Risultato della ricerca:

Il satori che ci aspetta, cibo artificiale non buono, ingegneria sociale, tratta di schiavi o invasione?, verso l’estate, visioni psichedeliche pre e post mortem…

Il Giornaletto di Saul del 22 maggio 2017 – Il satori che ci aspetta, cibo artificiale non buono, ingegneria sociale, tratta di schiavi o invasione?, verso l’estate, visioni psichedeliche pre e post mortem…

Care, cari, il dubbio viene definito la porta del satori ma il satori è aldilà della ragione. Ed è proprio in questo stato “aldilà del ragionamento” che è veramente possibile godere in pieno della vita, nella sua interezza, è uno stato di perenne “comprensione” in cui è impossibile perdere, si vive momento per momento, con chiarezza, intelligenza, creatività. E’ un vivere nell’ignoto!.. – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/il-satori-e-aldila-del-ragionamento.html

Commento di Valentino Valeriani: “Ma non si può nemmeno dubitare ad oltranza, o essere scettici per partito preso.”

Mia rispostina: “Il dubbio è una energia propulsiva, è utile per indagare sulla nostra vera natura. Il sé pensò: “Come può essere tutto questo senza di me? Se l’eloquio è fatto dalla lingua, il respiro dai polmoni, la vista dagli occhi, l’udito dagli orecchi, l’odorato dal naso e la meditazione dalla mente, allora, chi sono io?” (Aitareya Upanishad) Nel dubbio ci si chiede “chi sono io?”. Anche se l’io non può essere un oggetto della nostra conoscenza poiché è il Conoscitore, il fissare l’attenzione sulla Coscienza, che è l’Io, aiuta ad uscire dalla concettualizzazione. Infatti come detto nell’articolo che segue “il nichilismo (il non credere) apre la porta del satori”. Perché è così importante il non credere? Beh, Non serve “credere” per sapere che “io sono”, lo sappiamo senza ombra di dubbio da noi stessi. Mentre per sentenziare l’assunzione di una fede o la mancanza di una fede, o l’identificazione con una persona che crediamo di essere, non possiamo fare a meno di usare il termine “credo” oppure “non credo”. Se ne deduce che l’essere ed esserne contemporaneamente coscienti è naturale ed inequivocabilmente vero, mentre sostenere qualcosa che ha il suo fondamento nel pensiero, cioè nella speculazione mentale, è solo un processo, un concettualizzare. D’altronde anche questo discorso lo è… è una indicazione di percorso, come il dito che indica la luna, non la sostanza…”

Mia integrazione: “Un approfondimento sul discorso del satori” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/06/nichilismo-porta-dingresso-del-satori.html

Giro di propaganda bellica di Trump – Scrive Marco Palombo della lista No Nato: “Dopo essere arrivato a Roma nella serata del 23, il 24 maggio Trump incontrerà a Roma Papa Francesco in mattinata,. Nel pomeriggio incontrerà al Quirinale il presidente Mattarella. Il giorno seguente sarà a Bruxelles dove chiederà che i paesi della Nato aumentino davvero le loro spese militari come hanno accettato dopo la richiesta di Obama di dedicare almeno il 2% del Pil ad armi e militari. Il 26 e 27 Trump sarà poi a Taormina al G7. A Bruxelles e nelle vicinanze di Taormina, Giardini Naxos, ci saranno iniziative di protesta. Un presidio, anche piccolo, a Roma si unirebbe a presidi vari in Belgio e Sicilia che sicuramente saranno visibili anche sui media. A Roma è prevista la sera del 23 maggio una iniziativa di cittadini statunitensi vicini al partito democratico USA. E NOI NON SI FA PROPRIO NULLA?”

Il cibo artificiale è malsano – Scrive Franco Libero Manco: “…fertilizzanti, pesticidi, diserbanti, ormoni della crescita, additivi e farmaci permangono nel nostro organismo e vengono immagazzinati nei tessuti grassi e siccome il cervello è costituito in larga misura da sostanza grassa succede che questo accumulo di tossine generi ansia, depressione, difficoltà di apprendimento ecc. Una tecnica di lavorazione degli alimenti industriali è l’irradiazione che consiste nel bombardare gli alimenti con radiazioni per uccidere i batteri….” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/la-foto-kirlian-lo-dimostra-il-cibo.html

Strategia del caos – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Lo scopo della strategia del caos è governare con minori difficoltà, essendo l’altro mezzo ampiamente utilizzato in precedenza, molto più oneroso ed impegnativo, cioè il ricorso ad un welfare sempre più prodigo di concessioni, redistribuzione più equa della ricchezza prodotta, riduzione della povertà, ecc., cioè gestire le numerose e complesse istanze sociali con metodi almeno apparentemente democratici ed equi, molto più comodo creare le condizioni per giustificare una specie di legge marziale permanente, favorire l’apparato militare e lo stato di polizia e relegare le persone in casa davanti alla tv in attesa di essere informata sui prossimi attentati commessi o sventati o sui modelli di riferimento cui doversi adeguare.”

Ingegneria sociale – Scrive Adriano Colafrancesco: “Le classi dirigenti hanno adottato il caos come metodo di governo efficace per mantenersi al potere. Quel caos che fingono di combattere, è la loro strategia privilegiata di controllo. Jacques Attali, il futurologo ebreo che ha creato Macron, lo ha detto chiaro nei suoi scritti e nelle conferenze. I dirigenti d’oggi non perseguono che due scopi; il primo realizzare un governo mondiale; l’altro, proteggere il governo mondiale da ogni rovesciamento e nemico” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/21/lingegneria-sociale-che-avanza-nel-senso-che-ce-ne-e-anche-troppa/

Commento di Giorgio Vitali: “Ingegneria sociale è anche la manifestazione tenuta a Milano, pro immigrati, o meglio a favore della TRATTA DEGLI SCHIAVI DI COLORE. Qui l’operazione è più evidente e NON SI DISCOSTA DA VECCHIE ABITUDINI DI LORSIGNORI (vedi chi erano i MERCANTI che, nelle piazze delle Americhe, del Nord e del Sud, vendevano schiavi – http://paolodarpini.blogspot.it/2016/06/la-mdre-di-ogni-schiavismo-e-giudea-dai.html), evidentemente non sanno fare altro: sfruttamento finanziario & tratta di schiavi. Tutto il resto è funzionale…”

Macelleria umana. Espianto/trapianto di organi – Scrive C.R. a commento dell’articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/macelleria-umana-espiantotrapianto-di.html -: “A proposito della donazione di organi mi è stato spiegato (e non ho motivo di dubitarne) che il prelievo è a cervello morto e non vivo e che il cuore batte solo perché artificialmente è stato fatto ripartire, altrimenti sarebbe morto anche quello.”

Risposta di Franco Trinca: “Per quanto riguarda la domanda sul tema “espianto d’organi” la mia personale posizione è ben espressa da questo sito: http://www.antipredazione.org/sost.htm – In sostanza ho mille perplessità, sia per la mancata emanazione del decreto attuativo della L. 91/99 previsto all’art. 5 (che dovrebbe creare un albo ufficiale dei donatori e non-donatori), scavalcato d’autorità da decreti ingannevoli e contro-legge, sia perché non mi fido della buona fede di uno Stato e un Sistema che convivono da decenni con diffusi fenomeni di traffico d’organi!”

Tratta degli schiavi o invasione programmata? Il rischio dell’ignavia politica – Quello dell’accoglienza ai migranti è l’unico “affare” che ancora regge, consentendo di mantenere il PIL su un livello accettabile. Ma questa massa di stranieri non potrà essere rimpatriata. Il più delle volte non si sa nemmeno da dove provengono poiché rifiutano di farsi identificare. L’Italia si concede due anni per stabilire il diritto di accoglienza stabile agli aventi diritto gli altri vengono allontanati dagli ospizi con un foglio di via. Ma non se ne vanno. Le frontiere del nord Europa per loro sono chiuse. Di ritornare ai luoghi di origine non ci pensano nemmeno. Lavorare non possono perché privi di documenti e di permesso di soggiorno. Alternative? Finire vittime dei caporalati del lavoro nero, dedicarsi alla prostituzione, al furto, alla rapina.. oppure armarsi e conquistare un pezzo di territorio italiano in cui affermare il loro diritto all’esistenza… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/21/l%E2%80%99inarrestabile-invasione-di-africani-e-mediorientali-e-l%E2%80%99ignavia-dei-nostri-politici/

Farinetti “piace” – Scrive Giorgio Mauri: “Avere come supporter uno come Farinetti, che sprizza simpatia da tutti i pori, è una bella garanzia di successo. Se gli si accostano il vecchio porco Berlusca, l’amico Verdini, e i “renziani”, vengono davvero i brividi!..”

Dichiarazioni lisergiche – Scrive Enrico galoppini: “Titoloni Ansa sulla dichiarazione di Trump, durante la visita in Arabia: “Musulmani combattete gli estremismi”. Ogni commento è superfluo. Anzi, no: i titolisti dell’Ansa di che droga si fanno?”

Produzione energetica bioregionale – Se la produzione energetica fosse diffusa sul territorio è vero che scomparirebbe qualche inutile e dannoso posto lavoro nelle grandi centrali ma ne sorgerebbero a migliaia in altri contesti. Nella ricerca di nuovi ed ecologici sistemi di assorbimento energetico dal sole, ad esempio, o nel ripristino di chiuse idriche e ventole, nel recupero di materie organiche di scarto per il biogas, nell’utilizzo di fonti termali… e chissà in quanti altri modi si può produrre energia elettrica pulita…. Ed in quanti modi si può incentivare l’occupazione… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/05/produzione-energetica-bioregionale-la.html

Anche le api sono figlie di Dio – Scrive Nicola Saviano a commento dell’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/19/anche-le-vespe-sono-figlie-di-dio-i-vaccini-invece-no/ -: “Eccomi a Calcata,con buone notizie per le nostre amiche api e lavorando per la vita. Da poco mi sono trasferito nel paese di Calcata e vi saluto. mi occupo di apicultura naturale, e così salvo le api dall’industrializzazione e dallo sfruttamento da parte dell’uomo riportandole ad uno stato semi-selvatico…” – Continua in calce al link segnalato

Verso l’estate con la saggezza del re Janaka – Con i Gemelli entriamo di soppiatto nell’estate. Castore e Polluce. La curiosità e la provocazione. C’è una storia indiana che può rappresentare questo modello, con una prova di saggezza. Tanto tempo fa alcuni preti vollero mettere alla prova la realizzazione dell’Uno professata da Janaka, un re che viveva l’unitarietà di tutte le cose. Essi inviarono alla sua reggia un gruppo composto da un bramino (casta sacerdotale), un intoccabile, una vacca, un elefante ed un cane… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/05/21/dal-21-maggio-al-21-giugno-con-i-gemelli-in-viaggio-verso-lestate/

Foga vaccinale della Lorenzin – Scrive Paolo Mario Buttiglieri a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/20/la-foga-vaccinale-della-lorenzin-e-legge-nellinteresse-di-chi/ -: “Politici, giornalisti e multinazionali farmaceutiche occupano il parlamento e proclamano la vaccinazione di massa per i bambini che ora non appartengono più alle loro famiglie ma allo Stato per chi ha nostalgia della libertà terapeutica non rimane che emigrare all’estero…”

Altro commento sul tema – Scrive Anna Maria Campogrande: “Siamo in pieno nella strategia di dominio dell’economia e della finanza globalizzata che i nostri politici accettano e sostengono avendo messo al centro della loro riflessione e azione non più il cittadino e il suo reale benessere ma gli interessi e il benessere dell’economia e della finanza mondiale e delle multinazionali. Dodici vaccini obbligatori, una vera follia!…” – Continua in calce al link sopra segnalato

Visioni psichedeliche pre e post mortem – Un’esperienza psichedelica è un viaggio in nuovi reami della coscienza. Lo scopo e il contenuto dell’esperienza sono illimitati, ma le sue rappresentazioni caratteristiche sono la trascendenza dei concetti verbali, delle dimensioni spazio-tempo, e dell’ego o identità. Queste esperienze di coscienza espansa possono avvenire in una varietà di modi: privazione sensoriale, esercizi yoga, discipline di meditazione, estasi mistiche religiose o estetiche, oppure spontaneamente. Più di recente, esse sono divenute disponibili a chiunque, attraverso l’ingestione di certe sostanze psichedeliche come LSD, psilocibina, mescalina, DMT, ecc. – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/09/allucinazioni-pre-e-post-mortem-nel.html

Sempre avanti! Ciao, Paolo/Saul

…………………………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Aspettando il moro bianco,
ed infiniti cereali di mutua Cerere
arrampicandomi su ginestre e radici
sull’alto Ambro sospirando
al tuo fianco
traendo la vita ed armoniose acque
di verde incanto
sussurrando altre ciliege di fuoco,
i cinque sapori ed odori e più
io resiliente vita al tuo fianco
lussureggianti soglie terrene, stagioni 
al centro che l’orto pianto e ripianto,
e ripianto di colto fato non fatuo
dall’algida contrada
udendo biondi cieli sparsi e fronde
a testa alta, al tuo fianco.”
(Carlos Hung Drum)

……………………….

“La vita è una questione di equilibrio. Sii gentile, ma non lasciarti sfruttare. Fidati, ma non farti ingannare. Accontentati, ma non smettere mai di migliorarti.” [Buddha]

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Rifiuti solidi urbani: “Tutte materie prime da recuperare!”

“Rifiuti: opzione zero!”. Negli ultimi trent’anni ed anche più ho costantemente combattuto per ottenere questo risultato… ho studiato le problematiche legate alla gestione dei rifiuti, con un’attenzione particolare ai pericoli derivanti dall’incenerimento ed alle alternative di non combustione più sicure e più sostenibili.

E qui ripeto che occorre far entrare nelle maglie della consuetudine culturale l’idea che “non esiste altro posto che questa Terra in cui possiamo vivere e di conseguenza è meglio mantenerla pulita e vivibile”. A volte esperimenti encomiabili son stati avviati, come ad esempio “l’avvio della raccolta differenziata”, ma sono iniziative senza risultati sostanziali. Tant’é che il reale riciclaggio o riuso è praticamente assente…

Eppure se non risolviamo il problema dei rifiuti a monte… nessun “termovalorizzatore” potrà salvarci, dico questo con tristezza… ma è la pura verità….

Se si facesse partire un sistema di recupero e riciclaggio al 100% dei RSU, considerandoli materie prime, ecco che l’economia troverebbe il volano di una ripresa immediata. Si creerebbero nuovi posti di lavoro, si risparmierebbe sulle materie prime, non sarebbe più necessario importare metalli qui da noi rari (come l’alluminio), etc. si risparmierebbe sulla costruzione di discariche ed inceneritori che sono in fondo solo bombe ad orologeria, etc….

Eppure il primo passo, necessariamente deve essere quello della diminuzione nella produzione dei rifiuti, ritornando al sistema di riuso dei vuoti e alla proibizione degli involucri e degli imballaggi in plastica (tra l’altro anche in considerazione del continuo aumento del costo del petrolio e della sua crescente penuria)…

Insomma, serve uno scatto di reni e di cervello e non l’accettazione dei termovalorizzatori che producono poca energia ad altissimo costo ed hanno il solo vantaggio di far sparire dalla vista i rifiuti, ma non le sostanze velenose che restano nell’aria o diventano polveri residue tossiche altamente inquinanti e che richiedono un trattamento ed una conservazione come quella delle scorie nucleari.

Nelle altre grandi città italiane, con la situazione delle discariche al pieno, c’è il rischio di dover risolvere il problema dei rifiuti urbani (in perenne emergenza) con il sistema “terminator” che porterà inevitabilmente alla creazione di una serie di nuove discariche ed inceneritori. Le residue aree verdi diverranno una pattumiera gigante o terra bruciata, si tratta solo di scegliere se si vuole l’inceneritore o la discarica oppure il termovalorizzatore per la produzione elettrica (che funziona a RDF, ovvero mattonelle ricavate dai rifiuti).

E se vogliamo che la vita continui nel territorio asfissiato dai fumi e dalle puzze non possiamo pensare di risolvere con questi metodi il problema dei RSU. L’incenerimento, già lo sappiamo, è fonte di inquinamento pesantissimo ed inoltre è diseducativo dal punto di vista della salvaguardia delle risorse.

Ed osserviamo quello che sta avvenendo nell’ecosistema.. ad esempio alle api, che a centinaia di miliardi, in tutti i continenti o sono trovate morte, o non ritornano più nelle arnie. All’inizio, qualche anno fa, sembrava una delle solite “fisiologiche” epidemie, dovuta a fattori ormai ben conosciuti, come la Varroa. Governi e istituzioni scientifiche hanno ignorato o sottovalutato le prime grida di allarme degli apicoltori. Poi si è percepito che si trattava di qualcosa di ben più grave, per la quantità delle api scomparse e per i killer che potevano essere chiamati in causa: pesticidi, riscaldamento globale, onde emanate dai telefonini cellulari, Ogm, fumi, neoticonoidi presenti dentro i prodotti per la concia del mais, stress dovuto a molteplici altre fonti. Si è cominciato a percepire vera la “profezia” (attribuita ad Einstein) secondo cui: “Quando le api spariranno, all’umanità resteranno quattro anni di vita”. La scomparsa delle api può mettere profondamente in crisi non solo la produzione di miele o di fiori o di frutta, ma l’intero già precario equilibrio ecologico e biologico del pianeta.

Non si può continuare a tappar buchi aumentando sempre più la piaga dell’inquinamento. Da qualche parte occorre iniziare per fermarsi e lanciare un segnale positivo. Partiamo da noi stessi…

La battaglia contro la produzione rifiuti e sprechi energetici deve partire dalla casa di ognuno, dalla consapevole e personale azione di ognuno di noi. Non posso far a meno di affermare che se non iniziamo da noi stessi il processo del “ritorno” all’ecologia profonda ed al bioregionalismo non decolla…

Paolo D’Arpini

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Siria – Le bugie trucide dei mainstream media su Aleppo e dintorni

Lettera inviata al conduttore di Piazza Pulita

Gentile Dott. Formigli, la batosta ricevuta dai gruppi terroristi ad Aleppo ha scatenato un’isteria anti-Assad ed anti-russa che ha sorpreso persino me (che pensavo di non potermi meravigliare più di nulla) per la sua virulenza estrema.

Si è distinta, tra gli altri, la giornalista Runa Jebreal che durante la trasmissione da Lei condotta ha sparato con la massima faccia tosta balle e sciocchezze madornali che non possono essere ignorate.

Aleppo era fino al 2012 la città più prospera e tranquilla della Siria, ricca di industrie ed attività commerciali. Non vi era stata alcuna manifestazione antigovernativa. Nell’estate di quell’anno fecero improvvisamente irruzione in città bande jihadiste armate fino ai denti provenienti dalla Turchia. Gran parte di questi militanti non erano nemmeno siriani, ma Ceceni, Uiguri del Sinkiang cinese, turchi, turcomanni, libici, tunisini, ecc.
Alcuni quartieri furono occupati; gli abitanti che non erano fuggiti furono presi in ostaggio; fu tagliata l’erogazione dell’acqua verso i quartieri non occupati (dove vivevano i tre quarti della popolazione); tagliata l’energia elettrica; impedito per molto tempo l’arrivo di aiuti e rifornimenti finché l’esercito non riuscì a ripristinare una via d’accesso alla città.

Ogni giorno la parte della città rimasta sotto la protezione del governo e dell’esercito era bombardata a casaccio con i mortai e quei cannoni improvvisati che lanciano bombole di gas rinforzate con chiodi e rottami di ferro chiamati “cannoni dell’inferno”.

L’accerchiamento e poi lo sgombero dei terroristi (guidati da Fatah Al Sham, ex Al Nusra, cioè Al Queda) dai quartieri, da loro occupati per 4 anni, da parte dell’esercito, con l’aiuto dei Russi e dei combattenti di Hezbollah, è stata accolta con giubilo dalla grande maggioranza della popolazione che non ne poteva più e chiedeva all’esercito di intervenire con decisione.

Se ne parla nelle numerose testimonianze da parte di numerosi cittadini di Aleppo, come il vescovo cristiano maronita di Aleppo Tabji, spesso in missione qui a Roma per chiedere aiuto, o il Dott. Nabil Antaki, le cui testimonianze penso Le siano già pervenute da altre fonti. Si possono comunque consultare i siti di informazione quali www.oraprosiria, www.sibialiria, www.antidiplomatico, CIVGinforma, ecc.

Inoltre penso sia doveroso per ogni giornalista serio consultare non solo Al Jazeera, la Reuters, o l’Associated Press, ma anche l’agenzia siriana SANA, Russia Today, l’iraniana Fars o la cinese Xinua, che possono trovarsi sul sito “siria latest breaking news search 24/7″ che riporta tutti i giornali e le agenzie del mondo.

Naturalmente ciò che vale per Aleppo, vale per tutta la Siria. L’unica speranza per quel martoriato paese è che tutti quegli stati che stanno conducendo una guerra per procura contro la Siria (Arabia Saudita, Qatar, Turchia, USA, UK, Francia, e ahimè anche l’Italia) smettano di interferire, ritirino le sanzioni che affamano la popolazione costringendola ad emigrare, riallaccino le relazioni diplomatiche, smettano di rifornire continuamente i cosiddetti “ribelli” con finanziamenti, armi e nuovi mercenari freschi provenienti da 90 paesi.
E si smetta anche con la favoletta delle “prime manifestazioni pacifiche” del 2011 represse, per cui sarebbe nata la rivolta armata. Le armi, i mercenari, le quinte colonne per provocare un cambio di governo violento erano già pronte da anni, come ammesso pubblicamente, ad esempio, dallo stesso comandante della NATO, gen Clarck, già nel 2006!

L’avvenire della Siria e chi la deve governare deve dipendere solo dai Siriani.

Cordialmente, Vincenzo Brandi, militante pacifista ed antimperialista con la Rete No War e la Lista No Nato.

………………….

Commento integrazione di Claudio Martinotti Doria:

Le bugie sulla Siria smontate dalla giornalista canadese Eva Bartlett
Il video è visionabile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=HdMGeU8pMTU

Pubblicato il 16 dic 2016 – La giornalista indipendente canadese Eva Bartlett, in occasione di una conferenza stampa organizzata dalla missione siriana presso le Nazioni Unite, ha avuto modo di smontare le principali menzogne sulla situazione in Siria, dopo che un cronista norvegese del periodico Aftenposten le aveva chiesto come fosse possibile che tutti i giornalisti mentissero.

……………………..

Commento integrazione di Stefania Russo: “…sono davvero stufa di dover ascoltare le fanta sciocchezze che Formigli ci propina, sotto le finte spoglie di appelli accorati per i diritti umani, ogni volta (guarda un po’ che coincidenza) che l’esercito siriano regolare avanza sul campo e libera il SUO territorio dalle orde di terroristi dell’età della pietra che i media spacciano per “combattenti”.
Delle incredibili affermazioni, tra l’altro molto mal recitate, della signora Jebreal, non vi è uno straccio di prova. Dove e quali le fonti che confortano il disegno di Assad di sterminare l’intero popolo di Aleppo? forse il fatto che la stragrande maggiornza della popolazione di Aleppo e non solo abbia gioito per la sua liberazione? Dal 2012 Aleppo è stata occupata da diversi gruppi terroristici: Al Nusra, Isis, Ahrar Al Sham, Harakat Nour al-Din al Zenki. L’Occidente che sbandiera ai quattro venti la sua indignazione per gli orrori del terrorismo, come fa a piangere per la liberazione di Aleppo da questi stessi terroristi? Mettetevi d’accordo.
Ci ricordiamo ancora le fanta balle sul viagra che Gheddafi distribuiva ai suoi uomini per lo stupro di massa, poi a bombardamenti Nato terminati, puntualmente smentite.
Stiamo ancora aspettando che gli Stati Uniti ci mostrino le prove inconfutabili sul possesso da parte del regime di Assad delle armi chimiche. Intanto il tempo passa e tutto cade nel dimenticatoio. Le balle sui dittatori di turno hanno costellato la storia, sicuramente quella contemporanea, delle aggressioni da parte dell’Occidente: Iraq, Afghanistan, Libia, ex Yugoslavia… Direi che può bastare” (Stefania Russo)

…………..

Articolo collegato: https://aurorasito.wordpress.com/2016/12/16/gli-agenti-della-cia-catturati-ad-aleppo/

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

LA TERRA È LA NOSTRA VERA CASA, CONSERVIAMOLA PER L’UMANITÀ FUTURA

category Lunario Paolo D'Arpini 24 ottobre 2016

In questi giorni continuano ad imperversare post ed articoli sulla sonda Schiapparelli andata distrutta su Marte.

Questa corsa verso lo spazio sarà anche nel destino dell’uomo, che evidentemente, è nato esploratore, ma non vorrei che fosse anche una scusa per sfuggire al suo dovere di conservare la vita sul pianeta Terra, nella speranza di poter un dì emigrare su altri pianeti…

I mondi dell’uomo sono molteplici ma tutti nel pensiero.. uno solo è reale: questa Terra. Se non siamo in grado di conservare la nostra vita onorevolmente sulla Terra come potremo sperare la salvezza emigrando su altri pianeti?

Come potremo sperare di essere accolti nel consesso della vita universale extraterrestre se non siamo stati in grado nemmeno di mantenere la vita sul nostro piccolo pianeta? Con ciò ritengo che l’esperimento della nostra sopravvivenza deve potersi avverare qui dove siamo… Inutile sperare in colonie sulla Luna, su Marte o su Venere, inutile cercare l’acqua su quei mondi desolati se qui -dove ce ne è tanta- non siamo in grado di mantenerla pulita.

Eppure già ci furono diversi scienziati e spiritualisti illuminati che sin dagli albori della società dei consumi avvertivano l’uomo del rischio di uscir fuori dai binari dell’equilibrio scienza/vita. Oggi il treno umano sta deragliando con scintillio di schegge impazzite: OGM, avvelenamento chimico metodico della terra e dell’acqua, energia atomica sporca, deperimento sociale e morale, urbanizzazione selvaggia, distruzione delle risorse accumulate in millenni dalla natura, etc.

L’uomo nel corso della sua breve storia ha enormemente trasformato la faccia della Terra, perché egli può deliberatamente modificare quasi tutto quel che costituisce il suo ambiente naturale e controllare quel che cresce e vive in esso.

La trama della vita è però tanto delicata e tanto legati sono tra loro il clima, il terreno, le piante e gli animali, che se una componente di questo complesso viene violentemente modificato, se alcuni fili vengono tagliati all’improvviso, l’intero complesso subisce una modificazione. Questo è il significato intrinseco del Bioregionalismo e dell’Ecologia Profonda.

Per centinaia di anni -e soprattutto nell’ultimo secolo- l’uomo è stato la causa di deturpazioni, stermini ed alterazioni profonde… e questo malgrado la sua contemporanea capacità di creare abbellimento ed armonia.

Il potere intellettivo che consente all’uomo di progettare e costruire è lo stesso che gli consente di distruggere. Con l’aumento smisurato della popolazione umana la capacità di procurare danni materiali come pure l’affinamento del pensiero e della riflessione sono cresciuti esponenzialmente.

Purtroppo questa nostra Terra non è un Paese di Bengodi od un corno dell’eterna abbondanza… le risorse del pianeta, pazientemente accumulate e risparmiate nel suo ventre, sono ora in fase di esaurimento. La biodiversità e la purezza del genoma vitale sono sempre più a rischio… molte specie animali resistono solo negli zoo o nei giardini botanici.

In tutto il mondo moderno ogni nuova impresa economica e scientifica viene seguita da peste e malanni, lo sviluppo continuo equivale al consumo accelerato dei beni, nella incapacità di recupero ambientale e ripristino da parte della natura.

Occorre da subito e con la massima serietà e determinazione fermare la caduta, preservando le risorse residue e quel che rimane della vita selvatica, non solo per il mantenimento della bellezza naturalistica ma soprattutto perché l’armonia complessiva, cioè la reale sopravvivenza della comunità dei viventi (e dell’uomo stesso) dipende da quelle componenti.

Il futuro dell’umanità, infatti, non resta nella sua colonizzazioni di altri pianeti del sistema solare bensì nella sua abilità di conservare la vita sul pianeta Terra.

Per questa ragione la biologia, l’ecologia profonda, la spiritualità della natura sono aspetti essenziali del nuovo paradigma coscienziale. Uno dei più grandi misteri vitali, che abbiamo il dovere di affrontare e risolvere, è quello relativo alla nostra vera natura.

Ma le religioni e la scienza non saranno mai in grado di darci una risposta se non cominciamo a cercarla direttamente in noi ed attorno a noi. Altrimenti non saremo in grado di uscire dal meccanismo ripetitivo delle guerre, dello sfruttamento insensibile, dei conflitti razziali e interspecisti….

Umanità non è solo simbolizzata da questi bipedi antropomorfi e non è solo un agglomerato organico definito “corpo”. Possiamo dire che Umanità è la capacità di riconoscersi con tutto ciò che vive e pulsa energeticamente dentro e fuori di noi.

La Terra è la nostra casa, l’abbiamo avuta in eredità da un lento e laborioso processo globale della vita, ma siamo sicuri di poterla lasciare a nostra volta alle generazioni future nella stessa integrità e opulenza nella quale noi l’abbiamo ricevuta? La dignità umana si gioca anche in questo…. accettiamo dunque la sfida posta alla nostra intelligenza. L’evoluzione ha una direzione univoca, la crescita della Coscienza, restiamo in essa!

Paolo D’Arpini – Circolo Vegetariano VV.TT.

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Salvare il M5S dalla degenerazione liberandolo da Di Maio (il discepolo del MAESTRO Venerabile!), Casaleggio figlio (erede dinastico del pensiero venduto), David Borrelli (il sicario preferito da Casaleggio, in Europa!) e da diversi altri masanielli

La degenerazione totale del M5S è EVIDENTE ED OVVIA a chiunque osservi da fuori senza paraocchi il movimento. Essendosi da tempo trasformato in “religione”… ovviamente i FEDELI INTEGRALISTI non possono (né vogliono!) vederne difetti ed incoerenze. La FEDE vive di DOGMI ETERNI ED ASSOLUTI, mica di fatti e riscontri quotidiani… Con un dogmatico NON si discute o ragiona.

NON parlo quindi ai “GRULLINI” (termine volutamente spregiativo, usato per individuare il “tipico” fanatico talebano che vive di slogans ripetuti senza capire che vogliono dire!). Non parlo più con loro: sono casi disperati, per i quali non val la pena perdere tempo. Ne ho perso anche troppo.

Mi rivolgo SOLO alla frangia (CONTRAPPOSTA ED INCOMPATIBILE CON I GRULLINI, e spero ancora abbastanza estesa… ma non sembra così, purtroppo) dei votanti/simpatizzanti/iscritti M5S, che hanno conservato spirito critico ed indipendenza di analisi e giudizio.

Questi, nel tempo, hanno cominciato, via-via, a vedere una serie infinita di incongruenze, contrordini, ambiguità, diktat, contraddizioni, crepe, tradimenti, dietrofront, “contrordine compagni” e amenità del genere. Quella frangia critica, spesso espulsa o additata come “traditrice”, che in effetti si limitava solo a richiamarsi ai valori originari ed esigere che tali valori, da “slogans”, diventassero azioni concrete e piani applicati. E per questo veniva trattata da “nemico”.

I dubbi, e poi le delusioni, e poi la RABBIA, sorgono inevitabili quando gli indizi di “qualcosa che non va” si sommano, peggiorano, diventano caso emblematico e poi aperta vergogna di cui chiedere conto.

Di Casaleggio (da morto il giudizio su di lui NON cambia. Niente IPOCRISIE!) ho già ampiamente detto. QUI! Direi che può bastare… Rileggete se volete. Non muto una virgola. Anzi. Ero stato allora anche troppo tenero!

Purtroppo la linea “casaleggina” non solo non è sparita con la sua morte, ma si è rafforzata e fatta più sfrontata, diretta, DICHIARATA.

Di Maio (il discepolo del MAESTRO Venerabile!), Casaleggio figlio, David Borrelli (il sicario preferito da Casaleggio, in Europa!) e tanti altri, ormai hanno APERTAMENTE criticato ed abbandonato la linea anti-Eurozona. Per tranquillizzare i veri padroni.
Arrivando a dichiararsi ufficialmente pentiti circa i timidi tentativi precedenti di dar GUERRA contro l’Eurozona.

Questo passaggio è stato fatto con maestria… con i tempi giusti perchè il “pubblico adorante” (tipico delle religioni!) digerisse, senza reazioni immunitarie avverse, il voltafaccia evidente e vergognoso.
Le nefandezze in termini di “normalizzazione interna” e di “asservimento da sotterraneo a manifesto verso il SOLO ed UNICO POTERE ESISTENTE” sono tante e dimostrate, ma in italia, da sempre, vige la consuetudine spregevole:

“Le regole si applicano per i Nemici, e si interpretano per gli AMICI”.

Ed ecco spiegato perché la massa belante dei GRULLINI non ha mai preteso una verifica seria sui fatti. Verifica per confronto spietato fra quanto dichiarato e indicato anni fa e lo stato attuale dei FATTI. Stato dei FATTI del tutto incompatibile – e anzi frontalmente opposto!! – ai principi sbandierati ed ostentati quando ci si mostrava “distruttori del Sistema”. A PAROLE…

A me non piace AFFATTO la personalizzazione della politica, il ridurre tutto ad esaltazione o denigrazione di ogni aspetto che riguardi il “Leader”.

Uno dei punti cardine delle origini del M5S era “Nessun Leader. Ciascun Cittadino sia Leader di se stesso”…

Ma siccome il M5S ha invece totalmente aderito alla linea del “Condottiero-Salvifico, al quale accodarsi”, allora analizzo l’attuale condottiero. Luigi di Maio.
Il “Bravo Ragazzo, semplice ed alla mano”.

Lo faccio in modo DURISSIMO, con un

ATTO FORMALE DI ACCUSA PER TRADIMENTO, CONTRO LUIGI DI MAIO!

Credo sia ora di fare la raccolta degli ORRORI commessi da Di Maio, il nuovo “sguattero preferito” della finanza massonica usa-uk pro-eurozona. Il degno successore di Renzi, Letta, Monti…

I RISCONTRI PUNTUALI E VERIFICABILI CHE SEGUIRANNO, GIUSTIFICHERANNO APPIENO L’ATTACCO (SOLO APPARENTEMENTE INGIURIOSO!) CHE FACCIO A DI MAIO!

Il leccaculo, che è andato a mendicare APPOGGIO E INVESTITURA in tutti i salotti dei massoni banchieri d’europa (tutti controllati dalla finanza usa-uk!), usava questa “merce di scambio” per ingraziarseli. Andava dicendo loro:

«Posso controllare l’opposizione, e far sì che, appena andremo al governo, si facciano ESATTAMENTE LE STESSE COSE CHE FA RENZI (E LETTA E MONTI…), ma facendole fare al “NUOVO”… così la gente le accetterà con meno proteste!»

Questo traditore deve stare attento. Non lo minaccio io ma lo AVVERTE la “STORIA”!
Tsipras, per aver fatto le stesse cose, a breve finirà processato e condannato dai greci.
Spero che la condanna sia ESEMPLARE.

Tsipras è, per la Grecia, oggi, quel che EFIALTE fù per gli Spartani di Leonida alle Termopili…
Un TRADITORE rivoltante, che merita una punizione durissima. Il suo crimine è imperdonabile.
Di Maio ha intenzione di imparare la lezione della STORIA oppure… non capisce il rischio? O crede di farla franca?

Segue un elenco molto lungo di FATTI CATASTROFICI VOLUTI E COMMESSI DA DI MAIO.
Verificateli e giudicate VOI.

Ma verificateli leggendo e facendo riscontri in modo NON pregiudiziale. Ve ne prego.
Analizzate i fatti recenti, e paragonateli agli annunci altisonanti di mesi o anni fà.
SE AVETE MEMORIA. Ma tale confronto è ben indicato nei singoli punti.
SE la memoria non Vi dovesse assistere in modo adeguato, qui di seguito ritroverete tutto.
19 Punti seguono… per ORA! (P.S.: erano 18 originalmente: aggiunto il punto 19 in data 22 Giugno 2016)

1)
Di Maio fa autocritica sull’Ue: “Forse siamo stati troppo duri” – L’esponente del Movimento 5 Stelle davanti agli ambasciatori smorza i toni sull’euro

«un’inequivocabile autocritica del frontman M5S sulle posizioni iniziali espresse dal Movimento su Unione Europea e moneta unica. «All’inizio siamo stati troppo duri». Un pentimento riservato dal quale i commensali non hanno potuto fare a meno di misurare la distanza tra le parole accorte di Di Maio e gli annunci di una forza politica che fino a pochi mesi fa parlava di un referendum per uscire dall’euro e per questo organizzava banchetti per raccogliere le firme. Un passo in avanti verso la formazione di un profilo credibile e rassicurante, indispensabile a chi voglia sfidare Renzi alle elezioni. Uno indietro rispetto allo spirito originario.»

2)
Cinque Stelle, Di Maio cambia idea sull’euro: “Non credo che arriveremo all’uscita”

«Uscire dalla moneta unica “significa più energia nostra, più investimenti per le imprese, e significa meno Troika, e quindi meno tasse e meno stritolamento dei nostri connazionali“. Così parlò il 13 dicembre del 2014 Luigi Di Maio, esponente di punta del MoVimento 5 stelle e vicepresidente della Camera.

Sette mesi più tardi la musica ha decisamente cambiato melodia. Abbandonare l’euro “sarebbe l’estrema ratio“, spiega Di Maio in una recente intervista a Parallelo Italia. “Ma non credo che ci arriveremo“, conclude. Dopo Matteo Salvini, ecco quindi unirsi al girone infernale degli ondivaghi anche Luigi Di Maio, entrambi lanciati sul tema in una nuova fase di “moderazione” a fini puramente elettorali. Come il leader del Carroccio, anche il vicepresidente della Camera ed esponente di punta del MoVimento 5 stelle tradisce infatti una certa ambiguità sul tema dell’uscita, o meno, dell’Italia dall’euro.»

3)
Avere la faccia come il culo. Luigi Di Maio e l’ euro

Ascoltate quel che dice Di Maio. Nessun commento. Confrontatelo con i fatti e con le vecchie dichiarazioni roboanti di Grillo e altri… Deprimente.

4)
Posizione dell’onorevole Luigi di Maio (m5s) sull’euro

Ad un convegno il 3 aprile 2016 a Trieste, a specifica domanda, l’onorevole Luigi Di Maio (m5s) spiega la sua posizione su euro e sul referendum relativo. Anche qui… no comment. In termini di tradimento e doppiezza, Di Maio si commenta da sè…
NON potrei aggravare la sua posizione neppure se volessi.

5)
L’ultima di Di Maio:
«Ottimo @luigidimaio a Porta a Porta: “credo che lo Stato non debba illudersi di poter controllare i mercati”.

Eccolo qui l’analfabeta costituzionale perfettamente prono alla finanza.

Ignorante o in malafede non mi interessa, deve levarsi di torno in ogni caso perché palesemente inadeguato.

L’iniziativa privata è libera solo se non si svolge in contrasto con l’interesse pubblico. E gli accentramenti eccessivi di proprietà sono vietati (art. 41-47 – COSTITUZIONE VIGENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA).

Ma cosa volete che sia, d’altronde violare questo precetto portò solamente alla seconda guerra mondiale…

Mi sembra di vivere in un incubo… Siamo soli in un mondo governato dall’idiozia»
Avv. Marco Mori.

6)
LA TREMENDA SPACCATURA CHE, PRIMA O POI, ESPLODERÀ IN MODO DISASTROSO NEL M5S: SERVIRE LA EUROZONA O DISTRUGGERLA!

Di Maio & Casaleggio figlio sono eredi del disegno massonico ordoliberista di Casaleggio.
Servono la eurozona antiumana massonica.
Marco Valli e Marco Zanni (EUROPARLAMENTARI M5S) sono, invece, ferventi SOVRANISTI. Quindi sono:

1)per la Sovranità assoluta del Popolo (che implica la DISTRUZIONE TOTALE dell’eurozona! NON esiste compatibilità fra le due questioni!);

2)esercitata tramite gli strumenti tecnici consolidati della Democrazia Diretta (vedi Svizzera!): cosa che i ducetti al vertice del M5S non sanno neppure cosa sia…

IN senso reale! NON sto polemizzando: in stretto senso TECNICO, I VERTICI DEL M5S NON conoscono l’ABC dei termini di BASE della Democrazia Diretta!!!!
Ma ne blaterano a vanvera continuamente!!!!

QUESTA CONTRADDIZIONE MORTALE INTERNA PRIMA O POI SCASSERÀ IL M5S!
INEVITABILE!!!

7)
Così i grillini provano a sedurre l’Europa Di Maio pranza con gli ambasciatori Ue e fa autocritica sulla campagna anti-euro

«Su domanda dei 28 ambasciatori Ue, Di Maio ha chiarito che la campagna grillina anti-euro non fu una fantastica idea, e se dipendesse da lui la lascerebbe nel cassetto: proprio ciò che a Bruxelles (e a Berlino) desiderano sentirsi dire.»

8)
Se cade Renzi, i poteri forti punteranno sul grillino Di Maio

Articolo troppo profondo e completo per poter essere riassunto o ridotto a poche righe essenziali.
(Cesare Sacchetti, “Matteo Renzi, i poteri forti lo scaricano e iniziano a interessarsi al M5S”, da “Il Fatto Quotidiano” del 5 aprile 2016).

9)
“A furia di evolversi il M5S è diventato identico al Pd, lo strano caso del dottor Di Maio”

ALTRO articolo troppo profondo e completo per poter essere riassunto o ridotto a poche righe essenziali.
(Francesco Maria Toscano, “A furia di evolversi il M5S è diventato identico al Pd, lo strano caso del dottor Di Maio”, dal blog “Il Moralista” del 24 marzo 2016).

10)
i giornali storici della finanza massonica usa-uk danno la investitura a di maio ed al M5S. Tutti insieme e con totale entusiaastico appoggio.

– FINANCIAL TIMES
– WALL STREET JOURNAL
– THE ECONOMIST
– THE GUARDIAN

Capite che significa?
Credete che i 4 organi ufficiali di propaganda della FINANZA MASSONICA USA-UK nel mondo, organizzino un tale “concerto armonico da grande orchestra”… per CASO?
Credete che esista il “CASO” per quanto riguarda le azioni concertate di quei centri di potere assoluto?

a)
http://www.giornalettismo.com/archives/1983387/m5s-financial-times-di-maio/

b)
http://www.beppegrillo.it/2015/12/il_financial_ti_1.html

c)
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/01/elezioni-2013-wall-street-journal-ultima-chance-per-litalia/517271/

d)
http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1211427/M5S–Washington-Post–con.html

11)
Rispondere alla domanda di fondo: “Cosa volete fare su Euro e Europa?”

Tratto da: “M5S, la grande scommessa di Luigi Di Maio: voto nel 2017 e candidatura da premier. Ora si prepara al tour europeo” – L’HUFFINGTON POST – di Alessandro De Angelis – Pubblicato: 24/03/2016

«Di Maio ha capito, nel corso dell’incontro, che programma vuol dire una cosa su tutte: rispondere alla domanda di fondo: “Cosa volete fare su Euro e Europa?”. Pesa, nella domanda, l’anti-europeismo delle origini, l’eco di slogan alla Salvini, le frasi minacciose del fondatore Beppe Grillo verso le cancellerie europee. Un lessico il cui rumore, in verità, si è molto attutito da maggio dello scorso anno, ovvero dalla campagna per le regionali che, all’interno del movimento, è stata vissuta come un “momento di svolta”.
È da allora che i giornali hanno iniziato a parlare di “effetto Di Maio” e che sono iniziate le interviste dello stesso al Financial Times e al Faz, che parlò di “nuovo corso del movimento”. Raccontano dall’interno del Movimento: “In quel momento ci siamo resi conto che all’estero avevano l’immagine di noi che davano i media italiani e Renzi, dunque venivamo percepiti come il diavolo. I nostri parlamentari europei, che parlano con funzionari, politici, diplomatici ci dicevano che il premier ci ha sempre usato come spauracchio su tutto. Sulla Libia diceva negli incontri: non posso intervenire perché, alla prima vittima, mi si apre un fronte interno con quelli. Datemi più flessibilità perché se non si cresce si mette benzina sul fuoco dei Cinque Stelle. A quel punto è iniziato un lavoro per avere rapporti un’interlocuzione che ha dato come primo risultato l’incontro con gli ambasciatori”.
Oggi “se fosse premier” Di Maio non uscirebbe dall’Euro.»

12)
1. MA QUANTO PIACE LA RAGGI PIGLIATUTTO AI POTERI FORTI? DALL’’ECONOMIST’ AL ‘GUARDIAN’, DAGLI INDUSTRIALI ROMANI AL VATICANO, DA VESPA ALL’”ESPRESSO”: TUTTI I CENTRI DI POTERE CHE CONTANO TIFANO PER LA CANDIDATA GRILLINA, MANCANO SOLO BILDERBERG E L’OPUS DEI 2. ALTRO CHE CANDIDATA DI ROTTURA, L’AFFASCINANTE RAGGI PIACE ALLA ROMA POTENTONA CHE GOVERNA DA SEMPRE LA CITTÀ, DESTRA O SINISTRA NON FA DIFFERENZA. UNINDUSTRIA, CONFCOMMERCIO, COMUNITÀ EBRAICA, VICARIATO, SALOTTI: TUTTI LA VOGLIONO INCONTRARE… 3. NON SOLO. VISTO CHE I SONDAGGI ANNUNCIANO LA VITTORIA IN CASO DI VOTO NAZIONALE DEL M5S SUL PD, IL DUCETTO DI RIGNANO SULL’ARNO HA CAMBIATO STRATEGIA E HA INIZIATO A “TIFARE” PER SPEDIRE LA RAGGI SUL CAMPIDOGLIO: VEDIAMO CHE COSA RIESCE A COMBINARE IL MOVIMENTO 5 STELLE ALLE PRESE CON IL GOVERNO DI UNA CITTÀ IMPOSSIBILE CHIAMATA ROMA

Tratto da “DAGOSPIA” del 24 Marzo 2016.
La “Benedizione e Investitura” di Virginia raggi a Roma, su diretta iniziativa dei POTERI FORTIO DELLA FINANZA, come richiesto da Di Maio. Ovvio che tali poteri danno investitura solo a chi ha lro giurato fedeltà ETERNA e sottomissione TOTALE.

13)
Luigi Di Maio tra gli under 30 più influenti d’Europa per Forbes

Adesso il sito di Beppe Grillo (Pardon! Del M5S!) cita “Forbes” come fonte di onestà e autorevolezza… Forbes… che ha incoronato da sempre i peggiori criminali assoluti del mondo finanziario massonico!!! Almeno negli ultimi 90 anni!!!
LEGGETE E VOMITATE.

14)
M5S. Di Maio: “Non vogliamo uscire dall’Euro”

Serve altro? Capite l’italiano?
Intervistato dal “Bilderberg” Gianni Riotta (uno dei primi da impiccare quando faremo i processi!), Di Maio dichiara le sue vere intenzioni sulla intera Eurozona. Un atto di totale sottomissione e fedeltà ai piani inumani della finanza massonica Usa-Uk mondiale.

15)
CLAMOROSO! MAESANO SU “LA STAMPA” CONFERMA L’ABBANDONO DEFINITIVO DELLA POSIZIONE NO EURO DEL M5S!osizione-no-euro-del-m5s/

Ulteriori conferme del medesimo concetto, rilasciate da servi e servetti in seconda del M5S. IL M5S abbandona ogni posizione “No-Euro”!!!
FONTE: “La Stampa” a firma di Francesco Maesano, un serio e preparato sostenitore del Movimento: nel suo pezzo “Prove di governo Cinquestelle, ecco i ministri tecnici”

«In economia l’identikit (del relativo possibile ministro!N.d.A) è quello di un candidato non anti-euro (quella battaglia è stata messa da parte definitivamente) ma neanche proveniente dalla nomenklatura bancaria europea.»

16)
Luigi Di Maio: 47 35 Parallelo Italia “Un’idea di paese”

Ripetizione più completa del punto 14.
Notate bene: va dal membro del “Bilderberg” RIOTTA a dire queste cose… perchè sia certo che siano gradite ai padroni di riotta: finanza massonica usa-uk!!!

17)
Epic fail di Luigi “Manidifata” Di Maio : i capi marchiatori 5 stelle sono ancora due

Ahahahh che barzelletta, Di Maio pagliaccio

Vespa: “Chi decide nel m5s? chi ha sospeso pizzarotti?”
Di Maio: “Beppe Grillo”
Vespa: “Chi deciderà se ritirare la sospensione?”
Di Maio: “La persona che certifica le liste nel m5s cioè Beppe Grillo.”
Vespa: “E bella democrazia, decide solo uno!”

Ahahahh Di Maio paraculo incredibile…
FARSI SPUTTANARE, IN TERMINI DI DEMOCRAZIA, DA BRUNO VESPA…
LA DICE TUTTA!

18)
Di Maio a Virus: “No all’uso del denaro contante”

Sentite cosa dice qui Di Maio…

Per combattere l’evasione, diminuire/azzerare l’uso del denaro contante…

L’ARGOMENTO PRINCIPE DEI BANCHIERI MASSONI CRIMINALI…
IL 97% DELL’ELUSIONE MONDIALE DI CAPITALI PASSA PER LA MONETA ELETTRONICA O PER LA INTERMEDIAZIONE NON PER VIA “DENARO CONTANTE”…
INVECE SE VIETI L’USO DEL CONTANTE, TOGLI L’ULTIMA FORMA MINIMA DI RIFUGIO PER I PRIVATI, CHE, ALLE BRUTTE, POSSONO RITIRARE I PROPRI SOLDI DALLE BANCHE E AVERLI “IN MANO”!!!
DI MAIO è UN CRIMINALE!!!
E INSISTE CON GLI ARGOMENTI-FUFFA DEL TIPO “RENZI NON TAGLIA LE TASSE”… SENZA DIRE UNA SOLA PAROLA DEL FATTO CHE RENZI ESEGUE SOLO “ORDINI”: LUI NON DECIDE NULLA!
GLI ORDINI DI QUELLA STESSA EUROZONA CHE DI MAIO NON VUOLE ABBANDONARE!!!
DI MAIO E RENZI PRENDONO GLI ORDINI DAGLI STESSI, IDENTICI PADRONI!!!
SONO DUE COMMEDIANTI NELLO STESSA COMMEDIA MORTALE, SCRITTA DALLA FINANZA MASSONICA USA-UK PRO-EUROZONA!!!

19)
«Nessun dubbio sulla permanenza dell’Italia in Europa…»

COSA DIRANNO ADESSO I GRULLINI incapaci di libero pensiero critico?

CHE è COLPA DEL GIORNALISTA del Sole 24 Ore, CHE SI è INVENTATO COSE CHE DI MAIO NON HA MAI DETTO?

QUALE ALTRA SCUSA INVENTERANNO I GRULLINI SPREGEVOLI, pur di giustificare l’inaccettabile?
QUALE?

——————————–
“Perchè Casaleggio prende gli ordini dagli stessi che li danno a Renzi”
“Perchè Casaleggio prende gli ordini dagli stessi che li danno a Renzi”
“Perchè Casaleggio prende gli ordini dagli stessi che li danno a Renzi”

https://www.youtube.com/watch?v=FezzbNR-yXQ

ASCOLTATE…

Ho esposto 18 (NO! 19 dal 22 Giugno 2016!) macigni contro Di Maio!
E IN FUTURO NE AGGIUNGERO’ ALTRI.
PURTROPPO NON PASSA GIORNO SENZA CHE IL “BRAVO RAGAZZO DALLA FACCIA PULITA E DALL’ANIMA NERA” AGGIUNGA ARGOMENTI E MOTIVI PER ESSERE ATTACCATO DURAMENTE.

DI MAIO è IL DEGNO ALLIEVO DI CASALEGGIO PADRE E LUI, CASALEGGIO FIGLIO E TUTTI I PRO-EUROZONA VANNO ESPULSI DAL M5S E PUNITI CON LA GOGNA IN PIAZZA.

SE NON PEGGIO…

LA PARABOLA DISCENDENTE DEL M5S HA QUASI RAGGIUNTO IL PUNTO PIU’ BASSO.

MA DI MAIO STA MASSACRANDO IL M5S SOLO PERCHÈ I GRULLINI GLIELO PERMETTONO. GLIELO LASCIANO FARE.

QUINDI BASTA SMETTERE DI PERMETTERGLIELO.
ISCRITTI, ATTIVISTI E VOTANTI SI SVEGLINO. SUBITO.

IL M5S HA UN NEMICO INTERNO FORMIDABILE: LA DEGENERAZIONE TUMORALE DETTA “EUROZONA”.

PER GUARIRE DA UNA MALATTIA BISOGNA PRIMA DI TUTTO AMMETTERE DI AVERLA ED ACCETTARE DI ELIMINARNE LE CAUSE E BLOCCARNE QUINDI GLI EFFETTI NEGATIVI.

DI MAIO E TUTTI GLI EURISTI-CRIMINALI VANNO INDIVIDUATI, PROCESSATI ED ESPULSI.

PUNTO.

Chiudo con un video brevissimo e PERFETTO di Antonio Maria Rinaldi, che ha spiegato ogni cosa che conti a tutti gli eletti e vertici del M5S in questi ultimi 7 anni… SENZA MAI ESSERE DAVVERO ASCOLTATO DA VERTICI E “DEI”!

Ascoltatelo. Tutti gli euristi devono essere processati e condannati. Per genocidio…
E lo dice in una conferenza presso il PARLAMENTO EUROPEO!

Ecco il video:

Rinaldi: tribunale Internazionale per gli europeisti: https://youtu.be/–vdpLW3iKk

Un estratto dell’intervento del Prof. Antonio Maria Rinaldi al Parlamento Europeo, in occasione del convegno del 30/06/2015 dal tema “EURO THE MOMENT OF TRUTH, THE DEMOCRACY OF THE EURO” (EURO IL MOMENTO DELLA VERITÀ, LA DEMOCRAZIA DELL’EURO).

Fabio Castellucci

Fonte: https://fabiocastellucci.wordpress.com/2016/05/29/la-parabola-discendente-del-m5s-si-puo-invertire/

…………………

Commento di Adriano Colafrancesco: “Rispondo al lungo e sconcertante intervento di Fabio Castellucci.

E’ semplicemente triste, in un paese che ha tollerato
ministre selezionate nell’avanspettacolo più volgare,
figli capre di caproni della politica, genere lega nord, in parlamenti regionali a 12 mila euro al mese,
criminali della peggior specie gestire il welfare dei “cazzi loro” rinnovando, peggiorandole, le peggiori pratiche dello schiavismo di tutti i tempi
presidenti vecchi e nuovi del consiglio, selezionati nelle file sovversive del piduismo
e…. mi fermo per paura che mi salga troppo la pressione arteriosa!…. che qualcuno si alzi a pontificare sulle facce per bene e in buona fede, che vanno almeno messe alla prova, dopo decenni di usurpazione della politica da parte di malfattori, per condannarle!

Che Dio la perdoni, Castellucci…..ne ha davvero bisogno!”

Commenti disabilitati