Risultato della ricerca:

Celebrazione dell’equinozio d’autunno – Treia: 22 settembre 2019

Il Giornaletto di Saul del 22 settembre 2019 – Celebrazione dell’equinozio d’autunno

Care, cari, oggi celebriamo qui a Treia l’equinozio d’autunno con due importanti eventi ambientali e culturali più uno molto intimo e conviviale. La mattina appuntamento alle ore 9.30 al Circolo VV.TT. (in vicolo Sacchette 15/a) per poi scendere alla Fontanella delle Due Cannelle (in fondo a Porta Montegrappa) da dove ci dirigeremo in macchina alla spianata della Croce della Roccaccia, da lì proseguiremo a piedi per una escursione erboristica accompagnati dalla Sibilla delle Erbe Sonia Baldoni. E’ previsto un picnic in loco (ognuno porta con sé il proprio cibo) durante il pasto si potrà tessere il proprio intento (portare con sé alcuni piccoli gomitoli di lana di diversi colori). In caso di maltempo l’evento si svolge in luogo coperto (telefonare per info: 333.6023090).

Alle ore 17 saremo presso il Centro Adesso Yoga di Via Bellamore 1 (quartiere Borgo) verrà presentato il libro “Sul fondo del Barile” del giornalista e scrittore Lorenzo Merlo di Milano, che sarà presente all’incontro. Data l’importanza di questa presentazione, dal punto di vista sociale ed ambientale, siete particolarmente invitati a partecipare. Qui di seguito una brevissima recensione dei temi trattati nel libro.

Il libro, che offre spunti e a volte chiede attenzione, narra lo sfascio delle ideologie della destra e della sinistra, passa dalla genesi del populismo, scorre i limiti del materialismo e quelli di un’umanità ridotta a economia, non tralascia l’egemonia occulta dei poteri finanziari, critica la scienza meccanicistica, osserva l’avvento del sincretismo tra tradizioni sapienziali e nuova scienza, propone una modalità spirituale per sfruttare la crisi totalizzante: identifica la prospettiva attraverso la quale l’uomo del prossimo paradigma vivrà il mondo. Sul fondo del barile, tra le macerie che tengono in piedi pericolanti facciate del passato, c’è la nuce dell’uomo circolare. Sul fondo del barile ha tre lettori: chi trova conforto alle proprie posizioni. Chi è in cerca del significato di apertura. Chi cerca come svincolarsi dalle proprie chiusure.

Per un maggiore approfondimento qui c’è una recensione più sostanziosa scritta da Guido Dalla Casa, uno dei maggiori esponenti dell’Ecologia Profonda in Italia:  http://retedellereti.blogspot.com/2019/09/sul-fondo-del-barile-crisi-sociale-e.html

Comprenderete da soli che oggi sarò molto impegnato, perché oltre agli accadimenti qui descritti festeggiamo anche il sessantesimo compleanno della mia compagna Caterina Regazzi. La sera verso le 20.30 saremo a casa nostra per una pizzata conviviale seguita da una breve sessione di canti (per partecipazione telefonare allo 0733/216293).

P.S. Apporti culinari vegetariani, bevande e doni sono benvenuti!

Treia. Erbe, alberi e magia con Sonia Baldoni – Il mio primo incontro con Sonia avvenne a Calcata, forse nel 2009, ad una festa di luna piena di luglio. Dopo la consueta passeggiata nella valle del Treja, avevamo predisposto una cerimonia sotto la luna, attorno al fuoco, e lì essa apparve, introdotta dall’amico psicologo Ciro Aurigemma. Dopo aver mangiato le erbe da noi raccolte, e avendo iniziato il giro di condivisione sulle esperienze karmiche con la luna piena, ecco che Sonia propose di fare un’offerta rituale al fuoco e diede ad ognuno di noi una manciatella di erbe e fiori da lei precedentemente mescolati affinché li offrissimo alla fiamma girando intorno al falò. E fu così che iniziai a conoscere anche le virtù magiche delle piante…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/09/21/erbe-alberi-e-magia-con-sonia-baldoni/

Nota. Maria Sonia Baldoni sarà a Treia la mattina del 22 settembre 2019 per partecipare alla Celebrazione dell’equinozio d’autunno. Info: 333.6023090

Ciao, Paolo/Saul

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Elimina la saggezza, abbandona il sapere, e il popolo ne trarrà un beneficio centuplicato” (Tao Te Ching)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Energia entropica e sintropica, Matteo Renzi torna in foresta, salviamo la foresta, Dalai Lama controcorrente, ecologia sociale e di genere, stai dove sei…

Il Giornaletto di Saul del 18 settembre 2019 – Energia entropica e sintropica, Matteo Renzi torna in foresta, salviamo la foresta, Dalai Lama controcorrente, ecologia sociale e di genere, stai dove sei…

Care, cari, sulla base della teoria unitaria del mondo fisico e biologico in natura esistono due opposte tendenze. Una entropica, verso la degradazione ed il livellamento, caratteristica dei fenomeni fisici, ed una opposta tendenza sintropica verso l’organizzazione e la differenziazione, caratteristica dei fenomeni biologici. Tale doppia tendenza si manifesta a tutti i livelli, e dalla lotta tra l’ordine ed il disordine ha origine il divenire… – Continua: http://www.lteconomy.it/blog/2019/09/17/lesistenza-e-un-alternarsi-di-energia-entropica-e-sintropica/

Commento di Sri Krishna: “È meglio compiere il proprio dharma, il proprio dovere, seppure in modo imperfetto, che compiere il dharma di un altro. È meglio fallire seguendo il proprio dharma piuttosto che compiere il dovere di un altro, poiché seguire la via altrui è pericoloso”

Salutiamo il giorno del gufo: 17 settembre 2019 – Da fonti dirette apprendiamo che Matteo Renzi ha deciso di scindersi dal PD.  Lo annuncia egli stesso su Twitter con queste parole emblematiche: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta. Ed è per questo che sono diverso” (Matteo Renzi @matteorenzi – Senatore di Firenze). Ma la scissione era nell’aria sin dal successo di Zingaretti alle ultime primarie per l’elezione del segretario. (…)  Furbetto quel renzie, come ai tempi di “lascia o raddoppia”, ma non intelligente e nemmeno onesto con il partito che lo ha accolto fornendogli l’occasione di un momento di gloria con una formidabile ascesa ripagata da lui con una altrettanto formidabile caduta. Si vede che renzie doveva essere la nemesi del PD, il continuatore dell’opera di Rutelli e Veltroni diretta al definitivo annichilimento di quello che fu un partito popolare e di sinistra… – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/09/avevano-ragione-i-gufi-matteo-renzi.html

Stop al biodiesel – Scrive Salviamo la Foresta: “Circa due terzi delle importazioni europee di olio di palma e soia stanno mandando in fumo le foreste tropicali.  Le foreste del Sud-Est Asiatico e dell’America Latina sono rase al suolo per dare spazio a piantagioni che dovrebbero soddisfare la richiesta europea di carburanti definiti ‘verdi’, in alternativa a quelli fossili tradizionali. L’Unione Europea vuole eliminare l’olio di palma entro il 2030; ma la distruzione delle foreste va fermata subito!…”

Lecce – Teatro Apollo, ore 10. VI edizione delle Giornate del lavoro ‘Il cambiamento è’ – dibattito ‘Il welfare da ripensare, necessità e opportunità in una società che invecchia’. Partecipano il segretario generale della Cgil Maurizio Landini e il segretario confederale Roberto Ghiselli”

Dalai Lama controcorrente – Scrive Maria Doss: “…«Anche da un punto di vista morale», il Dalai Lama è convinto che «i rifugiati dovrebbero essere ammessi soltanto temporaneamente» e «l’obiettivo dovrebbe essere che ritornino e aiutino a ricostruire i loro Paesi». L’argomento è scottante, il terreno è scivoloso, ma lui non ha avuto paura a dichiararlo pubblicamente…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2016/06/il-dalai-lama-redarguisce-il-papa-e-la.html

Commento di F.F.: “Qualcuno si sta accorgendo che esiste un problema nei confronti delle donne europee proveniente dall’immigrazione di maschi allogeni nei nostri paesi. Perché questi hanno un obiettivo chiaro, la conquista della donna “bianca”. Perché loro – a differenza di noi – non sono menomati mentalmente (si fa per dire)…” – Continua in calce al link soprastante

Ecologia sociale e di genere… – Se la scomparsa delle “donne vere” è dovuta alla presenza massiccia delle donne completamente rifatte o ridotte a soprammobile, o “ri-settate” (come si dice nel web), ci si potrebbe chiedere se con l’invasione dei trans, etc. non stia scomparendo anche l’uomo! L’uomo inteso in generale, come individuo pensante, che ha delle cose da dire e delle riflessioni da fare, a prescindere dal suo corpo, che sia nudo o vestito, che sia naturale o rifatto, che sia in vendita o no, che sia trans o no. Smettiamola di essere dei passivi mutanti. Qualcuno ci sta iniettando un virus: crediamo che stiano “liberando” i nostri corpi e i nostri costumi” e invece stanno mutando le nostre menti e le nostre coscienze, rendendoci simili a burattini… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2016/09/ecologia-sociale-e-di-genere-maschile-o.html

Commento di Tiziana Livi: “Fa bene al cuore e alla mente ascoltare e leggere di tanto in tanto riflessioni che dovrebbero essere normali ma che in quest’epoca risultano straordinarie, perché contrapposte al solito pensiero comune e dominante. Purtroppo imitato e seguito…”

Stai dove sei… – Vivere lontano dal proprio “Centro”, che è il ponte che unisce la nostra esistenza individuale con quella Universale, corrisponde al sentirsi separati, “gettati su questo mondo” –usando le parole di Sartre. Da ciò deriva una condizione di perenne inquietudine, che cerchiamo di soddisfare con i desideri e le scelte, ma il risultato è solo frustrazione, paura, incertezza e lotta… ed è una lotta che conosce solo sconfitta! Infatti come ci si può ribellare o tentare di modificare la vita quando noi stessi siamo una sua emanazione?… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2018/09/stay-where-you-are-without-thoughts.html

Ciao, Paolo/Saul

………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Meriterà il nome di uomo e potrà contare su ciò che è stato preparato per lui dall’Alto, solo colui che avrà saputo acquisire i dati necessari per conservare indenni sia il lupo sia l’agnello che gli sono stati affidati.” (Georges Ivanovič Gurdjieff)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Le TAP sono tante… lungo il percorso della decadenza e dell’irreversibilità

La Rete Ambientalista scrive: “Via libera del nuovo governo al TAP. In continuità con l’esecutivo precedente, con l’allungamento della scadenza della illegittima Valutazione ambientale, fila liscia la costruzione del mega gasdotto (600 Km), sulla base di presunte penalità poi smentite dagli stessi uffici ministeriali, nonostante le innumerevoli criticità nell’area marina protetta e le due indagini penali in corso che convergono sulla mancata valutazione degli effetti cumulativi dell’intera opera: assenza di autorizzazioni ambientali, idrogeologiche, paesaggistiche ed edilizie…”

Ecco la ri-conferma che nella politica, originata dai partiti, e nella burocrazia, in tutte le pieghe organizzative della sussidiarietà verticale, che governa l’assetto amministrativo della Repubblica Italiana, le TAP sono tante ed emblematiche. Anche i fondi europei e i bandi che ne derivano, sviluppano una parcellizzazione organica della società, che porta a dividere in miriadi di organismi giuridici la torta degli studi, delle ricerche, della didattica ecc., senza produrre interventi utili al recupero ambientale effettivo, se non in direzioni pesate dalla convenienza, e di ogni specie.

Eppure l’economia circolare, l’ecologia profonda, la decrescita felice, fino alla pace e alla quiete del bioregionalismo, provano a indicare una strada, quando è la distopia il pane nel piatto della vita.

Nel senso, che è sacro l’obiettivo del benessere nella pace, ma non è alla portata dell’Umanità, per come è il modello artificiale del neoliberismo che lo sostiene. Penso alla Valle del Sacco e ad Augusta, al Pfaf contenuto nell’acquedotto di Vicenza, all’Ilva di Taranto…ai vaccini e all’autismo che autismo non è, ma è una cosa nuova che gli somiglia, alle statistiche sulla nascite di un bambino con quella sindrome ogni 90 nascite, ai morti per le molteplici e nuove forme di cancro che, strano a pensarlo, il sistema immunitario, evoluto assieme alla distruzione dell’ambiente, non riconosce più come intruso.

Così, la decadenza scivola verso l’irreversibilità e l’Io non riesce a tradursi in Noi, richiamando dalla sfera emotiva, ancestrale, le risorse etiche della coscienza comune, per riconoscere che il campo è diviso irrimediabilmente tra pastori e garzoni dei pastori, mentre il gregge umano pascola, avendo tra loro cani pastore che obbediscono ai garzoni.

Un appello, gridato con la forza del cuore e della ragione: approfittiamo di una nuova sensibilità collettiva, che è entrata nel nostro sistema cognitivo, avvertito sul piano emotivo dalle tante mancanze subite, fino al diritto ai diritti, nonostante siano garantiti dalla Costituzione e sul piano globale, dalle Carte sui diritti umani.

Un appello per costruire tra noi un processo di aggregazione, che tratti di bellezza e benessere, cominciando qui, a casa nostra. Sembra stridente dirlo, cominciando tra noi, in qualità di pensionati, lavoratori, imprenditori, professionisti. Cioè, cominciamo dai contribuenti italiani che consentono allo Stato di produrre la sua previsione finanziaria annuale e il bilancio che l’accompagna, caricandoci di sopportarne le spese, indebitandoci, senza avvertire che finanziamo la ricchezza di altri, per esempio, attraverso la TAP, come emblema di quel che capita ogni giorno e per 365 giorni l’anno.

Perché è giusto che il punto di partenza sia la capacità, da radicare nell’anima di ciascuno di noi contribuenti, consapevoli di poter arrivare ad essere 41 milioni, di riconoscere che lo “Stato siamo Noi”, come diceva Pietro Calamandrei e se siamo “Popolo sovrano”, per Costituzione, significa che sul piano culturale, sociale, economico, ambientale, politico, nulla ci è precluso, neanche fare a meno di questa classe politica eterodiretta. Per farlo, però, occorre essere attrezzati sul piano culturale, della volontà di agire in comune e sul piano infrastrutturale, intessendo metodologia, a nostra volta, induttiva.

Cioè, utilizzare i medesimi strumenti che ci costringono al pascolo obbligato, ma per uscirne, in pace e senza strappi. Come? Parliamone, costruendo un nucleo iniziale che sappia astrarsi da sé, per concentrasi sul metodo. Non sfugga che il metodo ha in sé la capacità di riassorbire gli esclusi per mancanza di denaro, gli attuali non contribuenti, assieme ai concittadini, che non possono per cause fisiche e psichiche e che abbisognano di cura, per sé e per le loro famiglie.

Che la buona vita sia con voi.

Giovanni Tomei – gtomei@advocacy.it

Articolo collegato: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/08/tap-storia-di-un-gasdotto-che-viaggia.html

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Ecologia sociale, Conte 2.0, Marche: stop alla plastica monouso, Taoismo: la religione senza Dio, la forza del destino, tra Apollo Sorano e Nisargadatta Maharaj…

Il Giornaletto di Saul del 10 settembre 2019 – Ecologia sociale, Conte 2.0, Marche: stop alla plastica monouso, Taoismo: la religione senza Dio, la forza del destino, tra Apollo Sorano e Nisargadatta Maharaj…

Care, cari, il ripristino della “famiglia allargata” è una delle soluzioni possibili al deterioramento sociale e della unione matrimoniale monogama che tanti danni sta procurando alla società. I primi danni sono avvenuti attraverso lo scollamento familiare che, con il deteriorarsi del sistema patriarcale, sta trascinando la società umana in un imbarbarimento di rapporti inter-familiari. In questa società consumista i due genitori perlopiù lavorano entrambi all’esterno della casa, per motivi economici o di “emancipazione” femminile, come si dice oggi… Il risultato è che la prole -se non è completamente assente perché da fastidio al menage- viene abbandonata a  se stessa, in istituti od in mano a baby sitters o davanti al televisore a rimbambirsi. Gli anziani, che una volta svolgevano all’interno della famiglia un importante ruolo di mantenimento della cultura e di assistenza ai giovani, sono anch’essi emarginati e ridotti all’ospizio o se tenuti in casa sono visti come mera fonte di guadagno, per via delle pensioni, e non possono esercitare il ruolo che la natura sin dai tempi più antichi aveva loro concesso, quello di trasmettitori della saggezza popolare… – Continua: http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/2011/11/24/bioregionalismo_ed_ecologia_so.html

P.S. – La misoginia, che porta a punire le donne, deriva dall’insana invenzione contenuta nel “libro di pietra” in cui esse sono rese responsabili di un “ipotetico” peccato originale. Povera umanità schiava di un dio maschilista, crudele e settario”

Commento di E.L.: “Sei sempre un grande poeta-filosofo….i tuoi scritti sono pieni di una saggezza ormai persa. Grazie!”

Commento di Vittorio Marinelli: “In effetti, nelle vecchie famiglie che è ancora possibile nei paesi poveri, c’è tutta una rete assistenziale che provvede ai figli. Lo stesso succede nei piccoli paesi dove tutti si conoscono e i bambini sono liberi di andarsene a passeggio perché comunque sono controllati. Insomma, la famiglia nucleare e la grande città hanno determinato un peggioramento delle condizioni di vita…”

Regione Marche. Stop alla plastica monouso – Scrive Arpat: “La legge regionale delle Marche n. 27 del 1 agosto 2019 “Norme per la riduzione dei rifiuti derivanti dai prodotti realizzati in plastica” prevede il divieto di utilizzo di prodotti in plastica monouso, quali: bastoncini cotonati e cannucce che non rispettano i criteri normativi per questi prodotti; piatti e posate in plastica usa e getta; agitatori per bevande… – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2019/09/regione-marche-varata-una-legge.html

Avigliana. Casa Comune – Scrive Mirta Da Pra: “Casacomune è un’associazione dedicata alla promozione scientifica, culturale ed etica dei valori espressi dall’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco. L’associazione, nata dal Gruppo Abele e da Libera, intende promuovere i valori e le azioni dell’ecologia integrale e della giustizia sociale. Vista l’affinità con il lavoro da voi svolto, le chiedo di promuovere il nostro corso “Preservare, custodire e coltivare” che si terrà presso la Certosa 1515 di Avigliana (TO). – Info: Tel. 0113841049; casacomune.laudatoqui@gmail.com

Spiritualità laica. Taoismo, la religione senza un “Dio” – …Se il Tao al nostro percepire determinista appare come un “nulla”, che per noi corrisponde alla corsa verso il vuoto del sé, esso contemporaneamente segna il ritorno beato nella matrice naturalistica, basata sul silenzio della mente, che attira e proietta l’esperienza del pensiero empirico e poi lo riassorbe nel nulla da cui proviene. Questa kenosi del Tao procede per sua propria natura e non presuppone alcuna volontà creatrice o distruttrice. E da qui si comprende la non valutazione taoista per un Dio personale… – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2017/09/spiritualita-laica-o-naturale-lesempio.html

Treia. Celebrazione vegetariana – Il 12 settembre 2019, nella ricorrenza della nascita della Società Vegetariana (fondata dal filosofo Aldo Capitini il 12 settembre del 1952) si organizza a Treia una passeggiata ecologista, lungo le scarpate sotto le mura. Durante il percorso forse potremo scoprire diverse cosucce interessanti, reperite nel supermercato della natura: fichi, rosa canina, ultime more, nespole, prugnoli… tutte cose gratuite, buone e… vegetariane. Info: 0733/216293

Conte 2.0. “L’è tutto sbagliato…” – Scrive NPCI: “In cosa il governo Conte 2 si distingue dal governo Conte 1? Quale sarà il ruolo del nuovo governo nella lotta tra le classi in corso nel nostro paese? Cosa faremo noi membri del (n)PCI e tutti quelli che vogliono porre fine alla devastazione del pianeta, alla delocalizzazione di aziende e alla distruzione dell’apparato produttivo industriale e agricolo, alle grandi opere inutili e dannose per la massa della popolazione, alla privatizzazione dei servizi pubblici, all’austerità per le masse popolari, all’oppressione e discriminazione delle donne, alle guerre e alle altre manifestazioni del catastrofico corso delle cose?…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/09/09/conte-2-0-le-tutto-sbagliato-le-tutto-da-rifare/

Talamona. Concorso per bande giovanili – Scrive Società Filarmonica: “La Società Filarmonica di Talamona (SO) annuncia il 4° Concorso per Bande Giovanili che si svolgerà a Talamona nei giorni 18 e 19 Aprile 2020. Scopo della manifestazione è quello di offrire alle Scuole musicali un’occasione di confronto e di valorizzazione del fondamentale ruolo che queste organizzazioni rivestono, nella formazione sociale e culturale dei giovani. Info: 348.3937726 ”

La mente e la forza del destino – Tutti i pensieri sono passeggeri ed effimeri ma alcuni rappresentano positivamente “quella forza” che spingerà successivamente la “persona” ad attuare quanto è stabilito nel suo destino. La meditazione consente di far chiarezza fra quelle che sono semplici proiezioni immaginarie o problemi inventati e quei pensieri che invece definiscono in germe “il veniente”… ciò che deve accadere. La creazione di problemi “fittizi” è uno degli aspetti della mente… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/09/09/riflessioni-spirituali-davanti-al-camino-acceso-di-treia/

Monterotondo. Donne – Scrive Antonella Pedicelli: “Il Melograno di Monterotondo è presenta la proiezione di ‘AMARANTO’, delle registe Emanuela Moroni e Manuela Cannone, il 16 settembre 2019 alle 21, al cinema Mancini. ‘Amaranto’ racconta cinque storie di vite lontane da scelte convenzionali: Verena Schmid, ostetrica promotrice del parto naturale, Franco Lorenzoni, maestro di scuola elementare, Etain Addey, contadina, scrittrice ed esponente del bioregionalismo, Alida Nepa del cohousing San Giorgio di Ferrara e Saviana Parodi, biologa e permacultrice.”

Tra Apollo Sorano e Nisargadatta Maharaj – Durante un pellegrinaggio, compiuto il 27 settembre 2009 sulla cima del monte sacro Soratte, da una mia accompagnatrice mi fu rivolta a bruciapelo la domanda “…ma tu hai raggiunto te stesso?”. In quel momento sentii che in qualsiasi modo avessi risposto sarebbe stato improprio, poiché se avessi detto di sì tale affermazione avrebbe implicato l’esistenza di un “io” che afferma di aver raggiunto se stesso (ovvero l’io inferiore che giunge all’Io superiore come intendeva la questionante). Se avessi detto di no avrei comunque negato una verità evidente… come possiamo non essere il Sé, sempre e comunque? – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2014/05/spiritualita-laica-sul-monte-soratte.html

Ciao, Paolo/Saul

……………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il processo dell’individualizzazione della coscienza è la funzione della mente. La mente è la capacità riflettente della coscienza che assume su di sé il compito dell’oggettivazione e quindi della creazione del cosiddetto mondo delle forme. L’esteriorizzazione è la sua tendenza.” (Saul Arpino)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Troppa grazia zio Sam, la crisi come occasione di scelta, la vera spiritualità è laica, prima della religione, 1939: l’invasione della Polonia rivisitata, ultimo messaggio di San Francesco…

Il Giornaletto di Saul del 27 agosto 2019 – Troppa grazia zio Sam, la crisi come occasione di scelta, la vera spiritualità è laica, prima della religione, 1939: l’invasione della Polonia rivisitata, ultimo messaggio di San Francesco…

Care, cari, “Pace, sicurezza, stabilità, sovranità, ed integrità territoriale”. Considerate tali parole che gli USA utilizzano per giustificare le proprie sanzioni alla Russia, e pensate ancora a cosa sta succedendo nel mondo in questi ultimi trenta anni. Gli USA e i suoi alleati si sono preoccupati della “sovranità e integrità territoriale” della Repubblica Federale di Jugoslavia quando bombardarono il Paese per 78 giorni nel 1999, per conquistare e raggiungere “l’indipendenza” del Kosovo? Gli USA e i suoi alleati si sono preoccupati della “pace, sicurezza e stabilità” quando hanno illegalmente invaso l’Irak nel 2003, facendo sprofondare il Paese nel caos e in un bagno di sangue, con la carneficina che continua ai nostri giorni? Si sono preoccupati di queste cose molto nobili quando hanno bombardato la Libia, un Paese con i più alti standard di vita nell’intera Africa, rispedita all’Età della Pietra, nel 2011? O nei loro tentativi di destabilizzare e balcanizzare la Repubblica Araba Siriana? Gli USA amano punire altri Paesi, ma non hanno l’autorità legale né morale di essere il giudice, giuria e boia mondiale. E’ giunto il momento che siano tenuti a rispettare gli stessi standard che essi chiedono agli altri, e quando opportuno, che siano soggetti alle stesse pene… (Neil Clark)

La crisi come occasione – La crisi non va solamente intesa nel suo significato comune ma può anche indicare: “l’attimo della scelta, quel momento meraviglioso in cui la gente all’improvviso si rende conto delle gabbie nelle quali si è rinchiusa e della possibilità di vivere in maniera diversa”. Difatti lo stesso termine “crisi “, nella sua origine greca significa “decisione”… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2014/03/ecologia-profonda-e-bioregionalimo.html

Commento di J.J.B.: “Nemmeno il ragionamento più “razionale” potrà mai essere “giusto” al 100%. La certezza della “giustezza”, dell’incontrovertibilità della “ragione” è un pensiero ottuso. Molti ancora ciecamente vi si affidano. Però vi sono stati scienziati come Bohm, Planck ed altri che hanno addirittura messo in discussione il principio della causa-effetto… Concetti come “matematicamente certo” “scientificamente provato” appartengono ormai al passato…”

La via di mezzo. Prima della religione – La nostra vera natura spirituale, se ascoltata con rispetto, è aldilà del dualismo. Purtroppo lo schema mentale delle religioni continua ad offuscare la semplice coscienza di esistere, di appartenere ad un tutto inscindibile di cui siamo parte integrante. Prima ancora di essere cristiani, maomettani o buddisti, noi siamo coscienza ma tale consapevolezza è talmente offuscata che le nostre intrinseche qualità vengono sommerse da una pletora di idee, costrizioni e strutturazioni precostituite da vari credo religiosi… – Continua con testo bilingue: https://bioregionalismo.blogspot.com/2018/03/the-middle-way-is-in-lay-spirituality.html

Governo di scopo (per l’inferno) – Scrive Alsessio Trovato: “Ipotesi di governo di scopo, o come lo volete chiamare. Un governo che fa il minimo indispensabile e che non disturba nessuno, soprattutto a livello internazionale. Un limbo nel quale tutti danno la colpa di tutto agli altri e alle elezioni successive vince chi è riuscito ad insultare di più e fare più populismo. Intanto ti prendi le ONG, continui a fare le sanzioni a chi ti dicono di farle, partecipi a tutte le attività NATO, compri gli F-35, stai zitto e buono. L’ipotesi non sarà quella più vantaggiosa per il popolo ma quella preferita da spread, mercati, contesto internazionale, alleati euroatlantici e UE…”

Il nome della Spiritualità Laica: “pura consapevolezza” – Scrive Romeo Lucioni: “La spiritualità che caratterizza il genere-umano è intesa dal buddismo-zen come “…pura consapevolezza”. Ciò significa che la spiritualità è in sé un sentimento laico, quindi non legato a nessun contesto religioso o sociale…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2019/08/26/il-nome-della-spiritualita-laica-%e2%80%a6-pura-consapevolezza%e2%80%9d/

Mio commentino: “…nel discorso spirituale quel che conta maggiormente, secondo il mio criterio, è la condivisione di esperienze e la tua lettera mi sembra in sintonia con questo agire costruttivo e concreto. Ti ringrazio e benvenuto nel “movimento” della spiritualità laica….” – Continua in calce al link soprastante

1939. L’invasione della Polonia rivisitata – Scrive Aldo Calcidese: “Uno dei cavalli di battaglia dei pennivendoli del sistema capitalista-imperialista è il patto Molotov-Ribbentrop firmato fra l’Unione Sovietica e la Germania nazista, presentato come ”l’alleanza fra due dittatori”. Voglio sottolineare come certi ‘’storici” ”dimenticano” di parlare di tutti i tentativi fatti dal governo sovietico, già a partire dal 1925, per promuovere una coalizione che potesse opporsi alla politica guerrafondaia delle potenze fasciste. Tutte le proposte sovietiche vennero respinte dai governi della Gran Bretagna e della Francia, che sognavano di scagliare la belva fascista contro il primo Stato proletario…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2019/08/svastica-e-falce-e-martello-non-sono-la.html

Nota – La cricca reazionaria che dirige l’Unione Europea sta portando avanti da tempo un mostruoso disegno: quello di mettere sullo stesso piano il simbolo degli assassini e dei torturatori fascisti (la svastica) e il simbolo delle lotte per l’ emancipazione dei lavoratori, per la libertà, per la giustizia sociale (la falce e il martello). Si parla di ”regimi totalitari” per mettere sullo stesso piano le dittature fasciste e i regimi socialisti. Per realizzare questo disegno vengono utilizzati, distorcendoli, vari avvenimenti storici.

Ultimo messaggio di San Francesco – Quando Francesco morì, Frate Rufino consegnò a Chiara, che restò con il Santo fino all’ultimo, la sua bisaccia. Quando Chiara l’aprì, all’interno c’era la sua ciotola di legno, il suo cucchiaio, alcuni semi, una penna, un piccolo vaso d’inchiostro, e poi una pergamena più volte ripiegata, tutta accartocciata. Con le mani che le tremavano Chiara dispiegò la pergamena e decifrò le goffe lettere che Francesco aveva faticosamente vergato negli ultimi istanti della sua vita… e non poté mai più dimenticarne il contenuto!… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2019/08/26/ultimo-messaggio-di-san-francesco-a-santa-chiara/

Ciao, Paolo/Saul

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Quello che viene non ha nessuna importanza – buono, cattivo, sacro, profano. Chi può dire: «Questo è bene; questo è male»? – è tutto finito. Si è come ricondotti alla sorgente. Ci si ritrova in quello stato di coscienza puro, primordiale, che potete chiamare consapevolezza o come vi pare. In quello stato le cose accadono, ma non c’è nessuno che ne sia interessato, che presti loro attenzione. Vanno e vengono così, come lo scorrere delle acque del Gange..” (U.G.)

Commenti disabilitati