scusa “dichiarata” di attuare il proibizionismo contro le droghe. Avvenne “di fatto” -in seguito alla visita di Alcide De Gasperi negli Usa ed all’entrata dell’Italia nella Nato- che il governo italiano all’inizio degli anni ’50 ne proibisse la coltivazione…” – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/canapa-bioregionale-pianta.html

Ecologia della parola. Libraria – Scrive Massimo Angelini: “Buongiorno Paolo, perché ti so attento alla produzione editoriale di Pentàgora e sensibile ai temi verso i quali sono sensibile, desidero segnalarti il mio ultimo libro “Ecologia della Parola”, che uscirà il 1° di giugno p.v. La traccia che orienta il libro è: ripulire le parole può aiutare a ripulire il pensiero e il modo di vedere le cose. Info. 347.9534511”

Mia rispostina: “Ovviamente se vorrai presentare il libro durante l’incontro collettivo ecologista, di cui ti ho inviato il programma, sei benvenuto. Nel caso confermami la presenza in modo da poter integrare la scaletta…”

Serra Sant’Abbondio. Convegno su Ildegarda di Bingen – Scrive Patrizia Cavallo: “Dal 2 al 4 di giugno 2017, si svolgerà al Monastero di Fonte Avellana (nel comune di Serra Sant’Abbondio, nella provincia di Pesaro e Urbino, alle pendici del Monte Catria), il II Convegno sulla figura di Santa Ildegarda di Bingen, Monaca Benedettina vissuta nel XII secolo, intitolato: ‘Santa Ildegarda: filo d’oro tra terra e cielo’..” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/05/monastero-di-fonte-avellana-dal-2-al-4.html

Alitalia resti all’Italia – Scrive Arrigo Colombo: “Alitalia deve restare la compagnia di bandiera. Non dev’essere né svenduta, in tutto o in parte, né privatizzata,  né mandata in fallimento, la soluzione certo più oscena. Dev’essere affidata ad un gruppo di persone competenti ma soprattutto oneste, ineccepibili nell’onestà, che la reimpostino e la riavviino, costi quel che costi. Questo vale per tante cose italiane perché l’Italia, quanto è grande cattolica tanto è grandemente corrotta, la nazione più corrotta d’Europa, una delle più corrotte del mondo.”

Leva obbligatoria o servizio civile? La discussione è aperta – La riproposizione di una qualche forma di leva obbligatoria declinata in termini di utilizzo dei giovani in ambiti di sicurezza sociale «non è un dibattito obsoleto», tanto che in Europa «si è riaperto non solo in Svezia ma anche in Francia, dove, alle ultime presidenziali, l’argomento è stato toccato da molti candidati, compreso Macron». Lo ha detto il ministro della difesa, Roberta Pinotti, a margine della sfilata degli Alpini,del 15 maggio u.s. a Treviso. Una leva, ha specificato, «non più solo nelle forze armate ma con un servizio civile allargato a tutti»… E voi cosa ne pensate?” Rispondete nei commenti: https://auser-treia.blogspot.it/2017/05/riproposizione-della-leva-obbligatoria.html?showComment=1495041227618#c5842165343427116614

E pure oggi abbiamo chiuso! Ciao, Paolo/Saul

…………………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Il senso di colpa è inutile. Appartiene alla vanità. Quando qualcuno commette un errore e poi ne diventa cosciente, si arricchisce e non si impoverisce (…) Finiamola con la colpevolezza! Non serve assolutamente a niente. Il nostro errore appartiene al passato; ha avuto lo scopo di renderci coscienti: è divino.” (Alejandro Jodorowsky)

……………………..

“Quando una persona parla molto, non è pronta, non è stanca, sta giocando ed è arrabbiata. A quel punto la cosa più utile da fare e’ litigare, bisogna dirgli subito che non c’è nulla da fare e mandarla via. Se capisce tornerà pronta per avere aiuto senza fare giochi, altrimenti avremo tutti risparmiato le nostre forze. Chi parla tanto non vuole niente”. (Bert Hellinger)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Ecopsicologia, USA: hubris 2, via dalla NATO, animalisti versus papa, democrazia o anarchia?, Treia: progetto terra cruda, ecologia: restare uniti…

Il Giornaletto di Saul del 16 maggio 2017 – Ecopsicologia, USA: hubris 2, via dalla NATO, animalisti versus papa, democrazia o anarchia?, Treia: progetto terra cruda, ecologia: restare uniti…

Care, cari, nata dall’incontro tra Ecologia e Psicologia, l’Ecopsicologia si propone di promuovere la crescita personale e un superiore livello di consapevolezza individuale per permettere ad ogni singolo essere umano di essere cittadino del pianeta terra, libero, creativo e responsabile. L’Ecopsicologia mette in relazione la sensibilità dei terapeuti, la conoscenza degli ecologi, l’esperienza e l’etica degli ambientalisti per… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/15/lecopsicologia-che-aiuta-a-vivere-in-societa-ed-in-natura/

Calcata. Tempo di passeggiate nella Valle del Treja – Scrive Alex Raccis: “Il 20 e 21 maggio 2017, partendo dai vicoli di Calcata attraverseremo il Parco, lungo un percorso caratterizzato dalla varietà di ambienti sia naturali che storici, immersi nella vegetazione rigogliosa seguendo il corso del fiume Treja fino ad arrivare alle Cascate di Monte Gelato. Rientro a Calcata con percorso ad anello. Info. 339 6616625”

USA. L’arroganza del potere e la distruzione del pianeta – Dopo aver espropriato e distrutto le pacifiche e libere popolazioni autoctone e fondato gli United States of America, in seguito a una cruenta guerra civile, i nordamericani hanno rivolto le loro mire di conquista verso le stesse nazioni europee di provenienza, oggi tutte inserite nella NATO ed asservite ai voleri statunitensi. Mancherebbe al loro dominio la Russia che è comunque circondata da basi della NATO, e che è vista da Washington come un enorme bottino, dato il vasto territorio sul quale si trovano il 60% delle risorse minerarie della Terra, acqua potabile, terreni agricoli, etc…Se tutto ciò avvenisse sarebbe comunque una “quasi fine del mondo” sia per la Russia che per gli USA e L’Europa. A salvarsi forse sarebbe l’Africa che da continente più povero del mondo ritornerebbe ad essere la “casa” degli ultimi umani (od umanoidi o mutanti in seguito alle radiazioni atomiche). Siamo a livelli di fantascienza geopolitica ma gli americani, “ingenui” come sono, potrebbero pensare di farcela a “vincere” oppure morire tutti come “consigliato” dai loro pard sionisti (“Muoia Sansone con tutti i filistei”)…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/15/hubris-nordamericano-2-muoia-sansone-con-tutti-i-filistei-ecco-il-dettame-della-politica-aggressiva-usa-sionista/

Latina. Un’altra Italia – Scrive Mattinale: “Latina, 16 maggio 2017, Facoltà di Economia, sala A, ore 9. Iniziativa pubblica: ‘Legalità tutta un’altra Italia’ . Partecipa il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra”

Bruxelles. Fuori dalla Nato e dalla guerrafondaia UE – Scrive Teoria e Prassi: “Il prossimo vertice della NATO che si terrà a Bruxelles il 24 e 25 maggio 2017, con la presenza del guerrafondaio Trump, vedrà un’ampia mobilitazione internazionale del movimento popolare per la pace e la democrazia. Noi, membri europei della Conferenza Internazionale di Partiti e Organizzazioni Marxisti-Leninisti, appoggiamo risolutamente l’azione di massa, le marce di protesta e gli incontri che si succederanno per denunciare il ruolo militarista e antipopolare della NATO e della UE…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/bruxelles-24-e-25-maggio-2017-fuori.html

Roma. Visita ai Fori – Scrive Amici del Tevere: “Domenica 21 maggio 2017: il fasto della Roma antica: la riscoperta dei Fori Imperiali. Per lungo tempo sepolti sotto la famigerata Via dei Fori Imperiali i Fori di Cesare, Augusto, Nerva e Traiano si potevano guardare parzialmente dalla strada soprastante. Un nuovo percorso, offre ora l’opportunità di scendere al livello della prima età imperiale. Appuntamento: ore 9.40 alla Colonna Traiana. Info e prenotazioni: 3395852777”

“Conosci te stesso” – Scrive Nereo Villa: “Lavorare su se stessi e cercare di comprendere il senso della nostra vita è in fondo arricchire di sapore il nostro nutrimento immaginativo. Il pericolo di far marcire quel “sale” e quel “lievito” è scongiurato nella misura in cui ci si sa rinnovare e ciò significa indagare dentro di noi il mistero dell’essere. Per far questo occorre davvero un’opera tale che il verme strisciante in terra formi l’angelica farfalla che vola alla giustizia senza schemi…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/04/jahwe-prete-gianni-giano-bifronte.html

I migliori se ne vanno… – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Oliviero Beha, uno dei pochi giornalisti d’inchiesta italiani degno di questo nome, è morto il 13 maggio 2017 a 68 anni per un tumore, dopo aver subito persecuzioni e vero e proprio bossing (che è una forma di mobbing) che lo hanno debilitato a livello psicologico rendendolo depresso e vulnerabile. L’ennesimo segno dei tempi e del grave degrado morale ed istituzionale di questo paese, che penalizza i meritevoli e premia i parassiti…”

Il papa non ama gli animali e men che meno gli animalisti – Scrive Franco Libero Manco: “Il papa invita ad interessarsi solo degli umani (crudeli, guerrafondai, stupratori, assassini, falsi, ipocriti, bugiardi ecc.) invece di animali semplici, leali, miti, generosi ecc., cioè di chi da millenni (anche o soprattutto a causa della Chiesa) ha condannato ad un inferno inimmaginabile miliardi di miliardi di creature innocenti, per soddisfare l’egoismo e la crapula umana. Possibile che questo papa non capisca che l’etica animalista è un una rivoluzione inarrestabile?…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/15/papa-francesco-non-ama-gli-animali-e-men-che-meno-gli-animalisti-parola-di-dio/

Roma. Api amiche – Scrive Zappata Romana: “21 maggio 2017 nell’orto nel Parco dell’Appia Antica, alle ore 10.00: LE API AMICHE DEI BAMBINI, a cura di Emanuela Marchini e Juri Eugeni – Un percorso per avvicinare i bambini, da 0 a tre anni, all’affascinante mondo delle api. Info. hortus.zappataromana@gmail.com”

Democrazia e anarchia. Ontologia e fenomenologia – Scrive Lorenzo Merlo: “Così come ce l’hanno raccontata, come l’abbiamo creduta, la democrazia non è mai stata. L’equilibrio al quale anelava, che pensavamo in fieri non s’è verificato. Nei campi aridi dell’avidità, lo spargimento di giustizia è seme che non ha mai attecchito. Pare che il tempo di rodaggio, non solo sia scaduto, chilometri ne ha fatti e ormai si sente odore d’olio bruciato. E chi, con crescente affanno, insisteva a rabboccarlo, si è stancato. Il sistema sta fondendo. Così ora diviene via via più popolare la consapevolezza che la democrazia non ha il dna perfetto e puro della quale le nostre speranze l’avevano sprovvedutamente investita…” – Continua:
http://retedellereti.blogspot.it/2017/05/democrazia-piccoli-e-grandi-numeri.html

Fiorenzuola D’Arda. Cercasi tesori (culturali) nascosti – Scrive Paolo Mario Buttiglieri: “CERCHIAMO…tesori nascosti. Dipingi, scolpisci, scrivi poesie, racconti, hai pubblicato un libro, gestisci un blog, un sito internet, un gruppo facebook, sei impegnato nel volontariato, pratichi qualche disciplina olistica, fai teatro, qualunque interesse tu abbia il nostro gruppo di lettura è interessato a conoscerti e a far conoscere quel che fai al pubblico di Fiorenzuola e dintorni. Stiamo preparando il programma di giugno-dicembre 2017 se vuoi puoi proporre qualche tua iniziativa. Per maggiori informazioni 347.2983592”

Montecorone di Zocca. Incontro Collettivo Ecologista della Rete Bioregionale Italiana del 24 e 25 giugno 2017 – ….Durante i due giorni dell’Incontro si terranno giri di condivisione, canti, lavori di sostentamento, yoga, passeggiate, degustazioni vegetariane con verdure dell’orto… sarà anche possibile esporre e scambiare le proprie autoproduzioni artigianali ed artistiche: libri, riviste, oggetti d’uso, conserve e oli, profumi, etc. La partecipazione è libera, nel rispetto delle regole di convivenza ecologica e civile, pernottamento in capanne o in sala comune con sacco a pelo o in tenda propria. Per le spese organizzative e per l’ospitalità, si richiede una dignitosa offerta libera… – Continua con programma completo: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/programma-del-collettivo-ecologista.html

Commento di Ferdinando Renzetti: “…quel che volevo dire è che fondamentalmente (anche se molti non lo sanno) sono un artista che ha studiato per fare l’artista, poi quando mi sono reso conto che cosa rappresenta oggi l’arte contemporanea mi sono tirato indietro quasi spaventato così ho iniziato una mia ricerca viaggio facilitazione che puoi leggere nei vari racconti usciti sul Giornaletto di Saul, ho frequentato varie situazioni da genuino clandestino a rainbow family, rive, permacultura. Nel 2005 ho partecipato all’Incontro Bioregionale a Pizzone un sacco di bella gente bel posto ma non mi ha così impressionato riguardo a nuove idee e nuove opportunità di crescita, ecco in un certo senso il bioregionalismo non esiste in quanto tale se non nella mente di quei pochi che ci credono…”

Treia. Lavorare la terra cruda – Auser Treia intende proporre alle scuole primarie e secondarie di Treia un laboratorio per imparare a costruire mattoni di terra cruda e paglia, tento da Ferdinando Renzetti, che possono essere anche colorati ed utilizzati per piccole costruzioni. Il laboratorio, che può essere rivolto anche ad altre fasce d’età scolastica o addirittura a semplici cittadini che volessero apprendere la tecnica di lavorazione, è di facile conduzione e realizzazione… – Continua: http://auser-treia.blogspot.it/2017/05/lavorare-la-terra-cruda-proposta-auser.html

Commento di Caterina: “L’essere umano ha bisogno comunque di “svagarsi” e meglio svagarsi trovandosi in compagnia a fare il sapone o a impastare con la pasta madre o a fare i mattoni in terra cruda che a guardare una partita di pallone in cui i giocatori sono strapagati. Le occasioni di decrescita sono numerose, viene ormai  ”insegnata” ovunque. Nel nostro piccolo anche noi la divulghiamo, ad esempio, con le passeggiate erboristiche e la condivisione delle esperienze. Il problema secondo me è il sistema economico finanziario che comunque ci schiavizza. Non so se e come da questo sistema, si possa uscire, anche a piccoli – grandi numeri…”

Ultime Notizie su Treia – Ieri sera durante la passeggiata scopro che dall’arco della Porta Cassero, nella tarda mattinata, era caduto un mattone o due. Dopo un consulto dei tecnici (durato ore a detta di testimoni) è stato deciso di chiudere la Porta al traffico automobilistico ed anche a quello pedonale. Ora per entrare al centro storico con l’auto bisogna passare da Porta Palestro, mentre i pedoni sono dirottati alle scalette (ripide) a fianco dell’ufficio postale. Ovunque cartelli e segnali stradali che annunciano l’interruzione con l’avviso che le variazioni perdureranno sino a “fine lavori”. Lavori che -per altro- non si sa quando inizieranno… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/05/treia-15-maggio-2017-porta-cassero.html

G7. Migranti fastidiosi allontanati da Taormina – Scrive Franca Oberti: “Ai TG si sono accorti, e hanno dovuto dichiararlo, che i barconi si possono fermare e far tornare indietro. Eh… sì, perché intorno a Taormina la riunione mondiale dei G7 non poteva essere disturbata…. per loro superprotezione, per la plebe superinvasione. Due pesi e due misure! È ora di finirla! Ci raccontano micce e poi si svergognano così”

Commento di S.P.: “…le navi delle ONG, cariche di carne umana, non tornano indietro vengono dirottate in altri porti italiani. E’ chiaro che dietro all’emigrazione di massa c’è qualcosa di misterioso… Quando un barcone entra in acque internazionali parte l’Sos e subito arrivano le navi di soccorso. C’è un business sotto …l’Europa paga per ogni emigrante (ma dietro l’Europa c’è l’Italia che ne versa una quota) ed i centri di accoglienza si arricchiscono, come le ONG e come i venditori di schiavi…”

Ecologia. Restare uniti – Scrive Guido Dalla Casa: “Ci sono tanti movimenti che si occupano dell’ecologia, o della Natura, o degli esseri viventi: sono tutti in qualche modo diversi uno dall’altro, di solito non in contrasto, ma qualche volta anche in disaccordo. Proviamo a trovare un sottofondo comune, un paradigma che li rafforzi tutti e li accomuni, pur nella diversità. Animalisti, vegetariani, salutisti, ambientalisti, attivisti vari, ma quanti sono? Spesso viene usato un linguaggio intuitivo, molte volte si scivola nel solito linguaggio economico, sociale, o politico, a volte – per fortuna – si usa il linguaggio del cuore.. – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/05/ecologia-profonda-come-attuarla.html

E noi restiamo uniti, il più possibile, con benevolenza… Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Non agire è incessante attività. La sua tranquillità è simile all’apparente immobilità di una trottola che gira velocemente. La sua velocità non può essere seguita dall’occhio; così sembra ferma, anche se sta ruotando. Simile è l’apparente inattività del saggio. Ciò va detto perché spesso si scambia la tranquillità per inattività, non è così…” (Ramana Maharshi)

………………………….

“La saggezza è sapere che non sono niente L’amore è sapere che sono tutto. E tra le due la mia vita si muove.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

I miei 8 anni con la Rete Bioregionale Italiana, dal 2010 al 2017


Calcata, estate 2010 – Caterina Regazzi e Paolo D’Arpini

Il mio ingresso nella vita di Paolo D’Arpini ha pressappoco coinciso con la scissione avvenuta nella Rete Bioregionale Italiana, nel 2010. Infatti quando ci siamo conosciuti, l’incontro bioregionale avrebbe dovuto tenersi ad Acquapendente, nel parco di Monte Rufeno, verso la fine di ottobre del 2010. Acquapendente era stata scelta perché lì fu fondata la Rete nella primavera del 1996 e si voleva con questo incontro cercare di appianare le divergenze che si erano venute a creare in merito al problema dell’alimentazione bioregionale. Malgrado la programmazione fosse già in fase avanzata, con contatti presi da parte di Jacqueline Fassero con la direzione del parco per fissare la data e prenotare l’uso delle strutture ricettive, improvvisamente -come un fulmine a ciel sereno- giunsero le dimissioni dell’allora coordinatore della Rete Giuseppe Moretti, immediatamente seguite da quelle di Etain Addey e di altri. La cosa avvenne ai primi di luglio 2010. (vedi: http://paolodarpini.blogspot.it/2010/07/rete-bioregionale-italiana-sunto-della.html).

Essendo stato annullato l’incontro di Monte Rufeno, i membri “residui” della Rete Bioregionale (e qui particolarmente mi riferisco a Paolo) decisero di promuovere un convegno ri-organizzativo, che si tenne il 30 e 31 ottobre 2010 a San Severino Marche, presenti alcuni dei vecchi aderenti (come Felice del Seminasogni) e diversi nuovi, da quello la Rete assunse una nuova forma, ovvero i nodi non furono più definiti territoriali ma tematici, ed il nuovo coordinatore -di fatto- divenne Paolo, che era stato uno dei fondatori della Rete nel 1996. (Resoconto dell’incontro a San Severino Marche: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/11/02/resoconto-dellincontro-annuale-della-rete-bioregionale-italiana-san-severino-marche-30-e-31-ottobre-2010-ecologia-profonda-e-spiritualita-della-natura/ -)

Questo piccola descrizione dell’antefatto, me l’ha suggerita Paolo stesso. Come sapete, io ho poca memoria, in più, avendo vissuto quegli eventi solo di riflesso, non avrei potuto ricordarli bene… Certo che, a parte Paolo, gli altri aderenti, se così li possiamo chiamare, hanno contribuito unicamente alla presenza dando a mala pena un apporto “virtuale” e la carretta ha continuato a tirarla avanti lui, con me come aiutante (scarso, anche perché, secondo me, se non c’è un gruppo di persone coeso ed attivo, cosa si può ottenere? Sprazzi di idee, un modo di vivere che fa fatica a diffondersi).

Le persone che si avvicinano alla Rete lo fanno perché trovano nella figura di Paolo un qualche “appeal”, magari per la sua cultura, il suo modo di raccontare storie, la sua “santità” e saggezza… (molte altre però scappano, non sopportando la sua franchezza e decisione).

Comunque gli incontri, dopo quello di San Severino Marche sono proseguiti ogni anno. Nel 2011 ad Ospitaletto di Marano, a casa di Marco e Valeria, in quell’occasione, in cui ricordo tra i partecipanti Manuel Olivares e Rosa Delgrano, abbiamo avviato il blog “La Rete delle Reti” e quello fu un bel risultato. Eravamo in pochi ma provenienti da varie parti d’Italia (Resoconto: http://retedellereti.blogspot.it/2011/06/resoconto-e-significato-del-17-incontro.html -)

Il 2012 fu l’anno in cui ho “bigiato” l’incontro della Rete (mia figlia stava affrontando l’esame di maturità e non me la son sentita di lasciarla sola), che da quell’anno in poi si è chiamato “Incontro Collettivo Ecologista” e si tenne ad Aprilia. Dai racconti e dalle foto viste deve essere stato un bell’evento, ricco di umanità, proposte ed esperienze. C’erano Daniele Bricchi, Giorgio Vitali e Orazio Fergnani (la coppia più bella del mondo), Riccardo Oliva, Giulietta Blu, Stefano Panzarasa e tanti altri. Insomma, le terre laziali davano nuovo ossigeno e nuove forze. (Resoconto: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/06/non-resoconto-dellincontro-collettivo.html -)

Nel 2013 a Vignola l’incontro fu bello anche se ci furono alcuni piccoli contrattempi. Vennero alcuni “fedelissimi” dal Lazio, come Vittorio Marinelli, più diversi “locali” che ruotano attorno alla “Bifolca”, l’azienda agricola dell’amica Maria Miani che ci ha ospitato e qualche cane sciolto: Pierre Tosi, Linda Guerra, ecc… (Resoconto: http://retedellereti.blogspot.it/2013/06/pensieri-da-vignola-dopo-lincontro.html -)

Nel 2014 a Montesilvano, dal caro amico Michele Meomartino, fu tutto perfetto. Lui è un ottimo cuoco ed il cibo, vegetariano e bioregionale, in questi incontri, è un aspetto niente affatto da sottovalutare. Antonio Onorati di Crocevia ed il biologo Giovanni Damiani ci hanno “onorato” della loro presenza. (Resoconto: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/06/23/resoconto-dellincontro-collettivo-ecologista-montesilvano-21-e-22-giugno-2014/-)

Nel 2015 eravamo a Montecorone di Zocca dall’amico Pietro Rossi. Bella atmosfera, parecchie persone, buon cibo, racconti di esperienze anche forti, ad esempio con Karl, americano ex detenuto in America. (Resoconto: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Resoconto-dell-Incontro-Collettivo-Ecologista-20-21-giugno-a-Montecorone-di-Zocca -)

Nel 2016 siamo stati nel Lazio, a Ronciglione, dal 25 al 26 giugno. Lo scopo era anche quello di far incontrare a Paolo i vecchi amici ed alcuni parenti. Abbiamo trascorso un paio di giorni fra amici sinceri, stringendo nuovi rapporti e rinsaldando i vecchi, perché, per me, come dissi da uno dei primi incontri, l’importante è che venga fuori l’umanità, dimenticando i problemi contingenti di ognuno, ma focalizzandoci su quelli più grandi di noi e per i quali magari non possiamo fare tanto, ma mantenere viva l’attenzione, nostra e altrui, quello si. (Resoconto: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/06/28/resoconto-dellincontro-collettivo-ecologista-ronciglione-25-e-26-giugno-2016-bioregionalismo-vivere-in-modo-gentile-sulla-terra/)

Nel 2017 abbiamo avuto parecchie indecisioni sul luogo in cui incontrarci, poteva essere in provincia di Verona, di Udine, di Arezzo, di Viterbo o di Modena. Poi le opzioni si sono fatte più chiare e abbiamo deciso di tornare dall’amico Pietro a Montecorone. Pietro è una persona gentile ed accogliente, abita in una casa secolare, che si trova nel mezzo del Parco dei Sassi di Roccamalatina, con le sue proprie mani restaurata con pietre e legnami locali, dispone di una foresteria per gli ospiti e di varie capanne nel bosco, coltiva l’orto ed alleva api e galline, si interessa di ecologia profonda ed è un vero riabitante bioregionale, cuoce il suo pane nel forno a legna e conosce bene il territorio, le erbe e gli animali. Siamo perciò molto lieti di poter quest’anno essere suoi ospiti. Intanto rinnoviamo l’invito a partecipare… L’appuntamento è per il 24 e 25 giugno 2017.

Per Info e prenotazioni scrivere a: bioregionalismo.treia@gmail.com

Caterina Regazzi

Referente Rapporto Uomo Animali della Rete Bioregionale Italiana


Logo della Rete Bioregionale Italiana

Articolo collegato: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/06/rete-bioregionale-italiana-carta-degli.html

………………….

Scrive Nino Borrelli a commento dell’articolo: “Trovo la definizione Bioregione una parola composta di senso reale, stimolandomi a pensare che in essa si sviluppano i valori della socialità e dell’economia, disegnando la cultura peculiare dei territori. Per quanto riproponga un sistema all’origine delle civiltà, oggi c’è un bisogno primario e forse avvertito nel sentire comune, più di qualche anno fa. Nell’ampiezza del vostro progetto, credo di poter senza nuocere, contribuire almeno ad insistere su tematiche che personalmente perseguo nel mio itinere, ma che ho avvertito nei miei incontri a tema, messi sempre un po in disparte. Incarnando un approccio di senso diverso, come l’uomo artigiano sa rappresentare, promuovo nel mio essere sociale, il valore dei mestieri, quelli che mettono in stretta relazione la prestazione con la fruizione in uno scambio comunitario virtuoso. È attraverso di essi che avviene la narrazione dei singoli, e la cultura dei popoli. In una decrescita ritengo fondamentale diversificare le potenziali applicazioni, e nell’economia il sistema artigiano non di nicchia ma in una pianificazione ampia, rappresenta l’alternativa al sistema predatorio in atto. Un sentito saluto.”

Commenti disabilitati