Risultato della ricerca:

Facebook censura ancora, Siria: le bugie, democrazia costituzionale, natale di Roma a Treia, il tempo la storia le nostre storie, Lorenzo Muratore, post utopie: bioregionalismo ecologia profonda spiritualità laica…

Il Giornaletto di Saul del 19 aprile 2018 – Facebook censura ancora, Siria: le bugie, democrazia costituzionale, natale di Roma a Treia, il tempo la storia le nostre storie, Lorenzo Muratore, post utopie: bioregionalismo ecologia profonda spiritualità laica…

Care, cari, l’ufficio censura di facebook mi comunica: “Ti è stato temporaneamente impedito di joining and posting to groups that you do not manage. La restrizione durerà fino a: 25 aprile alle ore 7:09…”

Mia rispostina: “Bene! Potete limitare l’espressione ma non potete eliminare il pensiero, che sia su fb o nella mente collettiva. Buon lavoro!”

Siria. Le bugie vengono a galla – Scrive Piotr: “Il giornalista inglese Robert Fisk, dell’Independent, ha visitato Duma. Ha dichiarato che si è mosso molto liberamente, senza essere né scortato né seguito dalla polizia e che non ha trovato traccia di alcun attacco chimico da parte dell’Esercito Arabo Siriano. Un medico dell’ospedale dove è stata ripresa la scena dei bambini che stavano male, ha dichiarato a Fisk che effettivamente questi bambini avevano problemi di mancanza di ossigeno però non di avvelenamento da gas: durante i bombardamenti si erano rintanati nelle cantine e nei tunnel scavati sotto casa che si sarebbero riempiti di polvere con conseguenze sulla respirazione…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/stop-war-in-siria.html

Commento di C.M.D.: “Robert Fisk, nel suo reportage da Douma, nei luoghi dove ci sarebbe stato l’attacco chimico, ha intervistato residenti e medici di Douma, ed emerge un quadro della situazione che smentisce tutta la narrativa menzognera del maistream e dei governi occidentali…”

L’Italia ripudia la guerra – Scrive Marx 21: “Non possiamo essere semplici spettatori mentre la guerra divampa, mentre aumenta il rischio di una catastrofica guerra nucleare. Dobbiamo esercitare i nostri diritti costituzionali, ripudiando la guerra nell’unico modo concreto che abbiamo: pretendere che l’Italia esca dall’alleanza aggressiva della Nato, non abbia più sul proprio territorio basi militari straniere né armi nucleari. Dobbiamo lottare per un’Italia neutrale, in grado di svolgere la funzione di ponte di pace sia verso Sud che verso Est…”

Mia rispostina: “L’Italia ripudia la guerra, manifestazione a Treia il 25 aprile 2018: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/04/17/treia-25-aprile-2018-volantinaggio-contro-la-guerra-e-per-luscita-dellitalia-dalla-nato/

Abbiategrasso. Fiera del benessere – Scrive Olistic Map: “Abbiate Benessere ad Abbiategrasso (MI). Un evento dedicato alla diffusione della cultura olistica, con prodotti naturali, servizi etici, trattamenti benessere, astrologia, angeli, tarocchi, etc. – area palco e sala conferenze per un totale di 13 eventi gratuiti giornalieri – Ristoro vegan e tanto altro! INGRESSO GRATUITO. Info: info@olisticmap.it”

Per la democrazia costituzionale – Scrive Domenico Gallo: “L’ultima assemblea nazionale dei Comitati territoriali ha deciso un rilancio della nostra iniziativa che ha al centro tre leggi di iniziativa popolare. In particolare avvertiamo difficoltà nel far comprendere esattamente le ragioni di questa importante campagna…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/18/coordinamento-per-la-democrazia-costituzionale/

No alla massiccia importazione di carne dal Sud America! – Scrive Elisa Norio: “La UE vuole concludere al più presto un accordo di libero scambio con il Sud America. Le ragioni dell’accordo sono chiare: Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay vogliono vendere più carne bovina e pollame, zucchero ed etanolo nella UE, favorendo l’agricoltura intensiva e le sue gravi conseguenze per l’uomo e la natura. Anche questo accordo della UE sarebbe a porte chiuse seguendo la stessa strategia stabilita per gli accordi TTIP e CETA. Info: info@salviamolaforesta.org”

Natale di Roma a Treia – Roma sorse con un messaggio di superamento delle etnie e delle appartenenze, riportiamo l’attenzione al calderone magico dei primordi, che è la Terra stessa in cui ritrovarsi vivi nella circolazione delle cose e delle persone, un fluire che porta ricchezza, e non nella distribuzione schematica e programmatica di un sistema politico-economico-religioso mal sopportato da tutti, ma in silenzio. Alla ricerca di un “nuovo respiro” e di “un’altra dignità umana” ci incontriamo a Treia, il tardo pomeriggio del 21 aprile 2018, davanti alla Torre dell’Onglavina… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2018/04/treia-21-aprile-2018-natale-di-roma.html

Roma. Storie del possibile – Scrive Comune Info: “Vi invitiamo a questa iniziativa promossa dalla redazione allargata di Comune “Storie del possibile, pratiche e ricerche a confronto” che si terrà a Roma il 21 e 22 aprile all’Ex Lavanderia pad. 31 Santa Maria della Pietà. Sarà un momento di approfondimento e scambio sulle esperienze diversamente connotate (solidali, sociali, mutualistiche, trasformative…) nate “dal basso” e locali, diffuse in Italia ed in altri paesi. (per partecipare è necessario iscriversi inviando una mail a: amministrazione@comuneinfo.net)”

Il tempo la storia le nostre storie – Scrive Antonio Marcucci: “Il giorno 6 giugno 2018 prevediamo di organizzare, come ogni anno, la premiazione del concorso “il Tempo, la Storia, le nostre storie III° Edizione” con una iniziativa presso il Comune di Recanati. Abbiamo suggerito di focalizzare l’attenzione sull’art. 9 (tutela del paesaggio), sull’art. 39 (ruolo del Sindacato), sull’art. 2 (uguaglianza), ma qualunque articolo della Costituzione può essere oggetto di riflessione…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.it/2018/04/il-tempo-la-storia-le-nostre-storie-iii.html

Mio commentino: “Anche io, in quanto presidente dell’Auser Treia, partecipo al concorso. Ho inviato un articolo sul tema del Paesaggio come bene culturale e vitale (inteso come habitat bioregionale)…”

Lorenzo Muratore. Poeta – Scrive Gianni Donaudi: “Lorenzo Muratore nasce a Ventimiglia (Imperia ) nel 1941 e scrisse il suo primo volumetto “L’Altare della Parola” nel 1956 , cioè a soli 15 anni, insieme al suo compagno di liceo Lucio Martelli (1940/ 2006) . Tra i due vi erano allora estreme divergenze politiche e ideologiche ma ciò non impedì una solida amicizia durata mezzo secolo…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/04/lorenzo-muratore-poeta.html

Roma. Oli essenziali – Scrive Agape: “27 e 28 Aprile 2018 a Roma, Piazza San Giovanni Bosco 80, si svolgerà nella sede di Erba Sacra un Corso di Creazione Profumi con Oli essenziali, docente Renato Tittarelli. Info: info@risoessenza.it”

Post Utopie – Scrive Pino Timpani: “Vogliamo soffermarci ulteriormente ad approfondire alcuni temi centrali del Bioregionalismo, lo facciamo con Paolo D’Arpini, tra i fondatori del movimento in Italia che ci aiuterà a comprenderne la sua natura profonda. I concetti possono apparire complessi, ma non lo sono affatto e anzi si potrebbe dire che non si possano nemmeno definire concetti, ma piuttosto una scoperta di ciò che già esiste, di cui la nostra naturalità ne prende semplicemente atto, come conseguenza di un’acquisizione di coscienza e consapevolezza. Ne abbiamo ricavato un lungo approfondimento, entrando e soffermandoci in alcuni dettagli che a loro volta portano a infiniti rivoli e livelli da esplorare…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/post-utopie-la-spiritualita-laica-il.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Se ci si cura di se stessi si risulterà stabili e si realizzeranno i propri intenti originari” (Yamamoto Tsunetomo)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Alternativo non significa superiore, un tempo che vive, applicazione locale dell’ecologia profonda, il senso del peccato, con la Siria contro i gangsters, chi forma i governi borghesi?, proposta contro la guerra…

Il Giornaletto di Saul del 17 aprile 2018 – Alternativo non significa superiore, un tempo che vive, applicazione locale dell’ecologia profonda, il senso del peccato, con la Siria contro i gangsters, chi forma i governi borghesi?, proposta contro la guerra…

Care, cari, la questione dell’alternatività, si chiami “bioregionalismo”, “vegetarismo” o si chiami “essere di sinistra” è che tale attributo dà spesso alla persona che lo incarna un senso di superiorità. A volte questa supposta superiorità si può riconoscere come legata ad un fattore di consapevolezza della propria natura da cui scaturiscono “scelte” che sono in sintonia con se stessi e possibilmente con il resto della vita, visto che facciamo parte di un tutt’unico che si influenza vicendevolmente. E’ ovvio che se il vegetariano, l’ecologista, o chiunque impersoni questo senso di superiorità desidera diffondere il proprio “credo” non può pensare di essere accettato e ascoltato se butta in faccia agli altri questa supposta superiorità… (Caterina Regazzi)… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/04/16/la-questione-dellalternativita-riflessioni-per-la-festa-dei-precursori-di-treia-dal-27-al-29-aprile-2018/

Commento di M.B.: “Ciao Caterina, sono d’accordo con te e riconosco che anch’io, all’inizio del mio cambiamento, ero un po’ animoso, come dici tu, e ogni tanto mi succede ancora. La lotta per migliorarci non è delle più semplici, ma non bisogna scoraggiarsi nel vedere qualcuno più avanti di noi” – Continua in calce al link

Mondeggi. Agricoltura contadina – Scrive A.d.V. a commento dell’articolo https://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/mondeggi-per-parlare-di-agricoltura.html?showComment=1523907542858#c5858578898751176437 -: “ Evviva la CONTADINANZA! L’Amico Giuseppe mi ha portato a conoscere una realtà molto bella non solo dal punto di vista naturalistico ma anche di condivisione; un bell’esempio di coraggio sociale che ha ridato vita a questi luoghi destinati al disfacimento! Onore al coraggio e alla filosofia di vita di questi giovani che con dedizione cercano di tornata alla Terra…” – Continua in calce al link

Memoria di un tempo che vive… – Scriveva Roberto Sgaramella: “Ci porti a Calcutta? No, molto più vicino: andiamo a Calcata. Il malinteso è ricorso frequentemente con i numerosi amici dall’Estremo Oriente che ho condotto nel corso degli anni a visitare il piccolo villaggio che si affaccia sulla valle del Treja. Riflettendo, ho concluso che il malinteso non è così casuale e va aldilà della similitudine tra i due nomi. Si va a Calcutta o si visita Calcata perché si è curiosi di conoscere esempi alternativi di stili di vita…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/12/circolo-vegetariano-vvtt-memoria-di-un.html

Israele. Ce l’hanno nel sangue – Scrive Gianni Donaudi: “Non si parla più delle vittime palestinesi? Giosuè si comportò peggio di un colonnello delle SS – Fece distruggere  Jerico e ne fece uccidere TUTTI gli abitanti (compresi gli animali). Di fronte a Jerico, Boves, Marzabotto e Sant’Anna di Stazzema sono piccolezze, non riesco a capire certi “gospel” che inneggiano a “Gerico” come esempio positivo…”

Un’applicazione locale dell’Ecologia Profonda – Scrive Italo Carrarini: “L’idea bioregionale punta ad inserirsi nelle pieghe della società; per riuscirci, diverse possono essere le modalità, i linguaggi e le forme, ma, al di là delle differenze, ciò che accomuna i bioregionalisti è la consapevolezza di essere parte interdipendente di un insieme senziente. L’idea bioregionale è ispirata dai sistemi naturali selvatici; per sua natura, pertanto, si esprime attraverso la forma decentrata. Nell’introdurre questo concetto, si richiede la sensibilità di esporlo in modo che ogni persona, gruppo o realtà sociale lo senta proprio e nel proprio luogo si organizzi per radicarlo…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/bioregionalismo-unapplicazione-locale.html

Geopolitica. Siria e Italia – Scrive Romeo Giusti a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/15/geopolitica-la-siria-muro-di-confine-tra-loceano-e-la-terraferma-e-litalia-che-sta-in-mezzo/ -: “Trump è un genio! Autorizza un attacco FLOP, giustificando da parte di Putin l’installazione in Siria di missili ipersonici, e di fatto STABILIZZA il Medio Oriente; VINCE nei confronti dei Massoni interni (il Governo Ombra che ha i suoi tentacoli in tutto il mondo, e soprattutto in Europa), e che lo vorrebbero MORTO, nel mentre gli STESSI, attraverso il mainstream, URLANO la giustezza dell’attacco!”

Il senso del peccato (che conviene alle religioni) – Le religioni hanno poco o nulla di buono, quel poco di buono che forse hanno avuto in passato, ovvero la spiritualità naturale e spontanea tesa alla conoscenza di Sé (chiamalo “Dio” se vuoi), è stata cancellata per interessi di mantenimento del potere acquisito sulle masse. Sommergendo le masse di norme etiche e morali che sono a volte impossibili da soddisfare, consentendo però che venissero trasgredite purché “confessate” come peccati, di cui pentirsi… Di tale ipocrisia e finzione ne abbiamo avuto abbastanza ed il recupero di una laicità spirituale, a tutto campo, compresa una laicità sessuale… – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/04/il-senso-del-peccato-che-conviene-alle.html

TAP e Martina – Scrive Alex Focus: “Ve lo ricordate Maurizio Martina del PD? Ebbene fu lui che, in qualità di gestore della agricoltura, firmò quel mostruoso provvedimento che, oltre a distruggere in Puglia un’enorme zona agricola e tutta la fauna che la abita, avvelenerà a lungo termine anche le persone, per salvare la TAP Trans Adriatic Pipeline cioè il progetto di gassificazione che taglierà in due l’Italia. Quasi un’Apocalisse, giustificata da niente perché la Xylella NON ha pericolosità né sociale né ambientale…”

Con la Siria contro i gangsters – Scrive Fulvio Grimaldi: “Chi si illude che con gli attacchi missilistici di sabato 14 aprile 2018 l’Idra Usa-UK-Francia-Israele-Arabia Saudita abbia concluso un genocidio in Siria che va avanti da 7 anni, mena il can per l’aia. Questi regimi-gangster sono impegnati a spazzare via, con il mondialismo delle armi e dell’economia, ogni realtà statuale e nazionale dissidente e a ricostituire il colonialismo dei secoli precedenti. Non molleranno l’osso se non quando costretti dai costi eccessivi o da un rifiuto di massa nel mondo. Come col Vietnam…” – Continua:
http://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/con-la-siria-contro-i-gangster-contro-i.html

Roma. Contratto di fiume Tevere – Scrive Amici del Tevere: “sarà firmato, il 21 aprile 2018, l’ATTO DI IMPEGNO FORMALE DEL “CONTRATTO TERRITORIALE” (DI FIUME) del fiume Tevere a Roma nel tratto fra Ponte Milvio e Ponte Sublicio nei Municipi Primo e Secondo di Roma Capitale (comprendente interazioni con altri territori fluviali o perifluviali che siano coerenti e sinergiche agli obiettivi locali e generali). La manifestazione si svolge presso Edificio Wengil, in Largo Ascianghi 5, Roma, alle ore 10.30. Info: iniziative@unpontesultevere.com”

Democrazia falloppia. “Chi forma i governi borghesi?” – Scrive Piattaforma Comunista: “Per quanto riguarda le “trattative” per la formazione del nuovo governo, l’oligarchia finanziaria cercherà con ogni mezzo di favorire la formazione di un governo antipopolare ed europeista per proseguire lo smantellamento delle conquiste e dei diritti dei lavoratori, le controriforme istituzionali, la politica di guerra. Quali saranno i veri artefici del nuovo governo borghese, coloro che lo faranno durare per un certo tempo o lo smantelleranno? Torna alla memoria quanto disse Giuseppe Stalin nel 1927 a una delegazione di operai americani…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/16/democrazia-falloppia-chi-forma-i-governi-borghesi/

Viterbo. Mostra – Scrive Massimo Erbetti: “Il M5S Viterbo è orgoglioso di presentare la prima mostra dal titolo “VITERBO IERI, OGGI E DOMANI” che si terrà presso la ex chiesa di San Giovanni Battista degli Almadiani, in piazza dei Caduti Viterbo, dal 6 al 13 maggio 2018. La mostra metterà a confronto la Viterbo di ieri con quella di oggi e progetterà, insieme a tutti i cittadini, la “Viterbo di domani. Info: 3333508202”

Una proposta contro la guerra – Scrive Enrico Peyretti: “Senza falsa umiltà (non sono tempi di finezze formali), le persone amanti della pace si riconoscano tra loro, anche di culture e idee diverse, si convochino a vicenda, uomini e donne. Usino bene, per una volta, la fama meritata, deposto ogni orgoglio e vanto personale, parlino alla gente non per farsi ammirare, ma per servire la vita di tutti. Se sono ricchi, impegnino il loro denaro. Vadano insieme a Damasco, luogo emblematico, dove si spara e si bombarda, vadano senza vanto, con coraggio, disponibili ad usare la vita in difesa della vita…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/04/contro-la-guerra-una-proposta-di-enrico.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Gli uomini non devono considerare garantite le loro idee, né fissarsi nelle loro abitudini, perché in tal caso perdono la capacità di adattarsi alla diversità ed al cambiamento. Quando si dimentica che le idee sono opinioni convenzionali, e le si scambiano per fatti obiettivi che “tutti riconoscono” e che nessuno mette in dubbio, allora possono svilupparsi i ciechi pregiudizi e la bigotteria più ristretta” (Chen Jingyuan)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

L’Italia è in guerra (senza saperlo), cazari non ebrei, religione invertita, saggezza della Natura, bioregionalismo, agricoltura e biologia, la rana bollita, Treia: avanti con la promozione della lettura e della cultura…

Il Giornaletto di Saul del 13 aprile 2018 – L’Italia è in guerra (senza saperlo), cazari non ebrei, religione invertita, saggezza della Natura, bioregionalismo, agricoltura e biologia, la rana bollita, Treia: avanti con la promozione della lettura e della cultura…

Care, cari, l’agenzia Al Sura ha segnalato (il 10 aprile 2018) che una cisterna volante italiana KC-767 è entrata in Giordania dallo spazio aereo dell’Arabia Saudita. L’aereo, un Boeing, farà il rifornimento in volo dei caccia occidentali che lanceranno i missili contro la Siria. Dunque il governo Gentiloni, scaduto e senza legittimità, ha portato l’Italia in guerra contro uno Stato che non ci ha mai  fatto nulla  di male, e contro cui non abbiamo nemmeno dichiarato guerra prima di aggredirlo…. (…) – Vista la situazione drammatica che si sta venendo a creare in Siria e dintorni, con rischio di deflagrazione di una guerra mondiale, vediamo se è possibile organizzare al più presto una manifestazione per la non partecipazione dell’Italia all’attacco contro la Siria. Soprattutto dopo quanto appreso sulle mosse illegittime del Gentiloni. Infatti il governo ossequiosamente ubbidisce a tutti gli ordini dell’occupante USA/NATO ed appoggia tutte le azioni che all’occupante convengono, soprattutto in chiave militare… Pensavo perciò di proporre una protesta “sparpagliata”, in vari luoghi ma in una data condivisa, sul modello di quella contro l’intervento in Libia (del 2016), unendo le forze di tutti i pacifisti e movimenti No guerra, No Nato (senza distinzioni)… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/12/siria-litalia-entra-in-guerra-contro-assad-allinsaputa-degli-italiani/

Gentiloni conferma la sudditanza dell’Italia – Scrive Ansa: “In base agli accordi internazionali e bilaterali vigenti l’Italia ha sempre fornito supporto alle attività di forze alleate per garantirne la sicurezza e la protezione”. Lo affermano fonti di governo, in relazione agli sviluppi della situazione in Siria…”

La guerra atomica è “definitiva” – Scrive Vincenzo Zamboni: “Tenete presente che il fall out radioattivo non è controllabile. Riuscite a deviare alcuni missili che erano diretti sulle vostre città facendoli cadere su una zona desertica. L’esplosione quindi non uccide nessuno, ma il fall out radioattivo si dirige dove vuole, sospinto dai venti, senza che lo possiate fermare. Il problema è che bisognerebbe riuscire non solo ad abbattere tutti i missili, ma anche in zona di sicurezza, fuori dal territorio nazionale. Il che se è già inverosimile per gli intercontinentali in volo oceanico (qualcuno sfugge per forza) diventa completamente impossibile per i lanci dai sottomarini nel pacifico appena fuori dalle acque territoriali statunitensi: troppo poco tempo disponibile…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/04/la-guerra-atomica-e-definitiva.html

Commento di Massimo Bordin: “Se dovesse scoppiare la terza guerra mondiale (Dio non voglia), la prima preoccupazione di molti europei e americani, sarà quella di farsi un selfie sorridente con alle spalle il fungo atomico (ovviamente con l’intenzione poi di condividere il tutto sui cosiddetti social). Purtroppo, una buona parte della popolazione europea e statunitense, vive in una realtà virtuale costituita principalmente da “panem et circenses” e, a causa di tutto ciò, le loro coscienze sono state addormentate/anestetizzate e abituate a vivere immerse nel male, nei peccati e nella menzogna. Non sono coscienti della terribile e tragica situazione che viviamo, non sono coscienti che rischiano seriamente di perdere le loro anime per tutta l’eternità!”

Siria. L’altra verità sull’attacco chimico – Scrive Syrian Perspective: “La Russia conferma che vi sono ufficiali inglesi, statunitensi, israeliani e sauditi catturati dall’Esercito arabo siriano in un centro comando pesantemente fortificato, durante l’invasione dell’Esercito arabo siriano e dei suoi alleati del Ghuta orientale. I militari statunitensi, inglesi e israeliani catturati confermavano di avere avuto l’ordine di organizzare attacchi chimici nel Ghuta orientale dai loro governi…”

I cazari non sono ebrei – Scrive Claudio Martinotti Doria: “I cazari nei decenni a cavallo tra l’VIII ed il IX secolo si convertirono al giudaismo indotti dal Khan e dalla nobiltà, scelta dettata da motivi politici, invitando nel loro territorio numerosi rabbini e costruendo sinagoghe. Per quanto a livello storiografico l’interpretazione sia ancora molto controversa, alcuni studiosi ritengono che siano stati i cazari con questa conversione di massa a rimpinguare e rivitalizzare la religione giudaica, essendosi soprattutto dispersi nei secoli successivi nei paesi del Centro e dell’Est europeo e in Russia, che sono stati i luoghi primari di diffusione dell’ebraismo nel mondo… – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/kazary-convertiti-proposito-del-popolo.html

Usa e sion alla canna del gas – Scrive Giorgio Vitali a commento dell’articolo https://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/siria-usa-e-sion-alla-canna-del-gas.html?showComment=1523523412427#c1792284239927800496 -: “Indubbiamente l’uccidente è perdente in Siria per ragioni GEOPOLITICHE, economiche e STORICHE che non è qui il caso di rievocare. L’operazione mediatica tuttavia NON sortisce più gli effetti desiderati anche perché negli USA il potere di Lorsignori (sionisti e Signori delle Armi) è in declino a favore della Classe media ribellatasi al loro potere…” – Continua in calce al link segnalato

La saggezza della Natura – Scrive Nicolò Raimondi: “In un libro di James Hillman, Puer aeternus, tra le numerose citazioni di Carl Gustav Jung, ve n’è una molto interessante che può offrire spunti di riflessione e che conferma quanto possiamo imparare dal mondo animale; implica quanto la Natura sia straordinaria e vada difesa, vissuta da tutti noi. Non aggiungerò altro, la parola ai testi…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/04/ecologia-profonda-e-la-saggezza-della.html

Douma. Bugie OMS – Scrive Marinella Correggia: “Attacco chimico a Douma: le accuse dell’OMS di Ginevra contraddette dagli operatori dell’ONU in Siria (e dalla Mezzaluna); oltre che dagli esperti russi. Quali sono allora le fonti dell’OMS? E’ l’ennesimo esempio di un circolo vizioso di organizzazioni che attingono a fonti avvelenate (in pratica, gruppi collaterali alle formazioni armate e jihadiste), le quali in questo modo vengono legittimate. Negli anni, questa legittimazione a sua volta ha legittimato il sostegno che vari paesi hanno fornito ai gruppi armati…”

Commento di J.E.: “Qua tocca contare sulla stabilità mentale di Putin. Il resto è frullato, caos, caso…”

La “Religione” dualistica invertita – Scrive René Guénon: “ …molti, lasciandosi ingannare dalle apparenze, credono nell’esistenza di due principi opposti che si contendono la supremazia del mondo: è una concezione erronea, analoga in fondo a quella comunemente attribuita a torto o a ragione ai Manichei, e che, in linguaggio teologico, mette Satana allo stesso livello di Dio; vi è senza dubbio attualmente una quantità di gente la quale, in questo senso, è “manichea” senza sospettarlo, subisce cioè gli effetti di una “suggestione” delle più perniciose…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/04/la-religione-dualistica-invertita.html

Siria. Allarme guerra – Scrive Paolo Sensini a commento dell’articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/11/allarme-ai-voli-sul-mediterraneo-per-guerra-possibile-11-aprile-2018-segnatevi-questa-data-su-un-foglietto-di-carta-forse-e-lultima-cosa-che-farete/ -: “La crisi siriana, dopo 8 anni di guerra senza interruzione, sembrava finalmente avviata a concludersi. Ma ecco che nello spazio di poche ore tutto è andato assumendo toni da apocalisse. Com’è stata possibile un’accelerazione del genere in così poco tempo? Semplice, perché il sistema dei mass media americani – come quello bancario – è concentrato per il 90% in così pochi soggetti che stanno a malapena nelle dita di una mano. Situazione che è la stessa praticamente ovunque. E su certe questioni, nel momento in cui le esigenze lo richiedono in modo perentorio, non è così difficile mettersi d’accordo e marciare uniti come un sol uomo…” – Continua in calce al link

Commento di Fernando Rossi: “E’ pur vero che esiste un teatrino della politica, ma quando avremo, O NON AVREMO, una guerra con le 113 basi USA/Nato in Italia coinvolte e bombardate, i sopravvissuti si ricordino di chi si piegò al Pentagono e di chi cercò di difendere la pace…”

La rana bollita – Il principio della rana bollita, utilizzato dal filosofo americano Noam Chomsky, fa riferimento alla società, ai popoli che accettando passivamente, il degrado, le vessazioni, la scomparsa dei valori, dell’etica, ne accettano di fatto la deriva. Questo principio può essere usato anche per il comportamento delle persone inerti, immobili, remissive, rinunciatarie, noncuranti, che si deresponsabilizzano di fronte alle scelte… – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/04/il-principio-della-rana-bollita.html

Plastica nel piatto – Scrive Rinnovabili: “Le microplastiche sono ovunque, non solo nelle profondità marine e nei luoghi più sperduti della Terra, ma anche nei nostri piatti. E la fonte principale di questa contaminazione non arriva dall’esterno ma direttamente dalle nostre case, portate dall’aria e dall’acqua. Lo rivela un recente studio della Heriot-Watt University che avverte: rischiamo di ingerire fino a 100 microscopiche fibre polimeriche ad ogni pasto…”

Auser Treia. Avanti con la promozione della lettura e della cultura bioregionale – All’auser Treia si sta lavorando per la promozione di scambi culturali e librari. Nella sede del Circolo sono stati raccolti, donati da vari soci, oltre un centinaio di libri e riviste. I testi saranno messi a disposizione dei soci per la lettura in sede o per l’asporto senza alcun onere o formalità. Inoltre sono previste nel corso dell’anno diverse presentazioni di libri sia di autori marchigiani e treiesi che di altre regioni…” – Continua: https://auser-treia.blogspot.it/2018/04/auser-treia-avanti-con-la-promozione.html

Rumori molesti condominiali – Scrive Rubes Tagliazucchi a commento dell’articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/rumori-molesti-condominiali-schiamazzi.html -: “Uno dei tanti precipizi culturali/sociali/umani dei cosiddetti italiani. Rispettare e non arrecare danno ad una primaria funzione fisiologica come il sonno, viene ritenuto dai più, appoggiati spesso dalle pubbliche amministrazioni, come non importante e sicuramente secondario a qualsiasi manifestazione pubblica o privata che entri nelle case della gente attraverso il rumore, e non invitata!”

Bioregionalismo, agricoltura e biologia – La piaga umana sta impestando il pianeta sino alle midolla. E come se non bastasse la produzione del cibo sta passando sempre più in mani private, sta diventando un affare economico controllato accuratamente da multinazionali, le stesse che compartecipano alla finanza mondiale, e queste multinazionali hanno in mano la produzione e possono quindi creare crisi alimentari pilotate per mantenere un controllo reale sulla popolazione del globo. Le carestie sono ormai un’arma in mano ai potentati economici… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/bioregionalismo-e-biologia-dalle.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“When you demand nothing of the world, nor of God, when you want nothing, seek nothing, expect nothing, then the Supreme State will come to you uninvited and unexpected.” (Nisargadatta Maharaj)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Il finale melo-catastrofico, le 4 ere dell’uomo, la memoria è nemica dello stupore, Siria: allarme guerra, la posizione della donna nelle religioni, sionismo: repetita iuvant, analisi zodiacali tra emisfero nord e sud…

Il Giornaletto di Saul del 12 aprile 2018 – Il finale melo-catastrofico, le 4 ere dell’uomo, la memoria è nemica dello stupore, Siria: allarme guerra, la posizione della donna nelle religioni, sionismo: repetita iuvant, analisi zodiacali tra emisfero nord e sud…

Care, cari, con un tono che non so se definire sarcastico, umoristico o macabro, anzi, no, lo definisco ottimistico, comunico che da parecchi anni il Cristo-Dio avvisa che l’umanità è ormai già caduta dal precipizio e che più nulla può impedire che si sfracelli al suolo. Quel poco che si salverà lo farà grazie alla Terra, che, con terremoti e maremoti di potenza inimmaginabile, fermerà la completa distruzione del pianeta da parte di quelle armi con cui gli attuali politici giocherellano e che prima o poi esploderanno. Siamo ormai prossimi al Final Katastrophal (il finale catastrofico, predetto anche nell’Apocalisse di Giovanni). Chi si salverà saranno coloro che, poi, avendo elevato la loro energia grazie all’aver fatto ogni sforzo per vivere secondo le Leggi Divine sintetizzate nei Dieci Comandamenti e nel Discorso della Montagna di Gesù, ripopoleranno la Terra, permettendo l’incarnazione ad anime dalla spiritualità elevata. Tutte quelle anime che hanno una bassa energia, un forte ego, non potranno più incarnarsi e quindi ci sarà, finalmente, il Regno della Pace, predetto da tutti gli illuminati di ogni epoca… (Marco Bracci)

I quattro stadi della vita – La storia dell’uomo è molto semplice e rispecchia i quattro mutamenti fondamentali della vita. L’uomo nella sua corsa evolutiva compie quattro salti stagionali. All’inizio egli succhia il latte, alla base del latte c’è la verdura e la carne e ciò diviene il suo cibo, poi ancora oltre c’è la terra ed ecco l’uomo che la divora ma oltre la terra c’è lo spirito e l’uomo nutrendosi di “spirito” completa un altro ciclo di spirale nella scala dell’evoluzione. Questa simbologia può essere tradotta così… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/04/bioregionalismo-ecologia-profonda-ed-i.html

Roma. “L’industria delle fake news” – Scrive Giorgio Vitali: “Sabato 21 Aprile 2018 alle ore 17 a Piazza San Salvatore in Lauro 15, Roma, presentazione del libro di Marcello Foa “Gli stregoni della notizia. Atto secondo”. Insieme all’autore interverranno Alberto Bagnai (economista e Senatore della Repubblica Italiana) e Vladimiro Giacchè (economista). Introduce Sebastiano Caputo, modera Matteo Persico. Ingresso libero. Info: lintellettualedissidente@gmail.com”

La memoria è nemica dello stupore – Scrive Pollan Michael : “Credo di avere compreso il concetto di “valvola riducente della coscienza” di Huxley, ma nella mia esperienza il meccanismo sembra leggermente diverso. Mi immagino la coscienza comune più come un imbuto o, meglio ancora, come la strozzatura di una clessidra. In questa metafora, l’occhio della mente è in equilibrio tra passato e futuro, e decide quali, tra gli innumerevoli granelli dell’esperienza sensibile, passeranno attraverso la stretta apertura del presente ed entreranno nella memoria…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/04/11/pollan-michael-la-botanica-del-desiderio-recensione/

L’arte della guerra – Scrisse Sun Tzu: “Se sono furiosi, irritateli ancora di più, assicurandovi di alimentare la loro arroganza. Se sono riposati, fate in modo di stancarli. Se l’obiettivo è vicino, fate credere che si trovi lontano. Se è distante, create l’illusione che si trovi nei paraggi. Se manifesta una debolezza è necessario sfruttarla. Per evitare che si faccia avanti, fate capire qual è il danno. Se sono uniti, costringeteli a separarsi…”

Siria. Allarme guerra – Scrive Marco Palombo: “Attorno alle 10 dell’11 aprile 2018 si ha notizia di un allarme ai voli sul Mediterraneo per possibili attacchi missilistici ovviamente sulla Siria. Un twitter del presidente USA ha avvertito i russi “che i missili arrivano”. Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU non ha approvato nessuna risoluzione delle tre presentate per veti incrociati… (…) L’ intervento USA è dato per certo, al momento, ma le prove dell’attacco chimico sono veramente debolissime. Questo purtroppo porta a prevedere un attacco rapido di USA e Francia per impedire di chiarire meglio “il presunto” attacco chimico…” – Intervento di Fulvio Grimaldi: “Gli Usa, il Regno Unito, la Francia, Israele, con la Nato al seguito, stanno minacciando e, a quanto pare, conducendo un attacco alla Siria, Stato arabo laico, democratico e socialista ancora in piedi dopo 7 anni di aggressione e massacri, attacco che inevitabilmente coinvolgerà i suoi alleati, russi, iraniani e Hezbollah e non potrà non provocare reazioni e culminare in una catastrofe planetaria, addirittura nucleare…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/11/allarme-ai-voli-sul-mediterraneo-per-guerra-possibile-11-aprile-2018-segnatevi-questa-data-su-un-foglietto-di-carta-forse-e-lultima-cosa-che-farete/

Commento di Paolo Sensini: “Assad è in procinto di ripulire le ultime sacche di resistenza in mano ai cannibali jihadisti e sta evacuando i civili dalle zone di combattimento: perché dovrebbe scatenare la riprovazione internazionale proprio mentre sta per cacciare gli ultimi ribelli anche da Douma?…” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Vincenzo Zamboni: “In sostanza la battaglia americana tra il Deep State e la Casa Bianca mantiene sempre il mondo perlomeno apparentemente sul filo del rasoio. Una cosa però è certa: un ipotetico scontro degli Usa con la Russia sarebbe perdente senza speranza. E questo Trump, benché coinvolto in una difficilissima partita di politica interna che mette continuamente a rischio la sua presidenza, lo sa benissimo.” – Continua in calce al link soprastante

Commento di Francesco Manta: “Pechino avrebbe dato l’ordine alle proprie navi da guerra presenti nel Mediterraneo di ricongiungersi con la marina russa, nella eventualità di un imminente attacco in Siria… D’altro canto, anche l’Iran sta muovendo le sue pedine: gli alti ufficiali di Teheran, rimasti feriti in uno scontro nel raid israeliano presso la base siriana T4 di Homs, sarebbero in procinto di posizionare in allerta i loro sistemi missilistici strategici…” – Continua in calce al link soprastante

Commento di J.E.: “Ultime news: “Il governo siriano ha invitato l’Organizzazione per la Proibizione delle armi chimiche (OPAC) a visitare Duma, enclave ribelle nei pressi di Damasco, dove nel fine settimana un presunto attacco di gas tossico
ha ucciso decine di persone”

La posizione della donna nelle religioni patriarcali – Oggi osserviamo che il cambiamento nelle relazioni fra il maschile ed il femminile può essere considerato un termometro per misurare il decorso della malattia nella specie umana. Tale malattia prese origine con l’avvento dell’era oscura, definita in India Kali Yuga (che si presume essere iniziato 5000 anni fa). In Europa quello stesso periodo, definito tardo neolitico, si concluse con l’affermarsi del potere maschile esercitato con la violenza e con la perdita della libertà femminile (tramite l’acquisto della donna a scopo riproduttivo, guerre di razzia, perpetuazione della patrilinearità etc)… – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/04/la-donna-nelle-religioni-e-come-punto.html

Programmazione di un incontro bioregionale in Emilia – Scrivono Barbara e Lorenzo: “ Il progetto bioregionale di Campiaperti in Emilia è ancora embrionale, sperimentale, e dovrà svilupparsi a seconda di come viene gestito dalle singole persone. Lo scopo è anche riuscire a coinvolgere i coproduttori, e fare in modo che i partecipanti diventino partecipi della vita nella bioregione.  Solo partecipando e proponendo si può costruire qualcosa di più  articolato. PS quando è  previsto l’incontro bioregionale a Montombraro?…”

Mia rispostina: “Credo che il bioregionalismo possa e debba essere una “pratica” e non semplicemente un argomento di discussione. Per questa ragione durante gli incontri bioregionali poniamo sempre l’attenzione sulle iniziative concrete in corso. Ad esempio all’incontro annuale della Rete, che si  terrà il 23 e 24 giugno 2018, nelle Marche (Vedi: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/03/bioregionalismo-treia-23-e-24-giugno.html), il tema trattato sarà quello della attuazione dell’Agricoltura Contadina, compreso un mercatino biologico, laboratorio di cucina, raccolta erbe e rapporto con gli animali, etc, in cui verranno esaminate anche le risultanze dell’assemblea nazionale del 14 e 15 aprile in Toscana. Per quanto riguarda un possibile incontro di coordinamento e condivisione progetti, tra le realtà interessate alla pratica bioregionale, da tenersi in Emilia (ospiti a Montombraro, oppure a Ca’ Lamari, od altrove ?), consiglierei una data significativa vicina alla Luna Piena, che è il venerdì 27 luglio ma potrebbe anche essere sabato 28 che è successivo alla luna piena…. Dipende dalle disponibilità e dalle preferenze “lavorative” di ognuno. Ovviamente sarebbe opportuno fare un incontro preliminare (organizzativo) da tenersi in un luogo gradito a tutti, sin dai primi di luglio… (preferibilmente un giorno festivo o prefestivo), coinvolgendo anche altri possibili interessati…”

Sionismo. Repetita iuvant – Scrive Jimmie Moglia: “Va ripetuto, anche se tutti lo sanno, che quanto sta succedendo a riguardo della Siria o di qualunque altro paese nelle mire USA, ha un’unica e sola firma, Israele, con i neocon (eufemismo per i sionisti giudaici), e i shabba goym a shabba shiksa profumatamente pagati dai padroni, in vari paesi. A descrivere la situazione  siriana e mondiale ci sono avvenimenti macroscopici, le “false flags” delle aggressioni chimiche, etc., ma anche avvenimenti di cui un Carneade o signor Travet può rendersi conto dove abita…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/la-siria-loccidente-e-la-parabola.html

Analisi zodiacali tra emisfero nord e sud – Scrive Paola Turrini: “Ciao caro Paolo, felice di sapere che stai bene e che il terremoto a Treia non ha causato molti danni, ti chiedo un consiglio perché un’amica mi ha chiesto l’oroscopo di suo figlio adottivo che è nato in Perù, precisamente ad Abancay-Cusco. Intuitivamente penso che sia un luogo forte di antiche pulsioni e punto energetico anche attuale della terra, l’elemento che lo può rappresentare qual’è? Fuoco per l’energia spirituale o Terra per la sua completezza? Come si fa a calcolare l’elemento di un paese straniero, non solo europeo? Come sempre un grande grazie se riesci a rispondermi perché so che sei molto impegnato ad organizzare per il meglio alcuni eventi di Treia…ho anche in serbo un qualcosina che sto scrivendo e che ti manderò appena finito…”

Mia rispostina: “Cara Paola, mi fai domande che richiederebbero profonda introspezione e capacità di espressione sottile, che non può essere estrinsecata attraverso una email. Per questo sempre ti ricordavo l’importanza di un contatto diretto… tra te e me,  per sviluppare  un rapporto aldilà della tecnica.   Dal punto di vista funzionale, riguardo all’elemento collegato ad un certo luogo, come ti dissi occorre risalire allo statuto vigente in quel luogo nel momento della nascita dell’ente. Ma non sempre è così semplice poiché in un certo stato può prevalere ufficialmente una costituzione che però non ha valore uniforme in tutta la sua estensione territoriale. Pensa ad esempio agli  stati americani o all’immensa federazione Russa, dove sussiste ancora la cultura aborigena  in vari luoghi, malgrado i confini e le legislazioni siano quelle stabilite dallo stato “ufficiale”. Più si sta all’interno della società dominante e più lo statuto dello stato ha valore per i suoi abitanti… sicuramente meno -o quasi niente- per chi vive nelle foreste e non appartiene alla cultura dominante. E per lui ci saranno altri valori. Varie, poi, sono le differenze interpretative sulle quali ragionare riguardo all’eventuale inversione dei segni nell’emisfero Sud. E questo si rivela, a mio parere, estremamente utile per chi si occupi di astrologia psicanalitica (com’è in fondo quella cinese) anche se l’utilità maggiore rimane, com’è ovvio, quella degli abitanti australi, perché è della loro identità e del loro destino che si tratta. Tanto più riflettendo su figure corrette anche dal punto di vista grafico, in cui i segni matematici, per l’emisfero Sud, procedano in senso orario, l’indovino sarà ricondotto a quella elasticità mentale che è indispensabile (non solo) nella materia di cui si occupa. La differenza tra archetipi zodiacali e segni immateriali e la necessità di mescolare nei giudizi ciò che riguarda le une e gli altri tornerà necessariamente in primo piano. Quegli archetipi animali cinesi esistono e sono riconoscibili nelle caratteristiche variegate degli individui di tutto l’emisfero settentrionale (la nostra metà del mondo), senza peraltro sapere cosa succede nell’emisfero meridionale -che teoricamente dovrebbe avere valenze rovesciate- ma ciò avviene? Per quanto riguarda le stagioni, sicuramente, poiché tra l’emisfero nord e sud esse sono invertite. Le ore e gli anni dovrebbero avere la stessa valenza. C’è poi da considerare il fatto che gli archetipi psichici studiati sia nel sistema zodiacale cinese che nell’astrologia occidentale sono parte del patrimonio culturale -esportato e fatto proprio- anche nell’emisfero sud. E quindi fa parte della psiche collettiva dell’umanità globalizzata. Su questo tema mi sono arrovellato anch’io per lungo tempo. Facendo vari oroscopi a persone nate nell’emisfero meridionale dovevo tener conto di alcune varianti ma non di un completo rovesciamento di valori. Qui subentra l’intuizione dell’analista, che non può essere basata su calcoli precisi ma sull’osservazione diretta e sulla capacità di individuazione psicologica dell’ente esaminato. Dobbiamo riprendere questo discorso a voce… nel frattempo evita di fare calcoli approssimativi su entità che non possono essere facilmente inquadrate nel contesto zodiacale di cui ci occupiamo. Ah, per quanto riguarda l’aspetto “destino” c’è da fare tutto un discorso a parte, vedi ad esempio: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/03/17/destino-concluso-o-libero-arbitrio-domanda-delle-domande-risposta-delle-risposte%E2%80%A6-auto-indagine-in-termini-di-spiritualita-laica-con-annotazioni-di-anasuya-devi-e-ramana-maharshi/

Ciao, Paolo/Saul

………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La luna infeltrita. La quantità spaziale della rete, prima delle reti, si è persa la chiusura del cerchio, nella quotidianità fatta dell’arrangiarsi…” (Ferdinando Renzetti)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Le tre guna, libertà dalle religioni, restare nel silenzio e nel selvatico, l’io di fronte all’Io, M5S: “Signori si scende”, giornalismo in caduta libera, Gaza: “notitia criminis”…

Il Giornaletto di Saul del 6 aprile 2018 – Le tre guna, libertà dalle religioni, restare nel silenzio e nel selvatico, l’io di fronte all’Io, M5S: “Signori si scende”, giornalismo in caduta libera, Gaza: “notitia criminis”…

Care, cari, il 26 settembre del 2013, la mattina presto, mi telefonò  Caterina, di servizio al macello dei polli, per chiedermi alcune delucidazioni sul significato delle tre “guna”, perché mentre stava lì ad assistere alle “esecuzioni” leggeva qualche pagina della Baghavadgita, per trarne spunto al discorso introduttivo da tenere l’indomani al Concilio della Spiritualità Laica  di Monteorsello, e voleva inquadrare meglio il significato di queste “forze” che agiscono nel mondo.  In verità queste tre spinte energetiche non appartengono soltanto alla tradizione indiana, sono presenti in tutte le altre filosofie e cosmogonie elaborate in varie culture. Ma in India i cercatori della verità hanno cercato di comprenderne il “funzionamento” e… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/04/sattva-rajas-e-tamas-le-tre-guna-o.html

Skripal lies – Scrive J.E.: “Richieste le dimissioni per B. Johnson, Ministro degli Esteri britannico, per le false affermazioni pubbliche sul Caso Skripal…” – Scrive P.S.: “Ormai le cose stanno venendo a galla e si fa luce ogni giorno di più sulla dinamica dell’avvelenamento in Inghilterra dell’ex spia russa Sergej Skripal. Come hanno sostenuto gli esperti britannici del laboratorio di Scienza e Tecnologia di Porton Down, la sostanza che avrebbe avvelenato la spia non è riconducibile alla Russia, quindi la crisi diplomatica internazionale aperta da Gran Bretagna, Stati Uniti (e a ruota da tutti i paesi vassalli del Washington Consensus) nelle scorse settimane con la cacciata di 140 diplomatici è stata originata da una gigantesca fake news…”

Libertà dalle religioni – Prima ancora di essere cristiani, maomettani, giudei o buddisti, noi siamo coscienza ma tale consapevolezza è talmente offuscata che le nostre intrinseche qualità vengono sommerse da una pletora di idee, costrizioni e strutturazioni precostituite da vari credo religiosi. Un recinto che impedisce la libertà espressiva in termini di spiritualità naturale dell’uomo… – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/04/05/dogmatismo-religioso-o-liberta-di-pensiero-la-via-di-mezzo-e-nella-spiritualita-laica/

Emergenza ambientale in Italia – Scrive Salviamo il paesaggio: “Le cave sono regolate da leggi nazionali e regionali che hanno come strumenti operativi i Piani Cave Provinciali, i quali stabiliscono dove localizzare le cave, quanto materiale può essere estratto, come deve essere ripristinata l’area di cava, chi deve controllare l’attività produttiva e i ripristini. E vengono attualmente sottoposti a Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Come spesso succede, gli ottimi e virtuosi obiettivi del legislatore vengono disattesi e sviliti nella loro quotidiana applicazione che si risolve in atti burocratici formali, ma privi di reali contenuti…”

Restare nel silenzio e nel selvatico – Scrivono Selvatici: “Bioregionalismo ed Ecologia Profonda sono filosofie od ecosofie che ridisegnano il rapporto tra uomo e natura, sono visioni che permettono di rinnovare la nostra cittadinanza nella Terra attraverso uno stile di vita che tenga conto della necessità e del diritto per tutti, umani e non-umani, di vivere una vita dignitosa e significativa. Come spesso accade il senso intimo di questi due termini “Ecologia Profonda e Bioregionalismo” è spesso stato modificato, piegato, adattato ad altre filosofie e ideologie, a differenti modelli di pensiero…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/04/ecologia-profonda-e-bioregionalismo-nel.html

Politica da ridere (o da piangere)? – Scrive G.D.B.: “Assistiamo al solito gioco delle parti: “Tocca a me, non tocca a te..”. In un paese dilaniato dall’indebitamento pubblico e privato, cosa importa agli Italiani di un branco di papponi che siedono in parlamento a spartirsi quello che resta dell’Italia? Ci vuole una presa di posizione del popolo ferma decisa per un giubileo fiscale che faccia ripartire l’economia ,tutto il resto, chiamato teatrino della politica, è noia, come noiosi e mediocri sono gli attori. Per voi cari politici tutto il mio disprezzo. Dove sta la vostra coerenza visto che pur di governare state pensando ad alleanze assurde?…”

L’io di fronte all’Io – Questo discorso metafisico è alquanto strano, non c’è altri che il “Sé” eppure quando si prefigura un “io” automaticamente la mente produce un soggetto che si ritiene attore ed usufruitore di ogni esperienza vissuta, questo io, od ego, è un’identità riflessa nello specchio della coscienza, è un’immagine speculare che non potrà mai essere il vero “Io” eppure ne rappresenta le caratteristiche, in quanto coscienza, come ogni immagine speculare… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/05/il-viaggio-del-se-verso-il-se-lincontro-con-swami-muktananda/

Treia. Le campagne hanno bocche – Scrive Roberta Teloni: “Treia (MC) 8 aprile 2018, ore 17. Andrea Biondi presenta “Le campagne hanno bocche” la sua raccolta poetica d’esordio, vincitrice del concorso Faraexcelsior. Azienda Agricola Kidenda Contrada Moje 38 – Treia (MC): relatrice Guendalina Casasole, letture e musica di Verba et Soni, merenda con i prodotti dell’Azienda…”

Tram M5S. “Signori si scende…” – Scrive Aldo Giannuli: “Oggi, nel m5s vige un regolamento che nessuno ha mai approvato e che dà pieni poteri al capo politico, sino al punto di dargli la possibilità di nominare i capigruppo parlamentari non più eletti (cosa che non ha precedenti nella storia del parlamento repubblicano). Il M5s al quale mi ero avvicinato parlava di democrazia diretta, che si traduceva in un discutibile rifiuto della democrazia rappresentativa, oggi di democrazia diretta non si parla più ed è restato solo un antiparlamentarismo ancora più inquietante di ieri…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/04/il-m5s-cambia-strada-ed-io-scendo.html

Mulino di Savignano. Festa di Primavera – Scrive Piero Negroni: “ Il 14 aprile 2018, a Mulino di Savignano (MO), all’ex scuola materna in via A. Costa 112, dalle ore 15, musiche e balli popolari. Chiunque sa suonare può aggregarsi liberamente. Buffet: ognuno porta qualcosa da condividere. E’ anche l’ultima lezione sulla cucina naturale dedicata ai “Dolci casalinghi naturali”, che si svolge sempre lì dalle 10,00 alle 14,00 (Daniela 339.4685754). Info: 347.5632650 – negroni.piero@gmail.com”

Giornalismo in caduta libera. “Da Montanelli a Feltri” – Scrive Adriano Colafrancesco: “Siamo arrivati al Feltri dixit. Vergogniamoci, almeno, se non abbiamo il coraggio di sparare, metaforicamente, si intende, a chi ci ha trascinato così in basso. Il fenomeno Vittorino va studiato, sottoposto ad esami clinici per capire perché egli abbia sedotto una folla di lettori di tutta Italia. Una nazione degradata al punto da essere passata dalla magnificenza di uomini illustri alla bassezza di nani inguardabili del tipo di Vittorino La Giornalunque va analizzata al microscopio…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2018/04/italia-giornalismo-in-caduta-libera-da.html

Mazzano Romano. Escursione a Monte Gelato – Scrive William Sersanti: ”Domenica 8 aprile 2018 escursione ad anello, costeggiando il fiume Treja, all’interno di un ambiente di struggente bellezza, sino alle cascate di Monte Gelato. Durante la passeggiata verranno fatte delle letture poetiche sulla primavera. Partenza alle ore 10,00 in piazza Umberto I – Mazzano Romano (Rm). Info: 339 8800286”

Gaza. Annunciata da Israele “notitia criminis” – Secondo alcuni media israeliani gli abitanti della Striscia di Gaza hanno ammassato centinaia di pneumatici lungo la barriera con Israele in vista del secondo venerdì di proteste della “Marcia per il ritorno”. Da Gaza una volontaria italiana lì impegnata per la pace ci scrive: “Qui nella Striscia siamo pochissimi, credo 4 o forse 5 in tutto e ci stiamo facendo in 8 per diffondere testimonianze reali. Intanto netanyahu e lieberman, ben sostenuti dal loro popolo marcio, hanno appena dichiarato, anzi riconfermato che il 6 aprile 2018 faranno una strage ben peggiore di quella di venerdì scorso… – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/04/05/gaza-6-aprile-2018-secondo-venerdi-di-fuoco-della-marcia-per-il-ritorno/

Commento di Jimmie Moglia: “Il lavoro di riforma della mentalità collettiva è impervio, per non dire impossibile, ma ogni iniziativa o sforzo, quantunque minimo nel contesto globale, e’ meglio che niente – nello spirito di ‘gutta cavat lapidem’ etc. La bibbia giudaica (Deuteronomio 20:16) dice, “Nelle città che il Signore vostro Dio vi da’ come eredità, non permetterete che rimanga viva alcuna creatura che respiri.”

Ciao, Paolo/Saul

……………………………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Piangere sopra un male passato è il mezzo più sicuro per attirarsi nuovi mali. Quando la fortuna toglie ciò che non può essere conservato, bisogna avere pazienza: essa muta in burla la sua offesa.” (William Shakespeare – in italiano: Guglielmo Frullapera))

Commenti disabilitati