Risultato della ricerca:

11/9: sono stati gli extraterrestri, Firenze a luci rosse, Senigallia: frammenti della vacanza di Caterina, Siria a pezzi, santoni e miracoli, ecopsicologia…

Il Giornaletto di Saul del 11 settembre 2017 – 11/9: sono stati gli extraterrestri, Firenze a luci rosse, Senigallia: frammenti della vacanza di Caterina, Siria a pezzi, santoni e miracoli, ecopsicologia…

Care, cari, non mi sono dimenticato della grande “beffa” dell’11/9. E sento il dovere di ricordare qualcosa di quanto accadde in quel non lontano 2001. L’11 settembre di quell’anno due grattacieli di New York, costruiti in cemento armato con intelaiature di acciaio durissimo, si sbriciolarono su se stessi in minuta polvere bianca senza toccare altri fabbricati. Il governo degli Stati Uniti disse che a causare il crollo e la morte di migliaia di persone che si trovavano nelle strutture furono due aeroplanini di linea, “dirottati da terroristi”, che si schiantarono sui fabbricati. Lasciati indenni dai caccia statunitensi che pur li avevano intercettati. Uhu, uhh… Quando quel giorno mi telefonò al Circolo Vegetariano (che allora aveva sede a Calcata) il caporedattore del Messaggero (edizione di Viterbo) per chiedermi un parere sull’appena avvenuto “attentato” alle twin towers (torri gemelle) gli risposi: “sono stati gli extraterrestri”… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/09/10/il-circolo-vegetariano-vv-tt-e-la-grande-beffa-dell11-settembre-2001/comment-page-1/#comment-312

P.S. E pensare che Donald Trump impostò la campagna elettorale dicendo che “se fosse stato eletto presidente avrebbe rivelato la verità sull’11/9”, avete sentito niente voi? Eppure le Torri Gemelle gliele vendette lui a Silverstein…”

Scrive Attilio Augusto Angellotti a commento integrazione dell’articolo: “Larry Silverstein, in neo proprietario delle Torri Gemelle, già 6 settimane prima dell’11 settembre, firmò il contratto esattamente il 24 luglio 2001, mentre si trovava in ospedale sotto morfina in seguito a un incidente stradale, e per firmare obbligò i medici a sospendergli la morfina. Aveva evidentemente una fretta terribile uscita fuori all’improvviso visto che le Due Torri erano in vendita da 7-8 anni e lui le aveva lì sotto il naso visto che era il proprietario del WTC7, l’edificio 7, il terzo grattacielo crollato per “solidarietà” nel pomeriggio dell’11 settembre. Inoltre diciamo che Silverstein la mattina degli attentati, che gli fruttarono ben 4.550.000.000 dall’assicurazione da lui stipulata contro gli attentati, aveva una colazione di lavoro al ristorante mi sembra al piano 87-88 della torre nord ma a quella colazione non si presentò perché la moglie Clara quella mattina aveva preso per lui un appuntamento dal dermatologo a sua insaputa e lo costrinse ad andarci. Tutte le persone presenti in quel ristorante quella mattina sono morte…”

Il punto di vista di Paul Craig Roberts: “l’11 settembre 2001, alcuni musulmani, principalmente arabi, avrebbero inferto la più grande umiliazione ad una superpotenza dai tempi di Davide contro Golia. Avrebbero beffato tutte le 17 agenzie di intelligence statunitensi oltre a quelle di NATO e Israele, il Consiglio di Sicurezza Nazionale, l’Amministrazione della Sicurezza dei Trasporti, il Controllo del Traffico Aereo e Dick Cheney, dirottato quattro aerei di linea americani in una mattina, abbattuto tre grattacieli del World Trade Center, distrutto parte del Pentagono dove si stavano facendo ricerche su 2.3 trilioni di dollari mancanti ed indotto gli idioti a Washington ad incolpare l’Afghanistan… È una storia credibile?” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/10/il-punto-di-vista-di-paul-craig-roberts-teoria-della-cospirazione-ed-i-fatti-di-new-york-dell11-settembre-2001/

Commento integrazione di Adriano Colafrancesco: “Dopo anni di rumorosissimo silenzio, spezzato solo, qua e là, nel tempo da sprezzanti battute di denigrazione nei confronti dei cosiddetti “complottisti”, forse è davvero venuto il momento, o almeno lo speriamo, del crollo delle Triad’s Towers della disinformazione…” – Continua in calce al link soprastante

Firenze a luci rosse – “Da parecchio non si sentivano più storielle piccanti in città, dalla dipartita del solito compagno di merende, finalmente il vuoto è stato colmato. Merito di due carabinieri che hanno vissuto una notte infuocata (si fa per dire), fuori ordinanza, con due ragazze americane, su di giri. Ma l’indomani mattina le ragazze, più sobrie, si sono ricordate che,  essendo ubriache, non erano proprio in sentimenti, insomma non avevano consapevolmente desiderato quell’incontro e quel che era successo con i due militari e quindi hanno ritenuto opportuno denunciarli per violenza carnale. I due carabinieri, entrambi nel frattempo sospesi dal servizio, hanno ammesso di aver avuto rapporti sessuali, aggiungendo però che le “ragazze ci stavano”….” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/09/altro-stupro-altro-regalo-firenze-luci.html

Commento di Roberto Tumbarello: “Violentare gli è venuto più facile perché la divisa rassicura le vittime. Esulta la Boldrini. Ormai lo stupro è un must del millennio. Non passa giorno che non se ne commetta uno. L’Arma non vuole essere seconda a nessuno…” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Alma Macuzzi: “Premesso che prima di saperne di più è un po’ difficile commentare ma tutto lascia pensare che i due carabinieri, al di la della volontarietà o meno del rapporto, non siano affidabili neppure come spazzini. Infatti, anche se resta difficile capire il motivo per il quale le due ragazze (magari “spinellate” come ogni frequentatrice di discoteca che si rispetti), pur sapendoli in servizio li abbiano invitati ad entrare (e loro ad accettare) insormontabile, a lume di logica, è il comprendere perché i due abbiano iniziato le loro avances, uno in ascensore e l’altro sulle scale (con l’evidente e probabile rischio di esser scorti da terzi) invece di attendere di esser nell’appartamento delle ragazze…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di U.T.: “L’assicurazione contro lo stupro mi preoccupa un po’ se penso a tutti gli incidenti auto fatti per frodare l’assicurazione…”

Senigallia. Frammenti di una vacanza settembrina – Scrive Caterina Regazzi: “Senigallia, 5 settembre 2017. Stamattina finalmente sono riuscita a stare al mare, con tanto di passeggiata sulla “spiaggia di velluto”. E’ di velluto davvero, niente a che vedere con i sassolini di Porto Recanati o con gli scogli di tanti mari che, nella mia vita, ho visitato. Ho notato con piacere (o forse mi dovrei preoccupare?) la presenza sulla battigia, di numerosissimi gusci di vongole….” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/09/senigallia-frammenti-di-una-vacanza.html

Corea del nord. Per fortuna c’è Razzi – Scrive R.T.: “Troppe bugie. Si mette paura alla povera gente perché non rifletta. Serve qualsiasi spauracchio, dal terremoto alla disoccupazione, dal terrorismo al minuscolo arsenale nucleare di Kim. Persino l’Europa sarebbe nel suo mirino. Ma è una balla. Giornali e notiziari assecondano stoltamente le speculazioni di Borsa e il gioco di potere tra Cina e Stati Uniti. La Corea del Nord è solo uno spaventapasseri. Non c’è rischio di guerra. Meno ancora da noi. Kim non colpirebbe mai dove risiede il suo grande amico. Eppure c’è chi definisce il Senatore Razzi un parlamentare inutile. Invece, è una fortuna che esista. Grazie a Di Pietro per averlo individuato. Che qualcuno ce lo conservi!”

Siria. A pezzi – Scrive Fulvio Grimaldi: “Parlare di vittoria in Siria mi pare prematuro, con un Israele che, impunito, si permette di bombardare la Siria e i rifornimenti iraniani a Hezbollah ogni due per tre, senza che ci sia un fiato di reazione. Con una Siria a macchia di leopardo, lontanissima della ricomposizione unitaria, con larghe zone sotto controllo di suoi nemici mortali che godono della polizza assicurativa di Usa, Israele e Turchia. Qui, a me pare, si va delineando un grande accordo a perdere….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/09/siria-pezzi-e-ancora-presto-per-cantar.html

Cellere. Storie di briganti – Scrive Antonello Ricci: “Dal 15 al 17 settembre il museo del Brigantaggio di Cellere (Vt) spegne la sua decima candelina. Nel programma sono previsti: presentazioni di libri, spettacoli teatrali, passeggiate/racconto e una cena col brigante. Ma soprattutto un inedito corso di scrittura creativa, che prende spunto da storie di briganti e di maremme, a cura di Banda del racconto. Si parte sabato 16. Partecipazione gratuita. Per info e iscrizioni: 320-6872739”

“L’Eufrate è invalicabile?”. Lo zampone di USA-sion nella guerra siriana – Scrive Piotr: “La coalizione USA a sostegno dell’operazione al-Jazira ha dunque diffidato l’Esercito Arabo Siriano a oltrepassare l’Eufrate a deir-Ezzor. Ma da alcuni giorni l’Esercito Arabo Siriano si sta proprio preparando ad attraversare l’Eufrate a deir-Ezzor (perché sapeva cosa avevano in mente i Curdi). Cosa succederà? Il confronto per la valle del fiume Khabur forse chiarirà molto dei rapporti di forza sul campo ed eventualmente che tipo di “accordi” ci sono tra Siria, Russia, USA e Curdi (con Iran, Iraq e Turchia sullo sfondo). Tra le altre cose bisogna vedere fino a che punto gli USA intendono sfidare la Turchia, sostenendo l’YPG. Già col fallito golpe (ispirato dagli USA) l’hanno fatta avvicinare tremendamente a Mosca…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/09/10/siria-leufrate-loperazione-al-jazira-e-il-criminale-opportunismo-curdo/

Il clima cambia – Scrive Giuseppe Finamore: “Costa toscana sommersa morti a Livorno, nonno muore insieme alla nipotina dopo aver salvato la più grande…. Queste non sono bombe d’acqua sono monsoni… Il clima cambia? Certo che sì, soprattutto dopo le ultime esplosioni nucleari… Terremoti, uragani e catastrofi varie che si abbattono su città e persone, morte e distruzione e intanto la vita vola via senza lasciare tempo di crescere…”

Santoni e miracoli del pensiero – Scrive Simon Smeraldo: “Mi dissero: sai, nel Nepal conosco un santone… Il solo pensiero di quel che sarebbe potuto succedere ai miei sfortunati compagni viaggiatori in aereo mi atterriva; d’altronde a mali estremi, estremi rimedi….. Incredibilmente, tutto andò bene. Però, mentre facevo la fila per scendere dall’aereo a Kathmandu sentii un tonfo e un’esclamazione soffocata provenire dalla carlinga del pilota. Immediatamente corse fuori una hostess con il viso angosciato, chiamando aiuto e chiedendo se c’era un dottore a bordo…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/09/santoni-e-miracoli-del-pensiero-unaltra.html

Perugia. Bioedilizia – Scrive Elena Bussolotti: “L’Associazione Artò vi invita, il 17 settembre 2017, dalle ore 15:30 alle 18:30, nella meravigliosa cornice di Villa Taticchi, a Ponte Pattoli, Perugia, al Bioincontro ANAB Futurando 2017. L’incontro è di carattere divulgativo, gratuito e aperto a chiunque sia interessato ai temi della bioedilizia e degli stili di vita sostenibili. Info: anelondina@gmail.com”

Ecopsicologia. La psicologia della natura – Il termine “Ecopsicologia” viene coniato nel 1989 da un gruppo di accademici di Berkeley che si incontrano per discutere del contributo che la psicologia può dare ad una diversa gestione della crisi ecologica contemporanea. Nata dall’incontro tra Ecologia e Psicologia, l’Ecopsicologia si propone di promuovere la crescita personale e un superiore livello di consapevolezza individuale per permettere ad ogni singolo essere umano di essere, a pieno titolo, cittadino del pianeta terra, libero, creativo e responsabile. … – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/09/ecopsicologia-la-psicologia-della-natura.html

Commento di Caterina: “quando sono andata l’ultima volta da M.B., dopo la condivisione di quel che ognuno aveva portato, M. ha fatto questa domanda: “Siete davanti a un fiume in piena, e lì dentro c’è un grande delinquente che sta per affogare. Avete un salvagente. Glielo gettate? Io le ho detto che avrei risposto di si. Lei e diverse altre persone presenti hanno risposto di no. Io poi le ho detto che lo avrei salvato solo per consegnarlo alla giustizia e fargli scontare la sua pena (ma senza senso di vendetta, solo per senso di giustizia)…”

Mia rispostina: “Tu vuoi bene a tutti gli esseri, perché sei una santa laica, solo i religiosi condannano le anime per l’eternità all’inferno. Ma secondo le leggi di natura tutti possono imparare dai loro errori ed emendarsi e crescere…”

Ciao, Paolo/Saul

………………………….

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Mentre tieni per mano la tua donna o il tuo uomo, perché non sedere in silenzio? Perché non chiudere gli occhi e sentire? Senti la presenza dell’altro, entra nella presenza dell’altro, lascia che la presenza dell’altro entri dentro di te, muovetevi lentamente, vibrate insieme, e se improvvisamente una grande energia prende possesso di voi, danzate insieme, e raggiungerete tali vette orgasmiche di gioia come non avete mai conosciuto prima d’ora. Quelle vette orgasmiche non hanno nulla a che fare con il sesso, in realtà hanno molto a che fare con il silenzio. E se riesci a diventare meditativo anche nella tua vita sessuale, se puoi essere silenzioso mentre fai l’amore, in una specie di danza, rimarrai sorpreso. Hai dentro di te un metodo che ti porterà alla riva più lontana.” (Osho)

…………………………..

“Quella sera che ho fatto l’amore
mentale con te
non sono stata prudente
dopo un po’ mi si è gonfiata la mente
sappi che due notti fa
con dolorose doglie
mi è nata una poesia illegittimamente
porterà solo il mio nome
ma ha la tua aria straniera ti somiglia
mentre non sospetti niente di niente
sappi che ti è nata una figlia.”
(Vivian Lamarque)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Il punto di vista di Paul Craig Roberts: “Teoria della cospirazione ed i fatti di New York dell’11 settembre 2001″ – Con integrazione di Adriano Colafrancesco

Negli Stati Uniti le spiegazioni che differiscono da quelle date dall’oligarchia dominante vengono chiamate “teoria della cospirazione”. In realtà, le uniche cospirazioni sono le spiegazioni imposteci.
Ad esempio, l’11 settembre 2001. Alcuni musulmani, principalmente arabi, avrebbero inferto la più grande umiliazione ad una superpotenza dai tempi di Davide contro Golia. Avrebbero beffato tutte le 17 agenzie di intelligence statunitensi oltre a quelle di NATO e Israele, il Consiglio di Sicurezza Nazionale, l’Amministrazione della Sicurezza dei Trasporti, il Controllo del Traffico Aereo e Dick Cheney, dirottato quattro aerei di linea americani in una mattina, abbattuto tre grattacieli del World Trade Center, distrutto parte del Pentagono dove si stavano facendo ricerche su 2.3 trilioni di dollari mancanti ed indotto gli idioti a Washington ad incolpare l’Afghanistan…

È una storia credibile?

L’abilità di alcuni giovani musulmani di compiere un’impresa simile è veramente incredibile. Un tale fallimento dello Stato di Sicurezza Nazionale vorrebbe dire che l’America era palesemente vulnerabile durante la Guerra Fredda. Se tale fiasco fosse veramente accaduto, Casa Bianca e Congresso avrebbero reclamato un’inchiesta a gran voce. Nessuno invece è stato neanche rimproverato e la Casa Bianca si è opposta per un anno a tutti gli sforzi per un’inchiesta. Infine, per zittire le famiglie dell’11 settembre, istituì una Commissione apposita, che ovviamente fece copia incolla della storia del governo. Non ci sono proprio le prove per sostenere la teoria ufficiale. Tutte le prove conosciute anzi la contraddicono.

Ad esempio, è un fatto dimostrato che l’edificio 7 sia caduto in accelerazione, il che significa che era stato preparato per essere demolito. Perché? Non esiste risposta ufficiale a questa domanda. Le opinioni di scienziati, architetti, ingegneri, piloti e primi testimoni sono loro ad essere tacciate di cospirazione.

Il termine “teoria della cospirazione” è stato introdotto dalla CIA per screditare gli scettici della Commissione Warren sull’assassinio di JFK. Qualsiasi spiegazione diversa da quella ufficiale, che è contraddetta da tutte le prove, veniva bollata come teoria del complotto.
Le teorie della cospirazione sono la spina dorsale della politica estera statunitense. Ad esempio, il regime di George W. Bush ha cospirato contro l’Iraq di Saddam. Il regime Bush ha creato false prove di “armi di distruzione di massa”, ha venduto la storia al mondo e l’ha usata per distruggere l’Iraq e il suo leader. Lo stesso con il duo Obama/Clinton e Gheddafi. Assad ed Iran erano destinati alla stessa fine non fosse stato per l’intervento dei russi.

Attualmente, Washington è impegnata in cospirazioni contro Russia, Cina e Venezuela. Proclamando una minaccia iraniana inesistente, sono stati messi missili americani sul confine russo ed usando la “minaccia nordcoreana” li si sono messi sul confine con la Cina. Il presidente democraticamente eletto del Venezuela è stato dichiarato da Washington un dittatore e sono state imposte sanzioni al paese per aiutare l’élite sudamericana e filo-statunitense a fare un colpo di stato.

Tutti sono una minaccia: Venezuela, Yemen, Siria, Iran, Iraq, Afghanistan, tribù in Pakistan, Libia, Russia, Cina, Corea del Nord, ma mai Washington. La più grande teoria del complotto del nostro tempo è che gli americani siano circondati da minacce straniere. Non siamo al sicuro nemmeno col Venezuela.

Il New York Times, il Washington Post, CNN, NPR ed il resto dei presstituti sono veloci ad etichettare come teorie di cospirazione tutte le spiegazioni che non si allineano alla loro agenda. Eppure, i suddetti sono pronti a cavalcare la teoria del complotto se fa comodo loro, vedasi accuse di intromissione russa nelle elezioni americane.

Questa teoria non ha alcuna prova, ma siccome serve agli interessi del military/security complex, del Partito Democratico e dei neocon non ha bisogno di prove. Una bugia detta mille volte diventa verità. C’è una cospirazione, ed è contro il popolo americano. I loro posti di lavori sono stati spediti offshore per arricchire i già ricchi. Sono stati costretti ad indebitarsi per mantenere i propri standard di vita. Il loro sforzo di frenare il declino scegliendo un presidente che parlasse per loro è stato sovvertito davanti ai loro occhi da media e politicanti totalmente corrotti.

Prima o poi capiranno che l’unica soluzione è una violenta rivolta. Molto probabilmente, quando ci arriveranno sarà già troppo tardi. Gli americani non hanno voglia di fuggire dalla falsa realtà in cui vivono, sono un popolo totalmente rimbecillito che non vuole staccarsi dalla Matrix. Per gli ingenuotti a cui è stato inculcato che qualsiasi spiegazione non ufficiale sia una teoria della cospirazione, sono disponibili online lunghe liste di cospirazioni fatte dal governo per far accettare al popolo cose inaccettabili.

Se continuerà ad esserci libertà sulla Terra, non sarà nel mondo occidentale. Sarà in Russia e in Cina, paesi che conoscono il valore della libertà, e nei paesi sudamericani, come Venezuela, Ecuador e Bolivia che lottano per la propria sovranità contro l’oppressione americana. Infatti, come gli storici imparziali stanno cominciando a scrivere, la prima lezione che la storia insegna è che i governi ingannano i popoli.

Ovunque nel mondo occidentale, il governo è una cospirazione contro i popoli.

Paul Craig Roberts

Fonte: http://www.informationclearinghouse.info/47697.htm

……………………….

Commento – Integrazione di Adriano Colafrancesco:

Dopo anni di rumorosissimo silenzio, spezzato solo, qua e là, nel tempo da sprezzanti battute di denigrazione nei confronti dei cosiddetti “complottisti”, forse è davvero venuto il momento, o almeno lo speriamo, del crollo delle Triad’s Towers della disinformazione.

Nell’apprendere della prossima puntata di Bersaglio Mobile dell’11 settembre sulle vicende di quella tragica data di 16 anni fa, pur perplessi per gli accostamenti preannunciati con argomenti come la morte di Elvis Presley e i viaggi sulla luna, vale la pena di esprimere vivo apprezzamento per il coraggio di affrontare una materia tanto delicata quanto controversa, sulla cui chiarezza, non esageriamo affatto, si giocano le carte della lettura di come va il mondo oggi e ormai da decenni.

Confidando nella correttezza professionale con cui si affronterà il tema, ci permettiamo di sottoporre alcune riflessioni utili, a nostro avviso, per la migliore qualificazione del dibattito, augurandoci che il conduttore televisivo voglia tenerne debito conto. Con esse
· la sottolineatura di tre punti meritevoli di seri riscontri, su base scientifica oltre che di puro buonsenso, in assenza dei quali la legittimità dell’accusa di manipolazione mediatica della verità è indiscutibilmente incontrovertibile,

· un documento ineccepibile, già trasmesso in tivvù da Milena Gabanelli all’epoca dei fatti, tristemente lasciato cadere nel nulla dall’ipocrisia giornalistica di allora e fino ad oggi.

Le riflessioni (*)
Negli Stati Uniti le spiegazioni che differiscono da quelle date dall’oligarchia dominante vengono chiamate “teoria della cospirazione”. In realtà, le uniche cospirazioni sono le spiegazioni imposte.
Ad esempio, l’11 settembre. Alcuni musulmani, principalmente arabi, avrebbero inferto la più grande umiliazione ad una superpotenza dai tempi di Davide contro Golia. Avrebbero
beffando tutte le 17 agenzie di intelligence statunitensi oltre a quelle di NATO e Israele, il Consiglio di Sicurezza Nazionale, l’Amministrazione della Sicurezza dei Trasporti, il Controllo del Traffico Aereo,
dirottando quattro aerei di linea americani in una mattina,
abbattendo tre grattacieli del World Trade Center,
distruggendo parte del Pentagono dove si stavano facendo ricerche su 2-3 trilioni di dollari mancanti
L’abilità di alcuni giovani musulmani di compiere un’impresa simile è veramente incredibile. Un tale fallimento dello Stato di Sicurezza Nazionale vorrebbe dire che l’America era palesemente vulnerabile durante la Guerra Fredda. Se tale fiasco fosse veramente accaduto, Casa Bianca e Congresso avrebbero reclamato un’inchiesta a gran voce. Nessuno invece è stato neanche rimproverato e la Casa Bianca si è opposta per un anno a tutti gli sforzi per un’inchiesta. Infine, per zittire le famiglie dell’11 settembre, ha istituto una Commissione apposita, che ovviamente ha fatto copia incolla della storia del governo.
Non ci sono proprio le prove per sostenere la teoria ufficiale. Tutte le prove conosciute anzi la contraddicono. Ad esempio, è un fatto dimostrato che l’edificio 7 sia caduto in accelerazione, il che significa che era stato preparato per essere demolito. Perché? Non esiste risposta ufficiale a questa domanda. Le opinioni di scienziati, architetti, ingegneri, piloti e primi testimoni sono loro ad essere tacciate di cospirazione.

Tre punti speciali

1) Il crollo delle Twin Towers – Nel momento del crollo delle Twin Towers i filmati mostrarono degli sbuffi d’aria compressa provenienti dai pilastri. Per molti questa è la prova che le torri del World Trade Center di New York non sarebbero state distrutte dall’impatto dei due aerei di linea, bensì da un’operazione di demolizione controllata condotta con esplosivi militari a base di nano-termite. A muovere questa pesantissima accusa è l’associazione americana non profit Architects & Engineers for 9/11 Truth (Architetti & Ingegneri per la verità sull’11 Settembre), costituita da 2.620 architetti e ingegneri statunitensi che hanno firmato una petizione indirizzata al Congresso degli Stati Uniti per riaprire un’investigazione indipendente.

2) Il crollo dell’edificio 7 – WTC-7 è la sigla dell’edificio 7, un palazzo di 47 piani inaugurato nel 1987. Ciò che ha dato adito alle speculazioni di molti è il fatto che la struttura – mai colpita da nessun aereo – sia crollata con una facilità e velocità straordinarie alle 17.20, cioè molte ore dopo il collasso delle Twin Tower. Una indagine federale sulle caratteristiche tecniche e di resistenza agli incendi connesse con il crollo delle torri gemelle e del WTC 7 fu condotta dal National Institute of Standards and Technology (NIST). I risultati dell’indagine sul WTC 7 sono stati pubblicati il 21 agosto 2008: il crollo dell’edificio sarebbe stato causato dalla dilatazione termica prodotta dagli incendi incontrollati per ore e il cedimento di una sola colonna – la numero 79 – fece collassare l’intero palazzo.

3) L’attacco al Pentagono – L’unica sequenza di immagini resa pubblica nel 2006 e riguardante l’impatto contro il Pentagono non consente di individuare chiaramente che tipo di oggetto abbia colpito l’edificio, a rigor di logica uno dei più protetti al mondo. Le registrazioni delle telecamere del controllo del traffico autostradale che inquadravano di continuo il tratto attraversato dall’aereo poco prima dello schianto non sono mai state rese pubbliche (l’Fbi ne ha sequestrate 13 che riguardano il Pentagono e sono ancora coperte dal segreto). Le fotografie del luogo dell’impatto – dove si vedono solo piccoli frammenti della fusoliera di un aereo – sono state spesso invocate per contestare la versione ufficiale. I fautori della teoria alternativa, inoltre, si chiedono come sia stato possibile che ad un’ora e mezza dall’attentato alle Torri, l’aviazione americana non sia riuscita a prendere le contromisure ed intercettare l’aereo dirottato. Il foro nella parte divelta del Pentagono – sostengono i “complottisti” – non combacerebbe con la sagoma del Boeing 757, ma sarebbe molto più piccolo. Per ultimo, la traiettoria compiuta dall’aereo, quasi raso terra nell’ultima parte della sua folle corsa, risulterebbe poco credibile viste le scarse abilità come pilota di uno dei dirottatori, il saudita Hani Hanjur, ai comandi del jet nel momento dello schianto.

Il documento
Puntata speciale di Report dedicata all’attentato alle torri gemelle dell’11 settembre 2001: il primo filmato americano che mette in luce i punti oscuri sui fatti dell’11 settembre.

(*) tratte dall’articolo “Teoria della cospirazione” di Paul Craig Roberts (giornalista ed economista, già Assistente Segretario del Tesoro nel governo Reagan) sopra riportato.

Adriano Colafrancesco
www.adriacola.altervista.com

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

“Conspiracy Theory” according to Paul Craig Roberts

In the United States “conspiracy theory” is the name given to explanations that differ from those that serve the ruling oligarchy, the establishment or whatever we want to call those who set and control the agendas and the explanations that support the agendas.

The explanations imposed on us by the ruling class are themselves conspiracy theories. Moreover, they are conspiracy theories designed to hide the real conspiracy that our rulers are operating.

For example, the official explanation of 9/11 is a conspiracy theory. Some Muslims, mainly Saudi Arabians, delivered the greatest humiliation to a superpower since David slew Goliath. They outsmarted all 17 US intelligence agencies and those of NATO and Israel, the National Security Council, the Transportation Safety Administration, Air Traffic Control, and Dick Cheney, hijacked four US airliners on one morning, brought down three World Trade Center skyscrapers, destroyed that part of the Pentagon where research was underway into the missing $2.3 trillion, and caused the morons in Washington to blame Afghanistan instead of Saudi Arabia.

Clearly, the Saudia Arabians who humiliated Ameria were involved in a conspiracy to do so.

Is it a believable conspiracy?

The ability of a few young Muslim men to pull off such a feat is unbelievable. Such total failure of the US National Security State means that America was blindly vulnerable throughout the decades of Cold War with the Soviet Union. If such total failure of the National Security State had really occurred, the White House and Congress would have been screaming for an investigation. People would have been held accountable for the long chain of security failures that allowed the plot to succeed. Instead, no one was even reprimanded, and the White House resisted all efforts for an investigation for a year. Finally, to shut up the 9/11 families, a 9/11 Commission was convened. The commission duly wrote down the government’s story and that was the “investigation.”

Moreover, there is no evidence to support the official conspiracy theory of 9/11. Indeed, all known evidence contradicts the official conspiracy theory.

For example, it is a proven fact that Building 7 came down at freefall acceleration, which means it was wired for demolition. Why was it wired for demolition? There is no official answer to this question.

It is the known evidence provided by scientists, architects, engineers, pilots, and the first responders who were in the twin towers and personally experienced the numerous explosions that brought down the towers that is described as a conspiracy theory.

The CIA introduced the term “conspiracy theory” into public discourse as part of its action plan to discredit skeptics of the Warren Commission report on the assassination of President John F. Kennedy. Any explanation other than the one handed down, which is contradicted by all known evidence, was debunked as a conspiracy theory.

Conspiracy theories are the backbone of US foreign policy. For example, the George W. Bush regime was active in a conspiracy against Iraq and Saddam Hussein. The Bush regime created fake evidence of Iraqi “weapons of mass destruction,” sold the false story to a gullible world and used it to destroy Iraq and murder its leader. Similarly, Gaddafi was a victim of an Obama/Hillary conspiracy to destroy Libya and murder Gaddafi. Assad of Syria and Iran were slated for the same treatment until the Russians intervened.

Currently, Washington is engaged in conspiracies against Russia, China, and Venezuela. Proclaiming a non-existent “Iranian threat,” Washington put US missiles on Russia’s border and used the “North Korean threat” to put missiles on China’s border. The democratically elected leader of Venezuela is said by Washington to be a dictator, and sanctions have been put on Venezuela to help the small Spanish elite through whom Washington has traditionally ruled South American countries pull off a coup and reestablish US control over Venezuela.

Everyone is a threat: Venezuela, Yemen, Syria, Iran, Iraq, Afghanistan, tribes in Pakistan, Libya, Russia, China, North Korea, but never Washington. The greatest conspiracy theory of our time is that Americans are surrounded by foreign threats. We are not even safe from Venezuela.

The New York Times, the Washington Post, CNN, NPR, and the rest of the presstitutes are quick to debunk as conspiracy theories all explanations that differ from the explanations of the ruling interests that the presstitutes serve.

Yet, as I write and for some nine months to date, the presstitute media has itself been promoting the conspiracy theory that Donald Trump was involved in a conspiracy with the president of Russia and Russian intelligence services to hack the US presidential election and place Trump, a Russian agent, in the White House.

This conspiracy theory has no evidence whatsoever. It doesn’t need evidence, because it serves the interests of the military/security complex, the Democratic Party, the neoconservatives, and permits the presstitutes to show lavish devotion to their masters. By endless repetition a lie becomes truth.

There is a conspiracy, and it is against the American people. Their jobs have been offshored in order to enrich the already rich. They have been forced into debt in a futile effort to maintain their living standards. Their effort to stem their decline by electing a president who spoke for them is being subverted before their eyes by an utterly corrupt media and ruling class.

Sooner or later it will dawn on them that there is nothing they can do but violently revolt. Most likely, by the time they reach this conclusion it will be too late. Americans are very slow to escape from the false reality in which they live. Americans are a thoroughly brainwashed people who hold tightly to their false life within The Matrix.

For the gullible and naive who have been brainwashed into believing that any explanation that differs from the officially-blessed one is a conspiracy theory, there are available online long lists of government conspiracies that succeeded in deceiving the people in order that the governments could achieve agendas that the people would have rejected.

If liberty continues to exist on earth, it will not be in the Western world. It will be in Russia and China, countries that emerged out of the opposite and know the value of liberty, and it will be in those South American countries, such as Venezuela, Ecuador, and Bolivia that fight for their sovereignty against American oppression.

Indeed, as historians unconcerned with their careers are beginning to write, the primary lesson in history is that governments deceive their peoples.

Everywhere in the Western world, government is a conspiracy against the people.

Paul Craig Roberts – http://www.paulcraigroberts.org/

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Treia in autunno, Play of Consciousness, la regola d’oro dell’invasione, al terrorista non far sapere, isole autarchiche, Nanni Svampa, la storia di Samarth Ramdas…

Il Giornaletto di Saul del 1 settembre 2017 – Treia in autunno, Play of Consciousness, la regola d’oro dell’invasione, al terrorista non far sapere, isole autarchiche, Nanni Svampa, la storia di Samarth Ramdas…

Care, cari, Programma per la celebrazione dell’Equinozio d’Autunno – L’associazione Auser Treia, con sede in Via Lanzi 18/20 di Treia, in collaborazione con La Talea, Comitato Treia Comunità Ideale e Circolo Vegetariano VV.TT., organizza una manifestazione culturale in concomitanza con l’Equinozio di Autunno, da svolgersi presso la propria sede e presso la cooperativa La Talea di Passo Treia, rispettivamente i giorni 23 e 24 settembre 2017. La manifestazione intende valorizzare e ricordare questo prezioso momento stagionale, nonché essere una occasione per presentare al pubblico le attività culturali, previste per l’autunno inverno. L’autunno nella tradizione popolare è la stagione dedicata alla raccolta degli ultimi frutti della terra ed alla loro conservazione. Uva per trarne mosto e vino, fichi da seccare, nocciole noci castagne e mele da riporre in solaio, etc. per allietare i giorni freddi che verranno…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.it/2017/08/treia-23-e-24-settembre-2017-equinozio.html

Treia. Concorso per creativi – Scrive Edi Castellani: “Il Concorso, Premio Lavinio, è articolato in tre categorie (Poesia, Foto e Pittura) ed è finalizzato alla promozione dell’arte e del patrimonio artistico. In particolare, sarà richiesto agli artisti di lasciarsi ispirare da Villa La Quiete (Villa Spada) alla quale i partecipanti potranno accedere, in giorni e orari specifici. Coloro che sono interessati a partecipare al Concorso dovranno consegnare le opere all’Associazione Pro Treia, Corso Italia Libera n. 11 entro le ore 13.00 del 9 settembre 2017. Info. :0733/215919”

Play of Consciousness – “The inner Self is the true Guru”. Contrariwise separating himself and seeng the Guru as “other” is the entertainment of the ego. The mere intellectual understanding of this process separative, which is illusory, however, is not sufficient. As long as the ego is not obliterated is not appropriate to deal with the Guru like any other. Please note, we are talking of the external Guru, as this attitude would tend not to respect or disregard his teachings… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/31/the-inner-self-is-the-true-guru-play-of-consciousness/

Caccia. Mail bombing – Scrive Silvia Premoli: “L’Ente Nazionale Protezione Animali ha lanciato una campagna di mail bombing al presidente Gentiloni e alle Regioni per chiedere di bloccare sia le pre-aperture di caccia, in programma per il prossimo fine settimana, sia la stagione venatoria 2017-2018 il cui inizio è ormai imminente. La richiesta era già stata avanzata alcune settimane fa da Enpa insieme con le altre associazioni animaliste e ambientaliste, e rinnovata nei giorni scorsi a seguito del parere Ispra. Come noto, infatti, l’istituto esprimeva un vero allarme per lo stato di conservazione della nostra fauna selvatica, decimata da incendi e siccità senza precedenti. Di tale autorevole parere le Regioni non hanno tenuto alcun conto, disprezzandolo e autorizzando le fucilate come se nulla fosse…”

Le tre regole dell’invasione – Scrive Filippo Mariani: “…sappiamo che i musulmani sono convinti che l’unica vera religione sulla nostra Terra sia la loro, tutte le altre sono emanazioni sataniche, quindi per un buon mussulmano vigono 3 regole: – Allāh è l’unico Dio vero, tutti gli altri sono false divinità. – E’ fatto obbligo ai figli di Allāh di convertire all’ISLAM tutti gli altri uomini che professano altre religioni infedeli. Prima con le buone e poi, se necessario, con le cattive. – Un musulmano non potrà mai integrarsi con altre culture. Resterà sempre e solo un musulmano…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/08/31/muslim-la-regola-dora-dellinvasione-convertitevi-o-morite/

Commento ricevuto: “L’Italia ha deciso di importare in modo illegale stranieri preferibilmente mussulmani e di garantire loro tutti quei confort non previsti per gli stranieri che entrano legalmente in Italia. L’Italia ha deciso di sostituire la popolazione indigena italiana, costituita prevalentemente da anziani e da giovani mantenuti dai genitori, con giovanottoni stranieri devoti per lo più ad Allah. In altre parole l’Italia ha deciso che illegale è bello e che i prefetti devono proteggere e favorire l’illegalità”

Commento di Enrico Galoppini: “Ci sarò arrivato tardi, ma non importa. Ho capito che la radice di tutto questo disordine politico e sociale – simboleggiato dal decremento delle nascite – sta nel fatto che la maggior parte dei giovani oggi non ha un lavoro serio e dignitoso. Tutto questo precariato, lo studio all’infinito e la concorrenza sleale degli stranieri, tutto ciò unito al sogno di sfuggire dalla fatica, fisica e mentale, del lavoro, sta distruggendo questa nazione alla quale appartengo per lingua, storia e cultura…”

Al terrorista non far sapere… – Scrive Adriano Colafrancesco: “Ignorato (per non dire oscurato) dal sedicente servizio pubblico televisivo del nostro Paese, circola da giorni in rete un inquietante video che mostra l’uccisione del quinto terrorista del commando Isis a Cambrils Actua, volutamente ammazzato, benché visibilmente implorante e verosimilmente disposto ad arrendersi. Forse c’è un motivo per una così grave omissione di servizio pubblico…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/08/al-terrorista-non-far-sapere-rai.html

Bulgaria “sovrana”? – Scrive Selmi Tafuro: “Cari compagni, vi scrivo, come al solito, con preghiera di diffusione. Dilyana Gaytandzhieva, la giornalista bulgara che sollevò il vespaio sulle forniture di armi USA ad Al Qaeda e Isis, è stata appena licenziata dal giornale presso cui lavorava, Trud, per paura di ulteriori ritorsioni dopo che la stessa è stata “interrogata” dai servizi segreti di questo Paese NATO, libero, democratico”

Ladispoli. Discorso sui vaccini – Scrive CIR: “Molti esponenti politici di vari schieramenti e del mondo medico-scientifico hanno spesso evidenziato la scarsa sicurezza ed efficacia dei vaccini. Si è chiesto più volte al Ministero di verificare gli effetti avversi non solo a breve periodo ma anche nel medio e lungo termine. Proposte mai accolte e addirittura il governo ha eluso ogni dibattito pubblico sul tema, cercando di insabbiare ogni necessario approfondimento in materia. Ne discuteremo sabato 9 settembre 2017 a Ladispoli. Info: cir.informa@gmail.com

Isole autarchiche – Dal Pacifico all’Atlantico sono molte le isole che stanno raggiungendo l’obiettivo “100% da fonti rinnovabili”. Perché non prenderle a modello per rendere anche le nostre 20 isole minori più sostenibili? Le 20 piccole, ma affascinanti, isole italiane, oggetto del dossier di Legambiente “Isole sostenibili”, potrebbero divenire modelli, nel Mediterraneo, per diffondere soluzioni di sostenibilità ambientale nel settore dell’energia, dell’acqua, dell’economia circolare e della mobilità, promuovendo così un turismo più attento e rispettoso del territorio…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/08/bioregionalismo-ed-autarchia-insulare.html

Si sente puzza di sion – Scrive Mimmo Allegretti a commento dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2017/08/terrorismo-si-sente-puzza-di-sion-e.html -: “Concordo pienamente, come del resto appare evidente in tutti i più allucinanti avvenimenti degli ultimi anni, dalle Twin Towers fino ai nostri giorni. Il disegno che abbiamo ormai sotto gli occhi è più che definito, è un As built..”

Reggio Emilia. Cartellino rosso a israele – Scrive BDS: “Il 5 settembre 2017 a Reggio Emilia, l’Italia giocherà contro Israele nelle qualificazioni per i Mondiali di Calcio 2018. Oltre a praticare il colonialismo e l’apartheid contro l’intera popolazione palestinese, le autorità israeliane hanno: bombardato e distrutto stadi palestinesi; detenuto, imprigionato e ucciso giocatori palestinesi; impedito ai calciatori palestinesi di viaggiare dentro e fuori i territori Palestinesi occupati per allenarsi e per le partite; sparato ai piedi di giovani giocatori di calcio, ponendo fine alla loro carriera…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/08/reggio-emilia-5-settembre-2017-partita.html

Attributi poco nobili – Scrive Susanna Bazzurri: “…un ragazzino mi ha chiesto se ero preoccupata per la storia del Nord Corea, del Giappone e degli Usa. Ho risposto di no. L’umanità morirà di altro ma non per tre uomini che invece di mostrare gli attributi fisici mostrano la propria potenza in altro modo. La guerra nucleare non è possibile perché in questa guerra non ci sono vincitori. Saremmo tutti sconfitti.  È per questo che lascio alla dimostrazione di attributi la considerazione che merita e continuo ad occuparmi di economia, diritti ed ambiente…”

In memoria di Nanni Svampa – Scrive Gianni Donaudi: “Nanni Svampa fondò, alla metà degli anni ‘60, il gruppo cabarettistico de “I GUFI”. Ma non di un cabarettismo fine a se stesso. Nei testi recitati si inseriva sempre un’allusione politica e sociale, contro l’imperialismo $.U.A., contro i gruppi di potere che allora dominavano la nostra penisola, e qualche satira alla burocrazia vaticana (e non tanto alla religione in sé)…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/08/in-memoria-di-nanni-svampa-il-gufo-di.html

Yemen. Domande a Gentiloni – Scrive Amalia Navoni: “On. Presidente del Governo, Paolo Gentiloni, mi piacerebbe sapere perché l’Italia continua a vendere armi ad un paese in guerra come l’Arabia Saudita. Le nostre leggi lo vietano. Inoltre mi piacerebbe sapere quali aiuti inviamo al popolo dello Yemen.”

La storia di Samarth Ramdas – Da un racconto di Satya Sai Baba: “Sivaji venne a sapere che Narayana, ora conosciuto come Ramdas, si trovava a Nasik, mandò i suoi ministri, alti dignitari ed una banda di musicisti per invitarlo a corte, con tutte le tradizionali onorificenze che vengono attribuite ad un personaggio di grande levatura. Quando Ramdas arrivò, il re lo ricevette con i dovuti onori e gli disse..” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/vita-ed-opere-di-samarth-ramdas-nel.html

Caio, Paolo/Saul
………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Lo spirito del samurai non soccombe al fatalismo, inutile accusare l’esterno, un disegno del mondo che porterebbe alla decadenza. Il suo è un forte richiamo all’interiorità” (Yamamoto Tsunetomo)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

The Simpsons’ predicted the death of Donald Trump… in 7 or 8 months of his presidency

category Lunario Paolo D'Arpini 6 giugno 2017

The Simpsons’ predicted The death of Donald Trump. Over the years the simpsons have show their incredible hability to predict the future, we have witnessed creepy episodes that have become true and have certainly passed into history, such as the fall of the twin towers, the appearance of the ebola,
the video calls, the Donald Trump’s triumph as preident of the United States of America and this just to mention some predictive episodes.

Neverthless, the simpsons have shown a new prediction that can undoubtedly mark the world.

The new prediction its about and image that has been filtered through the 4chan forum. This forum became popular some years ago, when a hacker released hundreds of intimate photos from famous artists. Apparently a user posted anonymously this picture
that seems to be taken from the new season of The Simpsons. The scary thing about this is that the filtered picture clearly shows the body of the current president of the united states of america in a coffin as it was his funeral.

According to the publications and comments made in different websites and forums, many claim that this image is about a new prediction of the yellow family If we add to this the recent predictions in which the Mexican clairvoyant Mhoni Vidente assured that Donald Trump will only last seven or eight months in the presidency.

“I believe that this gentleman does not last more than seven or eight months in power and ends up dead in a tragedy,” predicted the seer, who suggested that Trump would be killed.
“Now I think that many are repentant, a catastrophe is coming”. Said on a morning show.

Also the Colombian Seer Deseret Tavares, has assured that the magnate will undergo an attack that could cause death: “The charts tell me that it is probable That he has an attack, including his death”. Deseret Tavares several months ago predicted that Trump would win the presidency of the United States during a Television interview.

In case this happened, we could undoubtedly swear that the Simpsons have a pact with the devil.

Fonte italiana: http://www.maurizioblondet.it/simpson-prevede-trump-sara-ucciso-7-8-mesi-alla-casa-bianca/

Video collegato: https://www.youtube.com/watch?v=kJjCn3h91gg

Commenti disabilitati