Risultato della ricerca:

Riequilibrio ecosistemico, Siria: il Covid-19 e le fake-news, ONU: ci mancherà l’acqua, Svezia: la soluzione contro la disfatta, risparmio energetico, la Coscienza di Paolo D’Arpini

Il Giornaletto di Saul del 2 maggio 2020 – Riequilibrio ecosistemico, Siria: il Covid-19 e le fake-news, ONU: ci mancherà l’acqua, Svezia: la soluzione contro la disfatta, risparmio energetico, la Coscienza di Paolo D’Arpini

Care, cari, per riequilibrare l’ecosistema non è necessario compiere un’analisi esaustiva di tutte le cause che determinano le condizioni di squilibrio e gli effetti talora devastanti che ne derivano, perché tale ricerca sarebbe, come di fatto è, difficile e si presta a quel dibattito che è occasione o alibi per rinviare ogni possibile soluzione del problema. Sarebbe velleitario, tra l’altro, presumere che l’uomo possa progettare e gestire un modello di interventi per il riequilibrio dell’ecosistema, continuando a violentare la natura anziché assecondarla… (Benito Castorina)… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/05/bioregionalismo-riequilibrio.html

Nota – Il prof. Benito Castorina, partecipò ad un incontro tenuto nella Sala Consiliare di Treia, durante i giorni della Festa dei Precursori del 2011. In quella occasione fu presentata la pianta Vetiver e ne fu fatto omaggio di un esemplare ai convenuti…

Siria. Il Covid-19 e le fake-news – Scrive Jure Eler: “L’ANSA il 29 aprile u.s. ha pensato bene di scrivere che in Siria il problema maggiore sono i suicidi a seguito della misure adottate contro il Coronavirus. Per una Nazione da nove anni sottoposta ad un micidiale attacco militare esterno ed interno direi che non è male, come capacità di resistenza allo stress psichico, se più che nove anni di guerra riesce a fare un virus che in Siria, ad oggi, ha fatto ben 3 morti accertati e meno di 100 contagi… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/05/01/la-siria-la-guerra-il-covid-linvasione-usa-e-le-fake-news/

Commento di Vincenzo Brandi: “Il TG3 ha dato notizia di un appello lanciato il 21 aprile alla UE, dichiaratamente “apolitico”, per la sospensione delle sanzioni alla Siria “almeno nel campo sanitario”. L’appello è stato lanciato da due associazioni dell’area del “volontariato”, forse cattolico: New Humanity e AMU-Azione per un Mondo Unito. Hanno però ottenuto una serie di firme individuali tra cui Romano Prodi, Camusso della CGIL, Jamal quale responsabile della comunità siriana in Italia, il presidente della Croce Rossa, ecc. – Continua in calce al link soprastante

Germania sionista – Scrive Lista No Nato: “Dichiarata organizzata terroristica da Berlino, immediatamente partono perquisizioni e irruzioni nei centri collegati a Hezbollah. Iran e Siria condannano fermamente la decisione della Germania…”

ONU. Inquinamento e risorse idriche a rischio – Scrive Arpat: “Le alterazioni idrologiche causate dall’inquinamento e dai cambiamenti climatici costituiranno una sfida che andrà ad aggiungersi alla gestione sostenibile delle risorse idriche, già oggetto di notevoli pressioni in numerose aree del mondo. Sicurezza alimentare, salute, insediamenti urbani e rurali, produzione di energia, sviluppo industriale, crescita economica ed ecosistemi dipendono tutti dalle risorse idriche…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/05/cambiamenti-climatici-ed-inquinamento.html

Se Trump dice bene… sono d’accordo – Il presidente USA, Donald Trump, ha affermato che il coronavirus sarà debellato senza usare vaccini. Questa ultima dichiarazione mi trova concorde, come pure quelle relative alla nazionalizzazione della Fed, al ritiro delle truppe da Siria e Afghanistan, al licenziamento dei vertici dell’Intelligence marcia, agli arresti dei pedofili illustri, all’alleanza con Putin contro il Deep State, ai 2000 miliardi di dollari per sostenere aziende e disoccupati, etc.

Svezia all’avanguardia contro il contagio… – Scrive Marinella Correggia: “Vi segnalo un articolo del NYT, l’ultimo sul caso Svezia, preceduto dal commento di Marina Minicuci, penso che si debba leggere, soprattutto qui in Italia, il paese che in percentuale rispetto alla popolazione ha avuto il numero di morti più alto al mondo, secondo statistiche certo da verificare…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/05/coronavirus-la-soluzione-svedese-e-la.html

Commento di Marina Minicuci: “la strategia della Svezia ha avuto senso. Si son detti- ha spiegato il virologo Tegnel che è oramai diventato una star nel suo paese- se chiudiamo, oltre al danno c’è la beffa, perché poi come si fa a far ripartire un’economia dopo averla distrutta? Come si fa a tirare su un popolo dopo averlo terrorizzato e demoralizzato?…” – Continua in calce al link soprastante

Produzione energetica e risparmio energetico – …non si può continuare a far finta di niente continuando a blaterare che “serve energia”. Soprattutto rendiamoci conto che la maggior parte dell’energia usata oggi è praticamente innecessaria, è solo causa di spreco di risorse e di distruzione dell’habitat. La vera produzione energetica “pulita” è il risparmio energetico… – Continua: http://www.lteconomy.it/blog/2020/05/01/il-risparmio-energetico-e-la-sola-produzione-energetica-pulita/

Nota – Sono almeno trent’anni che continuo a suggerire la rinuncia alle grosse centrali ed il ritorno alla produzione locale  con metodi naturali. Ogni comune può tranquillamente produrre energia, attraverso piccoli impianti, senza ricorrere né al poli-combustibile, né al carbon fossile, né al nucleare. Basta utilizzare le fonti naturali presenti sul luogo ed il materiale organico di scarto.

La coscienza non può essere spiegata solo in termini di funzionamento fisiologico e sicuramente possiede una sua propria natura e realtà. L’osservato non è mai scisso dall’osservatore, l’immagine non può sostituirsi alla sostanza. L’individuazione mentale delle forme e dei nomi non basta a completare il quadro della vita dandogli un’interezza. Perciò alla ricerca di una matrice comune, a se stante ed allo stesso tempo onnicomprensiva, mi sono interrogato ed ho indagato sulla natura di colui che si interroga. Ho chiamato questo riflettere sulla riflessione: Spiritualità Laica…. – Continua: https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2012/12/la-coscienza-di-paolo-darpini.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Continuiamo a pensare che il nemico è fuori di noi e non riusciamo a capire che così avremo sempre un nemico da combattere” (Paolo Mario Buttiglieri)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

San Pietro: truce “girotonno”, Festa della Liberazione totale, come evitare la vaccinazione “obbligatoria”, salvaguardiamo i diritti costituzionali, bugie “religiose”…

Il Giornaletto di Saul del 25 aprile 2020 – San Pietro: truce “girotonno”, Festa della Liberazione totale, come evitare la vaccinazione “obbligatoria”, salvaguardiamo i diritti costituzionali, bugie “religiose”…

Care, cari, mentre il Mediterraneo diventa sempre più inquinato, la biodiversità si affievolisce e la vita acquatica sta quasi scomparendo ancora si “inventano” tradizioni che non hanno attinenza con il momento presente. L’intero Mediterraneo dovrebbe essere dichiarato Parco Marino e Bene dell’Umanità, in tutta la sua estensione, e la pesca dovrebbe esservi completamente vietata. Questo soprattutto con sistemi che comportano la distruzione caparbia di intere specie ittiche, come il truce “Girotonno” dell’isola di San Pietro. Anni addietro conobbi il regista Vittorio De Seta, il quale visitò la sede del nostro Circolo Vegetariano VV.TT. per proiettarvi un suo documentario sulla mattanza dei tonni. Mai mi sentii così schifato per la crudeltà umana come in quella occasione, in cui assistetti alla turpe e glaciale metodicità con la quale vengono uccisi centinaia di tonni… – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/04/il-girotonno-non-e-un-gioco-per-bambini.html

Anche qui: https://www.politicamentecorretto.com/2020/04/24/il-girotonno-non-e-un-gioco-per-bambini-ma-una-orrida-mattanza/

Uscire dal manicomio – Scrive Comune Info: “La repressione colpisce sempre più persone. Ora persino alcuni media mainstream sembrano avere scoperto gli abusi in divisa in tempi di lockdown. Intanto, senza annunci e fuori da ogni ufficialità, «piccole unità mobili e intelligenti» stanno organizzando blitz comunicativi, pellegrinaggi a luoghi della memoria partigiana, azioni di vario genere per il 25 Aprile… “È ora di fuggire dal manicomio e tornare per strada – scrive Wu Ming – In forme per ora diverse da quelle di prima, ma tornare per strada…”

Festa della Liberazione Totale – Il 25 aprile ricorre la Festa della Liberazione, che coincide con la tradizionale Festa dei Precursori, ovvero l’anniversario della fondazione del Circolo Vegetariano VV.TT. (inaugurato a Calcata il 26 aprile 1984). In questi giorni di coercizione, a causa del Covid-19, abbiamo dovuto rimandare a data da destinarsi la nostra celebrazione. Malgrado la defaillance del nostro programma la concomitante Festa della Liberazione mantiene la sua consistenza, ovvero in qualche modo verrà ricordata e troverà forme istituzionali di svolgimento. Su questo punto ho notato che, in prossimità della festa, ci sono state parecchie critiche da parte di alcune forze politiche sull’opportunità di mantenere in piedi questa commemorazione, a causa delle conseguenze di quel “fatidico” 25 aprile del 1945. Dalle forze democratiche definito “un giorno fondamentale per la storia d’Italia con un significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoria delle forze armate alleate, dall’Esercito Cobelligerante Italiano e delle forze partigiane durante la guerra civile scaturitasi nella seconda guerra mondiale contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista.”. Questi i valori che vengono ricordati ogni anno, da allora. Ma diverse opinioni vengono avanzate da ambienti politici avversi i quali ricordano che dal 1945 in poi iniziò la sudditanza dell’Italia agli interessi egemonici, politici, finanziari e militari dei nuovi alleati, gli USA… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/04/24/25-aprile-2020-torniamo-ai-valori-della-vera-resistenza-che-oggi-significano-no-alla-guerra-no-alla-nato/

Covid-19. Distrae troppo, secondo Greta – Scrive James Hansen: “Un effetto dell’epidemia Covid-19 è che molte persone hanno avuto modo di capire che forse moriranno entro le prossime settimane. La circostanza coincide con il raffreddarsi del culto della celebrità che ha regnato negli ultimi anni. A Greta Thunberg, per la recente ricorrenza di “Earth Day”, è dovuta bastare una comparsata YouTube per criticare il coronavirus perché “distrae” dalla sua campagna verde…”

Come evitare la vaccinazione “obbligatoria” – Scrive Marco Bracci: “So che ne avete sentite tante, ma questi suggerimenti sono, secondo me, essenziali per poter prendere una decisione motivata, non solo da ragioni idealistiche, ma anche pratiche e salutistiche…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/04/come-evitare-la-vaccinazione.html

Salviamo i suoli d’Europa – Scrive Suolo Europa: “Nella riunione di aprile dei referenti del GSE, si è proposto di scrivere una lettera aperta ai responsabili delle istituzioni europee (Consiglio, Commissione, Parlamento, Comitato Economico e Sociale, Comitato delle Regioni). Lo schema di tale lettera potrebbe seguire il contenuto di quello già suggerito per i Parlamentari italiani al PE per la salvaguardia dei Suoli”

Salvaguardiamo i diritti costituzionali – Scrive Camera Penale di Trieste: “Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalle Costituzione, la resistenza all’oppressione è un diritto e un dovere del cittadino. L’epidemia sembra stia divenendo un laboratorio per sperimentare forme nuove di governo contrarie ai principi costituzionali. Dobbiamo chiedere di uscire subito da questo preteso stato di eccezione!” – Continua: https://retedellereti.blogspot.com/2020/04/lepidemia-sembra-stia-divenendo-un.html

Prigioniera ai tempi del coronavirus – Scrive Fiorella a commento dell’articolo https://retedellereti.blogspot.com/2020/04/caterina-ai-tempi-del-coronavirus.html?showComment=1587745265110#c7690582966677072550 -: “Ho letto il tuo scritto. Mi rimanda questo. Stai cercando di dare un senso alla tua vita attraverso gesti che scandiscono la giornata e che legano la tua mente a cose concrete. Serve. Si serve a non cedere al malessere e non porti interrogativi che si affacciano alla consapevolezza e cercano risposte. Come avrai capito dalle mie poche parole mi sento prigioniera…” – Continua in calce al link con altro commento di Antonella

Bugie “religiose” – Scrive Roberto Cozzolino: “…è sotto gli occhi di tutti il reiterato martellamento mediatico grazie al quale molte “verità” imposte dalla propaganda vengono condivise acriticamente dalla maggioranza della popolazione, cui non arriva neanche l’eco di tesi contrarie, spesso sprovviste di adeguati mezzi di diffusione, quando non addirittura criminalizzate dai sacerdoti delle “verità ufficiali”…. Già il profetico Orwell aveva individuato nella manipolazione e riscrittura della Storia uno dei pilastri sui quali avrebbe fondato il proprio potere il futuro regime totalitario….” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2013/12/dalla-donazione-di-costantino-all11.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“L’ateismo si limita a predicare il nulla; il Cattolicesimo va oltre, e predica un Cristo travisato, un Cristo calunniato e oltraggiato, un Cristo che è l’antitesi del Figlio di Dio. Il Cattolicesimo predica l’Anticristo, ve lo assicuro, ve lo giuro!” (Fedor Dostoevskij)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

25 aprile 2020 – Torniamo ai valori della Vera Resistenza, che oggi significano: “No alla guerra, no alla Nato!”

il 25 aprile ricorre la Festa della Liberazione, che avrebbe coinciso con la nostra tradizionale Festa dei Precursori, ovvero l’anniversario della fondazione del Circolo Vegetariano VV.TT. (inaugurato a Calcata il 26 aprile 1984). In questi giorni di coercizione, a causa del Covid-19, abbiamo dovuto rimandare a data da destinarsi la nostra celebrazione (vedi programma annullato: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/02/19/treia-25-e-26-aprile-2020-festa-dei-precursori-presentazione-e-programma/).

Malgrado la defaillance del nostro programma la concomitante Festa della Liberazione mantiene la sua consistenza, ovvero in qualche modo verrà ricordata e troverà forme istituzionali di svolgimento. Su questo punto ho notato che, in prossimità della festa, ci sono state parecchie critiche da parte di alcune forze politiche sull’opportunità di mantenere in piedi questa commemorazione, a causa delle conseguenze di quel “fatidico” 25 aprile del 1945. Dalle forze democratiche definito “un giorno fondamentale per la storia d’Italia con un significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoria delle forze armate alleate, dall’Esercito Cobelligerante Italiano e delle forze partigiane durante la guerra civile scaturitasi nella seconda guerra mondiale contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista.”. Questi i valori che vengono ricordati ogni anno, da allora. Ma diverse opinioni vengono avanzate da ambienti politici avversi i quali ricordano che dal 1945 in poi iniziò la sudditanza dell’Italia agli interessi egemonici, politici, finanziari e militari dei nuovi alleati, gli USA. Come dire che eliminato un occupante, i nazifascisti, se ne è insediato un altro.

Debbo ammettere che da un punto di vista formale e sostanziale ciò corrisponde al vero, ma occorre anche discriminare sull’insorgenza di questo “male”, ovvero considerare che la causa principale risiede nella oscura volontà imperialista dimostrata durante il fascismo dal suo fondatore Benito Mussolini, il quale sconsideratamente decise di gettare l’Italia in una guerra disastrosa e non condivisa dal popolo, una guerra che avrebbe causato morte e distruzioni inenarrabili, assolutamente ingiustificata dal punto di vista della giustizia sociale e nazionale. Una guerra di aggressione cieca contro forze preponderanti: la Francia, l’Inghilterra, gli Stati Uniti e soprattutto la Russia. Questa singola azione decisa da Mussolini, qualsiasi fossero state le sue ipotetiche buone azioni svolte durante il suo governo ventennale, fu la causa conseguente ed inevitabile della situazione di sudditanza in cui oggi ci troviamo.

La NATO, forza di occupazione americana in Italia, con le sue 123 basi, con le sue imposizioni politiche e militari sui nostri governi può così operare solo in conseguenza della disastrosa decisione di Benito Mussolini. La causa di ogni male odierno dell’Italia è una sua diretta responsabilità. E, se debbo essere sincero, ritengo che -comunque- in quel lontano periodo della Resistenza anch’io avrei imbracciato le armi contro le forze retrive del nazifascismo, poiché quelle erano le forze maligne incombenti nelle contingenze in cui l’Italia si trovava. Oggi è diverso, oggi debbo dire che la Festa della Liberazione andrebbe integrata tramite l’affrancamento dalla sudditanza dell’occupazione yankee.

Pertanto il 25 aprile 2020, per la difesa dei valori della Resistenza e soprattutto per la difesa dei termini costituzionali che impediscono all’Italia di ricorrere alla guerra come mezzo di risoluzione dei conflitti internazionali, sento il dovere di ripetere la nostra proposta:

La difesa e salvaguardia dell’onore nazionale non possano risultare dalle continue guerre di aggressione sostenute dai nostri governi e che ledono il principio stesso costituzionale di rinuncia alla guerra. Con le armi atomiche e chimiche di distruzione di massa, che ormai contraddistinguono il sistema militare delle nazioni egemoni, la presenza di un esercito mercenario, com’è quello italiano, è solo un invito all’aggressione. E la presenza sul suolo patrio di basi munite di arsenali atomici e di missili (sotto il diretto controllo alieno) non aiuta assolutamente la causa della difesa della nostra patria, anzi…

Perciò in occasione di questo 25 aprile 2020 credo sia opportuno chiedere al Parlamento l’abbandono della partecipazione alla NATO, facendo dell’Italia una nazione neutrale pacifica e permettendo, attraverso il risparmio così effettuato, di affrontare la corrente congiuntura economica.

Paolo D’Arpini

Per promuovere la petizione per l’uscita dell’Italia dalla NATO – Link per la firma: https://www.change.org/p/la-campagna-per-l-uscita-dell-italia-dalla-nato-per-un-italia-neutrale

………………………

Integrazione e commento di Jure Eler:

“Caro Paolo, come sappiamo lo Storia non a si fa con i “se”. Ma poniamo che il regime fascista non si fosse avventurato, prima, nelle imprese coloniali – anche se sappiamo furono una necessità del fascismo per scaricare in Africa mandrie di suoi proletari scalzi così da dare “un sogno al Popolo” – e poi ponendosi a fianco, e anche oltre, Hitler, come in Grecia. Così non fece Franco, mantnendo la Spagna neutrale durante la Seconda guerra mondiale.
Ebbene, fino alla fine del regime di Franco la presenza militare Usa nella Penisola Iberica era scarsa, pressochè nulla. Ma già prima della sua morte, nel 1970 la presenza Usa in Spagna era comparabile a quella in Italia, superiore alle 10.000 unità (cfr. https://core.ac.uk/download/pdf/41172056.pdf pagg. 56 e 63 [***]“LE BASI MILITARI DEGLI STATI UNITI IN EUROPA: POSIZIONAMENTO STRATEGICO, PERCORSO LOCALIZZATIVO ED IMPATTO TERRITORIALE”).
Attualmente l’Italia “ospita” il doppio delle truppe USA presenti in Spagna, ma ciò deriva essenzialmente non da scelte politico-militari ma semplicemente per fattori strategici di teatro. Quindi il discorso non cambia: se anche Mussolini avesse fatto la scelta di Franco, le basi Usa e Nato in Italia ce le avremmo comunque, con relative conseguenze per la nostra indipendenza, sovranità, etc etc.
D’altra parte, il dare al popolo un nemico interno (comunisti, non ancora gli ebrei), uno esterno (le plutocrazie, la perfida Albione etc.), e sogni imperiali di gloria patria, già implicava mettesi in futuri guai grossi inevitabili, dai quali solo una vittoria del Nazismo avrebbe potuto salvare. (Così non è stato, come sappiamo, grazie soprattutto all’Armata Rossa che ha liberato l’Europa da Vienna a Berlino, mentre per i Balcani ci ha pensato Tito). Cose che, come già detto, il ducetto iberico ha evitato di fare.
Quindi, ritengo non per “una singola sconsiderata azione” vado condannato il Fascismo e il Duce, ma per tutta la sua politica supportata all’interno da chi sappiamo, e dall’esterno pure. Ma la storia dell’occupazione Nato-Usa in Italia ha altre, più vaste, radici, collegandosi al motivo per cui sul Giappone son piovute le atomiche. E dare a Mussolini la responsabilità di questo, farne addirittura “la causa di ogni male odierno dell’Italia”, è errato, e assolve troppi altri attori “democratici” o “socialdemocratici” del’epoca e attuali.
Tutto questo non toglie che il 25 Aprile giorno della Festa della Liberazione debba essere simbolo di liberazione da ogni oppressione e occupazione, in ogni parte del mondo, contro Popoli, Nazioni e Natura, una violenza distruttiva e una minaccia contro ogni progresso umano rappresentata in Italia in primo luogo dal tallone militare Nato, senza però trascurarne i responsabili a monte, le forze politico economiche che sono il motore della Nato e loro braccio armato, la grande finanza e il complesso militar-industriale mondiali con le loro presenze anche in Italia, con un programma vorace e predatorio che solo dalla guerra e dalla distruzione può trarre il suo sostentamento, quindi in ultima analisi il Capitalismo nel suo complesso ed i suoi sostenitori.”
(Jure Eler)

p.s. Un documento che vi consiglio (link al testo qua sopra):
[***] “LE BASI MILITARI DEGLI STATI UNITI IN EUROPA: POSIZIONAMENTO STRATEGICO, PERCORSO LOCALIZZATIVO ED IMPATTO TERRITORIALE” a cura di UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TRIESTE, UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI KOPER/CAPODISTRIA-PRIMORSKA, NAPOLI “FEDERICO II”, PARIS-SORBONNE (PARIS IV – U.F.R. DE GEOGRAPHIE), PIEMONTE ORIENTALE “A. AVOGADRO”, SALERNO, SANNIO, UDINE — XXI CICLO DEL DOTTORATO DI RICERCA IN GEOPOLITICA, GEOSTRATEGIA E GEOECONOMIA (SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE M-GGR/02 anno 2007 – 2008)

………………

Mia rispostina: “Caro Jure, ti ringrazio per l’integrazione sulle cause remote e collaterali della situazione di sudditanza nella quale l’Italia si trova. La tua analisi, dal punto di vista causale e storico, ha sicuramente un senso, ma un conto è la proiezione sulla situazione geopolitica internazionale, un altro è la sventura nazionale, conseguenza diretta (per l’Italia e per tutti gli italiani) della dichiarazione di guerra da parte di Mussolini. I morti ci sono stati, le distruzioni ci sono state, il conflitto civile e gli odi conseguenti ci sono stati e questa responsabilità non può essere ignorata. Secondo me, come tu stesso affermi in prima battuta, la storia non è fatto di “se” ma di fatti concreti… e questi sono lì innegabili e messi in fila uno per uno con tutti i loro effetti. Ti auguro una buona giornata della liberazione totale… Ciao, Paolo”

………………

Commento di Grazia: “Sì Paolo, ho letto e condivido quello che hai scritto.. il mio omaggio alla Liberazione non vuole essere retorico, infatti c’è bisogno di un nuovo linguaggio per comunicare alle giovani generazioni e in questo tempo di amnesia credo che noi Pantere Grigie possiamo ancora fare la nostra parte … https://youtu.be/h_8O57J8Hyg per me la musica ha un ruolo importante nella trasmissione di messaggi perché arriva subito al cuore, è come un grande veicolo che abbraccia tutto il mondo. Un abbraccio a te e alla comunità di Treia. Grazia”

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Festa dei Precursori rimandata, Santa Pasqua, l’approvazione del MES, PCARC: appello alla mobilitazione, Nagarjuna e la negazione dei fenomeni…

Il Giornaletto di Saul del 12 aprile 2020 – Festa dei Precursori rimandata, Santa Pasqua, l’approvazione del MES, PCARC: appello alla mobilitazione, Nagarjuna e la negazione dei fenomeni…

Care, cari, dalle ultime disposizioni governative risulta che sino al 3 maggio 2020 permangono le limitazioni negli spostamenti, insomma si continua “a restare a casa”! Purtroppo l’evento da noi programmato qui a Treia “La Festa dei Precursori” che avrebbe dovuto tenersi dal 25 al 26 aprile 2020 è giocoforza rimandato a data da destinarsi (forse in occasione dell’equinozio autunnale). Nel frattempo speriamo di poterci incontrare almeno per il solstizio estivo. Ecco a voi il programma dell’incontro solstiziale che si terrà a Tivoli il 20 e 21 giugno 2020, salvo impicci: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/03/bioregionalismo-stati-generali.html

A proposito di coronavirus – “Pensare che l’industria farmaceutica sia favorevole alla salute umana è come pensare che l’industria delle armi sia favorevole alla pace nel mondo”

I giorni della Passione e della Santa Pasqua – Scrive Don Miguel Àngel Ferres  : “Per favore, non dite che Gesù non passa nelle strade quest’anno… mentre tanta gente deve lavorare per portare cibo e medicine a tutti noi. Non avete visto il numero di Cirenei offrirsi in un modo o nell’altro per portare le pesanti croci? Non vedete quante Veroniche, sono esposte all’infezione per asciugare il volto di persone contaminate? Chi può non vedere Gesù cadere a terra, ogni volta che sentiamo il freddo conteggio delle vittime? Non vivono forse la Passione, le case di riposo piene di persone anziane e il personale … con il fattore di rischio più elevato?” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2020/04/11/i-giorni-della-passione-e-pasqua-2020/

Un solo scopo – Scrive M.B.: “Se ancora qualcuno ha dei dubbi, tutto quello che stanno facendo (deforestazione, epidemie vere o fasulle, 5G, inquinamento che nessun Paese vuole realmente ridurre, malattie che nessuna casa farmaceutica vuole realmente sconfiggere) ha un solo scopo…”

Appello alla mobilitazione – scrive PCARC: “Con l’appello alla mobilitazione per una Settimana Rossa dal 25 Aprile al Primo Maggio abbiamo invitato i partiti e le organizzazioni comuniste, la sinistra sindacale e i sindacati di base, i movimenti patriottici e le associazioni progressiste a dare vita a iniziative coordinate per organizzare e mobilitare i lavoratori a far fronte all’emergenza sanitaria, economica, sociale e politica…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/04/pcarc-appello-alla-mobilitazione-dal-25.html

MES. Compromesso storico – Scrive G.M. a integrazione dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.com/2020/04/mes-10-aprile-2020-compromesso-storico.html?showComment=1586601499857#c1395220061557831548 – Dopo l’accordo dell’Eurogruppo sull’apertura al MES dell’Italia, ecco cosa comporterà la ratifica di Conte, ce lo spiega con parole semplici Lillo Massimiliano Musso: https://www.facebook.com/LMaxM/videos/2858583140855844/?hc_location=ufi “Conte non ha firmato? Vi spiego cosa sta succedendo…” – Continua al link segnalato

Primavera a Treia – Scrive Gigliola Rosciani: “Schito di Treia. La Natura rifulge più che mai nel caos dell’umana civiltà a cui stiamo assistendo. A parte le ondate di gelo e siccità il ciliegio in giardino ha rinnovato sicuro come tutte le primavere una fioritura eccezionale piena di api indaffarate. Io son qui che lavoro nell’orto… – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2020/04/primavera-treia-nellorto-la-natura.html

MES. Integrazione di Fernando Rossi sull’approvazione del MES, risalente al 2012, in riferimento all’articolo https://paolodarpini.blogspot.com/2020/04/mes-10-aprile-2020-compromesso-storico.html?showComment=1586603829840#c3167988873302209550 -: “Il voto favorevole del Senato sul MES è arrivato il 12 luglio 2012, mentre l’approvazione definitiva è stata data dalla Camera una settimana dopo, il 19 luglio 2012. All’epoca era in carica il governo tecnico di Mario Monti…” – Continua in calce al link segnalato

Nagarjuna e la negazione dei fenomeni – Lo stesso Buddha  aveva messo in guardia dall’assolutizzare la propria dottrina, considerandola altro che un semplice mezzo per raggiungere la liberazione (”una zattera per attraversare un fiume, che va abbandonata appena si è arrivati all’altra sponda”). “Nomen est Omen” dicevano i latini – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2019/11/nagarjuna-e-la-negazione-dei-fenomeni.html

Ciao, Paolo/Saul

Ultime notizie preoccupanti – L’Italia si doterà di una task force per la Ricostruzione dell’Italia formata da economisti, giuristi e scienziati che sono espressione dell’eccellenza del Paese. Tali figure non politiche, saranno scelte dalla politica e in particolare dalla maggioranza sentito il Quirinale, riporta La Repubblica. Giuseppe Conte avrebbe personalmente scelto Vittorio Colao quale presidente della Task force Ricostruzione Italia…” – Continua (domani altri articoli interessanti e critici): http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/04/11/ricostruzione-o-distruzione-litalia-finisce-in-mano-agli-esperti-della-bocconi/

P.S. Nel frattempo sono stato punito da Facebook che ha censurato il profilo Saul Arpino, con limitazioni alle pubblicazioni nei gruppi da me non gestiti, sino a martedì 14 aprile. Mentre sul profilo di Paolo D’Arpini mi è impedito di postare in qualsiasi gruppo ed anche di fare commenti senza specifica della durata delle limitazioni.

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Se uno non riesce a proporre altro che la paura delle malattie che lo circondano in un focolaio epidemico di malattia e dorme nella notte con il pensiero della paura, allora nell’anima si creano strascichi inconsci, immaginazioni permeate di paura. E questo è un buon modo di nutrire e accudire i microbi” (Rudolf Steiner)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Ecologia profonda, Venezuela: desperate US move, il canto stonato delle sirene bancarie, Treia: due rondini, Italexit (forse), un’esperienza di coscienza cosmica…

Il Giornaletto di Saul del 30 marzo 2020 – Ecologia profonda, Venezuela: desperate US move, il canto stonato delle sirene bancarie, Treia: due rondini, Italexit (forse), un’esperienza di coscienza cosmica…

Care, cari, sono idee di base dell’Ecologia Profonda: la posizione dell’uomo in Natura come specie animale, parte di un Tutto, che è più della somma delle parti; il diritto ad una vita degna e all’autorealizzazione di tutti gli esseri senzienti (animali – piante – esseri collettivi – ecosistemi – Gaia); una visione sistemica-olistica della Terra e di tutti i suoi sottosistemi; la spiritualità e sacralità della Natura… (Guido Dalla Casa) – Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2020/03/ecologia-profonda-idee-di-base.html

Nota: Questo è un intervento originale per il libro “Riciclaggio della Memoria” a cura di Paolo D’Arpini, Edizioni Tracce: http://www.tracce.org/D’Arpini.htm). Chi fosse interessato a ricevere il libro può farne richiesta al curatore editoriale Michele Meomartino: meomartinomichele@gmail.com – 393.2362091″

Venezuela. US Imperialism Pulls Desperate Move – UNAC write: “For years, the criminal government of the United States has attempted to remove the democratically elected president of Venezuela and discredit the peoples’ movement in that country that has been so successful in lifting millions of Venezuelans out of extreme poverty…” Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2020/03/29/unac-us-imperialism-pulls-desperate-move-in-venezuela/

Ripristino della Costituzione – Scrive Sonia Savioli: “Cari amici, vi chiedo di firmare la petizione per il ripristino della Costituzione: https://www.change.org/p/sergio-mattarella-rispetto-per-la-costituzione-italiana?recruiter=39724829&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_petition&recruited_by_id=df2237e0-4c61-0130-b587-3c764e04873b&utm_content=starter_fb_share_content_it-it%3Av7 – Vi prego di firmarla e divulgarla. Potrebbe essere importante, se non altro perché, quando le cose saranno chiare, e prima o poi si chiariranno, non ci troveremo a rimpiangere di non avere fatto niente. Grazie.”

Italexit (forse) – Scrive Fulvio Grimaldi: “La prima, immediata conseguenza geopolitica agli occhi di noi non pazzamente innamorati della gabbia UE-euro è la riapertura della finestra per una possibile Italexit. Assistiamo all’implosione di quella specie di Vergine di Norimberga che, da quando il Grande Vecchio Romano Prodi ce la inflisse, ci teneva chiusi e trapassati dai suoi chiodi d’acciaio…” – Continua: https://paolodarpini.blogspot.com/2020/03/italexit-fusse-che-fusse-la-vorta-buona.html

Categorie lavorative non protette – Scrive R.T.: ” Nonostante la solerzia e l’impegno esemplare del premier, il governo ha dimenticato di indennizzare due benemerite categorie che prosperano da sempre in Italia: le prostitute e i ladri. Povera gente chiusi in casa come persone morigerate e oneste. Nemmeno con l’autocertificazione possono uscire, pur trattandosi di esigenze di necessità e/o lavorative. Le loro situazioni non sono previste dal decreto relativo alla prevenzione…”

UE. Il canto stonato delle sirene bancarie – Scrive Fernando Rossi: “L’UE delle banche ci è matrigna e nel migliore dei casi ci presterebbe il nostro denaro in cambio di onerose restituzioni e ulteriori rinunce alla nostra sovranità ed a beni immobili del demanio pubblico, come già sperimentato dalla Grecia. Dal labirinto costruito dalla Troika (FMI. BCE, Commissione Europea) si esce solo liberandoci, al più presto, le gambe dalle pastoie dell’Euro e trovando poi la porta di uscita dalla UE delle banche…” – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2020/03/ue-il-canto-usuraio-delle-sirene.html

Allevamenti industriali – Scrive Marco Bracci: “Il 28 marzo su rai 3 in prima serata: https://www.facebook.com/100038627233404/posts/197836068180633/?d=n – Finalmente! Questo si che è un cambiamento epocale! Qualcuno che dice da dove viene davvero il cambiamento climatico…”

Treia. Due rondini… – Con perfetto tempismo, contemporaneamente all’entrata dell’ora legale, è avvenuto il miracolo che attendevamo. Stamattina, 29 marzo, a Treia ho visto fugacemente un paio di rondini che compivano evoluzioni sulla collina. Finalmente! L’arrivo di questa coppia di rondini è motivo di sollievo ma anche un segno che indica il valore della vita che risorge con impeto…” – Continua: https://treiacomunitaideale.blogspot.com/2020/03/treia-29-marzo-2020-due-rondini-son.html

Messaggio da Arunachala di Upa e Venu – I nostri fratelli sono bloccati in India, stanno bene ma non sanno se e quando potranno venire in Italia. Probabilmente, anche per altre cause nostrane, la Festa dei Precursori del 25 e 26 aprile, non potrà svolgersi. Salvo che non intervenga un miracolo… Sapremo meglio il da farsi una settimana prima dell’evento previsto.

Un’esperienza di coscienza cosmica – Scrisse Paramahansa Yogananda: “Il mio corpo divenne immobile come radicato al suolo. Non potevo più respirare, come se un immenso magnete avesse ritirato l’aria dai miei polmoni. Anima e mente perdettero all’istante i loro vincoli fisici e fluirono come un’ondata di penetrantissima luce da ogni mio poro. La carne era come morta, eppure nel mio intenso stato di consapevolezza sentii che mai prima di allora ero stato pienamente vivo.” – Continua:
https://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2020/03/unesperienza-di-coscienza-cosmica.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Ricorda che una persona può conquistare un paese intero, ma non sarà mai un conquistatore se prima non ha conquistato la propria mente…” (Baba Muktananda)

Commenti disabilitati