Risultato della ricerca:

Memoria su Gurumayi Chidvilasananda, proletariato italico, il mondo va a remengo?, senza peccato non c’è redenzione, legge per l’agricoltura contadina, dallo sviluppo forsennato al contenimento ragionato, umani da compagnia, Treia: proposto un Festival delle Erbe…

Il Giornaletto di Saul del 17 giugno 2018 – Memoria su Gurumayi Chidvilasananda, proletariato italico, il mondo va a remengo?, senza peccato non c’è redenzione, legge per l’agricoltura contadina, dallo sviluppo forsennato al contenimento ragionato, umani da compagnia, Treia: proposto un Festival delle Erbe…

Care, cari, Gurumayi Chidvilasananda, la prima volta la incontrai in India, 45 anni fa, quando eravamo semplici “fratelli spirituali” per questo nel racconto che segue parlo di Malti, la ragazza indiana conosciuta a Ganeshpuri. Prima però vorrei raccontare qualcosa sulla settimana trascorsa con lei all’hotel Ergife (nel 1982 o nell’ 83 ?), giorno dopo giorno, meditazione dopo meditazione, emozione dopo emozione, una settimana romana piena di “spirito” e con tanti segnali. Ad esempio ricordo come certi amici sderenati di Calcata che erano venuti ad incontrarla -su mia indicazione- non poterono vederla perché si rifiutarono di vestirsi in modo decente, sapete com’è la gente di Calcata si crede tutta speciale, ognuno veste come un personaggio unico, chi in maschera, chi con le paillettes, chi con le borchie, chi pieno di toppe, chi… Insomma tutti attori di scena macabra o ridanciana (per intenderci) ed alcuni non furono ammessi alla sua presenza. Solo pochi dei calcatesi poterono accedere, fra i quali io stesso che non avevo particolari esigenze di vestiario… – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2015/02/una-memoria-su-gurumayi-chidvilasananda.html

Ah, una curiosità astrologica, io son nato il 23 giugno del 1944 e Gurumayi il 24 giugno del 1955, siamo entrambi nativi del Cancro, subito dopo il solstizio estivo…

Poveri italiani – Scrive Vincenzo Zamboni: “…giusto a titolo di cronaca voglio ricordare che Marx ebbe a scrivere “Il proletariato deve affrontare in primo luogo il conflitto con la propria borghesia nazionale”. Il che significa che un rivoluzionario che pensi di beneficiare il mondo senza essere riuscito ad affrontare i bisogni del proprio proletariato nazionale è un rivoluzionario da strapazzo. Ora, guardiamoci bene intorno, nell’Italia degli oltre 4 milioni di cittadini sotto la soglia della povertà. L’osservazione sarà realisticamente molto utile, prima di immaginare di “salvare l’Africa”, continente di 1250 milioni di abitanti, perennemente in crescita, con tasso medio di fertilità 4,4 e tasso di crescita 2,4% nell’ultimo decennio. Ernesto Che Guevara aveva riassunto molto bene l’essenziale: “Non importa quale sia la tua parte politica: o stai con i monopoli o sei contro, questo è ciò che conta”. Il che, in effetti, corrisponde abbastanza bene a “O stai con il lavoro o con il capitale”…”

Commento di R.G.: “La sinistra liberista ha perso l’appuntamento con la storia, ma non ha perso l’appuntamento con Soros! Neoliberalismo, Capitalismo Finanziario, Mondialismo e Globalitarismo vanno a braccetto con la Sinistra Liberista di Soros!”

Il mondo va a Remengo? – Scrive Simon Smeraldo: “Gli avvenimenti sempre più frequenti e più tragici con cui ci confrontiamo oggigiorno vengono di volta in volta ascritti agli islamici, agli omofobi, ai cristiani fondamentalisti, ai sionisti, agli imperialisti e compagnia bella. Tutto sbagliato. Tutti costoro che si macchiano di tanto orribili delitti sono solo ottuse pedine su di una tenebrosa scacchiera retta da mani che non si vedono, gestita da menti molto lontane dal livello umano, la cui identità è smascherata da questo passo tratto da una delle scritture sacre dei popoli…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/06/16/il-mondo-va-a-remengo/

Commento di M.B.: “Condivido. Ed è ciò che il Cristo e il Padre dicono da sempre e specialmente negli ultimi 40 anni, tramite i loro profeti e illuminati, che nessuno o quasi ascolta, purtroppo. Tanti invocano la venuta del Cristo per portare ordine in questo mondo, ma pochi si rendono conto che il Cristo verrà quando NOI UOMINI avremo messo ordine nel mondo…” – Continua in calce al link soprastante

Lasciate che i pargoli dicano la verità… – Un missionario cristiano svolgeva la sua opera in uno sperduto villaggio nella foresta amazzonica. L’apostolato si presentava bene, prima aveva preso in cura i malati, poi era passato ad assistere gli anziani ed i poveri infine aveva costruito una chiesa con un oratorio per insegnare la religione ai bambini. Un giorno stava spiegando la bibbia e raccontava la storia dell’uomo, del peccato originale, della faticosa via verso il bene e di come il compassionevole Gesù fosse venuto in terra per redimere i peccatori che si erano pentiti ed affidati a lui…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/06/16/lasciate-che-i-pargoli-dicano-la-verita-senza-peccato-non-ce-redenzione/

Lo Yemen muore? – Scrive Marinella Correggia: “L’ultima offensiva da parte dei sultani/emiri/sceicchi/re del Golfo è una pietra tombale sulla popolazione yemenita. Non servono molte parole: http://nena-news.it/yemen-schiaffo-allonu-sauditi-ed-emiratini-attaccano-hodeidah/ – Purtroppo sembra che niente possa fermare i mostri. Del resto le monarchie del Golfo comprano il mondo da molto tempo. E comprano l’Italia… non c’è proprio nulla che possiamo fare? Lo chiedo con sgomento”

Regione Marche. Proposta per l’agricoltura bioregionale contadina – A livello nazionale (dal 20 gennaio 2009) è partita ufficialmente una campagna con 6000 firme raccolte per rendere possibile la rinascita della figura del contadino e della contadina. La decisione di promuovere questa campagna è stata presa collegialmente da varie associazioni, fra cui la Rete Bioregionale Italiana, con l’adesione del Circolo Auser Treia, ed ora chiediamo che alla Regione Marche venga studiata una specifica Legge regionale per facilitare lo sviluppo dell’agricoltura contadina… – Continua: https://auser-treia.blogspot.com/2018/06/treia-per-una-agricoltura-bioregionale.html

Liguria. Welcome home! – Scrive CIR: “Ritiro rainbow di guarigione e medicina in Liguria: dal 1 luglio al 15 luglio (seed camp e clean up compresi nelle date) per avere l’invito e la mappa, scrivere a raduniarcobaleno@gmail.com”

Napoli. Saviano il copione – Scrive L.G. “La Corte di Cassazione ha confermato la condanna allo scrittore Roberto Saviano, per aver copiato articoli del quotidiano “Cronache di Napoli” nella stesura di “Gomorra”. Saviano è dunque colpevole di plagio, avendo la suprema corte rigettato tutti i motivi di ricorso, rinviando alla Corte d’Appello soltanto la riquantificazione del risarcimento che era stato stabilito in 80mila Euro complessivi, ma che adesso devono essere ricalcolati.”

Pianeta Terra. Dallo sviluppo forsennato al contenimento ragionato, oppure la guerra… – Scrive Simone Lombardini: “…ci troviamo ai limiti dello sviluppo, ossia non è più possibile una crescita economica globale perché stiamo già pienamente impiegando tutte le risorse del pianeta, l’Uomo dal 1 agosto ha già esaurito tutte le risorse che la Terra riesce a generare in un anno. Questo stato del mondo rende la crisi ancora più traumatica: se non si fosse ai limiti dello sviluppo, gli Usa potrebbero lasciare che altri paesi si sviluppino, mentre loro potrebbero continuare a crescere. Poiché è ormai impossibile una crescita globale, poiché se tutti gli abitanti del mondo volessero consumare quanto gli USA servirebbero 3,5 pianeti, se gli Usa non sono disposti a ridimensionare il loro stile di vita, non possono far altro che mantenere in povertà e sottosviluppo il resto del mondo. Ma questo non lo si può ottenere per mezzo della sola persuasione, solo la guerra lo può fare…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2018/06/monopolio-usa-contro-casa-comune.html

Commento di Fabrizio Mazzoni: “Ci sarà bisogno di molta condivisione, non possiamo farcela da soli. L’equo scambio che valorizza entrambi, con il dovuto rispetto delle rispettive sensibilità. Le scelte vanno fatte ora! O uniti, o divisi, ma mescolati male no…”

Mia rispostina: “…certo, è come dici tu, in una situazione ottimale… ma in questo caso ci troviamo in un melting pot in cui bene e male sono egualmente presenti e persino indistinguibili in certe sfumature…”

Umani da compagnia… – “Captivitas = Prigionia”… E non è la stessa cosa di “compagnia”. Siamo sicuri che è lecito, dal punto di vista dell’ecologia profonda, imprigionare od addomesticare animali per le nostre necessità emozionali o estetiche? Cominciamo con il chiederci se va bene continuare a far riprodurre in modo abnorme ed innaturale cani e gatti, da utilizzare come pets nelle nostre case, essi sono i nostri ostaggi, i nostri prigionieri dipendenti per tutta la loro vita, soprattutto se viviamo in città, ed a nostra volta anche noi diventiamo ostaggi e prigionieri dipendenti per tutta la nostra vita… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/06/umani-da-compagnia-animale-per-carenze.html

Migranti dell’Acquarius. La Spagna prima li accoglie e poi li espelle – Scrive L.F.: “Dopo essere diventati i paladini dei radical chic, gli spagnoli hanno già chiarito che le procedure di rimpatrio dei clandestini imbarcati sull’Acquarius verranno avviate poco dopo lo sbarco. Dov’è finita tutta questa solidarietà di cui i giornalai di regime hanno parlato giorno e notte?”

Treia. Proposto un Festival delle Erbe – Scrive Michele Meomartino: “Il progetto di proporre in modo itinerante un Festival delle Erbe anche a Treia nasce dalla passione e dall’amore per Madre Terra e nel giro di pochi anni è diventata una delle rassegne erboristiche culturali più importanti d’Italia. Il Festival nasce da un forte desiderio di raccogliere i tanti saperi delle diverse discipline naturali e dalla volontà di individuare una serie di opportunità che scaturirebbero da un rinnovato interesse verso la natura, non solo quale dispensatrice di salute e di benessere, ma anche di possibilità di lavoro…” – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.com/2018/06/treia-proposto-un-festival-delle-erbe.html

Ciao, Paolo/Saul

…………………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La verità è comprovata dalla maggioranza, questo è il metodo che gli esperti adottano per guidare il mondo intero: la verità deve essere dimostrata dalla maggioranza. In realtà, è vero l’esatto opposto: la maggioranza crede sempre nelle menzogne, perché la maggioranza è costituita dagli sciocchi…” (Osho)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Superliberismo del laissez faire, gestione delle acque di superficie, manifesto per una Comunità Ideale, Amma Anasuya Devi, vere origini delle credenze religiose…

Il Giornaletto di Saul del 15 giugno 2018 – Superliberismo del laissez faire, gestione delle acque di superficie, manifesto per una Comunità Ideale, Amma Anasuya Devi, vere origini delle credenze religiose…

Care, cari, …dopo anni ed anni di internazionalismo del capitale deregolamentato era ovvio che da qualche parte gli strumenti di normale regolazione della politica economica, come i dazi, dovevano pur rientrare. Il superliberismo del laissez faire può anche sembrare attraente all’inizio, ma dopo qualche tempo le tensioni conflittuali diventano per forza insopportabili, e gli stati devono ricominciare a metter ordine, altrimenti è la legge della jungla pura e semplice, ovvero la guerra… (Vincenzo Zamboni).. – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2018/06/ue-e-superliberismo-del-laissez-faire.html

Blera. Raku – Scrive Tempo Creativo: “Incontro conviviale di ceramica con smaltatura e cottura secondo la tecnica giapponese Raku, a cura di Cristina Colangeli. Presso Tempo Creativo di Blera (Vt), 17 giugno 2018, dalle h. 17 fino al termine delle operazioni. La partecipazione è gratuita. Info: 3384476764″

Venturina Terme. Gestione delle acque di superficie – Scrive Arpat: “Si è tenuto a Venturina Terme il convegno di Mid-Term del progetto Rewat, che è il progetto europeo per lo sviluppo di una strategia partecipata per la gestione sostenibile delle risorse idriche. Gli interventi ad oggi messi in opera dal progetto consistono in… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/06/venturina-terme-risultanze-del-convegno.html

Roma. Progetto Liberacasa – Scrive D.C.: “E’ nata a Roma da un gruppo di economisti, avvocati, informatici, l’associazione “Liberacasa”, con lo scopo di intervenire a favore dei debitori per salvare la casa pignorata e in vendita all’asta. L’associazione si propone di creare una rete solidale di persone che intervengano (con piccole donazioni) in favore dell’esecutato per liberare la casa da ipoteche e pregiudizievoli. L’immobile una volta recuperato verrà dato in usufrutto a vita al proprietario che era stato pignorato del bene. Info: saulocoin@gmail.com”

Promemoria. Manifesto del comitato civico apartitico “Treia Comunità Ideale” – Un sovvertimento di valori è necessario per la comprensione di ciò che realmente è utile per sviluppare intelligenza e qualità della vita in una comunità ideale. Occorre andare oltre il “salto della quaglia” ed avventurarsi sulle cime impervie, imitando il volo dell’aquila che dall’alto osserva il territorio e lo fa proprio. L’aquila tutto scorge mentre la quaglia vola basso, anzi bassissimo, e vede solo la sua piccola porzione di terra. Allo stesso tempo, da un punto di vista dell’ecologia profonda, possiamo dire che entrambe le visioni sono necessarie, non si può trascurare né l’una né l’altra…” – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.com/2016/06/manifesto-per-la-realizzazione-di-una.html

Perugia. Panificazione – Scrive Gabriel: “Panificazione naturale con pasta acida e farine biologiche, corso di Anna Fanton e Gabriel Didoni, 17 giugno 2018, dalle 10 alle 18, Strada Montelabate 2, Perugia – Info: 340.5393013″

Amma Anasuya Devi – ….ho sognato Amma, la mia madre spirituale, che parlava in italiano con me e mi comunicava qualche messaggio importante. Lei veramente l’italiano non l’ha mai parlato e nemmeno l’inglese, comunicava soltanto con il cuore. Malgrado queste cose non succedano per caso non collegai il sogno con la data del 12 giugno, che era il giorno in cui Amma Anasuya Devi ha lasciato il corpo…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.com/2016/06/amma-anasuya-devi-di-jillelalamudi-la.html

Roma. Giornata dello Yoga – Scrive Yoga Roma: “21 giugno 2018, la giornata internazionale dello yoga verrà celebrata a Roma in Piazza del Campidoglio, con una lezione aperta che inizierà alle ore 18.30. La Federazione Italiana Yoga sarà presente con insegnanti certificati, pronti ad accogliere tutti i praticanti interessati a condividere l’entusiasmo di esserci anche quest’anno. Info: yogaroma@yogaroma.it”

Vere origini delle credenze religiose. Sinossi – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Il libro è ormai pronto da alcuni mesi come stesura e devo confessarvi che questa attesa mi ha reso fremente, perché mi accorgo sempre più quanto sia di stretta attualità rispetto agli eventi che caratterizzano la realtà che ci circonda e potrebbe fornire gli strumenti culturali per interpretarla correttamente, contenente addirittura alcuni presupposti che assumono connotazioni profetiche o quantomeno previsionali…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/06/14/le-vere-origini-delle-credenze-religiose-sinossi-del-libro-di-claudio-martinotti-doria/

Ciao, Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Da te nasce questo universo,
da te viene creato questo mondo,
da te, Devī, è protetto.
Da te viene alla fine consumato.
Tu sei eternamente la forma del mondo:
al tempo della creazione
sei la forma della forza creatrice,
al tempo della conservazione
sei la forma del potere che protegge,
e al tempo della dissoluzione del mondo
sei la forma della potenza distruttrice.
Tu sei la Conoscenza Suprema,
e insieme anche l’ignoranza,
l’intelletto e la contemplazione.”
(Devī-Māhātmya)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Quale futuro per la UE?, l’informazione prostituta, “essere dove siamo”, lungo il sentiero senza mappe, Escher: la prospettiva impossibile, Treia: la casa della memoria…

Care, cari, sono contrario all’Unione Europea a prescindere, perché sono contrario ai macrosistemi, che considero irrazionali ed oppressivi (curiosamente, la storia nell’epoca della velocizzazione dei trasporti e delle comunicazioni mi dà ragione: il pianeta non muove verso l’unità politica bensì verso la frammentazione, tant’è vero che le nazioni oggi sono quasi il triplo di quelle che erano alla fine della seconda guerra mondiale). Il fatto curioso è che la UE rischia di disgregarsi proprio di fronte al nuovo corso italiano, apparentemente non euroscettico… (Vincenzo Zamboni) – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2018/06/quale-futuro-per-la-ue.html

ONU. Call to action per salvare il mondo– Commento di Nutriti Meglio all’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/04/24/onu-una-call-to-action-su-6-dimensioni-dellinquinamento-mondiale-aria-sostanze-chimiche-acqua-suolo-mare-e-rifiuti/ -: “Tutti possiamo fare qualcosa per migliorare. Un altro cosa che andrebbe aggiunto alla lista di sopra è il consumo di frutta e verdura di stagione e a chilometro zero. L’impatto ambientale che ne deriva dallo spostare cibi e la quantità di sostanze chimiche conservanti per permettere agli alimenti di affrontare un lungo viaggio potrebbero essere tranquillamente risparmiato…”

La complessità dell’informazione “prostituta” – Scrive A.F.: “Spesso qualcuno ci ricorda che “il mondo è di una COMPLESSITA’ SPAVENTOSA” citando ora questo ora quell’altro autore, ed io che mi sento dubbioso a tale riguardo, passo per il beota della situazione. Ora, andando a vedere bene le categorie di SEMPLICITA’-COMPLESSITA’ e di ORDINE-CAOS (possono farlo tutti con grande agio, sia consultando internet, sia andando su polverose enciclopedie, non fa differenza), si capisce che la complessità non ha necessariamente a che fare con il caos…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2017/06/la-banale-complessita-dellinformazione.html

Radio in blu e programmi Auser per l’estate – Scrive Giusy Colmo: “Nei mesi di luglio e agosto partirà una nuova trasmissione radiofonica quotidiana di Radio In Blu di circa 15 minuti  con servizi (tutti registrati prima) su come affrontare al meglio i mesi estivi. E’ una trasmissione di servizio, con pratiche istruzioni per l’uso su cosa fare, a chi rivolgersi, ecc. Abbiamo accolto la loro richiesta di collaborazione perché ci sia  un adeguato spazio riservato agli anziani.  La Radio ha copertura nazionale e vi chiedo di mandarmi  appena possibile, le vostre iniziative, progetti, attività dedicati ai mesi estivi. Grazie mille! Giusy. Scrivete a ufficiostampa@auser.it “

Solstizio estivo 2018. Ricordando il senso dell’ “essere dove siamo” – La bioregione è la nostra casa, anzi siamo noi stessi, non un luogo esterno a noi.. e parimenti lo è la comunità locale. Spesso non ci accorgiamo che le nostre belle intenzioni finiscono tutte nel bidone della spazzatura, magari differenziata, e che i nostri propositi amorosi e di solidarietà umana e con le altre specie si risolvono in un’offerta fatta al canile municipale od alle missioni in Africa. E chi vive assieme a noi qui? Il nostro vicino di casa? Il migrante sulla panchina ai giardini pubblici? L’amico o l’amica che non ha amici? Gli animali del bosco che mangiamo al ristorante caratteristico? Gli alberi che accettiamo di tagliare perché ingombrano la carreggiata? Sovente ci culliamo in una cultura fondata su modelli che disprezzano l’alterità naturale: dall’inconsapevole consumismo sino all’aggressività tecnologica di automobili, di strumenti, di protesi… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2018/06/solstizio-estivo-identita-locale.html

Nuovi libri in movimento. Segnalazione – Scrive Comune Info: “Raúl Zibechi fa dei percorsi profondi nei movimenti di resistenza e ribellione di chi sta in basso. Segnaliamo l’uscita in contemporanea dell’edizione italiana di due suoi nuovi libri – “L’irruzione degli invisibili. Il ’68 e la nascita di nuovi mondi in América Latina” e “Il ‘Mondo Altro’ in movimento. Movimenti sociali in América Latina”…”

Procedere lungo il sentiero, senza mappe… – “La nostra strada verso l’ecologia profonda, verso l’attuazione del bioregionalismo, non è segnata, non abbiamo mappe da seguire, indicazioni che stabiliscano il cammino… ma per procedere dobbiamo iniziare a camminare. La continuità della nostra società, in quanto specie umana, richiede una chiave evolutiva, una visione globale, per mezzo della quale aprire la nostra mente alla consapevolezza di condividere con l’intero pianeta l’esperienza vita. Questa è la visione dell’ecologia profonda, la scienza dell’inscindibilità della vita.” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/06/05/procedendo-lungo-il-sentiero-bioregionale-senza-mappe-ma-con-tanto-buonsenso/

Mala tempora currunt – Scrive A.S. A commento dell’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/06/mala-tempora-currunt.html?showComment=1528200274571#c5605721651683661499 -: “Soros odia Putin. Soros odia Trump. Soros tifava Clinton. Soros sostiene che Putin abbia fatto eleggere Trump. La CIA odia Trump. L’FBI tenta di incriminare Trump. Il NYT insulta Trump. Trump non inizia guerre…” – Continua in calce al link segnalato

Junker non odia l’Italia – Scrive Anna Maria Campogrande a integrazione dell’articolo https://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2018/06/juncker-non-odia-litalia-anzi-la-ama.html?showComment=1528202264703#c5334433826056830279 -: “Sono anch’io molto preoccupata delle manipolazioni che continuano a circolare sulla frase di Juncker, in evidente malafede poiché tutto è stato chiarito. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire e mi chiedo se il “The Guardian” non abbia di proposito creato il “qui pro quo” al fine di seminare zizania tra gli Europei. Mi chiedo, anzitutto, perché Juncker che dispone di una conoscenza perfetta del francese e del tedesco, si ostina ad andare ad incasinarsi con l’inglese, sabotandosi da se stesso poiché l’inglese è una lingua che non domina bene…” – Continua in calce al link segnalato

Mio commentino: “Gentile Anna Maria, la capisco perfettamente… personalmente ho rimediato forzando la pronuncia fino a trasformarla in una sorta di dialetto napoletano, gli inglesi capiscono che si tratta di una presa in giro ma abbozzano… Una volta – tempo addietro- mi trovavo con alcuni “autori bioregionali” anglo-americani in visita ad una specie di comune in Umbria, assieme a me c’erano diversi italiani, mentre gli angli erano solo tre e per altro conoscevano bene l’italiano ma si ostinavano a parlare nello loro madrelingua, escludendo -di fatto- dal discorso i “poveri italiani ignoranti”, magari senza esplicitamente volerlo, solo per arroganza congenita. Al che sono intervenuto con una delle mie trovate sataniche e ad alta voce ho esclamato “We may speak english as well…” e mi esibii in una aperta e sonora scorreggia. Restarono allibiti, capirono la lezione e cominciarono subito a parlare in italiano… com’era giusto che fosse…”

Escher. La prospettiva impossibile – Scrive James Hansen: “La storia personale di Maurits Cornelis Escher (1898-1972) – “Mauk” per gli amici – è di quelle che dà grande soddisfazione per quanto fosse disgraziato da studente. Bucò regolarmente tutte le materie e dovette ripetere più anni interi. Nemmeno la sua già evidente perizia artistica era particolarmente ammirata. “Escher è troppo ostinato, troppo filosofico-letterario: al ragazzo mancano vivacità e originalità, è troppo poco artista”…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.com/2018/06/maurits-cornelis-escher-la-prospettiva.html

Sui vari commenti politici attuali – Scrive Marco Bracci: “Nel nucleo centrale dell’anima è racchiusa la pienezza della forza divina, da cui proviene la vera ispirazione, la vera rivelazione…. E’ possibile rivolgersi direttamente al Divino in noi solo nel silenzio. Tutti gli illuminati, i saggi, i mistici e i profeti sanno che Dio vive e parla solo nel silenzio. Nel silenzio, all’uomo si dischiude la fonte della pienezza, della forza e della rivelazione divine. La visione divina è un ricevere dallo Spirito e, allo stesso tempo, una visone interiore.”. Da quanto citato, si capisce perché da anni si parla di inquinamento acustico, perché, da anni, non c’è locale pubblico in cui non ci sia musica, che dovrebbe semmai essere di sottofondo, ma che spesso proviene da una emittente radio, con voci gracchianti e urlanti che disturbano la mente. Perché da anni esiste il RockAndRoll, la musica metallara e così via. Un’altra prova che il mondo e ciò che propone e viene accettato universalmente è di origine diabolica, fatto appositamente per tenere l’umanità prigioniera del rumore in tutti i sensi, comprese le continue martellanti notizie di cronaca e di politica, affinché non possa mai sentire la voce di Dio, l’unico che ci può portare verso la salvezza. Si tenga presente che il disordine, le rivolte, le sommosse, piacciono al “potere”, perché, una volta domate, permettono di concretizzare quelle leggi e quei cambiamenti, mai favorevoli al popolo, di cui il “potere” ha bisogno per potersi mantenere al potere…”

Treia. La casa della memoria – Scrive Caterina Regazzi: “La casa di Treia è la casa della mia infanzia e fanciullezza, in cui c’erano un ingresso anteriore ed uno posteriore, … Io ho trascorso lì tutte le estati da quando mia madre se l’è sentita di lasciarmi sola con mia nonna Annetta e deve essere successo molto presto, fin quando lei se ne è andata. Quel pesante portone esterno, in quegli anni, è sempre stato aperto, e per non stare proprio in mezzo alla strada veniva tenuto chiusa invece una porta di mezzo. Io passavo le mie giornate seduta sul gradino che da sulla strada e salutavo tutti i passanti…” – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.com/2016/06/treia-la-casa-della-memoria-di-caterina.html

Ciao, Paolo/Saul

………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Sono certo che un giorno tutte le frontiere cadranno, perché la nostra comprensione sarà più profonda. La terra intera diventerà la nostra patria e allora, in nome della giustizia, per mezzo di un’assemblea internazionale distribuiremo equamente le risorse mondiali a seconda delle necessità dei popoli. Ma l’uguaglianza non può essere imposta con la forza, deve nascere dal cuore. Dobbiamo iniziare ora da noi stessi. Dovremmo cercare di essere simili alle creature divine che sono venute più volte sulla terra per mostrarci la strada. Se ci amiamo l’un l’altro e cerchiamo di comprendere con assoluta chiarezza tutte le cose, come il loro esempio ci ha insegnato, sulla terra regnerà la pace.” (Paramahansa Yogananda)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

Procedendo lungo il sentiero bioregionale, senza mappe, ma con tanto buonsenso

category Lunario Paolo D'Arpini 5 giugno 2018

Caminante, no hay camino, se hace camino al andar” (Antonio Machado)

La nostra strada verso l’ecologia profonda, verso l’attuazione del bioregionalismo, non è segnata, non abbiamo mappe da seguire, indicazioni che stabiliscano il cammino… ma per procedere dobbiamo iniziare a camminare.

La continuità della nostra società, in quanto specie umana, richiede una chiave evolutiva, una visione globale, per mezzo della quale aprire la nostra mente alla consapevolezza di condividere con l’intero pianeta l’esperienza vita.

Questa è la visione dell’ecologia del profondo, la scienza dell’inscindibilità della vita.

Ne consegue che sia la politica che l’economia umana devono tener conto dell’ecologia per avviare un progresso tecnologico che non si contrapponga alla vita e che sia in sintonia con i processi vitali del pianeta. La scienza e la tecnologia in ogni campo di applicazione dovranno rispondere alla domanda: E ciò ecologicamente compatibile? I macchinari, le fonti energetiche, lo smaltimento dei sottoprodotti, la produzione di alimenti, il rapporto con gli animali, dovranno essere realizzati in termini di sostenibilità ecologica.

Deve essere avviato un rapido processo di riconversione e riqualificazione industriale ed agricola che già di per se stesso sarà in grado di sostenere l’economia. Infatti la sola riconversione favorirà il superamento dell’attuale stato di enpasse economico e sociale. Una grande rivoluzione umana comprendente il nostro far pace con la vita globale del pianeta.

La chiave evolutiva da noi proposta sta nel cambio radicale di visione, passando dal criterio di destra-sinistra (ormai superato dalla situazione) ad una coscienza di compresenza e compartecipazione del contesto vitale, una coscienza priva di ipocrisia e furbizia, tesa all’approfondimento dei valori della vita (nella società e nell’habitat). Infatti abbandonando il concetto ormai obsoleto di destra-sinistra possiamo tranquillamente entrare nel mondo dell’appartenenza e condivisione. La consapevolezza di essere parte integrante del tutto l’unica strada per uscire dal vortice di una ripetitiva e rovinosa barbarie.

Paolo D’Arpini

(Fonte: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/)

Commenti disabilitati

Risultato della ricerca:

La situazione è questa, una scorreggia vi sommergerà, creazione e arte, archetipi e calendario perpetuo cinese, festa della Repubblica, cercasi educatrice montessoriana per ecovillaggio, glottologia e semantica bioregionale…

Il Giornaletto di Saul del 28 maggio 2018 – La situazione è questa, una scorreggia vi sommergerà, creazione e arte, archetipi e calendario perpetuo cinese, festa della Repubblica, cercasi educatrice montessoriana per ecovillaggio, glottologia e semantica bioregionale…

Care, cari, la situazione è questa: si va a votare e concorrono regolarmente buoni e cattivi. Democrazia rispettata. Vincono i cattivi. Poffarbacco, leggo su giornaloni e tv, visto che i cattivi sono cattivi ma hanno vinto, allora è meglio non lasciarli governare. Infatti non appena i cattivi formano il governo, allora i buoni mettono subito i paletti ai ministri nominati. La democrazia ha le sue regole e tutti abbiamo la possibilità di esprimerci liberamente. Se lo facciamo troppo liberamente, allora intervengono correttivi, e i buoni, in una o altra forma, continuano a governare… (G.S.)

Comunicato del 27 maggio di Paolo Savona: “Non sono mai intervenuto in questi giorni nella scomposta polemica che si è svolta sulle mie idee in materia di Unione Europea e, in particolare, sul tema dell’euro. Per il rispetto che porto alle Istituzioni, sento il dovere di chiarire quali sono le mie posizioni sul tema dibattuto e quelle del Governo che si va costituendo interpretando correttamente la volontà del Paese. Sintetizzo dicendo: Voglio un’Europa diversa, più forte, ma più equa. ” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2018/05/27/domenica-27-maggio-2018-alle-ore-h-13-20-paolo-savona-ha-parlato-voglio-un%E2%80%99europa-diversa%C2%A0piu%C2%A0forte-ma-piu%C2%A0equa/

I giochi sono chiusi – Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha rimesso il mandato ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. E’ il fallimento del capo di un possibile governo sostenuto da M5s e Lega. E’ l’esito dello scontro istituzionale senza precedenti tra il capo dello Stato e i due partiti che si è consumato quasi esclusivamente su un nome, quello di Paolo Savona, l’economista indicato dalla Lega per il ruolo di ministro dell’Economia. Dopo 84 giorni dalle elezioni politiche, tutto finisce sul confronto frontale tra il Quirinale e i due leader di una maggioranza che probabilmente non si formerà più…”

Una scorreggia vi sommergerà… – Il presidente della Repubblica nomina i ministri proposti dal presidente del consiglio, e perciò non ha alcuna discrezionalità né possibilità di controllo sulle scelte del presidente del consiglio incaricato. La nomina è un atto dovuto e quindi l’atteggiamento assunto da Mattarella è costituzionalmente illecito… – Continua: https://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2018/05/una-scorreggia-vi-sommergera.html?showComment=1527406796207#c3210709116856963449

Integrazione di Massimiliano Scafi: “Il mattarella intanto si prepara a riciclare il piano B, un governo del presidente che traghetti il Paese alle elezioni. O in subordine, prorogare Paolo Gentiloni, che ha già preparato gli scatoloni. In questo caso la battaglia sarà dura, con il Quirinale indicato come ostacolo al rinnovamento e bersaglio facile della propaganda di Lega e M5s…”

Creazione e arte – Seguendo il concetto dei tre stadi successivi della manifestazione cosmica, osserviamo che all’inizio vi è la “latenza” o “energia causale” poi subentra il “sottile” o “forma pensiero” ed infine il “grossolano” o “materia”. Questi stadi vengono comparati con: lo schiarimento delle tele ed il rafforzarle con l’amido; lo schizzo dei contorni delle figure sulla tela; riempitura delle immagini con il colore…” – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2018/05/27/simbologie-su-creazione-e-arte/

Ermetismo rivisitato – Scrive Enrico Iaccino a commento dell’articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/06/ermetismo-rivisitato-giordano-bruno-e.html -: “…appare chiaro lo sforzo della Yates di evidenziare alcuni aspetti e collegamenti tra Ermetismo, filosofia, religione e scienza. L’ Ermetismo è la corrente esoterica della Filosofia? E’ la componente esoterica delle religioni (di tutte, non solo di quella cristiana)? E’ Scienza positiva, espressa in modo esoterico ed ermetico, attraverso le sue componenti, ossia l’Alchimia, la Magia e l’Astrologia? E’ possibile che sia l’antica scienza/ filosofia Olismo Originario) da cui sono derivate tutte le filosofie, tutte le religioni e tutte le scienze ufficiali? C’è di che riflettere, non poco!”

Archetipi e calendario perpetuo cinese – La collana archetipale del sistema cinese è rappresentata da dodici animali, significativi della psiche universale. Si narra, ma è una leggenda, che questi animali si presentassero in sequenza al Buddha morente  ed in riconoscimento del loro omaggio il Risvegliato dedicò ad ognuno, in alternanza Yang e Yin, un anno del ciclo, in una spirale evolutiva continua ed infinita…” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/zodiaco-cinese-indicazioni-generali.html

Puglia. Istituzioni contro gli ulivi – Scrive Michela Potito: “in Puglia, è in atto da 4-5 anni la gestione della cosiddetta ‘Emergenza Xylella’… all’inizio di aprile è arrivato il decreto Martina (DM4999) in cui oltre ad allargare ulteriormente la fascia interessata dalla presenza del batterio vengono riproposte misure già attuate e successivamente abolite nell’area salentina, ma ora estese ad aree che vanno da S.M. di Leuca a Locorotondo (la porta meridionale del barese), praticamente mezza Puglia. Del 2 maggio le dichiarazioni scioccanti del presidente Emiliano che chiede un decreto legge immediato che consenta di rispettare le direttive europee e il decreto Martina, per accelerare le procedure di abbattimento degli alberi infetti…”

Treia. Festa della Repubblica e Sagra del Calcione – Il 2 giugno ricorre la fondazione della Repubblica Italiana. Per i treiesi la data si pone all’interno della Sagra del Calcione, che inizia il 1° e termina il 3 giugno 2018, e qui una precisazione è necessaria non si stratta del “calcione” ai politicanti corrotti che hanno mandato in malora la nostra Repubblica bensì di una specialità culinaria locale, una specie di raviolo agrodolce biscottato farcito di ricotta e pecorino… – Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2018/05/treia-2-giugno-2018-ricorrenza-della.html

Facebook o fastbook? – Scrive L.L. A commento dell’articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/25/facebook-o-fastbook-lotta-allultimo-brevissimo-mi-piace/ -: “Francamente non capisco chi immortala quello che mangia o scrive tutte le futilità del vivere quotidiano come se si trattasse di questioni di fondamentale importanza. – Una analisi sociologica andrebbe fatta perché sono tante le persone che vivendo una solitudine concorrono ad illudersi che una socialità virtuale possa sostituire quella reale il cui livello è in caduta libera. Questa patologia collettiva c’è…”

Mia rispostina: “…è come nella società reale, ove le differenze espressive sono molteplici e varie. Allo stesso tempo sappiamo che il miglioramento sociale avviene per esemplificazione, se riusciamo a porre un buon esempio -senza cadere nell’abbassamento di stile e di livello- la nostra presenza sia in società che su fb può essere utile alla causa evolutiva. Perciò non scansiamo indiscriminatamente le persone e cerchiamo di vedere oltre le apparenze. In ognuno risiede lo stesso spirito…”

Montebelluna. Cercasi educatrice montessoriana – Ciao siamo Simone e Emanuela, viviamo in quella che fino a poco tempo fa era il progetto di ecovillaggio La Casa di Spino. Con altre 3-4 famiglie, stiamo iniziando ad organizzare nei pressi di Montebelluna (Treviso) per i nostri cuccioli (bambini di circa 2 anni) un percorso educativo che dovrebbe partire da settembre 2018, e siamo alla ricerca di 1 accompagnatore/trice interessati e che abbiano alcuni requisiti…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2018/05/montebelluna-cercasi-educatrice.html

I costi dell’accoglienza – Scrive Claudio Martinotti Doria: “…Il sistema di gestione dell’accoglienza agli immigrati è finito sotto la lente ispettiva della Corte dei Conti che ha messo in luce, in un compendio di 150 pagine, tutte le evidenti criticità del fenomeno: sarebbe costoso, inefficace e sommario (cioè oneroso, approssimativo e ambiguo). A incidere parecchio sono le procedure burocratiche di accertamento dei diritti dei numerosi richiedenti asilo, per essere legittimamente presi in carico dallo stato italiano come rifugiato politico: tra il 2008 e il 2016, si sono spesi 203,95 euro al giorno per ognuno, e considerando che mediamente solo uno su dieci possiede tali diritti, in pratica il 90% della spesa è vanificata. A questi oneri poi vanno aggiunti i costi per le espulsioni dei non aventi diritto, sempre che siano ancora reperibili. I magistrati contabili hanno anche comminato la previste sanzioni per le numerose inadempienze contabili di alcune prefetture che accertavano le spese avvalendosi di autocertificazioni a firma di cooperative sociali e ONLUS che si occupavano del servizio di accoglienza, favorendo in questo modo un business ambiguo e ipocrita con procedure informali basate sulla fiducia, che spesso si è rivelata malriposta…”

Diritto alla selvaticità – Scrive Carlo Consiglio: “Le amministrazioni del Trentino e Alto Adige chiedono di introdurre un’autonomia decisionale locale in materia di “prelievo, cattura o uccisione” delle specie Ursus arctos e Canis lupus. Si tratta di un bieco voltafaccia all’ipotesi di introdurre facoltà di abbattimento in sede di stesura di un piano nazionale. L’auspicio della Lega per l’Abolizione della Caccia è che il nuovo Ministro dell’ambiente e tutto il nuovo Governo (che verrà quando verrà) rispediscano al mittente il parere condizionato delle regioni, e licenzino il provvedimento senza la previsione di eventuali fucilate a lupi ed orsi…” – Continua:
http://paolodarpini.blogspot.it/2018/05/trentino-e-alto-adige-e-selvaticita.html

Vertici M5S ragionano sull’impeachment – Scrive Ansa: “I vertici del M5S, a quanto apprende l’Ansa, stanno ragionando sull’impeachment nei confronti di Sergio Mattarella. Nel Movimento si fa riferimento all’art. 90 della Costituzione secondo il quale “Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione. In tali casi è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a maggioranza assoluta dei suoi membri”

Neologismi e dati di fatto – La glottologia e la semantica hanno ben diritto di entrare nel discorso ecologista, soprattutto per chiarire le azioni connesse all’ecologia, ecologia profonda, e dir si voglia.. Pur tuttavia questi concetti evocati non sono nuovi all’uomo… ed i neologismi spesso vengono usati, per fare un favore alla politica del copy right, ed è solo una concessione alla “politica”, appunto… Ma l’Ecologia profonda è un fatto, una realtà, e non può essere descritta in termini filosofici se non astraendoci dal contesto dell’ecologia stessa… – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2018/05/neologismi-bioregionalismo-ecologia.html

Ciao, Paolo/Saul

………………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

«Mi sono convinto che anche quando tutto è o pare perduto, bisogna rimettersi tranquillamente all’opera, ricominciando dall’inizio» (Antonio Gramsci)

………………….

“Il discepolo dell’oggi, sia esso a dimensione metafisica o kshatriya [colui che appartiene all'ordine militare regale], deve essere un guerriero e, se non ha determinazione, ardire, decisione incrollabile e direzione univoca, per quanto possa interessarsi di cose iniziatiche, per quanto possa fare la sua brava meditazione mattutina, per quanto possa scrivere qualche saggio per erudire gli altri, per quanto possa frequentare gruppi letterali, filosofici o religiosi, rimane il fatto che egli non differisce punto dalla gran massa che sperimenta il narcotico dell’illusione e del nichilismo.” (Raphael)

Commenti disabilitati